PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 [50] 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

Vall77
28-05-11, 23:51:49
Basta vedersi prima Inland Empire.
Dopo quello, Mulholland sembrerà un orologio svizzero.

OrientalDog
29-05-11, 00:16:03
è semplice:
prima parte ->sogno.
seconda parte ->realtà.
questo lo so, ma c'è una miriade di elementi che si collegano tra realtà è sogno che si possono interpretare in modi diversi. oltre al fatto che la spiegazione ufficiale può non essere l'unica interpretazione. il tutto può anche essere visto ad esempio come realtà parallele.
e comunque per me la seconda parte è risultata molto più onirica della prima...

Togg
29-05-11, 09:44:55
bisogna tenere conto anche della genesi del film :sisi: e poi non è che ci sia un'unica interpretazione possibile, non per forza tutti gli elementi devono avere un senso.

Togg
29-05-11, 12:42:20
Il Laureato, 1967
Di inizi e (false) partenze, anche 40anni dopo si percepisce lo scarto che deve aver creato per le concezioni di quegli anni. Tengono anche le trovate comiche. Finale strappa applauso.

8 (anche perché mettendo per tre volte "the sound of silence" non si può non essere felici)

mickes2
29-05-11, 13:00:09
Il Laureato, 1967
Di inizi e (false) partenze, anche 40anni dopo si percepisce lo scarto che deve aver creato per le concezioni di quegli anni. Tengono anche le trovate comiche. Finale strappa applauso.

8 (anche perché mettendo per tre volte "the sound of silence" non si può non essere felici)

e la splendida sequenza iniziale? e la regia di Nichols? che tecnica! per non parlare della fotografia.

Magnottone
29-05-11, 13:21:05
we ho visto old boy.
fico il quasi-finale e finale. non me l aspettavo.

Togg
29-05-11, 13:36:09
e la splendida sequenza iniziale? e la regia di Nichols? che tecnica! per non parlare della fotografia.

la regia era inclusa nella mia lode, la fotografia pure molto coraggiosa. anche se avrebbe potuto usare lenti migliori :asd:

---------- Post added at 13:36:09 ---------- Previous post was at 13:35:10 ----------

Bene bene, ieri e oggi ho sfoltito un bel po' la lista. I successivi sono:


batman returns
la casa
la fiamma del peccato
bird
cobra verde

xatmo
29-05-11, 13:56:15
we ho visto old boy.
fico il quasi-finale e finale. non me l aspettavo.

a me ha fatto impazzire quel film, alla mia ragazza é venuta la pelle d'oca dallo schifo quando ha capito cos'era successo :wush:

Magnottone
29-05-11, 14:04:58
a me è piaciuto piu lady vendetta tra i due, lho trovato piu poetico, riflessivo, poi le musiche erano eccesionali ed altro... ma penso sia un film diverso, a momenti un genere diverso.. quindi il paragone non si dovrebbe porre.
vabbe che son gusti in fin dei conti.

old boy gran bel film certo questo è sicuro.

Robo@nte
29-05-11, 14:46:24
OldBoy, a mio avviso, resta il migliore della "trilogia della vendetta"...e se è uscito in Italia dobbiamo solo che ringrazie Quintino Tarantino:sisi:

mickes2
29-05-11, 18:22:14
The human centipede (2009) di Tom Six
http://static.blogo.it/cineblog/thehumancentipedefoto2.jpg
I primi 25 minuti sono totalmente campati per aria, banali, le attrici girano del tutto a vuoto e sono piuttosto impacciate. Detto ciò, l'atmosfera che Tom six riesce ad imprimere al film (anche grazie alla prova dell'ispiratissimo Dieter Laser) è di quelle che si ricordano. Molto buono l'aspetto formale con regia e fotografia forse fin troppo ricercate; ma, se metti in scena un'idea così intrigante, perversa e deviata, perché non darci dentro con gli effetti speciali? È un film non riuscito per questo apparente secondario motivo.

6,5



L’Isola (2000) di Kim Ki-Duk
http://image.forumcommunity.it/9/3/2/6/3/9/1231376835.jpg
Simbolico,delirante,astratto,disturbante.Una storia d’amore per certi versi,di non facile fruibilità,è innegabile,immersa in un contesto alienante;un rigore formale sempre ammirevole,ma forse fin troppo ostentato;nei lunghi silenzi che la fanno da padrone,si sviluppa un rapporto straziante e morboso al tempo stesso,che ha un amo da pesca come oggetto di congiungimento.Valido,in quanto la forza nel film sta nell’intensità delle gesta e dello sguardo della donna-strega che veglia sull’Isola e sul suo uomo.

7



Hor Rod (2007) di Akiva Schaffer
http://www.moviecritic.com.au/images/hot-rod-andy-samberg1.jpg
A tratti simpaticissimo. Alcune gag fanno davvero ridere di gusto (la sequenza iniziale, il giapponese che balla muovendo il bacìno, il tut-tut-ben-benee a suon di rap, gli amici che ripetono a loop le stesse cose), ma il film è anche abbastanza evanescente, scade in sequenze francamente evitabili. Andy Samberg fa quello che può con apprezzabili risultati e il rapporto padre-figlio è simpatico. Il finale è degno, ma tutto il resto (nonostante simpatizzi molto per fratpack & co.) è un inutile taglia e cuci.

6


Il delitto Fitzgerald (2003) di Matthew Ryan Hoge
http://cinemascope85.files.wordpress.com/2008/02/il-delitto-fitzgerald.jpg
Leland Fitzgerald,un taciturno ragazzo di 16 anni compie un terribile omicidio. Imprigionato in un carcere minorile,viene seguito da un tutore che tenta di scoprire il mistero che sta dietro al delitto. Un viaggio nella mente di Leland,commovente e quasi straziante il motivo che lo porta a commettere l’efferato gesto. Affascinante ed anticonformista l'introspezione a lui dedicata ed impressa dal regista. Dal buon respiro anche l'impronta narrativa di Hoge che si mantiene meticoloso e non eccede. Una buona riflessione sulla condizione umana. Grande Gosling!

7



Eden Lake (2008) di James Watkins
http://2.bp.blogspot.com/_9N88zhnU1s0/TSxG7siI7lI/AAAAAAAACd4/XdW9SnHT1Jg/s1600/eden-lake-horror.jpg
Un Them in salsa americana.Se la pellicola francese suggeriva,lasciava presagire, costruiva l’atmosfera tra luci e ombre e puntava sul vedo-non vedo,con sufficienti risultati,il film di Watkins è agli antipodi per struttura narrativa.Il messaggio arriva subito forte e chiaro,c'è una critica di fondo alle famiglie,alla mancata educazione dei ragazzi che vengono lasciati in balìa di loro stessi.Il regista non si trattiene,fa vedere tutto e subito,costruisce un buon livello di tensione ed è spietato nel finale.Non esente da difetti,ma riuscito.

7

Magnottone
29-05-11, 19:10:19
buffalo 66

Mi aspettavo moooooooooooooolto meglio. In fin dei conti non mi ha appassionato e non mi ha entusiasmato neanche il personaggio, ho preferito lei addirittura.
Un film sopravvalutato tutto sommato.

the humane centipede

frase del film "mi dispiace devo cagare".. considerando la situazione potete immaginare.
non si vede NULLA... un ora e mezza buttate nel cesso per me, non fa schifo, non fa paura, è noioso, il peggio del peggio nato da un idea orrenda, al limite del COMICO, ma che se fatta in altro modo poteva dar frutti almeno sufficienti...

ma mi posso vedere 40 min di film in cui uno ha la bocca nel culo di un altro e quindi non puo parlare?

Togg
29-05-11, 23:20:36
Uffi. Ma nessuno mi è venuto appresso su post mortem? Freccia :( E gli altri se lo vedano, ora!
Io ho consolidato. Tony Manero è superiore perché la situazione politica emerge dallo sfondo in modo più riuscito. In post mortem è troppo palesato.

mickes2
29-05-11, 23:53:30
the humane centipede

frase del film "mi dispiace devo cagare".. considerando la situazione potete immaginare.
non si vede NULLA... un ora e mezza buttate nel cesso per me, non fa schifo, non fa paura, è noioso, il peggio del peggio nato da un idea orrenda, al limite del COMICO, ma che se fatta in altro modo poteva dar frutti almeno sufficienti...

ma mi posso vedere 40 min di film in cui uno ha la bocca nel culo di un altro e quindi non puo parlare?

ma l'idea non è assolutamente comica, anzi, ha un suo fondo di plausibilità e veridicità. certo che la tua lettura è del tutto superficiale ma ci può stare eh

mickes2
30-05-11, 13:45:12
Dancer in the dark (2000) di Lars Von Trier
http://3.bp.blogspot.com/-oqPpP8Z6nNo/TdLPnK_Xk8I/AAAAAAAAAPo/i6OV2h8mgxc/s1600/dancer.jpg
oh, sono combattuto...molto combattuto...perchè se da un lato il film mi ha affascinato, dall'altro lo trovo, a tratti, ricattatorio. D'altronde un personaggio del genere trattato in questo modo buonista non può non esserlo; a volte tragico e melodrammatico ai limiti dell'inverosimile, il taglio registico autocompiaciuto quasi a dire "il Dogma l'ho inventato io e ve lo sbatto in faccia"...MA, la sequenza della seconda canzone (ma non solo, ovviamente) la porterò sempre con me: per la bellezza del testo, per la straordinaria melodia, per la messa in scena, per l'impatto emotivo che mi ha scaturito, per l'atmosfera che ne deriva.

7

Bakline
30-05-11, 15:52:48
Ieri sera ho guardato L'uomo nell'ombra, è girato davvero bene :sisi: Le scene all'inizio, per esempio quando lo scrittore arriva sull'isola, e quella finale sono davvero spettacolari.

Pulse
30-05-11, 16:09:12
The King's Speech

Firth e Rush si muovono magistralmente in una sceneggiatura originale ed intima , dai ritmi delicati ma senza mai annoiare.
Vittoria agli Oscar meritata appieno , se potete guardatelo in inglese .

9

Togg
30-05-11, 17:28:13
Ieri sera ho guardato L'uomo nell'ombra, è girato davvero bene :sisi: Le scene all'inizio, per esempio quando lo scrittore arriva sull'isola, e quella finale sono davvero spettacolari.

cos altro di polanski?

Woody
30-05-11, 20:24:37
Dancer in the dark (2000) di Lars Von Trier
http://3.bp.blogspot.com/-oqPpP8Z6nNo/TdLPnK_Xk8I/AAAAAAAAAPo/i6OV2h8mgxc/s1600/dancer.jpg
oh, sono combattuto...molto combattuto...perchè se da un lato il film mi ha affascinato, dall'altro lo trovo, a tratti, ricattatorio. D'altronde un personaggio del genere trattato in questo modo buonista non può non esserlo; a volte tragico e melodrammatico ai limiti dell'inverosimile, il taglio registico autocompiaciuto quasi a dire "il Dogma l'ho inventato io e ve lo sbatto in faccia"...MA, la sequenza della seconda canzone (ma non solo, ovviamente) la porterò sempre con me: per la bellezza del testo, per la straordinaria melodia, per la messa in scena, per l'impatto emotivo che mi ha scaturito, per l'atmosfera che ne deriva.

7

mammamia quanto mi fece male questo film, ricordo che alcune scene mi straziarono, l'ho anche sopportato meno di dogville.

mickes2
30-05-11, 20:54:17
mammamia quanto mi fece male questo film, ricordo che alcune scene mi straziarono, l'ho anche sopportato meno di dogville.

è tosto, senza ombra di dubbio. io ci sto ancora pensando...mi ha colpito, questo è certo. La narrazione piuttosto rarefatta intrisa di drammaticità, unita agli intermezzi canori, creano un mix esplosivo da cui è difficile rimanere indifferenti.
Non ho digerito appieno invece il taglio registico ostentato e compiaciuto improntato sul Dogma (a tratti insostenibile); e devo ancora decidere se il personaggio di Bjork abbia un qualcosa di ricattatorio, oppure no.

p a n z e r
30-05-11, 20:55:16
è tosto, senza ombra di dubbio. io ci sto ancora pensando...mi ha colpito, questo è certo. La narrazione piuttosto rarefatta intrisa di drammaticità, unita agli intermezzi canori, creano un mix esplosivo da cui è difficile rimanere indifferenti.
Non ho digerito appieno invece il taglio registico ostentato e compiaciuto improntato sul Dogma (a tratti insostenibile); e devo ancora decidere se il personaggio di Bjork abbia un qualcosa di ricattatorio, oppure no.

un film furbetto insomma :sisi:

mickes2
30-05-11, 21:01:29
un film furbetto insomma :sisi:

si beh Trier è furbetto :sisi: bisogna solo capire se si vuole soprassedere oppure no. Innegabile il suo fascino quasi magnetico e la sua visionarietà... basta non eccedere, ma lui eccede :sisi:

Togg
30-05-11, 21:04:13
ho capito, mi toccherà vederlo.

mickes2
30-05-11, 21:18:26
ho capito, mi toccherà vederlo.

ti piacerà.

regen
30-05-11, 22:01:01
Bello Dancer in the dark :sisi:

Togg
30-05-11, 22:11:41
Bello Dancer in the dark :sisi:


ti piacerà.

Mi avete convinto. Anche se dura na vita :bah!:

p a n z e r
30-05-11, 22:12:53
Ma se ancora devi guardare La casa, cosa aggiungi film alla lista :asd:

Togg
30-05-11, 22:24:29
Ma se ancora devi guardare La casa, cosa aggiungi film alla lista :asd:

dillo a sti qua :asd:

Vall77
30-05-11, 22:34:50
Von Trier furbetto? Ma dai :asd:

E Dancer in The Dark è tra i suoi film che ho apprezzato meno (vale a dire: 8)
Ma furbetto no, dai.


Togg, ricordati che devi recuperare pure il documentario su Bill Hicks :sisi:
Documentario più che buono, personaggio grandissimo. Vedi vedi vedi.

Togg
30-05-11, 22:46:01
Von Trier furbetto? Ma dai :asd:

E Dancer in The Dark è tra i suoi film che ho apprezzato meno (vale a dire: 8)
Ma furbetto no, dai.


Togg, ricordati che devi recuperare pure il documentario su Bill Hicks :sisi:
Documentario più che buono, personaggio grandissimo. Vedi vedi vedi.

(speravo di dimenticarlo!)


Trier è diversamente furbetto.

GAME83
30-05-11, 23:52:11
lady in the water

Qualcuno l' ha visto? Non mi è piaciuto molto...film decisamente stupido imho. Voto: 5,5

regen
31-05-11, 00:05:27
Invece di andare a dormire metto su The Descent. Se non mi piace me la prendo con Mickes. :sisi:

mickes2
31-05-11, 00:14:30
Von Trier furbetto? Ma dai :asd:

E Dancer in The Dark è tra i suoi film che ho apprezzato meno (vale a dire: 8)
Ma furbetto no, dai.


Togg, ricordati che devi recuperare pure il documentario su Bill Hicks :sisi:
Documentario più che buono, personaggio grandissimo. Vedi vedi vedi.

dai, se non è furbetto e compiaciuto Von Trier, non so chi lo possa essere :asd:

poi oh, ho visto solo due film suoi, e cmq Dancer mi è piaciuto :sisi: ho detto che ha del gran fascino


Invece di andare a dormire metto su The Descent. Se non mi piace me la prendo con Mickes. :sisi:

ehehe gran bel b-movie! se il genere ti piace, vai agilissimo! :nev:

---------- Post added at 00:14:30 ---------- Previous post was at 00:11:55 ----------



Trier è diversamente furbetto.

spiega sto "diversamente". perchè ha uno stile personale? non ha mezze misure? perchè non scende a compromessi? perchè è in grado di emozionare?

ci posso stare :sisi:

Azure Grimoire
31-05-11, 00:26:01
http://www.locandinebest.net/imgk/Easy_A_2010.jpg

Divertito un casino, adoro la Stone e il film non è assolutamente la solita cazzata per i teenager che darebbe a primo impatto
Consigliato per una serata leggera e qualche risata :asd:

7.5

Togg
31-05-11, 07:50:17
dai, se non è furbetto e compiaciuto Von Trier, non so chi lo possa essere :asd:


spiega sto "diversamente". perchè ha uno stile personale? non ha mezze misure? perchè non scende a compromessi? perchè è in grado di emozionare?

ci posso stare :sisi:

una cosa è furbetto, un'altra compiaciuto. diciamo che non è lo stesso furbetto di into the wild.

James
31-05-11, 09:44:03
una cosa è furbetto, un'altra compiaciuto. diciamo che non è lo stesso furbetto di into the wild.

