PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 [108] 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

ilmagonero
20-03-14, 21:18:05
Visto la pianista di Haneke.

Primo film che vedo di questo regista, mi è piaciuto anche se nella prima parte un po noioso.

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

Togg
20-03-14, 21:24:12
Visto la pianista di Haneke.

Primo film che vedo di questo regista, mi è piaciuto anche se nella prima parte un po noioso.


Ottimo. Continua :sisi: Durissimo la pianista, dalla tristezza che mi sfuggì completamente alla prima visione (ancora non ripetuta), per fortuna ci ho potuto ripensare ed adesso me lo porto dentro.

Goodfella
20-03-14, 21:27:26
visto frost/nixon

IHMO la caratteristica migliore di howard è il fascino che riesce a dare a certi personaggi. un ottimo regista che ha fatto porcate come angeli e demoni e solidi film come questo frost/nixon e rush. detto questo, sheen e langella veramente bravi, tra gli altri rockwell si mangia tutti come al solito. pure il resto è tutto ben confezionato: montaggio, colonna sonora, fotografia su ottimi livelli


domanda a chi ne sa qualcosa (husha :asd: )
chi è che mi spiegherebbe la scala di valutazione americana? qual'è la differenza tra per esempio c+ e c-, o b+ e b-?

di haneke mi mancano la pianista e il nastro bianco (Lo so, lo so)

mickes2
20-03-14, 21:32:10
Nebraska

dai ci vogliono anche i film così, altrimenti le famiglie come ci arrivano a vedere Satantango.

Perché no. Io adesso c'ho il gatto nero :icebad:
:asd:


Ottimo. Continua :sisi: Durissimo la pianista, dalla tristezza che mi sfuggì completamente alla prima visione (ancora non ripetuta), per fortuna ci ho potuto ripensare ed adesso me lo porto dentro.

l'ho visto tre volte, visione che si è sempre rafforzata di volta in volta, grandissimo film, Huppert tra le migliori 5 della sua generazione.

Schiele
20-03-14, 23:07:01
Io ho visto Mum & Dad. Trasuda marciume da ogni fotogramma con una naturalezza adorabile :sisi:

Togg
21-03-14, 01:15:31
Pierrot le fou, Godard
preferisco nettamente il Godard di Tout va Bien. non sono fatto per queste storie d'amore e trovo più interessante quando i suoi film sono smaccatamente politici.

Hushabye
21-03-14, 11:43:14
visto frost/nixon

IHMO la caratteristica migliore di howard è il fascino che riesce a dare a certi personaggi. un ottimo regista che ha fatto porcate come angeli e demoni e solidi film come questo frost/nixon e rush. detto questo, sheen e langella veramente bravi, tra gli altri rockwell si mangia tutti come al solito. pure il resto è tutto ben confezionato: montaggio, colonna sonora, fotografia su ottimi livelli


domanda a chi ne sa qualcosa (husha :asd: )
chi è che mi spiegherebbe la scala di valutazione americana? qual'è la differenza tra per esempio c+ e c-, o b+ e b-?

di haneke mi mancano la pianista e il nastro bianco (Lo so, lo so)

Frost è uno dei migliori film di howard :sisi:
Per la scala americana dopo varie ricerche direi

A+ outstanding 10
A 9.5/9
A- excellent 9-

B+ very good 8.5
B to 8
B- good 8-/7.5

C+ satisfactory 7+/7
C to 6.5
C- adequate 6+/6

D 6/6-/5
-F Ins/fail -4-3

Quattro
21-03-14, 18:11:15
Quel sistema è cacca.

Tetsuo
21-03-14, 20:12:42
The social network, filmone senza alcuna riserva, stavolta Fincher ha fatto centro pieno, e che finale!

Quattro
21-03-14, 20:18:12
The social network, filmone senza alcuna riserva, stavolta Fincher ha fatto centro pieno, e che finale!

Bellissimo, ti mette un'adrenalina incredibile. Solidissimo sotto ogni punto di vista.

naxel
22-03-14, 11:24:42
Psycho, Alfred Hitchcock
Bellissimo.
Recitazione di Anthony Perkins incredibile.

TheNightflier
22-03-14, 19:32:05
The social network, filmone senza alcuna riserva, stavolta Fincher ha fatto centro pieno, e che finale!

Gli preferisco Zodiac per me il migliore di Fincher ad oggi

Tetsuo
22-03-14, 21:08:03
Gli preferisco Zodiac per me il migliore di Fincher ad oggi

Anche Zodiac è un buon film, però non mi ha convinto del tutto.
Per esempio, un'elemento importante che hanno in comune i due film è senz'altro la verbosità, però se in The social network ha un ruolo ben preciso in un contesto così raziocinante ed infido in cui si raggela qualsiasi rapporto, anche quelli di amicizia più importanti (dopotutto si parla di social network), in Zodiac mi è sembrato un'effetto collaterale non calcolato e alla lunga stancante.
Poi al di là di questo penso che qui Fincher ha trovato il perfetto equilibrio tra le parti, fra trama e sottotesto (mentre in Zodiac troppo spesso l'indagine prendeva il sopravvento sul resto se non ricordo male) ritratto individuale ed affresco sociale abbastanza complessi entrambi, mantiene un ritmo perfetto per tutto il film, ha una colonna sonora di gran classe ed una sceneggiatura fenomenale, insomma per me è una spanna sopra a tutti gli altri suoi film.

Togg
23-03-14, 01:46:21
Berlin Alexanderplatz, Fassbinder
vi sfido a vedere sette ore di film avendo dormito solo sei ore :nev: Nessuna vera crisi di sonno per fortuna, posso commentare il film tenendo ovviamente conto che sto a metà, domani completo spero da più riposato. Non è facile entrare dentro le voglie di Fassbinder, messa in scena pesante, scenograficamente elaborato, aspetti caratteriali molto meccanici alla via col vento, da un certo punto in poi ho sentito invece chiaro e forte c'era una volta in america. Tantissime musiche e anche a questo mi sono dovuto "abituare". Diciamo che i film lunghi richiedono una grande dose di fiducia. In questo caso mettere in scena significa fare esplodere un periodo e le sue contraddizioni. Perché sotto le valanghe di testo e immagini si possono poi ritrovare dei grossi filoni. Aspetto di capire come prosegue e si conclude la storia per dirne di più, mi fa un po' uno strano effetto pensarlo (al contrario che nei film di Lav Diaz o Tarr, sono proprio cose diversissime) ma sono ancora a metà.

Schiele
23-03-14, 14:04:00
Journey to the West, Tsai Ming-liang.
Distrutti i confini di spazio e tempo, distrutta la concezione di ciò che è naturale, Tsai ricostruisce dal conflitto: il movimento teso del monaco che si muove per Marsiglia si contrappone alla propria lentezza; un gesto antinaturalistico, che non manca di suscitare smarrimento nelle persone in città (fin troppo chiaro il parallelismo con gli spettatori) ma anche imitazione. Un'imitazione blanda, scoordinata, priva della grazia del gesto, così come della sua forza. E' il gesto di un Denis Lavant - ancora una volta straordinario, come in Holy Motors - che apre e potrebbe benissimo chiudere il film nel primi cinque minuti.
Certe cose è possibile solo vederle:
142628142629

E sì, ho fatto uno screen a quasi ogni inquadratura.

matte_snake94
23-03-14, 15:24:56
The Code
Film della domenica appena finito di vedere su Rai Movie, con Morgan Freeman e Banderas. Piacevole con alcuni particolari molto interessanti, ma niente di più..

Istrice450
23-03-14, 15:31:10
The Code
Film della domenica appena finito di vedere su Rai Movie, con Morgan Freeman e Banderas. Piacevole con alcuni particolari molto interessanti, ma niente di più..

I particolari interessanti sono tutti sulla bella gnocca russa immagino:asd:

Rivista la trilogia dei film di Bruce lee su Chen su raimovie per rimanere i tema. Bellissimi con lo scontro finale con norris. Da praticante di Wing Chun non posso che applaudire

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

matte_snake94
23-03-14, 15:51:17
I particolari interessanti sono tutti sulla bella gnocca russa immagino:asd:

Rivista la trilogia dei film di Bruce lee su Chen su raimovie per rimanere i tema. Bellissimi con lo scontro finale con norris. Da praticante di Wing Chun non posso che applaudire

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

Ahahahhahaha no seriamente alcuni particolari del colpo non mi sono dispiaciuteli, come per esempio il modo in cui hanno superato i laser..
Cmq Rai Movie mi stupisce sempre di più!

Key Paradise
23-03-14, 18:32:10
primi tre di cassavetes andati:

http://static.guim.co.uk/sys-images/Film/Pix/pictures/2010/10/18/1287412443895/Lelia-Goldoni-in-Shadows-006.jpg

1959 - shadows (ombre): la vita di 3 fratelli newyorkesi. come scritto su fb, film seminale. probabilmente il primo di una lunga serie di tranche de vie nella metropoli delle thousands thing to do, che troverà seguito in tantissimi altri autori (scorsese, coppola, allen, spike lee). era il 1959 e già qualcuno girava un film praticamente sul nulla, ammesso che la vita, nel suo normale dispiegarsi, possa definirsi "nulla". operazione fondamentale nella sua radicalità. voto: 7.5

http://zimbofilms.files.wordpress.com/2012/07/ov5w.jpg?w=500&h=281

1961 - too late blues (blues di mezzanotte): le vicende di un pianista e del suo gruppo e l'incontro con una giovane e complicata cantante. dopo il successo di shadows, cassavetes viene ingaggiato dalla paramount per girare il suo secondo film. l'operazione è più omologata ma nonostante tutto la mano di cassavetes si sente, e basta leggere la trama per vedere come il concept sia ancora piuttosto vacuo. ma quel che rimane della struttura portante è rappresentato in maniera frettolosa, talvolta ai limiti del comprensibile. restano una serie di bei caratteristi, il fascino dell'ambiente jazz ed una stella stevens al solito stupenda nei panni di quella che è decisamente un'antieroina. voto: 5.5/6

http://imgs.littlewhitelies.co.uk/uploads/2009/07/child-is-waiting.jpg

1963 - a child is waiting (gli esclusi) - reuben è un ragazzo ritardato "abbandonato" dai genitori ad un'istituto per bambini disabili; una delle maestre (judy garland) si batte affinchè il ragazzo possa rivedere i suoi genitori. anche questa è un'opera dall'impianto decisamente hollywoodiano: davvero troppi patetismi nonchè un sistema di pensiero fortemente anacronistico nell'affrontare la questione handicap (si riteneva che i bambini dovessero essere appunto isolati, anzichè integrati nella società), che lo fa apparire, in maniera inconsapevole, tremendamente reazionario. gli sprazzi di cassavetes s'intravedono solo nel potente realismo, con la scelta di girare la pellicola in un reale istituto e con ragazzi realmente disabili. voto: 5

Goodfella
23-03-14, 21:19:22
Journey to the West, Tsai Ming-liang.
Distrutti i confini di spazio e tempo, distrutta la concezione di ciò che è naturale, Tsai ricostruisce dal conflitto: il movimento teso del monaco che si muove per Marsiglia si contrappone alla propria lentezza; un gesto antinaturalistico, che non manca di suscitare smarrimento nelle persone in città (fin troppo chiaro il parallelismo con gli spettatori) ma anche imitazione. Un'imitazione blanda, scoordinata, priva della grazia del gesto, così come della sua forza. E' il gesto di un Denis Lavant - ancora una volta straordinario, come in Holy Motors - che apre e potrebbe benissimo chiudere il film nel primi cinque minuti.
Certe cose è possibile solo vederle:
142628142629

E sì, ho fatto uno screen a quasi ogni inquadratura.
Effettivamente è difficile se non impossibile non fissare la telecamera per 5 minuti e nel contem respirare

Rage Against
24-03-14, 12:36:18
Ho visto un po' di film che mi mancavano nell'ultima settimana:kep88:

Rush:
Gran bel film,ingiustamente snobbato agli Oscar.
Daniel Bruhl davvero bravo(come al solito Quentin ci avevo visto giusto),e pure Chris Hemsworth fa il suo dovere.
Uno dei migliori di Ron Howard assolutamente.
Voto: 8

Gravity:
Nonostante non l'abbia visto in 3D,sono riuscito a godermelo comunque.
Regia e fotografia da paura.Parentesi a parte per gli effetti speciali:dopo Il Signore Degli Anelli e Avatar,ora si parlerà di pre-Gravity perchè questo lavoro è veramente innovativo e stupefacente.
Il film non si basa su action o ritmo sostenuto,ma trasmette pienamente la solitudine dell'uomo nello spazio.(bellissima le scena in cui si vede in lontananza Clooney che si allontana sempre di più alle spalle di Sandra Bullock.)
Solo il finale mi ha lasciato un po' cosi.
Voto:8

Truman Capote:
Bel film,scritto bene,con un Philip Hoffman FENOMENALE.Da vedere assolutamente in lingua originale per apprezzare ancora di più la sua performance.
Voto:7

Thor:The Dark World:
Seguito migliore del primo,che era ancora un po' acerbo e più giocherellone.
Loki,nonostante non sia al centro dell'attenzione,da la sua migliore performance.
Degni di nota gli effetti speciali.
Voto:6 e mezzo

Tetsuo
24-03-14, 20:23:44
...E ora parliamo di Kevin - Ramsay

Più interessante a livello espressivo che non contenutistico: la regista è bravissima nel calarti nella dimensione mentale distorta (giustificata) della donna in un contesto dall'apparenza parzialmente ordinaria in cui situazioni e comportamenti apparentemente innocui assumono spesso sfumature orrorifiche e la colonna sonora diventa sarcasticamente normale/goliardica.
Anche narrativamente è molto originale, soprattutto la prima parte con un montaggio che oscilla spigolosamente tra diversi piani temporali sconnessi senza portare ad uno sviluppo immediatamente tangibile, mette in scena situazioni ma ne omette le cause, le radici, di nuovo proiettandoti nella dimensione della donna che allo stesso modo continuamente si interroga sul perchè dei comportamenti del figlio non trovando risposte.
Il fatto è che in fin dei conti il succo del film sembra essere un'invettiva contro la borghesia, la normalità, il perbenismo ecc... incarnata dal figlio, insomma più banale di quanto sembri; sicuramente c'è altro, il rapporto madre-figlio è raccontato in maniera sicuramente non convenzionale praticamente capovolta, ma qui si cammina continuamente al limite della credibilità.

Wurdalak
24-03-14, 23:20:58
Visto her al cinema, in lingua originale sub ita grazie a dio. Wow... :morris82: non penso che abbia bisogno di commenti un capolavoro del genere.

naxel
24-03-14, 23:30:36
Shotgun Stories, Jeff Nichols
Western moderno dai toni cupi. Nichols fa un ottimo lavoro in regia e in scrittura in questo esordio riuscendo a rendere il film imprevedibile fino alla fine, alternando momenti riflessivi ad altri in cui la tensione si alza notevolmente, sempre con uno stile asciutto.

Togg
24-03-14, 23:33:48
Berlin Alexanderplatz nella seconda parte prende tutta la sua potenza. Grandi momenti.

beppe92
24-03-14, 23:51:22
A proposito di Davis - Fratelli Coen
Visto l'altro giorno al cinema. Gran bel film, niente da dire :sisi: Ottima regia, splendida colonna sonora. Il viaggio verso Chicago è stato qualcosa di assolutamente fantastico, nel pieno stile Coen, ma nel complesso tutto il film riesce ad intrattenere bene e a commuovere, senza mai cadere in soluzioni banali :sisi:

Searching for Sugar man - Malik Bendjelloul (cross-post dal topic dei documentari)
Bellissimo documentario sulla vita di Sixto Rodriguez e la sua fantastica vicenda. Un cantautore fallito che a sua insaputa è diventato il cantautore più famoso del Sudafrica e la sua musica ha fatto da colonna sonora nella lotta all'Apartheid. Il documentario ha vinto pure l'oscar nel 2012.
Consigliatissimo

L'odio -Mathieu Kassovitz
Ottimo film, crudo, che non concede niente allo spettatore. Una visione sulle proteste e gli scontri tra i civili e la polizia dopo il pestaggio a morte di un ragazzo fermato per dei controlli, ma soprattutto uno sguardo nella vita di tre ragazzi che vivono nella miseria e in un costante clima d'odio, ma con la voglia di divertirsi e di andarsene, di trovare qualcosa di meglio. Lascia pure degli ottimi spunti di riflessioni sulla società :sisi:

Grizzly Man - Werner Herzog
E' il primo documentario di Herzog che vedo (anche qui ringrazio i ragazzi del topic documentari che me l'hanno fatto scoprire :sisi:) e mi ha piacevolmente colpito. Oltre alle fantastiche riprese di Timothy Treadwell, delle sue vicende, il regista si concede lo spazio di esternare le sue emozioni e le sue opinioni, ma sempre in maniera molto elegante e senza giudicare. Veramente ottimo, credo proprio che recupererò molto altro di questo regista :sisi:

mickes2
25-03-14, 00:32:11
Berlin Alexanderplatz nella seconda parte prende tutta la sua potenza. Grandi momenti.

questo commento mi sprona a riprenderlo, esattamente dalla 5° ora

Togg
25-03-14, 01:45:41
questo commento mi sprona a riprenderlo, esattamente dalla 5° ora

hai interrotto alla quinta ora o vuoi rivederlo dalla quinta ora? No perché alla quinta ora manco è arrivata la ragazza principale del film :asd:

beppe92
25-03-14, 11:30:36
Waking Life - Richard Linklater
Questo film mi ha davvero impressionato, sia per lo stile con cui è stato prodotto (al live action è stata sovrapposto un lavoro di animazione che ha reso perfettamente il mondo onirico e i suoi personaggi), per il tema che per le musiche. Un ragazzo si ritrova a passeggiare nel suo sogno e incontrare strambi personaggi che si dilungheranno su vari argomenti filosofici in un modo molto espressivo, quasi fanatico ed il tutto aiutato dalle ottime animazioni. Un film conosciuto soprattutto per il suo trattare i sogni lucidi, ma è molto di più :ahsisi:

Paprika - Sognando un sogno - Satoshi Kon
Ottimo film di animazione giapponese. Anche questo tratta il tema del sogno come base per una più grande avventura, forse un po' troppo (e inutilmente) complicato in alcune sequenze e forse la vicenda si espande un po' troppo, ma resta comunque un buon film :sisi:

Tapoutorangleslam
25-03-14, 12:17:54
Visto 8mile con Eminem.
Mi aspettavo peggio,ma niente di che.
Belle le battaglie rap,specialmente l ultima.
Kim basinger come al solito stupenda.

mickes2
25-03-14, 12:59:51
hai interrotto alla quinta ora o vuoi rivederlo dalla quinta ora? No perché alla quinta ora manco è arrivata la ragazza principale del film :asd:

mi fermai alla quarta ora, ma mesi fa :asd: quindi riprendo dalla quinta. ma succedono talmente poche cose che ricordo più o meno il filo del discorso, alla fine della quarta mi pare che stesse sbarellando nel suo piccolo appartamento di fortuna, i primi dubbi esistenziali su cosa scegliere di fare della sua vita.

