PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 [57] 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

mickes2
07-08-11, 21:32:34
Comunque la recensione appassionata di Micky me lo ha fatto aggiungere al listone :D

bravo ^_^

allora aggiungi anche Lady Vendetta :claudia:

medicine bottle
07-08-11, 21:36:06
la settimana (fatevi piacere lo schema perché non so se avrò più voglia di rifarlo in futuro :cat:)

http://img28.imageshack.us/img28/2897/25199198.jpg crash - ****
david cronenberg, 1996, canada/uk.
pellicola in tutto e per tutto conturbante. dopo averla vista prendere in mano una vettura diventa qualcosa di leggermente più coinvolgente, eheh. la classica filosofia dell'eros-thanatos proiettata alla tecnologia meccanica. destinato a salire in una prossima visione.


http://img824.imageshack.us/img824/5309/imagesaar.jpg i baci mai dati - ***
roberta torre, 2010, italia.
lo aspettavo particolarmente e le attese sono state in gran parte disattese. buona l'idea di partenza, meno il caricaturare i personaggi e rendere grottesche le situazioni. anche sul piano tecnico ci sono scelte discutibili.



http://img837.imageshack.us/img837/4340/300pxinseparabiliscreen.jpg inseparabili - ***
david cronenberg, 1988, canada/usa.
è chiaro che nella poetica di cronenberg la decadenza umana e l'autodistruzione hanno un ruolo centrale. ok, però se per mostrarne tutte le fasi mi devi tenere sul divano per due ore con uno stile relativamente classico io mi rompo le balle. ma tutto sommato qui ancora la concentrazione tiene.


http://img33.imageshack.us/img33/4521/theflye.jpg la mosca - ***
david cronenberg, 1986, usa.
fantascienza di buon livello. un ottimo lavoro sugli effetti speciali ed un sufficiente sostentamento della tensione e dell'attesa per le trasformazioni. "transbordo" è cacofonia allo stato puro.



http://img31.imageshack.us/img31/9784/pastonudocronenberg.jpg il pasto nudo - **+
david cronenberg, 1991, mezzo mondo.
eccoci, una tematica simile a quella di inseparabili, ma un'arbitrarietà che finisce con l'annoiare a morte. non si capisce dove voglia andare a parare, non si crea interesse e si finisce col perdere il filo della narrazione. burroughs è un'altra cosa.


http://img18.imageshack.us/img18/7238/imagesaa.jpg super - ***+
james gunn, 2010, usa.
e sticazzi, io pensavo di farmi un bel po' di risate ed invece quasi mi ritrovo a piangere per la commozione. parte bene, si rilassa nella parte centrale e nel pre-finale e risale nell'ultima scena.

Togg
07-08-11, 21:38:20
Boxing Helena, Jennifer
non ci si crede :rickds: Involontariamente (spero) comico. Tutto contribuisce al risultato, un vero disastro. Povero papà.

4 (con tanti sputi)



allora aggiungi anche Lady Vendetta :claudia:
prima lo dovrei vedere :asd:

---------- Post added at 21:38:20 ---------- Previous post was at 21:36:49 ----------




http://img31.imageshack.us/img31/9784/pastonudocronenberg.jpg il pasto nudo - **+
david cronenberg, 1991, mezzo mondo.
eccoci, una tematica simile a quella di inseparabili, ma un'arbitrarietà che finisce con l'annoiare a morte. non si capisce dove voglia andare a parare, non si crea interesse e si finisce col perdere il filo della narrazione. burroughs è un'altra cosa.

lo sto notando anch'io.

Rullo
07-08-11, 21:53:39
***** che post snob freccia

Ctekcop
07-08-11, 21:58:00
la settimana (fatevi piacere lo schema perché non so se avrò più voglia di rifarlo in futuro :cat:)

http://img28.imageshack.us/img28/2897/25199198.jpg crash - ****
david cronenberg, 1996, canada/uk.
pellicola in tutto e per tutto conturbante. dopo averla vista prendere in mano una vettura diventa qualcosa di leggermente più coinvolgente, eheh. la classica filosofia dell'eros-thanatos proiettata alla tecnologia meccanica. destinato a salire in una prossima visione.


http://img824.imageshack.us/img824/5309/imagesaar.jpg i baci mai dati - ***
roberta torre, 2010, italia.
lo aspettavo particolarmente e le attese sono state in gran parte disattese. buona l'idea di partenza, meno il caricaturare i personaggi e rendere grottesche le situazioni. anche sul piano tecnico ci sono scelte discutibili.



http://img837.imageshack.us/img837/4340/300pxinseparabiliscreen.jpg inseparabili - ***
david cronenberg, 1988, canada/usa.
è chiaro che nella poetica di cronenberg la decadenza umana e l'autodistruzione hanno un ruolo centrale. ok, però se per mostrarne tutte le fasi mi devi tenere sul divano per due ore con uno stile relativamente classico io mi rompo le balle. ma tutto sommato qui ancora la concentrazione tiene.


http://img33.imageshack.us/img33/4521/theflye.jpg la mosca - ***
david cronenberg, 1986, usa.
fantascienza di buon livello. un ottimo lavoro sugli effetti speciali ed un sufficiente sostentamento della tensione e dell'attesa per le trasformazioni. "transbordo" è cacofonia allo stato puro.



http://img31.imageshack.us/img31/9784/pastonudocronenberg.jpg il pasto nudo - **+
david cronenberg, 1991, mezzo mondo.
eccoci, una tematica simile a quella di inseparabili, ma un'arbitrarietà che finisce con l'annoiare a morte. non si capisce dove voglia andare a parare, non si crea interesse e si finisce col perdere il filo della narrazione. burroughs è un'altra cosa.


http://img18.imageshack.us/img18/7238/imagesaa.jpg super - ***+
james gunn, 2010, usa.
e sticazzi, io pensavo di farmi un bel po' di risate ed invece quasi mi ritrovo a piangere per la commozione. parte bene, si rilassa nella parte centrale e nel pre-finale e risale nell'ultima scena.

l'hia già visto la zona morta vero ?

Togg
07-08-11, 22:00:51
l'hia già visto la zona morta vero ?

io no! Merita?

Ctekcop
07-08-11, 22:02:14
io no! Merita?
sì l'ho trovato molto bello in sincerità, anche perchè il libro da cui è tratto è un capolavoro (sebbene con evidenti tagli purtroppo ma forse meglio così, anche se comunque quando lo vidi non me lo ricardavo più tanto bene il libro quindi mi ha catturato quasi come se non sapessi nulla). guardalo :sisi:

Gargaros
07-08-11, 22:08:17
"Opera" pur con dei buchi di sceneggiatura enormi e dei colpi di scena improbabili,resta l ultimo film del Darione degno.Poi è bello violento(ed è stato pure tagliato:rickds:).

Non sapevo che Opera avesse subito dei tagli... Che scene, se lo sai?


burroughs è un'altra cosa.

Ehm, scusa, l'hai letto il libro? Visto che critichi al film una trama inespressa, o espressa male, si vede che il libro non l'hai letto, perché lì di una trama non esiste neanche l'ombra...