Che palle sta storia!!

Sghi
31-05-11, 10:36:15
visto ieri sera after.life....era mejo che continuavo a giocà a lego batman :bah!:

Hushabye
31-05-11, 11:13:23
http://www.locandinebest.net/imgk/Easy_A_2010.jpg

Divertito un casino, adoro la Stone e il film non è assolutamente la solita cazzata per i teenager che darebbe a primo impatto
Consigliato per una serata leggera e qualche risata :asd:

7.5
Della stone ti consiglio vivamente paper man

Magnottone
31-05-11, 12:57:59
ma l'idea non è assolutamente comica, anzi, ha un suo fondo di plausibilità e veridicità. certo che la tua lettura è del tutto superficiale ma ci può stare eh

si è stra superficiale, ma come il film, per me è una gran minchiata anche se mi sforzo di trovare qualcosa di positivo :tristenev:

Hushabye
31-05-11, 13:43:28
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/b/bd/You_Again_-_filmposter.jpg/220px-You_Again_-_filmposter.jpg

Simpatica commedia con la bella Kristen Bell...cmq mica male il cast per il genere...

Togg
31-05-11, 20:57:52
Batman returns, Tim Burton 1992
Messa in scena ridicola, in tantissimi aspetti. E ovviamente non mi riferisco alle volute derive comiche (...). Per fortuna regge avendo un ritmo abbastanza sostenuto. In troppi momenti imbarazzante.

7 (sono buono eh)

mickes2
31-05-11, 21:12:12
Dancer in the Dark (2000) di Lars Von trier
Stavo pensando ci potesse essere qualcosa di ricattatorio…ma insomma: soprassiedo, perché il personaggio è nobile, perché tutto mi sembra studiato (nel senso buon del termine), i motivi sono nobili, la tenacia e la convizione, ma anche la sensibilità di Selma non possono farti rimanere indifferente; la pellicola mi ha colpito sul piano emozionale, ha toccato le mie corde più profonde (a tratti mi ha ricordato l’impatto emotivo di Requiem, che personalmente rimane ancora il film con il quale ho empatizzato di più, fin’ora). La mano di Von Trier si poggia sensibile e sadica al tempo stesso su Selma..quell’aura di drammaticità - in cui il regista non risparmia nulla, calca la mano (anche registicamente parlando, riprese in stile Dogma ostentatissime), procede inesorabile al compimento del triste destino di Selma- in contrapposizione ai sogni (l’unico modo per evadere mentalmente grazie ad una sua grande passione) che si trasformano in ballo… creano un qualcosa di splendidamente anti-convenzionale ed affascinante al tempo stesso. Porterò sempre con me la sequenza della seconda canzone (ma non solo, ovviamente), sul treno…per la bellezza del testo, per la straordinaria melodia, per la messa in scena, per l'impatto emotivo che mi ha scaturito, per l'atmosfera che ne deriva.

8

Zweick
31-05-11, 21:20:46
Batman returns, Tim Burton 1992
Messa in scena ridicola, in tantissimi aspetti. E ovviamente non mi riferisco alle volute derive comiche (...). Per fortuna regge avendo un ritmo abbastanza sostenuto. In troppi momenti imbarazzante.

7 (sono buono eh)

No :morris82: A riavercelo un Burton come quello dei due Batman :sisi:

Magnottone
31-05-11, 21:22:40
ah ho visto ferro3 poi
è magico come riesce ad esser quello che è senza neanche una parola dei due protagonisti. ci sono film con tante parole che risultano pallosi, questo con con due parole scorre che è una bellezza
magia.

mickes2
31-05-11, 21:34:46
si è stra superficiale, ma come il film, per me è una gran minchiata anche se mi sforzo di trovare qualcosa di positivo :tristenev:

ma in un horror (e specie in questa tipologia) non ti puoi aspettare un grande messagio di fondo o dei risvolti profondi. Questo è horror Indie nudo e crudo, contano altri aspetti :sisi:
poi, che tu l'abbia trovato una minchiata ci può anche stare: ma come ti rapporti a film del genere, di solito?

Magnottone
31-05-11, 21:46:43
per me non è un horror in primis mickes :rickds:
horror è altra roba

p a n z e r
31-05-11, 21:48:20
dai no, non un'altra discussione sull'horror che non è horror perchè non fa paura come invece dovrebbe fare un horror :asd:

Magnottone
31-05-11, 21:54:28
vabbè ma che genere è uno che vuole attaccare tre umani insieme senza vedersi neanche un briciolo di schifo\sangue oltretutto?
per me è un film demenziale che si spaccia per pseudo horror, ma non ci sono proprio i presupposti.
non c'è suspence, non c'è paura, non c'è schifo, non c'è terrore, non c'è nulla.

a me onestamente quando spiega che vuole attaccare un ano ad una bocca tutto impettito aceva abbastanza ridere :D

mickes2
31-05-11, 21:55:20
dai no, non un'altra discussione sull'horror che non è horror perchè non fa paura come invece dovrebbe fare un horror :asd:

esatto, non sta scritto da nessuna parte che l'horror deve SOLO fare paura.

Human centipede è horror; l'esorcista è horror; Halloween è horror; La casa è horror; Gli schizzacervelli e Bad taste sono horror; Schramm è horror; The poughkeepsie tapes è horror.

Essendo tutti appartenenti a branchie differenti si possono dividere in sottogeneri, ben venga (anche se personalmente non mi piace dividere in sottogeneri), ma tutti questi film sono figli della stessa mamma: l'horror.

Magnottone
31-05-11, 21:56:51
sono d accordo sul discorso dei sottogeneri, ma cosha di horror sto film però?
lo trovo grottesco-horror forse?

Un po come "pecore assassine" solo che è dannatamente superiore e riuscito.

Togg
31-05-11, 21:58:17
No :morris82: A riavercelo un Burton come quello dei due Batman :sisi:

Per me the dark knight è un altro pianeta.

mickes2
31-05-11, 22:03:37
vabbè ma che genere è uno che vuole attaccare tre umani insieme senza vedersi neanche un briciolo di schifo\sangue oltretutto?
per me è un film demenziale che si spaccia per pseudo horror, ma non ci sono proprio i presupposti.
non c'è suspence, non c'è paura, non c'è schifo, non c'è terrore, non c'è nulla.

a me onestamente quando spiega che vuole attaccare un ano ad una bocca tutto impettito aceva abbastanza ridere :D

ma come che genere è :D

il film trasmette un angoscia non indifferente. il regista nel suo piccolo riesce ad imprimere (anche grazie e forse sopratutto all'interpretazione di Dieter laser) un'atmosfera malsana che è uno degli aspetti fondamentali su cui il film poggia. cmq anche secondo me il film non è riuscito per aver sfruttato poco l'idea, ma più che altro non aver calcato la mano con gli effetti visivi, sono d'accordo con te. ho dato 6,5 infatti.

poi, che con te non abbia attecchito ci sta, è sacrosanto...ma è un film horror a tutti gli effetti :D

---------- Post added at 22:03:37 ---------- Previous post was at 22:01:23 ----------


sono d accordo sul discorso dei sottogeneri, ma cosha di horror sto film però?
lo trovo grottesco-horror forse?

Un po come "pecore assassine" solo che è dannatamente superiore e riuscito.

angoscia, atmosfera, disillusione. è deviato e malsano. siamo sul grottesco anche secondo me.

Magnottone
31-05-11, 22:07:45
Guarda la chiacchierata infatti ci sta tutta indubbiamente, è proprio il bello del forum anzi,se no diventa una cosa del tipo "bello" "brutto" "si" no" .
Il punto è che per me l' atmosfera che si crea è insufficiente, banale la prima fase sfruttata in circa 40 horror negli ultimo 10 anni credo... "due ragazze belle si perdono nel buio isolato e vanno a cercar aiuto".. e vabbe questo appunto dovrebbe identificare quasi il genere, ci sta.
Ma poi il personaggio principale davvero pensi abbia caratterizzato il tutto dando un senso di angoscia? io lho trovato stereotipato al massimo sull orlo della banalità.

Il senso di angoscia di cui parli svanisce nel momento in cui li collega, a metà film quindi, si capisce di che pasta è fatto il tutto...in pratica hanno la testa NELLE MUTANDE... perchè non è neanche in grado di fare qualcosa a livello di effetti speciali, ne digitali ne di scena (ci sono film di 20 anni fa che senza tecnologia han fatto cose assurde x quando disgustose).

Non è che lhai visto in un momento particolarmente ispirato e sei stato molto buono nel giudizio apprezzando solo la malsana idea e non la realizzazione?nel senso "si mi è piaciuto", stop. che ci sta tutto in fin dei conti, anch a me a volte piacciono schifezze oggettivamente parlando.


ps:

ho apprezzato un "pecore assassine"... un "denti" addiritura rimanendo in temi grotteschi\horror (anche se in denti c'è qualcosa che va ben oltre)...ma questo proprio no ti giuro..
sempre secondo il criterio appunto di valutazione di pellicole di questo tipo

Vall77
31-05-11, 22:24:21
Dancer in the dark (2000) di Lars Von Trier

oh, sono combattuto...molto combattuto...perchè se da un lato il film mi ha affascinato, dall'altro lo trovo, a tratti, ricattatorio. D'altronde un personaggio del genere trattato in questo modo buonista non può non esserlo; a volte tragico e melodrammatico ai limiti dell'inverosimile, il taglio registico autocompiaciuto quasi a dire "il Dogma l'ho inventato io e ve lo sbatto in faccia"...MA, la sequenza della seconda canzone (ma non solo, ovviamente) la porterò sempre con me: per la bellezza del testo, per la straordinaria melodia, per la messa in scena, per l'impatto emotivo che mi ha scaturito, per l'atmosfera che ne deriva.

7


Dancer in the Dark (2000) di Lars Von trier
Stavo pensando ci potesse essere qualcosa di ricattatorio…ma insomma: soprassiedo, perché il personaggio è nobile, perché tutto mi sembra studiato (nel senso buon del termine), i motivi sono nobili, la tenacia e la convizione, ma anche la sensibilità di Selma non possono farti rimanere indifferente; la pellicola mi ha colpito sul piano emozionale, ha toccato le mie corde più profonde (a tratti mi ha ricordato l’impatto emotivo di Requiem, che personalmente rimane ancora il film con il quale ho empatizzato di più, fin’ora). La mano di Von Trier si poggia sensibile e sadica al tempo stesso su Selma..quell’aura di drammaticità - in cui il regista non risparmia nulla, calca la mano (anche registicamente parlando, riprese in stile Dogma ostentatissime), procede inesorabile al compimento del triste destino di Selma- in contrapposizione ai sogni (l’unico modo per evadere mentalmente grazie ad una sua grande passione) che si trasformano in ballo… creano un qualcosa di splendidamente anti-convenzionale ed affascinante al tempo stesso. Porterò sempre con me la sequenza della seconda canzone (ma non solo, ovviamente), sul treno…per la bellezza del testo, per la straordinaria melodia, per la messa in scena, per l'impatto emotivo che mi ha scaturito, per l'atmosfera che ne deriva.

8

Anch'io sono un sostenitore del cambio-idea, ultimamente poi è una roba che va di moda :asd:
Comunque mickes, recuperalo per bene Von Trier.

Anzi, tu che sei tra i fortunelli del circolo milano-e-dintorni, vieni anche a vederti Melancholia in anteprima. Con buona pace dei rosiconi :rickds:

Togg
31-05-11, 22:30:28
aooooooooooooo, micky che fa una revisione! Sadda vedere sto Dancer in the dark.


(la lista dei da vedere)


segni di vita
la casa
la fiamma del peccato
bird
cobra verde
dancer in the dark

Simix92
01-06-11, 00:08:31
http://www.paperstreet.it/immagini/korova/54-rocknrolla.jpg

Bellissimo! Davvero! Bella storia, lo stile, le canzoni i personaggi... davvero fantastico!

medicine bottle
01-06-11, 00:17:43
the humane centipede
non si vede NULLA... un ora e mezza buttate nel cesso per me, non fa schifo, non fa paura, è noioso, il peggio del peggio nato da un idea orrenda, al limite del COMICO

no



Io ho consolidato. Tony Manero è superiore perché la situazione politica emerge dallo sfondo in modo più riuscito. In post mortem è troppo palesato.

no


The King's Speech

sceneggiatura originale ed intima , dai ritmi delicati ma senza mai annoiare.
Vittoria agli Oscar meritata appieno , se potete guardatelo in inglese .


no

Lateralus
01-06-11, 02:00:58
Pirati dei Caraibi : Oltre i confini del mare (No 3D)
Carino, divertente, e bello visivamente come sempre.
E' il ''come sempre'' che non va bene, poche novità, siamo al quarto episodio e inizia ad essere ripetitivo ( e già lo era ).
6

Armin
01-06-11, 02:09:43
lady in the water

Qualcuno l' ha visto? Non mi è piaciuto molto...film decisamente stupido imho. Voto: 5,5

Lo ricorderò sempre come il peggior film "serio" visto al cinema :asd: :bah!:
L'ho odiato :sisi:

utente 8693
01-06-11, 02:23:47
ma mi posso vedere 40 min di film in cui uno ha la bocca nel culo di un altro e quindi non puo parlare?
Adesso DEVO vederlo.

Togg
01-06-11, 07:47:24
Adesso DEVO vederlo.

lol


no



Azure Grimoire
01-06-11, 09:13:45
http://www.filmofilia.com/wp-content/uploads/2011/02/hall_pass_poster_01-535x410.jpg

lol come al solito mai fidarsi dei trailer per le commedie, due tre cazzate divertenti per l'intero film già passate nel trailer, il ritmo non funziona, comicità banale e roba già vista e rivista, interpretazioni mhe...da evitare come la peste

5

James
01-06-11, 12:08:01
http://www.filmofilia.com/wp-content/uploads/2011/02/hall_pass_poster_01-535x410.jpg

lol come al solito mai fidarsi dei trailer per le commedie, due tre cazzate divertenti per l'intero film già passate nel trailer, il ritmo non funziona, comicità banale e roba già vista e rivista, interpretazioni mhe...da evitare come la peste

5

I Farrely ormai sono alla frutta:sisi:

Cmq io ho visto in questi giorni:


Gran Torino By Clint Eastwood

Odio che si trasforma in amore che si trasforma in sacrificio.
Per 3/4 è una commedia pura con Clint che ringhia :rickds:

Piramide di Paura by Barry Levinson

Il mio film preferito sul personaggio di Sherlock Holmes ed è anche quello che non prende spunto da Doyle.
Prodotto figlio degli anni 80 dove Spielberg supervisiona,Columbus scrive la sceneggiatura impossibile sbagliare:sisi: Le allucinazioni delle vittime sono Cult.

Una notte da leoni 2 by Todd Phillips

Difficile fare un sequel di questo film senza usare lo schema narrativo del precedente.
E' un sequel riuscito,diverte,ma se dovrà uscire un terzo capitolo bisognerà dare una svolta a tutto.
Phillips rimane una garanzia quando si parla di commedia.

The Ward By John Carpenter

E' difficile commentare questo film su commissione...
Mi prendo del tempo...:imfao:

mickes2
01-06-11, 13:36:05
Guarda la chiacchierata infatti ci sta tutta indubbiamente, è proprio il bello del forum anzi,se no diventa una cosa del tipo "bello" "brutto" "si" no" .
Il punto è che per me l' atmosfera che si crea è insufficiente, banale la prima fase sfruttata in circa 40 horror negli ultimo 10 anni credo... "due ragazze belle si perdono nel buio isolato e vanno a cercar aiuto".. e vabbe questo appunto dovrebbe identificare quasi il genere, ci sta.
Ma poi il personaggio principale davvero pensi abbia caratterizzato il tutto dando un senso di angoscia? io lho trovato stereotipato al massimo sull orlo della banalità.

Il senso di angoscia di cui parli svanisce nel momento in cui li collega, a metà film quindi, si capisce di che pasta è fatto il tutto...in pratica hanno la testa NELLE MUTANDE... perchè non è neanche in grado di fare qualcosa a livello di effetti speciali, ne digitali ne di scena (ci sono film di 20 anni fa che senza tecnologia han fatto cose assurde x quando disgustose).