Togg
25-03-14, 17:43:51
mi fermai alla quarta ora, ma mesi fa :asd: quindi riprendo dalla quinta. ma succedono talmente poche cose che ricordo più o meno il filo del discorso, alla fine della quarta mi pare che stesse sbarellando nel suo piccolo appartamento di fortuna, i primi dubbi esistenziali su cosa scegliere di fare della sua vita.

ma che poche cose è tutto un succedersi di cose :D Comunque ancora manco il suo alter ego mi sa che è arrivato.

mickes2
25-03-14, 18:03:28
ma che poche cose è tutto un succedersi di cose :D Comunque ancora manco il suo alter ego mi sa che è arrivato.
succedersi di cose?:loris:
andata la 5° ora, c'è una piccola impennata, trattano male donne e c'è uno che balbetta, e la Schygulla è sempre un gran bel vedere.
lo sto guardando doppiato, la voce fuori campo è quella di Adalberto Maria Merli :predicatore: mi tocco ogni volta che c'è.

cmq girando sul tubo ho trovato sto docu-intervista, pare interessante :sisi:

https://www.youtube.com/watch?v=LvqLVzaGGfk

Goodfella
25-03-14, 18:12:11
Visto i due volumi di nymphomaniac insieme

E direi sti cazzi, capolavoro, miglior trier dai tempi di breaking the waves e miglior flm di questo primo 2014

Togg
25-03-14, 18:32:07
succedersi di cose?:loris:
trattano male donne e c'è uno che balbetta
lo sto guardando doppiato


massì è sempre che fa cose lui, cioé per ritornare e soffermarci in modo drammaticamente costruito sulla cosa principale del film (lui che ammazza la sua compagna) bisogna aspettare mooolto dopo, è un film instabile.
quello che balbetta è uno dei personaggi importanti, vedrai.

non vale nemmeno la pena commentare che la stai vedendo doppiata :l4gann:

---------- Post added at 18:32:07 ---------- Previous post was at 18:31:02 ----------


Visto i due volumi di nymphomaniac insieme

E direi sti cazzi, capolavoro, miglior trier dai tempi di breaking the waves e miglior flm di questo primo 2014

è troppo entusiasmante sto film, capisco le critiche ma consiglio anche di aspettare il montaggio di Lars per un parere definitivo.

p a n z e r
25-03-14, 18:49:39
ma state parlando di una serie tv o è il solito film snob da ventordici ore?

mickes2
25-03-14, 18:51:48
massì è sempre che fa cose lui, cioé per ritornare e soffermarci in modo drammaticamente costruito sulla cosa principale del film (lui che ammazza la sua compagna) bisogna aspettare mooolto dopo, è un film instabile.
quello che balbetta è uno dei personaggi importanti, vedrai.

non vale nemmeno la pena commentare che la stai vedendo doppiata :l4gann:[COLOR="Silver"]

ok mi stai aiutando :asd:, credo di essere entrato un po' più nel mood, dopo sesta ora se riesco in originale :sisi:
ma non t'è venuta voglia di vedere altro di Fassbinderone?

---------- Post added at 18:51:48 ---------- Previous post was at 18:51:03 ----------


ma state parlando di una serie tv o è il solito film snob da ventordici ore?

nacque come serie tv, ma è solo un luuuuungo grande filmz :sisi:

Lucignolo
25-03-14, 19:35:11
Berlin Alexanderplatz, Fassbinder
vi sfido a vedere sette ore di film avendo dormito solo sei ore :nev: Nessuna vera crisi di sonno per fortuna, posso commentare il film tenendo ovviamente conto che sto a metà, domani completo spero da più riposato. Non è facile entrare dentro le voglie di Fassbinder, messa in scena pesante, scenograficamente elaborato, aspetti caratteriali molto meccanici alla via col vento, da un certo punto in poi ho sentito invece chiaro e forte c'era una volta in america. Tantissime musiche e anche a questo mi sono dovuto "abituare". Diciamo che i film lunghi richiedono una grande dose di fiducia. In questo caso mettere in scena significa fare esplodere un periodo e le sue contraddizioni. Perché sotto le valanghe di testo e immagini si possono poi ritrovare dei grossi filoni. Aspetto di capire come prosegue e si conclude la storia per dirne di più, mi fa un po' uno strano effetto pensarlo (al contrario che nei film di Lav Diaz o Tarr, sono proprio cose diversissime) ma sono ancora a metà.

Ottimo Togg, ma ti manca ancora (anche a me purtroppo) l'esperienza definitiva. Ovvero i tre Heimat (1984-1992-2004) 3 film a episodi di Edgar Reitz che narrano le vite dei membri di una famiglia tedesca dal 1919 al 1982

Il secondo, da molti ritenuto il migliore, dura 25 ore XDD (il primo 15, il terzo 11)


Ho letto le opinioni di chi l'ha visto e da quel che si dice è una cosa che mette quasi in secondo piano Tarr, Diaz, Fassbinder etc (almeno i primi 2 film)

p a n z e r
25-03-14, 19:55:27
di questo berlin alexanderplatz hanno fatto qualche cofanetto bellino che merita di essere preso? mannaggia a voi che adesso son curioso

mickes2
25-03-14, 20:44:36
di questo berlin alexanderplatz hanno fatto qualche cofanetto bellino che merita di essere preso? mannaggia a voi che adesso son curioso

c'è questo http://www.amazon.it/gp/product/B003MH4PJK/ref=s9_simh_gw_p14_d0_i4?pf_rd_m=A11IL2PNWYJU7H&pf_rd_s=center-2&pf_rd_r=1B7KWAWTZ63EXZ75QEDS&pf_rd_t=101&pf_rd_p=451014987&pf_rd_i=426865031 ce l'ho ed è ben fatto, la qualità video-audio è ottima il tutto proviene da restauro ed è lo stesso master dell'edizione Criterion. ad ogni modo è visione straimpegnativa e non ne posso consigliare l'acquisto così come nulla fosse.

p a n z e r
25-03-14, 21:07:05
c'è questo http://www.amazon.it/gp/product/B003MH4PJK/ref=s9_simh_gw_p14_d0_i4?pf_rd_m=A11IL2PNWYJU7H&pf_rd_s=center-2&pf_rd_r=1B7KWAWTZ63EXZ75QEDS&pf_rd_t=101&pf_rd_p=451014987&pf_rd_i=426865031 ce l'ho ed è ben fatto, la qualità video-audio è ottima il tutto proviene da restauro ed è lo stesso master dell'edizione Criterion. ad ogni modo è visione straimpegnativa e non ne posso consigliare l'acquisto così come nulla fosse.

me ne rendo conto, sto solo valutando la cosa. è che ultimamente sono così tanto annoiato che di riflesso sono anche disinteressato verso quelle che sono le mie passioni, e pensavo che quasi quasi qualcosa del genere potrebbe fare al caso mio. un po' una terapia d'urto insomma, non so. mi è venuto anche in mente di quando parlavate di satantango, che forse in effetti sarebbe più abbordabile

Togg
26-03-14, 00:50:36
ma non t'è venuta voglia di vedere altro di Fassbinderone?

per ora no :rickds: Ho problemi di sonno da diverse settimane... Appena torno a casa dovrebbe andare meglio e soprattutto avrò tutto il tempo per me.


ma state parlando di una serie tv o è il solito film snob da ventordici ore?

film lungo, molto particolare, davvero antidrammatico per tutta la prima parte. bisogna capire cosa interessa a Fassbinder.


Ottimo Togg, ma ti manca ancora (anche a me purtroppo) l'esperienza definitiva. Ovvero i tre Heimat (1984-1992-2004) 3 film a episodi di Edgar Reitz che narrano le vite dei membri di una famiglia tedesca dal 1919 al 1982

Il secondo, da molti ritenuto il migliore, dura 25 ore XDD (il primo 15, il terzo 11)


Ho letto le opinioni di chi l'ha visto e da quel che si dice è una cosa che mette quasi in secondo piano Tarr, Diaz, Fassbinder etc (almeno i primi 2 film)

Madonnina santa c'ho una voglia. Ho visto l'ultimo di Heimat a Venezia con Reitz in sala! E mi sono pure fatto fare l'autografo :wush:
Tra un paio di settimane torno a casa, e lì inizio a proiettare come se non ci fosse un domani.


di questo berlin alexanderplatz hanno fatto qualche cofanetto bellino che merita di essere preso? mannaggia a voi che adesso son curioso

se non ti interessa fare spese folli contattami.


mi è venuto anche in mente di quando parlavate di satantango, che forse in effetti sarebbe più abbordabile

ecco sì panza, meglio Satantango. imho Berlin Alexanderplatz è ancora più "raffinato" e "difficile" da vedere.

p a n z e r
26-03-14, 02:41:46
ancora più snob insomma. no ok dai ci penso bene e rivedo le mie priorità. io sono un ragazzo semplice.


appena finito di vedere fuga da alcatraz di don siegel. a dir poco impeccabile. magistrale la costruzione di tutta la vicenda, quando anche il più piccolo dettaglio è importante. ed è proprio sui piccoli dettagli che il film assume le sfumature più interessanti. in particolare per quanto riguarda i personaggi, basta un gesto, un movimento o una parola per farti capire tutto di loro, e per caratterizzarli meglio di quanto non si sarebbe riusciti a fare con più dialoghi, magari anche più articolati. è una film rigido in cui osserviamo uomini rigidi, e funziona al meglio proprio per questo. adatta ad ogni situazione la regia di don siegel, in particolare quando si tratta di muoversi nelle claustrofobiche celle.

gioconct
26-03-14, 10:43:22
Too bif to fail

Film che tratta della crisi del mercato immobiliare americano del 2008 ad opera dei grandi gruppi bancari, è stata considerata anche peggiore della crisi del '29.

A.C.A.B

Un acronimo famosissimo dappertutto,narra le vicende di un gruppo di poliziotti alle prese con i problemi di tutti i giorni.

mickes2
26-03-14, 13:52:19
appena finito di vedere fuga da alcatraz di don siegel. a dir poco impeccabile. magistrale la costruzione di tutta la vicenda, quando anche il più piccolo dettaglio è importante. ed è proprio sui piccoli dettagli che il film assume le sfumature più interessanti. in particolare per quanto riguarda i personaggi, basta un gesto, un movimento o una parola per farti capire tutto di loro, e per caratterizzarli meglio di quanto non si sarebbe riusciti a fare con più dialoghi, magari anche più articolati. è una film rigido in cui osserviamo uomini rigidi, e funziona al meglio proprio per questo. adatta ad ogni situazione la regia di don siegel, in particolare quando si tratta di muoversi nelle claustrofobiche celle.

cult personale, visto non so quante volte, forse una decina. dramma carcerario asciutto, essenziale, ha un chè di bressoniano per come si aggrappa ai silenzi e agli oggetti, e tutto converge sulla tanto agognata fuga. alla fine è un ritratto pressochè epico sulla ricerca e la voglia di libertà.

Battlesteve
26-03-14, 14:06:29
Appena finito di vedere"guida galattica per autostoppisti spaziali" bello demenziale e comico da vedere cn amici

Sent from my Windows Phone 8S by HTC using Tapatalk

BESTMANU
26-03-14, 17:28:04
Ultimamente ho visto un pò di film di carpenter, i primi per la precisione:

Halloween- Avevo già visto il remake, ma questo è sicuramente superiore. Tensione alta per tutto il film, Myers è un'icona, e con quella maschera è davvero spaventoso. Finale ottimo, come tutto il film. Un cult

The fog- Forse quello che mi è piaciuto meno (si fa per dire), trama interessante, stilisticamente davvero ottimo, con anche i pirati abbastanza terrificanti. Finale bello

Distretto 13- Piaciuto moltissimo, soprattutto per il personaggio controverso di Napoleone, ma anche come storia. I nemici sembrano non finire mai, carne da macello :asd:

La cosa- Horro fantastico, uno dei migliori che abbia mai visto sicuramente. Ambientazione evocativa, attori ottimi, regia perfetta, con buoni effetti speciali, molto splatteroso (scene davvero ben realizzate). Un must

E poi c'è il migliore, 1997 fuga da new york: In una new york davvero incredibile, trasformata in una prigione (incredibile, anche perchè parliamo di un film di piu di 30 anni fa), uno dei personaggi migliori del cinema (Snake Pliskin, grande Kurt Russel) deve riuscire a recuperare il presidente. Personaggi PERFETTI (Il tassista, mente, il duca), ottima regia (quasi tutto al buio, ottima ottima scelta), finale eccezionale. Capolavoro assoluto (imho)

Togg
26-03-14, 19:01:51
visto al cinema in pellicola Germania anno zero di Rossellini, non mi lego tanto al suo cinema. E' bello ma per quello che ho visto finora preferisco altri neorealisti.

beppe92
26-03-14, 23:01:28
La mafia uccide solo d'estate - Pierfrancesco "Pif" Diliberto
Visto al cineforum del mio paesino in una saletta triste e con un proiettore dell'ante guerra (presumo). Film riuscito, una commedia molto carina che riesce ad intrattenere per tutta l'ora e mezza con alcune gag davvero carine. Getta uno sguardo sulla Palermo e i suoi abitanti la cui storia prosegue in parallelo con quella della mafia, dalle stragi degli ultimi anni 60 fino a quelle di Via D'Amelio e Capaci. Il film tratta, anche se superficialmente, l'implicazione dello Stato e il rapporto Stato-Mafia, soprattutto nella figura di Andreotti. Pif non tralascia nemmeno chi la mafia l'ha combattuta, senza mai cadere in facile buonismo, ma mostrando queste persone nella loro quotidianità. Buona anche la regia. Consigliato :ahsisi:

The Social Network - David Fincher
Film che mi ha piacevolmente colpito :sisi:

Dante47
27-03-14, 02:17:14
Captain America: The Winter Soldier - In linea con gli altri film marvel, fa il suo lavoro di intrattenere per 2 ore più che bene :nev:

MatKam
27-03-14, 16:11:30
Veronica Mars - il film
Come scritto nell'apposito topic, è stato un ritorno indietro di 7 anni. Film non eccezionale, ma ha il compito di rispolverare quasi tutti i personaggi del telefilm. Nel complesso è una discreta chiusura. Consigliato a tutti i fan nostalgici della serie.

12 anni schiavo
Commento nell'apposito topic.

Agente 007 - Solo per i tuoi occhi
Abbastanza scadente, come il predecessore tra l'altro. Roger Moore incomincia ad essere poco credibile nei panni di un pimpante agente segreto per via dell'età avanzata. Purtroppo questo episodio, a mio avviso tra i più brutti, manca di mordente.

Quattro
27-03-14, 22:32:51
Oddio roba vecchia vecchia, non trovo mai il tempo di scrivere quindi ecco qua qualche riga.
___

La grande bellezza - Paolo Sorrentino, 2013. Esteticamente magnifico, complici l'ottima tecnica registica e l'infinita bellezza della città eterna. Calca troppo la mano, però: nel cercare la massima suggestione perde talvolta il contatto con la realtà, sforando in un onirismo pretenzioso e non sempre ispirato. Poi di atmosfera ce n'è, i personaggi hanno (quasi) tutti un proprio perché, ma la sostanza è forse meno di quella che non si vorrebbe far apparire.

El sicario: Room 164 - Gianfranco Rosi, 2010. Assolutamente minimalista: soltanto un uomo, ex sicario al soldo del cartello dei narcos messicani, e la sua storia. Salvo brevi sequenze panoramiche, il documentario è interamente girato all'interno di una camera di motel; non una camera qualsiasi, ma una in cui, tempo prima, il protagonista si era recato per compiere uno dei tanti "lavori" cui era stato assegnato. In un fiume di parole, supportato semplicemente da un pennarello nero e da dei fogli bianchi, il sicario tratteggia con precisione il mondo di cui è stato parte, rendendo lo spettatore partecipe di una realtà inquietante e sorprendentemente complessa e strutturata. Difficilmente catalogabile come film, o anche come inchiesta: si tratta piuttosto di una confessione, che il regista si limita a riproporci mettendoci faccia a faccia con il dolore di un uomo.
___

---------- Post added at 22:32:51 ---------- Previous post was at 22:22:25 ----------


Anche Zodiac è un buon film, però non mi ha convinto del tutto.
Per esempio, un'elemento importante che hanno in comune i due film è senz'altro la verbosità, però se in The social network ha un ruolo ben preciso in un contesto così raziocinante ed infido in cui si raggela qualsiasi rapporto, anche quelli di amicizia più importanti (dopotutto si parla di social network), in Zodiac mi è sembrato un'effetto collaterale non calcolato e alla lunga stancante.
Poi al di là di questo penso che qui Fincher ha trovato il perfetto equilibrio tra le parti, fra trama e sottotesto (mentre in Zodiac troppo spesso l'indagine prendeva il sopravvento sul resto se non ricordo male) ritratto individuale ed affresco sociale abbastanza complessi entrambi, mantiene un ritmo perfetto per tutto il film, ha una colonna sonora di gran classe ed una sceneggiatura fenomenale, insomma per me è una spanna sopra a tutti gli altri suoi film.

