PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 [47] 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

Armin
17-04-11, 19:35:35
The Millionaire (2008) di Danny Boyle
http://www.filmzone.it/wp-content/uploads/2008/12/protagonisti-the-millionaire500.jpg
La struttura narrativa è molto buona ed incisiva. La regia di Boyle l'ho trovata vivida e dinamica, il montaggio è il punto forte. Secondo me è la sceneggiatura l'aspetto che limita in un certo senso la pellicola. Perchè dopo i primi 40 minuti, il film inizia a soffrire di un'inevitabile ripetitività e (forse l'aspetto più grave) prevedibilità. Il film inizia ad acquisire quella'aura di favoletta fatta apposta per accaparrarsi spettatori... e quel finale che edulcora ancora di più una favola fin troppo a lieto fine...sembra un finale alla Spielberg elevato alla seconda:c'era davvero bisogno di quel balletto?

6,5

Il balletto è stato fastidiosissimo.

Togg
17-04-11, 20:03:00
The Millionaire (2008) di Danny Boyle
sembra un film alla Spielberg elevato alla seconda[/SPOILER]


Fixed :asd:


Qualche giorno fa ho visto Il divo di Sorrentino
Non ho mai visto un regista italiano giovane fare un film del genere. E' davvero ottimo, purtroppo sono molto ignorante in politica quindi non ho potuto cogliere completamente l'aspetto narrativo/riflessivo, ma anche solo basandomi sull'aspetto tecnico è innegabile la comprensione e la padronanza di Sorrentino del mezzo filmico. Adesso voglio guardare gli altri suoi film il prima possibile, e non vedo l'ora di poter riguardare anche questo quando potrò capirne di più di politica (spero il prima possibile). Personaggi molto "teatralizzati" e a volte esagerati nella caratterizzazione, ma secondo me con grande consapevolezza da parte del regista che ha voluto inserirci anche le sue, di riflessioni (è chiaro, insomma, che non sia un film documentario)

Bravo Vigo :sisi:
non posso che consigliarti il film "le conseguenze dell'amore" e il libro "hanno tutti ragione"

emiliagalla
17-04-11, 20:23:24
Terribile, non sono riuscito nemmeno ad arrivare alla fine.
La Passione di Cristo, Molto crudo, ma da come me lo avevano descritto mi aspettavo di peggio. Non ho capito le risate di Togg.

---------- Post added at 19:23:24 ---------- Previous post was at 19:18:35 ----------


The Millionaire (2008) di Danny Boyle
La struttura narrativa è molto buona ed incisiva. La regia di Boyle l'ho trovata vivida e dinamica, il montaggio è il punto forte. Secondo me è la sceneggiatura l'aspetto che limita in un certo senso la pellicola. Perchè dopo i primi 40 minuti, il film inizia a soffrire di un'inevitabile ripetitività e (forse l'aspetto più grave) prevedibilità. Il film inizia ad acquisire quella'aura di favoletta fatta apposta per accaparrarsi spettatori... e quel finale che edulcora ancora di più una favola fin troppo a lieto fine...sembra un finale alla Spielberg elevato alla seconda
Nonostante le critiche siano giuste, soprattutto riguardo ai cali di ritmo, a me è piaciuto, finale romantico compreso. L'idea del racconto sviluppata con flashback basati sul quiz, poi, è veramente carina.

Togg
17-04-11, 20:34:14
La Passione di Cristo, Molto crudo, ma da come me lo avevano descritto mi aspettavo di peggio. Non ho capito le risate di Togg.[COLOR="Silver"]


Crudo un corno. Le risate sono scaturite dal fatto che il film è ridicolo. RIDICOLO.

mickes2
17-04-11, 20:36:49
Fixed :asd:


no :asd: non confonderei la maestrìa di Spielberg, con il buon mestiere di Boyle :sisi:

Togg
17-04-11, 20:48:04
no :asd: non confonderei la maestrìa di Spielberg, con il buon mestiere di Boyle :sisi:

guarda che elevare alla seconda Spielberg era da intendersi come un insulto :rickds:

charlesjudges
17-04-11, 20:51:38
Bisogna insultare pure Spielberg adesso?

McCowan
17-04-11, 20:58:38
Visto

La regola del gioco di Renoir

http://www.sentieriselvaggi.it/public/articoli/29300/Images/la_regola_del_gioco.jpg

Film che è entrato di diritto nella storia del cinema. Dietro una commedia dai risvolti tragici si nascondono dei bei personaggi e spinti di riflessione.
Renoir si muove con maestria sia davanti che dietro la macchina da presa

Voto: 9,0

Yellow Submarine

http://www.totalfilms.net/wp-content/uploads/2011/04/YellowSubmarine.jpg

Film animato in cui le immagini danno forma alla musica, che è la vera protagonista.
Ogni amante dei Beatles non dovrebbe farselo scappare. Psichedelico, originale e divertente.

Voto: 8,5

Key Paradise
17-04-11, 21:21:07
http://www.skinet.com/ski/files/imagecache/gallery_image/_images/200912/Frozen.jpg

frozen - adam green
ma no! ma no! un dramma! chi t'ha costretto green? fin quando uno stronzo salta da 5 metri d'altezza, si spezza le gambe e viene giustamente sbranato da un branco di lupi perchè la selezione naturale vuole così, tutto bene ed in linea con gli hatchet. poi viene fuori sto ***** di dramma inutile e la fine arriva quando si perde la possibilità di vedere una fantastica gara in slittino vs lupi inferociti: a quel punto i sospetti diventano certezza. c'ha messo il dramma e la tipa nel finale non viene investita nè salta fuori che l'autista è un lupo mannaro, roba da non crederci.

charlesjudges
17-04-11, 21:23:34
Quel frame avrebbe potuto porre le basi per qualcosa di geniale.

mickes2
17-04-11, 21:33:19
guarda che elevare alla seconda Spielberg era da intendersi come un insulto :rickds:

si Togg so quello che scrivo. Ma te hai fixato cambiando la parola in film, allora io dico "no". Non confondiamo un maestro come Spielberg che ha 25 anni di carriera, con un buon mestierante come Boyle.

Poi, i finali di Spielberg sono quasi il primo a criticarli, ma non tutti eh intendiamoci :sisi: ma per me rimane un grandissimo.

Togg
17-04-11, 21:48:55
Bisogna insultare pure Spielberg adesso?

non ci facciamo mancare nulla.


http://www.skinet.com/ski/files/imagecache/gallery_image/_images/200912/Frozen.jpg

frozen - adam green
ma no! ma no! un dramma! chi t'ha costretto green? fin quando uno stronzo salta da 5 metri d'altezza, si spezza le gambe e viene giustamente sbranato da un branco di lupi perchè la selezione naturale vuole così, tutto bene ed in linea con gli hatchet. poi viene fuori sto ***** di dramma inutile e la fine arriva quando si perde la possibilità di vedere una fantastica gara in slittino vs lupi inferociti: a quel punto i sospetti diventano certezza. c'ha messo il dramma e la tipa nel finale non viene investita nè salta fuori che l'autista è un lupo mannaro, roba da non crederci.

quando non si sfruttano pienamente dei lupi inferociti si cade certamente in errore.
(questo tuo nuovo gusto ironico mi sta facendo innamorare :claudia: )



si Togg so quello che scrivo. Ma te hai fixato cambiando la parola in film, allora io dico "no". Non confondiamo un maestro come Spielberg che ha 25 anni di carriera, con un buon mestierante come Boyle.

Poi, i finali di Spielberg sono quasi il primo a criticarli, ma non tutti eh intendiamoci :sisi: ma per me rimane un grandissimo.

:sisi:

medicine bottle
17-04-11, 22:06:02
Illuminami che mi sfugge la cosa.

tanto per: morandini su mediterraneo:
"mistura di buffo e patetico con molti stereotipi e qualche leziosaggine ruffiana".


ho visto offside di panahi. andatelo a vedere perché è un'opera pia nei confronti di un grande artista che ha la sfortuna di vivere in un paese guidato da un nazista strabico.
il film poi è costruito con maestria e, almeno per un lustro, sarà l'ultimo che potremo vedere, quindi sarebbe un peccato perderlo.

charlesjudges
17-04-11, 22:11:43
tanto per: morandini su mediterraneo:
"mistura di buffo e patetico con molti stereotipi e qualche leziosaggine ruffiana".

Per caso hai avuto il piacere di leggere Mereghetti su C'era una volta in America? :asd: Spesso e volentieri i dizionari si nutrono di sensazionalismo.

Key Paradise
17-04-11, 22:12:00
ce l'ho offside, appena ho tempo lo guardo
mi pare si sia beccato addirittura un 8.5 su ondacinema

Vall77
17-04-11, 22:18:38
A Bittersweet Life

Non so perchè mi aspettavo un film serio e quasi triste, invece mi trovo di fronte una specie di exploitation-gangster a tratti molto divertente, a tratti anche autoriale. Ottima regia, semi-interessante nel complesso. Ulteriormente spiazzato dall'intervista a Kim Jee-woon negli extra del Dvd, dove tutto serio ci dice che gli dispiacerebbe se il suo fosse preso come un film divertente, perchè invece è un serissimo film noir sulla tragicità della vita. Ma ci sei o ci fai, Kim? Lo sguardo sbilenco è l'unico con cui posso apprezzare il film. Sbilenco questo, come è sbilenco Two Sisters nella sua parvenza di J-horror "la qualsiasi".



http://www.skinet.com/ski/files/imagecache/gallery_image/_images/200912/Frozen.jpg

frozen - adam green
ma no! ma no! un dramma! chi t'ha costretto green? fin quando uno stronzo salta da 5 metri d'altezza, si spezza le gambe e viene giustamente sbranato da un branco di lupi perchè la selezione naturale vuole così, tutto bene ed in linea con gli hatchet. poi viene fuori sto ***** di dramma inutile e la fine arriva quando si perde la possibilità di vedere una fantastica gara in slittino vs lupi inferociti: a quel punto i sospetti diventano certezza. c'ha messo il dramma e la tipa nel finale non viene investita nè salta fuori che l'autista è un lupo mannaro, roba da non crederci.

Lammerda :sisi:

Erik
17-04-11, 22:24:00
Mi sono goduto Habemus Papam di Nanni Moretti.
Voglio rivederlo ancora una volta, perché mi è piaciuto così tanto che sono ancora indeciso su come valutarlo.
Un film che tratta un tema atavico e duro in modo leggero e scanzonato. Sarcastico ma non troppo, niente affatto anticlericale o antireligioso come ci si sarebbe potuti aspettare, sono rimasto piacevolmente sorpreso da un regista che non mi aveva mai colpito a fondo e che mi ha regalato quello che potrebbe essere un vero e proprio capolavoro. L'unico dubbio consiste nel fatto che, forse, non aspettandomi granché dalle pellicole nostrane, la sorpresa mi abbia fatto tralasciare qualche difetto.
Consigliatissimo a tutti comunque!

Togg
17-04-11, 22:42:16
Parere positivo su Habemus Papam anche "dall'alto" :sisi:

Key Paradise
17-04-11, 23:05:59
suvvia sono alto appena 1.78 :sisi:

Togg
17-04-11, 23:30:50
suvvia sono alto appena 1.78 :sisi:

tanto lo so che stai bleffando e non l'hai visto.





O sì?

ken-chan90
18-04-11, 00:21:18
Funny Games (2007) di Michael Haneke
http://moviesmedia.ign.com/movies/image/article/831/831679/funny-games-20071031101615092_640w.jpg
Alla terza visione, posso affermare con certezza che Funny Games è uno dei miei film preferiti in assoluto. Perché è geniale, perché è freddo come un pezzo di ghiaccio, perchè riesce a farti empatizzare con la povera famiglia braccata da questi due aguzzini, e poi renderti attivamente partecipe della loro violenza, facendoti esultare alla morte di Ciccia. Perché la sequenza delle uova è morbosa, subdola, ti entra sotto pelle piano piano, ti disturba, quasi ti sfinisce quando vedi la Watts già esausta… e siamo solo all’inizio del film…perché quando Pitt guarda nella mdp, mentre la Watts cerca il loro cane ormai morto, oppure mentre contratta il momento della sua morte, qualcosa nello stomaco si smuove…perché l’introduzione (con la canzone dei Naked City) è da brividi…perchè l’epilogo è tagliente come un coltello affilatissimo, col primo piano di Pitt che mette i brividi… perché la regia di Haneke la trovo tecnicamente sopraffina, bella da vedere…perché i suoi fuori-campo sono spietati….perché i suoi piani-sequenza sono sempre ben gestiti. E poi..
-Perché ci state facendo questo?
-Perché no?

9

Appena visto anch'io, film abbastanza bello ma di cui avrei fatto volentieri a meno, non così bello da "compensare" il senso di nausea :asd: la scena del telecomando poi è no sense

medicine bottle
18-04-11, 00:26:37
la scena del telecomando poi è no sense

poi però non fare l'offeso quando faccio delle osservazioni :rickds:

ken-chan90
18-04-11, 00:27:51
poi però non fare l'offeso quando faccio delle osservazioni :rickds:

E' no sense, punto. Sarà poi che il film mi è stato abbastanza antipatico, ma non sono riuscito a farmelo piacere più di tanto.

medicine bottle
18-04-11, 00:30:51
E' no sense, punto.

ma punto un par di balle. adesso arriva mick che è paziente e te lo spiega.

ken-chan90
18-04-11, 00:32:50
ma punto un par di balle. adesso arriva mick che è paziente e te lo spiega.

Mi piacerebbe fare quattro chiacchiere a tu per tu :asd:

charlesjudges
18-04-11, 00:32:53
Ma come nonsense? Non sei riuscito a fartelo piacere perché non ne hai capito la portata, è evidente. Il nonsense può essere visto solo ad una lettura superficiale dell'opera.

mickes2
18-04-11, 00:34:45
Appena visto anch'io, film abbastanza bello ma di cui avrei fatto volentieri a meno, non così bello da "compensare" il senso di nausea :asd: la scena del telecomando poi è no sense

non capisco quando dici non così bello da "compensare" il senso di nausea

la scena del telecomando non è no-sense, anzi, è proprio il contrario: quella scena è geniale :)

ora sono di fretta, ma domani ci torno volentieri. vado a vedere Bottle rocket di Wes anderson :gab:

---------- Post added at 00:34:45 ---------- Previous post was at 00:33:16 ----------


E' no sense, punto. Sarà poi che il film mi è stato abbastanza antipatico, ma non sono riuscito a farmelo piacere più di tanto.

interessante...antipatico in che senso? mi interessa molto capire il tuo punto di vista :)

ken-chan90
18-04-11, 00:35:40
Ma come nonsense? Non sei riuscito a fartelo piacere perché non ne hai capito la portata, è evidente. Il nonsense può essere visto solo ad una lettura superficiale dell'opera.

Ma quale portata, ero tentato di interrompere la visione ad un certo punto perchè avevo capito come sarebbe andato a finire, questo è un genere di film che mal sopporto...mi è capitato di vedere anche molti altri film abbastanza crudi ma finadesso nessuno di questi mi aveva inorridito al punto da farmi venire la nausea, è qualcosa di troppo perverso per i miei gusti, mi è rimasto sullo stomaco. Addirittura mickes2 è riuscito a vederselo 3 volte, se avessi saputo che effetto mi avrebbe fatto io avrei proprio evitato di vederlo.

Riflettendoci adesso ricordo che il tizio psicopatico all'inizio del film parlava alla telecamera dicendo qualcosa che non ricordo, la scena del telecomando magari è collegata e ha qualcosa a che vedere sul discorso sulla fantasia/realtà che i 2 fanno nella canoa, ma non ho assolutamente intenzione di riguardare il film per capirlo. preferisco di gran lunga dare solo una "lettura superficiale all'opera"

JT26
18-04-11, 01:11:32
La passion di Cristo, Mel Gibson

Pessimo. Enormemente ammiccato. Mai suggerisce, esplicita fino alla nausea. E lo fa male ma proprio male, non tocca mai lontanamente una corda emotiva. Tra slow motion pietosi ed effetti audio/visivi che dovrebbero entrarti dentro. Purtroppo nemmeno disgustano, indifferenza totale. Qualche risata ogni tanto, per il resto noia.

4,8

E' stato girato nella mia città. Ho parecchi parenti e amici buttati dentro.

Non ricordo nulla perchè a cinema, prima e ultima volta nella mia vita, mi addormentai. No bugia, mi è successo altre volte, ma appisolamento, lì mi addormentai proprio di sasso. Ma ero un bambino, su.

Sulla scena del telecomando mi sono già espresso. Non puoi mancare del tutto di rispetto allo spettatore che ha selezionato il tuo prodotto, dovrebbe esserci un codice non scritto di trattamento regista/spettatore e Haneke lo infrange completamente. Mi sento trattato male da Funny Games, sappiatelo.

utente 8693
18-04-11, 07:00:39
preferisco di gran lunga dare solo una "lettura superficiale all'opera"
Liberissimo, ma le tue critiche rimarranno superficiali.

La scena del telecomando è la perfetta espressione metaforica di quello che cerca di racontare il film.
Quello che cerca di raccontare il film non è la storia di due psicolabili, non è l'analisi della psiche di un pazzo squilibrato; il film racconta il suo pubblico, o meglio lo canzona e lo punzecchia, e poi gli toglie ogni soddisfazione.
Prende lo spettatore morboso, andato al cinema al grido di "il film più violento dai tempi di Arancia Meccanica", lo tiene continuamente nella linea tra la curiosità morbosa e sadica e l'insoddisfazione perenne (infatti non è che si veda chissà cosa, sono tutte non inquadrature o quasi)-- e alla fine lo fa sentire anche in colpa, togliendogli da davanti agli occhi il suo bel lieto fine ipocrita, del tipo "rompo tutto ma poi me ne vado tranquillo che tanto c'è chi aggiusta".
Ti fa pregustare il sollievo "morale" di lei che riesce a vendicarsi, ma arbitrariamente, in maniera quasi burlesca, te lo toglie, non ti da alcun potere, anche contro la logica di una narrativa lineare, manda indietro e ti nega questo "piacere", appunto.
Il film va ben oltre il "chi ha fatto cosa e perchè" il film esce dallo schermo, è metacinema, appunto.