Non è che lhai visto in un momento particolarmente ispirato e sei stato molto buono nel giudizio apprezzando solo la malsana idea e non la realizzazione?nel senso "si mi è piaciuto", stop. che ci sta tutto in fin dei conti, anch a me a volte piacciono schifezze oggettivamente parlando.


ps:

ho apprezzato un "pecore assassine"... un "denti" addiritura rimanendo in temi grotteschi\horror (anche se in denti c'è qualcosa che va ben oltre)...ma questo proprio no ti giuro..
sempre secondo il criterio appunto di valutazione di pellicole di questo tipo

certo che ci sta, siamo qua apposta.
ok, per te è insufficiente, per me invece è malsana e va in crescendo fino al finale impietosissimo, che era forse l'unico possibile e di sicuro, appagante.

non sono d'accordo che svanisce nel momento in cui sono uniti: anzi, da là in poi l'atmosfera malsana rinvigorisce e subentra quell'aura di grottesco che cerca di completare il film.

poi siamo d'accordo che l'idea così al limite e deviata non è supportata dagli effetti (ma non perchè non è stato in grado, secondo me è stata una scelta, sbagliata a mio avviso, ma pur sempre una scelta) e forse anche per limiti di budget (l'avranno speso tutto per affittare quella super villa :asd:)

sull'incipit siamo d'accordissimo (l'ho scritto anch'io nel commento in ultimo film)

intendiamoci nemmeno io mi strappo le mutande (6.5) ma il film ha dei meriti. e la faccia di Laser non può lasciarti indifferente.

Pecore assassine non l'ho visto.,ma Denti si, e l'ho gradito.



Anch'io sono un sostenitore del cambio-idea, ultimamente poi è una roba che va di moda :asd:
Comunque mickes, recuperalo per bene Von Trier.

Anzi, tu che sei tra i fortunelli del circolo milano-e-dintorni, vieni anche a vederti Melancholia in anteprima. Con buona pace dei rosiconi :rickds:

eheh, ma nel primo commento ho scritto sono combattuto :asd:
c'ho pensato ed il film mi ha colpito, al cuor non si comanda!

lo recupero certamente, nei prossimi giorni ho in programma Dogville e le onde del destino.

per il cinema devo solo individuare il più vicino a me. un giro ce lo faccio di sicuro e lascio rosicare gli altri :nev:


aooooooooooooo, micky che fa una revisione! Sadda vedere sto Dancer in the dark.



eheh, il film meritava una revisione :P

Vigo
01-06-11, 18:53:30
Ho visto, today:

The Wholly Family: corto di Terry Gilliam ambientato a Napoli e girato quest'anno, nulla di eccezionale, con un inglese contestabile della Capotondi e con una pessima performance da parte del bambino (capisco che sia un bambino, ma porco cacchio..)

Buried - Sepolto: film di cui ho sentito parlare solo bene. Sinceramente: non sono d'accordo. L'ho trovato tendente al noioso, con alcune battute veramente pessime e in generale certe azioni e successioni di situazioni le ho trovate poco verosimili. Carina la base di critica/denuncia, ma per il resto mi sembrava di rivedere la doppia puntata di CSI girata da Tarantino. Anche il finale, per quanto l'abbia trovato interessante, l'avevo intuito da un po'.

El Principe
01-06-11, 21:13:17
Ieri ho visto From Paris with Love e Fast and Furious 5, due animalate tremende :asd:

Bellissimi entrambi comunque :ahsisi:

Pulse
01-06-11, 21:29:13
http://www.dragonisland.it/web/images/articles/district-9e.jpg


District 9

A quasi due anni dalla sua uscita sono riuscito a metterci le zampe sopra in un negozio londinese in versione Blu Ray per 12 sterline.
Vale tutti i Re e Regine versate nelle casse di quei simpaticoni della catena Hmv.
È interessante notare come un film che rasenta la classificazione di " produzione indipendente" ( perchè ricordiamo , la pellicola è stata finanziata dal regista Blomkamp e dall'arcinoto Peter Jackspm ) riesca a creare in modo così vivido e pulsante una bidonville aliena della Repubblica del Sudafrica .

Le vicende narrate sono parzialmente analoghe al passato razzista di un Sud Africa segnato dall'apartheid dove ora il diverso non è più terrestre bensì alieno .
Il background che fa da ( è il caso di dirlo ) palcoscenico alle vicende di Wikus Van der Merwe è intelligentemente descritto mediante una tecnica tanto scolastica quanto affascinante : il documentario .

È proprio all'inzio che ci si può rendere conto del piacere della visione di un film in lingua originale , prendendo cognizione delle numerose sfaccettature culturali e sociali del Sud Africa : si comincia con un inglese senza alcuna cadenza o accento particolarmente spiccato , per poi passare ad un accento afrikaneer , una parlata spiccatamente africana per finire con degli schiocchi extraterrestri .
District 9 è anche un film dai toni critici , che perscruta le masse cercando l'ex discriminato intento a fare della sua pena passata un'arma dimostrando quanto sia angustiosa e " semplicemente complicata " l' integrazione .

La pellicola di Blomkamp contiene anche toni forti e scene d'azione , com'è possibile vedere dalla seconda metà del film circa in poi . In alcuni frangenti la fotografia ed il montaggio ha qualche tentennamento ma si tratta di qualche quisquilia sparsa qua e là .
Evitando spoiler di sorta si può dire l'influenza di Jackson è tangibile . Vedasi alcune scene nelle bidonville , così violentemente umoristiche da rientrare nel semiserio .

Più che convincente

utente 8693
01-06-11, 22:03:07
Per me è un 6.5 District 9.
Idea interessante e alcuni elementi degni di nota senz'altro, ma la realizzazione non è affatto all'altezza.
Troppe cagate action, personaggi appena accennati e macchiettistici, storia fin troppo sottile.
Peccato perchè la premessa di trattare l'argomento "immigrazione extra terrestre" in maniera realistica era intrigante, peccato che neanche il film abbia il coraggio di farlo e preferisca buttarsi nel reame dei robottoni, delle armi laser e dei cattivi militari senza personalità.

mickes2
01-06-11, 22:21:55
District 9 sbanda nella seconda parte, ma avercene di mockumentary con questa incisività e personalità. per me siamo sul 7,5/8
sono d'accordo su ciò che scrive Pulse in linea di massima, complimenti per l'impegno.

utente 8693
01-06-11, 22:27:48
Io non do mai i voti proprio per questo motivo, ma se District 9 è un 8, Dogtooth cosa è? E se Dogtooth è un (mettiamo) 9, The New World cosa è? E se TNW è un 10, Stalker cosa è? E via discorrendo.
Troppi paradossi si creano. :asd:
E troppi film condensati in quei tre numeri (8-9-10)

Togg
01-06-11, 22:48:27
Double Indemnity, Billy Wilder 1944
E che è.
8,8


Io non do mai i voti proprio per questo motivo, ma se District 9 è un 8, Dogtooth cosa è? E se Dogtooth è un (mettiamo) 9, The New World cosa è? E se TNW è un 10, Stalker cosa è? E via discorrendo.
Troppi paradossi si creano. :asd:
E troppi film condensati in quei tre numeri (8-9-10)

Il principio della condensazione.


Per me è un 6.5 District 9.
Idea interessante e alcuni elementi degni di nota senz'altro, ma la realizzazione non è affatto all'altezza.
Troppe cagate action, personaggi appena accennati e macchiettistici, storia fin troppo sottile.
Peccato perchè la premessa di trattare l'argomento "immigrazione extra terrestre" in maniera realistica era intrigante, peccato che neanche il film abbia il coraggio di farlo e preferisca buttarsi nel reame dei robottoni, delle armi laser e dei cattivi militari senza personalità.
quoto.

mickes2
01-06-11, 22:51:01
Io non do mai i voti proprio per questo motivo, ma se District 9 è un 8, Dogtooth cosa è? E se Dogtooth è un (mettiamo) 9, The New World cosa è? E se TNW è un 10, Stalker cosa è? E via discorrendo.
Troppi paradossi si creano. :asd:
E troppi film condensati in quei tre numeri (8-9-10)

vabbè ok, si sa :asd: I voti sono importanti per capire i nostri gusti e vanno dati per capire anche che approccio abbiamo con certe pellicole. per esempio, il 9 a District 9 è del tutto fuori scala, con l'8 già ragioniamo. ho già capito qualcosa di Pulse, nel senso buono eh.

Lateralus
01-06-11, 22:56:51
La rabbia giovane
Un film d'esordio molto acerbo, ma già si intravedono i primi passi che hanno portato a The tree of life, trovo alcuni punti in comune.
Buona la trama ma poco sviluppata, è un film cieco, nel senso che va avanti e basta. E il perchè e il come va avanti sono imperscutabili così come lo è il percorso dei protagonisti.
Il che dona un certo fascino, ripeto, è acerbo, ma ha un retrogusto dolce che però è indecifrabile.
7

Vall77
01-06-11, 22:58:06
Per me è un 6.5 District 9.
Idea interessante e alcuni elementi degni di nota senz'altro, ma la realizzazione non è affatto all'altezza.
Troppe cagate action, personaggi appena accennati e macchiettistici, storia fin troppo sottile.
Peccato perchè la premessa di trattare l'argomento "immigrazione extra terrestre" in maniera realistica era intrigante, peccato che neanche il film abbia il coraggio di farlo e preferisca buttarsi nel reame dei robottoni, delle armi laser e dei cattivi militari senza personalità.

Quoto quoto. Aggiungendo che è veramente sopravvalutato appalla.

p a n z e r
01-06-11, 23:03:26
Diciamo anche però che i voti andrebbero contestualizzati, e non presi come valori assoluti. È ovvio che un 8 per District 9 ha una valore diverso rispetto a un 8 per Dogtooth, semplicemente perchè uno è un film di fantascienza a basso budget, e l'altro è... un film strano.

Lateralus
01-06-11, 23:05:12
Diciamo anche però che i voti andrebbero contestualizzati, e non presi come valori assoluti. È ovvio che un 8 per District 9 ha una valore diverso rispetto a un 8 per Dogtooth, semplicemente perchè uno è un film di fantascienza a basso budget, e l'altro è... un film strano.

Quoto

Vall77
01-06-11, 23:07:16
Diciamo anche però che i voti andrebbero contestualizzati, e non presi come valori assoluti. È ovvio che un 8 per District 9 ha una valore diverso rispetto a un 8 per Dogtooth, semplicemente perchè uno è un film di fantascienza a basso budget, e l'altro è... un film strano.

Uno è una mezza-cagata, l'altro un più-che-mezzo-capolavoro.



Non ci sta no lo stesso voto :asd:

mickes2
01-06-11, 23:08:15
ma no dai! trovatemi un mockumentary con una narrazione così ficcante, la tecnica spiccata, il ritmo inesorabile, come District 9. e quel finale romantico che si pappa in due secondi il 70% delle pellicole dedicate interamente all'amore ed al romanticismo.

Vall77
01-06-11, 23:09:04
ma no dai! trovatemi un mockumentary con una narrazione così ficcante, la tecnica spiccata, il ritmo inesorabile, come District 9. e quel finale romantico che si pappa in due secondi il 70% delle pellicole dedicate interamente all'amore ed al romanticismo.

No, su quello sono inflessibile, non cambierò mai idea :rickds:

mickes2
01-06-11, 23:12:23
No, su quello sono inflessibile, non cambierò mai idea :rickds:

ok :rickds:

cmq Il canino è un gran bel film, ma se vogliamo è fin troppo derivativo, ha alcuni debiti con Haneke secondo me :unsisi:

Vigo
01-06-11, 23:14:05
A me district 9 è piaciuto. L'ho visto parecchie volte. Non è un film stupido. A me è piaciuto :sisi:

utente 8693
01-06-11, 23:20:02
ma no dai! trovatemi un mockumentary con una narrazione così ficcante, la tecnica spiccata, il ritmo inesorabile, come District 9. e quel finale romantico che si pappa in due secondi il 70% delle pellicole dedicate interamente all'amore ed al romanticismo.
Sì ma romanticismo campato per aria, perchè non sappiamo manco chi sono i personaggi.
la moglie la vediamo 9 secondi.
Lo stile documentario è stato scelto meramente per una questione di budget, ma alla fine, non prende nulla dei vantaggi del mockumentary, prendendone tutti gli svantaggi. :asd:
Tant'è che non permette lo sviluppo dei personaggi, con la struttura a intervista, però con la credibilità, ci si pulisce il culo, non rimanendo credibile per più di 10 minuti netti.
Dentro c'è un po' di critica politica buttata lì, un po' superficiale, ma anche quella non è che sia particolarmente esaminata con maturità.

Vall77
01-06-11, 23:24:09
Sì ma romanticismo campato per aria, perchè non sappiamo manco chi sono i personaggi.
la moglie la vediamo 9 secondi.
Lo stile documentario è stato scelto meramente per una questione di budget, ma alla fine, non prende nulla dei vantaggi del mockumentary, prendendone tutti gli svantaggi. :asd:
Tant'è che non permette lo sviluppo dei personaggi, con la struttura a intervista, però con la credibilità, ci si pulisce il culo, non rimanendo credibile per più di 10 minuti netti.
Dentro c'è un po' di critica politica buttata lì, un po' superficiale, ma anche quella non è che sia particolarmente esaminata con maturità.


http://img254.imageshack.us/img254/8749/nuclear.gif





Va bè, giusto perchè mi piace la gif e per non scrivere solo: "quoto tutto alla lettera".
Comunque il senso è quello :asd:

Pulse
01-06-11, 23:30:56
In District 9 cercavo una storia (non importa quanto complessa fosse stata) ben inserita in un background curioso e ben costruito , raccontata con delle tecniche registiche intriganti , nè più nè meno .
Aggiungiamoci pure un budget esiguo e l'apprezzamento ne viene influenzato in modo deciso. Il mio nove sta a significare " Dio bon , mi ha colpito molterrimo " e non un nove di stampo Spaziogamesiano , quindi analitico .
Provvedo subito ad editare , onde evitare fraintendimenti di sorta . :sisi:

Vigo
01-06-11, 23:34:31
Secondo me District 9 ha uno spiacevole calo qualitativo nella seconda parte, quando l'azione tende a diventare esagerata a discapito del buonissimo stile e registro tenuto nella prima parte, tuttavia rivedendolo più volte mi sono accorto che in realtà tante soluzioni tipiche del mockumentary non vengono affatto abbandonate neanche in quelle scene: cambia il ritmo, ma in realtà si mantiene una giusta coerenza che denota decisamente consapevolezza da parte del regista. Poi si può discutere sul potenziale espressivo e artistico del film, ma di sicuro non si può ignorare questo fatto. In ogni caso continuo ad apprezzare moltissimo sia l'idea di base (guardatevi, se non l'aveste fatto, anche il corto "Alive in Joburg" per vedere qual è stato il "curriculum" che ha permesso a Blomkamp di farsi notare da Peter Jackson) sia alcune scene in particolare, per la carica espressiva soprattutto (mi riferisco a tutta la parte sugli esperimenti che vengono condotti sul protagonista nel centro di ricerca).

mickes2
01-06-11, 23:39:30
Sì ma romanticismo campato per aria, perchè non sappiamo manco chi sono i personaggi.
la moglie la vediamo 9 secondi.
Lo stile documentario è stato scelto meramente per una questione di budget, ma alla fine, non prende nulla dei vantaggi del mockumentary, prendendone tutti gli svantaggi. :asd:
Tant'è che non permette lo sviluppo dei personaggi, con la struttura a intervista, però con la credibilità, ci si pulisce il culo, non rimanendo credibile per più di 10 minuti netti.
Dentro c'è un po' di critica politica buttata lì, un po' superficiale, ma anche quella non è che sia particolarmente esaminata con maturità.

ma perchè campato per aria? non ho bisogno di conoscere i personaggi per empatizzare con una sequenza romantica. il rapporto moglie-marito seppur non approfondito, è comunque sufficiente per ciò che richiede il film.
non è un film che si basa sull'introspezione dei personaggi, suvvìa. non vuole colpire in quel modo.

Lo stile documentario sarà stato scelto per il budget, ma è sfruttato in maniera del tutto congeniale e con uno spiccato utilizzo dei tempi, dei modi e degli spazi. le qualità le prende eccome, dai, e non prende alcun svantaggio.