Adorati entrambi, fra questi due e Fight club non so quale sia il mio Fincher preferito!


...E ora parliamo di Kevin - Ramsay

Più interessante a livello espressivo che non contenutistico: la regista è bravissima nel calarti nella dimensione mentale distorta (giustificata) della donna in un contesto dall'apparenza parzialmente ordinaria in cui situazioni e comportamenti apparentemente innocui assumono spesso sfumature orrorifiche e la colonna sonora diventa sarcasticamente normale/goliardica.
Anche narrativamente è molto originale, soprattutto la prima parte con un montaggio che oscilla spigolosamente tra diversi piani temporali sconnessi senza portare ad uno sviluppo immediatamente tangibile, mette in scena situazioni ma ne omette le cause, le radici, di nuovo proiettandoti nella dimensione della donna che allo stesso modo continuamente si interroga sul perchè dei comportamenti del figlio non trovando risposte.
Il fatto è che in fin dei conti il succo del film sembra essere un'invettiva contro la borghesia, la normalità, il perbenismo ecc... incarnata dal figlio, insomma più banale di quanto sembri; sicuramente c'è altro, il rapporto madre-figlio è raccontato in maniera sicuramente non convenzionale praticamente capovolta, ma qui si cammina continuamente al limite della credibilità.

Per me bocciato, pur con una narrativa interessante fatica veramente a stare in piedi.


Searching for Sugar man - Malik Bendjelloul (cross-post dal topic dei documentari)
Bellissimo documentario sulla vita di Sixto Rodriguez e la sua fantastica vicenda. Un cantautore fallito che a sua insaputa è diventato il cantautore più famoso del Sudafrica e la sua musica ha fatto da colonna sonora nella lotta all'Apartheid. Il documentario ha vinto pure l'oscar nel 2012.
Consigliatissimo

L'odio -Mathieu Kassovitz
Ottimo film, crudo, che non concede niente allo spettatore. Una visione sulle proteste e gli scontri tra i civili e la polizia dopo il pestaggio a morte di un ragazzo fermato per dei controlli, ma soprattutto uno sguardo nella vita di tre ragazzi che vivono nella miseria e in un costante clima d'odio, ma con la voglia di divertirsi e di andarsene, di trovare qualcosa di meglio. Lascia pure degli ottimi spunti di riflessioni sulla società :sisi:

Sugar man visto la settimana scorsa, veramente fantastico quando trovo il tempo scrivo il mio commentino; L'odio bello ma dovrei rivederlo.

id2010
27-03-14, 22:50:33
Resident Evil: Afterlife...Booooooh.

Belial
27-03-14, 23:22:20
Resident Evil: Afterlife...Booooooh.

Lo devi guardare solo per Milla. :rickds:

Istrice450
27-03-14, 23:23:56
Resident Evil: Afterlife...Booooooh.

Bellissimo

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

beppe92
27-03-14, 23:25:55
Sugar man visto la settimana scorsa, veramente fantastico quando trovo il tempo scrivo il mio commentino; L'odio bello ma dovrei rivederlo.
Vero? Sixto, è diventato il mio cantautore preferito :ahsisi:


La parola ai giurati - Sidney Lumet
Film splendido. 12 giurati si riuniscono nella Jury Room per decidere sulla colpevolezza o innocenza di un ragazzo accusato di aver ucciso il padre. Sembra tutto semplice, ma la vicenda va oltre, approfondendo le storie personali di tutti i giurati, mettendo in mostra come tutti i loro trascorsi vanno ad influenzare il loro verdetto, dalla relazione con il figlio ai vari pregiudizi. La pellicola critica anche il sistema giudiziario: è giusto che una decina di giurati svogliati decidano della vita e la morte di un uomo? Tutto il film si svolge in una stanza (tranne in pochissime scene: inizio - metà - fine), in quanto si basa sull'interpretazione e la bravura di tutti gli attori che riescono egregiamente ad incollare allo schermo e fare entrare lo spettatore nella vicenda attraverso la loro ricostruzione dei fatti. Un giallo risolto solamente attraverso geniali deduzioni e intuizioni. Bello, bello :ahsisi:

TheMrGmk
27-03-14, 23:39:42
Belly of the beast. Daje steven, la tamarraggine sia con te :asd:

Tetsuo
27-03-14, 23:54:58
Oddio roba vecchia vecchia, non trovo mai il tempo di scrivere quindi ecco qua qualche riga.
___

La grande bellezza - Paolo Sorrentino, 2013. Esteticamente magnifico, complici l'ottima tecnica registica e l'infinita bellezza della città eterna. Calca troppo la mano, però: nel cercare la massima suggestione perde talvolta il contatto con la realtà, sforando in un onirismo pretenzioso e non sempre ispirato. Poi di atmosfera ce n'è, i personaggi hanno (quasi) tutti un proprio perché, ma la sostanza è forse meno di quella che non si vorrebbe far apparire.

El sicario: Room 164 - Gianfranco Rosi, 2010. Assolutamente minimalista: soltanto un uomo, ex sicario al soldo del cartello dei narcos messicani, e la sua storia. Salvo brevi sequenze panoramiche, il documentario è interamente girato all'interno di una camera di motel; non una camera qualsiasi, ma una in cui, tempo prima, il protagonista si era recato per compiere uno dei tanti "lavori" cui era stato assegnato. In un fiume di parole, supportato semplicemente da un pennarello nero e da dei fogli bianchi, il sicario tratteggia con precisione il mondo di cui è stato parte, rendendo lo spettatore partecipe di una realtà inquietante e sorprendentemente complessa e strutturata. Difficilmente catalogabile come film, o anche come inchiesta: si tratta piuttosto di una confessione, che il regista si limita a riproporci mettendoci faccia a faccia con il dolore di un uomo.
___

---------- Post added at 22:32:51 ---------- Previous post was at 22:22:25 ----------



Adorati entrambi, fra questi due e Fight club non so quale sia il mio Fincher preferito!



Per me bocciato, pur con una narrativa interessante fatica veramente a stare in piedi.



Sugar man visto la settimana scorsa, veramente fantastico quando trovo il tempo scrivo il mio commentino; L'odio bello ma dovrei rivederlo.


Non posso darti torto, Kevin è praticamente un personaggio da film horror inserito in un contesto realistico, questo lo rende sì affascinante ma lo fa stridere eccessivamente con il resto e lo rende poco credibile appunto, sembra che l'unico scopo della sua vita sia rovinare quella della madre in tutti i modi possibili, si sente un pó la forzatura.
Io non lo boccio perchè il film, oltre a quello che ho detto prima, ha le sue suggestioni, nel complesso è abbastanza stratificato e la fotografia non passa certo inosservata.

beppe92
28-03-14, 01:48:46
Cocaine Cowboy - Billy Corben
Portato in Italia con l'infelice titolo La vera storia di Scarface, questo documentario ripercorre la nascita e lo sviluppo del traffico di droga, in particolare cocaina, nella Miami degli anni '70 e '80. Le vicende vengono narrate direttamente dai protagonisti del traffico (corrieri e sicari), il tutto intervallato da filmati dell'epoca. Molto interessante, cerca di dare uno sguardo il più obiettivo possibile al fenomeno, non tralasciando anche i molti vantaggi che l'incessante flusso di miliardi di dollari ha portato alla città di Miami.

Goodfella
28-03-14, 15:59:50
The french connection

Capolavoro
A+

Togg
28-03-14, 17:02:20
Ottimo Togg, ma ti manca ancora (anche a me purtroppo) l'esperienza definitiva. Ovvero i tre Heimat (1984-1992-2004) 3 film a episodi di Edgar Reitz che narrano le vite dei membri di una famiglia tedesca dal 1919 al 1982

Aggiornamento progettuale. Ho quasi finito di acquisirli tutti.

naxel
28-03-14, 17:23:14
The french connection

Capolavoro
A+
basta con questi voti yankee, please :tragic:

Hushabye
28-03-14, 17:29:22
basta con questi voti yankee, please :tragic:

non capisco quale sia il problema

naxel
28-03-14, 17:32:19
non capisco quale sia il problema
sono illogici, molto più immediata la classica scala da 1 a 10

Brother's Killer
28-03-14, 17:35:49
Sono d'accordo. Ma pure le stellette sono un voto migliore di quelli americani. Decisamente meglio interpretabili:asd:

Hushabye
28-03-14, 17:38:53
le lettere sono facilmente interpretabili,basta informarsi un attimino.

naxel
28-03-14, 17:41:03
le lettere sono facilmente interpretabili,basta informarsi un attimino.

no aspetta, so benissimo che significato hanno ma non mi piacciono comunque :asd:

Brother's Killer
28-03-14, 17:43:39
le lettere sono facilmente interpretabili,basta informarsi un attimino.

Sono interpretabili relazionandoli alla normale scala da 1 a 10, ergo scala da 1 a 10 >>>>>>>>>>>>>>>> voti americani:ahsisi:
Basterebbe riflettere sul fatto che partano dalla valutazione massima e scalino andando peggiorando, gia questo li rende piuttosto dubbi come giudizi secondo me:asd:

Però non ti sto sindacando niente, ognuno usi la scala che vuole. Se io volessi posso usare pure la scala PIERINO, nessuno mi dovrebbe dire niente.

Key Paradise
28-03-14, 18:15:45
aggiorno un po'

dopo la prima tripletta cassavetes, andata anche la seconda. finalmente il regista si libera dalle grinfie delle major a causa delle quali realizzò due lavori non proprio memorabili (too late blues, a child is waiting) e torna ad una condizione di libertà creativa che va quasi aldilà del cinema stesso

http://25.media.tumblr.com/tumblr_m0e6rqcXRX1qgbgkro1_500.jpg

faces (volti) è in origine un girato di 120 ore, realizzato in diversi anni di lavoro e con un gruppo di attori feticci (cassel, la rowlands, ma c'è anche la segretaria di altman!) a recitare senza compenso. il film in pratica è un salotto di due ore nel quale si racconta la crisi di una coppia che si tradisce vicendevolmente. lo spazio ed il tempo sono sospesi, sembra di rivivere l'atmosfera de l'anno scorso a marienbad pur se in maniera inconsapevole. la comunicazione, le normali dinamiche causa-effetto, i comportamenti sono sfregiati da una regia ed un montaggio nevrotico. voto: 8

http://2.bp.blogspot.com/-vPQU9QFgeI4/UGrkE0a76nI/AAAAAAAAA-Q/ZNL39XU0Rm8/s1600/husbands.jpg

husbands (mariti) è invece l'inizio di una sorta di compromesso. non siamo più ai livelli radicali di faces, anzi: l'incipit è in realtà ben definito, oserei dire affascinante, più o meno per tutti: in un gruppo di quattro vecchi amici, uno di loro crepa. gli altri, sconvolti, persi, elaborano il lutto a modo loro. si ritorna dalle parti di shadows, con questa serie di situazioni quasi-di-vita-quotidiana che però stavolta sono sostenute da una scrittura più matura e da tre fantastici attori/caratteri (peter falk, ben gazzara e lo stesso cassavetes). qualcuno ha parlato di analogie con l'ulisse di joyce nella struttura, ed in effetti il film è pervaso dallo stesso spirito grottesco. voto: 8.5

http://imgs.littlewhitelies.co.uk/uploads/2011/12/minnie-moskowitz.jpg

minnie and moskowitz (minnie e moskowitz) che è insieme omaggio al cinema e non omaggio al cinema: minnie è una donna raffinata ma che comincia a fare i conti con la proprià età e la mancanza di una relazione stabile. sogna l'uomo dei sogni, quello che s'incontra solo nelle pellicole d'amore, e invece incontra moskowitz, un giovane che mostra come minimo 40 anni più di quanti ne ha effettivamente, fa il parcheggiatore e si sposta in giro con un truck scassato, e la cui strategia d'approccio è più o meno "sali sul truck con me o ti metto sotto". s'avverte fortemente la distanza fra finzione e realtà, lo dice anche la stessa minnie al suo spasimante "mi piaci perchè parli di cose concrete". se quindi il precedente film raccontava di relazioni matrimoniali ormai alla deriva, ma da cui è ormai impossibile evadere definitivamente, questo racconta la nascita di un amore (?) che non ha nulla di definito, ma che sembra incredibilmente tenersi in piedi. voto: 7.5

Goodfella
28-03-14, 18:56:35
Il fatto della scala americana è che non ci sono problemi a dare A+ a film che se lo meritano, con voti da 1 a 10 la gente si caga sotto a dare 10, è un tabù, come se dovesse arrivare un messia che faccia il film perfetto. I film perfetti non esistono a prescindere, quindi di 10 non se ne vedono mai, che senso ha usare la scaletta? Le 5 stelline son gia più ragionevoli ma a me stano strette

mickes2
28-03-14, 20:24:53
aggiorno un po'

dopo la prima tripletta cassavetes, andata anche la seconda. finalmente il regista si libera dalle grinfie delle major a causa delle quali realizzò due lavori non proprio memorabili (too late blues, a child is waiting) e torna ad una condizione di libertà creativa che va quasi aldilà del cinema stesso

http://25.media.tumblr.com/tumblr_m0e6rqcXRX1qgbgkro1_500.jpg

faces (volti) è in origine un girato di 120 ore, realizzato in diversi anni di lavoro e con un gruppo di attori feticci (cassel, la rowlands, ma c'è anche la segretaria di altman!) a recitare senza compenso. il film in pratica è un salotto di due ore nel quale si racconta la crisi di una coppia che si tradisce vicendevolmente. lo spazio ed il tempo sono sospesi, sembra di rivivere l'atmosfera de l'anno scorso a marienbad pur se in maniera inconsapevole. la comunicazione, le normali dinamiche causa-effetto, i comportamenti sono sfregiati da una regia ed un montaggio nevrotico. voto: 8

http://2.bp.blogspot.com/-vPQU9QFgeI4/UGrkE0a76nI/AAAAAAAAA-Q/ZNL39XU0Rm8/s1600/husbands.jpg

husbands (mariti) è invece l'inizio di una sorta di compromesso. non siamo più ai livelli radicali di faces, anzi: l'incipit è in realtà ben definito, oserei dire affascinante, più o meno per tutti: in un gruppo di quattro vecchi amici, uno di loro crepa. gli altri, sconvolti, persi, elaborano il lutto a modo loro. si ritorna dalle parti di shadows, con questa serie di situazioni quasi-di-vita-quotidiana che però stavolta sono sostenute da una scrittura più matura e da tre fantastici attori/caratteri (peter falk, ben gazzara e lo stesso cassavetes). qualcuno ha parlato di analogie con l'ulisse di joyce nella struttura, ed in effetti il film è pervaso dallo stesso spirito grottesco. voto: 8.5

solo invertirei i voti, ma: :bananarap:

MatKam
28-03-14, 20:50:33
Gravity
Gran film! non commento altro, che ho già scritto sul thread!

La ragazza che saltava nel tempo
Un buon film d'animazione, che intrattiene come si deve, decisamente promosso! :sisi:

alescio
29-03-14, 02:07:12
Appena visto Arrietty di Hiromasa Yonebayashi, film meraviglioso!
Qua il trailer:

https://www.youtube.com/watch?app=desktop&persist_app=1&v=3Ewa2WyD5yc

TheNightflier
29-03-14, 12:07:50
The Host quello americano

Fatica immensa ad arrivare alla fine,anzi mi sono anche addormentato e dopo ho dovuto riavviarlo per vedere il finale.
Pensavo di vedere un discreto film di fantascienza,mentre ho visto una versione edulcorata del primo Twilight,sfiora spesso l'involontario ridicolo non riesco a trovare un'aspetto positivo nel film lo stesso William Hurt và sprecato in un ruolo abbastanza marginale voto: 3

Quattro
29-03-14, 19:08:52
___

Tutti i santi giorni - Paolo Virzì, 2012. Una bellissima storia sulla paternità e la vita di coppia, veramente genuino nella delicatezza con cui affronta temi così complessi. I personaggi sono caratterizzati perfettamente nella loro umanità, nella loro imperfezione, e gli interpreti tanto naturali nelle loro parti da far quasi dimenticare che stiano recitando. Quasi miracoloso è l'equilibrio fra l'intimità del dramma e la leggerezza dei toni, mentre la trama si mantiene elegantemente equidistante da soluzioni facili quali il buonismo o il pessimismo unilaterali. Insomma, un film in cui tutto è al posto giusto: commuove, diverte, fa riflettere, senza essere mai banale né forzato. Impossibile non consigliarlo, per me è stata una graditissima sorpresa che ha saputo veramente toccarmi.
___

Key Paradise
29-03-14, 19:13:07
___

Tutti i santi giorni - Paolo Virzì, 2012. Una bellissima storia sulla paternità e la vita di coppia, veramente genuino nella delicatezza con cui affronta temi così complessi. I personaggi sono caratterizzati perfettamente nella loro umanità, nella loro imperfezione, e gli interpreti tanto naturali nelle loro parti da far quasi dimenticare che stiano recitando. Quasi miracoloso è l'equilibrio fra l'intimità del dramma e la leggerezza dei toni, mentre la trama si mantiene elegantemente equidistante da soluzioni facili quali il buonismo o il pessimismo unilaterali. Insomma, un film in cui tutto è al posto giusto: commuove, diverte, fa riflettere, senza essere mai banale né forzato. Impossibile non consigliarlo, per me è stata una graditissima sorpresa che ha saputo veramente toccarmi.
___

bello vero? ma poi sono tantissime le cose belle di questo film, a cominciare dai due giovani attori protagonisti, la colonna sonora della stessa thony che è MAGNIFICA etc

se t'è piaciuto così tanto ti consiglio caldamente l'ultimo di sam mendes, away we go

Quattro
29-03-14, 19:32:55
bello vero? ma poi sono tantissime le cose belle di questo film, a cominciare dai due giovani attori protagonisti, la colonna sonora della stessa thony che è MAGNIFICA etc

se t'è piaciuto così tanto ti consiglio caldamente l'ultimo di sam mendes, away we go

Titolo che non mi è nuovo, se mi ricapita fra le mani gli darò una possibilità. Grazie per il consiglio!