Togg
18-04-11, 08:01:05
preferisco di gran lunga dare solo una "lettura superficiale all'opera"

sempre male sia. anche a me il film scombussolò la prima volta (anche la seconda in realtà :P ), ma l'ho rivisto e apprezzato/capito.

Revolver Ocelot
18-04-11, 10:49:12
Liberissimo, ma le tue critiche rimarranno superficiali.

La scena del telecomando è la perfetta espressione metaforica di quello che cerca di racontare il film.
Quello che cerca di raccontare il film non è la storia di due psicolabili, non è l'analisi della psiche di un pazzo squilibrato; il film racconta il suo pubblico, o meglio lo canzona e lo punzecchia, e poi gli toglie ogni soddisfazione.
Prende lo spettatore morboso, andato al cinema al grido di "il film più violento dai tempi di Arancia Meccanica", lo tiene continuamente nella linea tra la curiosità morbosa e sadica e l'insoddisfazione perenne (infatti non è che si veda chissà cosa, sono tutte non inquadrature o quasi)-- e alla fine lo fa sentire anche in colpa, togliendogli da davanti agli occhi il suo bel lieto fine ipocrita, del tipo "rompo tutto ma poi me ne vado tranquillo che tanto c'è chi aggiusta".
Ti fa pregustare il sollievo "morale" di lei che riesce a vendicarsi, ma arbitrariamente, in maniera quasi burlesca, te lo toglie, non ti da alcun potere, anche contro la logica di una narrativa lineare, manda indietro e ti nega questo "piacere", appunto.
Il film va ben oltre il "chi ha fatto cosa e perchè" il film esce dallo schermo, è metacinema, appunto.
Ottima analisi ! Tanto di cappello. :unsisi:

Comunque l'ultimo film che ho visto è stato "The Butterfly Effect", già visto un sacco di volte in realtà, e non mi stanco mai di rivederlo. Davvero un gran bel film, coinvolgente e mai noioso. Se non lo avete ancora visto fatelo ! Lasciate perdere i successivi...

ken-chan90
18-04-11, 11:36:51
Liberissimo, ma le tue critiche rimarranno superficiali.

La scena del telecomando è la perfetta espressione metaforica di quello che cerca di racontare il film.
Quello che cerca di raccontare il film non è la storia di due psicolabili, non è l'analisi della psiche di un pazzo squilibrato; il film racconta il suo pubblico, o meglio lo canzona e lo punzecchia, e poi gli toglie ogni soddisfazione.
Prende lo spettatore morboso, andato al cinema al grido di "il film più violento dai tempi di Arancia Meccanica", lo tiene continuamente nella linea tra la curiosità morbosa e sadica e l'insoddisfazione perenne (infatti non è che si veda chissà cosa, sono tutte non inquadrature o quasi)-- e alla fine lo fa sentire anche in colpa, togliendogli da davanti agli occhi il suo bel lieto fine ipocrita, del tipo "rompo tutto ma poi me ne vado tranquillo che tanto c'è chi aggiusta".
Ti fa pregustare il sollievo "morale" di lei che riesce a vendicarsi, ma arbitrariamente, in maniera quasi burlesca, te lo toglie, non ti da alcun potere, anche contro la logica di una narrativa lineare, manda indietro e ti nega questo "piacere", appunto.
Il film va ben oltre il "chi ha fatto cosa e perchè" il film esce dallo schermo, è metacinema, appunto.

Ammetto che il mio è stato un commento a caldo, ma non mi pento di quello che ho scritto. La prima cosa che ho detto è che il film è bello perchè nel vederlo ho visto qualcosa di ben costruito, stavo anch'io per fare l'esempio di arancia meccanica per dire che questo è un film che si distingue (non in positivo ma nella tipologia) da qualsiasi altra produzione in cui vi siano scene di violenza , e di certo non per quello che ci viene mostrato (che non è nulla) ma per il fatto che non si vede il solito psicopatico che va in giro ad ammazzare il malcapitato di turno: in quest'ultimo caso dopo i titoli di coda, ripensando a delle scene di violenza dico tra me e me:"vabeh, si tratta sempre di un film". Funny games invece come ho già scritto è riuscito ad andare oltre e provocare in me un senso di nausea/turbamento/non so cosa, che si è protratto anche oltre dopo la visione del film. Arrivato ad un certo punto ero tentato di interrompere la visione, mi pento di non averlo fatto.

aggiungo da wikipedia: Tim Roth all'inizio non voleva accettare la parte essendo rimasto scosso dalla visione dell'originale e non avendolo particolarmente amato. Le riprese sono state particolarmente dure e in un' intervista ha dichiarato: “È stato il film più disturbante tra tutti quelli che ho fatto. Sono state cinque settimane di lacrime. È stato brutale: si è trattata di una delle volte peggiori sul set per me. Non avrei mai voluto guardarlo!”

esattamente quello che ho provato io da spettatore :sisi:


sempre male sia. anche a me il film scombussolò la prima volta (anche la seconda in realtà :P ), ma l'ho rivisto e apprezzato/capito.

Per fare certe cose ci vuole stomaco :asd: e ad ogni modo di film validi ce ne sono anche molti altri, stasera penso di vedere "la città incantata" cercando di dimenticare il prima possibile funny games.

mickes2
18-04-11, 12:19:30
Ma quale portata, ero tentato di interrompere la visione ad un certo punto perchè avevo capito come sarebbe andato a finire, questo è un genere di film che mal sopporto...mi è capitato di vedere anche molti altri film abbastanza crudi ma finadesso nessuno di questi mi aveva inorridito al punto da farmi venire la nausea, è qualcosa di troppo perverso per i miei gusti, mi è rimasto sullo stomaco. Addirittura mickes2 è riuscito a vederselo 3 volte, se avessi saputo che effetto mi avrebbe fatto io avrei proprio evitato di vederlo.



ti è stato chiarito tutto benissimo da .bip (utente8693 :P)

il cinema di Haneke è così: crudo, viscerale, durissimo, ti entra nel cervello... prendere o lasciare. Con La pianista traduce in immagini dirette, la psiche contorta di una signora algida e sessualmente repressa di giorno, ma che di notte si trasforma e dà sfogo alle sue perversioni.

Il Funny Games analizza la società, analizza la borghesia, è una critica sadica. Provoca lo spettatore, impotente, ma chiamato a reagire mentalmente con quelle occhiate d'intesa di uno dei 2 protagonisti, rivolte al suo amico, ma in realta' rivolte a chi guarda. Utilizza il metacinema per scuoterci, lo sfondamento della quarta parete è gestito in equibrio perfetto. Non lo ostenta mai e per questo Pitt risulta molto più incisivo...e poi quel finale...di una potenza e di una freddezza disarmante!

Che ti abbia fatto venire la nausea credo sia una reazione piuttoso normale, e vuol dire che in un certo senso il film ti ha colpito (in questo caso non nel modo che preferisci, è evidente :P)

Ti dirò di più.. io l ho visto 3 volte e avrei già voglia di rivederlo...ma non lo faccio perchè ho una marea di film da vedere e rimarrei impantanato.

ken-chan90
18-04-11, 12:40:22
ti è stato chiarito tutto benissimo da .bip (utente8693 :P)

il cinema di Haneke è così: crudo, viscerale, durissimo, ti entra nel cervello... prendere o lasciare. Con La pianista traduce in immagini dirette, la psiche contorta di una signora algida e sessualmente repressa di giorno, ma che di notte si trasforma e dà sfogo alle sue perversioni.
.

Grazie per avermi fornito una lista dettagliata dei film che avrò cura di evitare :asd:

mickes2
18-04-11, 13:10:28
Grazie per avermi fornito una lista dettagliata dei film che avrò cura di evitare :asd:

no vabbè :asd:, non vorrei averti "ammazzato" l'autore, che io ritengo formidabile. Ma credo che anche La pianista non rientri nei tuoi gusti e lo ripudieresti quasi come hai fatto con Funny Games. Dovresti provare con il nastro bianco dove ammetto anch'io che alla prima visione rimasi un po' spaesato, e in teoria sarei l'ultimo a dovertelo consigliare... ma visto che tutti tacciono te lo consiglio io, dato che ormai mi sono innamorato di Michael Haneke :sisi:

ken-chan90
18-04-11, 13:25:28
no vabbè :asd:, non vorrei averti "ammazzato" l'autore, che io ritengo formidabile. Ma credo che anche La pianista non rientri nei tuoi gusti e lo ripudieresti quasi come hai fatto con Funny Games. Dovresti provare con il nastro bianco dove ammetto anch'io che alla prima visione rimasi un po' spaesato, e in teoria sarei l'ultimo a dovertelo consigliare... ma visto che tutti tacciono te lo consiglio io, dato che ormai mi sono innamorato di Michael Haneke :sisi:

Allora vedrò il nastro bianco (non subito certo, ma entro una decina di giorni) e ti farò sapere :sisi: se però è qualcosa di simile a funny games ti denuncio :asd: magari lo vedo un paio di volte intervallando le visioni di 2-3 giorni :sisi:

utente 8693
18-04-11, 13:35:09
Ti consiglio Martyrs, almeno lì non c'è nessuna chiave di lettura particolare. :sisi:

ken-chan90
18-04-11, 13:47:55
Ti consiglio Martyrs, almeno lì non c'è nessuna chiave di lettura particolare. :sisi:

Ti consiglio di evitare di postare se devi dire solo stronzate ;)

mickes2
18-04-11, 13:58:18
Allora vedrò il nastro bianco (non subito certo, ma entro una decina di giorni) e ti farò sapere :sisi: se però è qualcosa di simile a funny games ti denuncio :asd: magari lo vedo un paio di volte intervallando le visioni di 2-3 giorni :sisi:

ottimo :sisi:

charlesjudges
18-04-11, 14:21:32
Ti consiglio di evitare di postare se devi dire solo stronzate ;)

:mellow:

Key Paradise
18-04-11, 14:24:39
la faccenda si fa interessante :sisi:

utente 8693
18-04-11, 14:25:25
Ti consiglio di evitare di postare se devi dire solo stronzate ;)
http://www.upload3r.com/serve/121210/1292212508.jpg

Vincent92
18-04-11, 14:30:47
ragazzi come lo descrivereste vanila sky(quello con tom cruise) dovrei raccontarlo in un tread di cinema ma non so proprio come descriverlo

Zweick
18-04-11, 14:39:01
Ti consiglio Martyrs, almeno lì non c'è nessuna chiave di lettura particolare. :sisi:

Il nulla che si intravede nella pupilla della malcapitata mi è parsa una chiave di lettura abbastanza interessante, però. Comunque Ken-chan, a meno che tu non sia una ragazza mestruata e nel caso fa come se non avessi scritto niente, utente 8693 ti ha solo consigliato un film più vicino ad un horror standard e forse per te meno traumatico (anche se io dissento, e credo che ti traumatizzerebbe comunque).
Oggi invece ho visto Il cugino Petru che si ricorda della sua vita da critico cinematografico da forum di Accipicchia Iancu.
Coproduzione rumena-tailandese-cinematografia estera random di nicchia, interamente basata su di un piano sequenza da 2 ore e mezza: il primo piano del volto del vecchio Petru ormai morente sul suo capezzale. All'interno della sua mente che si sta spegnendo, un viaggio onirico a ritroso ripercorre le tappe fondamentali della sua vita di aspirante critico cinematografico. Il tutto è magistralmente mostrato soltanto dagli impercettibili movimenti della maschera di dolore che è il viso di Petru, a ricordarci che il cinema di Accipicchia è cinema che suggerisce in punta di fioretto e non palesa banalmente.
* alla n

utente 8693
18-04-11, 14:41:50
No io stavo solo scherzando. :asd:
Se non vuole vedere film crudi o traumatici per non è un problema minimamente, anzi. :asd:

ken-chan90
18-04-11, 14:50:16
No io stavo solo scherzando. :asd:
Se non vuole vedere film crudi o traumatici per non è un problema minimamente, anzi. :asd:

A me sembrava invece un chiaro attacco personale del tipo: Non vedere film con chiavi di lettura particolari perchè non sei in grado di darne un'interpretazione, piuttosto guarda film sempliciotti.

charlesjudges
18-04-11, 14:53:55
Infatti Martyrs è il re dei film sempliciotti.

In ogni caso se dopo la spiegazione che ti ha dato continui a ritenere nonsense la scena del telecomando significa che snobbi deliberatamente il significato del film, quindi non puoi certo lamentarti.

Edit: oh, non che debba piacerti per forza, sia chiaro, il discorso è diverso.

JT26
18-04-11, 15:12:57
Il nulla che si intravede nella pupilla della malcapitata mi è parsa una chiave di lettura abbastanza interessante, però. Comunque Ken-chan, a meno che tu non sia una ragazza mestruata e nel caso fa come se non avessi scritto niente, utente 8693 ti ha solo consigliato un film più vicino ad un horror standard e forse per te meno traumatico (anche se io dissento, e credo che ti traumatizzerebbe comunque).
Oggi invece ho visto Il cugino Petru che si ricorda della sua vita da critico cinematografico da forum di Accipicchia Iancu.
Coproduzione rumena-tailandese-cinematografia estera random di nicchia, interamente basata su di un piano sequenza da 2 ore e mezza: il primo piano del volto del vecchio Petru ormai morente sul suo capezzale. All'interno della sua mente che si sta spegnendo, un viaggio onirico a ritroso ripercorre le tappe fondamentali della sua vita di aspirante critico cinematografico. Il tutto è magistralmente mostrato soltanto dagli impercettibili movimenti della maschera di dolore che è il viso di Petru, a ricordarci che il cinema di Accipicchia è cinema che suggerisce in punta di fioretto e non palesa banalmente.
* alla n

wtf? :rickds:

ironia cool che non capisco :claudia:

Brother's Killer
18-04-11, 15:36:22
Ma cos'ha di tanto traumatico Funny Games scusate? Io sono riuscito a vederlo proprio perchè non è tanto splatter, se invece mi metteste davanti un Martyrs dopo 5 minuti di film chiuderei gli occhi disgustato probabilmente:asd:

utente 8693
18-04-11, 17:12:56
E' una tensione più psicologica.
Certo non è un tema allegro.

ken-chan90
18-04-11, 19:00:52
Infatti Martyrs è il re dei film sempliciotti.

In ogni caso se dopo la spiegazione che ti ha dato continui a ritenere nonsense la scena del telecomando significa che snobbi deliberatamente il significato del film, quindi non puoi certo lamentarti.

Edit: oh, non che debba piacerti per forza, sia chiaro, il discorso è diverso.

Ma che te lo dico a fare :asd: qui uno non può ripudiare un film che per lui è disturbante senza che gli venga affibiata l'etichetta di utente che sa apprezzare solo film sempliciotti e che non capisce un ca*** di cinema. E non posso nemmeno lamentarmi :asd: ? Alle offese io rispondo a tono, anche se molte volte come in questo caso capisco che non ne vale neanche la pena.

utente 8693
18-04-11, 19:10:22
Ma che te lo dico a fare :asd: qui uno non può ripudiare un film che per lui è disturbante senza che gli venga affibiata l'etichetta di utente che sa apprezzare solo film sempliciotti e che non capisce un ca*** di cinema. E non posso nemmeno lamentarmi :asd: ? Alle offese io rispondo a tono, anche se molte volte come in questo caso capisco che non ne vale neanche la pena.
Amore, hai frainteso completamente il mio messaggio.
Non ti ho mai dato del sempliciotto, il messaggio su martyrs era una battuta per dire: "siccome non ha sottotesto, lo devi vedè una volta sola".
Non ti imbronciare.
XOXOXO.

mickes2
18-04-11, 19:18:27
Che fine ha fatto baby Jane? (1962) di Robert Aldrich
http://img2.timeinc.net/ew/dynamic/imgs/040130/145126__babyjane_l.jpg
Ho trovato questo fim di Aldrich (per me è il primo in assoluto che visiono) davvero delizioso. Parte a razzo, con quest’incipit fulmineo e bellissimo, che già ti catapulta nel vivo della vicenda. Nel prosieguo è sempre palpabile la vena thrilling che ne deriva. Grande gestione degli spazi, l'atmosfera diventa claustrofobica. Notevole il fattore psicologico, dove è tutto un crescendo di delirio e pazzia… il tutto personificato stupendamente da un’angosciante, quanto bravissima, Bette Davis (con quello sguardo impressionante e magnetico, che ti rimane). Dall’altra parte Joan Crawford, altra fantastica attrice che sfoggia una naturalezza notevole. Mi sembra che il regista riesca a scavare a fondo nella psicologia delle due protagoniste, riuscendo a donare al film un tocco di morbosità e cattiveria, fantastico. Il finale è denso, tagliente, con Bette Davis che ormai è persa nel suo mondo, fatto di balletti e spettacoli, e torna bambina, andando quasi a sopperire una vita fatta di delusioni, a causa dell'ombra e del cinismo opprimente della sorella.

8+

Togg
18-04-11, 20:39:49
Oggi invece ho visto Il cugino Petru che si ricorda della sua vita da critico cinematografico da forum di Accipicchia Iancu.
Coproduzione rumena-tailandese-cinematografia estera random di nicchia, interamente basata su di un piano sequenza da 2 ore e mezza: il primo piano del volto del vecchio Petru ormai morente sul suo capezzale. All'interno della sua mente che si sta spegnendo, un viaggio onirico a ritroso ripercorre le tappe fondamentali della sua vita di aspirante critico cinematografico. Il tutto è magistralmente mostrato soltanto dagli impercettibili movimenti della maschera di dolore che è il viso di Petru, a ricordarci che il cinema di Accipicchia è cinema che suggerisce in punta di fioretto e non palesa banalmente.
* alla n

LOL :rickds: :rickds: :rickds:



la faccenda si fa interessante :sisi:

veramente... :asd:


Allora vedrò il nastro bianco (non subito certo, ma entro una decina di giorni) e ti farò sapere :sisi: se però è qualcosa di simile a funny games ti denuncio :asd: magari lo vedo un paio di volte intervallando le visioni di 2-3 giorni :sisi:

ma che ti vedi il nastro bianco ora. con calma, affidati al nostro percorso di conoscenza :sisi:

Chippen
18-04-11, 21:26:44
American History X

Bellissimo,ti fa capire come l'odio porti sempre,solo e soltanto ad altro odio,è quasi una riproposizione del geocidio degli ebrie,in piccolo e al giorno ai giorni nostri.