Ma il film non vuole fare un saggio sull'apparteid o cose del genere, non credo metta nel calderone tutte queste velleità. si mette in gioco su alcune argomentazioni e le porta avanti dignitosamente, con credibilità. ripeto, avercene di sci-fi a questi livelli, mannaggia a voi, oh :asd:

Vigo
01-06-11, 23:47:11
Aggiungerei il fatto che io abbia trovato il romanticismo della scena finale tremendamente amaro, quasi sadico. Non che creda comunque di aver avuto chissà quale illuminazione, e mi sa che questo commento è anche parecchio inutile :asd:

utente 8693
01-06-11, 23:53:27
Ma per me la scusa del budget basso non regge, perchè fare un bel film con un budget esiguo, significa mettere le idee avanti agli effetti e le peripezie.
Qui invece abbiamo vari robottoni a cagate varie, sì, fighe e divertenti, ma senza molta sostanza.
Quindi direi che il basso budget non rientra tra le scusanti del film, proprio perchè invece di buttarsi su un buon development dello script, si butta sull'azione e sugli FX.
Ora, per quanto mi riguarda, i mockumentary vanno a segno se, pur con una premessa inventata (immigrazione extra terrestre) rimangono del tutto realistici e spingono di conseguenza ad una riflessione-- questo è il valore aggiunto del mockumentary.
Se "mockumentary" deve solo voler dire Shacky cam e azione un po' più asciutta e cruenta, non ne vedo molto il guadagno, anzi, come ho detto questa struttura impedisce lo sviluppo (classico, ma evidentemente funzionale) di personaggi tridimensionali.
Tanto più che appunto, i personaggi di District 9 non sono certo i più credibili (dio mio, il militare cattivo è uscito da un videogioco, giuro).
Come ho detto ci sono dettagli interessanti, gli alieni ghiotti di cibo per gatti e alcune trovate visive, indubbiamente c'era la scintilla, ma sono dettagli puramente estetici, come le lucine di Natale, quello che manca è tutto l'albero, qualcosa a cui questi dettagli possano aggiungere spessore e credibilità.
Devo ancora vederlo, ma da quello che ho letto, Exit Through the gift shop, oltre al voler apparire realistico (tanto che molti si chiedono se sia vero o meno) ha anche un interessante elemento comunicativo alla base, sul valore e la percezione dell'arte contemporanea.

Ripeto, altrimenti mockumentary è solo riprese storte e confuse, senza un vero motivo.

Lateralus
01-06-11, 23:53:56
Si sta andano OT però...

utente 8693
01-06-11, 23:56:37
Si sta discutendo un film.
Meno OT di così.
Altrimenti il topic si riduce a una lista di commenti a compartimenti stagni. :P

E poi siamo relativamente piccoli come traffico qui, ci sta.

Lateralus
02-06-11, 00:01:46
Si sta discutendo un film.
Meno OT di così.
Altrimenti il topic si riduce a una lista di commenti a compartimenti stagni. :P

E poi siamo relativamente piccoli come traffico qui, ci sta.

C'è il topic di District 9 per quello no ? Se non c'è, si crea.
Il brutto della sezione è proprio la mancanza di topic singoli,che vengono trascurati; ci si concentra solo nei topic in evidenza e diventano caotici.

utente 8693
02-06-11, 00:19:23
Ora stiamo andando OT. asd.
Comunque creare un topic per una discussione da 10 post massimo, mi sembra esagerato. :asd: queste discussioni sono comme piccoli incendi, passano velocemente e ogni volta che si tenta di trasferirle in topic appositi, muoiono subito, proprio perchè è troppo piccola come sezione.
Mia opinione comunque.

mickes2
02-06-11, 00:22:47
Ma per me la scusa del budget basso non regge, perchè fare un bel film con un budget esiguo, significa mettere le idee avanti agli effetti e le peripezie.
Qui invece abbiamo vari robottoni a cagate varie, sì, fighe e divertenti, ma senza molta sostanza.
Quindi direi che il basso budget non rientra tra le scusanti del film, proprio perchè invece di buttarsi su un buon development dello script, si butta sull'azione e sugli FX.
Ora, per quanto mi riguarda, i mockumentary vanno a segno se, pur con una premessa inventata (immigrazione extra terrestre) rimangono del tutto realistici e spingono di conseguenza ad una riflessione-- questo è il valore aggiunto del mockumentary.
Se "mockumentary" deve solo voler dire Shacky cam e azione un po' più asciutta e cruenta, non ne vedo molto il guadagno, anzi, come ho detto questa struttura impedisce lo sviluppo (classico, ma evidentemente funzionale) di personaggi tridimensionali.
Tanto più che appunto, i personaggi di District 9 non sono certo i più credibili (dio mio, il militare cattivo è uscito da un videogioco, giuro).
Come ho detto ci sono dettagli interessanti, gli alieni ghiotti di cibo per gatti e alcune trovate visive, indubbiamente c'era la scintilla, ma sono dettagli puramente estetici, come le lucine di Natale, quello che manca è tutto l'albero, qualcosa a cui questi dettagli possano aggiungere spessore e credibilità.
Devo ancora vederlo, ma da quello che ho letto, Exit Through the gift shop, oltre al voler apparire realistico (tanto che molti si chiedono se sia vero o meno) ha anche un interessante elemento comunicativo alla base, sul valore e la percezione dell'arte contemporanea.

Ripeto, altrimenti mockumentary è solo riprese storte e confuse, senza un vero motivo.

basta, hai vinto te! :D




cmq non siamo assolutamente OT :D già siamo in quattro gatti... e cmq stiamo parlando di un film visto.

Vall77
02-06-11, 00:24:23
Devo ancora vederlo, ma da quello che ho letto, Exit Through the gift shop, oltre al voler apparire realistico (tanto che molti si chiedono se sia vero o meno) ha anche un interessante elemento comunicativo alla base, sul valore e la percezione dell'arte contemporanea.

Ripeto, altrimenti mockumentary è solo riprese storte e confuse, senza un vero motivo.

Taglio, se no poi sembra che lo faccio apposta a quotarti :asd:
No, comunque, tutto sacrosanto.

Questa storia di cosa dovremmo intendere per "mockumentary" era un bel pezzo che avevo in mente di tirarla fuori. Troppo abusato, come metodo, da filmacci vari e assortiti, che usano questa formula come facile scappatoia e finiscono per relegare nella mediocrità e nella moda slavata qualcosa di potenzialmente molto interessante. Filmacci anche ben peggiori di District 9, intendo. Basti pensare a quanti pacco-horror di questo tipo sono usciti negli ultimi anni.

L'antitesi di questa storpiatura (manco a dirlo) è rappresentata precisamente da Exit Through The Gift Shop, che, anche da questo punto di vista, è una vera boccata di ossigeno. Oltre ad avvicinarsi pericolosamente ad essere capolavoro in senso assoluto.

Da vedere da vedere da vedere.

mickes2
02-06-11, 00:27:20
massì, sono il primo a dire che Exit trough è superiore e sono il primo a volerne parlare bene, ma non a discapito di district 9

Vall77
02-06-11, 01:04:31
Mah,il mokumentary si è proprio sviluppato coi mondo-movie e con Cannibal Holocaust (vero spartiacque),tutti film o filmacci come vengono un po' ingiustamente chiamati.

Mitico pastore redivivo sul forum :sisi:

Comunque, personalmente, nel discorso sopra mi interessava ben poco pensare in prospettiva storica, che è senz'altro interessante (anzi, godo sempre quando leggo la tua competenza) ma non è il punto su cui mi soffermavo. Ragionavo esclusivamente su quello che il mockumentary rappresenta oggi, e su quello che dovrebbe/potrebbe rappresentare, eventualmente migliorando anche il passato del "genere".

Per capirci, mettiamo ai due estremi Paranormal Cagosity e Exit Through the Gift Shop.

Vall77
02-06-11, 01:29:12
:asd:

Sì certo Vall,ci mancherebbe,volevo solo dire la mia.Anzi il tuo discorso è piuttosto interessante e questo Exit Through the Gift Shop lo recupero al più presto.:sisi:
Sorvolo sulla competenza:seifuori:

Ah,o recuperato Onibaba così lo rivedo e anche kuroneko,che a ben vedere sembra proprio un film sulla scia di kwaidan del maestro Kobayashi.

Kuroneko è sicuramente vicino a Kwaidan, e ancora di più è vicino al bellissimo Ugetsu monogatari di Mizoguchi. Forse un pò troppo di maniera, nel complesso, però l'ho apprezzato.

Su Onibaba evito di commentare ulteriormente, se no finisce che mi metto a piangere :asd:
Direi che è tra i miei film preferiti di sempre.

A proposito di Kobayashi, invece, l'altra sera ho rimesso Seppuku e.... anche lì evito di commentare oltre, sempre per lo stesso motivo. Incredibilmente bello, mi ha stregato esattamente come la prima volta. No, di più.

Togg
02-06-11, 09:51:34
Sì ma romanticismo campato per aria, perchè non sappiamo manco chi sono i personaggi.
la moglie la vediamo 9 secondi.
Lo stile documentario è stato scelto meramente per una questione di budget, ma alla fine, non prende nulla dei vantaggi del mockumentary, prendendone tutti gli svantaggi. :asd:
Tant'è che non permette lo sviluppo dei personaggi, con la struttura a intervista, però con la credibilità, ci si pulisce il culo, non rimanendo credibile per più di 10 minuti netti.
Dentro c'è un po' di critica politica buttata lì, un po' superficiale, ma anche quella non è che sia particolarmente esaminata con maturità.

Yea!




cmq Il canino è un gran bel film, ma se vogliamo è fin troppo derivativo, ha alcuni debiti con Haneke secondo me :unsisi:
debiti di gioco :asd: (concordo. ma senza valenza negativa)



Quoto quoto. Aggiungendo che è veramente sopravvalutato appalla.

Noi siamo lo zoccolo duro :sisi:

Magnottone
02-06-11, 11:32:33
ci state in fissa con sto distrect 9 che ogni due per tre rizompa nel topic eh :rickds:

La scena in cui si chiede lo sfratto con tanto di ingiunzione al mr cavalletta è il top del film credo :rickds:

budobay
02-06-11, 12:17:17
Ieri ho visto From Paris with Love e Fast and Furious 5, due animalate tremende :asd:

Bellissimi entrambi comunque :ahsisi:

Ho visto anche io From Paris with Love che stranamente mi ero perso, mi è piaciuto parecchio e su questo genere lo consiglio.
Poi ho visto anche Red ma non sono riuscito tanto ad apprezzarne l'ironia, nel complesso non mi è piaciuto, mi sembra un tentativo mezzo riuscito rispetto a quello che volevano fare. L'unica cosa che ho apprezzato è il cast di vecchietti...

---------- Post added at 12:17:17 ---------- Previous post was at 12:15:43 ----------


ci state in fissa con sto distrect 9 che ogni due per tre rizompa nel topic eh :rickds:

La scena in cui si chiede lo sfratto con tanto di ingiunzione al mr cavalletta è il top del film credo :rickds:

Ma perchè invece il fatto che hanno le armi disponibili e non le usano? Per me non và oltre il 6.5, certe cose sono troppo assurde anche per un film del genere...

Magnottone
02-06-11, 12:23:12
Me lo sono visto con curiosità anche, alla fine due ore sono volate tranquille, quanto basta per rendere un film sopra la sufficienza, a volte basta che ti intrattenga piacevolmente per svolgere il suo compito, non necessariamente mirano ad esser film "perfetti".
certo me lo ricordo piu per l "assurdità" di base che per altro onestamente (anche se a quell assurdità gli si puo dare un significato metaforico diversico... ma non bisogna neanche esagerare con ciò).

ieri ho visto

jacobs ladder

onestamente mi ha deluso moltissimo.

Togg
02-06-11, 13:34:49
Segni di vita, 1968 Werner Herzog
Oibò, non me l'aspettavo così tanto. Ora mi vedo il cortometraggio sempre di quel periodo.
8

mickes2
02-06-11, 14:44:45
debiti di gioco :asd: (concordo. ma senza valenza negativa)


certo, peròò....:chris:

Togg
02-06-11, 14:52:53
certo, peròò....:chris:

ma smettilaaaaaa! E' bello e basta.

mickes2
02-06-11, 15:07:14
ma smettilaaaaaa! E' bello e basta.

ma lo so che è bello, gli ho dato 8 :asd:

Togg
02-06-11, 15:53:34
Ultime parole, 1968 Werner Herzog
Carino :asd:
7

Key Paradise
02-06-11, 17:21:19
http://www.vivacinema.it/img/The-Ward-Hohn-Carpenter.jpg

the ward - john carpenter
aka escape from the asylum. carpenter s'abbassa a girare uno script che è poca cosa: ripetitivo e fastidioso il leit-motiv, pretestuoso il finale. nemmeno appagante sul profilo meramente ludico, flebile persino nel mestiere. boh, è poca cosa proprio, sicuramente tra i suoi peggiori.

Vigo
02-06-11, 17:48:05
A single man dell'esordiente Ford
Non male, non male. Alcune soluzioni stilistiche le ho trovate particolarmente... beh.. strane. Non brutte, non stupide, ma strane diciamo. Ad esempio l'intensificazione dei colori e del contrasto e le figure su sfondo nero in alcuni momenti ( che comunque non mi sono sempre state chiarissimi :asd:). Per il resto ho apprezzato molto la storia e il ritmo ben dosato: è lento ma non noioso, e non era facile ottenere questo effetto secondo me.

James
02-06-11, 18:20:09
http://www.vivacinema.it/img/The-Ward-Hohn-Carpenter.jpg

the ward - john carpenter
aka escape from the asylum. carpenter s'abbassa a girare uno script che è poca cosa: ripetitivo e fastidioso il leit-motiv, pretestuoso il finale. nemmeno appagante sul profilo meramente ludico, flebile persino nel mestiere. boh, è poca cosa proprio, sicuramente tra i suoi peggiori.

Ti devo quotare purtroppo:tragic:
Non basta la presenza della Heard per alzare il livello.:predicatore:
Ci saranno si e no 2 scene degne di Carpenter.

Magnottone
02-06-11, 21:43:44
stavo riflettendo che ferro3 mi è piaciuto proprio.... altri film consigliati del regista?

ps:
ora sto vedendo "the presence"
si ora... mentre sto postando..il che la dice lunga sulla bellezza di questo filmone del 2010...WOW

utente 8693
02-06-11, 22:33:59
Time, bad guy, Seom.. anzi, tutti. :sisi:

DellaDesign
02-06-11, 22:48:03
Ho quasi 18 anni e fino a stasera non avevo mai visto I quattrocento colpi. Mi sento una vera mérda.

Rullo
02-06-11, 22:50:53
I 400 colpi, di Truffaut
E che è!

8

mickes2
02-06-11, 22:53:31
Still Walking (2008) di Hirokazu Kore-eda
http://matlockfilm.org/images/StillWalking03.jpg
Un’affresco realista, che più vero non si può, delle dinamiche famigliari. I personaggi vengono centellinati progressivamente da Kore-eda, che si mantiene sempre rigoroso e non calca mai la mano. Da una parte i genitori(lunatici,bisbetici,difficili); dall’altra il figlio con fare distaccato che va a fargli visita. In mezzo un grande vuoto lacerante lasciato dalla morte del primogenito, quel dolore che prima si insinua sotto pelle e poi si cova. Queste e altre piccole vicende si intersecano in questa commedia agro-dolce dai toni leggiadri ed intensi. Campi e fuoricampi da grande autore.

8+

Magnottone
02-06-11, 23:10:09
mi dovete istruire sul cinema orientale.... c'è un topic al riguardo per caso?
è troppo affascinante.. almeno per questi tre film che ho visto, che poi son koreani tutti e tre.

Vigo
02-06-11, 23:17:50
Ho quasi 18 anni e fino a stasera non avevo mai visto I quattrocento colpi. Mi sento una vera mérda.

Io ho quasi 18 anni e non l'ho ancora visto. Grazie eh, grazie :asd:

mickes2
02-06-11, 23:34:54
mi dovete istruire sul cinema orientale.... c'è un topic al riguardo per caso?
è troppo affascinante.. almeno per questi tre film che ho visto, che poi son koreani tutti e tre.

il cinema orientale può essere tanto bello quanto ostico, se in alcuni film non si riescono a digerire modi e tempi, sono cazzi. ma, se ti è piaciuto ferro3 vai agile.

io ti consiglio TUTTO Wong kar-wai, se preferisci in ordine cronologico, sennò farei così: Days of being wild, Hong kong express, Angeli perduti :claudia::claudia::claudia:, Happy together, In the mood for love :claudia::claudia::claudia:, 2046.

Edward yang con Yi Yi

Park chan-wook con la triogia della vendetta, I'm a cyborg but that's OK, e non l'ho ancora visto ma, JSA dovrebbe essere un filmone.

sulla vendetta c'è anche il buonissimo I Saw the devil di Jee Won-kim

Hirokazu kore-eda con Nessuno lo sa e Still walking

Takeshi kitano con Sonatine

Tsukamoto con Tetsuo che non mi fa impazzire ma è da vedere e si deve approfondire.