TheNightflier
29-03-14, 19:39:16
___

Tutti i santi giorni - Paolo Virzì, 2012. Una bellissima storia sulla paternità e la vita di coppia, veramente genuino nella delicatezza con cui affronta temi così complessi. I personaggi sono caratterizzati perfettamente nella loro umanità, nella loro imperfezione, e gli interpreti tanto naturali nelle loro parti da far quasi dimenticare che stiano recitando. Quasi miracoloso è l'equilibrio fra l'intimità del dramma e la leggerezza dei toni, mentre la trama si mantiene elegantemente equidistante da soluzioni facili quali il buonismo o il pessimismo unilaterali. Insomma, un film in cui tutto è al posto giusto: commuove, diverte, fa riflettere, senza essere mai banale né forzato. Impossibile non consigliarlo, per me è stata una graditissima sorpresa che ha saputo veramente toccarmi.
___

Buon film visto anche io recentemente unica pecca se vogliamo personalmente ho trovato alcuni personaggi un tantino stereotipati

naxel
29-03-14, 21:06:42
bello vero? ma poi sono tantissime le cose belle di questo film, a cominciare dai due giovani attori protagonisti, la colonna sonora della stessa thony che è MAGNIFICA etc

se t'è piaciuto così tanto ti consiglio caldamente l'ultimo di sam mendes, away we go

Prendo il consiglio al contrario è mi segno questo film di Virzì visto che Away we go mi è piaciuto

S1lent17
29-03-14, 21:11:27
Il Grande Gatsby (quello del 2013). Ne avevo sentito parlare un po' maluccio, ma io a dire il vero l'ho trovato un bellissimo film.
Uno di quelli che alla fine della pellicola mi rimane tutto impresso.

:blbl:

Quattro
29-03-14, 22:05:57
___

Visto parte di The Host di Andrew Niccol, 2012. Non per mia decisione. Che fosse una cretinata me l'aspettavo, ma così brutto no.

Ghost in the shell - Mamoru Oshii, 1995. Premessa: l'ho visto nel momento sbagliato e nel modo sbagliato. Ovvero, la maratona dei due Ghost in the shell al cinema mentre stavo crepando di sonno già all'inizio - il ritmo del film non ha aiutato. Che dire? Una sorta di Blade runner giapponese per i temi affrontati, dialoghi filosofeggianti sull'identità e sul rapporto uomo-macchina, personaggi tenebrosi, metropoli decadenti. Ritmo da noir intervallato da improvvisi sprazzi di azione - molto bella la battaglia finale, minimalista ma epica. Mi astengo dal giudicarlo, per adesso: non nascondo che alla prima visione mi abbia spiazzato, e che non l'abbia apprezzato granché nonostante alcuni meriti indubitabili. Mi riservo quindi una seconda visione, che in casi come questo è necessaria. Preciso di aver visto la versione 2.0, rimasterizzata e arricchita di nuovi effetti in grafica digitale, non malvagi ma spesso invasivi: meglio senza, insomma.

Ghost in the shell 2: Innocence - Mamoru Oshii, 2004. Questo invece non mi è proprio piaciuto: fin troppo lento, infarcito di sequenze oniriche e panoramiche che diluiscono ulteriormente il ritmo, e presenta una vicenda meno interessante rispetto a quella del primo capitolo. Insiste sugli stessi concetti senza però aggiungere nulla di veramente nuovo.

Il lato positivo - David O. Russel, 2012. Carino, nulla di rivoluzionario ma vale la pena di essere visto.
___

S1lent17
30-03-14, 15:56:29
Cani Sciolti: Buon film d'azione, un po' troppo buzzurro ed esagerato in alcuen cose, ma si lascia guardare e in alcuni frangenti risulta anche divertente.

:blbl:

beppe92
30-03-14, 20:46:57
Zero, Inchiesta sull'11 settembre (da un'inchiesta di Chiesa) - Franco Fracassi, Francesco Trento
Che dire, un documentario che mi ha lasciato perplesso. Le domande che vengono poste sono le più conosciute: il crollo delle Torri Gemelle è stato aiutato da dell'esplosivo (termite)? Da chi sono state posizionate le cariche? Sull'attentato al pentagono, com'è possibile che un Boing 757 si sia vaporizzato? Il tutto si poteva evitare? A cercare di rispondere a queste domande sono sopravvissuti ed esperti. Quello che mi ha lasciato un po' perplesso è che la prima metà del documentario è incentrata sul fatto che tutto porta ad un'implicazione del governo americano nell'accaduto, mentre la seconda parte è incentrata sul fatto che il dirottamento degli aerei si poteva evitare. Dunque, se la prima ipotesi è vera, la seconda a che serve?
Nel documentario intervengono anche Dario Fo, Lella Costa e Moni Ovadia. Se gli ultimi due cercano di proporre uno spezzato teatrale, Fo mi è sembrato un po' fuori luogo nel parlare di cose tecniche...

matte_snake94
30-03-14, 23:53:06
Prova a incastrarmi
Una delle interpretazioni migliori di Vin Diesel nei panni di Jackie Di Norscio nel processo di antimafia più lungo durato in America, 21 mesi, con la particolarità di non voler un avvocato ma bensì di volersi difendere da solo. Tratto da una storia Vera.

Brother's Killer
31-03-14, 01:16:49
Ho visto la versione restaurata di C'era una volta in america, ma che scempio hanno fatto con l'inserimento delle scene tagliate? Va bene che le pellicole erano in pessimo stato, ma sono terribilmente in contrasto con il resto del film, con una luminosità così bassa poi...
Sul film in sé nulla da dire, rimane il solito capolavoro assoluto. Ho visto come al solito che al Togg non è piaciuto, lui invece rimane una brutta persona:sisi:

Whirring
31-03-14, 09:16:06
Su Sky On Demand c'è Congo, il tipico film 'muricano degli anni 90. Capolavoro del trash

Inviato dal mio LG-D605 utilizzando Tapatalk

S1lent17
31-03-14, 14:37:08
Gravity:
Effetti speciali a fotografia sublimi (adesso ho capito perchè ha vinto 7 Oscar), pur guardando il film riesci ad apprezzare la vista magnifica dei protagonisti.
Ottima interpretazione dell'eterna gnoccona Sandra Bullock. Il film nonostante abbia 2 attori riesce a tenerti incollato allo schermo, ad un certo punto avevo dovuto guardare l'orario e mi ero accorto che dall'inizio del film erano passati 50 minuti quando a me pareva ne fossero passati solo 15.

:blbl:

gioconct
31-03-14, 18:22:12
Tintin-il segreto dell'unicorno

Era da un pò che un cartone non mi appassionava in questo modo, promosso a pieni voti

At the end of the day

Fatto realmente accaduto una ventina d'anni fa ad un gruppo di ragazzi alle prese con una partita di softair, non è male:kep88:

naxel
31-03-14, 23:15:07
Attack the Block, Joe Cornish
Caruccio :sisi:

Bic Black
01-04-14, 12:59:42
Ender's games, di Gavin Hood

http://www.orbitbooks.net/wp-content/uploads/2013/09/Approved-Enders-Game-film-tie-in-250x391.png

Piaciuto: da 1 a 5, voto 3.5.

Belli gli scenari videoludici e l'idea del gioco che si interseca con la vita reale.

Pecche: le tipiche marcette statunitensi alla Full Metal Jacket; parecchi momenti e/o dialoghi sdolcinati, ovvi, elementari, come il finale e succo della storia, del resto. Senza contare come non si capisca da dove sbuchi questa regina madre, in un pianeta che si presuppone praticamente esplorato in toto dagli umani, al momento della costruzione della base.
Al solito, l'attrattiva del lavoro è più incentrata sulla spettacolarità - in questo caso tecnologica - che non sull'invito a una trama ben congegnata e intelligente.

Istrice450
01-04-14, 14:19:38
Gravity:
Effetti speciali a fotografia sublimi (adesso ho capito perchè ha vinto 7 Oscar), pur guardando il film riesci ad apprezzare la vista magnifica dei protagonisti.
Ottima interpretazione dell'eterna gnoccona Sandra Bullock. Il film nonostante abbia 2 attori riesce a tenerti incollato allo schermo, ad un certo punto avevo dovuto guardare l'orario e mi ero accorto che dall'inizio del film erano passati 50 minuti quando a me pareva ne fossero passati solo 15.

:blbl:

Forse era l ora legale:asd:

Visto I Frankstein. Orrendo. Voto 4,5

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

S1lent17
01-04-14, 14:53:52
Forse era l ora legale:asd:

Visto I Frankstein. Orrendo. Voto 4,5

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

No, era un grande pregio del film, che sapeva metterti quella dose di tensione e curiosità facendoti scorrere il tempo più veloce di quanto pensassi.
Come ad esempio quando ti diverti a giocare a calcio con gli amici, mentre quando ti annoi hai l'effetto contrario.
Gravity è proprio un filmone per me.


Finito di vedere The Last Stand. Per un patito di film d'azione come me è stato un buonissimo film. Un Arnold Schwarzenegger ancora in buona forma.

:blbl:

Hushabye
01-04-14, 18:13:00
http://i.imgur.com/i8p1Dr0.jpg?1?1619

Meno sperimentale ma per chi scrive piu bello di Coriolanus,The Invisible Woman non racconta la tipica relazione passionale nata al di fuori del matrimonio bensì il dramma di una ragazza,interpretata dalla splendente Felicity Jones,quasi trascinata nel rapporto con Dickens e costretta poi a vivere nell'ombra.Il racconto sviluppandosi su due livelli attraverso l'uso di flashbacks ci mostra il passato in cui assistiamo all'incontro tra Nelly e Dickens e il loro graduale avvicinamento,ed il presente dove gli echi della relazione ormai terminata per ovvi motivi,si risentono fortemente sulla vita di Nelly,la cui inquietudine è ripresa grandiosamente nelle sue passeggiate.Davvero bello.

http://i.imgur.com/gC85VVI.jpg?1?4086

Famiglie disfunzionali,infanzia rubata e avventure sulla strada.Questa è la quotidianità in cui la Bernard segue con la mdp Arbor e Swifty,due amici che cercano di provvedere alle proprie famiglie ma circondati da adulti giganti ed egoisti.In un clima cosi arido di sentimenti l'amicizia tra i due è destinata a commuovere.
Guardando The Selfish Giant vengono subito alla mente i Dardenne ed infatti non stupisce che la Bernard li citi tra le sue influenze.Ottimo anche questo.

Goodfella
01-04-14, 18:33:26
Salò

eh beh

S1lent17
02-04-14, 02:24:34
Visto Django Unchained, mi è piaciuto, però mi aspettavo qualcosa in più.
Ho preferito altri film di Tarantino, ma un 8 se lo merita sicuramente.

:blbl:

LorenzoDrake
03-04-14, 12:18:10
Ho visto Cloverfield: un film davvero innovativo e sorprendente (anche se è del 2008 a ogi solo Chronicle ne ha seguito il concept). L'idea della camera a mano è incredibilmente immersiva. Gli ottimi effetti speciali e le riuscite interpretazioni dei protagonisti rendono il film molto coinvolgente. Il finale mi è davvero piaciuto e finalmente non è il solito lieto fine. VOTO: 8,5

Quattro
03-04-14, 13:46:50
Ho visto Cloverfield: un film davvero innovativo e sorprendente (anche se è del 2008 a ogi solo Chronicle ne ha seguito il concept). L'idea della camera a mano è incredibilmente immersiva. Gli ottimi effetti speciali e le riuscite interpretazioni dei protagonisti rendono il film molto coinvolgente. Il finale mi è davvero piaciuto e finalmente non è il solito lieto fine. VOTO: 8,5

Cloverfield o lo si ama o lo si odia, io rientro nella prima categoria: nessun film del genere era mai riuscito a trasmettermi una tale sensazione di mistero, tensione, impotenza. Sembra di vivere il disastro in prima persona, davvero unico.

LorenzoDrake
03-04-14, 13:54:36
Cloverfield o lo si ama o lo si odia, io rientro nella prima categoria: nessun film del genere era mai riuscito a trasmettermi una tale sensazione di mistero, tensione, impotenza. Sembra di vivere il disastro in prima persona, davvero unico.

Giusto, è un film senza mezze misure. Io sono d'accordo con te: in quanto a telefilm solo Lost mi ha coinvolto a tal punto, infatti si parla sempre di J.J. Abrams. In Cloverfield il senso di impotenza è enorme e rispetto ai canoni della fantascienza classica il protagonista non è il solito supereroe o il soldato temerario, bensì un normalissimo gruppo di amici.

S1lent17
03-04-14, 14:08:16
Bastardi Senza Gloria: Molto bello, alcune scene seppur lunghe erano girate benissimo, tipo quella iniziale o quella della locanda. Grande prova anche di Christoph Waltz per me come recitazione due spann sopra a tutti gli altri attori del cast.
Voto 8

:blbl:

Istrice450
03-04-14, 14:33:59
Bastardi Senza Gloria: Molto bello, alcune scene seppur lunghe erano girate benissimo, tipo quella iniziale o quella della locanda. Grande prova anche di Christoph Waltz per me come recitazione due spann sopra a tutti gli altri attori del cast.
Voto 8

:blbl:

Quando mangia il waffel con la panna sono morto dalle risate

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

TheNightflier
03-04-14, 20:04:07
Gravity :cuore: quando un film ti vola via così è la prova che è davvero riuscito,Bastardi senza gloria per me è una spanna sopra il pur ottimo Django Unchained,dirò di più se avesse trattenuto un pò la sua solita vena pulp Quentin sarebbe stato dalle parti del capolavoro..Waltz poi eccezzionale.

Goodfella
03-04-14, 21:51:01
Cloverfield o lo si ama o lo si odia, io rientro nella prima categoria: nessun film del genere era mai riuscito a trasmettermi una tale sensazione di mistero, tensione, impotenza. Sembra di vivere il disastro in prima persona, davvero unico.

cloverfield l'ho amato pure io, così su due piedi l'utilizzo in questo modo della telecamera l'ho ritrovato in altri due film che mi sono piaciuti parecchio, end of watch e chronicle, ma in cloverfield ho trovato una maggiore coerenza, poichè si svolge tutto in poche ore, mentre negli altri in diversi giorni, quindi qualche buco di sceneggiatura viene a crearsi per forza di cose

Rullo
03-04-14, 23:28:58
Quando mangia il waffel con la panna sono morto dalle risate

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

eh?

messaggiocorto

Wurdalak
04-04-14, 00:27:46
Il Grande Lebowski
Mmmm...
Bello e' bello però... A pelle ho preferito altro dei coen, tra cui non è un paese per vecchi e pure Inside Llewyn Davis sinceramente... E devo ancora vedere Fargo.
Devo assolutamente rivederlo. Anche le iene di tarantino la prima volta che l'ho visto mi è sembrato inferiore agli altri ma già dopo un paio di visioni avevo completamente cambiato opinione e adesso lo adoro.
Boh. Forse pensavo mi facesse più ridere. Certo nella parte finale con la scena delle ceneri mi sono sbregato, ma il resto, qualche risatina ogni tanto...
Tecnicamente maestoso, veramente eccezionale, recitazione da manuale, ritmo perfetto (due ore volate). Però c'è qualcosa che non mi convinto, non lo so XD
DEVO RIVEDERLO.

---------- Post added at 22:21:19 ---------- Previous post was at 22:18:41 ----------


Bastardi Senza Gloria: Molto bello, alcune scene seppur lunghe erano girate benissimo, tipo quella iniziale o quella della locanda. Grande prova anche di Christoph Waltz per me come recitazione due spann sopra a tutti gli altri attori del cast.
Voto 8

:blbl:

Quoto di prepotenza la parte in neretto :ahsisi:

---------- Post added at 22:27:46 ---------- Previous post was at 22:21:19 ----------

Forse per il grande Lebowski avevo semplicemente le aspettative troppo, troppo alte. Perché alla fine mi è piaciuto e lo testimonia il fatto che abbia comunque voglia di rivederlo, cosa che non mi capita affatto quando un film non mi piace, anzi. Mi aspettavo di ridere di più ecco.
Niente, devo rivederlo e basta.
Anche solo per riammirare quelle magnifiche riprese, ma devo assolutamente rivederlo XD

Key Paradise
04-04-14, 00:37:43
il grande lebowski è così la prima volta. uno si aspetta la comicità, qualcosa che faccia scoppiare realmente a ridere, e invece non è così. in realtà è quasi sottilmente triste, ma soprattutto è un mood, un comportamento, un modo di affrontare la vita. ecco perchè hai voglia di rivederlo, perchè non lo sapevi ma in fondo l'hai avvertito, ed ora che lo sai, sei consapevole di come prenderlo :sisi:

mickes2
04-04-14, 09:07:33
il grande lebowski è così la prima volta. uno si aspetta la comicità, qualcosa che faccia scoppiare realmente a ridere, e invece non è così. in realtà è quasi sottilmente triste, ma soprattutto è un mood, un comportamento, un modo di affrontare la vita. ecco perchè hai voglia di rivederlo, perchè non lo sapevi ma in fondo l'hai avvertito, ed ora che lo sai, sei consapevole di come prenderlo :sisi:

:sisi::sisi::sisi:


Stephane, una moglie infedele, Claude Chabrol - ***½
Hitchcockiano nei toni e alienato nei comportamenti; un thriller drammatico che, attraverso un meccanismo a orologeria,
sonda le dinamiche comportamentali della vita di coppia spogliando i personaggi dei propri valori fino a una resa dei conti interiore
che implode distruggendo possibilità e futuro. Potente schiaffo in pieno volto alla borghesia, così succube dei propri tabù, così
incatenata da retaggi etici, così insoddisfatta e frustrata da schivare ogni pensiero di verità per nascondersi dietro a maschere tanto invisibili quanto intrinseche.

Togg
04-04-14, 10:22:41
il grande lebowski è così la prima volta.