Consigliato a tutti.

Togg
18-04-11, 21:30:36
Oggi a lezione all'accademia abbiamo fatto le avanguardie! Tra cani andalusi entracti e frasi rotanti mi sono divertito assai.
Voto complessivo 8,5

p a n z e r
18-04-11, 21:53:18
Oggi a lezione all'accademia abbiamo fatto le avanguardie! Tra cani andalusi entracti e frasi rotanti mi sono divertito assai.
Voto complessivo 8,5
Ma dicci di più! Cosa avete visto di preciso, solo Un chien andalou, entr'acte e quello che presumo essere Anémic cinéma? Proprio negli ultimi giorni ho iniziato ad approfondire le avanguardie europe degli anni '20, se hai consigli da dare in merito sono tutto orecchi :sisi:

JT26
18-04-11, 22:11:08
Habemus Papam Comicità esclusivamente italiana, un film realizzabile in questi termini solo da noi ma a ben pensarci meglio così. Molti nel valutarlo saranno condizionati dal rapporto con precedenti lavori di Moretti, dal Moretti-personaggio, ste cose qui. Io che non so nulla di nulla l'ho trovato godibilissimo, un po' fine a se stesso ma ben costruito che è quello che cerco. E regge bene il confronto commedia /stanze vaticane che poteva risultare impietoso. Con tempo e voglia recupererò Moretti. 7.

Togg
18-04-11, 22:13:09
Ma dicci di più! Cosa avete visto di preciso, solo Un chien andalou, entr'acte e quello che presumo essere Anémic cinéma? Proprio negli ultimi giorni ho iniziato ad approfondire le avanguardie europe degli anni '20, se hai consigli da dare in merito sono tutto orecchi :sisi:

Quelli quelli :sisi: E poi un paio di altre cose fighe di cui non ricordo i titoli, mi farò dare il dvd!

Rullo
18-04-11, 22:17:33
Ma cos'ha di tanto traumatico Funny Games scusate? Io sono riuscito a vederlo proprio perchè non è tanto splatter, se invece mi metteste davanti un Martyrs dopo 5 minuti di film chiuderei gli occhi disgustato probabilmente:asd:

nulla di traumatico, anzi

suona sarcastico ma non lo è

mickes2
18-04-11, 22:21:19
rivisto La Cosa (1982) di John Carpenter
http://www.nydailynews.com/img/2010/10/11/450x361-alg_resize_the-thing.jpg
Seconda visione che mi ha fatto apprezzare ancora di più ed al 100% questo magnifico film. Pellicola che vanta una delle sequenze iniziali più belle ed affascinanti che io abbia mai visto…con questo campo lungo, e la musichetta (splendida) in sottofondo… con questo cane che spunta all’improvviso correndo nella neve, braccato ferocemente…Con questo magnifico incipit, Carpenter riesce ad imprimere fin da subito la straordinaria atmosfera, claustrofobica ed agghiacciante, che caratterizzerà tutto il film. Il regista fa leva sulle nostre più ancestrali paure, la sceneggiatura di Bill Lancaster è ottima, perché alterna molto bene horror truculento (coadiuvato dai bellissimi sfx) a dialoghi tesi e spiazzanti. Le musiche di Morricone fanno il resto, ed il finale, cupo, pessimista e sospeso allo stesso tempo, è memorabile.

8,5

Magnottone
18-04-11, 22:31:56
ieri ho visto la legenda dei gufi volanti di huga luga qualcosa di simile... pure in brd.
Mammamia... un agonia, banale la trama o meglio l intreccio su cui si basa, i personaggi, l evolversi della vicenda, dialoghi, tuttoooooooooo.

non è un "cartone" non è un "film".. non so neanche cosa sia.

puo anche non esser male in termini oggettivi per alcuni versi, ma non lho proprio sopportato non vedovo l ora che finiva.

ken-chan90
18-04-11, 23:30:13
ma che ti vedi il nastro bianco ora. con calma, affidati al nostro percorso di conoscenza :sisi:

Quale sarebbe questo percorso di conoscenza :asd: cosa dovrei vedere secondo te

Togg
19-04-11, 08:00:08
Quale sarebbe questo percorso di conoscenza :asd: cosa dovrei vedere secondo te

prima di tutto bisogna sapere cosa hai visto, cosa ti è piaciuto e cosa non. e perché. Almeno per tentare di "superare" quelli che possono essere, senza nessunissima offesa eh, dei piccoli blocchi personali.

JT26
19-04-11, 11:56:03
Batman Begins Nolan con le dovute precisazioni non sbaglia un colpo. Batman è nettamente più figo dei supereroi Marvel [ma sono ignorante in materia, mi baso sui film]. E Bale sfonda letteralmente lo schermo, lo trovo fantastico.
Insomma meno brillante di Dark Knight [ma lì c'è JoKeR (!1!! ^_^), too easy] ma decisamente un gran film. E la musichetta mi aggrada. 8.

James
19-04-11, 12:35:17
Infatti Martyrs è il re dei film sempliciotti.



Si,infatti,certo,come no:sisi:


rivisto La Cosa (1982) di John Carpenter
http://www.nydailynews.com/img/2010/10/11/450x361-alg_resize_the-thing.jpg
Seconda visione che mi ha fatto apprezzare ancora di più ed al 100% questo magnifico film. Pellicola che vanta una delle sequenze iniziali più belle ed affascinanti che io abbia mai visto…con questo campo lungo, e la musichetta (splendida) in sottofondo… con questo cane che spunta all’improvviso correndo nella neve, braccato ferocemente…Con questo magnifico incipit, Carpenter riesce ad imprimere fin da subito la straordinaria atmosfera, claustrofobica ed agghiacciante, che caratterizzerà tutto il film. Il regista fa leva sulle nostre più ancestrali paure, la sceneggiatura di Bill Lancaster è ottima, perché alterna molto bene horror truculento (coadiuvato dai bellissimi sfx) a dialoghi tesi e spiazzanti. Le musiche di Morricone fanno il resto, ed il finale, cupo, pessimista e sospeso allo stesso tempo, è memorabile.

8,5

E' un film sulla paranoiaaaaaaaaaaaaa

Erik
19-04-11, 15:20:21
rivisto La Cosa (1982) di John Carpenter
http://www.nydailynews.com/img/2010/10/11/450x361-alg_resize_the-thing.jpg
Seconda visione che mi ha fatto apprezzare ancora di più ed al 100% questo magnifico film. Pellicola che vanta una delle sequenze iniziali più belle ed affascinanti che io abbia mai visto…con questo campo lungo, e la musichetta (splendida) in sottofondo… con questo cane che spunta all’improvviso correndo nella neve, braccato ferocemente…Con questo magnifico incipit, Carpenter riesce ad imprimere fin da subito la straordinaria atmosfera, claustrofobica ed agghiacciante, che caratterizzerà tutto il film. Il regista fa leva sulle nostre più ancestrali paure, la sceneggiatura di Bill Lancaster è ottima, perché alterna molto bene horror truculento (coadiuvato dai bellissimi sfx) a dialoghi tesi e spiazzanti. Le musiche di Morricone fanno il resto, ed il finale, cupo, pessimista e sospeso allo stesso tempo, è memorabile.

8,5

Bellissimo. L'horror psicologico che mi ha più colpito in assoluto, anche più del bellissimo Alien di Ridley Scott.
Si tratta di una delle pochissime pellicole ad alto budget sfornate da Carpenter e forse il suo film migliore.
Dal punto di vista tecnico poi non c'è nulla da eccepire, le riprese e la fotografia fanno scuola e l'effettistica risulta ancora sorprendentemente efficace.
Un film che crea tensione, diverte e fa riflettere.
Sarebbe da proiettare nelle scuole di cinema.

mickes2
19-04-11, 15:29:34
Bellissimo. L'horror psicologico che mi ha più colpito in assoluto, anche più del bellissimo Alien di Ridley Scott.
Si tratta di una delle pochissime pellicole ad alto budget sfornate da Carpenter e forse il suo film migliore.
Dal punto di vista tecnico poi non c'è nulla da eccepire, le riprese e la fotografia fanno scuola e l'effettistica risulta ancora sorprendentemente efficace.
Un film che crea tensione, diverte e fa riflettere.
Sarebbe da proiettare nelle scuole di cinema.

d'accordissimo ;)
anche se personalmente propendo ancora per l'Alien di Scott, per la sua irraggiungibile atmosfera ed il pathos onnipresente. No so tra i due, quale sia effettivamente superiore, in questo caso vado per sensazioni personali.

utente 8693
19-04-11, 16:10:43
Per me generalmente La Cosa>Alien, Giger però, il suo design è veramente ultraterreno e mi rende più difficile la scelta.
Mi spiace che poi Cameron nel pur divertente Aliens, abbia un po' trasformato l'alieno in un'orda un po' senza cervello, nel primo mi pare di ricordare che avesse attirato loro lì con un radio segnale, mentre dal secondo in poi mi pare solo la regina fosse particolarmente intelligente e in ogni caso hanno più il ruolo di "carne da cannone".

mickes2
19-04-11, 16:53:54
Cameron lo odierò sempre per questo

Zeno
19-04-11, 20:17:25
Per me generalmente La Cosa>Alien, Giger però, il suo design è veramente ultraterreno e mi rende più difficile la scelta.
Mi spiace che poi Cameron nel pur divertente Aliens, abbia un po' trasformato l'alieno in un'orda un po' senza cervello, nel primo mi pare di ricordare che avesse attirato loro lì con un radio segnale, mentre dal secondo in poi mi pare solo la regina fosse particolarmente intelligente e in ogni caso hanno più il ruolo di "carne da cannone".

E aggiungo: Carlo Rambaldi Dio. :sisi:
Ad inviare il segnale radio fu l'astronave degli altri alieni che avevano avuto la sfortuna di imbattersi nelle bestiole falloformi.
L'alien di Scott è astuto e intelligente, ma come può esserlo un grande predatore, niente di più. Cameron ha fatto una zozzeria. :sisi:

Erik
19-04-11, 20:25:21
d'accordissimo ;)
anche se personalmente propendo ancora per l'Alien di Scott, per la sua irraggiungibile atmosfera ed il pathos onnipresente. No so tra i due, quale sia effettivamente superiore, in questo caso vado per sensazioni personali.

Io sono dell'idea che in questo caso, poiché si parla di riferimenti di questo livello, l'oggettività vada tranquillamente a farsi benedire. :asd:


Per me generalmente La Cosa>Alien, Giger però, il suo design è veramente ultraterreno e mi rende più difficile la scelta.
Mi spiace che poi Cameron nel pur divertente Aliens, abbia un po' trasformato l'alieno in un'orda un po' senza cervello, nel primo mi pare di ricordare che avesse attirato loro lì con un radio segnale, mentre dal secondo in poi mi pare solo la regina fosse particolarmente intelligente e in ogni caso hanno più il ruolo di "carne da cannone".

Sostanzialmente nel primo si parlava dell'alieno come di una forma di vita superiore e virtualmente indistruttibile(difatti vi consiglio di riascoltarvi il dialogo finale dell'androide), mentre nel secondo hanno inserito l'idea di mente collettiva, che rendeva tutti gli esemplari operai assoggettati alle frequenze psioniche della regina o così mi pare di ricordare. Poi vabbè, il secondo è praticamente un FPS :whawha:

utente 8693
19-04-11, 20:33:22
Posto che Aliens è un bel film divertente, però Erik ci ha preso, è praticamente un FPS fatto film. :asd:

mickes2
19-04-11, 20:51:52
Io sono dell'idea che in questo caso, poiché si parla di riferimenti di questo livello, l'oggettività vada tranquillamente a farsi benedire. :asd:



Sostanzialmente nel primo si parlava dell'alieno come di una forma di vita superiore e virtualmente indistruttibile(difatti vi consiglio di riascoltarvi il dialogo finale dell'androide), mentre nel secondo hanno inserito l'idea di mente collettiva, che rendeva tutti gli esemplari operai assoggettati alle frequenze psioniche della regina o così mi pare di ricordare. Poi vabbè, il secondo è praticamente un FPS :whawha:

verissimo :asd: conta esclusivamente il gusto personale in questi casi.


l'ho già detto che, Cameron lo odierò sempre per questo? :sisi:

Togg
19-04-11, 21:27:23
io non ho visto alien.

---------- Post added at 21:27:23 ---------- Previous post was at 20:58:48 ----------

Visto Woyzeck di Herzog. Ho capito che è tratto da un'opera teatrale ma troppo. anche se la sceneggiatura è scritta molto bene, d'altronde Werner.

6,8

Vall77
19-04-11, 21:50:51
io non ho visto alien.

Ma te lo potresti pure vedè :sisi:

Il secondo vabbè, è un action puro, però non è mica da buttare.

medicine bottle
19-04-11, 22:16:01
alle cinque della sera - ***+
se si intuiva già al primo film (la mela, girato a 18 anni), con questo terzo (girato a 23) samira makhmalbaf si è confermata un'artista dalle capacità fuori dal comune. è un peccato che nella prima parte si sia occupata troppo di dare una spiegazione dei fatti con lunghi monologhi, perché è chiaro che il suo punto di forza sono le scene di pura regia.

pastò tvb!

Armin
20-04-11, 00:35:02
American Beauty di Sam Mendes

http://chillesperienza.altervista.org/UserFiles/Image/leon/menasuvari_ab%20.jpg

Visto sempre "a pezzi", finalmente ho potuto vederlo per intero.
Spacey strepitoso come sempre, ottima Bening, bellissima fotografia.
Colonna sonora molto ispirata, scandisce alla perfezione i momenti più importanti.
Ogni personaggio è caratterizzato egregiamente, il film ritrae alla perfezione la società moderna con le sue grandi ipocrisie e falsità.
Strepitoso :sisi:
Voto 9,1

Togg
20-04-11, 00:43:33
[
Voto 9,1

Adesso ti ammazzano :rickds:

Armin
20-04-11, 00:44:06
Adesso ti ammazzano :rickds:

Troppo? :asd:

Zeno
20-04-11, 02:11:42
Posto che Aliens è un bel film divertente, però Erik ci ha preso, è praticamente un FPS fatto film. :asd:


Il secondo vabbè, è un action puro, però non è mica da buttare.

Come film d'azione sugli alieni da sforacchiare ci può stare, ma Aliens è il diretto seguito di Alien e mi sembra che i due film siano su due lunghezze d'onda diverse, ma giusto un pò.

utente 8693
20-04-11, 06:49:16
alle cinque della sera - ***+
se si intuiva già al primo film (la mela, girato a 18 anni), con questo terzo (girato a 23) samira makhmalbaf si è confermata un'artista dalle capacità fuori dal comune. è un peccato che nella prima parte si sia occupata troppo di dare una spiegazione dei fatti con lunghi monologhi, perché è chiaro che il suo punto di forza sono le scene di pura regia.

pastò tvb!
Mettici pure i titoli originali (vabbè, non in Iraniano :asd:) perchè io poi li devo cercare pure sti film. >8-(

Come film d'azione sugli alieni da sforacchiare ci può stare, ma Aliens è il diretto seguito di Alien e mi sembra che i due film siano su due lunghezze d'onda diverse, ma giusto un pò.
Su quello non c'è dubbio, ma non volevo criticare gratuitamente il film di Cameron solo perchè è un genere diverso.

Donnie Darko
20-04-11, 08:54:50
Bellissimo. L'horror psicologico che mi ha più colpito in assoluto, anche più del bellissimo Alien di Ridley Scott.
Si tratta di una delle pochissime pellicole ad alto budget sfornate da Carpenter e forse il suo film migliore.
Dal punto di vista tecnico poi non c'è nulla da eccepire, le riprese e la fotografia fanno scuola e l'effettistica risulta ancora sorprendentemente efficace.
Un film che crea tensione, diverte e fa riflettere.
Sarebbe da proiettare nelle scuole di cinema.

Concordo con Erik. Personalmente La Cosa mi ha letteralmente terrorizzato e il finale mi ha lasciato di stucco. Stiamo comunque parlando di due pellicola Cult e siamo su altissimi livelli.

mickes2
20-04-11, 09:09:05
American Beauty di Sam Mendes

http://chillesperienza.altervista.org/UserFiles/Image/leon/menasuvari_ab%20.jpg

Visto sempre "a pezzi", finalmente ho potuto vederlo per intero.
Spacey strepitoso come sempre, ottima Bening, bellissima fotografia.
Colonna sonora molto ispirata, scandisce alla perfezione i momenti più importanti.
Ogni personaggio è caratterizzato egregiamente, il film ritrae alla perfezione la società moderna con le sue grandi ipocrisie e falsità.
Strepitoso :sisi:
Voto 9,1

:claudia::claudia::claudia::claudia::claudia:
Assolutamente si! Uno spaccato agro-dolce della società americana: Mendes entra dalla porta di servizio, e la rivolta come un calzino!
Molto bravi anche Thora Birch :claudia: e Wes Bentley!!!
Grandissimo film!!!
Concordo anche con il voto :nev: lascia stare Togg -_-
Capolavoro!

Erik
20-04-11, 11:18:34
Ma te lo potresti pure vedè :sisi:

Il secondo vabbè, è un action puro, però non è mica da buttare.

Aliens è un film molto divertente. Uno di quelli che da ragazzino ti fa esaltare per le scene di azione e che da grande ti riguardi ridendo ogni 5 secondi per i ricordi che suscita o per i dialoghi anni ottanta(Sta lontano da lei, MALEDETTA!!!). Stessa cosa successa anche con Indiana Jones e il tempio maledetto(un film comico praticamente) e presi a sé sono due film da vedere, se confrontati con i predecessori però ne escono maciullati :asd:.
Il tutto secondo me ovviamente.