Bong Joon-Ho con Memories of murder (straordinario) e non l'ho ancora visto ma Mother dovrebbe essere un altro filmone, anche The host dovrebbe meritare.

su Kim ki-duk ti hanno già risposto, io ho visto solo L'isola fin ora ed è un gran bel film.



personalmente mi appresto a vedere Millenium Mambo di Hou Hsiao Hsien e Diciassette anni di Zhang Yuan.

poi ci sarebbe Johnnie To e molti altri :sisi:

Vigo
02-06-11, 23:51:23
Di Kim Ki Duk ho visto "Primavera estate autunno inverno... e ancora primavera" ed è fantastico :sisi:

budobay
03-06-11, 00:04:04
La nostra vita, mi è piaciuto parecchio forse perchè ho due figlie e mi sono immedesimato nelle sfortunate vicende del protagonista (bravissimo Elio Germano), qualche clichè ma in generale buono (7.5)

regen
03-06-11, 00:06:06
http://www.vivacinema.it/img/The-Ward-Hohn-Carpenter.jpg

the ward - john carpenter
aka escape from the asylum. carpenter s'abbassa a girare uno script che è poca cosa: ripetitivo e fastidioso il leit-motiv, pretestuoso il finale. nemmeno appagante sul profilo meramente ludico, flebile persino nel mestiere. boh, è poca cosa proprio, sicuramente tra i suoi peggiori.

Che amarezza. Vabbè che a Venezia ci sarà il nuovo film di Cronenberg, pazienza. :asd:

Alice Violent
03-06-11, 00:22:46
zack e miry. ho riso un sacco XD

Armin
03-06-11, 00:58:50
Ti devo quotare purtroppo:tragic:
Non basta la presenza della Heard per alzare il livello.:predicatore:
Ci saranno si e no 2 scene degne di Carpenter.

Quando l'avevo detto io mi insultavate...avete cambiato idea? :asd:

JT26
03-06-11, 01:44:41
Le conseguenze dell'amore Sorrentino è figo. Il finale è < 3 < 3. Mi piace.

Sono in difficoltà sul voto.

Togg
03-06-11, 07:42:50
Le conseguenze dell'amore Sorrentino è figo. Il finale è < 3 < 3. Mi piace.

Sono in difficoltà sul voto.

8,7 :sisi:

Magnottone
03-06-11, 12:29:48
il cinema orientale può essere tanto bello quanto ostico, se in alcuni film non si riescono a digerire modi e tempi, sono cazzi. ma, se ti è piaciuto ferro3 vai agile.

io ti consiglio TUTTO Wong kar-wai, se preferisci in ordine cronologico, sennò farei così: Days of being wild, Hong kong express, Angeli perduti :claudia::claudia::claudia:, Happy together, In the mood for love :claudia::claudia::claudia:, 2046.

Edward yang con Yi Yi

Park chan-wook con la triogia della vendetta, I'm a cyborg but that's OK, e non l'ho ancora visto ma, JSA dovrebbe essere un filmone.

sulla vendetta c'è anche il buonissimo I Saw the devil di Jee Won-kim

Hirokazu kore-eda con Nessuno lo sa e Still walking

Takeshi kitano con Sonatine

Tsukamoto con Tetsuo che non mi fa impazzire ma è da vedere e si deve approfondire.

Bong Joon-Ho con Memories of murder (straordinario) e non l'ho ancora visto ma Mother dovrebbe essere un altro filmone, anche The host dovrebbe meritare.

su Kim ki-duk ti hanno già risposto, io ho visto solo L'isola fin ora ed è un gran bel film.



personalmente mi appresto a vedere Millenium Mambo di Hou Hsiao Hsien e Diciassette anni di Zhang Yuan.

poi ci sarebbe Johnnie To e molti altri :sisi:

Grandissimo mickes grazie!!
Questo post me lo salvo alla grande, inizio a fare una prima spulciata per l ordine su ibs... dovro selezionarne solo alcuni all inizio, se no qua mi partono 150 euro tutti insieme :tristenev:

JT26
03-06-11, 12:53:48
8,7 :sisi:

Ero orientato tranquillamente sull'8,5. Se lo merita tutto. La tua condivisione mi toglie ogni scrupolo.

Rullo
03-06-11, 13:05:38
per me le conseguenze dell'amore è un 7.5, massimo 8

e che è!

mickes2
03-06-11, 13:09:29
Grandissimo mickes grazie!!
Questo post me lo salvo alla grande, inizio a fare una prima spulciata per l ordine su ibs... dovro selezionarne solo alcuni all inizio, se no qua mi partono 150 euro tutti insieme :tristenev:

figurati!

molto roba non la troverai purtroppo :tristenev: di Kar-Wai c'è solo in the mood for love, Nessuno lo sa ha un dvd scandaloso (te lo sconsiglio assolutamente). Edward yang nemmeno.
Tsukamoto, Bong e Wook li trovi, ma anche qua non tutto. per la maggior parte dei film o ti rivolgi all'estero (e quindi non c'è doppiaggio nè sub ita) oppure vai per "altre vie".

_______________

Una storia vera (1999) di David Lynch
http://2.bp.blogspot.com/_2-EaM3l5S9w/R4OB-OVIOrI/AAAAAAAAAFc/dGHHpeQfBJ4/s400/storia+vera.jpg
Questo è il Lynch che adoro! Un unico grande respiro questo spaccato di vita del vecchio Alvin Straight, che a pochi passi dall’infermità fisica decide di intraprendere un lungo viaggio, su un mezzo che più singolare non si può, per andare a trovare il fratello, sperando in una riconciliazione dopo molto tempo passato.
Un delicatezza del racconto che da Lynch non ti aspetti, ogni sequenza ti pacifica il cuore…le musiche che si mischiano con le immagini, gli occhi, lo sguardo intenso e le parole di Alvin, creano qualcosa di inevitabilmente poetico. Il regista scava a fondo nell’Io del protagonista e ci regala una storia intima, portando a galla i valori più importanti e mette un accento al profondo senso delle cose.
Il viaggio di Alvin non è facile, sia fisicamente che mentalmente… riaffioreranno cattivi ricordi ed errori commessi, da cui è stato inevitabilmente segnato e forse anche per questo spronato ancor di più a compiere il suo percorso e raggiungere l’ambita meta. Che splendido finale :claudia:

Togg
03-06-11, 14:17:53
Una storia vera (1999) di David Lynch
http://2.bp.blogspot.com/_2-EaM3l5S9w/R4OB-OVIOrI/AAAAAAAAAFc/dGHHpeQfBJ4/s400/storia+vera.jpg
Questo è il Lynch che adoro! Un unico grande respiro questo spaccato di vita del vecchio Alvin Straight, che a pochi passi dall’infermità fisica decide di intraprendere un lungo viaggio, su un mezzo che più singolare non si può, per andare a trovare il fratello, sperando in una riconciliazione dopo molto tempo passato.
Un delicatezza del racconto che da Lynch non ti aspetti, ogni sequenza ti pacifica il cuore…le musiche che si mischiano con le immagini, gli occhi, lo sguardo intenso e le parole di Alvin, creano qualcosa di inevitabilmente poetico. Il regista scava a fondo nell’Io del protagonista e ci regala una storia intima, portando a galla i valori più importanti e mette un accento al profondo senso delle cose.
Il viaggio di Alvin non è facile, sia fisicamente che mentalmente… riaffioreranno cattivi ricordi ed errori commessi, da cui è stato inevitabilmente segnato e forse anche per questo spronato ancor di più a compiere il suo percorso e raggiungere l’ambita meta. Che splendido finale :claudia:

Myckes tvb. Ma quanto è pazzesca quella scena nel bar? Quanto? Con i suoni che emergono. Brivido puro.


Ero orientato tranquillamente sull'8,5. Se lo merita tutto. La tua condivisione mi toglie ogni scrupolo.

Sono orgoglioso di me :sisi:

Vall77
03-06-11, 14:29:07
Però mickes, dall'elenco dei film orientali, hai tranciato di netto tutto il cinema classico giapponese :asd:

Mi rendo conto che poi il numero delle pellicole aumenta a dismisura, però è anche vero su certi picchi artistici non si può sorvolare ^^


Insomma, Bobby Peru, per quanto manco ti considero (LOL) dopo il giudizio riservato a My son my son, ti consiglio lo stesso di recuperare almeno i capolavori di Kurosawa, Mizoguchi, Kaneto Shindo, Kobayashi.

medicine bottle
03-06-11, 14:48:04
le conseguenze dell'amore è dieci e basta.

Vall77
03-06-11, 14:51:45
le conseguenze dell'amore è dieci e basta.

Non l'ho mai visto urca :morristend:

Ma lo sapete che io sugli italiani ho un blocco mentale molto radicato. Giusto Garrone l'ho sempre seguito. Adesso che ci penso devo recuperare L'imbalsamatore in dvd, ce l'avevo in VHS.

A proposito, di quello cosa ne pensate? A me era piaciuto molto, un noir di tutto rispetto. E talmente poco "italiano", nella forma, che aveva funzionato addirittura per me :asd:

mickes2
03-06-11, 14:54:54
Myckes tvb. Ma quanto è pazzesca quella scena nel bar? Quanto? Con i suoni che emergono. Brivido puro.


bella bella :claudia:


Però mickes, dall'elenco dei film orientali, hai tranciato di netto tutto il cinema classico giapponese :asd:

Mi rendo conto che poi il numero delle pellicole aumenta a dismisura, però è anche vero su certi picchi artistici non si può sorvolare ^^


Insomma, Bobby Peru, per quanto manco ti considero (LOL) dopo il giudizio riservato a My son my son, ti consiglio lo stesso di recuperare almeno i capolavori di Kurosawa, Mizoguchi, Kaneto Shindo, Kobayashi.

lo so Vall, li ho tranciati volutamente perchè non ho visto nulla e quindi non me la sentivo di consigliare senza aver visto :sisi:

Rullo
03-06-11, 16:09:39
le conseguenze dell'amore è dieci e basta.

no [cit.]

utente 8693
03-06-11, 16:16:47
Di Kitano pure HanaBi, Kids Return, Dolls, L'estate di Kikujiro e Zatoichi, altrimenti andate a cagare.

p a n z e r
03-06-11, 16:30:03
A me Zatoichi non è piaciuto granchè.

Vall77
03-06-11, 16:31:14
Ci vuole del coraggio a lasciare fuori dagli imperdibili Violent Cop e Boiling Point :patpat:

Key Paradise
03-06-11, 17:36:40
http://www.filmofilia.com/wp-content/uploads/2010/05/Housemaid.jpg

the housemaid - Im Sang-soo
un po' à la ozon, quello di otto donne e un mistero: thriller sottile, sprazzi grotteschi, personaggi teatrali, gran cura per la messinscena. questo housemaid però è composto, sin troppo. non sboccia, nè intraprende alcuna strada. tutto molto lineare e quindi alla lunga noioso, prevedibile, quasi insensato (inteso come "che senso ha guardarlo, tutto va come deve andare"). il finale però è ottimo, mentre al resto un insufficienza piuttosto convinta.

utente 8693
03-06-11, 17:48:47
A me Zatoichi non è piaciuto granchè.
Non è tra i film di samurai imperdibili, però è un esperimento interessante, in stile un po' cretino (in senso buono), tipico di Kitano.

Ci vuole del coraggio a lasciare fuori dagli imperdibili Violent Cop e Boiling Point :patpat:
Vabbè, a me piace di più la sua vena non hardboiled in ogni caso.
Tipo a Scene at the Sea, Dolls, Kids Return, Kikujiro ecc.

http://www.filmofilia.com/wp-content/uploads/2010/05/Housemaid.jpg

the housemaid - Im Sang-soo
un po' à la ozon, quello di otto donne e un mistero: thriller sottile, sprazzi grotteschi, personaggi teatrali, gran cura per la messinscena. questo housemaid però è composto, sin troppo. non sboccia, nè intraprende alcuna strada. tutto molto lineare e quindi alla lunga noioso, prevedibile, quasi insensato (inteso come "che senso ha guardarlo, tutto va come deve andare"). il finale però è ottimo, mentre al resto un insufficienza piuttosto convinta.
Stavo quasi per andarlo a vedere l'altro giorno, che poi la locandina esprima un'ottima sensualità, però il trailer non m'ha convinto.

mickes2
03-06-11, 18:00:22
Dead snow (2009) di Tommy Wyrkola
http://reeleyes.files.wordpress.com/2010/09/dead-snow-14.jpg
Davvero poca cosa questa commedia-horror. Se la regia è buona e gli attori abbastanza in forma, il soggetto e le motivazioni sono qualcosa di visto e rivisto; tra l'altro parte piano, troppo piano e finisce con l'avvolgersi su se stesso in dinamiche che sfiorano la noia. Nell'ultima mezz'ora vi è un crescendo interessante, si prende la piega del demenziale tra battute e trovate molto simpatiche e sadiche. Tenta di salvarsi in corner per le ambientazioni, per qualche citazione sparsa qua e là e per gli zombi-nazisti.

6



Prossima fermata: l’inferno (2008) di Ryuhei Kitamura
http://www.kavusclub.it/Amministra/public/Foto/2771/midnight%20meat%20train%203.jpg
Tratto da un racconto di Clive Barker, il film tratta una specie di discesa negli inferi. Purtroppo la regia di Kitamura non riesce a sorreggere uno script che risulta già piuttosto anonimo in partenza; solo Vinnie Jones riesce a dare la scossa con quello sguardo incattivito ed alienato. Buona la confezione dove spicca una fotografia degna di nota corroborata da FX (seppur in CG) di pregevole fattura. Il finale risulta ridicolo e privo di ogni logica e fondamenta.

6



Hellraiser (1987) di Clive Barker
http://blog.screenweek.it/wp-content/uploads/2008/10/hellraiser.gif
Buon horror di Barker che fa delle venature fantascientifiche il suo punto di forza. Regia solida, geometrica e claustrofobica, che indugia sui primi piani proprio a trasmettere quel senso di inquietudine che tanto serve. Dalla grande messa in scena, ed effetti che fanno invidia a parecchi horror moderni. L’atmosfera che si respira è di quelle marce, malsane, visionarie…Pinhead è poco inquadrato in questo primo episodio, ma chi se lo dimentica con quella faccia e quegli spilli in testa!

7+

utente 8693
03-06-11, 18:07:38
Concordo su Dead Snow.

p a n z e r
03-06-11, 18:46:35
Dead Snow è una figata, maledetti snob.

Togg
03-06-11, 18:48:01
Dead Snow è una figata, maledetti snob.

2 vs 1
I trust on Bip :sisi:

mickes2
03-06-11, 18:50:23
Concordo su Dead Snow.

finalmente siamo d'accordo :D


Dead Snow è una figata, maledetti snob.

se Dead snow è una figata, Zombieland e Shaun cosa sono? :D

p a n z e r
03-06-11, 18:52:19
2 vs 1
I trust on Bip :sisi:
Tu mi odi solo perchè sono milanese.


finalmente siamo d'accordo :D



se Dead snow è una figata, Zombieland cos'è? :D
una gran figata? d'ora in avanti darò i voti seguendo la scala della figata, ho deciso :sisi:

Togg
03-06-11, 19:06:04
Tu mi odi solo perchè sono milanese.
porcaccia tua

una gran figata? d'ora in avanti darò i voti seguendo la scala della figata, ho deciso :sisi:

anche ioooooooo :asd:

Magnottone
03-06-11, 19:50:42
Insomma, Bobby Peru, per quanto manco ti considero (LOL) dopo il giudizio riservato a My son my son, ti consiglio lo stesso di recuperare almeno i capolavori di Kurosawa, Mizoguchi, Kaneto Shindo, Kobayashi.

ma è una merdaccia quel film dai :rickds:

Grazie del consiglio pero :rickds:

geotecnia
03-06-11, 20:16:03
Visto 'The Tourist' ultimamente.. con Angelina Jolie e Jonny Depp..
Molto bene...

Magnottone
03-06-11, 21:13:48
Visto 'The Tourist' ultimamente.. con Angelina Jolie e Jonny Depp..
Molto bene...

benvenuto ciao....

pero the tourist... :Onilink:

Key Paradise
04-06-11, 08:46:41
a me ha sempre affascinato questo film di eastwood
tutta la prima parte è quanto di più simile a twin peaks abbia visto da parte di un altro autore

Vall77
04-06-11, 09:51:00
ma è una merdaccia quel film dai :rickds:

Grazie del consiglio pero :rickds:

Ma non è per niente vero :asd:
Certo, se ti aspettavi chissà che svolgimento narrativo ti avrà deluso per forza. Per me è, nel complesso, un piccolo gioiello che funziona molto molto bene.


Hana-bi secondo me ricalca il cinema noir e con Sonatine e L'estate di Kikujiro sono tra i migliori film di Kitano e degli anni 90,d'accordo con bip. :sisi:

Cmq da ricordare anche il maestro Yasujirô Ozu e Seijun Suzuki (due grandi autori,soprattutto il primo).