Togg
07-08-11, 22:11:27
sì l'ho trovato molto bello in sincerità, anche perchè il libro da cui è tratto è un capolavoro (sebbene con evidenti tagli purtroppo ma forse meglio così, anche se comunque quando lo vidi non me lo ricardavo più tanto bene il libro quindi mi ha catturato quasi come se non sapessi nulla). guardalo :sisi:

al prossimo turno :sisi:

---------- Post added at 22:11:27 ---------- Previous post was at 22:08:50 ----------



Ehm, scusa, l'hai letto il libro? Visto che critichi al film una trama inespressa, o espressa male, si vede che il libro non l'hai letto, perché lì di una trama non esiste neanche l'ombra...

Perché magari il libro non ci tiene ad aver un plot strutturato ma anzi punta sulla destrutturazione su vari livelli. Invece il film tenta di fare un'altra cosa. (io il libro l'ho appena iniziato)

utente 8693
07-08-11, 22:19:13
10 su 15 in una scala da 1 a 10 equivale grosso modo ad un 7... 7 a Oldboy è fantacinema...
Per me un 7.5 a Old Boy non è assurdo.
Anche perchè le votazioni in 10 punti, paiono non prendere in considerazione tutti i numeri sotto al 5.

1, 2, 3, 4: Oscenità indistinta.
5: cagata.
6: filmetto.
7: buono, ma nulla di speciale.
8: fantastico.
9: capolavoro.
10: iperbole.

A questo punto fareste meglio con una scala a 5 stelle. :.bip:

p a n z e r
07-08-11, 22:21:36
le scale a 5 stelle mi fanno schifo :sisi: evviva togg e i suoi gelati

utente 8693
07-08-11, 22:21:44
bravo ^_^

allora aggiungi anche Lady Vendetta :claudia:
E in più rincaro la dose dicendo che Lady Vendetta è il più brutto dei 3. :sisi:
Mr. Vendetta > OldBoy >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Lady Vendetta.





le scale a 5 stelle mi fanno schifo :sisi: evviva togg e i suoi gelati


Credo che anche io inizierò ad usare quella.

Gargaros
07-08-11, 22:22:26
Perché magari il libro non ci tiene ad aver un plot strutturato ma anzi punta sulla destrutturazione su vari livelli. Invece il film tenta di fare un'altra cosa. (io il libro l'ho appena iniziato)

Appunto. Però MB dice che "il libro è tutta un'altra cosa" contrastandolo chiaramente al difeto del film che "non si capisce dove voglia andare a parare, non si crea interesse e si finisce col perdere il filo della narrazione". Quindi per lui il romanzo ha un capo e una coda migliore. E' questo il senso che traggo dalle sue parole :sisi:

p a n z e r
07-08-11, 22:23:22
E in più rincaro la dose dicendo che Lady Vendetta è il più brutto dei 3. :sisi:
Mr. Vendetta > OldBoy >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Lady Vendetta.

ah ok, stavo per prenderti sul serio ma è evidente che trolli. well played sir, ora facciamo i seri :sisi:

utente 8693
07-08-11, 22:31:13
ah ok, stavo per prenderti sul serio ma è evidente che trolli. well played sir, ora facciamo i seri :sisi:

Lady Vendetta è il peggiore,
http://k.min.us/ij7NEU.gif

medicine bottle
07-08-11, 22:31:58
la zona morta penso di vederlo in settimana con la terza infornata.
per quanto riguarda il pasto nudo, la differenza fra burroughs e cronenberg sta nel fatto che il primo distrugge il concetto di narrazione, arrivando a slegare fra loro, se non due frasi, due capoversi successivi. ne risulta un'esperienza di lettura e di assimilazione totalmente nuova. il secondo invece crea un'opera limando il rapporto di causalità fra i blocchi, mantenendo però una struttura tradizionale.

Dies Irae
07-08-11, 22:32:18
E in più rincaro la dose dicendo che Lady Vendetta è il più brutto dei 3. :sisi:
.

Concordo, una trilogia in progressivo calando.

p a n z e r
07-08-11, 22:34:23
quindi sono l'unico stronzo a considerare lady vendetta il migliore :asd: anzi, direi proprio che è una trilogia che migliora progressivamente. mr vendetta è fin troppo grezzo, oldboy è fin troppo occidentale e lady vendetta è fin troppo bello.

Gargaros
07-08-11, 22:35:33
Lady Vendetta è il peggiore

Ti odio :sisi:


la zona morta penso di vederlo in settimana con la terza infornata.

E' un bel film, a me è piaciuto. Ma è anche un film "tranquillo"... sembra una cosa girata senza pretese, anche se a livello tecnico è ottimo: funziona tutto, dalla sceneggiatura agli attori...

Per me, comunque, è una delle cose migliori tratte da King. Il romanzo l'ho trovato leggibile e nulla più.

Togg
07-08-11, 22:41:54
la zona morta penso di vederlo in settimana con la terza infornata.
per quanto riguarda il pasto nudo, la differenza fra burroughs e cronenberg sta nel fatto che il primo distrugge il concetto di narrazione, arrivando a slegare fra loro, se non due frasi, due capoversi successivi. ne risulta un'esperienza di lettura e di assimilazione totalmente nuova. il secondo invece crea un'opera limando il rapporto di causalità fra i blocchi, mantenendo però una struttura tradizionale.

ci avevo preso :rock:



Credo che anche io inizierò ad usare quella.

:claudia:


Per me un 7.5 a Old Boy non è assurdo.
Anche perchè le votazioni in 10 punti, paiono non prendere in considerazione tutti i numeri sotto al 5.

1, 2, 3, 4: Oscenità indistinta.
5: cagata.
6: filmetto.
7: buono, ma nulla di speciale.
8: fantastico.
9: capolavoro.
10: iperbole.

A questo punto fareste meglio con una scala a 5 stelle. :.bip:

Io ho appena dato un 4. E non 3 perché non mi sono annoiatissimo.


le scale a 5 stelle mi fanno schifo :sisi: evviva togg e i suoi gelati

O YEA.

utente 8693
07-08-11, 22:42:39
quindi sono l'unico stronzo a considerare lady vendetta il migliore :asd: anzi, direi proprio che è una trilogia che migliora progressivamente. mr vendetta è fin troppo grezzo, oldboy è fin troppo occidentale e lady vendetta è fin troppo bello.
Punto fondamentale.

Ti odio :sisi:
"don't hate the player, hate the game".

Gargaros
07-08-11, 23:10:14
"don't hate the player, hate the game".

Lady Vendetta però è un bel film, su. Non puoi dire che è il peggiore, perché implicheresti che pure gli altri fanno schifo :asd:

Di' che è il meno interessante, il meno riuscito o qualcosa del genere.

Io lo trovo splendido, superiore agli altri. Forse perché c'è una donna per protagonista... O forse perché sono uno stronzo e ne vado fiero :nev:

utente 8693
07-08-11, 23:13:04
Non puoi dire che è il peggiore, perché implicheresti che pure gli altri fanno schifo :asd:
Mi sfugge la logica. :asd:

mickes2
07-08-11, 23:32:07
che casino :asd:


Per me un 7.5 a Old Boy non è assurdo.
Anche perchè le votazioni in 10 punti, paiono non prendere in considerazione tutti i numeri sotto al 5.