... nsomma :paura:

Kal1m3r0
04-04-14, 14:37:58
... nsomma :paura:

Sì, è vero che lo si apprezza sempre di più rivedendolo, ma io già la prima volta al "Smokey segna zero!" mi stavo sbellicando :asd:


(ho visto Breaking the waves e mi è piaciuto un be')

Goodfella
04-04-14, 15:13:50
Stai per entrare in una valle di lacrime

Computerman
04-04-14, 15:33:32
Elysium...mi aspettavo una trama più convincente

Inviato dal mio Nexus 4 con Tapatalk 2

Istrice450
04-04-14, 15:33:37
Sì, è vero che lo si apprezza sempre di più rivedendolo, ma io già la prima volta al "Smokey segna zero!" mi stavo sbellicando :asd:


(ho visto Breaking the waves e mi è piaciuto un be')

Vabbe anche subito all inizio che da un assegno di 47 centesimi perché lo trovano a bere il latte a scrocco al supermarket :asd:

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

S1lent17
04-04-14, 23:16:13
Jackie Brown mi mancava e dovevo vederlo da diversi anni, finalmente ho recuperato.
Mi è piaciuto molto, soprattutto la prima metà, un po' meno il finale, ma dopo Pulp Fiction, le Iene e Kill Bill dei film di Tarantino metto lui, l'ho comunque preferito ai più recenti che ho visto ossia Bastardi senza Gloria e Django.

:blbl:

naxel
04-04-14, 23:31:48
Lola corre, Tom Tykwer
Montaggio, fotografia, sceneggiatura, colonna sonora, le urla e gli stessi capelli della protagonista: tutto molto sopra le righe.
La struttura con le vite è quella di un videogame (probabilmente è stata la principale ispirazione per i creatori di Mirror's Edge), ma qui ogni particolare situazione può portare a un susseguirsi di avvenimenti inaspettanti (emblematiche da questo punto di vista le serie di istantanee sul futuro dei personaggi secondari).
Ha i suoi momenti, ma non mi ha convinto completamente.

Whirring
05-04-14, 17:40:11
Zero Dark Thirty: Che noia di film, tanto vale leggersi la pagina su wikipedia, è più avvincente. Ha vinto pure un oscar, dio mio, ogni volta che si parla di tematiche 'muricane l'academy impazzisce. Voto: 5.5

Pacific Rim: Il miglior film sui robottoni che abbia mai visto, obiettivamente un buon film. Voto. 7.5

Il Grinta: Che fotografia, che musica e che finale. Amo quel film, soprattutto Jeff Bridges. Voto: 8.5

Prisoners: La fotografia è il punto forte, interpretazioni poco interessanti (Gyllenhaal pessimo), la trama si dipana tra alti e bassi ma non colpisce mai. Voto:6

The Lone Ranger: Ho trovato una marea di analogie con pirati dei caraibi, pessima regia, pessima trama e pessimo co-protagonista. Un film totalmente inutile, se non ci fosse stato Depp non l'avrei mai visto. Voto 4

S1lent17
05-04-14, 22:58:17
Rivisto Kill Bill 1, troppo bello per me dopo Pulp Fiction rimane il miglior film di Tarantino, pure sopra alle Iene e Jackie Brown.

:blbl:

mickes2
06-04-14, 01:15:46
Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante, Peter Greenaway - ****½
http://www.spietati.it/public/cuocowhitered.gif
ok questo è un film della madonna (cit.) un pazzo, eccessivo, pacchianamente grottesco, smisurato ed eclettico nell’utilizzo
di forme e colori apologo melò-horror vacui sull’avidità, l’ingordigia e il degrado umano più ripugnante e disgustoso, pericoloso
poiché accompagnato da imprevedibili fragilità. un banchetto blasfemo dove feci, sangue e violenza si mescolano all’eleganza
barocca degli interni e alle squisitezza e le bellezze culinarie. Greenaway e Vierny (fotografia capolavoro!) disegnano personaggi
che pulsano e mutano assieme alle stanze che li accolgono rappresentando ambienti e stati d’animo di chi li abita. un film opulento
nell'accezione più positiva che esista. meraviglioso il lamento religioso di Nyman alla colonna sonora. da affiancare pefforza a
La grande abbuffata di Ferreri.
togg puoi già inserirlo nel listone!

Togg
06-04-14, 01:18:47
Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante, Peter Greenaway - ****½

http://www.spietati.it/public/cuocowhitered.gif
ok questo è un film della madonna (cit.)
da affiancare pefforza a La grande abbuffata di Ferreri.
togg puoi già inserirlo nel listone!

con queste quattro cose mi hai convinto :kappe:

Kal1m3r0
06-04-14, 23:40:12
Perfect Blue è tipo Inland Empire 10 anni prima, e anche tanto Black Swan, cavolo.

Brother's Killer
06-04-14, 23:46:08
Ho visto l'Halloween originale di Carpenter. La sequenza introduttiva è tra le migliori della storia, e anche il finale è geniale. Il resto purtroppo è stato d'ispirazione a talmente altri film che oggi non può non apparire in qualche modo banale o ridicolo, ma la maestria di Carpenter comunque rimane tutta, oltre al fatto che si sia trattato di un film seminale.

S1lent17
07-04-14, 14:14:09
Kill Bill Vol 2. Come dissi già per l'1, per me Pulp Fiction e i Kill Bill rimangono i veri capolavori di Tarantino, non mi stancherò mai di rivederli.

:blbl:

Key Paradise
08-04-14, 15:55:35
http://www.promenades-en-mer.org/photo/art/grande/844042-1035084.jpg

les sanguinaires - laurent cantet
attratto dalla breve durata (68 min.), dal fatto che fosse comunque l'esordio di una palma d'oro (cantet) e dal plot (un gruppo di amici, alla vigilia della fine del millennio, trascorre le vacanze su una sperduta isola mediterranea, les sanguinaires, appunto), ho registrato e visto questo film su rai movie. beh si è senza dubbio rivelata una felice intuizione, perchè si tratta di un'opera dal soggetto tanto convenzionale (analizzare l'evoluzione dei rapporti in una comunità ridotta, che poi è cifra stilistica del regista) quanto affascinante e suggestiva per merito di una splendida ambientazione, e di un paio di elementi destabilizzanti in cui echeggiano richiami de l'avventura di antonioni. se riuscite, recuperatelo.

S1lent17
08-04-14, 16:19:02
Pacific Rim, carino, non è il mio genere di film però si è lasciato guardare. L'ho trovato in ogni caso molto superiore ai Transformers.

:blbl:

MatKam
08-04-14, 16:49:23
Agente 007 - Octopussy - Operazione piovra
A mio avviso, questo è il miglior capitolo di 007 con Roger Moore dopo la spia che mi amava. Verso il finale ti lascia un po con il fiato sospeso. Nemici abbastanza vari e credibili. Nel complesso un buon film.

Istrice450
08-04-14, 19:48:09
Agente 007 - Octopussy - Operazione piovra
A mio avviso, questo è il miglior capitolo di 007 con Roger Moore dopo la spia che mi amava. Verso il finale ti lascia un po con il fiato sospeso. Nemici abbastanza vari e credibili. Nel complesso un buon film.

Il meglio di tutti é Sean connery in goldfinger. 'ti hanno dato qualche missione pericolosa James?' 'si miss moneypenny. Devo eliminare tutti i radicali liberi'!' e lei 'oddio stai attento' :rickds:

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

MatKam
08-04-14, 21:07:32
Il meglio di tutti é Sean connery in goldfinger. 'ti hanno dato qualche missione pericolosa James?' 'si miss moneypenny. Devo eliminare tutti i radicali liberi'!' e lei 'oddio stai attento' :rickds:

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

sisi :sisi:

quelli con Sean sono superiori in tutto(almeno i primi 4). Ho trovato quelli con Roger Moore invece decisamente pessimi, tranne i due citati(mi manca ancora bersaglio mobile).

S1lent17
09-04-14, 15:03:58
Visto Elysium, film carino che si fa vedere, però un po' roppo frettoloso e soprattutto scontato, già dopo 20-30 minuti di film si capisce benissimo come andrà a finire per filo e per segno.

:blbl:

Wurdalak
09-04-14, 19:09:01
The Way back di peter weir
Niente di tale, mi aspettavo qualcosina di più sinceramente. Il peggior difetto e' che non sembrava finire mai, ma allo stesso tempo era anche incredibilmente frettoloso! E' come se avesse girato tutto il film, si fosse accorto che durava quattro ore e ne abbia tagliata un'ora e mezza, col risultato di aver ottenuto comunque un film lungo ma tutto tagliuzzato. Ora non so se sia andata effettivamente così, ma la sensazione e' quella... Con sti passaggi improvvisi tra una scena e l'altra, tutto veloce; la fuga che è inesistente, senza un vero piano tutto ben architettato, no, fuggono e stop. Mah. Empatia con i personaggi pari a zero. E' proprio uno di quei film che li guardi e rimani assolutamente distaccato, non riesce a prenderti in alcun modo. Girato bene e tutto quello che volete, però... Boh.

Tetsuo
09-04-14, 20:30:10
Visto Il sospetto di Vinterberg: alcuni passaggi nella prima parte del film non li ho trovati del tutto credibili (le conclusioni avventate), ma nel complesso é un buon film, misurato e con un finale brillante, mi ha spiazzato.

Quattro
09-04-14, 22:36:36
Pacific Rim: Il miglior film sui robottoni che abbia mai visto, obiettivamente un buon film. Voto. 7.5

Il Grinta: Che fotografia, che musica e che finale. Amo quel film, soprattutto Jeff Bridges. Voto: 8.5

Che fotografia, che musica. :bruniii:

Pacific Rim GLORIOSO.


Visto Il sospetto di Vinterberg: alcuni passaggi nella prima parte del film non li ho trovati del tutto credibili (le conclusioni avventate), ma nel complesso é un buon film, misurato e con un finale brillante, mi ha spiazzato.

A me è piaciuto moltissimo: se per "conclusioni avventate" intendi la facilità con cui le persone si lasciano condizionare, credo che fosse proprio uno degli intenti del film.

Tetsuo
09-04-14, 23:55:15
Che fotografia, che musica. :bruniii:

Pacific Rim GLORIOSO.



A me è piaciuto moltissimo: se per "conclusioni avventate" intendi la facilità con cui le persone si lasciano condizionare, credo che fosse proprio uno degli intenti del film.

Mi riferisco soprattutto alle persone più vicine al fatto e che determinano la vicenda (la direttrice, il pediatra e la madre):
la bambina dopo la prima volta in cui racconta il fatto alla maestra poi lo rinnega in diverse scene a questi personaggi, confessa la sua menzogna; io ho trovato poco credibile che queste persone non lascino minimamente spazio al dubbio nonostante la bambina rinneghi.
In questo senso nell'incontro con il pediatra e la direttrice la constatazione del "fatto" come vero sembra quasi estorta, allo stesso modo la scena con la madre sul divano che non da minimo credito alla bambina che nega tutto e che sembra più concentrata a condannare l'uomo piuttosto che sperare che il fatto non sia accaduto e che sia stata solo un'ingenuità della figlia è poco credibile.
In uno stato d'incertezza, senza prove certe non è più credibile una madre che si aggrappa alla pur minima possibilità che il fatto non sia accaduto? qui succede il contrario.
Per me il regista voleva far arrivare "gli innocenti" a persuadere involontariamente la bambina che il fatto fosse accaduto veramente rendendo loro i veri colpevoli piuttosto che il presunto colpevole/capro espiatorio, ma forza un pochino le cose.
Non dico che tutto ciò sia impossibile, solo poco probabile.

Quattro
10-04-14, 10:03:24
Mi riferisco soprattutto alle persone più vicine al fatto e che determinano la vicenda (la direttrice, il pediatra e la madre):
la bambina dopo la prima volta in cui racconta il fatto alla maestra poi lo rinnega in diverse scene a questi personaggi, confessa la sua menzogna; io ho trovato poco credibile che queste persone non lascino minimamente spazio al dubbio nonostante la bambina rinneghi.
In questo senso nell'incontro con il pediatra e la direttrice la constatazione del "fatto" come vero sembra quasi estorta, allo stesso modo la scena con la madre sul divano che non da minimo credito alla bambina che nega tutto e che sembra più concentrata a condannare l'uomo piuttosto che sperare che il fatto non sia accaduto e che sia stata solo un'ingenuità della figlia è poco credibile.
In uno stato d'incertezza, senza prove certe non è più credibile una madre che si aggrappa alla pur minima possibilità che il fatto non sia accaduto? qui succede il contrario.
Per me il regista voleva far arrivare "gli innocenti" a persuadere involontariamente la bambina che il fatto fosse accaduto veramente rendendo loro i veri colpevoli piuttosto che il presunto colpevole/capro espiatorio, ma forza un pochino le cose.
Non dico che tutto ciò sia impossibile, solo poco probabile.

Sì, sì, ho capito cosa intendi; e sarebbe impossibile darti torto. Comunque ripeto che per me era un preciso intento del regista, il rappresentare in tutta la loro assurdità le forzature e le contraddizioni di questa caccia alle streghe (non a caso il titolo originale è proprio La caccia), e di come un tale clima di sospetto circa argomenti così delicati possa offuscare la capacità di giudizio delle persone. Semmai a me ha fatto storcere un po' il naso come all'inizio il protagonista sembri quasi prendere sottogamba la situazione, senza difendersi adeguatamente finché ne aveva la possibilità; ma probabilmente ciò è dovuto al fatto che egli stesso non avrebbe mai immaginato sviluppi così catastrofici, né il voltafaccia di coloro che più gli erano vicini.

Goodfella
10-04-14, 13:05:58
Un mondo perfetto

Uno dei migliori Eastwood, Kostner veramente magnetico

B+

Key Paradise
10-04-14, 13:17:23
bellissimo un mondo perfetto

S1lent17
10-04-14, 14:01:32
Un mondo perfetto

Uno dei migliori Eastwood, Kostner veramente magnetico

B+

Bellissimo quel film, lo vidi anni fa, commovente e ben recitato.

:blbl:

Goodfella
10-04-14, 14:58:21
Probabilmente kostner mi è piaciuto di più solo ne gli intoccabili, ma in generale un mondo perfetto è un gran film, diretto sobriamente da Eastwood che si ritaglia il ruolo del solito sceriffo di ferro, poi anche una bella manciata di caratteristi niente male. Poi la fotografia mi ha ricordato un sacco gli spietati. Anche la sceneggiatura, tanto di cappello. Mi stupisce il fatto che sia stato praticamente ignorato da tutti proprio l'anno dopo la vittoria di eastwood agli oscar

Re.
10-04-14, 23:01:42
Stasera avevo voglia di trash e ho guardato Non aprite quella porta 3D.
Beh, il film perde ogni senso logico verso gli ultimi 30 minuti quando la ragazza pur sapendo che leatherface ha fatto a pezzi il suo fidanzato ed i suoi amici poco prima, si allea con il killer... capisco che era suo cugino, ma... really? :asd:

S1lent17
11-04-14, 21:48:19
Visto The Aviator, davvero un grandissimo film, alcuni me lo avevano dipinto come noioso, ma a me è riuscito a tenermi incollato allo schermo con grande interesse.
Premetto che ero ignorante sulla storia di Hughes e quindi non sapevo bene che aspettarmi.

:blbl:

Goodfella
11-04-14, 22:40:41
Visto The Aviator, davvero un grandissimo film, alcuni me lo avevano dipinto come noioso, ma a me è riuscito a tenermi incollato allo schermo con grande interesse.
Premetto che ero ignorante sulla storia di Hughes e quindi non sapevo bene che aspettarmi.

:blbl:

probabilmente le accuse principali a the wolf of wall street erano sul fatto che ci si aspettava un biopic più come questo che come quello che è venuto fuori realmente, che ho preferito a the aviator, che rimane un film comunque eccezionale in tutto, fotografia, montaggio, sceneggiatura, REGIA, colonna sonora...per non parlare del cast, dicaprio grandioso, poi la blanchett, reilly, alda , tutti eccezionali

forse giusto la beckinsale non ha convinto

naxel
12-04-14, 11:44:26
The Age of Innocence, Martin Scorsese
Discreto, non tra i miei preferiti di Scorsese.

The Squid and the Whale, Noah Baumbach
Più che buono, molto ben caratterizzato.

Walkabout, Nicolas Roeg
Tanto, tanto bello.

Togg
12-04-14, 13:05:42
si diceva di Possession. Ma che cosa è questo film. Pazzesco, magnifico. Sfondo politico tratteggiato con sottilissima maestria in un gioco di assenza/presenza, stratificazione personale del dolore e del rifiuto che pende all'oscuro (che è la cosa che interessa al regista, altro che le troiate sulla religione che uno che ha visto il film con me si era fatto in testa) portata a livelli di perfezione che si trovano solo in un'altra manciata di opere, filo conduttore facilmente ricostruibile (Polansky, Trier e in maniera marginale Cronenberg) proprio perché anche in questi casi si tratta di gemme senza un briciolo di sbavatura. Disvelamento e articolazione dell'intrigo completamente sul filo dei percorsi mentali, ondeggiante, lui filma con un dio, un Malick degenerato. Ironia tutta giocata sullo stile di ognuno, c'è un detective privato che fa dei gesti ASSURDI. Perfetta intrusione di relazioni non eteronormative in maniera sofficemente pretestuosa, ci stanno benissimo.
E poi ci sono due frasi/scene d'amore che sono tra le più belle della mia storia del cinema, e hai detto niente. Una poi è una random scene che proprio lui la voleva mettere per quanto è perfetta.

Film entusiasmante, visto in pellicola doppiato, lo rivedrò a breve proiettato che per fortuna c'è il bluray.

Väinämöinen
12-04-14, 14:18:04
si diceva di Possession. Ma che cosa è questo film. Pazzesco, magnifico. Sfondo politico tratteggiato con sottilissima maestria in un gioco di assenza/presenza, stratificazione personale del dolore e del rifiuto che pende all'oscuro (che è la cosa che interessa al regista, altro che le troiate sulla religione che uno che ha visto il film con me si era fatto in testa) portata a livelli di perfezione che si trovano solo in un'altra manciata di opere, filo conduttore facilmente ricostruibile (Polansky, Trier e in maniera marginale Cronenberg) proprio perché anche in questi casi si tratta di gemme senza un briciolo di sbavatura. Disvelamento e articolazione dell'intrigo completamente sul filo dei percorsi mentali, ondeggiante, lui filma con un dio, un Malick degenerato. Ironia tutta giocata sullo stile di ognuno, c'è un detective privato che fa dei gesti ASSURDI. Perfetta intrusione di relazioni non eteronormative in maniera sofficemente pretestuosa, ci stanno benissimo.
E poi ci sono due frasi/scene d'amore che sono tra le più belle della mia storia del cinema, e hai detto niente. Una poi è una random scene che proprio lui la voleva mettere per quanto è perfetta.