Ma nell'amore verso Kitano concordo anch'io con bip. Poi sono sfumature di preferenza, io sicuramente amo di più il suo cinema yakuza :asd:

Se dovessi sceglierne tre su tutti... Hana-Bi, Sonatine e Boiling Point. L'estate di Kikujiro mi manca però. Magari faccio un salto alla Fnac in giornata, che lo adocchiavo da un pò ^^

Armin
04-06-11, 10:28:49
La morte corre sul fiume di Charles Laughton

http://remingtons.files.wordpress.com/2011/04/night-of-the-hunter-barn-wide.png

Solito titolo tradotto " a muzzo" :asd:
Atmosfera strepitosa, tensione costante, fotografia ottima.
Idea di fondo molto originale, Mitchum perfetto nel ruolo.
Ottimo noir, consigliatissimo.
Voto 9,2

Togg
04-06-11, 11:54:41
a me ha sempre affascinato questo film di eastwood
tutta la prima parte è quanto di più simile a twin peaks abbia visto da parte di un altro autore

anche il finale è molto twinpeaksiano da quello che ricordo.

mickes2
04-06-11, 16:36:14
Gerry (2002) di Gus Van Sant
http://www.kavusclub.it/Amministra/public/Foto/3051/gerry.jpg
Due amici, spinti verso una meta sconosciuta, intraprendono un’escursione in una zona desertica, rimanendo sperduti. La storia di un’amicizia che pian piano si affievolisce, un viaggio che analizza l’anima, le angosce, le paure, gli errori, i rimpianti. Straordinari ed interminabili piani-sequenza immersi nella natura selvaggia, magnifici scenari desertici che accompagnano, passo dopo passo, collina dopo collina, deserto dopo deserto, un senso indecifrabile di assoluta disillusione, scoraggiamento, voglia di piangere e disperarsi. Con stile asciutto ed essenziale, che rappresenta benissimo lo stato d’animo dei protagonisti, Van Sant ci conduce in questo percorso, in un interminabile vagare scandagliando l’anima e affrontando temi importanti senza mai cadere nel retorico o nel banale. I dialoghi ridotti all’osso (giustamente, non ce n’è bisogno) si contrappongono alla grande forza emotiva che le immagini sanno regalare. Indimenticabili le due scene finali: dramma, resa, consapevolezza e rimpianto si mischiano creando qualcosa di fortissimo. Bravissimi Matt Damon e Casey Affleck che hanno anche scritto assieme al regista lo script. Chi ha gradito L’elefante non può esimersi. Grandissimo.

8,5

Bakline
04-06-11, 17:34:37
In questi giorni ho guardato:
I quattrocento colpi, fantastico
Zoolander, che a me fa sempre ridere :rickds:
Easy A, carino :sisi:

utente 8693
04-06-11, 17:38:21
zoolander è uno dei preferiti di Malick.. just sayin'

medicine bottle
04-06-11, 18:09:01
no [cit.]

pum passa paperino con la pipa in bocca guai a chi la tocca l'hai toccata proprio tu! ho ragione io.

Vall77
04-06-11, 19:12:25
Gerry (2002) di Gus Van Sant

Due amici, spinti verso una meta sconosciuta, intraprendono un’escursione in una zona desertica, rimanendo sperduti. La storia di un’amicizia che pian piano si affievolisce, un viaggio che analizza l’anima, le angosce, le paure, gli errori, i rimpianti. Straordinari ed interminabili piani-sequenza immersi nella natura selvaggia, magnifici scenari desertici che accompagnano, passo dopo passo, collina dopo collina, deserto dopo deserto, un senso indecifrabile di assoluta disillusione, scoraggiamento, voglia di piangere e disperarsi. Con stile asciutto ed essenziale, che rappresenta benissimo lo stato d’animo dei protagonisti, Van Sant ci conduce in questo percorso, in un interminabile vagare scandagliando l’anima e affrontando temi importanti senza mai cadere nel retorico o nel banale. I dialoghi ridotti all’osso (giustamente, non ce n’è bisogno) si contrappongono alla grande forza emotiva che le immagini sanno regalare. Indimenticabili le due scene finali: dramma, resa, consapevolezza e rimpianto si mischiano creando qualcosa di fortissimo. Bravissimi Matt Damon e Casey Affleck che hanno anche scritto assieme al regista lo script. Chi ha gradito L’elefante non può esimersi. Grandissimo.

8,5

Sono tutto sommato abbastanza fan di Van Sant, specialmente quello degli ultimi anni. Ma... questo non mi è proprio andato giù. Lento lento lento, ma non in modo bello :morris82:

Dopo il tuo entusiasmo potrei quasi dargli una seconda chance, ma solo pensarci mi affatica mentalmente :asd:


zoolander è uno dei preferiti di Malick.. just sayin'

Assurdo :asd:
Per me è un filmetto con cui passare una serata allegra, però dimenticabilissimo.

Key Paradise
04-06-11, 19:14:50
io dopo four lions oggi ho recuperato koyaanisqatsi
non so secondo quale logica li ho visti uno dopo l'altro, però è così :asd:

mickes2
04-06-11, 19:36:33
Sono tutto sommato abbastanza fan di Van Sant, specialmente quello degli ultimi anni. Ma... questo non mi è proprio andato giù. Lento lento lento, ma non in modo bello :morris82:

Dopo il tuo entusiasmo potrei quasi dargli una seconda chance, ma solo pensarci mi affatica mentalmente :asd:



ma davvero Vall? è un film stupendo, forse non eri nella serata/momento giusto. Anch'io come te apprezzo molto Elephant, e Gerry ti deve piacere per forza, daiiii :sisi:

Vall77
04-06-11, 19:48:25
ma davvero Vall? è un film stupendo, forse non eri nella serata/momento giusto. Anch'io come te apprezzo molto Elephant, e Gerry ti deve piacere per forza, daiiii :sisi:

Lo rimetto il lista allora, può darsi non fosse la serata giusta ^^
Parecchio curioso anche per Restless, che sembra sia piaciuto abbastanza a Cannes.

Togg
04-06-11, 20:00:40
Sono tutto sommato abbastanza fan di Van Sant, specialmente quello degli ultimi anni. Ma... questo non mi è proprio andato giù. Lento lento lento, ma non in modo bello :morris82:

Dopo il tuo entusiasmo potrei quasi dargli una seconda chance, ma solo pensarci mi affatica mentalmente :asd:

Io gliela darò di sicuro :sisi:

medicine bottle
04-06-11, 20:08:46
io dopo four lions oggi ho recuperato koyaanisqatsi
non so secondo quale logica li ho visti uno dopo l'altro, però è così :asd:

http://img31.imageshack.us/img31/707/vlcsnap2010062620h10m45.png (http://imageshack.us/photo/my-images/31/vlcsnap2010062620h10m45.png/)

mah favor screenshot evah

mickes2
04-06-11, 20:47:48
Lo rimetto il lista allora, può darsi non fosse la serata giusta ^^
Parecchio curioso anche per Restless, che sembra sia piaciuto abbastanza a Cannes.

bene ^_^
a questo punto ho grandi aspettative anche per Restless :sisi: io prima possibile mi sparo Paranoid park e Last days.



Io gliela darò di sicuro :sisi:

bravo ^_^

Vigo
04-06-11, 21:55:32
13 assassins di Takashi Miike
Uno dei miei primi jidaigeki, mantiene alto l'interesse dall'inizio alla fine ma sinceramente mi sono venute più volte i dubbi sulla effettiva verosimiglianza delle vicende narrate (pare sia basato su un evento reale). Nel senso, non che sia sbagliato fare un film più o meno dichiaratamente "storico" per poi esagerare e intrattenere lo spettatore, ma diciamo che da film con questi contenuti, ambientati nel tardo giappone feudale, ecc. preferisco approcci più seri: insomma, Miike lo preferisco molto di più nei suoi horror/pulp di ambientazione contemporanea (vedasi specialmente Ichi the killer). Poi è possibile che mi sbagli, come ho detto conosco poco il genere e a dire il vero anche sul regista non è che possa dichiararmi grande esperto: preciso però che il film non mi è affatto dispiaciuto in generale ;)

mickes2
04-06-11, 21:59:35
13 assassins di Takashi Miike
Uno dei miei primi jidaigeki, mantiene alto l'interesse dall'inizio alla fine ma sinceramente mi sono venute più volte i dubbi sulla effettiva verosimiglianza delle vicende narrate (pare sia basato su un evento reale). Nel senso, non che sia sbagliato fare un film più o meno dichiaratamente "storico" per poi esagerare e intrattenere lo spettatore, ma diciamo che da film con questi contenuti, ambientati nel tardo giappone feudale, ecc. preferisco approcci più seri: insomma, Miike lo preferisco molto di più nei suoi horror/pulp di ambientazione contemporanea (vedasi specialmente Ichi the killer). Poi è possibile che mi sbagli, come ho detto conosco poco il genere e a dire il vero anche sul regista non è che possa dichiararmi grande esperto: preciso però che il film non mi è affatto dispiaciuto in generale ;)

condolianze :D

Vigo
04-06-11, 22:26:04
condolianze :D

Si spieghi :unsisi:

Più due domande di dubbia attinenza:

1- Hai commentato solo la frase o hai comunque visto il film?
2- Ma... uhm... non si scrive "condoglianze" :azz:?

mickes2
04-06-11, 22:39:34
no vabbè, la mia era una piccola battuta, nel senso che a me Ichi the killer mi ha letteralmente spaccato le palle e l'ho trovato davvero insulso :asd:

quindi leggere un tuo gradimento verso Ichi rispetto al film che hai visto, mi ha fatto uno strano effetto :D

Vigo
04-06-11, 22:45:34
no vabbè, la mia era una piccola battuta, nel senso che a me Ichi the killer mi ha letteralmente spaccato le palle e l'ho trovato davvero insulso :asd:

quindi leggere un tuo gradimento verso Ichi rispetto al film che hai visto, mi ha fatto uno strano effetto :D

Ichi è una di quelle cose folli e di gusto indecifrabile tendente al pessimo che fa per me... ma ti ha spaccato le palle nel senso che l'hai trovato noioso? E' uno dei pochi film che mi ha fatto quasi sentire male :asd: Ed è anche il mio primo film di Miike. In ogni caso guarderò altri suoi lavori, di tipi diversi (altri alla Ichi, roba più leggera e simili) poi potrò eventualmente rivalutare le mie posizioni: però ad esempio, per quanto simpatico, Sukiyaki Western Django (ok, non è un jidaigeki ma l'ambientazione non è moderna) l'ho trovato molto meno azzeccato rispetto a lavori come Ichi o Dead or Alive.

Key Paradise
05-06-11, 00:33:12
mah favor screenshot evah

io ho rivisto fotogramma per fotogramma la scena con le immagini televisive, ed un po' di pazienza mi ha dato ragione: si vedono due tette


Gerry (2002) di Gus Van Sant8,5

bello gerry, anche se meno personale rispetto ad altri lavori
però paranoid park resta lì sopra


E com'è Koyaanisqatsi?

Tornando a Mezzanotte nel giardino.... di Clint è sicuramente affascinante,nonchè opera unica nella filmografia del regista.Interessanti le considerazioni e gli accostamenti a Twin Peaks (purtroppo i miei ricordi su questa serie sono piuttosto deboli:non la vedo da una vita).

Bronson 2008 di Nicolas Winding Refn.

Tratto da una storia vera,Bronson raccconta le vicende del carcerato più violento del regno unito,le sue vicissitudini.Un uomo che "ha passato 34 anni in carcere di cui 30 in isolamento".Il registro utilizzato dal regista danese è in bilico tra il teatrale e il grottesco e gioca tutto sulla mimica del massiccio Tom Hardy (che proprio per questa parte ha messo su un fisico da paura) abbinata ad un forte gusto estetico per l'inquadratura (che lo conduce a qualche eccesso) ed al notevole utilizzo della musica classica,tanto da far pensare all'Arancia Meccanica kubrickiana.Diverse sequenze riuscite (cito il ballo nel manicomio criminale e lo strangolamento del pedofilo).Bello.

http://bobbakerfish.files.wordpress.com/2010/03/bronson.jpg

bello bronson!
koyaanisqatsi è... didascalico nei contenuti, però a conti fatti lo è sin dal titolo (se non fosse una lingua sconosciuta). la forma comunque risolve tutto, ci sono davvero sequenze di straordinaria efficienza

GAME83
05-06-11, 01:34:12
Visto la prova con JC Van Damme, se qualcuno mi spiega perchè mediaset l' ha messo sotto il genere commedia :asd:

JT26
05-06-11, 01:43:46
pum passa paperino con la pipa in bocca guai a chi la tocca l'hai toccata proprio tu! ho ragione io.

ha ragione freccia.


no vabbè, la mia era una piccola battuta, nel senso che a me Ichi the killer mi ha letteralmente spaccato le palle e l'ho trovato davvero insulso :asd:

quindi leggere un tuo gradimento verso Ichi rispetto al film che hai visto, mi ha fatto uno strano effetto :D

sì ma stai sviando abilmente l'errore ortografico. :sisi:


Sono tutto sommato abbastanza fan di Van Sant, specialmente quello degli ultimi anni. Ma... questo non mi è proprio andato giù. Lento lento lento, ma non in modo bello :morris82:

Dopo il tuo entusiasmo potrei quasi dargli una seconda chance, ma solo pensarci mi affatica mentalmente :asd:

Mai visto nulla di Van Sant, ma ne approfitto per dire:
Pensavo di non essere il tipo ma ho appurato che (magari è una fase) i film lenti mi stanno sulle palle. Oppure avrei bisogno di vedere un lento in modo bello per cambiare opinione.

mickes2
05-06-11, 02:03:17
Ichi è una di quelle cose folli e di gusto indecifrabile tendente al pessimo che fa per me... ma ti ha spaccato le palle nel senso che l'hai trovato noioso? E' uno dei pochi film che mi ha fatto quasi sentire male :asd: Ed è anche il mio primo film di Miike. In ogni caso guarderò altri suoi lavori, di tipi diversi (altri alla Ichi, roba più leggera e simili) poi potrò eventualmente rivalutare le mie posizioni: però ad esempio, per quanto simpatico, Sukiyaki Western Django (ok, non è un jidaigeki ma l'ambientazione non è moderna) l'ho trovato molto meno azzeccato rispetto a lavori come Ichi o Dead or Alive.

si si, mi ha proprio annoiato :asd: ecco l'unico aspetto che ho gradito furono proprio le torture. tutto il resto: è nooooiaaa. dopo Ichi ne sono rimasto alla larga, anch'io comunque dovrei cercare di approfondirlo.



bello gerry, anche se meno personale rispetto ad altri lavori
però paranoid park resta lì sopra

finito proprio ora, e ti dirò Key, per me sta sotto. Van Sant destruttura la narrazione, frammenta il montaggio, gioca col tempo, impone il taglio documentaristico...tutto molto pregevole; ma il suo sguardo rimane in superficie, troppo distaccato o almeno io l'ho percepito così, di conseguenza su di me non ha avuto l'impatto di Gerry (che per me fino ad ora rimane il suo miglior film) cmq sto sul 7,5.

---------- Post added at 02:03:17 ---------- Previous post was at 01:56:24 ----------



sì ma stai sviando abilmente l'errore ortografico. :sisi:

heheeh son dettagli :P




Mai visto nulla di Van Sant, ma ne approfitto per dire:
Pensavo di non essere il tipo ma ho appurato che (magari è una fase) i film lenti mi stanno sulle palle. Oppure avrei bisogno di vedere un lento in modo bello per cambiare opinione.

Van Sant è tremendamente lento, indaga, scruta, non si schioda dai suoi piani-sequenza interminabili. Ma, Paranoid park lo potresti apprezzare in prima battuta, poi passi ad Elephant e là capirai se la sua lentezza ti piace oppure no.

BlackWizard
05-06-11, 04:15:23
The Abyss:


http://i52.tinypic.com/vqt94j.jpg

Bel film, si lascia guardare: 7

utente 8693
05-06-11, 09:18:06
Mi sa che sono l'unico che non impazzisce per Gus Van Sant, qui.

p a n z e r
05-06-11, 10:32:33
Mi sa che sono l'unico che non impazzisce per Gus Van Sant, qui.

Benvenuto nel club :sisi: se ripenso a elephant mi cascano ancora le palle

Togg
05-06-11, 10:45:30
però paranoid park resta lì sopra


ah sì?


Mi sa che sono l'unico che non impazzisce per Gus Van Sant, qui.

mi accodo.