1, 2, 3, 4: Oscenità indistinta.
5: cagata.
6: filmetto.
7: buono, ma nulla di speciale.
8: fantastico.
9: capolavoro.
10: iperbole.

A questo punto fareste meglio con una scala a 5 stelle. :.bip:

concordo fino al 4 per l'oscenità.

ecco, anche col 7,5 sei sfacciatamente basso :asd: io andrei sul 9 :sisi:


E in più rincaro la dose dicendo che Lady Vendetta è il più brutto dei 3. :sisi:
Mr. Vendetta > OldBoy >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Lady Vendetta.


giammai :sisi:

Oldboy>>>Lady vendetta>>>>Mr. vendetta

mi piacerebbe sapere quali sono gli aspetti che ti spingono a stare così basso col gradimento :sisi:

Togg
07-08-11, 23:46:05
ma nemmeno a me fece impazzire. però ora ne ho un buon ricordo.

Key Paradise
07-08-11, 23:54:46
contentissimo che a freccia sia piaciuto crash

Hushabye
08-08-11, 00:29:56
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/0/04/New_York_New_York.jpg/215px-New_York_New_York.jpg

e con questo ho visionato tutta la scorsese-de niro collaboration...anti-love story bizzarra,parte musicale ottima... ma in fondo agli altri lavori dei due

Vigo
08-08-11, 00:55:35
Profondo Rosso di Dario Argento
Gran bel film, e pensare che all'inizio ero rimasto scettico. Almeno per la prima mezz'ora temevo che rimanesse troppo attaccato al thriller dei lavori precedenti, anche perchè troppe situazioni erano praticamente identiche a quelle viste nella trilogia precedente. Ma mano a mano ha acquistato profondità e pur con qualche colpo di scena abbastanza prevedibile è riuscito a creare grandissima atmosfera. Geniale la cosa del quadro scomparso e fantastica la colonna sonora, le scene di omicidio sono tutte realizzate alla perfezione. Ho comunque preferito Suspiria: meno attaccato al giallo, più horror fantastico e surreale, visivamente più particolare ecc. ecc.

Dies Irae
08-08-11, 01:00:54
Lady Vendetta però è un bel film, su. Non puoi dire che è il peggiore, perché implicheresti che pure gli altri fanno schifo :asd:

Di' che è il meno interessante, il meno riuscito o qualcosa del genere.

Io lo trovo splendido, superiore agli altri. Forse perché c'è una donna per protagonista... O forse perché sono uno stronzo e ne vado fiero :nev:
Io invece penso sia non solo il peggiore dei tre ma anche un film terribile, a cominciare da una rappresentazione di vendetta che mi auguro possa piacere solo a Calderoli. E del finale schifosamente ambiguo (mioddio, quel finale con l'odioso tofu!), vogliamo parlarne? Poi c'erano anche nuvole che si trasformano in scritte o robaccia del genere, ghirigori estetici a non finire, come se Chan-wook sentisse l'esigenza di dimostrare quanto è bravo a giocare col cinema manco fosse stato uno studente appena uscito dal DAMS. Però ricordo dei notevoli titoli di testa e un impianto formale preciso, vicino alla perfezione. Il che fa ancora più incacchiare, considerato il resto. Lo vidi alla sessantaduesima col regista tre file dietro e alla fine avrei voluto girarmi per sputargli in un occhio..

mickes2
08-08-11, 03:39:31
Io invece penso sia non solo il peggiore dei tre ma anche un film terribile, a cominciare da una rappresentazione di vendetta che mi auguro possa piacere solo a Calderoli. E del finale schifosamente ambiguo (mioddio, quel finale con l'odioso tofu!), vogliamo parlarne? Poi c'erano anche nuvole che si trasformano in scritte o robaccia del genere, ghirigori estetici a non finire, come se Chan-wook sentisse l'esigenza di dimostrare quanto è bravo a giocare col cinema manco fosse stato uno studente appena uscito dal DAMS. Però ricordo dei notevoli titoli di testa e un impianto formale preciso, vicino alla perfezione. Il che fa ancora più incacchiare, considerato il resto. Lo vidi alla sessantaduesima col regista tre file dietro e alla fine avrei voluto girarmi per sputargli in un occhio..

suvvia, quella rappresentazione di vendetta è più che plausibile, ci sta tutta.
in effetti il tofu è un simbolismo fin troppo estremizzato, può far storcere il naso, è vero. ma ritenere Lady vendetta un film terribile vuol dire accantonare in tutto e per tutto lo straordinario personaggio di Geum-ja, paladina della serenità e della giustizia in un primo momento... vendicatrice spietata, poi. dominata da una falsa aurea da benefattrice imprigionata nei contorni del suo viso felice, ma felice solo perchè pregusta ardentemente il sapore della vendetta.
poi insomma, altri fattori ben marcati a favore del cineasta sud-coreano: il rigore formale, le melodie, i virtuosismi che ben si incastrano con la struttura narrativa della pellicola.
non avrà il meccanismo a orologeria di Oldboy, ma Lady vendetta è un ottimo film.
può non piacere, può non convincere pienamente... ma "film terribile" non si può vedere.

Gargaros
08-08-11, 06:18:44
Ho visto tre film che finiscono in S

Five girls
Stendiamo un velo pietosissimo. Scritto col culo, incredibile, pieno di cose inutili, pieno di cliché, pieno di assurdità. Tanto per dirne un paio, una ragazza dice: "Non vorrei fare il prelievo... sono un po' emofilica". E la seconda: una delle ragazze capisce che in quel posto c'è una presenza infernale che cerca di entrare nel nostro mondo, e lo capisce senza che un qualsiasi indizio le lasci presumere ciò! Le cinque ragazze hanno dei poteri assolutamente inutili ai fini della trama; non giustificano neanche degnamente il motivo per cui i genitori le abbandonano in quella specie di scuola/penitenziario. Cioè, sono tutte brave ragazze, normalissime, una di loro è pure cieca, mentre un'altra è così dolce e vulnerabile (quella che viene posseduta per prima) che squaglia i cuori. E però vengono mollate dai genitori manco fossero pericoli pubblici N.1 dotate di superpoteri mortuferi e disgraziatissimi. Mah. Ron Perlman fa il prete della scuola (che conta nel suo organico, oltre a lui, solo la direttrice), ma è così sottotono che fa pena. A far sopportare sto schifo di film potrebbe intervenire qualche scena di nudo, in fondo le ragazze sono bbone, ma no, neanche, al massimo tre tette. Mi aspettavo qualche limonata lesbica, ma di baci saffici ce ne sono solo due castissimi e amichevoli. Inutile, non vedetelo.