Hushabye
20-04-11, 12:01:24
Adesso ti ammazzano :rickds:

nah..american beauty è stupendo

Donnie Darko
20-04-11, 12:13:45
Avete presente qui film adorati da tutti, ma che a voi hanno fatto cagare? Mi sento anche in imbarazzo a dirlo, ma...ecco...cioè...non mi è piaciuto American Beauty.
:wush::wush::wush::wush::wush::wush::wush::wush::w ush::wush:

IamSuperVegito
20-04-11, 12:14:10
Goal 2 :)

Togg
20-04-11, 12:34:00
Troppo? :asd:



Concordo anche con il voto :nev: lascia stare Togg -_-



nah..american beauty è stupendo

Non avete capito un brazzo :rickds: Dicevo per lo 0,1 in più, a me mi insultate ogni volta che lo faccio :tragic:

James
20-04-11, 12:41:55
In effetti lo 0,1 è inguardabile:ahsisi:

Dai 9 piuttosto,e che non salti fuori la storia dello spunto positivo:rickds:

mickes2
20-04-11, 13:25:42
Non avete capito un brazzo :rickds: Dicevo per lo 0,1 in più, a me mi insultate ogni volta che lo faccio :tragic:

aaaah, in effetti hai ragione :rickds:

Rullo
20-04-11, 16:02:30
Non avete capito un brazzo :rickds: Dicevo per lo 0,1 in più, a me mi insultate ogni volta che lo faccio :tragic:

fortunatamente fai un liceo classico

Togg
20-04-11, 17:06:34
fortunatamente fai un liceo classico

A me mi e ma però li adoro. Da sempre e per sempre.

Rullo
20-04-11, 19:22:22
A me mi e ma però li adoro. Da sempre e per sempre.

mentre invece a me non mi piaciono!

Togg
20-04-11, 19:25:13
Kick-ass, Matthew Vaughn
Come fare un film d'azione che non si dimentica il giorno dopo? Uso consapevole degli stereotipi, elementi nuovi ben sviluppati, citazioni a raffica e su tutti i livelli, nessuna vergogna, combattimenti di quelli che ti lasciano a faccia da pomppp, colorato, mai in pausa ma nemmeno affrettato.
Solo per chiarire, nonostante i meriti siamo su un altro piano rispetto a Scott Pilgrim. D'altronde.

8

---------- Post added at 19:25:13 ---------- Previous post was at 19:24:41 ----------


mentre invece a me non mi piaciono!

bastian contrario.

Vall77
20-04-11, 19:34:00
Nel senso che Scott Pilgrim è meglio? Sono d'accordo.
Questo un bel 5 pieno, Scotty un 5,5.

In comune hanno che partono carini ma sulla lunga distanza patapum-pum-pum.

L4GANN
20-04-11, 20:53:07
http://cineocchio.altervista.org/wordpress/wp-content/uploads/2009/04/la-locandina-del-film-albakiara-89522.jpg


Questo l'ho visto un pò di tempo fa', ma mi è rimasto così impresso che a distanza di tempo non posso fare a meno di citarlo.
Girato dal figlio di Vasco Rossi, Stefano Savati è un perfetto biglietto da visita per uno dei peggiori registi italiani.

Abbiamo una cast composto da emeriti imbecilli.. fatta eccezione per il personaggio interpretato dallo stesso salvati, che con la stessa maturità di un bambino delle elementari ha deciso che l'unico personaggio a non apparire sfigato e stupido nel film debba essere quello da lui interpretato.
Poi c'è Chiara la protagonista della pellicola, che fin da subito si dimostra volgare e stupida come un oca, nonché disponibile a cimentarsi nella nobile arte del Fellatoio con i propri professori, salvo ottenere buoni voti.

Poi abbiamo gli allegri minchioni, ovverosia due attori che per tutto il tempo fingono di essere i classici siciliani stereotipati, ovviamente disponibili a compiere atti illegali(se no, che siciliani sarebbero?).
Alla rosa del penoso cast si aggiunge un poliziotto corrotto alla quale la protagonista prenderà in prestito qualcosa di suo.. e poi come ciliegina sulla torta, c'è lui, la mente, losco figuro che per tuta la durata del film si sentirà unicamente al telefono, con una voce talmente inappropriata, da sembrare quella di un cattivo dei cartoni animati(e credetemi.. dopo un pò viene spontaneo chiedersi,"chi ***** è questo, Gargamella?").

Infine come unico elemento vagamente positivo del film c'è la sorella della protagonista, Alba, dal carattere totalmente opposto alla sorella, tanto gentile quanto la sorella è cafone.
Nella pellicola comprare compare di rado.. forse perché Salvati voleva inserire a tutti i costi un personaggio sensibile all interno della pellicola, oppure perché gli serviva una seconda figura femminile per potere fare il suo penoso citazionismo paterno(e non mi stupirei se fosse davvero così).

Cmq sia, Albakiara è uno di quei film talmente brutti e involontariamente comici da rientrare in pieno nella categoria So Bad It's Good.

Consigliato per una serata ad elevato tasso alcolico(ma anche da soli, vi farà spanciare dal ridere).

Voto: Mmmm.. guardatelo solo se volete ridere ^_^

Armin
20-04-11, 21:49:24
Avete presente qui film adorati da tutti, ma che a voi hanno fatto cagare? Mi sento anche in imbarazzo a dirlo, ma...ecco...cioè...non mi è piaciuto American Beauty.
:wush::wush::wush::wush::wush::wush::wush::wush::w ush::wush:

Al rogo :gab:


In effetti lo 0,1 è inguardabile:ahsisi:

Dai 9 piuttosto,e che non salti fuori la storia dello spunto positivo:rickds:

Per far capire che vale un pelino più di 9, ma ben lontano dal 9,5 :rickds:

Vall77
20-04-11, 22:40:28
Secondo me Vall,il problema principale di Pilgrim è che soffre di una certa ripetitività nello schema.Però a me è piaciuto. :cat:

La ripetitività non è un male in sè, ma in Pellegrino Scotto alla lunga mi ha veramente annoiato/infastidito. Di contro, mi sono sinceramente divertito per tutta la prima parte (quella non ripetitiva) con diverse trovate che mi hanno saputo intrattenere in modo non troppo scontato. Non è poi così tremendamente diverso dall'effetto che mi ha fatto Calcinculo. Nel complesso, tutti e due un pò troppo teenager-oriented perchè li consideri qualcosa di più che film mordi e fuggi.

mickes2
20-04-11, 22:49:47
La ripetitività non è un male in sè, ma in Pellegrino Scotto alla lunga mi ha veramente annoiato/infastidito. Di contro, mi sono sinceramente divertito per tutta la prima parte (quella non ripetitiva) con diverse trovate che mi hanno saputo intrattenere in modo non troppo scontato. Non è poi così tremendamente diverso dall'effetto che mi ha fatto Calcinculo. Nel complesso, tutti e due un pò troppo teenager-oriented perchè li consideri qualcosa di più che film mordi e fuggi.

Scotto pilgrimmo iniziò ad annoiarmi dopo mezz'ora :sisi:

invece Kick-ass mi piacque, anche se il finale sembra un po' tirato per i capelli :sisi:

L4GANN
21-04-11, 00:06:13
http://www.vivacinema.it/img/La-banda-dei-Babbi-Natale-primo-box-office-italia.jpg
La banda dei babbi natale.
In assoluto il punto più basso mai toccato da Aldo, Giovanni e Giacomo.
Mi sono annoiato per tutto il tempo.
Voto 5

JT26
21-04-11, 00:17:53
A me mi e ma però li adoro. Da sempre e per sempre.

vabbe´, sei terrone.

Togg
21-04-11, 00:56:43
vabbe´, sei terrone.

già!


invece Kick-ass mi piacque, anche se il finale sembra un po' tirato per i capelli :sisi:

vero :sisi:


Nel senso che Scott Pilgrim è meglio? Sono d'accordo.
Questo un bel 5 pieno, Scotty un 5,5.

In comune hanno che partono carini ma sulla lunga distanza patapum-pum-pum.

Non avete il gusto del patapum.

Donnie Darko
21-04-11, 08:45:17
Limitless...
Colpo di scena...
E' più carino di quanto mi aspettassi. In particolar modo mi è piaciuta la regia, veloce e in grado di farti immedesimare con la "metamorfosi" del protagonista.
Mi ha invece lasciato perplesso alcune evoluzioni della storia che non ha preso una strada ben definita.
Voto: 6,9

mickes2
21-04-11, 10:36:26
Machete

Planet Terror è nettamente migliore, per carica, personaggi, stile. Qua la sceneggiatura è esile esile e Trejo da solo non può sostenere tutto; in generale non m'ha coinvolto moltissimo. Ovviamente molta exploitation, anzi forse troppa, ma il film nel complesso è abbastanza godibile, e molte scene sono azzeccate e molto cazzute :D Il finale è abbozzato a più non posso, ma simpatico.

7 di sollazzo

Hicks
21-04-11, 10:52:59
The Myst pochi gorni fa su Rai 4.. MI ha coinvolto tantissimo.Atmosfera Fantastica. Voto 8
DreamCatcher sempre su rai 4 ,anche quetso mi è piaciuto non poco. 7

Tron Legacy ieri sera. Comparto audiovisivo fantastico, trama semplice ma giusta, Jeff Bridge è un mito.,7.5

IL GURU
21-04-11, 11:05:33
Visti:
-United 93,molto interessante all'inizio un pò noioso,ma verso la metà risulta molto bello.
-Venerdì 13,molto bello.Un bel horror ma allo stesso tempo divertente.

beppe92
21-04-11, 11:09:34
Taxi Driver
Che dire film fantastico, sconvolgente con un ottimo De Niro.
Il sentimento di alienazione e solitudine viene espresso magistralmente...

James
21-04-11, 11:22:15
Kick-ass, Matthew Vaughn
Come fare un film d'azione che non si dimentica il giorno dopo? Uso consapevole degli stereotipi, elementi nuovi ben sviluppati, citazioni a raffica e su tutti i livelli, nessuna vergogna, combattimenti di quelli che ti lasciano a faccia da pomppp, colorato, mai in pausa ma nemmeno affrettato.
Solo per chiarire, nonostante i meriti siamo su un altro piano rispetto a Scott Pilgrim. D'altronde.

8



Secondo me sono 2 film non molto distanti tra loro.


Per far capire che vale un pelino più di 9, ma ben lontano dal 9,5 :rickds:

Si ma seriamente non capisco l importanza di un 9,1.Non ci riesco.Se vedo 9,1 penso ad un 9

Togg
21-04-11, 11:41:13
Secondo me sono 2 film non molto distanti tra loro.


Allora. Lo capisco perfettamente. In questi casi è questioni di minuscole sfumature che a ognuno possono fare sentire molto di più [o meno] il tutto.

p a n z e r
21-04-11, 11:57:38
L'unica cosa che hanno in comune kick-ass e scott pilgrim è il protagonista adolescente.

Donnie Darko
21-04-11, 12:02:23
L'unica cosa che hanno in comune kick-ass e scott pilgrim è il protagonista adolescente.

E forse anche il target a cui sono destinati. Un po' "La rivincita dei Nerd".
Comunque due film da difendere assolutamente anche se con diversi difetti.

Togg
21-04-11, 12:08:00
L'unica cosa che hanno in comune kick-ass e scott pilgrim è il protagonista adolescente.

E dei combattimenti sbavosi.

Togg
21-04-11, 21:06:19
Ultimo tango a Parigi, Bernardo Bertolucci
Davvero ben scritto, forse un po' troppo, ma è vero che oggi pomeriggio avevo voglia di qualcosa di meno parlato. Gran finale. Movimenti di macchina ricercati ma che non si fanno pesare, belli.
8

Rullo
21-04-11, 21:19:39
bastian contrario.

sarcasmo mon amour

Togg
21-04-11, 21:23:14
sarcasmo mon amour

je sais je sais

Il curioso signore felice
22-04-11, 17:06:27
Visto oggi " Il cuore altrove " Bello, davvero bello...anche se alla fine mi ha lasciato una malinconia pazzesca :bruniii: Voto 8

Carnage
22-04-11, 17:58:02
Ieri mi sono visto A-Team...Film spettacolare da vedere assolutamente.. voto 9

utente 8693
22-04-11, 18:42:40
EDIT: battuta fiacca.
la cancello.

Che poi che è sto coso? >>>----------------->

Iago
22-04-11, 18:44:34
Limitless: storia avvincente, personaggio molto ben caratterizzato, solo che il finale lascia un po' l'amaro in bocca a mio modesto parere. Nonostante ciò, da vedere. VOTO: 7+

Togg
22-04-11, 21:52:05
Habemus papam, Moretti
Respiro doppio che non sempre funziona, raramente anzi, parti ironiche superiori a quelle drammatiche. Comunque esprime benino una grande impossibilità. La (non)recitazione di Moretti ci sta. Discreto.

6,8

MEGA
22-04-11, 22:03:10
Il colosso di rodi di Sergio Leone
prima prova di leone come regista, sebene il genere epico che ai tempi era molto in voga il film non mi ha colpito particolarmente.
ma è pur sempre giustificato dal fatto che come primo lavoro è pur sempre ottimo, belle atmosfere, e le ambientazioni sono state ricreate perfettamente sfruttando i pochi fondi

alla fine anche se la pellicola non scorre veloce fottesega al massimo, visto che leone a partire dal lavoro successivo creerà una sfilza di capolavori dallo stile unico :sisi:

voto: 6

el maravilla
22-04-11, 23:18:17
Immaturi


Divertente commedia italiana con un incubo che tutti abbiamo avuto..,ripetere gli esami di maturità!!! piacevole pomeriggio

Adidas183
22-04-11, 23:56:57
tron legacy: ho sentito commenti negativi da ogni persona ma alla fine è un gran film! ( tutti bimbiminkia)
effetti, suoni, musiche ( daft punk eh be! ) poi vederselo tramite blu ray e un'altra cosa O.O
il prossimo è il tron originale!

Dreamer95
23-04-11, 00:05:23
Oggi pomeriggio al cinema ho visto un film che attendevo da molto:
WORLD INVASION (noto anche con il primo nome Battle: Los Angeles)

Allora, faccio una premessa: io attendevo questo film impazientemente, da quando ho visto per la prima volta il trailer. Più guardavo quel dannato trailer, più non vedevo l' ora di catapultarmi al cinema per guardarlo.
Verdetto? Un film pienamente godibile, ma sono rimasto un po' deluso. Durante la visione, infatti, si sente che è tutto già visto, dalla caratterizzazione dei personaggi (il sergente con un peso sulla coscienza che si ritrova a fronteggiare un' invasione aliena prima di andare in pensione, il militare che quando tornerà a casa si sposerà...) alla motivazione dell' invasione aliena. E anche numerose scene sono ampiamente prevedibili. Insomma, sarà che lo scenario della guerra dei mondi non ha più nulla da dire?
Per il resto, come ho già detto, un film godibile, se si tralascia il difetto che ho appena elencato. Non mancano i momenti in cui l' azione regna sovrana e scorre senza problemi, unendosi a scene in cui si sente la devastazione portata dalla guerra.

VOTO: 7.5 (darei 8=, ma sono sicuro che è la tanta attesa che parla...).

Il Commodoro
23-04-11, 00:25:56
Cool Runnings

Togg
23-04-11, 10:29:45
Cool Runnings

VO le mo sa pe re se t'è pia ciu to!

James
23-04-11, 11:09:41
Nightmare-nuovo incubo by Wes Craven(1994)

Se da un lato l idea metacinematografica è interessante la noia regna sovrana in questo settimo capitolo.Altra cosa positiva il ritorno di un Freddy cattivo esattamente come nel capostipite.
Odioso il bambino Dylan al limite del sopportabile.
Non mi è piaciuto.

Hushabye
23-04-11, 11:37:10
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/a/a6/Moving_mcallister.jpg/220px-Moving_mcallister.jpg
Simpatico on the road..

Togg
23-04-11, 12:06:43
il paese del silenzio e dell'oscurità, Werner Herzog
molto interessante e ben diretto
7,3

p a n z e r
23-04-11, 14:08:02
http://film-book.com/wp-content/uploads/2011/01/rubber-2010-01.jpg

Rubber, di Quentin Dupieux (Mr. Oizo!).


Un esperimento riuscitissimo, o una inutile porcata? Un dubbio che accompagna lo spettatore per tutta la durata della pellicola, e che troverà risposta soltanto alla fine del film.

Rubber è metacinema. È un film nel film, ed è un film che parla di un gruppo di persone che guardano un film di uno pneumatico con poteri psicocinetici e manie omicida.
Ok, per alcuni già solo questo potrebbe bastare per etichettarlo come "genialata del secolo", e francamente la penso così.
L'inizio è geniale, siamo subito proiettati nella dimensione metafisica del film con un monologo di un poliziotto che ci spiega la situazione: quello che stiamo per vedere è un omaggio al "nessun motivo". Perchè ET è marrone? Per nessun motivo.

Ora, è più difficile spiegarlo che vederlo: ci sono nel film gli spettatori, persone comuni e senza niente che li colleghi, che tramite dei binocoli osservano il pneumatico. All'interno del film che vedono (perchè è un film, che commentano più di una volta in maniera incredibilmente spassosa) i personaggi si muovono senza essere consci della loro condizione, ovviamente, se non fatta eccezione del poliziotto del monologo iniziale.

Senza rivelare altro, Rubber si muove continuamente tra queste due dimensioni, con anche continui contaminazione e incursioni, e il tutto girato in maniera molto semplice ed efficace. Le scene comunque sono al limite del trash, perchè vedere uno pneumatico che fa saltare in aria la testa a persone a caso è davvero senza prezzo.
Il problema principale però è forse queto (problema tra virgolette), la premessa è così masturbante che la realizzazione trash e autoironica ne ha minato il successo. Da quello che si legge in rete non sono poche le critiche negative che ha ricevuto, a mio avviso una più ridicola e infondata dell'altra.

Rubber è geniale, per un sacco di motivi più o meno seri. Un esperimento incredibilmente interessante e soprattutto ottimamente realizzato, non so cosa darei per vederlo al cinema.