Film entusiasmante, visto in pellicola doppiato, lo rivedrò a breve proiettato che per fortuna c'è il bluray.

LOL, all'inizio pensavo che stessi parlando del The Possession del 2012.Perché non è quello, vero? :paura:

p a n z e r
12-04-14, 14:19:35
dubito fortemente sia quello del 2012 :asd:

Togg
12-04-14, 14:54:30
LOL, all'inizio pensavo che stessi parlando del The Possession del 2012.Perché non è quello, vero? :paura:


dubito fortemente sia quello del 2012 :asd:

https://lh3.ggpht.com/-viIFq0PIzxA/UGi05zKuKrI/AAAAAAAAHDY/BkG4899yViI/s1600/Possession-1981-Isabelle-Adjani-smile.png

S1lent17
12-04-14, 15:55:29
Blood Diamond, bel film, in alcune parti mi ha ricordato vagamente Lord of War, anche se qua sembra tutto ricostruito meglio e con un miglior cast e una miglior regia.
Comunque quando c'è Di Caprio che sia buono o no, se nel film il suo personaggio non muore è quasi un mezzo miracolo :rickds:

:blbl:

MatKam
13-04-14, 15:03:48
Before the rain
Senza dubbio un gran film che ti fa entrare in un mondo diverso come quello macedone. L'idea del registra di suddividerlo in 3 episodi è riuscita, cosi come la narrazione atemporale. 8+

S1lent17
13-04-14, 15:44:12
Jimmy Bobo - Bullet to the Head uno degli ultimi film usciti di Stallone.
A me è piaciuto molto, sono un patito di questi film d'azione stile anni '80-'90 senza troppi effetti speciali e assurdità al limite delle leggi della fisica.
Protagonista duro, roccioso e dai modi spicci, per me in un buon film d'azione non c'è quasi mai niente di migliore.

Passano gli anni, cambiano tanti attori, ma Stallone nei film d'azione rimane ancora il re secondo me :ahsisi:

:blbl:

TheNightflier
13-04-14, 19:12:30
Kill Bill Volume 1&2 la scorsa notte su sky

Visti per la prima volta uno consecutivamente all'altro e devo dire che ci guadagna ulteriormente,anche se l'epicità del primo capitolo rimane sempre più affascinante non si può però raggiungere il pathos che il fim mi trasmise alla prima visione in sala a notte fonda..

S1lent17
13-04-14, 20:00:35
Kill Bill Volume 1&2 la scorsa notte su sky

Visti per la prima volta uno consecutivamente all'altro e devo dire che ci guadagna ulteriormente,anche se l'epicità del primo capitolo rimane sempre più affascinante non si può però raggiungere il pathos che il fim mi trasmise alla prima visione in sala a notte fonda..

Per me i Kill Bill e Pulp Fiction sono i veri capolavori di Tarantino.

:blbl:

TheNightflier
13-04-14, 20:10:33
Per me i Kill Bill e Pulp Fiction sono i veri capolavori di Tarantino.

:blbl:

Concordo subito dopo metterei Bastardi senza gloria e Le iene

MatKam
14-04-14, 10:03:43
Zelig
Il buon Woody riesce a raccontare in modo quasi reale un fatto inventato, e sceglie il sistema del documentario. Film riuscito alla grande, ma comunque sono altri i film di Allen che preferisco.

Ryo Narushima
14-04-14, 14:07:38
Visto il bluray di bastardi senza gloria ieri. Django mi è piaciuto leggermente di più. Ma nessuno dei due raggiunge i vecchi fasti di tarantino a mio parere.
Presto devo recuperare jackie brown perchè non l'ho mai visto.

S1lent17
14-04-14, 15:05:21
Visto il bluray di bastardi senza gloria ieri. Django mi è piaciuto leggermente di più. Ma nessuno dei due raggiunge i vecchi fasti di tarantino a mio parere.
Presto devo recuperare jackie brown perchè non l'ho mai visto.

Io ho preferito bastardi Senza Gloria a Django, ma in ogni caso entrambi li considero inferiori a tutti gli altri film di Tarantino, giusto a Prova di Morte riesco a mettere sotto.
I migliori sono Killb Bill e Pulp Fiction, poi a seguire ci metto Jackie Brown e Le Iene.


Ieri dopo Jimmy Bobo mi sonor ivisto pure Mercenari 2. Film d'azione anni '80 e '90 sono sempre il mio genere preferito, peccato che ormai rimangono solo queste vecchie glorie a tenere in piedi il genere..

:blbl:

Adidas183
15-04-14, 00:18:30
Fight Club.
Opera mai vista sino ad oggi e non so neanche il motivo :morristend:
Un capolavoro. Questo genere di film mi intrippa assai

Togg
15-04-14, 00:51:48
ho rivisto three sisters di Wang Bing in sala. Molto bello, forse insieme all'uomo senza nome è il meno bello suo ma solo perché gli altri sono cose pazzesche.

Ryo Narushima
15-04-14, 10:11:30
Io ho preferito bastardi Senza Gloria a Django, ma in ogni caso entrambi li considero inferiori a tutti gli altri film di Tarantino, giusto a Prova di Morte riesco a mettere sotto.
I migliori sono Killb Bill e Pulp Fiction, poi a seguire ci metto Jackie Brown e Le Iene.


Ieri dopo Jimmy Bobo mi sonor ivisto pure Mercenari 2. Film d'azione anni '80 e '90 sono sempre il mio genere preferito, peccato che ormai rimangono solo queste vecchie glorie a tenere in piedi il genere..

:blbl:

Grindhouse pure mi manca :hmm:
Nella top 3 per me ci sono le iene, kill bill e pulp fiction. Davvero belli. Li avrò visti una decina di volte ciascuno :asd:


Fight Club.
Opera mai vista sino ad oggi e non so neanche il motivo :morristend:
Un capolavoro. Questo genere di film mi intrippa assai

Uno dei miei film preferiti. Una delle migliori critiche alla società mondiale. Ti apre veramente gli occhi su tante cose.

Togg
15-04-14, 10:26:24
ah dimenticavo che three sisters è un documentario, che Wang Bing è il più grande documentarista vivente forse pure più di Wiseman e sicuro di Herzog.

Istrice450
15-04-14, 11:04:43
Visto hotel Budapest molto carino. Scorrevole piacevole veloce ben recitato. Il film gioca molto sul sonoro e le espressioni. Tutti molto bravi. Grandissimo Dafoe :asd:.. Voto 7 consigliato per un oretta e mezza piacevole e qualche risata

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

Il Don
15-04-14, 21:08:19
visto oggi pomeriggio K-PAX (pian piano sto cercando di recuperare tutti i film di Kevin Spacey, attore che amo). Che dire, film molto particolare che può essere letto in molti modi. Prestazione di Spacey ottima come al solito, narrazione che procede col giusto ritmo, storia interessante. Come sempre Spacey non sbaglia (quasi) nessun film

p a n z e r
15-04-14, 22:23:02
ah dimenticavo che three sisters è un documentario, che Wang Bing è il più grande documentarista vivente forse pure più di Wiseman e sicuro di Herzog.

le tue sono parole coraggiose

Togg
16-04-14, 00:06:39
le tue sono parole coraggiose

Herzog lo tiro fuori appigliandomi alla fittizia distinzione documentario/finzione. Wiseman fa grande cinema a quanto pare, ma come potenza delle immagini non c'è paragone.

AT-33
16-04-14, 20:28:41
Visto Nymphomaniac part 1.

Bu mi ha lasciato a bocca aperta, si propone come un mezzo porno e si dimostra un film non adatto a tutti, molto forte nel voler trasmettere i suoi messaggi, regia a mio parere fantastica. Attendo la seconda parte, si sa una data?

Comunque volevo vedere Antichrist dello stesso regista, com'è?

MatKam
16-04-14, 20:36:37
Manhattan
Buona commedia targata Woody Allen, si lascia vedere senza annoiare. Lo spettatore è coinvolto nel paesaggio cittadino Newyorkese. Basta l'immagine espressa nella locandina del film per rimanerne impressionati.

Banditi a Orgosolo
Film che resta lento dall'inizio alla fine(esclusa la scena finale). Interessante per vedere la situazione presente nella Sardegna del secondo dopoguerra, con la piena sfiducia nei confronti delle autorità. Il cambiamento del protagonista può essere ben compreso per l'odissea che ha dovuto passare.

Brother's Killer
16-04-14, 20:49:51
Manhattan
Buona commedia targata Woody Allen, si lascia vedere senza annoiare. Lo spettatore è coinvolto nel paesaggio cittadino Newyorkese. Basta l'immagine espressa nella locandina del film per rimanerne impressionati.


https://www.youtube.com/watch?v=XzKAwfQGm-w
Uno dei migliori inizi della storia del cinema per quanto mi riguarda:sisi:

Togg
16-04-14, 21:49:43
Comunque volevo vedere Antichrist dello stesso regista, com'è?

ancora più bello e viscerale, te lo consiglio.

Key Paradise
16-04-14, 21:52:32
rivisto the tree of life e sono stracontento perchè l'ho totalmente rivalutato in positivo. insomma sono passato dal classico 7 politico perchè "oh le immagini sono comunque stupende ed è sempre malick quindi qualcosa significa" ad amarlo ed esserne trasportato realmente. la stessa cosa che mi è successa col faust di sokurov

il finale continua però a non convincermi del tutto, ma a questo punto ne sono quasi triste

S1lent17
16-04-14, 22:07:44
Visto Shutter Island.
Mi è davvero piaciuto come film a tratti inquietante e che ti spinge a scoprire sempre di più.
Poi io il libro da cui è tratto il film non l'ho mai letto e nemmeno lo conoscevo quindi fino a quasi alla fine ero spettatore della follia del protagonista. Ci sono rimasto un po' di stucco quando alla fine si scopre che è davvero pazzo. Un po' come nel Sesto Senso.

Di Caprio è sempre bravissimo a fare queste parti coi personaggi un po' disturbati. Però come dissi l'altra volta. Qua al contrariod i quasi tutti i suoi film non muore fisicamente, ma alla fine grosso modo fa sempre quelal fine :asd:

:blbl:

Ryo Narushima
17-04-14, 09:49:39
Visto l'uomo senza sonno.
Bale anoressico fa impressione :paura:
Film molto particolare. Abbastanza lento a tratti ma si lascia guardare. Riuscito il colpo di scena finale.

ps. il doppiaggio di homer simpson nelle parti in cui Bale grida fanno morì :rickds:

S1lent17
17-04-14, 13:28:36
Non sapenvo che vedere prima di andare a letto ieri mi sono guardato Ti odio, ti lascio, ti..
Solita commediola per coppiette, in parte abbastanza noioso e un finale che in questo genere di film mi ha fatto abbastanza schifo.
Jennifer Aniston se non altro rimane una gnoccona.

:blbl:

Shining Vivi
17-04-14, 14:44:59
Stamattina ero annoiato e mi sono visto The Lone Ranger, devo dire che mi è piaciuto. Mi aspettavo di molto peggio dai commenti, secondo me il difetto principale è la durata, secondo me con mezz'ora in meno potevano dire tutto quello che avevano da dire ma con un ritmo più alto, soddisfatto comunque.

Lucignolo
17-04-14, 16:01:09
Il salario della paura (1977, William Friedkin)

Remake da manuale di un capolavoro high-tension del cinema francese, ovvero "Vite Vendute" di Clouzot.
Al film originale Friedkin aggiunge un incipit che spiega nel dettaglio i motivi che hanno costretto i 4 protagonisti ad accettare il lavoro suicida, quello del trasporto di alcune casse di nitroglicerina su 2 camion per 200 miglia di accidentato percorso nella jungla.
Particolarmente efficace l 'approccio del regista nel dare spessore alla vicenda inserendola in un contesto sociopolitico, un po ' in anticipo su Oliver Stone.
Naturalmente l 'originale è ineguagliabile per il meccanismo di tensione che si viene a creare, ma anche questa versione non manca di un certo machismo epico incarnato dal volto di un Roy Scheider straordinariamente in parte.
Tocco di classe la colonna sonora dei Tangerine Dream.

Wurdalak
17-04-14, 16:31:30
The Grandmaster
E la madonna...
Ora spiegatemi com'è possibile che nessuno si sia cagato di striscio sta opera di film

Istrice450
17-04-14, 17:30:58
The Grandmaster
E la madonna...
Ora spiegatemi com'è possibile che nessuno si sia cagato di striscio sta opera di film

Io ce l ho ma non ho ancora trovato il tempo di vederlo. Merita?

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

matte_snake94
17-04-14, 19:34:35
Visto l'uomo senza sonno.
Bale anoressico fa impressione :paura:
Film molto particolare. Abbastanza lento a tratti ma si lascia guardare. Riuscito il colpo di scena finale.

ps. il doppiaggio di homer simpson nelle parti in cui Bale grida fanno morì :rickds:
visto anche io grazie a Rai4.. Grandissimo Bale, lo amo sempre di più per tutti i sacrifici che ha compiuto e per le grandi interpretazioni!

Key Paradise
17-04-14, 19:39:22
The Grandmaster
E la madonna...
Ora spiegatemi com'è possibile che nessuno si sia cagato di striscio sta opera di film

qui l'abbiamo visto in molti, ma tutti concordammo che fosse un po' confuso

sepho
18-04-14, 02:53:03
Wong kar wai - 2046

Mi ha incantato la nottata.

TheNightflier
18-04-14, 07:32:40
Wong kar wai - 2046

Mi ha incantato la nottata.

...ho una gran voglia di rivederlo spero di riuscirci nel week end pasquale splendido film,personalmente lo preferisco anche a In the mood for love assieme ad Honk kong express sono i miei preferiti di Kar Wai..

naxel
18-04-14, 12:43:56
Mud, Jeff Nichols
Mi è piaciuto molto. Nichols è in continuo miglioramento, sempre più maturo.

S1lent17
18-04-14, 14:42:23
Mia Moglie per Finta con Adam Sandler e Jennifer Aniston.
Commedia romantica semplice, però Sandler mi fa sempre schiattare dalle risate coi suoi modi di fare.
Aniston che nonostante l'età rimane una gnocca da paura.
Mi sono piaciuti entrambi molto in questo film, c'era moltà affinità tra i due nella recitazione.

:blbl:

matte_snake94
18-04-14, 18:39:50
into the wild
voto 9. Un film che mi ha emozionato dal primo minuto e mi ha fatto riflettere davvero molto, in particolare in questo momento della mia vita..

gioconct
18-04-14, 21:05:46
Real steel

Pensavo fosse il solito film ammerregano tutti effetti speciali 0 emozioni, invece mi sono dovuto ricredere nella parte finale.
Hugh Jackman come al solito azzeccatissimo nel suo ruolo.

Togg
19-04-14, 01:43:57
Anchorman 2, come mettere in imbarazzo chiunque abbia amato il primo.

Computerman
19-04-14, 08:18:02
Elysium in tv...molto scontato trama a tratti anche lenta e noiosa per non dire con poco senso.
Voto 4,5

Al cinema Divergent, ricorda Hunger Games, ma fatto peggio. Anche qui si poteva fare meglio.
Voto 5,5

Inviato dal mio Nexus 4 con Tapatalk 2

Lucignolo
19-04-14, 13:02:53
Confessions (2010, Tetsuya Nakashima)

Esiste un altro film con una vendetta tanto bastarda? :asd:

James
19-04-14, 13:17:07
Anchorman 2, come mettere in imbarazzo chiunque abbia amato il primo.

Esagerato:asd:

Brother's Killer
19-04-14, 13:17:42
Anchorman 2, come mettere in imbarazzo chiunque abbia amato il primo.

Io l'ho addirittura preferito al primo, e che cavolo Togg sempre al contrario devi andare:rickds:

Domino Hurley
19-04-14, 13:33:19
Visto American Psycho

Mi ha stupito in tutto questo film che non avevo mai visto e che ho deciso di recuperare. Bale ha interpretato il ruolo in maniera superba, sinceramente non me lo aspettavo così cazzuto. Mi ha anche turbato parecchio, più di un horror in stile l'esorcista. Capolavoro! :gab:

S1lent17
19-04-14, 14:19:43
Elysium in tv...molto scontato trama a tratti anche lenta e noiosa per non dire con poco senso.
Voto 4,5

Stessa cosa che dissi io.
Dopo 20 minuti sai già come andrà a finire tutto il film :asd:

:blbl:

Ifrit03
19-04-14, 18:47:05
Visto Ninja Assassin in blu ray, spettacolo :predicatore:

Togg
19-04-14, 19:28:45
visto The Ditch di Wang Bing, ecco trovato il film con cui approcciarlo. E' finzione strettamente legata al suo lavoro di documentarista, che io continuo a preferire DI MOLTO. Ma anche questo in realtà è potente, bisogna solo dimenticare cosa è in grado di fare quando si trova con quello che gli conviene.

Togg
20-04-14, 02:18:33
oggi due film, mi comincio a riscaldare. The Deer Hunter di Cimino, questo fa film grandi da vedere grandi. Non voglio immaginare che drammettino diventa visto in tivvù. Praticamente un film costruito su un'intuizione e due frasi, magnifico. Gli preferisco di poco Heaven's Gate però, ha osato di più.

Revolver Ocelot
20-04-14, 20:03:58
Machete :sad2:
Uno dei film più brutti che abbia mai visto :morristend:

Togg
20-04-14, 20:55:46
addirittura :wush:

matte_snake94
20-04-14, 23:36:19
Quel pomeriggio di un giorno da cani:
Finito di vedere adesso grazie ad Iris. Favoloso, ottima interpretazione di Al Pacino e sceneggiatura eccellente, un must.