Incubus
In una tranquilla cittadina americana a un certo punto cominciano ad avvenire degli sturpi mortali. E' proprio così: le ragazze violentate vengono letteralmente squarciate nel ventre da un pene animalesco. Le indagini non portano a niente, mentre il medico scopre che a praticarli è nientemeno che un Incubus, una creatura diabolica scaturita dai sogni di un ragazzo... Il diavolo in questo film è proprio infoiato perso. L'idea sarebbe valida se avesse un movente: ma non è così. Perché ste povere disgraziate vengono stuprate a morte, non ha nessuna spiegazione razionale, o soprannaturale. Mettiamo che l'incubus volesse lasciare una prole, va. ma no: stupra perché è infoiato e basta. Da consigliargli una cura anti mania da sesso.
Il film è proprio brutto. Il regista cerca di darsi un tono, ci sono scene lunghe che hanno l'impronta della personalità. Ma la storia è fiacca, la sceneggiatura ridicola, e il cast si perde in questa vicenda abborracciata recitando al peggio di sé. John Cassavetes (che fa il medico) è fantastico: in alcune scene resta così tanto tempo muto alle domande dei personaggi da dare l'idea che sia così annoiato dal film da volersene andare pure lui (oltre allo spettatore). Non parla, sorride stancamente e ambiguamente... Un po' come ho sorriso io quando alla fine c'è stato il colpo di scena.

Schegge di follias
L'ho rivisto parecchie volte. Mi piace sempre. Un film cinico sulla gioventù, sulla scuola americana, anche sulla società (almeno fino alla risoluzione finale della protagonista). Un humor nero sempre ottimo. Fa ride e, in parte, riflettere. ma soprattutto ridere. Non ho mai apprezzato particolarmente Christian Slater, ma qui è proprio bravo.



Mi sfugge la logica. :asd:

Hai tre cacche varie. Una è la peggiore. Ti piace la cacca? Non penso. Però Old Boy l'hai apprezzato. Qundi se dici che Lady Vendetta è il peggiore, vuol dire che anche gli altri film sono delle cacche.


Io invece penso sia non solo il peggiore dei tre ma anche un film terribile

Alé. Chi offre di più? :asd:

See
08-08-11, 11:15:30
Woody Allen | Bullets Over Broadway

Ottimo, a tratti mi ha ricordato il metateatro Pirandelliano.


-


Antoine Fuqua | Brooklyn's Finest

Le vite lavorative e personali di tre agenti nel Distretto 65, seguite in parallelo sino ad un fatidico incrocio finale.

Sicuramente un buon film, buona sceneggiatura e struttura.
Un Richard Gere scialbo e poco credibile, buon Don Cheadle, ottimo Ethan Hawke.
Peccato per un finale personalmente sottotono rispetto al crescendo ottimamente costruito.

Carnage
08-08-11, 11:27:59
Una notte da leoni.

Dies Irae
08-08-11, 12:00:26
suvvia, quella rappresentazione di vendetta è più che plausibile, ci sta tutta.
in effetti il tofu è un simbolismo fin troppo estremizzato, può far storcere il naso, è vero. ma ritenere Lady vendetta un film terribile vuol dire accantonare in tutto e per tutto lo straordinario personaggio di Geum-ja, paladina della serenità e della giustizia in un primo momento... vendicatrice spietata, poi. dominata da una falsa aurea da benefattrice imprigionata nei contorni del suo viso felice, ma felice solo perchè pregusta ardentemente il sapore della vendetta.
poi insomma, altri fattori ben marcati a favore del cineasta sud-coreano: il rigore formale, le melodie, i virtuosismi che ben si incastrano con la struttura narrativa della pellicola.
non avrà il meccanismo a orologeria di Oldboy, ma Lady vendetta è un ottimo film.
può non piacere, può non convincere pienamente... ma "film terribile" non si può vedere.
Secondo te è un ottimo film. Per me è un film orripilante. Si perchè, voglio dire.. chi se frega del formalismo patinato, delle melodie invasive, dei virtuosismi gratuiti? A me i film di vendetta piacciono moltissimo ma far vedere prima della sospirata ritorsione quei cinque minuti di bambini urlanti e straziati dal candidato alle sevizie, avvicina questo film a quei servizi pseudogiornalistici giustizialisti. Cattivo, anzi pessimo gusto. Cattivo gusto pure nella rappresentazione di vendetta banalotta e da medioevo, con la vittima impossibilitata a difendersi e che solo qualche istante prima torturava bambini sullo schermo. Davvero roba da fantasie leghiste. Dedicare poi in un film di oltre due ore solo qualche minuto finale ad un ventilato (ma siamo proprio sicuri?) stato d'animo incerto della vendicatrice vendicata mi sembra la goccia che fa traboccare il vaso. Il buonismo poteva pure risparmiarselo, soprattutto se è non convinto e messo in scena con una metafora sul tofu che è più o meno quello che ogni bravo occidentale può trovare nelle guide turistiche a basso prezzo, del tutto simile ad una gondola di plastica da mettere sopra il televisore; clichè, luogo comune, finta poesia. Poi per carità, che possa piacere non mi sorprende affatto e anzi ricordo gli applausi in sala durante la consegna delle armi da taglio ai genitori delle vittime. Ancora rabbrividisco.

Alice
08-08-11, 12:15:04
Ieri ho visto colpevolmente in ritardo
Zatoichi
Storia bellissima che narra del massagiatore Ichi che per via del suo girovagare, incontrerà persone colpite da drammi personali ed insieme cambieranno il corso degli eventi.
Oltre ad essere una bella storia,il particolare dei personaggi che vanno a tempo con la musica,l'ho trovata una finezza che ha elevato la mia stima verso Takeshi.
I colori e l'atmosfera incarnano perfettamente lo stile dei film che voleva omaggiare.
Davvero piacevole,consiglio caldamente,.

Togg
08-08-11, 12:16:43
Per Freccia. Di Cronenberg ti consiglio anche M. Butterfly, nonostante l'impianto canonico ha un suo (forte) perché.

medicine bottle
08-08-11, 14:24:26
contentissimo che a freccia sia piaciuto crash

ye! e auguri, ometto :cat:


Per Freccia. Di Cronenberg ti consiglio anche M. Butterfly, nonostante l'impianto canonico ha un suo (forte) perché.

yo, sul piatto ho m.butterfly, la zona morta, videodrome, existenz e spider.

Togg
08-08-11, 14:53:14
ye! e auguri, ometto :cat:

yo, sul piatto ho m.butterfly, la zona morta, videodrome, existenz e spider.

Videodrome ti piacerà, m.butterfly e spider credo poco, la zona morta non l'ho visto quindi aspetto commenti e su existenz sono curioso di sapere le sensazioni (visto che tutti me lo attaccano dicendo che è didascalico :( )

Ma keyo fa il compleanno?!?

Gargaros
08-08-11, 15:01:45
Sostanzialmente sono d'accordo.Anche se di Poe in questa operazione non c'è neanche l'ombra (nonostante gli episodi siano tratti dai suo racconti).L'episodio di Vadim regista trascurabile ma uomo fortunato è privo di ritmo e di atmosfera ma può contare sulla presenza della splendida "godiva" Jane Fonda (un po' pochino);quello di Malle parte bene ma si diluisce presto e non colpisce nel finale.Effettivamente la pellicola merita la visione per l'episodio onirico e visionario di Fellini,il più personale dei tre (è a conti fatti il più bravo) con quella presenza infantile di stampo baviano e quella folle corsa!