Ciccios
23-04-11, 16:33:29
Io ho appena visto scream 4. Premetto che non ho visto gli scream precedenti. Sinceramente non mi è piaciuto per niente, trama scontata e più che un film horror mi è sembrato un film comico. L'unica cosa salvabile al limite è il finale :sisi:
Voto 5

Obscu
23-04-11, 17:56:42
Fratelli in erba

Divertente (anche se non commedia propria), la storia è bella con un sottofondo "filosoffico". Inoltre non mi sono mai annoiato durante la visione. Cmq tutti i film con Edward Nortont mi piacciono :]

mickes2
23-04-11, 18:09:51
Bottle Rocket (1996) di Wes Anderson
http://ruthlessculture.files.wordpress.com/2010/06/bottle-rocket-promo5.jpg?w=500&h=329
Premetto che di Anderson fino ad ora ho visto solo I tenenbaum quando uscì, nel 2001. Ricordo delle buone sensazioni, ma in sostanza non ricordo nulla. Quindi, una volta tanto ho deciso di cominciare la filmografia di questo autore in ordine cronologico.
Ho trovato Un colpo da dilenttanti una pellicola abbastanza grezza ed un po’ avara di guizzi…(complice forse uno script abbastanza debole, scritto dai fratelli Wilson) ma il tocco del bravo regista c’è, e si vede. I personaggi sono comunque simpaticamente funambolici, e durante tutto il film si respira sempre una freschissima atmosfera. La fotografia con i suoi colori pastellosi, è un tocca sana. In definitiva, un'onesta commedia, leggera ed a tratti malinconica, con dei personaggi adeguatamente tratteggiati.

6,5



Session 9 (2001) di Brad Anderson
http://deadlymovies.files.wordpress.com/2009/12/deadlymovies_session-9.jpg
La prima ora è tutta dedita ad imbastire l’atmosfera, ma secondo me è tirata troppo per le lunghe e dopo mezz’ora perde di mordente. Ma, a parte la location stra-abusata (il tipico luogo maledetto), la pellicola subisce un’accelerata notevole nella seconda metà. La follia, il delirio, le allucinazioni, la paranoia e l’inquietudine, crescono a dismisura. La buona regia di Brad Anderson miscela il tutto molto sapientemente.

6,5/7

Togg
23-04-11, 18:36:40
Premetto che di Anderson fino ad ora ho visto solo I tenenbaum quando uscì, nel 2001.

No aspetta. Tutto ciò vuol dire che non hai visto Fantastic mr Fox??!?! OMFG. Altro che ordine cronologico!!! Vedilo DO MA NI



Fratelli in erba

Divertente (anche se non commedia propria), la storia è bella con un sottofondo "filosoffico". Inoltre non mi sono mai annoiato durante la visione. Cmq tutti i film con Edward Nortont mi piacciono :]

Io a quel sottofondo filosofico avrei volentieri vomitato in faccia. Senza offesa eh :asd:

mickes2
23-04-11, 18:43:28
No aspetta. Tutto ciò vuol dire che non hai visto Fantastic mr Fox??!?! OMFG. Altro che ordine cronologico!!! Vedilo DO MA NI



:none:, 'sta volta vado in ordine cronologico :sisi:

Togg
23-04-11, 18:44:12
mi chiederai perdono in ginocchio.

mickes2
23-04-11, 18:51:55
mi chiederai perdono in ginocchio.

:onixenon: nonsolofaccine

p a n z e r
23-04-11, 19:39:26
Tanto il migliore rimane Steve Zissou.

Togg
23-04-11, 20:15:22
Tanto il migliore rimane Steve Zissou.

Panzanate.

L4GANN
23-04-11, 23:55:26
Questioni di cuore.
Mi piacerebbe capire la ragione per la quale questo film è stato dichiarato"Film di interesse culturale"
Cmq penso che l'unico attore che è stato capace di essere all'altezza sia stato Antonio Albanese, che riesce a calarsi alla perfezione nella parte del suo personaggio.

Kim Rossi non so se l'abbiano assunto per pietà visto che dopo anni che non si vedeva in un film, in questioni di cuore, sembra invecchiato maluccio(e si che interpretava una persona che stava male, ma in fondo anche Albanese lo era all'inizio del film -_-) per non parlare poi della sua mediocre recitazione.

Cmq sia, il film lo reputo discreto... intrattiene durante l'ora e mezza, ma non l'ho trovato nulla di eclatante.

Voto:7 - -

---------- Post added at 23:55:26 ---------- Previous post was at 23:52:41 ----------


Io ho appena visto scream 4. Premetto che non ho visto gli scream precedenti. Sinceramente non mi è piaciuto per niente, trama scontata e più che un film horror mi è sembrato un film comico. L'unica cosa salvabile al limite è il finale :sisi:
Voto 5

Gli Scream non sono mai stati horror"puri"ma dei triller discretucci:nev:.

Cmq spero che non ci sia splatter esagerato alla Final destination -_-

JT26
24-04-11, 00:35:04
Immaturi


Divertente commedia italiana con un incubo che tutti abbiamo avuto..,ripetere gli esami di maturità!!! piacevole pomeriggio

a proposito. spiegamelo sotto spoiler che tanto non guarderò mai.

come hanno fatto a far risultare credibile la parte in grassetto?

Gouki
24-04-11, 02:27:15
Io ho appena finito di vedere Franklyn.
Veramente stupendo e con una trama ben fatta, molto psicologica.

L4GANN
24-04-11, 03:52:34
Ho rivisto Zoolander
http://theitalianpass.files.wordpress.com/2010/10/zoolander.jpg
Questo film mi ha ricordato tanto il Principe nero:rickds:
Quando lo vidi la prima volta non riuscì ad apprezzarlo pienamente, ma oggi lo giudico un gran film.
Voto 7,5 :)

http://crujonessociety.com/wordpress/wp-content/uploads/2009/09/zoolander.jpg:rickds:

Ciccios
24-04-11, 11:16:26
Gli Scream non sono mai stati horror"puri"ma dei triller discretucci:nev:.

Cmq spero che non ci sia splatter esagerato alla Final destination -_-
No, niente splatter per fortuna :sisi:
A volte mentre lo guardavo, in alcune scene, specialmente all'inizio ero convinto di aver sbagliato di film e di star guardando uno scary movie :asd:

utente 8693
24-04-11, 11:34:37
Tanto il migliore rimane Steve Zissou.
Word.

Obscu
24-04-11, 12:24:19
Io a quel sottofondo filosofico avrei volentieri vomitato in faccia. Senza offesa eh :asd:

Per quelo che l'ho scritto fra virgolette :D

Ieri ho visto Devil...
Carino ma niente di che, come andrà a finire si indovina quasi subbito e ovviamente non fa paura per niente... Insomma mi sono divertito un'ora e mezza ma la settimana prossima già non me lo ricorderò più!

utente 8693
24-04-11, 14:13:06
Ieri ho visto Catfish.
bello, credibile, divertente fino alla fine, ma falso.
Eppure vedo che c'è gente che ci si scanna su internet. :asd:

mickes2
24-04-11, 16:14:28
Halloween – La notte delle streghe (1978) di John Carpenter
http://hollivud.files.wordpress.com/2010/10/halloween.jpg
Con un altro incipit magistrale e movimenti di camera eccellenti (grande utilizzo della Steadycam)…con quel motivetto intrigante… Carpenter ci catapulta immediatamente nell’atmosfera thriller e nello sguardo spietato di Michael Myers. Ottimo nella forma, con abili giochi di luci ed ombre…grande regia di Carpenter (che qua scrive e compone anche le musiche) che sfrutta ogni singola inquadratura per aumentare il fattore psicologico, incentrando il film su questa figura, un assassino psicopatico, che a soli sei anni uccise la sorella maggiore. Gran bell’esordio di Jamie Lee Curtis.

8,5

L4GANN
24-04-11, 17:51:56
Racconti incantati

http://pad.mymovies.it/cinemanews/2009/5241/racconti.jpg
Era da parecchio che non vedevo un film con Adam Sandler.

Fantastico e romantico al tempo stesso.

VOTO:8

Blackjack
24-04-11, 20:15:56
Appena visto: Bastardi Senza Gloria

Capolavoro di tarantino. Non so come altro definirlo. Film spettacolo, mi ha trascinato, mi ha "entusiasmato" l'intelligenza del colonnello Landa, il piano che hanno ideato i bastardi e shoshanna. Senza contare le scene di azione e di pianificazione ancor più spettacolari.

Voto: 9.5

Togg
24-04-11, 20:25:58
l'elemento del crimine, Lars von Trier 1984

Non ve lo dico perché mi piace. Sappiate però che dopo 4 minuti mi hanno interrotto per UN'ORA degli ospiti del cazzzzz. Poi per fortuna la visione è filata benissimo, piaciuto anche a mia zia. Io ho elaborato una teoria tutta mia sulla trama. C'è l'acqua che mi ha fatto impazzì di goduria.

8

utente 8693
24-04-11, 21:32:41
Sì ma la trilogia "E" di Von Trier non la riesco a trovare.. Amazon l'ha sempre esaurita, per dire.

Togg
24-04-11, 21:35:00
Sì ma la trilogia "E" di Von Trier non la riesco a trovare.. Amazon l'ha sempre esaurita, per dire.

Epidemic è bello?

utente 8693
24-04-11, 22:26:50
Appena lo trovo e lo vedo, te lo dico. :asd:

koinzell
24-04-11, 22:30:21
Druids di Jacques Dorfmann lo consiglio a tutti gli amanti del genere

http://www.horroria.com/i/nposters/01/16/11627-N1.jpg

Rullo
24-04-11, 22:52:14
http://www.cinezapping.com/wp-content/uploads/2010/08/Adrien-Brody-in-King-Kong.jpg

king kong - peter jackson

la premessa è che conosco l'originale solo di nome, ma non l'ho mai visto, posso quindi presupporre che ciò che propone jackson in tre ore di film sia soltanto una rivisitazione in chiave più tecnologicamente avanzata dell'esperimento proposto nel '33.
la durata è forse uno dei punti su cui si focalizza appunto l'attenzione dello spettatore, 180 minuti sono tanti, ma sono tutti sapientemente ripieni d'azione. grazie a questo stratagemma l'inizio e la conclusione forse troppo stiracchiati si fanno notare meno e rendono lo scorrere fluido e mai noioso.
essendo in ogni caso un remake, la trama ormai si può dire quasi scontata, ad 80 anni dall'originale, nonostante ciò jackson si è permesso grazie ad essa di poter inserire numerosi effetti evidenzianti la generale maestosità della pellicola, che si fa gran portavoce della caratteristica, unita ad un ottimo mixaggio sonoro, che con le giuste dotazioni tecniche saprà rendere realmente coinvolti dalla magnificenza di skull island.
finale ottimo.

http://www.piucinema.it/gallery_film/(140509115721)picnic_7.jpg

picnic at hanging rock - peter weir

ispirato ad una storia vera, ci troviamo verso la fine dell'800, un gruppo di ragazze di un collegio australiano di avvia per un tranquillo picnic ad hanging rock. cosa potrà mai succedere di tanto strano con una premessa così ricca di possibilità?
weir orchestra tutto con grande maestria, complice l'ottima fotografia, e pone un' elevata, maniacale, se non eccessiva, cura in ogni inquadratura fino al punto di catturare lo spettatore all'interno delle meravigliose immagini offertegli. poteva forse osare di più, non si discosta molto dalla storia vera, ma va bene così, perchè alla fine ci si sente incompleti.

mickes2
24-04-11, 22:58:07
http://www.piucinema.it/gallery_film/(140509115721)picnic_7.jpg

picnic at hanging rock - peter weir

ispirato ad una storia vera, ci troviamo verso la fine dell'800, un gruppo di ragazze di un collegio australiano di avvia per un tranquillo picnic ad hanging rock. cosa potrà mai succedere di tanto strano con una premessa così ricca di possibilità?
weir orchestra tutto con grande maestria, complice l'ottima fotografia, e pone un' elevata, maniacale, se non eccessiva, cura in ogni inquadratura fino al punto di catturare lo spettatore all'interno delle meravigliose immagini offertegli. poteva forse osare di più, non si discosta molto dalla storia vera, ma va bene così, perchè alla fine ci si sente incompleti.

iea
:claudia::claudia::claudia:

Togg
24-04-11, 23:35:28
La bocca del lupo
dopo Lars nessuna voce off e virazione può reggere. qualcosa di caruccio sparso qua e la. poco
6


Appena lo trovo e lo vedo, te lo dico. :asd:

l'ho trovato, mi sa che lo vedo prima io :sisi:


iea
:claudia::claudia::claudia:

e smettetela di vedervi sti così intriganti.

L4GANN
24-04-11, 23:51:11
Appena visto: Bastardi Senza Gloria

Capolavoro di tarantino. Non so come altro definirlo. Film spettacolo, mi ha trascinato, mi ha "entusiasmato" l'intelligenza del colonnello Landa, il piano che hanno ideato i bastardi e shoshanna. Senza contare le scene di azione e di pianificazione ancor più spettacolari.

Voto: 9.5

Quotone:)

Edward
24-04-11, 23:54:22
Appena visto

Solomon Kane
Mi aspettavo un pò di più da questo film avevo addirittura letto che era secondo solo a Il signore degli anelli, ma mi pare che c'è ne sia di strada da fare.

Nemico pubblico
Sono rimasto affasciato da questo film, soprattutto dal protagonista.

L4GANN
25-04-11, 00:22:34
http://www.cinezapping.com/wp-content/uploads/2010/08/Adrien-Brody-in-King-Kong.jpg

king kong - peter jackson

la premessa è che conosco l'originale solo di nome, ma non l'ho mai visto, posso quindi presupporre che ciò che propone jackson in tre ore di film sia soltanto una rivisitazione in chiave più tecnologicamente avanzata dell'esperimento proposto nel '33.
la durata è forse uno dei punti su cui si focalizza appunto l'attenzione dello spettatore, 180 minuti sono tanti, ma sono tutti sapientemente ripieni d'azione. grazie a questo stratagemma l'inizio e la conclusione forse troppo stiracchiati si fanno notare meno e rendono lo scorrere fluido e mai noioso.
essendo in ogni caso un remake, la trama ormai si può dire quasi scontata, ad 80 anni dall'originale, nonostante ciò jackson si è permesso grazie ad essa di poter inserire numerosi effetti evidenzianti la generale maestosità della pellicola, che si fa gran portavoce della caratteristica, unita ad un ottimo mixaggio sonoro, che con le giuste dotazioni tecniche saprà rendere realmente coinvolti dalla magnificenza di skull island.
finale ottimo.



Ecco, vogliamo parlare un attimo di King kong?
Sia chiaro che non voglio criticare i tuoi gusti, ma voglio approfittare di questo post per dire la mia su uno di quei film che ritengo in assoluto uno dei più stupidi mai concepiti dall'uomo.

Vista la durata del film non farò un analisi dell'intero film ma mi limiterò a citare:


- La scena in cui la protagonista si trova legata per essere offerta a Kong.
Ecco, questa è solo la prima delle scene che ho trovato stupide.. in pratica la protagonista è legata alle braccia con due enormi corde, fino all'arrivo di Kong, che con noncuranza la afferra e la strappa via dall'altare sacrificale.
Il problema è che visto il modo in cui la ragazza è stata legata, sarebbe lecito aspettarsi che le braccia si rompano a causa della resistenza delle enorme funi, che invece si spezzano come se niente fosse:morristend:

- La scena in cui Kong viene catturato.
Questa scena è impagabile...
Praticamente Kong viene steso dai narcotici che gli vengono lanciati addosso, salvo poi vederlo incatenato sulla nave che che era stata ormeggiata lontana dalle coste dell'isola per via degli scogli(i protagonisti all'inizio del film scendono con delle scialuppe a remi).

Insomma, la domanda è:come hanno fatto a trasportare uno scimmione di 12 metri sulla nave ancorata a metri di distanza?!

- La scena della fuga.
Ovverosia, quando King Kong scappa con in mano la protagonista...
Inizialmente la scena non ha nulla di male, se no che, arrivato ad un certo punto, Kong e la ragazza, braccati dall'esercito, finiscono su un lago ghiacciato.
Kong passando dal lago ghiacciato scivola e... SI METTE A RIDERE!O_o

Cioè, loro sono braccati dall'esercito, e non pensano a nient'aòtro da fare che mettersi a fare i minchioni sul lago ghiacciato?!
Scena del tutto inappropriata e ridicola.

Riguardo la fisica del film...
Normalmente, se una persona cade da un altezza superiore ai trenta metri, difficilmente all'impatto arriva tutto intero a terra, ragione per la quale viene detto "sfracellarsi".

Kong alla fine del film precipita dall Empire state bulding(ma correggetemi se sbaglio)da ben 443,2 metri di altezza.
Nel film lo scimmione arriva a terra tutto intero.. traete voi le vostre conclusioni :P

-Il finale
Dopo la morte di Kong, Joe black si lascia andare in una tristissima frase dicendo « Non sono stati gli aeroplani.... È la Bella che ha ucciso la Bestia. »

La frase non sarebbe neanche male, se non fosse per il fatto che nel film Black non sa assolutamente nulla del rapporto che si era sviluppato tra Kong e la protagonista durante la loro "fuga d'amore"sull'isola.


In conclusione, per me King kong ha veramente troppi punti oscuri nella sua trama per meritarsi una valutazione positiva.

Voto 5

Il Commodoro
25-04-11, 00:29:19
Scary Movie.
Il primo della serie ed il più accettabile...simpatiche le scene con Ghostface.

utente 8693
25-04-11, 00:30:02
Per me il KK di Jackson è un film cretino ma divertente, a tratti.

Rullo
25-04-11, 00:31:45
Ecco, vogliamo parlare un attimo di King kong?
Sia chiaro che non voglio criticare i tuoi gusti, ma voglio approfittare di questo post per dire la mia su uno di quei film che ritengo in assoluto uno dei più stupidi mai concepiti dall'uomo.

Vista la durata del film non farò un analisi dell'intero film ma mi limiterò a citare:


- La scena in cui la protagonista si trova legata per essere offerta a Kong.
Ecco, questa è solo la prima delle scene che ho trovato stupide.. in pratica la protagonista è legata alle braccia con due enormi corde, fino all'arrivo di Kong, che con noncuranza la afferra e la strappa via dall'altare sacrificale.
Il problema è che visto il modo in cui la ragazza è stata legata, sarebbe lecito aspettarsi che le braccia si rompano a causa della resistenza delle enorme fini, che invece si spezzano come se niente fosse:morristend:

- La scena in cui Kong viene catturato.
Questa scena è impagabile...
Praticamente Kong viene steso dai narcotici che gli vengono lanciati addosso, salvo poi vederlo incatenato sulla nave che che era stata ormeggiata lontana dalle coste dell'isola per via degli scogli(i protagonisti all'inizio del film scendono con delle scialuppe a remi).