Domino Hurley
20-04-14, 23:46:49
Machete :sad2:
Uno dei film più brutti che abbia mai visto :morristend:

Machete Machete Macheteee

Machete vuole bene a tutti :rickds:

Ryo Narushima
20-04-14, 23:52:26
Machete :sad2:
Uno dei film più brutti che abbia mai visto :morristend:

http://www.wearysloth.com/Gallery/ActorsT/17307-27637.gif

Heat
21-04-14, 00:43:38
visto confessions ieri su rai 4 ... che botta :morris82:

mi è piaciuto molto comunque gran bel film :sisi:

ciannino
21-04-14, 01:23:59
ho appena finito di vedere le belve di oliver stone!!!

ecco oliver stone procede con la sua sequenza di 2 film di ***** e 1 buono,2 film di ***** e 1 buono.....il prossimo sarà un capolavoro

ilmagonero
21-04-14, 02:37:24
visto confessions ieri su rai 4 ... che botta :morris82:

mi è piaciuto molto comunque gran bel film :sisi:

capolavoro, visto anch'io per la 2° volta

comunque l'ultimo che ho visto è Snowpiercer di Joon-ho Bong, film bellissimo, come gli altri suoi che ho visto The Host e Memories of murder, non delude mai :sisi:

Wurdalak
21-04-14, 11:38:54
Visto ieri iron man 3.
Dio santo che schifo... 😳

Barissimo Google
21-04-14, 21:47:06
Rivisto per l'ennesima volta Lock&Stock Pazzi Scatenati


che dire film superbo per quanto mi riguarda con Vinnie Jones(alias Spinks in Fuori in 60 secondi) divino...anche Statham di districa molto bene......un film di Guy Richie in perfetto stile inglese...nel film c'e anche Sting con piccole apparizioni....per il resto film che non mi stanco mai di vedere e rivedere..per chi non l'avesse visto lo consiglio vivamente


un Altro e' The Bank Job(La Rapina perfetta) tratto da una storia vera sempre con Jason Statham in una grande interpretazione....Film basato sulla Londra anni 70'........anche questo caldamente consigliato :)

---------- Post added at 21:47:06 ---------- Previous post was at 21:31:31 ----------

Aggiungo anche Codice d'Onore con grandissimi Nicholson e Cruise e Kevin Pollack e Demi Moore in grande forma...per chi non sapesse di cosa si tratta e' un film basato su l'incriminazione di due soldati dei Marines rei di aver ucciso un loro commilitone dopo un "codice rosso".....anche Kiefer Sutherland nel cast....ottimo davvero



Sempre di Tom Cruise altro film fantastico ovvero "il Socio"...film che dura quasi 3 ore ma merita a mio avviso....Cruise nella parte di un avvocato appena laureato che viene ingaggiato da uno studio legale(ma non troppo).......film consigliatissimo...nel cast anche l'intramontabile Ed Harris :)

AudioSculpt
22-04-14, 18:51:57
Ieri sera, coppia di film: "Il quinto elemento" ed "il principe cerca moglie".
Il primo non lo ricordavo così bello mentre per quanto riguarda il secondo lo ricordavo eccome :rickds:


http://www.youtube.com/watch?v=zNoUyxlpWC8

http://www.youtube.com/watch?v=ZTeBzgpmIcA

:rickds::rickds:

Ma ci sono altre scene meno famose che regalano più di una risata :asd:

TronLight
22-04-14, 23:42:06
E' da un pò che non commento. :unsisi: Però non me va mo. :kep88:

Nymphomaniac Vol. 1 - 7.5
Bronson - 8
The Limits of Control - 8
Noah - 7
The Grand Budapest Hotel - 9
Her - 7.5
Capitan America - The Winter Soldier - 7
Monuments Men 6

knight96-1994
23-04-14, 00:05:17
visto confessions ieri su rai 4 ... che botta :morris82:

mi è piaciuto molto comunque gran bel film :sisi:

Filmone imperdibile. Il monologo all'inizio è da brividi


ho appena finito di vedere le belve di oliver stone!!!

ecco oliver stone procede con la sua sequenza di 2 film di ***** e 1 buono,2 film di ***** e 1 buono.....il prossimo sarà un capolavoro

Uno dei film più brutti e prevedibili che abbia avuto il dispiacere di vedere al cinema


Machete :sad2:
Uno dei film più brutti che abbia mai visto :morristend:

Ma se è spettacolare :rickds:

Comunque:

Nymphomaniac: ne ho parlato in dettaglio nel thread dedicato, ma ribadisco il fatto che è un film di enorme qualità.
Dancer in the dark: Ho odiato Bjork per i primi 20 minuti di film: mi sembrava una rintronata allucinante. Poi invece si è rivelata capacissima e il film ne ha giovato non poco. Una pellicola davvero originale.
Robogeisha: rivisto lunedì con amici: un trashone splendido ed allucinato come pochi, penalizzato solo dalla presenza di "troppa trama"
American Psycho: Bale è una garanzia. Il film invece dopo 50 minuti davvero intriganti scade nella violenza gratuita e fine a se stessa. Nulla di davvero nocivo, ma stona nel contesto. Finale intrigante.

Brother's Killer
23-04-14, 00:33:07
Finalmente mi sono conciliato con Argento con il suo Suspiria... Sarò sincero, i primi thriller con gli animali non hanno esaltato particolarmente, e Argento non mi pare neanche sufficentemente bravo in scrittura per poter reggere un film del genere. Pure in Profondo Rosso non era riuscito a convincermi del tutto, diciamo che migliora incredibilmente in estetica ma rimane ancora legato al canovaccio dei suoi precedenti film. Invece in Suspiria rinuncia completamente alla logica "gialla" dei suoi film precedenti e si concentra completamente sull'estetica, regalando uno dei migliori horror di sempre sotto questo punto di vista... La prima sequenza è probabilmente il miglior omicidio che abbia mai visto in un film:
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/b/b3/Suspiria_%28assassinio_2%29.PNG
L'unico problema per me è il finale affrettatissimo, per il fatto che poco risulti spiegato non mi faccio problemi visto che quando nei precendenti spiegava il risultato era pure peggiore, è proprio una questione del fatto che la risoluzione appare troppo "veloce":asd:
Ma in ogni caso si tratta di un film eccezionale. Pure la colonna sonora è un piccolo capolavoro:
https://www.youtube.com/watch?v=vzU3jnNWKbI

Key Paradise
23-04-14, 00:40:09
Finalmente mi sono conciliato con Argento con il suo Suspiria... Sarò sincero, i primi thriller con gli animali non hanno esaltato particolarmente, e Argento non mi pare neanche sufficentemente bravo in scrittura per poter reggere un film del genere. Pure in Profondo Rosso non era riuscito a convincermi del tutto, diciamo che migliora incredibilmente in estetica ma rimane ancora legato al canovaccio dei suoi precedenti film. Invece in Suspiria rinuncia completamente alla logica "gialla" dei suoi film precedenti e si concentra completamente sull'estetica, regalando uno dei migliori horror di sempre sotto questo punto di vista... La prima sequenza è probabilmente il miglior omicidio che abbia mai visto in un film:
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/b/b3/Suspiria_%28assassinio_2%29.PNG
L'unico problema per me è il finale affrettatissimo, per il fatto che poco risulti spiegato non mi faccio problemi visto che quando nei precendenti spiegava il risultato era pure peggiore, è proprio una questione del fatto che la risoluzione appare troppo "veloce":asd:
Ma in ogni caso si tratta di un film eccezionale. Pure la colonna sonora è un piccolo capolavoro:
https://www.youtube.com/watch?v=vzU3jnNWKbI

d'accordo su tutta la linea, suspiria è un capolavorissimo ed il suo picco artistico
quei pochi difetti che ha suspiria si acuiscono nel successivo inferno

matte_snake94
23-04-14, 01:25:06
The terminal
Finito di vedere adesso grazie a Rai Movie. Emozionante Tom Hanks, è un attore nato per interpretare questo genere di ruoli. E per la regia da non dimenticare Steven Spielberg..

Togg
23-04-14, 02:00:37
Suspiria è proprio un film che unisce.

Kal1m3r0
23-04-14, 02:26:50
Approposito di Suspiria, se un mio amico si decide a passarmi un video vi posto una cosa carina (Suspiria bellerrimo)

LorenzoDrake
23-04-14, 10:23:07
In questi giorni ho visto Elysium, The Call e Sinister.
Elysium: un buon fanta action che senza rivoluzionare il genere riesce a coinvolgere grazie a una trama riflessiva e interessante che ben si unisce con le fasi action. La rappresentazione del futuro è piuttosto originale: una terra povera e in condizioni difficili ed Elysium, rigoglioso e avanzato "satellite". I protagonisti sono tutti credibili e in parte, in particolare Matt Damon decisamente espressivo nel ruolo. Voto: 8

The Call: Intenso thriller che nonostante la prevedibilità dello sviluppo, sorprende con un finale inaspettato. Seppur possa sembrare piuttosto canonico dalla trama, si rivela ricco di colpi di scena e momenti di grande tensione. Halle Berry nel ruolo della protagonista è piuttosto inespressiva e non convince più di tanto, invece Michael Eklund è bravissimo nel ruolo psicopatico e dal passato oscuro. A volte attori emergenti o poco conosciuti superano altri affermati come in questo film :asd:.Consigliato a che cerca un buon thriller, intenso e coinvolgente. Voto: 7,5

Sinister: Grande thriller che coinvolge sempre più con colpi di scena e sviluppi interessanti. Nonostante il ritmo pacato e graduale, con un ottima regia e musiche spaventose ed originali, riesce a non annoiare mai. I vari sviluppi legati agli strani omicidi sono sempre intriganti e sul finale vira sull'horror senza mai essere banale. Ethan Hawke è davvero ottimo: avanzando nel film, è sempre più turbato e instabile calandosi perfettamente nella parte. Consigliato a chiunque piacciano i thriller-horror. Voto: 8,5

Tapoutorangleslam
23-04-14, 10:51:42
Indeciso fra noah,capitan america,spiderman,divergent,trascendence decido di fidarmi del gusto della mia ragazza (Che finora mi ha fatto vedere solo cahate) e la seguo con Johnny depp e trascendence.

Risultato...a me é piaciuto. In breve:

Johnny depp,mente geniale,muore e sua moglie fa l upload della sua mente,la coscienza,i ricordi, facendolo diventare parte di un supercomputer senza limiti.

Il film fa riflettere sulla tecnologia,ma anche sull ambiente e sulla natura umana.
Sulla falsariga di matrix,terminator e altri film, ci porta a pensare che ci sia un limite oltre il quale non bisogna andare,e che quando una macchina avrà coscienza di sé stessa e diventerà più intelligente della somma di tutti i cervelli degli esseri umani,Si ribellera.

Voto 7.5.

Key Paradise
23-04-14, 20:12:47
negli ultimi giorni ho visto i primi due di dolan, j'ai tuè ma mère e les amours imaginaires.
il primo mi è piaciuto, affronta il rapporto madre-figlio in maniera non proprio convenzionale ma soprattutto dà l'impressione di un'opera pulsante, animata da intenzioni vive, nonostante il manierismo sfacciato della messinscena; ed infatti leggevo essere una sceneggiatura autobiografica. il secondo invece cade nel tranello: dolan probabilmente pesca di nuovo dal suo vissuto, pensando di poterne tirare fuori un'opera seconda altrettanto valida, ma il progetto è molto più inconsistente ed i tentativi di annacquarlo con lo stile stavolta rivelano spesso la pianificazione e l'artificiosità del tutto. vediamo: a me ricorda molto tom ford di a single man

http://www.irule.ro/wp-content/uploads/2012/06/climates.jpg

poi ho visto iklimler di nure bilge ceylan: opera sulle relazioni sentimentali e la separazione in 2 atti. poco da dire, se non che ceylan è maestro nel dare ad ogni sequenza quel quid che la eleva (e che rende questo lavoro tremendamente più interessante di quanto potrebbe apparire la vicenda ad una prima lettura): incursioni oniriche, giochi di prospettive e di montaggio, dettagli, luci: potenzialmente, potrebbe raccontare qualsiasi cosa. ed in effetti questo soggetto, nonostante l'apparente anonimato non lontano da tanta mediocrità nostrana, grazie alla sua sapiente direzione assume tutt'altra atmosfera e si sposta quasi su un piano metafisico.

Lucignolo
23-04-14, 22:15:45
Hai visto Uzak di Ceylan?

Key Paradise
23-04-14, 23:06:55
no uzak mi manca

Lucignolo
23-04-14, 23:54:02
no uzak mi manca

Te lo consiglio, bello bello

Goodfella
24-04-14, 12:41:11
The fugitive, signor thriller

A

Hushabye
24-04-14, 17:59:24
negli ultimi giorni ho visto i primi due di dolan, j'ai tuè ma mère e les amours imaginaires.
il primo mi è piaciuto, affronta il rapporto madre-figlio in maniera non proprio convenzionale ma soprattutto dà l'impressione di un'opera pulsante, animata da intenzioni vive, nonostante il manierismo sfacciato della messinscena; ed infatti leggevo essere una sceneggiatura autobiografica. il secondo invece cade nel tranello: dolan probabilmente pesca di nuovo dal suo vissuto, pensando di poterne tirare fuori un'opera seconda altrettanto valida, ma il progetto è molto più inconsistente ed i tentativi di annacquarlo con lo stile stavolta rivelano spesso la pianificazione e l'artificiosità del tutto.



Laurence Anyways è il FILM

matte_snake94
24-04-14, 23:42:58
Blood diamond
Rivisto per l'ennesima volta su italia 2..Djimon Hounsou e Di caprio favolosi, grande coppia.. Mi emoziono sempre sul finale
Voto: 8

Tetsuo
25-04-14, 00:48:21
Il cavaliere oscuro - Il ritorno - Nolan

Un pò peggio del precedente, è meno profondo, manca l'inventiva nelle situazioni e soprattutto manca il carisma del Joker di Ledger, quest'altro antagonista non è minimamente all'altezza, colpa anche del doppiaggio che in questo caso è veramente imbarazzante, riesce a rendere ridicola ogni frase che pronuncia.
Comunque come film d'intrattenimento funziona bene dai, non mi sono annoiato un momento; belli gli ultimi 5-10 minuti.

BESTMANU
25-04-14, 09:24:17
Visto Rashomon di Akira Kurosawa. Un film eccezionale, attualissimo nonostante sia di 64 anni fa, incredibile. Le scene nella foresta sono incredibili, dai duelli tra i 2, alla reazione della donna allo sguardo del marito. Epico :ahsisi:

Brother's Killer
25-04-14, 12:20:19
Visto Rashomon di Akira Kurosawa. Un film eccezionale, attualissimo nonostante sia di 64 anni fa, incredibile. Le scene nella foresta sono incredibili, dai duelli tra i 2, alla reazione della donna allo sguardo del marito. Epico :ahsisi:

Riflettevo sul fatto che non ho ancora visto nulla di Kurosawa. I film imperdibili secondo voi?

mickes2
25-04-14, 23:48:57
Riflettevo sul fatto che non ho ancora visto nulla di Kurosawa. I film imperdibili secondo voi?
tra quelli che ho visto:
I sette samurai *****
Vivere ****½
Ran ****
Rashomon *****
Dersu Uzala *****
Yojimbo *****
Sanjuro ***½
Dodes'ka-den ****
Anatomia di un rapimento ****

poi ce ne sono altri tipo: Cane randagio, i bassifondi, La fortezza nascosta, il trono di sangue, Kagemusha, Barbarossa, Non rimpiango la mia giovinezza

BESTMANU
26-04-14, 00:42:22
Rashomon è il primo che ho visto, ora ho anche i dvd di
I sette samurai
Ran
La sfida del samurai
Anatomia di un rapimento.
Li vedrò appena posso :ahsisi:

Togg
26-04-14, 01:39:27
Visto L'inconnu du Lac di cui tanto avevo sentito. Mediocre, non sa proprio tenere il filo dell'irrealismo blow uppiano e finisce pure a tarallucci e vino.

Tetsuo
26-04-14, 14:33:22
Margin call (Chandor): blando e insipido, non mi è piaciuto.

Di Kurosawa consiglio Kagemusha, molto bello :sisi:

TheNightflier
26-04-14, 15:04:20
I sogni segreti di Walter Mitty

Davvero ben fatto diverte e fa riflettere non ti annoia mai,stavolta Stiller si è superato colonna sonora fantastica devo procurarmela al più presto,appena terminato di vederlo su Sky e ho già voglia di rivederlo cosa che mi accade molto di rado bravo Ben.

Istrice450
26-04-14, 15:15:47
I sogni segreti di Walter Mitty

Davvero ben fatto diverte e fa riflettere non ti annoia mai,stavolta Stiller si è superato colonna sonora fantastica devo procurarmela al più presto,appena terminato di vederlo su Sky e ho già voglia di rivederlo cosa che mi accade molto di rado bravo Ben.

Ah e io che l ho scartato pensando fosse una cagata. Lo recupero subito allora

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

TheNightflier
26-04-14, 15:38:47
Ah e io che l ho scartato pensando fosse una cagata. Lo recupero subito allora

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

Stessa cosa pensavo io ma merita veramente e di norma non impazzisco per Stiller,anzi diciamo che lo preferisco in questi toni da commedia avventurosa che come comico puro.

Computerman
26-04-14, 16:00:22
G.I. Joe - La Vendetta

Se non avete visto il primo, non guardate questo.
Se avete visto il primo...forse non lo dovreste ugualmente guardare. Da passarci una sera e poi dimenticare... Sicuramente non da comprare in blu ray

Inviato dal mio Nexus 4 con Tapatalk 2

Istrice450
26-04-14, 17:01:39
G.I. Joe - La Vendetta

Se non avete visto il primo, non guardate questo.
Se avete visto il primo...forse non lo dovreste ugualmente guardare. Da passarci una sera e poi dimenticare... Sicuramente non da comprare in blu ray

Inviato dal mio Nexus 4 con Tapatalk 2

Troppo tardi bro:sadfrog:

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk

AudioSculpt
26-04-14, 23:14:25
Sto per vedere Carrie (il remake recentemente uscito).
Appena finito vi dico

Ok, visto.