Eh sì, Jane Fonda era una gran bomba. Confesso che la preferisco alla Bardot... C'è qualcosa nel suo viso che mi atttizza di più.

Mi sono dimenticato di dire che Fellini anticipa di un ventennio Ginger e Fred, ce ne dà quasi un assaggino. Mi riferisco alla TV che fagocita tutto e tutti senza alcun gusto: in Toby Dammit è palese dai "fenomeni da baracone" che precedono l'attore sul palco. Evidentemente Fellini volle sviluppare meglio quel tema, ma gli ci vollero vent'anni...

Altra cosa: non so ch sia questo "Baviano", ma la pupa bianca con palla l'ho vista anche nel film Fear dot com... sembra una bella citazione per omaggiare il nostro maestro

http://www.feoamante.com/Movies/F/feardotcom/lilgirlball.jpg

Inoltre la bambina albina (sempre con palla al seguito) mi ricorda anche la storia di Azzurrina... Chissà se Fellini la conoscesse...


Invece non mi trovi d'accordo sul giudizio complessivo de La casa dalle finestre che ridono,che paghi una debolezza in sceneggiatura dettata dalla travagliata gestazione è indubbio (ad esempio la storia d'amore impacciatissima),ma l'ambientazione di una bassa padana terribile alla luce del sole,promiscua,consenziente e ambigua e la riflessione sull'arte come follia,a parer mio,toccano le corde giuste dell'angoscia (eppoi quel finale agghiacciante,sospeso,troncato che ti obbliga ad immaginare un dopo...).Per me un gioiellino.:sisi:

Infatti i pregi che citi li ho notati, ma per la maggiore mi ha convinto poco. In giro ho letto critica entusiasta, è questo forse che mi ha dato fastidio: mi aspettavo qualcosa di memorabile, invece ho trovato un film fatto bene per metà e disastroso per l'altra.

Forse devo rivederlo...

utente 8693
08-08-11, 15:50:40
Io invece penso sia non solo il peggiore dei tre ma anche un film terribile, a cominciare da una rappresentazione di vendetta che mi auguro possa piacere solo a Calderoli. E del finale schifosamente ambiguo (mioddio, quel finale con l'odioso tofu!), vogliamo parlarne? Poi c'erano anche nuvole che si trasformano in scritte o robaccia del genere, ghirigori estetici a non finire, come se Chan-wook sentisse l'esigenza di dimostrare quanto è bravo a giocare col cinema manco fosse stato uno studente appena uscito dal DAMS. Però ricordo dei notevoli titoli di testa e un impianto formale preciso, vicino alla perfezione. Il che fa ancora più incacchiare, considerato il resto. Lo vidi alla sessantaduesima col regista tre file dietro e alla fine avrei voluto girarmi per sputargli in un occhio..
Condivido alcuni punti di Dies.

Il discorso morale a me non infastidisce molto, del resto tutti i film di vendetta (nonchè tutti i film horror) hanno una componente morbosa e a me sta bene.
Questa però adrebbe trattata in maniera giusta: ok i bambini impiccati (in una delle scene più forti che abbia mai visto per altro) e va bene anche la vendetta popolare a suon di torture, però qui il film mi diventa ingiusto.
Il vedo non vedo è a sfavore, rendendo la vendetta attraverso tortura meno lucida di quello che sarebbe in realtà.
In MR. Vendetta invece abbiamo 3(o 4?) "fazioni" ma vediamo i misfatti e le pene di ciascuna.

Inoltre Lady Vendetta è condito con simbolismi ovvi e, detto papale papale: troppa ciccia inutile!
E la pistola particolare e il tofu e la bambina trapiantata in America, tanti elementi che creano confusione sena mai andare in particolare profondità.

OldBoy e Mr. Vendetta li trovo molto più ripuliti e, perchè no, onesti.




Hai tre cacche varie. Una è la peggiore. Ti piace la cacca? Non penso. Però Old Boy l'hai apprezzato. Qundi se dici che Lady Vendetta è il peggiore, vuol dire che anche gli altri film sono delle cacche.

No, perchè scusami, se a tre film do 10.0, 9.5 e 9.0, di voto, il film da 9 lo considera il "peggiore dei tre" ma mica *****. :asd:
In questo caso io adoro Mr Vendetta e Oldboy (preferendo Mr Vendetta, ma non di molto) e Lady Vendetta lo ritengo decisamente inferiore, non vedo perchè gli altri due dovrebbero essere merdosi. :asd:
Peggiore è un giudizio proporzionale, che io sappia.

Secondo te è un ottimo film. Per me è un film orripilante. Si perchè, voglio dire.. chi se frega del formalismo patinato, delle melodie invasive, dei virtuosismi gratuiti? A me i film di vendetta piacciono moltissimo ma far vedere prima della sospirata ritorsione quei cinque minuti di bambini urlanti e straziati dal candidato alle sevizie, avvicina questo film a quei servizi pseudogiornalistici giustizialisti. Cattivo, anzi pessimo gusto. Cattivo gusto pure nella rappresentazione di vendetta banalotta e da medioevo, con la vittima impossibilitata a difendersi e che solo qualche istante prima torturava bambini sullo schermo. Davvero roba da fantasie leghiste. Dedicare poi in un film di oltre due ore solo qualche minuto finale ad un ventilato (ma siamo proprio sicuri?) stato d'animo incerto della vendicatrice vendicata mi sembra la goccia che fa traboccare il vaso. Il buonismo poteva pure risparmiarselo, soprattutto se è non convinto e messo in scena con una metafora sul tofu che è più o meno quello che ogni bravo occidentale può trovare nelle guide turistiche a basso prezzo, del tutto simile ad una gondola di plastica da mettere sopra il televisore; clichè, luogo comune, finta poesia. Poi per carità, che possa piacere non mi sorprende affatto e anzi ricordo gli applausi in sala durante la consegna delle armi da taglio ai genitori delle vittime. Ancora rabbrividisco.
Io credo che un elemento medioevale sia presente in tutti i film sulla vendetta e che uno spirito morboso sia presente in tutti i film horror/cruenti in generale.
Francamente non è una cosa medioevale, è proprio un fattore umano.
Il senso di vendetta fisico scaturisce dal basso, non c'è persona che non vorrebbe vendicarsi in maniera fisica a fronte di un torto subito (generalmente in maniera proporzionale) ed è il motivo per cui c'è il codice di Hammurabi e per cui ancora molti lo ritengono giusto.
Ovviamente a livello sociale dobbiamo puntare più in alto dei nostri istinti animali più bassi e primitivi, tuttavia il film in tal senso sarebbe stato ingiusto nel mostrare i genitori, messi in quella situazione, andare con "no, consegnamolo alle autorità", in maniera unanime.
Un film non è detto debba mostrare necessariamente buoni propositi o neanche passare un buon messaggio (non spetta ai film educare le persone, questo deve essere ben chiaro).
MA, come ho detto sopra, non mi piace COME ha mostrato la cosa, e concordo su una contorta morale finale che personalmente ho ritenuto fastidiosamente ipocrita.
Sul resto ho risposto sopra.