Insomma, la domanda è:come hanno fatto a trasportare uno scimmione di 8 metri sulla nave ancorata a metri di distanza?!

- La scena della fuga.
Ovverosia, quando King Kong scappa con in mano la protagonista...
Inizialmente la scena non ha nulla di male, se no che, arrivato ad un certo punto, Kong e la ragazza, braccati dall'esercito, finiscono su un lago ghiacciato.
Kong passando dal lago ghiacciato scivola e... SI METTE A RIDERE!O_o

Cioè, loro sono braccati dall'esercito, e non pensano a nient'aòtro da fare che mettersi a fare i minchioni sul lago ghiacciato?!
Scena del tutto inappropriata e ridicola.

Riguardo la fisica del film...
Normalmente, se una persona cade da un altezza superiore ai trenta metri, difficilmente all'impatto arriva tutto intero a terra, ragione per la quale viene detto "sfracellarsi".

Kong alla fine del film precipita dall Empire state bulding(ma correggetemi se sbaglio)da ben 443,2 metri di altezza.
Nel film lo scimmione arriva a terra tutto intero.. traete voi le vostre conclusioni :P

-Il finale
Dopo la morte di Kong, Joe black si lascia andare in una tristissima frase dicendo « Non sono stati gli aeroplani.... È la Bella che ha ucciso la Bestia. »

La frase non sarebbe neanche male, se non fosse per il fatto che nel film Black non sa assolutamente nulla del rapporto che si era sviluppato tra Kong e la protagonista durante la loro "fuga d'amore"sull'isola.


In conclusione, per me King kong ha veramente troppi punti oscuri nella sua trama per meritarsi una valutazione positiva.

Voto 5

ti rendi conto che in un film su king kong sono tutte critiche infondate?

volevi vedere king kong sfracellato a terra? la watts con le braccia sbudellate? mah, io no

EDIT: parliamoci chiaro, tutto ciò che hai citato l'avevo notato anche io eh, però dargli l'insufficienza per quello mi sembra un po' esagerato forse

L4GANN
25-04-11, 01:08:45
ti rendi conto che in un film su king kong sono tutte critiche infondate?

volevi vedere king kong sfracellato a terra? la watts con le braccia sbudellate? mah, io no

EDIT: parliamoci chiaro, tutto ciò che hai citato l'avevo notato anche io eh, però dargli l'insufficienza per quello mi sembra un po' esagerato forse

Critiche infondate?
Bene parliamone:)
Ammetto di avere sperato anche solo per un istante di vedere Kong sfracellato, ma ovviamente non è quello il punto
L'insufficienza ci sta' tutta per i miei gusti che ovviamente possono anche essere messi in discussione.
Tralasciando la "fisica del film":asd:che alla fine era una nota ironica e niente più, su quale dei punti che ho citato non sei d'accordo e perché?:)

Il Commodoro
25-04-11, 01:20:46
Critiche infondate?
Bene parliamone:)
Ammetto di avere sperato anche solo per un istante di vedere Kong sfracellato, ma ovviamente non è quello il punto
L'insufficienza ci sta' tutta per i miei gusti che ovviamente possono anche essere messi in discussione.
Tralasciando la "fisica del film":asd:che alla fine era una nota ironica e niente più, su quale dei punti che ho citato non sei d'accordo e perché?:)
Scusate per l'intromissione ma io credo che certi film vadano presi per quello che sono, fare critiche del genere su un remake di un film del '33 che parla di uno scimmione alto 30 metri che si innamora di una tizia bionda mi sembra stupido francamente.
E come chiedersi se Donnie Darko abbia senso oppure no. :asd:

L4GANN
25-04-11, 01:55:49
Scusate per l'intromissione ma io credo che certi film vadano presi per quello che sono, fare critiche del genere su un remake di un film del '33 che parla di uno scimmione alto 30 metri che si innamora di una tizia bionda mi sembra stupido francamente.
E come chiedersi se Donnie Darko abbia senso oppure no. :asd:

A parte il fatto che Kong era alto dodici metri, dire ad un altro che le proprie critiche siano stupide senza nemmeno provare ad argomentare i punti che ho citato è da cafoni -_-.
Oltre a questo, l'originale del 33' non l'ho visto, e di conseguenza non posso dire se il remake sia fedele o meno, ma cmq credo che all'epoca il pubblico avesse aspettative diverse dal cinema rispetto ad oggi, quindi un regista poteva permettersi certe licenze artistiche che oggi risultano incompatibile con il pubblico odierno.
Curare maggiormente la trama rispetto l'originale del 33' mi sembra quantomeno il minimo, altrimenti tanto vale vedersi l'originale in bianco e nero:)

Ma tralasciando i parallelismi con la pellicola in bianco e nero, io penso che i punti da me sollevati corrispondano a delle vere e proprie leggerezze commesse da Jakson.

---------- Post added at 01:55:49 ---------- Previous post was at 01:28:03 ----------


Scary Movie.
Il primo della serie ed il più accettabile...simpatiche le scene con Ghostface.

Lo stò rivedendo anch'io.
Magari non è un horror duro e puro, ma devo dire che a distanza di anni diverte ancora :)

charlesjudges
25-04-11, 04:25:25
Finalmente.

http://image.take40.com/300x400/the_social_network_movie_poster_300x400.jpg

The Social Network di David Fincher (2010):

Facebook è quasi un pretesto, per dirla con Hitchcock un MacGuffin: la trama ruota intorno a questo ma non ne diventa schiava. In realtà vuole essere un film sui rapporti sociali (e qui Facebook c'entra eccome, ma in senso lato) che incidentalmente incrocia una storia vera (o quasi). In alcuni punti magari troppo stereotipato, ma è piacevole l'assenza di solidi punti di riferimento circa il ruolo dei personaggi: non ci sono buoni e non ci sono cattivi, Zuckerberg sembra quasi spuntarla da antieroe ma il termine è forse azzardato, vista la fragilità e la tendenziale tenerezza con cui è caratterizzato il personaggio. Ho davvero adorato la fotografia morbida e il montaggio a cui va un Oscar meritato, ma è tutta la regia a fare una buona impressione. Esemplare la scena della gara di canottaggio che avevo già avuto modo di vedere grazie a qualcuno di voi. Molto bravo Eisenberg che si conferma un ottimo attore.

PIÙ CHE BUONO

p a n z e r
25-04-11, 12:14:03
http://img14.imageshack.us/img14/8343/vlcsnap14439075.png

L'astronave atomica del dottor Quatermass, di Val Guest.


Primo film della serie Quatermass, basato sulla serie tv The Quatermass Xperiment, di Nigel Kneale. Comunque L'astronave atomica ispirerà il dramma radiofonico di Nigel Kneale Quatermass II, che verrà poi ripreso come soggetto per il secondo film della serie, I vampiri dello spazio, sempre diretto da Val Guest.

Sempre loro due, Val Guest e Nigel Kneale. Complimenti a entrambi!

Devo fare una confessione, è la prima volta che vedo un cult di questo tipo, quella fantascienza di serie b che ai tempi quasi nessuno si cagò, o che comunque ricevette un sacco di critiche negative. Basta guardare la pagina wikipedia di questo film, dove sono riportati brevi commenti della stampa specializzata di quando uscì, e ne esce davvero con le ossa rotte.

Comunque non ne capisco il motivo. Sarà la mentalità diversa, sarà che effettivamente questa pellicola ha un certo fascino, ma per me Val Guest ha realizzato davvero un ottimo lavoro.

Partiamo da lei, la protagonista alla quale è stato dedicato il titolo: l'astronave. Ha un design semplice ma efficace, e gli interni sono realizzati ottimamente nonostante ne venga mostrata solo una minima parte (i limiti tecnici della pellicola non sono pochi, magari dopo ne parliamo). Anche il design delle tute spaziali è splendido!

http://www.fantascienza.com/cinema/astronave-atomica-quatermass/media/01.jpg


Il film parte in quarta, senza troppi giri di parole. Un razzo di origine sconosciuta precipita nel mezzo della campagna inglese.
Arriva subito sul luogo dell'impatto il professore (perchè poi dottore?) Quatermass, e ci spiega la situazione: quello è il primo razzo che abbia mai viaggiato nello spazio! L'equipaggio è composto da tre valorosi uomini, vivi o morti non si sa.
Appena l'astronave si apre esce Carroon, unico sopravissuto. Cosa ha causato la morte degli altri due uomini è un mistero.

Da qui in poi si articolano le ricerche di Quatermass, che con mente lucida e rigore scientifico cercherà di dare una spiegazione razionale al tutto, e dell'ispettore Lomax, un uomo semplice e abbastanza ignorante, che ha come unico pensiero la sicurezza dei suoi uomini e dei cittadini.
Tema centrale della pellicola e la ricerca scientifica, con i suoi limiti tecnici e soprattutto etici, questione comunque sulla quale Quatermass non ha dubbi: l'uomo è semplicemente un mezzo, serve solo per raggiungere fini e scoperte più grandi di lui, e la morte di qualche valoroso astronauta è ben poca cosa.
Un pensiero quantomeno condivisibile, se si pensa a quale sia la posta in gioco. Ma se poi le ricerche si spingono troppo oltre, e i risultati sfuggono al nostro controllo? In ogni caso sarà sempre Quatermass a risolvere la situazione, e ovviamente non si lascerà scoraggiare da un semplice incidente


"C'è niente che posso fare?"
"Sì, avrò bisogno di aiuto"
"Aiuto? E cosa vuole fare?"
"Cominciare da capo"

e un modellino di razzo sale verso un cielo stellato.


Come detto all'inizio, in un paio di punti sono evidenti dei limiti tecnici, comunque poca cosa. In primis il limitatissimo numero di location, o la stessa astronave della quale ci viene mostrata solo una cabina.
Tutto ciò incide ben poco, visto che le idee ci sono e Val Guest dirige sapientemente ogni scena.
In particolare ci tengo a segnalare quando Quatermass, Lomax e il resto del team visionano ciò che è rimasto della registrazione della scatola nera del'astronave, una realizzazione davvero d'effetto.


Non è difficile capire come questa pellicola sia diventata un cult, sono evidenti i punti che hanno ispirato numerose pellicole di successo uscite anche a diversi anni di distanza.
Il primo capitolo quindi di questa serie non poteva essere più interessante, e ora tocca a I vampiri dello spazio!

Togg
25-04-11, 14:10:21
Quando Panza scrive così tanto io mi spavento.

---------- Post added at 14:10:21 ---------- Previous post was at 13:43:23 ----------

Animal kingdom
E chi se lo aspettava. Soprattutto essendo storia di malavita c'è sempre il mio blocco presente. Diciamo che la storia è quella (finale più destrutturato per fortuna) e c'è il solito meccanismo di decadenza che mi infastidisce tanto di solito. Per fortuna qui è messo in chiaro fin da subito [dall'ottimo incipit pensato]. Bella dilatazione/intensificazione tramite musiche e, in minor parte, rallenty. Forse usata troppo spesso? In fondo no dai.
Per il resto ottima: regia che si muove perfettamente tra le varie spinte della trama, fotografia scura e granulosa con degli sfocati SERI, recitazione per fortuna adeguata(molto molto).

8

Gianpi
25-04-11, 14:34:03
Kick Ass voto: 8,9
Le impressioni le ho messe sul topic del film

Togg
25-04-11, 14:36:51
Kick Ass voto: 8,9


spunto negativo eh?

---------- Post added at 14:36:51 ---------- Previous post was at 14:35:25 ----------

Rullo mi dice che 8 ad Animal Kingodm è troppo. Ci tengo a precisare che la visione è stata ottima perché, per una volta, non avevo rumori scassa bip intorno.
Abbasso a 7,7

Rullo
25-04-11, 14:36:58
A parte il fatto che Kong era alto dodici metri, dire ad un altro che le proprie critiche siano stupide senza nemmeno provare ad argomentare i punti che ho citato è da cafoni -_-.
Oltre a questo, l'originale del 33' non l'ho visto, e di conseguenza non posso dire se il remake sia fedele o meno, ma cmq credo che all'epoca il pubblico avesse aspettative diverse dal cinema rispetto ad oggi, quindi un regista poteva permettersi certe licenze artistiche che oggi risultano incompatibile con il pubblico odierno.
Curare maggiormente la trama rispetto l'originale del 33' mi sembra quantomeno il minimo, altrimenti tanto vale vedersi l'originale in bianco e nero:)

Ma tralasciando i parallelismi con la pellicola in bianco e nero, io penso che i punti da me sollevati corrispondano a delle vere e proprie leggerezze commesse da Jakson.

---------- Post added at 01:55:49 ---------- Previous post was at 01:28:03 ----------



Lo stò rivedendo anch'io.
Magari non è un horror duro e puro, ma devo dire che a distanza di anni diverte ancora :)

io vedo quello di jackson come un king kong con la tecnologia odierna. non si è mai proposto di rinnovarne la trama, è semplicemente king kong ed è più tamarro che mai

p a n z e r
25-04-11, 14:38:07
vabbè ma non puoi cambiare un voto a un film solo perchè lo dice rullo :asd:

Togg
25-04-11, 14:40:39
vabbè ma non puoi cambiare un voto a un film solo perchè lo dice rullo :asd:

anche perché dice che l'ha visto senza capirlo :rickds: rialzo a 7,9

p a n z e r
25-04-11, 14:46:24
siete entrambi pessimi :sisi:

utente 8693
25-04-11, 14:56:20
Outrage di Kitano.
Bella fotografia, buona regia.
sceneggiatura confusa e con qualche buco /plot device di troppo.
Interpretazioni buone, ma nulla di trascendentale.

Francamente è difficile affezionarsi ai personaggi e gli avvenimenti ti lasciano un po' troppo indifferente.
Tutto sommato direi che non mi è piaciuto granchè.
Magari avrebbe funzionato come serie TV, visto il numero ingente di personaggi, ma come film.. troppa carne al fuoco, poco cotta.

Il Commodoro
25-04-11, 15:26:14
A parte il fatto che Kong era alto dodici metri, dire ad un altro che le proprie critiche siano stupide senza nemmeno provare ad argomentare i punti che ho citato è da cafoni -_-.
Oltre a questo, l'originale del 33' non l'ho visto, e di conseguenza non posso dire se il remake sia fedele o meno, ma cmq credo che all'epoca il pubblico avesse aspettative diverse dal cinema rispetto ad oggi, quindi un regista poteva permettersi certe licenze artistiche che oggi risultano incompatibile con il pubblico odierno.
Curare maggiormente la trama rispetto l'originale del 33' mi sembra quantomeno il minimo, altrimenti tanto vale vedersi l'originale in bianco e nero:)

Ma tralasciando i parallelismi con la pellicola in bianco e nero, io penso che i punti da me sollevati corrispondano a delle vere e proprie leggerezze commesse da Jakson.

---------- Post added at 01:55:49 ---------- Previous post was at 01:28:03 ----------



Lo stò rivedendo anch'io.
Magari non è un horror duro e puro, ma devo dire che a distanza di anni diverte ancora :)
Forse ho esagerato un po, lo ammetto, però sono del parere che su certi film non si può criticare tutto.
Se dovessimo mettere i puntini sulle i su tutto allora pure Star Wars non è "realistico" (per quanto possa esserlo un film del genere) perché si sentono i rumori nello spazio.
Certi film imho non devono per forza rappresentare la realtà ma una visione un po più spettacolare di essa, quante volte vediamo il James Bond di turno sparare ad una macchina e farla esplodere, beh questo in verità non sarebbe possibile ma è inutile dire che da un tocco in più al film.
Nemmeno io ho visto il film del '33 però non penso che uno possa, in un remake, alterare troppo il vero succo dell'originale.
La scena di King-Kong che sta sull'Empire State Building la conoscono bene o male tutti, cambiarla facendolo sfracellare sul suolo in stile splatter/tarantino sarebbe stato un po troppo, diciamo, "greve" :rickds:.
Poi con le tue altre critiche (tipo di quando si mettono a ridere sul lago ghiacciato) sono pienamente d'accordo. :sisi:

L4GANN
25-04-11, 15:43:40
Forse ho esagerato un po, lo ammetto, però sono del parere che su certi film non si può criticare tutto.
Se dovessimo mettere i puntini sulle i su tutto allora pure Star Wars non è "realistico" (per quanto possa esserlo un film del genere) perché si sentono i rumori nello spazio.
Certi film imho non devono per forza rappresentare la realtà ma una visione un po più spettacolare di essa, quante volte vediamo il James Bond di turno sparare ad una macchina e farla esplodere, beh questo in verità non sarebbe possibile ma è inutile dire che da un tocco in più al film.
Nemmeno io ho visto il film del '33 però non penso che uno possa, in un remake, alterare troppo il vero succo dell'originale.
La scena di King-Kong che sta sull'Empire State Building la conoscono bene o male tutti, cambiarla facendolo sfracellare sul suolo in stile splatter/tarantino sarebbe stato un po troppo, diciamo, "greve" :rickds:.
Poi con le tue altre critiche (tipo di quando si mettono a ridere sul lago ghiacciato) sono pienamente d'accordo. :sisi:

Qui non parliamo ne di Star wars ne di James bond ;)
Ho specificato gli aspetti di King kong che mi hanno deluso.
Ho già detto che il mancato sfracellamento di Kong era solo una nota ironica.

Anche se parliamo di un film di fantascienza, bisogna dare al film un minimo di coerenza, anche perché il fatto che Kong sia stato trasportato "magicamente" dall'isola del teschio alla nave, è solo uno dei tanti aspetti del film vittima di una noncuranza, che di certo, non ha niente a che vedere con la fantascienza.
Insomma, non ci si può sempre parare il culo con la scusa che "tanto è un film di fantascienza"... almeno questo è il mio pensiero riguardo la pellicola di Jakson.
Riguardo gli altri punti da me citati, non hai nulla da dire?:)

Rullo
25-04-11, 15:56:35
anche perché dice che l'ha visto senza capirlo :rickds: rialzo a 7,9

ma proprio tu fai disinformazione? :\

Togg
25-04-11, 16:07:10
Voi non tenete conto che a King kong si muovono tutti i peli ed è una cosa bellissima da vedere.


ma proprio tu fai disinformazione? :\

Scusa :asd:

L4GANN
25-04-11, 16:07:27
io vedo quello di jackson come un king kong con la tecnologia odierna. non si è mai proposto di rinnovarne la trama, è semplicemente king kong ed è più tamarro che mai

Poco importa se Jakson non ha voluto rinnovare la trama, mettendo delle pezze ai buchi narrativi.
Rimane il fatto che la sceneggiatura ha delle falle grosse quanto quelle del Titanic(la nave, non il film:rickds:).