Hushabye
05-06-11, 11:35:03
a proposito di gus,ma Restless che fine ha fatto??

Key Paradise
05-06-11, 12:35:48
fino a prova contraria fa abbastanza pena, potere assoluto mi è sembrato un western urbano
ah dimenticavo:


http://www.youtube.com/watch?v=KOqtnU2faTc

:rickds: :rickds: :rickds: :rickds:

Orfin
05-06-11, 12:44:41
Io ho visto Pirati dei Caraibi, il secondo. E' abbastanza carino, soprattutto per il personaggio di Sparrow venuto su veramente bene

Vall77
05-06-11, 12:46:19
Mi sa che sono l'unico che non impazzisce per Gus Van Sant, qui.


Benvenuto nel club :sisi: se ripenso a elephant mi cascano ancora le palle


ah sì?



mi accodo.

http://goofygifs.com/wp-content/uploads/2010/09/funny-animated-gifs-indian-movie-falcon-punch.gif

mickes2
05-06-11, 13:38:58
:D:D:D

incoscienti, non sanno quello che dicono :sisi:

knight96-1994
05-06-11, 14:31:45
IL CIGNO NERO

In sintesi, la storia di una giovane ragazza che ottiene il ruolo di protagonista nel "Lago Dei Cigni"
La rivalità, lo stress, l'influenza della madre e la fragilità della ragazza la portano velocemente al crollo.
Un film forte e molto drammatico, ottimamente recitato.
Sconsigliato ai deboli di cuore e agli impressionabili. Per tutti gli altri, un film da vedere.

Vall77
05-06-11, 14:36:24
Non sei il primo che sento invitare i deboli di stomaco alla cautela, prima di vedere Black Swan. Mah.
Prima di vedere Martyrs che devono farsi, l'anestesia totale? :asd:

Comunque, anche a me è piaciuto, ma adesso arriverà freccia a dirti che il film fa cagare ^^

knight96-1994
05-06-11, 14:42:39
Non i deboli di stomaco, ma di cuore, è diverso :asd:
Alcune scene sono piuttosto fortine insomma, e lo dice uno che è cresciuto con thriller e horror :sisi:

Vigo
05-06-11, 14:45:56
Deserto Rosso di Antonioni
Uhm allora sono un po' indeciso: scelte registiche attente, interessante uso di musiche e colori e buona base narrativa/riflessiva di partenza, però altri aspetti del film sono abbastanza carenti (ritmo tremendamente basso, forse troppo; dialoghi spesso poco interessanti... se volevano essere criptici e allusivi, non li ho proprio capiti). Adesso cercherò di recuperare gli altri tre film precedenti di questa "serie", lo stile di Antonioni non mi dispiace affatto (anche se avevo preferito di gran lunga Blow Up) :unsisi:

PS- Bella la scena della storia che Giuliana racconta al figlio, soprattutto visivamente

Togg
05-06-11, 14:52:02
Non sei il primo che sento invitare i deboli di stomaco alla cautela, prima di vedere Black Swan. Mah.
Prima di vedere Martyrs che devono farsi, l'anestesia totale? :asd:

Comunque, anche a me è piaciuto, ma adesso arriverà freccia a dirti che il film fa cagare ^^

Lo dico io. Fa cagar(uccio) :asd:

mickes2
05-06-11, 14:52:52
a me Black swan non ha fatto nessun effetto in questo senso :morris82: tranne ovviamente le emozioni che Aronofsky riesce sempre ad estrapolare e buttarti in faccia.


Deserto Rosso di Antonioni
Uhm allora sono un po' indeciso: scelte registiche attente, interessante uso di musiche e colori e buona base narrativa/riflessiva di partenza, però altri aspetti del film sono abbastanza carenti (ritmo tremendamente basso, forse troppo; dialoghi spesso poco interessanti... se volevano essere criptici e allusivi, non li ho proprio capiti). Adesso cercherò di recuperare gli altri tre film precedenti di questa "serie", lo stile di Antonioni non mi dispiace affatto (anche se avevo preferito di gran lunga Blow Up) :unsisi:

d'accordo con te sostanzialmente: regia solida, solidissima...ma narrativamente manca il mordente: l'introspezione delle bravissima Monica vitti non è riuscitissima, e lo script è scarno. Bello lo sfondo uggioso e desolato delle fabbriche.



Lo dico io. Fa cagar(uccio) :asd:

ma mi faccia il piacere!!!

Vall77
05-06-11, 14:53:52
Lo dico io. Fa cagar(uccio) :asd:

Ho finito anche le gif per risponderti

:facepalm:

James
05-06-11, 18:03:44
Lo dico io. Fa cagar(uccio) :asd:


Ma finiscitela con sta puzza sotto al naso te:ahsisi:

Togg
05-06-11, 18:07:17
E anche oggi non si cava film dal buco. Mi sa. Con mia madre vicino "la casa" mi è preclusa :(

Bakline
05-06-11, 18:11:53
Com'è An education? Pensavo di guardalo stasera.

p a n z e r
05-06-11, 18:13:46
E anche oggi non si cava film dal buco. Mi sa. Con mia madre vicino "la casa" mi è preclusa :(
non si cava, lol :sisi:

Rullo
05-06-11, 18:19:12
Com'è An education? Pensavo di guardalo stasera.

meh finale bleh

Togg
05-06-11, 18:19:18
non si cava, lol :sisi:

sapevo avresti colto :unsisi:

Key Paradise
05-06-11, 18:46:23
Com'è An education? Pensavo di guardalo stasera.

si lascia guardare

mickes2
05-06-11, 18:55:18
:chris:

Paranoid park (2007) di Gus Van Sant
http://www.iltaccoditalia.info/public/paranoid-park.jpg
Con un taglio quasi documentaristico, Van Sant indaga, ci porta nei pensieri, nel senso di angoscia e nella calma apparente di Alex. Si concentra su di lui lasciando la famiglia sullo sfondo, praticamente invisibile, e con un montaggio frammentato ci accompagna in un senso di strana inquietudine, in un dissidio interiore con cui il protagonista combatte giorno dopo giorno. Ottima la fotografia con questi colori vividi e saturi quasi a comunicare un senso di alienazione. Bravissimo Gabe Nevins che impersona molto bene un adolescente alle prese coi problemi tipici di incomunicabilità e quel senso di smarrimento che lo attanaglia. Anche qua mi pare che Van Sant non giudichi, ma scruta sempre con uno stile sobrio e mai compiaciuto, una deriva morale di un sedicenne, lasciando nel finale un senso di amarezza molto particolare.

7,5



rivisto (3° visione) Memento (2000) di Christopher Nolan
http://www.film.it/fnts/film/immagini/500x375/memento_02-15410758.jpg
Assolutamente affascinante perchè Nolan incastra con precisione chirurgica una struttura narrativa con un montaggio a blocchi alternati andando a ritroso e differenziando la narrazione tra fotografia in b/n e colori. A ciò si aggiunge il fascino che porta con se la sceneggiatura (seppur nella sua semplicità), e le parti introspettive di Leonard, che catturano lo spettatore inchiodandolo alla poltrona creando un collegamento prettamente empatico.

9+

medicine bottle
05-06-11, 19:34:46
IL CIGNO NERO
un film da vedere.

http://30.media.tumblr.com/tumblr_lesu9hS2vs1qfxng8o1_400.gif



adesso arriverà freccia a dirti che il film fa cagare ^^

mi fanno fare gli straordinari, puf pant.


Com'è An education? Pensavo di guardalo stasera.

a distanza di qualche mese direi tutto sommato deludente nella seconda parte.

Bakline
05-06-11, 20:06:55
memento è proprio bello

ken-chan90
05-06-11, 20:13:37
ma mi faccia il piacere!!!

Mi associo :sisi:


http://30.media.tumblr.com/tumblr_lesu9hS2vs1qfxng8o1_400.gif



mi fanno fare gli straordinari, puf pant.

:asd:

Vall77
05-06-11, 20:29:02
Bronson 2008 di Nicolas Winding Refn.

Tratto da una storia vera,Bronson raccconta le vicende del carcerato più violento del regno unito,le sue vicissitudini.Un uomo che "ha passato 34 anni in carcere di cui 30 in isolamento".Il registro utilizzato dal regista danese è in bilico tra il teatrale e il grottesco e gioca tutto sulla mimica del massiccio Tom Hardy (che proprio per questa parte ha messo su un fisico da paura) abbinata ad un forte gusto estetico per l'inquadratura (che lo conduce a qualche eccesso) ed al notevole utilizzo della musica classica,tanto da far pensare all'Arancia Meccanica kubrickiana.Diverse sequenze riuscite (cito il ballo nel manicomio criminale e lo strangolamento del pedofilo).Bello.

Appena visto. Refn ha delle qualità registiche evidenti. Concordo con te sul fatto che alcuni eccessi estetici limitino il respiro del film, fermandolo solo un attimo prima dell'applauso a scena aperta. Molto buono in ogni caso. Interpretazione di Hardy da premiare, il personaggio rende benissimo e c'è dietro un lavoro recitativo di alto livello.

Resto con la sensazione che Refn, promettente al massimo, sia ancora un pò in cerca di se stesso. La speranza è che per trovarsi non debba sputtanarsi :asd:

Chiaramente aumenta anche l'attesa per Drive, che dovrei riuscire a vedere al cinema settimana prossima.

Key Paradise
05-06-11, 20:36:39
E anche oggi non si cava film dal buco. Mi sa. Con mia madre vicino "la casa" mi è preclusa :(

io invece viaggio al ritmo di 2 al giorno per recuperare i passati mesi di perdizione
oggi paul + a serious man :lucatm:

Togg
05-06-11, 20:45:45
io invece viaggio al ritmo di 2 al giorno per recuperare i passati mesi di perdizione
oggi paul + a serious man :lucatm:

CHE COSAAAAAA?!?!? Non avevi ancora visto a serious man?!?!?

BlackWizard
05-06-11, 20:49:27
Raga che mi dite su The Black Dahlia, è da vedere o posso tralasciare?

p a n z e r
05-06-11, 20:50:35
a serious man è uno di quei film che alla fine sei tipo ".....wat?". e poi devi aiutare tua madre a capire cosa ha appena visto, nascondendo magari il fatto che anche tu non hai capito una sega del film, se non che essere ebrei sembra problematico.

Vigo
05-06-11, 20:53:35
Che bello A serious man *ç*

Vall77
05-06-11, 20:56:00
Se non è furbetto, è almeno un pò furbino :sisi:

Togg
05-06-11, 21:01:01
Se non è furbetto, è almeno un pò furbino :sisi:

ma zii. A serious man è SPET TA CO LA RE.

mickes2
05-06-11, 21:23:27
A serious man è proprio un bel film, ma mi è risultato un bel po' criptico. non ho empatizzato moltissimo ma è un film che vorrò rivedere con gusto, senza dubbio :sisi:


Raga che mi dite su The Black Dahlia, è da vedere o posso tralasciare?

mah, non l'ho visto ma secondo me è meglio passare ad altro

Vall77
05-06-11, 21:26:42
ma zii. A serious man è SPET TA CO LA RE.

Tu lo sai che se mi fai arrabbiare ho l'arma del rosik a portata di mano, vero? :chris:


No scherzo, non la userei così brutalmente :rickds:

BlackWizard
05-06-11, 21:29:04
A serious man è proprio un bel film, ma mi è risultato un bel po' criptico. non ho empatizzato moltissimo ma è un film che vorrò rivedere con gusto, senza dubbio :sisi:



mah, non l'ho visto ma secondo me è meglio passare ad altro

Ok, allora stasera vado di Scorsese.

medicine bottle
05-06-11, 21:32:44
ti fa venire l'acido lattico, a serious man, altroché.

Togg
05-06-11, 21:44:41
ti fa venire l'acido lattico, a serious man, altroché.

come sei cagionevole.


Tu lo sai che se mi fai arrabbiare ho l'arma del rosik a portata di mano, vero? :chris:


No scherzo, non la userei così brutalmente :rickds:

calmo calmo che prima mi dovrò vedere "le case" :asd:

Vall77
05-06-11, 21:49:16
calmo calmo che prima mi dovrò vedere "le case" :asd:

Mica parlavo del documentario su Bill Hicks eh.
Pfui, quello puoi (tecnicamente) recuperarlo quando ti pare :asd:

Parlavo di...

http://www.cineclandestino.it/public/image/2011/2011/4/Festival/Cannes%202011/Concorso/Melancholia/Melancholia-testo.jpg

Che mi sparo Giovedì sera al cinema in anteprima.
Me l'hai chiamata, colpa tua :rickds:

Togg
05-06-11, 22:32:27
Parlavo di...

http://www.cineclandestino.it/public/image/2011/2011/4/Festival/Cannes%202011/Concorso/Melancholia/Melancholia-testo.jpg

Che mi sparo Giovedì sera al cinema in anteprima.
Me l'hai chiamata, colpa tua :rickds:

TI ODIO. Ho voglia di farti una proposta indecente.

Vall77
05-06-11, 22:40:46
Sì,veramente bello e l'utilizzo della musica è esemplare:sisi:.Cmq in attesa di drive (curioso poi di leggere un tuo commento) recupero gli altri perchè questo è il primo refn per me:sisi:.Una curiosità: hai visto Driver l'imprendibile di Walter Hill?

Mi diceva qualcosa il titolo ma no, mai visto. Per Drive sicuramente commento.
Comunque pastò... sei un pozzo di spunti! Saccheggio volentieri i due titoli che hai commentato :sisi:


TI ODIO. Ho voglia di farti una proposta indecente.

Tipo filmarlo durante la visione? :asd:

Old Boy
05-06-11, 22:44:18
L'altro ieri ho visto Cannibal Holocaust di Ruggero Deodato.

Che dire,il film è pesante e vuole essere pesante.Le scene splatter si sprecano,e la violenza è sempre dietro l'angolo e non mancano momenti al limite dello Snuff movie.
La persona che lo stava guardando con me ha rischiato più volte di distribuire sul tappeto del mio salotto il cibo mangiato nel pomeriggio :sisi:
Tuttavia la critica ai Mass Media e alla nostra società di Deodato è abbastanza evidente,e secondo me pure abbastanza riuscita.
Quando,all'inizio,ci vengono descritti i nativi che avremmo incontrato dopo qualche minuto,Deodato non ci mostra affatto le popolazioni indigene,anzi,ci mostra una tipica realtà urbana.
Più volte nel film ci viene mostrato come i Mass Media siano pronti a mettere da parte il buon gusto e la morale per portare ascolti,e spesso il film ci porta a porci la domanda: "chi sono i veri cannibali?"
Io l'ho trovato interessante,dato che lo splatter (anche quello pesante) non mi fa nessun effetto.
anche se non credo che il mio amico la pensi come me :asd:

Togg
05-06-11, 22:49:55
Tipo filmarlo durante la visione? :asd:

Club Silencio. :sisi:

Key Paradise
05-06-11, 23:40:28
a serious man l'ho trovato di semplicissima lettura. il succo è sempre quello, raccontare tutto e niente, ma raccontare.
il riassunto è nel dialogo col rabbino nachtner, il gusto della storia monca del finale, se non ce n'è uno appropriato; un prologo misterioso e distaccato, se ci viene l'idea; salire sul tetto e rendersi conto della piattezza di un'esistenza in quel preciso istante; un'intera sottotrama basata su 20 dollari, che finisce per chiudere l'intero film.

non sarà il loro film più ispirato ma ha certi sprazzi mica da ridere

Blackjack
06-06-11, 13:03:17
Ieri ho visto, al cinema, "Una Notte Da Leoni 2"

Che dire, il film è simpatico. Fa ridere abbastanza ma è troppo, troppo prevedibile. Avendo già visto l'1, sai già cosa succede alla fine etc. Pur facendo in modo che la storia si svolga diversamente, pecca di originalità.

Voto: 6 (giusto perchè fa ridere)

kail Relax
06-06-11, 14:01:35
sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI

mickes2
06-06-11, 14:16:05
sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI

si, tra l'altro lui recita in maniera pessima nel film di Facebook :sisi:

Togg
06-06-11, 14:31:39
a serious man l'ho trovato di semplicissima lettura. il succo è sempre quello, raccontare tutto e niente, ma raccontare.
il riassunto è nel dialogo col rabbino nachtner, il gusto della storia monca del finale, se non ce n'è uno appropriato; un prologo misterioso e distaccato, se ci viene l'idea; salire sul tetto e rendersi conto della piattezza di un'esistenza in quel preciso istante; un'intera sottotrama basata su 20 dollari, che finisce per chiudere l'intero film.

non sarà il loro film più ispirato ma ha certi sprazzi mica da ridere

ma zitto va.
c'hai ragione ma levi tutta la poesia :asd:

Rullo
06-06-11, 14:40:13
sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI

http://img824.imageshack.us/img824/1079/mabaffanculo.jpg

utente 8693
06-06-11, 14:58:53
a serious man è uno di quei film che alla fine sei tipo ".....wat?". e poi devi aiutare tua madre a capire cosa ha appena visto, nascondendo magari il fatto che anche tu non hai capito una sega del film, se non che essere ebrei sembra problematico.
La meglio spiegazione.
Voglio abbonarmi alla tua rivista.