Baron Samedi
08-08-11, 18:07:38
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/c/c1/The_Majestic_poster.jpg/220px-The_Majestic_poster.jpg

Bello, mi son fatto cullare per tutta la durata...Carrey delude raramente, fa nulla se bisogna chiudere un occhio sull equivoco al paese o sull arringa in tribunale, in fin dei conti prendiamola come una fiaba e come dice harry, è bello quando i buoni vincono. 7


Cavolo, sto film ha la bellezza di 10 anni e non sapevo nemmeno esistesse...
Provvederò

Carnage
08-08-11, 18:42:24
Quale film mi consigliate di guardare questa sera ?
Deve essere un film di avventura

Hushabye
08-08-11, 18:45:07
Quale film mi consigliate di guardare questa sera ?
Deve essere un film di avventura

mm l ultimo dei mohicani se non l hai già visto

Togg
08-08-11, 18:55:54
Surveillance, Jennifer ( Lynch )
Ha fatto bene a lasciar passare 15 anni dall'esordio. Già dai titoli di testa si spera un po' visto che David compare come produttore esecutivo ( e qualche consiglio magari sarà sfugito). Spazialità interessante, gestita MOLTO meglio che nel precedente, straripante di tendenze parodistiche, riesce a piazzare e far progredire i punti di forza mantenendo vive entrambe le linee temporali. Il twist era necessario per dare un po' di corpo al soggetto ma il suo dispiegamento non mi ha fatto impazzire. Contribuisce a delle piccole stonature l'apporto della fotografia, meno filtri di contrasto/saturazione vari vi prego, è un modo facile facile per mandare in cortocircuito la tensione che la regia tenta di costruire.
GUSTO GELATO: limone con troppo zucchero

JT26
08-08-11, 20:57:37
Ma sono l'unico che va in vacanza? :azz:

Stasera per motivi di lavoro dei miei dormo a casa e ho intenzione di vedere Elephant, così inauguro anche Van Sant. :D

p a n z e r
08-08-11, 21:07:49
Ma sono l'unico che va in vacanza? :azz:

Stasera per motivi di lavoro dei miei dormo a casa e ho intenzione di vedere Elephant, così inauguro anche Van Sant. :D

io ci sono già stato, pensa che adesso dovrei addirittura iniziare i compiti :sisi:


comunque per me sbagli a iniziare da elephant, buona fortuna :asd:

Vall77
08-08-11, 22:03:17
Cobra Verde - Werner Herzog

Buonissimo Herzog ingiustamente sottovalutato. Kinski a tratti maestoso. Sono curioso di vedermi anche l'extra sulla realizzazione.

A livello registico alcune sequenze sono da vertigini visive, narrativo e onirico allo stesso tempo. E' stato tacciato di manierismo ma a mio parere funziona meglio, nel complesso, di altri capolavori del maestro. Telegraficamente: molto soddisfacente.

utente 8693
08-08-11, 22:22:19
Il problema che ho io con CV è che sembra tipo.. il finale di una storia epica.

Rullo
08-08-11, 23:47:20
biutiful (2010) - alejandro gonzález iñárritu

http://www.kavusclub.it/Amministra/public/Foto/5317/Biutiful.jpg

un film ambientato nella povertà spagnola, con un uomo che cerca di convivere con un male fisico e morale oppressivo ed ossessionante. la prima parte della pellicola è piuttosto noiosa e non sembra mai decollare (anche perchè ricorda un po' altri film spagnoli per tematiche affrontate e stile adottato, come MAR FUCKING ADENTRO BITCH), però il bello arriva quando ormai siamo sulla buona ora e mezza inoltrata. sorprendente il modo in cui si riprende e termina con un gran finale. maestose prestazioni del cast e della regia.

---------- Post added at 23:47:20 ---------- Previous post was at 23:40:29 ----------

mar adentro, snob error

Vigo
09-08-11, 00:08:59
Ma sono l'unico che va in vacanza? :azz:

Stasera per motivi di lavoro dei miei dormo a casa e ho intenzione di vedere Elephant, così inauguro anche Van Sant. :D

Io pure ho iniziato con Elephant :sisi:

Inferno di Dario Argento
No non ci siamo. Pochissima suspense e atmosfera inesistente, troppo copia-incolla dalle opere precedenti e troppi punti deboli nella sceneggiatura (che anzi, a mio parere è proprio confusa e quasi insensata.. ho capito che è un horror, ma alcune scene sono buttate a caso lasciando eventi senza spiegazioni e approfondimenti). Per altro ho trovato il finale proprio stupido, non saprei come altro definirlo. Qualche buona intuizione per le scenografie, lo riconosco. Questo non mi è piaciuto proprio però.

James
09-08-11, 09:05:57
Io pure ho iniziato con Elephant :sisi:

Inferno di Dario Argento
No non ci siamo. Pochissima suspense e atmosfera inesistente, troppo copia-incolla dalle opere precedenti e troppi punti deboli nella sceneggiatura (che anzi, a mio parere è proprio confusa e quasi insensata.. ho capito che è un horror, ma alcune scene sono buttate a caso lasciando eventi senza spiegazioni e approfondimenti). Per altro ho trovato il finale proprio stupido, non saprei come altro definirlo. Qualche buona intuizione per le scenografie, lo riconosco. Questo non mi è piaciuto proprio però.

E' più d atmosfera,peccato per il finale con la morte pupazzosa.
Cmq per me,fino a metà film si avvicina a "Suspiria".
Tutta la scena dentro l acqua è girata in modo impeccabile.

Gargaros
09-08-11, 13:09:07
Kick-ass
"Per contattarci devi parlare col sindaco: ha un segnale luminoso a forma di ca**o gigante." La Moretz è fantastica in questo film. Le risate migliori me le ha regalato lei, come anche i momenti più intensi e tensivi

quando alla fine il cattivone le punta la pistola dopo averla picchiata per bene
ecco, lì ho temuto proprio per lei.
Per il resto il film l'ho trovato gradevole, ma ho qualche perplessità sulla sua riuscita e sulle intenzioni con cui è nato. Voleva essere un film su eroi di carne e invece ecco dei veri supereroi, alla Batman (il padre della cucciola lo imita persino nel costume). Voleva essere una commedia e invece dei momenti tristi li ha avuti... Voleva essere un film ambientato nel mondo nostro e invece le leggi (persino quelle naturali) chiudono un occhio affinché tutto vada secondo chi l'ha scritto: la polizia non indaga, nessuno pensa a rintracciare Kick-ass tramie l'IP del suo sito tranne i due "veri" supereroi, il ragazzo finisce all'ospedale con tutte le ossa rotte e poi ne esce giorni dopo sulle sue gambe... Insomma un fracco di cose sono trattate con sufficienza se non per niente. Ergo il mondo di Kick-ass non sembra al nostro se per una percentuale minima di cose...
A parte questo, comunque, l'ho gradito.


Orphan 2009 di Jaume Collet-Serra.