Il Commodoro
25-04-11, 16:30:49
Qui non parliamo ne di Star wars ne di James bond ;)
Ho specificato gli aspetti di King kong che mi hanno deluso.
Ho già detto che il mancato sfracellamento di Kong era solo una nota ironica.

Anche se parliamo di un film di fantascienza, bisogna dare al film un minimo di coerenza, anche perché il fatto che Kong sia stato trasportato "magicamente" dall'isola del teschio alla nave, è solo uno dei tanti aspetti del film vittima di una noncuranza, che di certo, non ha niente a che vedere con la fantascienza.
Insomma, non ci si può sempre parare il culo con la scusa che "tanto è un film di fantascienza"... almeno questo è il mio pensiero riguardo la pellicola di Jakson.
Riguardo gli altri punti da me citati, non hai nulla da dire?:)
Guarda che io do al film il tuo stesso voto, cioè un 6 se non sbaglio...
Quindi sono d'accordo con te, dico solo che non bisogna criticarlo SOLO per questo.

Hicks
25-04-11, 16:32:34
World Invasion

Visto ieri sera.
Molto bello. Mi è piaciuta molto l'impostazione "realistica" del film. Alieni che sembrano realmente un esercito avente le medesime difficoltà a muoversi a terra dei marines.Usano tattiche militari, incontrano ostacoli che li fermano( VD scena del tank). Musiche fantastiche. Resa della atmosfera di guerra e devastazione riuscita benissimo. Un Black Hawk Dawn con gli alieni?Sì direi che questa è la migliore definizione he si può dare a questo film.Non capisco poi la noia da dove arrivi. Le scene d'azione ci sono e numerose, la storia è godibile.

Meno male che ho smesso di dare retta alla critca cinematografica anni fa.
Voto 8

mickes2
25-04-11, 16:38:14
rivisto Il Mago di Oz (1939) di Victor Fleming
http://www.permesso.org/wp-content/uploads/2010/08/mago-di-oz-71-anniversario.jpg
Col genere musical non vado per nulla d’accordo, ma con Il mago di Oz ho fatto sempre (e farò) un’eccezione…molto volentieri. Effetti speciali per l’epoca sensazionali, che oggi hanno inevitabilmente perso la loro “forza”, ma che comunque riescono a mantenere una loro freschezza visiva e si amalgamano piuttosto bene con lo svolgimento della storia. Storia che è narrata con gran leggerezza…ci si ritrova immersi in un mondo fatto di paesaggi e colori scintillanti. Personaggi di ogni tipo e dimensione, che non possono non rimanerti in mente per i loro costumi, le loro fattezze, i loro caratteri…e la bravissima Judy Garland, che recita, canta e danza con grande disinvoltura. Il messaggio finale è fin troppo ostentato, ma si può facilmente soprassedere.

7,5/8


rivisto Fargo (1996) di Joel Coen
http://www.stardustmovies.com/gallery_film/%28020109151409%29fargo410.jpg
Difficile trovare dei difetti a questa bellissima black-comedy. Tutto è ottimamente orchestrato, partendo dalla sceneggiatura di ferro, brillante, ritmata…alle ottime interpretazioni dei singoli: su tutti una Frances McDormand (memorabile il suo personaggio) ed un William H. Macy in formissima. Sullo sfondo glaciale e desolante del Nord Dakota, i fratelli ebrei imbastiscono una storia che ha a che fare con la cattiveria, il cinismo e la pochezza umana. Mescolano il tutto con il loro tocco noir, la regia senza fronzoli…ne esce un quadro del tutto desolante e pessimista.

9

L4GANN
25-04-11, 16:39:05
Guarda che io do al film il tuo stesso voto, cioè un 6 se non sbaglio...
Quindi sono d'accordo con te, dico solo che non bisogna criticarlo SOLO per questo.

Veramente gli ho dato 5 :asd:
E cmq per cosa bisogna criticare?
Visto che non bisogna criticare le i punti che ho citato, quali sono i motivi del tuo 6? :)

Rullo
25-04-11, 17:17:19
http://www.swamppolitics.com/news/politics/blog/2009/01/06/Jaws-thumb-475x203.jpg

jaws - steven spielberg

un giovane spielberg alle prese con uno dei copioni più promettenti della storia del cinema. il risultato, come si può intuire, sfocia in un film bellissimo e di pregiata fattura: lo squalo, protagonista sfuggente di una storia tiratissima, in continua ascesa fino al finale, ormai passato nell'antologia del cinema. le scenografie sono perfette nella loro semplicità e complice l'incredibile colonna sonora, potranno coinvolgere lo spettatore in un inevitabile vortice di sano terrore marittimo. ben fatto steven!

James
25-04-11, 19:33:42
Superbad by Greg Mottola(2007)


http://www.youtube.com/watch?v=dCz5DV0Bek0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Qcj0iNyOLqQ

Scritta dalla coppia Rogen/Goldberg questa commedia diretta dal buon Greg Mottola,con la supervisione dell onnipresente Judd Apatow,si può tranquillamente definire come una delle migliori del nuovo millennio.
Non siamo dalle parti di "American Pie" quà vi è nascosto un messaggio profondo dietro(eh?)
L Amicizia.

il trio composto da:Hill,Cera e Mintz-Plasse funziona a meraviglia anche perchè supportato dalla coppia Rogen/Hader e dalla graditissima presenza di Emma Stone.

L4GANN
25-04-11, 19:40:38
Superbad by Greg Mottola(2007)


http://www.youtube.com/watch?v=dCz5DV0Bek0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Qcj0iNyOLqQ

Scritta dalla coppia Rogen/Goldberg questa commedia diretta dal buon Greg Mottola,con la supervisione dell onnipresente Judd Apatow,si può tranquillamente definire come una delle migliori del nuovo millennio.
Non siamo dalle parti di "American Pie" quà vi è nascosto un messaggio profondo dietro(eh?)
L Amicizia.

il trio composto da:Hill,Cera e Mintz-Plasse funziona a meraviglia anche perchè supportato dalla coppia Rogen/Hader e dalla graditissima presenza di Emma Stone.

Ma il film nel complesso merita o c'è da prendere solo quella scena?

James
25-04-11, 19:44:30
Ma il film nel complesso merita o c'è da prendere solo quella scena?

Leggi tra le righe L4gann,io non dò più voti.

Rullo
25-04-11, 19:56:33
Poco importa se Jakson non ha voluto rinnovare la trama, mettendo delle pezze ai buchi narrativi.
Rimane il fatto che la sceneggiatura ha delle falle grosse quanto quelle del Titanic(la nave, non il film:rickds:).

tutti i film hanno falle.
se vuoi vederti un king kong noir non so cosa dirti, io sapevo a cosa andavo incontro
una scimmia che si innamora di una topa su un'isola abitata da DINOSAURI, non certo un dramma snob francese curato in tutti i particolari e pieno di piani sequenza con tanto di tragedia finale e monologo riflessivo

PS: jackson, non jakson

Togg
25-04-11, 20:02:18
ripeto. a king kong si muovono i peli. UNO PER UNO. ed è bellissimo da vedere, il resto...

mickes2
25-04-11, 20:31:45
tutti i film hanno falle.
se vuoi vederti un king kong noir non so cosa dirti, io sapevo a cosa andavo incontro
una scimmia che si innamora di una topa su un'isola abitata da DINOSAURI, non certo un dramma snob francese curato in tutti i particolari e pieno di piani sequenza con tanto di tragedia finale e monologo riflessivo

PS: jackson, non jakson

ohohoh
:claudia::claudia::claudia:

---------- Post added at 20:31:45 ---------- Previous post was at 20:30:37 ----------


ripeto. a king kong si muovono i peli. UNO PER UNO. ed è bellissimo da vedere, il resto...

esagerato :mah:

Togg
25-04-11, 20:39:24
esagerato :mah:

controlla :sisi:

charlesjudges
25-04-11, 20:44:14
Mi accingo a vedere Scott Pilgrim.

Togg
25-04-11, 20:45:26
Mi accingo a vedere Scott Pilgrim.

va beh ma tu arrivi dopo il bello dello scontro, non c'è gusto

L4GANN
25-04-11, 20:46:29
tutti i film hanno falle.
se vuoi vederti un king kong noir non so cosa dirti, io sapevo a cosa andavo incontro
una scimmia che si innamora di una topa su un'isola abitata da DINOSAURI, non certo un dramma snob francese curato in tutti i particolari e pieno di piani sequenza con tanto di tragedia finale e monologo riflessivo

PS: jackson, non jakson

Lascia perdere gli altri film, al momento noi stiamo parlando di King kong:rickds:
Il fatto che avevi aspettative basse non vuol dire che il film sia esente da difetti.

---------- Post added at 20:46:29 ---------- Previous post was at 20:45:50 ----------


ripeto. a king kong si muovono i peli. UNO PER UNO. ed è bellissimo da vedere, il resto...

Tu hai una fissazione con le pelurie eh:D

mickes2
25-04-11, 20:49:24
Mi accingo a vedere Scott Pilgrim.

condolianze :D

JT26
25-04-11, 20:56:11
Superbad by Greg Mottola(2007)


http://www.youtube.com/watch?v=dCz5DV0Bek0&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=Qcj0iNyOLqQ

Scritta dalla coppia Rogen/Goldberg questa commedia diretta dal buon Greg Mottola,con la supervisione dell onnipresente Judd Apatow,si può tranquillamente definire come una delle migliori del nuovo millennio.
Non siamo dalle parti di "American Pie" quà vi è nascosto un messaggio profondo dietro(eh?)
L Amicizia.

il trio composto da:Hill,Cera e Mintz-Plasse funziona a meraviglia anche perchè supportato dalla coppia Rogen/Hader e dalla graditissima presenza di Emma Stone.

raramente ho riso così come un cretino. visto una sera in una camera di albergo con mio cugino e abbiamo passato la notte a ricordare le battute. :asd:

Togg
25-04-11, 21:00:56
Tu hai una fissazione con le pelurie eh:D

Da liscio a ruvido :sisi:


Lascia perdere gli altri film, al momento noi stiamo parlando di King kong:rickds:
Il fatto che avevi aspettative basse non vuol dire che il film sia esente da difetti.


Ma non è che avesse aspettative basse. Non aveva aspettative sbagliate. Non si aspettava un film in cui la fisica e i movimenti all'interno dello scenario fossero realistici. Quello te lo puoi aspettare in un film di Kubrick, e nemmeno in quello a essere sinceri. Il cinema non ha bisogno che ogni azione abbia una corrispondenza di possibilità nella realtà.
Non so se mi sono spiegato.

Rullo
25-04-11, 21:06:07
Lascia perdere gli altri film, al momento noi stiamo parlando di King kong:rickds:
Il fatto che avevi aspettative basse non vuol dire che il film sia esente da difetti.

---------- Post added at 20:46:29 ---------- Previous post was at 20:45:50 ----------



Tu hai una fissazione con le pelurie eh:D

ma volevi vedere forse un documentario?
non sono difetti se il regista sa di avere messo quelle caratteristiche, per motivi commerciali o meno
il discorso di togg comunque è veritiero

sinceramente non capisco qual è il tuo obiettivo lagann

L4GANN
25-04-11, 21:12:38
Da liscio a ruvido :sisi:



Ma non è che avesse aspettative basse. Non aveva aspettative sbagliate. Non si aspettava un film in cui la fisica e i movimenti all'interno dello scenario fossero realistici. Quello te lo puoi aspettare in un film di Kubrick, e nemmeno in quello a essere sinceri. Il cinema non ha bisogno che ogni azione abbia una corrispondenza di possibilità nella realtà.
Non so se mi sono spiegato.

Be, io ho citato le cose che mi hanno deluso, e se permetti passare di punto in bianco alla perdita dei sensi dello scimmione,fino a quando si trova incatenato ad una nave che era stata ancorata a decine di metri dalla costa, senza fare vedere come King kong era stato trasportato, è una cosa che fa' sollevare ben più di un sopracciglio.
Non c'è bisogno di scomodare Kubrick per lamentarsi dei buchi narrativi di un film.
Qui non c'entra il fatto che King kong è un film di fantascienza, ma si tratta di problemi puramente logistici.

Bisogna scomodare Kubrick per trovare ridicola una scena in cui lo scimmione mentre è braccato dall'esercito, si mette a giocare nella neve?

-_-

---------- Post added at 21:12:38 ---------- Previous post was at 21:09:41 ----------


ma volevi vedere forse un documentario?
non sono difetti se il regista sa di avere messo quelle caratteristiche, per motivi commerciali o meno
il discorso di togg comunque è veritiero

sinceramente non capisco qual è il tuo obiettivo lagann

Che obiettivo?:morristend:
Come ho detto e ridetto, ho citato le caratteristiche di King kong che me lo hanno fatto reputare un filmetto mediocre con tanti tanti effetti speciali.
A te magari questi aspetti non hanno dato fastidio, ma io li ho trovate leggerezze grossolane.

Togg
25-04-11, 21:19:40
Be, io ho citato le cose che mi hanno deluso, e se permetti passare di punto in bianco alla perdita dei sensi dello scimmione,fino a quando si trova incatenato ad una nave che era stata ancorata a decine di metri dalla costa, senza fare vedere come King kong era stato trasportato, è una cosa che fa' sollevare ben più di un sopracciglio.
Non c'è bisogno di scomodare Kubrick per lamentarsi dei buchi narrativi di un film.
Qui non c'entra il fatto che King kong è un film di fantascienza, ma si tratta di problemi puramente logistici.

Bisogna scomodare Kubrick per trovare ridicola una scena in cui lo scimmione mentre è braccato dall'esercito, si mette a giocare nella neve?


No. Evidentemente mi sono spiegato male.
Prima di tutto ho citato kubrick per l'unico motivo che era solito curare nel dettaglio tutti gli aspetti del film. Quindi anche la fisica.
Detto ciò. Se viene omesso il pezzo del trasporto di kong non si tratta di un buco "narrativo". Al massimo di un buco "documentaristico". Poiché quella scena non aveva la MINIMA importanza dal punto di vista della narrazione. Anzi, come hai fatto ben notare tu poteva costituire un impedimento allo svolgersi della stessa. Quindi ometterla è la cosa più delicata e sensata da fare.
Spostandoci invece al pezzo in cui Kong danza su una lastra di ghiaccio facciamo un bilancio scientifico. E' più importante l'aspetto dei pesi (irrealistico) e della logicità del comportamento (per alcuni poco plausibile magari) o l'enorme impatto visivo (ghiaccio, leggerezza dei due, amore) e sentimentale che ne scaturisce? Ovviamente è una domanda retorica.

Rullo
25-04-11, 21:22:33
vabbè io mi tiro fuori, qua non si cava un ragno dal buco

mickes2
25-04-11, 21:22:55
Punto di non ritorno (1997) di Paul W.S. Anderson
http://cinegeek.com/wp-content/uploads/2008/12/event_horizon.jpg
L’idea è già un po’ logora in partenza e nel prosieguo la regia regge a momenti alterni. Il cast a volte sembra un po’ in imbarazzo, perché mal diretti. Anderson per giunta, prende come modello l’Alien di Scott, ma non basta…la sceneggiatura non è all’altezza, perde colpi, e si trascina piuttosto stancamente, tra situazioni abbastanza prevedibili e scontate. Non ci sono guizzi, a parte qualche sequenza riuscita che mixa del buon horror/thriller, e la citazione a Shining (che trova un suo contesto).

5/5,5

L4GANN
25-04-11, 21:28:55
vabbè io mi tiro fuori, qua non si cava un ragno dal buco

..;)

Il Commodoro
25-04-11, 22:18:09
Veramente gli ho dato 5 :asd:
E cmq per cosa bisogna criticare?
Visto che non bisogna criticare le i punti che ho citato, quali sono i motivi del tuo 6? :)
6 perché mi è sembrato un remake che non aggiunge nulla di più al già mediocre originale, diciamo che con o senza quegli "errori" che hai citato te la mia opinione del film non cambierebbe di molto.

Rullo
25-04-11, 22:45:44
..;)

ti abbiamo risposto in tutti i modi possibili eppure continui a cercare... non so cosa

L4GANN
25-04-11, 22:53:33
ti abbiamo risposto in tutti i modi possibili eppure continui a cercare... non so cosa

Non capisco il motivo di questo tono aggressivo.
Per come la vedo io abbiamo avuto soltanto un normalissimo scambio di opinioni, niente di più, niente di meno ;)

TronLight
25-04-11, 23:26:07
Oggi ho visto Limitless, davvero un bel film, la storia potrà sembrare stupida ma invece è molto bella e ben raccontata. :asd:
Bradley Cooper mi piace un sacco, è molto espressivo e divertente, se la cava molto bene. :asd:

Vigo
26-04-11, 00:19:32
Habemus Papam di Moretti al cinema
Prime impressioni positive, anche se il modo di recitare di Moretti era a mio parere un po' inadeguato. Era troppo "finto", continuava a rompere (volontariamente e non) la quarta parete rendendo evidente la finzione cinematografica: magari è proprio quello che voleva ottenere, però mi ha lasciato un po' così così.

JT26
26-04-11, 00:25:25
Habemus Papam di Moretti al cinema
Prime impressioni positive, anche se il modo di recitare di Moretti era a mio parere un po' inadeguato. Era troppo "finto", continuava a rompere (volontariamente e non) la quarta parete rendendo evidente la finzione cinematografica: magari è proprio quello che voleva ottenere, però mi ha lasciato un po' così così.

forse avrei (avremmo? non so chiedo) dovuto vedere altro di Moretti. magari è una sua caratteristica, che per me è il primo film, fatto sta che ho avuto le stesse impressioni e mi è piaciuto da morire.