Mah, come versione "teen" del vecchio Carrie di De Palma ci può anche stare.
Un film godibile, di certo ben lontano da essere considerato nel genere horror (ma tanto ci mettono anche underworld in quella lista, perciò :asd:).

P.S.
Sono innamorato della Moretz coperta di sangue :bruniii:

matte_snake94
27-04-14, 16:08:06
The amazing spiderman 2
Visto ieri al cinema. Non capisco davvero il motivo di mettere tutta questa ironia, lo avrei preferito più cupo e drammatico in stile batman di nolan. Scelta di attore protagonista nuovamente sbagliata a mio parere, Tobey Maguire lo trovai inespressivo e quest'ultimo, Andrew Garfield, mi ha lasciato un vuoto di indifferenza. Ottimi effetti speciali. Non ho capito perché hanno deciso di stravolgere alcune cose rispetto che al fumetto come il fatto che Harry vestirà i panni del goblin prima del padre Norman. Infine non ho trovato all'altezza quest'ultimo attore, Dane DeHaan.
Film piacevole per una serata tranquilla in compagnia, niente di più.
Voto:6

TheNightflier
27-04-14, 17:33:01
Recentemente ho visto

Le streghe di Salem di Rob Zombie

La cosa migliore è il fondoschiena della moglie del regista film scialbo,si salvano alcuni momenti visivi buoni e appunto le grazie della protagonista per il resto film inutile e insulso quando Rob capirà che i film li deve solo girare e non scrivere avremo un buon regista di horror,infatti i suoi film migliori sono in pratica remake,voto 5-

La Casa 2013

Remake inutile non raggiunge la rabbia dell'originale che a suo tempo fece il botto,non capisco perchè lo abbia prodotto Raimi l'unico spunto interessante la chiave di lettura della possessione attraverso l'accostamento della dipendenza da droghe è solo abbozzato,voto 5.

Sinister

Non un capolavoro ma si inserisce bene e con momenti di sana tensione nel filone demoniaco/case infestate più originale di altri film recenti,finale cattivissimo voto 7.

Quattro
27-04-14, 18:20:41
___

Viaggio sola - Maria Sole Tognazzi, 2013. Piacevole sorpresa, iniziato a vedere per caso ma poi seguito fino alla fine. Nulla di rivoluzionario, riprende un po' il discorso del buon Tra le nuvole di Reitman sulla solitudine del "viaggiatore professionista", e sulla perdita di appartenenza e di stabilità di chi deve continuamente spostarsi. Personaggi ben delineati ed interpretati, relazioni vive e credibili ed un'ottima fotografia (anche se forse un po' di colore in più non avrebbe guastato) sono gli elementi di forza di questo ottimo prodotto, consigliato.

Sinister - Scott Derrickson, 2012. Classico ma ben realizzato. Punta più sull'atmosfera che sul solito salto sulla sedia, e questo è un bene, più sulla psicologia che sull'esasperazione della violenza a schermo. La storia è sempre la stessa ma è ben narrata, si prende i suoi tempi mantenendo però un buon ritmo ed una tensione costante. Non terrificante, ma un buon horror con cui passare una serata.

Il ferroviere - Pietro Germi, 1956. La disgregazione di un nucleo familiare a causa dell'accumularsi di tensioni concorrenti, il fallimento del distacco e il ricongiungimento finale: questo a grandi linee l'intreccio di questo bel dramma di Germi, intenso e appassionato. Davvero riuscito il rapporto fra il personaggio dello stesso regista e il figlio, sicuramente i due caratteri più vivi e profondi della pellicola: innegabile è l'influsso di Ladri di biciclette, ma ciò nulla toglie ad una relazione genuina e vera, sicuramente il punto forte del film. Eccezionali le interpretazioni di entrambi, che spiccano su una recitazione generale comunque di altissimo livello. Unico difetto del film, un patetismo un po' troppo accentuato in certi frangenti; ma è una scelta che non stona in un film dalla tale carica emotiva.

Elysium - Neill Blomkamp, 2013. Dopo il buon District 9, Blomkamp torna sulla sua personale "fantascienza sociale". Questa volta c'è molta più azione, e, abbandonato lo stile documentaristico del film precedente, i toni sono molto più vicini a quelli dei classici blockbuster hollywoodiani. Il risultato purtroppo non è dei migliori: pur partendo da una buona idea di base, la sceneggiatura è decisamente troppo stereotipata. Al di là della trama terribilmente banale, il peggior difetto risiede nella caratterizzazione dei personaggi, e in particolar modo degli antagonisti (tallone d'Achille anche in District 9) - basti pensare all'insopportabile personaggio della Foster, al capitalista privo di scrupoli o al mercenario, tutti ai limiti del ridicolo. Non completamente bocciato (gli effetti speciali e l'ambientazione futuristica funzionano), ma sicuramente si poteva fare molto di più.
___

_TRAUMA_
27-04-14, 20:20:12
Non capisco davvero il motivo di mettere tutta questa ironia, lo avrei preferito più cupo e drammatico in stile batman di nolan.

:facepalm:

Goodfella
27-04-14, 21:10:00
ho recuperato due classici, to kill a mockingbird, semplicemente fantastico, gregory peck monumentale, e it's a wonderful life, il film natalizio per eccellenza mi verrebbe da dire

Rage Against
27-04-14, 21:55:05
I sogni segreti di Walter Mitty

Davvero ben fatto diverte e fa riflettere non ti annoia mai,stavolta Stiller si è superato colonna sonora fantastica devo procurarmela al più presto,appena terminato di vederlo su Sky e ho già voglia di rivederlo cosa che mi accade molto di rado bravo Ben.


Ah e io che l ho scartato pensando fosse una cagata. Lo recupero subito allora

Inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Tapatalk
Gran bel film..Con una fotografia tra le più belle che ho visto in film recenti:sisi:
Finale sorprendente:kep88:

Dude
27-04-14, 22:05:09
Io "I sogni segreti di Walter Mitty" l'ho trovato gradevole ma non il gran film che molti descrivono. Un po' troppo artefatto e dipendente dalle antologie di Hollywood per risultare indimenticabile, ecco.
Comunque concordo per l'apprezzamento alla fotografia, degna di nota.

Heat
27-04-14, 23:01:52
Visto blue valentine ieri ..

Mamma mia una presa a male

Gosling troppo forte come al solito

Ryo Narushima
27-04-14, 23:08:00
Visto sin city.

L'ho già visto al cinema tempo fa, però mi mancava il dvd quindi l'ho recuperato e rivisto a distanza di molto tempo.
Un buon film, artisticamente riuscito e con un intreccio narrativo che tiene incollato fino alla fine.

Ma il sicario che si vede all'inizio e alla fine chi è esattamente? è pagato dalle prostitute stesse?

respawin
27-04-14, 23:11:31
Il piccolo nicolas e i suoi genitori, film leggero ma divertente, mi è piaciuto.:nev:

TheNightflier
28-04-14, 04:39:49
Io "I sogni segreti di Walter Mitty" l'ho trovato gradevole ma non il gran film che molti descrivono. Un po' troppo artefatto e dipendente dalle antologie di Hollywood per risultare indimenticabile, ecco.
Comunque concordo per l'apprezzamento alla fotografia, degna di nota.

..non hai capito il film molto semplicemente ma poi cosa vuol dire artefatto? utilizza gli effetti speciali in modo funzionale alla storia,il messaggio che trasmette è bellissimo il discorso sulle antologie di Hollywood che fai non ha senso le sbeffeggia e sono solo le fantasie di una persona che conduce una vita monotona e che non riesce a superare la propria timidezza..

Dude
28-04-14, 18:49:50
..non hai capito il film molto semplicemente ma poi cosa vuol dire artefatto? utilizza gli effetti speciali in modo funzionale alla storia,il messaggio che trasmette è bellissimo il discorso sulle antologie di Hollywood che fai non ha senso le sbeffeggia e sono solo le fantasie di una persona che conduce una vita monotona e che non riesce a superare la propria timidezza..
Infatti a livello tecnico non muovo alcuna critica. Quando parlo di artefatto e dipendente dalle antologie di Hollywood intendo dire che la storia viene "riempita" da alcuni elementi che io definirei meri cliché, ovvero l'intreccio amoroso e l'antagonista. Il primo viene trattato male e mina l'intero ritmo del film, il secondo è il villain hollywoodiano, né più né meno, su cui esercitare la rivalsa personale. Per carità, riconosco a Stiller il merito di essersi superato e di aver lavorato in maniera lodevole, ci sono alcuni tocchi di classe che da lui non mi sarei mai aspettato (tipo il finale), mi ha fatto ridere, mi ha coinvolto nella sua componente d'avventura e dal punto di vista audiovisivo l'ho trovato piacevolissimo. Solo che da qui ad arrivare a parlare di gran film o addirittura di capolavoro, beh, ce ne passa... forse con qualche difetto in meno si sarebbe lasciato ricordare di più.

MatKam
28-04-14, 19:13:17
Quel che resta del giorno
Non me ne vogliate, ma non mi è per niente piaciuto. L'ho trovato molto, ma molto noioso, e regge solo grazie a Hopkins. Le mie aspettative erano diverse. Peccato per me!

AudioSculpt
29-04-14, 01:06:13
Scott Prilgrim vs The World

Non riesco a dare un giudizio vista la stronzata di vederlo giust'oggi che s'è conclusa la mia relazione.
Film di *****.
In realtà lo adoro ma film di ***** lo stesso.

TheNightflier
29-04-14, 15:17:05
Infatti a livello tecnico non muovo alcuna critica. Quando parlo di artefatto e dipendente dalle antologie di Hollywood intendo dire che la storia viene "riempita" da alcuni elementi che io definirei meri cliché, ovvero l'intreccio amoroso e l'antagonista. Il primo viene trattato male e mina l'intero ritmo del film, il secondo è il villain hollywoodiano, né più né meno, su cui esercitare la rivalsa personale. Per carità, riconosco a Stiller il merito di essersi superato e di aver lavorato in maniera lodevole, ci sono alcuni tocchi di classe che da lui non mi sarei mai aspettato (tipo il finale), mi ha fatto ridere, mi ha coinvolto nella sua componente d'avventura e dal punto di vista audiovisivo l'ho trovato piacevolissimo. Solo che da qui ad arrivare a parlare di gran film o addirittura di capolavoro, beh, ce ne passa... forse con qualche difetto in meno si sarebbe lasciato ricordare di più.

Ma il villain in questa storia è ridotto a mera comparsa non è certo questo il fulcro del film,nessuno credo abbia parlato di capolavoro ma è certamente una delle migliori commedie della stagione assieme ad Her.

Togg
29-04-14, 16:47:41
Scott Prilgrim vs The World

Non riesco a dare un giudizio vista la stronzata di vederlo giust'oggi che s'è conclusa la mia relazione.
Film di *****.
In realtà lo adoro ma film di ***** lo stesso.

mi dispiace però mi viene da ridere :rickds: dai che ci si riprende in un modo o nell'altro.

Goodfella
29-04-14, 16:58:37
Blow out di de palma, rivisto, capolavoro senza se e senza ma

Cape fear di scorsese, film commissionato ma che con un genio come martin si rivela uno dei migliori thriller perlomeno di quel decennio

Gravity, rivisto, confermate le ottime impressioni dopo la prima visione

Key Paradise
29-04-14, 17:34:14
negli ultimi giorni ho visto questi, completamente a casaccio

http://www.horrorsniped.com/wp-content/uploads/2010/04/h

the howling (l'ululato) - joe dante - 1981
una giornalista tv si offre come esca per incastrare un maniaco sessuale che minaccia da qualche tempo le donne di new york. lo shock dell'incontro la costringe però a ricoverarsi in una casa di riposo tra i boschi, dove tutti sembrano avere delle strane abitudini...
questo e "un lupo mannaro americano a londra" rilanciarono ad inizio anni '80 la figura dell'uomo lupo. mi ha fatto una buona impressione, conserva la tensione nonostante gli anni, tanto nelle sequenze orrorifiche quanto in quelle thriller (l'incipit); l'ambientazione è suggestiva e gli effetti speciali caratteristici. ed il finale è proprio fico, cinico e beffardo.

http://evilmonito.com/wp-content/uploads/2008/12/51r9qxtnp9l1.jpg

sisters (le due sorelle) - brian de palma - 1973
due sorelle siamesi vengono divise chirurgicamente, ma dopo l'operazione sembrano perdere l'equilibrio mentale che le bilanciava quand'erano unite. questo addirittura si è beccato l'edizione criterion! non so, regia di de palma sempre eccellente (split screen a profusione ma non come semplice vezzo, per fortuna), rimbombi più che echi hitchcockiani, ma molti passaggi narrativi sono davvero troppo esili ed ingenui. e per un thriller non è proprio il massimo.

TheNightflier
29-04-14, 19:16:20
Bello L'ululato ho ancora il dvd digipack uk della criterion bellissimo,beccatevi che cofanetto:

http://www.vivereonline.com/howling-the-se-lululato-uk-albc-72&user_id=0

Nei giorni scorsi ho visto:

Viaggio da sola

Gradevole commedia italiana che scimmiotta un pò Tra le nuvole,niente di eccezzionale ma si lascia guardare sempre brava la Buy,voto 6,5.

Tulpa perdizioni mortali

Hem velo pietoso su questo giallo horror sfiora spesso il ridicolo involontario,intendiamoci è meglio forse degli ultimi 15 film di Argento ma si prende troppo sul serio ci sono alcune discrete scene gore,la Gerini è ancora un bel vedere ma Zampaglione non và oltre al compitino e consentitemi il gioco di parole ci fà un Tiromancino ;) tenta un revival pruriginoso dei migliori Bava,Fulci o Martino che furono negli anni d'oro ma direi che fallisce in modo evidente.
Curiosamente il film pare doppiato dopo e anche male e non con suono in presa diretta ma forse è solo un impressione voto 4,5.

---------- Post added at 19:08:16 ---------- Previous post was at 19:01:52 ----------

Quasi dimenticavo rivisto anche giorni fà:

La sottile linea rossa

Capolavoro assoluto a mio parere il miglior film di Malick e in senso assoluto tra i migliori film di guerra di sempre.

---------- Post added at 19:16:20 ---------- Previous post was at 19:08:16 ----------

Avevo anche iniziato a vedere probabilmente in un momento di slancio masochistico il Dracula di Argento ma ho stoppato dopo circa 20 minuti credo grosso modo in coincidenza dell'apparizione di Asia Argento. :rickds: Inclassificabile

Quattro
29-04-14, 20:37:40
Viaggio sola - Maria Sole Tognazzi, 2013. Piacevole sorpresa, iniziato a vedere per caso ma poi seguito fino alla fine. Nulla di rivoluzionario, riprende un po' il discorso del buon Tra le nuvole di Reitman sulla solitudine del "viaggiatore professionista", e sulla perdita di appartenenza e di stabilità di chi deve continuamente spostarsi. Personaggi ben delineati ed interpretati, relazioni vive e credibili ed un'ottima fotografia (anche se forse un po' di colore in più non avrebbe guastato) sono gli elementi di forza di questo ottimo prodotto, consigliato.

Sinister - Scott Derrickson, 2012. Classico ma ben realizzato. Punta più sull'atmosfera che sul solito salto sulla sedia, e questo è un bene, più sulla psicologia che sull'esasperazione della violenza a schermo. La storia è sempre la stessa ma è ben narrata, si prende i suoi tempi mantenendo però un buon ritmo ed una tensione costante. Non terrificante, ma un buon horror con cui passare una serata.


Sinister

Non un capolavoro ma si inserisce bene e con momenti di sana tensione nel filone demoniaco/case infestate più originale di altri film recenti,finale cattivissimo voto 7.


Viaggio da sola

Gradevole commedia italiana che scimmiotta un pò Tra le nuvole,niente di eccezzionale ma si lascia guardare sempre brava la Buy,voto 6,5.

Che ci siamo messi a guardare gli stessi film? :rickds:

Vediamo se hai visto pure questo ultimamente:
___

Gli equilibristi - Ivano Di Matteo, 2012. A causa del suo tradimento, un apparentemente ineccepibile padre di famiglia vede il proprio matrimonio andare in crisi, e non passa molto tempo prima che si veda costretto a lasciare la casa di famiglia, cercando di barcamenarsi fra alloggi provvisori e doppi lavori. Nonostante gli sforzi, la sua vita sprofonda, sottoponendolo a prove e umiliazioni fino a toccare il fondo, al limite dell'indigenza. Il suo orgoglio è ciò che gli impedisce di chiedere aiuto a chi gli è vicino: così anche i rapporti con gli amici, i colleghi e i familiari si logorano, lasciandolo in fine in completa solitudine. Una spirale negativa davvero ben narrata: il cambiamento è costante e graduale, non si ha mai l'impressione che il regista stia forzando la mano per rientrare nei tempi; anche la situazione iniziale, di pace apparente, è ben ricreata attraverso i particolari (l'atto del tradimento durante i titoli di testa, un tocco di classe). Bello il rapporto con la figlia (che da parte sua è anche parecchio carina). Non una visione leggera, ma che merita sicuramente una possibilità.

L'eclisse - Michelangelo Antonioni, 1962. Ok, mi ha spiazzato. E non l'ho neanche capito granché. Una storia d'amore che non è una storia, e non è neanche d'amore: nel senso che oltre ad essere confinata ad una parte relativamente minore del minutaggio del film, non lascia nessun appagamento. Nonostante qualche bella scena romantica, non c'è mai intimità fra i due amanti: non si conoscono davvero, ma la cosa non sembra interessarli più di tanto; non si capiscono, appartenendo a due mondi differenti, e nessuno dei due sembra intenzionato a venirsi incontro. E questo nella surreale ambientazione di una periferia romana deserta, quasi priva di vita, che il regista indaga quasi timoroso di turbare quel silenzio irreale - interminabile la sequenza finale, quando è comparsa la scritta "Fine" ho pensato ad uno scherzo. Brutta e per me di oscuro significato la scena del "ballo africano". Mi riservo dal giudicarlo, visto lo spaesamento che mi ha indotto: l'impressione non è stata delle migliori, una ulteriore visione potrebbe chiarirmi le idee.
___