Fabfab
06-06-11, 15:24:00
Sex Movie in 4D

Sempre evitato perché dal titolo italiano sembrava una schifezza, si è invece rivelato una piacevole commedia adolescenziale, decisamente meno sboccata di American Pie e con qualche momento davvero ben riuscito!

Hushabye
06-06-11, 15:48:20
Chiaramente aumenta anche l'attesa per Drive, che dovrei riuscire a vedere al cinema settimana prossima.

drive al cinema??? wtf?

p a n z e r
06-06-11, 15:48:25
La meglio spiegazione.
Voglio abbonarmi alla tua rivista.

sì, snobella2000.

Rullo
06-06-11, 16:05:34
sì, snobella2000.

ti amo

Price
06-06-11, 17:08:03
sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI
era meglio Fast Five, peccato vè?

Per restare in tema con Mottola ieri sera ho visto Paul seguendo il consiglio di alcuni utenti. Commedia molto piacevole, graditissime le citazioni nerd e coppia Frost-Pegg sempre ottima. Molto più risate di Una Notte Da Leoni 2.

medicine bottle
06-06-11, 18:02:55
il film ci porta a porci la domanda: "chi sono i veri cannibali?"


lui e barbareschi, ovviamente.


sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI

http://greed.net78.net/wp-content/uploads/2008/09/failure.jpg


non aprite quella porta (remake) - http://i291.***********.com/albums/ll293/JOCKWYLER07/icon_shit.gif+
unico momento di passione il vecchio che palpeggia subdolamente jessica biel.

scream - ***+
sempre visto a spezzoni, ho rimediato. riuscita l'ammucchiata "meta-", "teen", "media".

mickes2
06-06-11, 19:43:30
non aprite quella porta (remake) - http://i291.***********.com/albums/ll293/JOCKWYLER07/icon_shit.gif+
unico momento di passione il vecchio che palpeggia subdolamente jessica biel.


avevo confuso col Beginning :asd: (che è discreto)

concordo, è davvero poca cosa il remake :sisi:

---------- Post added at 19:42:15 ---------- Previous post was at 18:37:20 ----------

Furyo (1983) di Nagisa Oshima
http://www.ivid.it/fotogallery/imagesearch/images/furyo_david_bowie_nagisa_oshima_001_jpg_zxvv.jpg
Due estremi, due mentalità opposte, due culture a confronto. Diversi i temi trattati: l’omosessualità, l’adattamento, gli istinti repressi, la morte, le tradizioni. L’arrivo dell’ufficiale Jack Celliers al campo di concentramento giapponese sarà l’evento che porterà scompiglio e risvolti nello stesso, con conseguenze drammatiche ma anche divertenti. Messa in scena avvolgente, struttura narrativa densa e sobria, con squarci di compiacimento (Oshima non disdegna e mostra senza peli sulla lingua sequenze di pura violenza). Grandissime le musiche (scena iniziale clamorosa) composte da Sakamoto che fa anche parte dell’eccellente cast, dove spiccano David Bowie e Conti, senza dimenticarsi del grande Kitano.

7,5



Un bacio romantico (2007) di Wong Kar-Wai
http://www.filmcritic.com/assets_c/2010/02/My-Blueberry-Nights-thumb-560xauto-24907.jpg
Che delusione! Un Wong Kar-Wai irriconoscibile in regia che ci propina una storiella costituita da una sorta di patina che fa l’occhiolino al cinema mainstream. Tematiche abusate, virtuosismi del tutto fini a se stessi e attori assolutamente non all'altezza, lontani anni luce dagli sguardi profondi,amari e disillusi di Tony Leung e Maggie Cheung,di Michelle Reis e Leslie Cheung. I movimenti di camera sono i suoi, si avverte che dietro la mdp lui è presente e questo fa ancora più male. Sicuramente il punto più basso della filmografia di Kar-Wai.

5

James
06-06-11, 19:59:39
The Abyss:


http://i52.tinypic.com/vqt94j.jpg

Bel film, si lascia guardare: 7


Scusa ma che senso ha mettere un immagine gigante per mettere un commentino striminzito?


L'altro ieri ho visto Cannibal Holocaust di Ruggero Deodato.

Che dire,il film è pesante e vuole essere pesante.Le scene splatter si sprecano,e la violenza è sempre dietro l'angolo e non mancano momenti al limite dello Snuff movie.
La persona che lo stava guardando con me ha rischiato più volte di distribuire sul tappeto del mio salotto il cibo mangiato nel pomeriggio :sisi:
Tuttavia la critica ai Mass Media e alla nostra società di Deodato è abbastanza evidente,e secondo me pure abbastanza riuscita.
Quando,all'inizio,ci vengono descritti i nativi che avremmo incontrato dopo qualche minuto,Deodato non ci mostra affatto le popolazioni indigene,anzi,ci mostra una tipica realtà urbana.
Più volte nel film ci viene mostrato come i Mass Media siano pronti a mettere da parte il buon gusto e la morale per portare ascolti,e spesso il film ci porta a porci la domanda: "chi sono i veri cannibali?"
Io l'ho trovato interessante,dato che lo splatter (anche quello pesante) non mi fa nessun effetto.
anche se non credo che il mio amico la pensi come me :asd:

Finalmente qualcuno che ha guardato il film senza pregiudizio:sisi:
Se lo si guarda così è un ottimo film,almeno per me.


sabato in villetta mi hanno mezzo costretto a guardare "adventureland" :facepalm:
in pratica 2 ore di dawson's creek con il tizio che ha fatto il film di facebook e la tizia di twilight :facepalm:
voto: MENO MILLEMILIARDI

:rickds: il tizio che ha fatto il film di facebook :rickds:

No dai c'è di molto peggio in giro.

ken-chan90
06-06-11, 20:01:30
ma zii. A serious man è SPET TA CO LA RE.

Il fatto che sia dedicato al popolo ebraico, o comunque rappresentativo delle sue tradizioni, è ,almeno per me un fattore limitante alla sua apprezzabilità.

Vall77
06-06-11, 20:27:03
drive al cinema??? wtf?

http://www.lombardiaspettacolo.com/


:ivan:

Togg
06-06-11, 21:25:21
Il fatto che sia dedicato al popolo ebraico, o comunque rappresentativo delle sue tradizioni, è ,almeno per me un fattore limitante alla sua apprezzabilità.

no no e no.

kail Relax
06-06-11, 21:59:37
http://img824.imageshack.us/img824/1079/mabaffanculo.jpg

aspe adventureland è bello?scusa non ho 12 anni magari non mi è piaciuto per quel motivo :ahsisi:

JT26
06-06-11, 22:03:32
Il fatto che sia dedicato al popolo ebraico, o comunque rappresentativo delle sue tradizioni, è ,almeno per me un fattore limitante alla sua apprezzabilità.

wut?? :rickds:

comunque non l'ho visto, ma fa ridere.

mickes2
06-06-11, 23:36:25
aspe adventureland è bello?scusa non ho 12 anni magari non mi è piaciuto per quel motivo :ahsisi:

Adventureland non fa gridare al miracolo e su questo mi pare che siamo tutti d'accordo. ma ha dalla sua un gusto particolare, gode di quell'atmosfera anni '80 molto ben ricreata, buone interpretazioni (la stewart e eisenberg vanno all'unisono), ma anche i personaggi di contorno non sfigurano affatto e la regia di Mottola, seppur scolastica da risultare un po' troppo "commedia di formazione", è dignitosissima e funzionale. il film ha più di un buon momento durante il suo sviluppo. io ho molto più di 12 anni e l'ho gradita lo stesso (6,5); come la mettiamo? :sisi:

kail Relax
07-06-11, 09:58:04
lui e barbareschi, ovviamente.



http://greed.net78.net/wp-content/uploads/2008/09/failure.jpg


non aprite quella porta (remake) - http://i291.***********.com/albums/ll293/JOCKWYLER07/icon_shit.gif+
unico momento di passione il vecchio che palpeggia subdolamente jessica biel.

scream - ***+
sempre visto a spezzoni, ho rimediato. riuscita l'ammucchiata "meta-", "teen", "media".

failure per quale motivo?xke a me ha fatto schifo?:asd:
oppure xke non conosco i nomi degli attori?vorrei capire :rickds:


Adventureland non fa gridare al miracolo e su questo mi pare che siamo tutti d'accordo. ma ha dalla sua un gusto particolare, gode di quell'atmosfera anni '80 molto ben ricreata, buone interpretazioni (la stewart e eisenberg vanno all'unisono), ma anche i personaggi di contorno non sfigurano affatto e la regia di Mottola, seppur scolastica da risultare un po' troppo "commedia di formazione", è dignitosissima e funzionale. il film ha più di un buon momento durante il suo sviluppo. io ho molto più di 12 anni e l'ho gradita lo stesso (6,5); come la mettiamo? :sisi:

come la mettiamo?la mettiamo che a te è piaciuto e a me ha fatto cagare, non ci vuole tanto :ahsisi:
non sarò esperto di cinema, ma a me i problemi dei bambini con le tempeste ormonali non interessano più onestamente :asd:

Hushabye
07-06-11, 11:01:06
Adventureland non fa gridare al miracolo e su questo mi pare che siamo tutti d'accordo. ma ha dalla sua un gusto particolare, gode di quell'atmosfera anni '80 molto ben ricreata, buone interpretazioni (la stewart e eisenberg vanno all'unisono), ma anche i personaggi di contorno non sfigurano affatto e la regia di Mottola, seppur scolastica da risultare un po' troppo "commedia di formazione", è dignitosissima e funzionale. il film ha più di un buon momento durante il suo sviluppo. io ho molto più di 12 anni e l'ho gradita lo stesso (6,5); come la mettiamo? :sisi:
agree:sisi:

Togg
07-06-11, 15:39:10
come la mettiamo?la mettiamo che a te è piaciuto e a me ha fatto cagare, non ci vuole tanto :ahsisi:
non sarò esperto di cinema, ma a me i problemi dei bambini con le tempeste ormonali non interessano più onestamente :asd:

guarda che le tempeste ormonali sono problemi declinati in ogni età.

mickes2
07-06-11, 15:58:02
guarda che le tempeste ormonali sono problemi declinati in ogni età.

ma infatti, e volendo anche banalizzare il fattore "tempeste ormonali", i toni che imprime Mottola al suo film, sono maturi, di certo non da commediola bambinesca.

Armin
07-06-11, 21:14:31
L.A. Confidential di Curtis Hanson

http://2.bp.blogspot.com/_FNndI0BvPNA/S34Yf_li_3I/AAAAAAAAA-o/b5Yn_qR2heM/s400/kim-basinger-la_confidential.jpg

Noir moderno di pregevole fattura, caratterizzato soprattutto da un cast stellare e da un'ottima sceneggiatura.
Di alto livello anche le musiche, la fotografia e le scenografie.
Dopo tutti gli intrighi successi durante il film avrei preferito un finale alla "I Soliti Sospetti".
Voto 8,5

ken-chan90
07-06-11, 22:10:57
wut?? :rickds:

comunque non l'ho visto, ma fa ridere.

Cosa fa ridere :kep88: ? Per me è stato così, anche se come motivazione può far ridere :asd:. Certo comunque che in questo thread si rispettano sempre le idee degli altri eh :rickds:.

mickes2
07-06-11, 23:17:43
Il fatto che sia dedicato al popolo ebraico, o comunque rappresentativo delle sue tradizioni, è ,almeno per me un fattore limitante alla sua apprezzabilità.


Cosa fa ridere :kep88: ? Per me è stato così, anche se come motivazione può far ridere :asd:. Certo comunque che in questo thread si rispettano sempre le idee degli altri eh :rickds:.


infatti non capisco cosa ci sia da ridere.

è il film più ebreo dei fratelli ebrei. non è che rappresenti proprio le loro tradizioni, ma piuttosto le utilizza per raccontare gli eventi e la deriva di un uomo in perenne conflitto interiore ed esteriore, tra famiglia, lavoro ed una felicità irraggiungibile.

il film, ripeto, è risultato abbastanza criptico anche a me per diversi passaggi, data la forte influenza ebrea negli svolgimenti.

---------- Post added at 23:17:43 ---------- Previous post was at 23:09:07 ----------


Nessuno lo sa (Dare mo shiranai) 2004 di Hirokazu Koreeda.

Tratto da una storia vera,una toccante vicenda di degrado e di abbandono.Kore-eda con la sua innata delicatezza entra in punta di piedi nelle pieghe della carne,portando allo scoperto i nervi di quello che è un dramma esistenziale che affonda brutalmente nel quotidiano.Mostrandoci da un lato l'egoismo di una madre indifendibile che fugge il peso della responsabilità;dall'altro la dura realtà per chi non ha colpa (i figli abbandonati al loro tragico destino).Toglie il respiro quando si pensa che è una storia vera.

http://3.bp.blogspot.com/_2itAWjtiJak/S-_1WXzQgSI/AAAAAAAAHWo/GgQkD-LWDZc/s1600/vlcsnap-2010-05-16-15h07m07s179.png

pura poesia. rigore formale e immagini poetiche si fondono creando un mix emozionante che tocca o può toccare le corde più profonde :claudia:




Battle Royale (Batoru rowaiaru) 2000 di Kinji Fukasaku.

In un imprecisato futuro la civiltà giapponese per insegnare il timore e il rispetto ai giovani ne preleva una classe da un liceo e la costringe ad uno scontro all'ultimo sangue su di un isola deserta.Per la serie colpiscine 100 per educarne uno.Pretestuoso fumettone a base di schizzi di sangue e di violenza ad effetto,tanto caro Tarantino.A Fukasaku non riesce bene il respiro corale e si perde banalmente per strada.L'unico convincente è l'impassibile "Beat" Kitano,autentica maschera di severità e disciplina.A tratti assomiglia a una vecchia serie tv giapponese.Trascurabile.

http://paperspaceships.com/wp-content/uploads/2010/03/battleroyale.jpg

sono d'accordo. anch'io ero freddo, gli diedi un 6,5 per un paio di buone trovate e Kitano che fa sempre la sua porca figura :sisi:

knight96-1994
07-06-11, 23:25:01
http://30.media.tumblr.com/tumblr_lesu9hS2vs1qfxng8o1_400.gif



E' un film particolare, patetico in alcune scene, ma comunque piacevole. Perlomeno va visto.

JT26
07-06-11, 23:39:02
Cosa fa ridere :kep88: ? Per me è stato così, anche se come motivazione può far ridere :asd:. Certo comunque che in questo thread si rispettano sempre le idee degli altri eh :rickds:.

Ma infatti no.

kail Relax
08-06-11, 00:51:25
Battle Royale (Batoru rowaiaru) 2000 di Kinji Fukasaku.

In un imprecisato futuro la civiltà giapponese per insegnare il timore e il rispetto ai giovani ne preleva una classe da un liceo e la costringe ad uno scontro all'ultimo sangue su di un isola deserta.Per la serie colpiscine 100 per educarne uno.Pretestuoso fumettone a base di schizzi di sangue e di violenza ad effetto,tanto caro Tarantino.A Fukasaku non riesce bene il respiro corale e si perde banalmente per strada.L'unico convincente è l'impassibile "Beat" Kitano,autentica maschera di severità e disciplina.A tratti assomiglia a una vecchia serie tv giapponese.Trascurabile.

http://paperspaceships.com/wp-content/uploads/2010/03/battleroyale.jpg

io ho la serie a fumetti, son curioso di vedermi il film, me lo cerco :nev:


Cosa fa ridere :kep88: ? Per me è stato così, anche se come motivazione può far ridere :asd:. Certo comunque che in questo thread si rispettano sempre le idee degli altri eh :rickds:.

beh se non ti piace un film automaticamente fai un "fail" :rickds:

medicine bottle
08-06-11, 02:27:36
burp.

trilogia
scream - ***+
scream 2 - ***+
scream 3 - ***

riassumendo: il primo ha qualche momento di stanca nello svolgimento, ma un finale memorabile. nel secondo si ha una solidità generale, ma senza picchi. nel terzo cala tutto, ma il fatto che non sia un tracollo lo rende godibile.