Vigo
26-04-11, 01:18:45
Si io non credo di aver visto mai altro di Moretti, e me ne sto pentendo. Il film mi è piaciuto molto, e non mi ha disturbato troppo questa caratteristica, semplicemente avrei preferito che fosse stata meno evidente. Ma lo rivedrò sicuro appena esce in home video

Bakline
26-04-11, 01:49:57
Mi sto riguardando Funny Games (il remake)

L4GANN
26-04-11, 01:51:38
Stanchi dei soliti cinepanettone?
Se la risposta è si allora vi consiglio di dare un assaggio a..

http://static.screenweek.it/2009/9/14/Pandorum-Poster-Brasile.jpg

PANDORUM

Battute penose a parte, la pellicola diretta da Christian Alvart, mi ha colpito molto per l'incredibile somiglianza con Dead space.
Anche qui il protagonista è un ingegnere, ma a differenza di Isac, non è armato di un armatura ma di una normalissima tuta che a poco gli servirà contro i feroci attacchi degli esseri che infestano la nave.
Insomma, più che un cacciatore qui abbiamo una vittima che arranca per tutta la nave fino al reattore, al fine di attivarlo.

Affascinante, e a tratti claustrofobico, Pandorum è una pellicola che consiglio.

JT26
26-04-11, 02:28:00
Exit Trough the Gift Shop

Sembra una farsa gigantesca.
Vorrei informarmi ma ho sonno.

9.

L4GANN
26-04-11, 02:42:50
Leggi tra le righe L4gann,io non dò più voti.

Ho capito.
Mi toccherà vedere anche questo film:P

JT26
26-04-11, 02:55:47
Ho capito.
Mi toccherà vedere anche questo film:P

Capirai quanto sia impegnativo :asd: Vedilo.

Ah sì ho visto Giovanna d'Arco al rogo di Rossellini. Meno patriottico di Besson ma decisamente più evangelico, i riferimenti alla Passione a un certo punto diventano troppo spudorati con tanto di Eloì, Eloì, lemà sabactàni? conclusivo.
Mi vergogno a dire che i cori dopo un po' rompono le palle ma puoi sempre perderti nella fotografia e non farci caso, tanto si sa che non dicono mai nulla di interessante. E comunque sono perfetti e non sostituibili assolutamente.
Non so come sia stato possibile ricreare questa noia fighissima, ma me ne compiaccio. E' cinema italiano.

7.5

http://img194.imageshack.us/img194/1207/jeannec.png

charlesjudges
26-04-11, 03:20:26
http://www.film.it/immagini/300x400/scott_pilgrim_vs_the_world_ver2-15410517.jpg

Scott Pilgrim vs. the World di Edgar Wright (2010):

Dio mio che stile, il mio cuore è scoppiato di felicità nel vedere la cura con cui è stato realizzato, dalla intro della Universal a 8 bit passando per ogni minimo immenso dettaglio geek. Mi ha ridotto ad un cumulo di monetine. Non ho nemmeno rilevato particolari appesantimenti nella seconda parte, come qualcuno mi pare avesse detto. Forse solo una corsa verso il finale un po' precipitosa, va be'. Ah, I'm in lesbian with Ramona.

OTTIMO

mickes2
26-04-11, 08:37:22
Dio mio che stile, il mio cuore è scoppiato di felicità nel vedere la cura con cui è stato realizzato, dalla intro della Universal a 8 bit passando per ogni minimo immenso dettaglio geek. Mi ha ridotto ad un cumulo di monetine. Non ho nemmeno rilevato particolari appesantimenti nella seconda parte, come qualcuno mi pare avesse detto. Forse solo una corsa verso il finale un po' precipitosa, va be'. Ah, I'm in lesbian with Ramona.

OTTIMO

ma se è un loop continuo dalla prima mezz'ora in poi :D

p a n z e r
26-04-11, 10:08:35
ma se è un loop continuo dalla prima mezz'ora in poi :D

michele, ci hai rotto i ******** :sisi: e un enorme buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu per vigo e jt26 che non hanno visto altro di moretti.



Dopo commento Vera Cruz.

mickes2
26-04-11, 10:19:16
:D
io ero uno di quelli che aveva avvertito la pesantezza e mi sentivo tirato in causa :D il fatto che il film vada in loop continuato di un'ora e trenta è innegabile :D


vabbè adesso, non fare il figo con Aldrich :sisi:
e ti devi ancora guardare un Kar-Wai -_-

Togg
26-04-11, 11:14:49
Picnic a Hanging Rock, Peter Weir

Perfetto respiro metafisico. Con una notevole integrazione tra piccole frasi lanciate qua e la, sovrapposizione d'immagine, naturalismi vari, urli e accellerazioni, ecc...
Proprio bello.

8,5


Exit Trough the Gift Shop

Sembra una farsa gigantesca.
Vorrei informarmi ma ho sonno.

9.

Yeaa!


Mi sto riguardando Funny Games (il remake)

beato te.


Habemus Papam di Moretti al cinema
Prime impressioni positive, anche se il modo di recitare di Moretti era a mio parere un po' inadeguato. Era troppo "finto", continuava a rompere (volontariamente e non) la quarta parete rendendo evidente la finzione cinematografica: magari è proprio quello che voleva ottenere, però mi ha lasciato un po' così così.

allora, capisco che in effetti non essendoci abituati faccia un effetto strano. Però ci sta proprio bene!


http://www.film.it/immagini/300x400/scott_pilgrim_vs_the_world_ver2-15410517.jpg

Scott Pilgrim vs. the World di Edgar Wright (2010):

Dio mio che stile, il mio cuore è scoppiato di felicità nel vedere la cura con cui è stato realizzato, dalla intro della Universal a 8 bit passando per ogni minimo immenso dettaglio geek. Mi ha ridotto ad un cumulo di monetine. Non ho nemmeno rilevato particolari appesantimenti nella seconda parte, come qualcuno mi pare avesse detto. Forse solo una corsa verso il finale un po' precipitosa, va be'. Ah, I'm in lesbian with Ramona.

OTTIMO

MICKY OWNED :rickds:

tvb charlie :sisi:

mickes2
26-04-11, 11:24:53
:cry:

vabbè, brava, per Picnic :claudia:

p a n z e r
26-04-11, 11:30:39
michele non apprezza certe pellicole perchè è vecchio dentro :sisi:




http://img689.imageshack.us/img689/2844/22dvd600.jpg

Vera Cruz, di Robert Aldrich.


Mica male, primo film che vedo di Aldrich, e anche primo western americano (prima d'ora avevo visto solo i capolavori di Leone).
Gary Cooper e Burt Lancaster sono semplicemente fenomenali. Il primo è Benjamin Trane, ex colonnello dell'esercito sudista, in fuga da un passato del quale non ci rivelerà molto, ma quanto basta per delineare ottimamente il personaggio. Trane è un gentiluomo, con il cuore più tenero di quanto non voglia ammettere, ma soprattutto è un eccellente tiratore.
Lancaster invece è Joe Erin, un fuorilegge incredibilmente temuto e rispettato, e ha la strana abitudine di sorridere di continuo, anche nelle situazioni peggiori.
La classica coppia formata da opposti che il destino riunisce per portare a termine una missione, e come al solito in ballo c'è un sacco di oro.
È interamente ambientato in Messico, e l'ambientazione non potrebbe essere più evocativa (complice una accezzatissima colonna sonora).
Gli scontri sono diretti alla perfezione, hanno un ottimo ritmo e nonostante l'alto numero di attori e comparse l'azione non risulta mai confusa.
È un'avventura veloce e intensa, dove i legami tra i personaggi sono in costante cambiamento, tra alleanze segrete e tradimenti. Nonostante la situazione storica non ci sono ideali che possano convincere i nostri personaggi a schierarsi da una parte a discapito di un'altra ("Nessuna causa vale 3 milioni di dollari"), l'unica cosa che conta è portare a casa un po' di oro, e magari anche la pelle.
A questo riguardo il finale è positivo quanto drammatico, bellissimo.

Decisamente soddisfatto :sisi:

Il Commodoro
26-04-11, 13:16:23
American Pie 1
Non me lo ricordavo così sentimentale...:cry2:

James
26-04-11, 14:39:13
Stanchi dei soliti cinepanettone?
Se la risposta è si allora vi consiglio di dare un assaggio a..


PANDORUM

Battute penose a parte, la pellicola diretta da Christian Alvart, mi ha colpito molto per l'incredibile somiglianza con Dead space.
Anche qui il protagonista è un ingegnere, ma a differenza di Isac, non è armato di un armatura ma di una normalissima tuta che a poco gli servirà contro i feroci attacchi degli esseri che infestano la nave.
Insomma, più che un cacciatore qui abbiamo una vittima che arranca per tutta la nave fino al reattore, al fine di attivarlo.

Affascinante, e a tratti claustrofobico, Pandorum è una pellicola che consiglio.

Un immagine più piccola non c era?

Togg
26-04-11, 18:58:47
Oddeo pastore. Ma ti stai recuperando tutto Clint? Io dovrei vedere a breve Bird, bello vero?

p a n z e r
26-04-11, 19:02:26
Bird ce l'ho pure io da vedere! Consigliato da un amico, devo solo trovare il tempo


http://www.youtube.com/watch?v=mJrhOjvDbtg

Togg
26-04-11, 19:22:50
anche perché dura un'eternità

mickes2
26-04-11, 21:42:39
The Poughkeepsie Tapes (2007) di John Erick Dowdle
http://www.horrorsociety.com/wp-content/uploads/2011/01/poughkeepsie.jpg
Con grande utilizzo del taglio documentaristico ed una ottima gestione dei tempi e dei modi, il regista imprime al film una forza narrativa ed un crescendo di pazzia a cattiveria implacabile. In particolare ci si concentra sulla figura di Cheryl, una ragazza catturata e tenuta in segregazione, torturata e seviziata per ben 8 anni. La sua brevissima intervista finale è qualcosa di profondamente toccante...le sue parole e il suo sguardo ti attraversano, ti scuotono, ti si aggrappano addosso, ti folgorano, all'istante. Questo è un pugno nello stomaco…ed anche bello forte… Per quanto mi riguarda siamo ai livelli di A l'intèrieur e Martyrs.

7,5

---------- Post added at 21:42:39 ---------- Previous post was at 20:13:04 ----------

Rushmore (1998) di Wes Anderson
http://4.bp.blogspot.com/-L6zIC9VdtsY/TZtdkflON8I/AAAAAAAAGHQ/26OGtduxAww/s1600/rushmore7.gif
Il distacco dall esordio Bottle Rocket è lampante. Rushmore è un film maturo dove l’autorialità del regista (che si occupa anche di soggetto e sceneggiatura) acquisisce quello spessore che tanto mancava nella precendente pellicola. Il rapporto tra il protagonista (Max, un quindicenne dalla grande inventiva, in apparenza un secchione…) e l’insegnante (Miss Cross), viene trattato con leggerezza, libero da ogni tipo di clichè o forzatura. I personaggi di contorno sono deliziosi e caratterizzati a dovere, su tutti Herman Blume (Bill Murray), che si prenderà una cotta per Miss Cross, rompendo una sorta di equilibrio che si era formato tra lui, Max e la contesa maestra. Da qua in poi il film prenderà una graziosissima piega malinconica, ironica, dolce…ma anche riflessiva al tempo stesso, portata avanti sempre con il rigore formale e lo stile, che oramai è parte del regista texano.

7,5

L4GANN
26-04-11, 22:49:51
Un immagine più piccola non c era?

Si, ma non mi piacevano :P

Avevo dimenticato lo spoiler.

Magnottone
26-04-11, 23:36:17
finalmente mi son visto mullholland drive.

a me è piaciuto.senza mezzi termini, senza star qui a giudicare quello che va o non va, a volte mi piace solo esser trascinato.. e cosi è stato.
negli ultimi 20\25 minuti il cervello mi fumava x dar un senso a tutto quello che avevo visto prima, sembrava una corsa contro il tempo.. prima lo avevi "spento" e ora dovevo spremerlo al massimo e nel frattempo dovevo anche vedere e capire quello che stava succedendo al momento e non solo precedentemente....e nonostante abbia a sommi capi dato un senso a quasi tutto, x alcune parti proprio non cero arrivato...
grande film

e ora che mi vedo di lynch??????????????????????

p a n z e r
26-04-11, 23:46:02
finalmente mi son visto mullholland drive.

a me è piaciuto.senza mezzi termini, senza star qui a giudicare quello che va o non va, a volte mi piace solo esser trascinato.. e cosi è stato.
negli ultimi 20\25 minuti il cervello mi fumava x dar un senso a tutto quello che avevo visto prima, sembrava una corsa contro il tempo.. prima lo avevi "spento" e ora dovevo spremerlo al massimo e nel frattempo dovevo anche vedere e capire quello che stava succedendo al momento e non solo precedentemente....e nonostante abbia a sommi capi dato un senso a quasi tutto, x alcune parti proprio non cero arrivato...
grande film

e ora che mi vedo di lynch??????????????????????
Dipende, hai visto altro? Comunque ti consiglio Lost Highway

Edward
26-04-11, 23:48:21
HO appena finito di vedere 127 ore, è inquietante come film :asd:, non sono rimasto soddisfatto del finale

Magnottone
26-04-11, 23:48:36
ho visto the elephant man... vabbè... indimenticabile, uno dei film piu commoventi che abbia mai visto.

strade perdute, velluto blu, cuore selvaggio,l ultimi island qualcosa...ecc non ho visto nulla.. non so da dove iniziare.

utente 8693
26-04-11, 23:50:22
velluto blu.

Magnottone
26-04-11, 23:57:48
ah ho visto pure DUNE. ma non intendo rivederlo onestamente... potrebbe essere uno die pomeriggi piu pallosi della storia.

Armin
27-04-11, 07:47:52
ah ho visto pure DUNE. ma non intendo rivederlo onestamente... potrebbe essere uno die pomeriggi piu pallosi della storia.

E' il peggior film di Lynch infatti :asd:
Non è stato lasciato libero di esprimere quello che voleva purtroppo.
Ti consiglio Eraserhead :sisi:

Togg
27-04-11, 07:59:37
ho visto the elephant man... vabbè... indimenticabile, uno dei film piu commoventi che abbia mai visto.

strade perdute, velluto blu, cuore selvaggio,l ultimi island qualcosa...ecc non ho visto nulla.. non so da dove iniziare.

visto che ti è piaciuto mulholland direi di scegliere tra
eraserhead/velluto blu/strade perdute

Erik
27-04-11, 13:41:48
E' un peccato che Dune sia un film così poco riuscito, vista anche la qualità del romanzo da cui è tratto.
Lo sceneggiato televisivo che hanno girato una decina d'anni fa è addirittura più inguardabile della pellicola di Lynch.

Togg
27-04-11, 14:07:34
E' un peccato che Dune sia un film così poco riuscito, vista anche la qualità del romanzo da cui è tratto.
Lo sceneggiato televisivo che hanno girato una decina d'anni fa è addirittura più inguardabile della pellicola di Lynch.

torna David :tragic:

Vall77
27-04-11, 15:21:43
E' un peccato che Dune sia un film così poco riuscito, vista anche la qualità del romanzo da cui è tratto.
Lo sceneggiato televisivo che hanno girato una decina d'anni fa è addirittura più inguardabile della pellicola di Lynch.

Lo sceneggiato è tremendo. Al film di Lynch sono invece affezionato. E' sicuramente pieno di difetti sia produttivi che di sceneggiatura, oltre a peggiorare vertiginosamente nell'ultima parte, ma tutto sommato ha i suoi spunti. Complessivamente, sono d'accordo che non sia tra i più brillanti di Lynch, ma non lo boccio.

utente 8693
27-04-11, 15:45:54
http://k.min.us/infQLW.jpg

Mishima: A life in four chapters (Paul Schrader, 1985):

Un film mastodontico, sia come tematiche, che come cinematografia.
Sono ancora shockato dalla visione, esprime perfettamente la potenza del cinema, sia a livello concettuale che sensoriale.
Il personaggio di Yukio Mishima, con la sua follia e genialità, regge tranquillamente 2 ore di film, ma ne avrebbe rette anche 3.
La tematica ruota comunque sempre a quello che è stato il trauma più grande per la società Giapponese, il brusco passaggio dall'epoca dei Samurai a quella moderna, avvenuto in pochi decenni, senza preavviso; tuttavia il film è anche di più ampio respiro, con l'ossessione per l'estetica e la bellezza, la perfezione esteriore che assilla Mishima, è un dilemma più umano che Giapponese (sebbene la cultura orientale sia particolarmente legata ad esso).
E poi Glass, come sempre, immenso:

http://www.youtube.com/watch?v=GVAUnKK1DdQ


http://www.youtube.com/watch?v=JiKKuM9rkeQ
.


http://k.min.us/inkjkg.jpg

Manderlay (Lars Von Trier, 2005):

Francamente durante la visione avevo ancora Mishima che mi rimbombava in testa, ma sicuramente un altro grande film di Von Trier.
L'ho trovato un po' più debole di Dogville, perchè ovviamente si ripete su molti aspetti stilistici, ma i contenuti non mancano.
Il concetto di schiavitù psicologica è affrontato molto intelligentemente secondo me e con la solita vena tremendamente depressiva di Von Trier (anche se, con un qrgomento simile, difficile fare altrimenti).
I titoli di coda attorcigliano le budella dal dolore, devo dire.

Zeno
27-04-11, 15:49:26
Lo sceneggiato è tremendo. Al film di Lynch sono invece affezionato. E' sicuramente pieno di difetti sia produttivi che di sceneggiatura, oltre a peggiorare vertiginosamente nell'ultima parte, ma tutto sommato ha i suoi spunti. Complessivamente, sono d'accordo che non sia tra i più brillanti di Lynch, ma non lo boccio.

Lo ha bocciato lo stesso Lynch. :sisi:
Io me so addormito con tutto che David è uno dei miei registi preferiti.

Vall77
27-04-11, 16:01:29
Lo ha bocciato lo stesso Lynch. :sisi:
Io me so addormito con tutto che David è uno dei miei registi preferiti.

Lo so che lo boccia, sicuramente c'è di mezzo anche il fatto che era incazzato nero con la produzione.
Comunque insomma, non lo elevo a capolavoro neanch'io. Però i libri di Dune non li ho letti, magari anche questo influenza il mio giudizio.

utente 8693
27-04-11, 16:22:23
Io ricordo che mi faceva cagare sotto, da bambino.
Non lo vedo da anni, Dune.

Togg
27-04-11, 17:26:27
Preciso che io Manderlay l'ho odiato.