Il male si insinua nella famiglia e ha i tratti ingannevoli dell'infanzia.Per Sierra la famiglia americana cova una bomba a orologeria,deflagrando da prospettive inaspettate.Più che un horror un thriller psicologico ben orchestrato,non sempre credibile e con qualche momento di stanca evitabile con un metraggio inferiore.La giovane Isabelle Fuhrman dà prova di saperci fare,così come Vera Farmiga in un ruolo che gli è consono ormai.Peccato che il regista decida di esagerare nel finale,con una "americanata" francamente evitabile.

Ecco, restando in tema "bambini", ho visto pure questo Orphan e convengo con le tue parole. Il finale è ridicolo, la solita americanata inutile. Poi penso anche a tutti quei trucchetti registici ridicoli che servono... a cosa? Boh. Quando la donna apre il frigorifero e la musichetta in sottofondo anticipa una presenza che si paleserà alla chiusura dello sportello, ma così non avviene; quando la donna si volta perché dietro aveva avvertito una presenza, ma non c'è nessuno; quando sempre la stessa donna apre la specchiera del bagno e di nuovo la musichetta che anticipa uno strillo nell'orecchio che però non avverrà. Ridicolo. Sono dei trucchetti per creare tensione, o per illudere lo spettatore di star vedendo un film mediocre come molti, salvo poi il regista rivelare il suo imbroglio non facendoci saltare sulla sedia. Il tentativo poteva funzionare una volta, ma nel film lo fa tre volte. Il che, sommato al finale, la dice lunga sulle reali capacità di Collet-Serra...
Il colpo di scena sulla piccola mi è piaciuto e spiazzato, ma forse avrebbe dovuto essere preparato meglio

quanto è plausibile che una bambina riesca a non farsi vedere mai nuda durante anni passati in orfanotrofio e poi a casa degli ultimi adottanti?

Isabelle è bravissima, e inquietante.

Hushabye
09-08-11, 14:42:35
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/e5/Theward.JPG/220px-Theward.JPG

si,lo shutter island dei poveri al massimo :asd: 6----

James
09-08-11, 20:00:35
Un Week end da Bamboccioni by Dennis Dugan(2010)

52729

"E' la storia di cinque amici, vecchi compagni di squadra, che si riuniscono dopo anni per onorare la scomparsa dell’allenatore di basket dell’infanzia. Con mogli e figli, trascorrono insieme il weekend del 4 luglio nella casa sul lago dove anni prima avevano festeggiato la vittoria della squadra. Ricreando atmosfere del passato, scoprono che crescere non significa necessariamente diventare adulti."

Adam Sandler,Chris Rock,David Spade,Kevin James e Rob Schneider..Più che "Un week end da bamboccioni" il film doveva intitolarsi:"Happy Madison's All Stars" per la presenza di 4 degli attori di punta della casa di produzione di Sandler..
Il film penso sia uno dei punti più bassi della carriera di Adam Sandler che sembra essersi ammorbidito nelle sue interpretazioni comiche.
Un filmaccio che forse fà sorridere un paio di volte ma la cosa che mi fà più male è vedere per l ennesima volta Steve Buscemi che fà una parte idiota nel film!
Almeno questa volta non c'è anche Turturro,meno male.
Da prendere tutte le copie esistenti e bruciarle.

<center></center>

utente 8693
09-08-11, 20:03:23
Adam Sandler lo trovo insopportabile, ma ho sentito che in Punch Drunk Love è ottimo, devo recuperarlo.

James
09-08-11, 20:06:13
Adam Sandler lo trovo insopportabile, ma ho sentito che in Punch Drunk Love è ottimo, devo recuperarlo.

Quando fà ruoli drammatici è quasi un buon attore.

"Punch Drunk Love" e "Reign Over Me":sisi:

"Punch Drunk Love" a me piace molto,merito anche della regia di Paul Thomas Anderson.

Togg
09-08-11, 20:57:29
Stranger than paradise, Jarmusch
sfugge a qualsiasi esigenza di plot. un gioco di pulsioni statiche. quegli stacchi a nero sono tra le cose più belle e intelligenti che abbia visto ultimamente.
GUSTO GELATO: vaniglia originale

Radiografia
09-08-11, 20:58:49
consigliatemi un film non troppo impegnativo ma che comunque lascia il segno, il genere fate voi tralasciando quelli d' azione, avventura e horror.
voglio fare l' intellettuale

Dies Irae
09-08-11, 21:14:45
consigliatemi un film non troppo impegnativo ma che comunque lascia il segno, il genere fate voi tralasciando quelli d' azione, avventura e horror.
Prova Memento o Timecrimes. Oppure Dogville di Von Trier, The Wrestler di Aronofsky, Lo scafandro e la farfalla di Schnabel... Sei troppo vago, fornisci più elementi utili al suggerimento.

Rullo
09-08-11, 21:21:56
super è molto fikoiea, tanto perchè ultimamente va di moda

utente 8693
09-08-11, 21:30:47
Quando fà ruoli drammatici è quasi un buon attore.

"Punch Drunk Love" e "Reign Over Me":sisi:

"Punch Drunk Love" a me piace molto,merito anche della regia di Paul Thomas Anderson.
In click però era terribile per me. per questo resto un po' scettico.

---------- Post added at 20:30:47 ---------- Previous post was at 20:29:08 ----------


consigliatemi un film non troppo impegnativo ma che comunque lascia il segno, il genere fate voi tralasciando quelli d' azione, avventura e horror.
voglio fare l' intellettuale
Il miglior modo è guardare un filmone e poi dire "Francamente, l'ho trovato terribilmente sopravvalutato".

James
09-08-11, 21:36:27
In click però era terribile per me. per questo resto un po' scettico.

---------- Post added at 20:30:47 ---------- Previous post was at 20:29:08 ----------


Il miglior modo è guardare un filmone e poi dire "Francamente, l'ho trovato terribilmente sopravvalutato".


punto 1: Ma ho parlato forse di "Click"?:rickds: ho fatto altri 2 nomi:sisi:

Punto 2: Hai ragione,così si fà l intellettuale:ahsisi: ma anche farsi piacere film che non si caca nessuno.

Dies Irae
09-08-11, 21:51:22
Il miglior modo è guardare un filmone e poi dire "Francamente, l'ho trovato terribilmente sopravvalutato".
Funziona solo se detto col mignolino alzato.



Punto 2: Hai ragione,così si fà l intellettuale:ahsisi: ma anche farsi piacere film che non si caca nessuno.
Certo che se la curiosità intellettuale è segno di anticonformismo.. Invece come si definisce quello che si fa piacere un film sulla fiducia dell'opinione popolare (tipo che se lo dicono tanti deve essere per forza bello?).

utente 8693
09-08-11, 21:51:51
Non l'hai detto ma lì c'è un punto in cui fa il drammatico (inseguendo il figlio nella pioggia :asd:).

@Dies: più che il mignolo, mi son dimenticato il "mah" iniziale.
tipo: "visto film X, mah, francamente l'ho trovato terrbilmente sopravvalutato".


Ovviamente ognuno ha il diritto alla propria opinione e sarebbe bene sviluppare un proprio senso critico, ci mancherebbe altro. :asd:

mickes2
09-08-11, 22:01:59
Profondo rosso di Dario Argento
Tecnicamente sopraffino con svariati virtuosismi tecnici a deliziare gli occhi dello spettatore: soggettive che impersonano l’assassino, carrellate sinuose a rimarcare gli spazi claustrofobici e malsani, zoom fulminei e montaggio subliminale di grande forza evocativa. Ottima gestione di spazio e tempo. La colonna sonora ipnotica ed affascinante quando si presta a delineare gli snodi più inquietanti ed i particolari più sadici. Pecca purtroppo in una sceneggiatura a tratti ingolfata.
8


Family life di Ken Loach
Intenso e struggente dramma esistenziale, in cui si condanna ferocemente l’ottusa mentalità bigotta delle famiglie inglesi di vecchia concezione. L’assoluta perpetuazione dei valori che sovrasta ed annichilisce il rapporto umano nel contesto familiare e le necessità giovanili. Un’ineluttabile caduta verso il baratro, schiava di un ossessionante conformismo borghese. L’azzeramento psico-fisico che sfocia nella schizofrenia, oggetto di umilianti studi, è raccontato da Loach con stile freddo e intimista. Folgorante.
8,5


Le avventure acquatiche di Steve Zissou di Wes Anderson
Con lo splendido gusto estetico che lo contraddistingue, Anderson ci accompagna in un viaggio ricco di sfaccettature, alla scoperta di un rapporto tra padre-figlio andato perso, crisi coniugali e isole misteriose. Malinconico e delicato, sensibile ed ironico, sempre squisitamente in bilico tra commedia raffinata e dramma, grottesco e demenziale, il tratteggio che il regista texano dona ai suoi personaggi è quasi unico, la messa in scena sempre accattivante e i numerosi virtuosismi che dissemina durante tutta la pellicola sono un valore aggiunto.
7,5


Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson
Tre fratelli dopo aver subito un grave lutto si riuniscono per un viaggio, a detta loro, spirituale. Sarà occasione per riflettere sulle loro vite, ognuna con direzioni e intenti opposti; sui rapporti di una famiglia che vuole in qualche modo ricongiungersi e rimanere vicina. Come ormai ci ha abituati, Anderson tratteggia con mano sensibile e leggera i suoi personaggi e le loro (dis)avventure. I colori, i paesaggi, la fotografia, la messinscena, la colonna sonora: tutto è funzionale, armonioso ed esteticamente bellissimo. Meno profondità rispetto a I Tenenbaum, ma certamente un altro buon film.
7,5


Fantastic Mr. Fox di Wes Anderson
Il miglior Anderson dopo I tenenbaum. In Mr. Fox c’è tutta la vitalità, l’ironia, la malinconia che caratterizzano il cinema del regista texano. Le tematiche a lui molto care qua acquisiscono nuova linfa vitale esplorando l’animazione, cesellando una storia e una sceneggiatura su tempi e modi sempre ficcanti e collaudati. C’è anche il tempo per emozionarsi, riflettere, ridere e divertirsi, grazie al tratteggio psicologico che Wes adopera nei confronti dei suoi personaggi; sequenze originali e visivamente accattivanti sono la ciliegina sulla torta.
8


Ferro 3 di Kim ki-duk
Sospesi tra sogno e realtà, tra realismo e sprazzi di consueto lirismo, Kim ki-duk racconta una storia d’amore, quella più radicata e profonda, sfuggente ed intensa, che non necessita di molte parole ma che fa leva sugli sguardi, le piccole cose. I protagonisti, silenziosi ed imperturbabili, rispettosi di ogni casa che violano, ma che poi riassettano. I personaggi di contorno che soffrono, scalpitano, gridano, simbolo di estraneazione e di caos. Espressivamente intenso nel narrare un amore etereo, ma con qualche sospetto di manierismo.
7,5/8


L’arco di Kim ki-duk
Silenzioso e introspettivo, Kim ki-duk prosegue il suo percorso addentrandosi nell’animo umano, quello più nobile e puro. Un oggetto semplice come un arco scandisce le giornate dei nostri due protagonisti. Il sentimento indissolubile di protezione di chi sa che il mondo riserva troppe insidie, verso una giovane creatura, indifesa e innocente come la sua anima. Sempre viva e palpabile la capacità di comunicare più di mille parole, grazie agli sguardi, i piccoli gesti, le piccole sensazioni e le emozioni che il cineasta sud coreano è continuamente in grado di ricreare.
7,5/8


(3° visione) Elephant di Gus van sant
La tragedia che prende forma in un giorno come tanti. Van Sant sceglie il silenzio, pedina con fare rispettoso ed accurato, attraverso lunghi piani sequenza i suoi studenti per i corridoi della Columbine. Scruta un atmosfera, destruttura il piano temporale sovrapponendo gli istanti e facendoceli vivere da più prospettive; avanza come un elefante, lento e inesorabile, passo dopo passo, verso l’orrore inspiegabile, quello più ambiguo e criptico che non si può capire, e che forse fa ancora più paura.
9/9,5

James
09-08-11, 22:05:03
Funziona solo se detto col mignolino alzato.


Invece come si definisce quello che si fa piacere un film sulla fiducia dell'opinione popolare (tipo che se lo dicono tanti deve essere per forza bello?).

Una Capra?

Rullo
09-08-11, 22:07:48
punto 1: Ma ho parlato forse di "Click"?:rickds: ho fatto altri 2 nomi:sisi:

Punto 2: Hai ragione,così si fà l intellettuale:ahsisi: ma anche farsi piacere film che non si caca nessuno.

chiamasi rispettivamente snob ed hipster, panzer e carlo lo sanno bene :sisi:

Vall77
09-08-11, 22:25:49
Il problema che ho io con CV è che sembra tipo.. il finale di una storia epica.

Non sono d'accordo, o meglio: dal punto di vista dell'epica herzoghiana (a voler essere inflessibili) qui probabilmente dei margini per definire il film manieristico ci sono. Cobra verde, come film e come protagonista, è lontano dala purezza iconoclasta di un Aguirre o di un Fitzcarraldo. Però Cobra Verde, a mio parere, è un film che brilla (e in modo folgorante) soprattutto per la riuscita estetica. Africana sontuosità (totale) in certi flash/sequenze che sono da antologia visivia. La danza di guerra delle amazzoni, per dirne una. Il canto finale.

Forse, il fatto che il film sia basato su un romanzo di Chatwin e non sia una sceneggiatura originale ha spostato l'occhio di Herzog, rispetto ai film citati, dalla caratterizzazione all'estetica. Che abbia tradito la prima per la seconda? Materia di discussione :asd:

Però ti riconosco l'analisi sinteticamente fascinosissima!


Il dialogo tra Kinski e l'incredibile locandiere,nella sequenza della taverna,è qualcosa di mistico,trascendentale: che fico:cat:

Devo vedere gli extra del Dvd!
Anche perchè sono curioso (gossip mode /on) di indagare meglio sul rapporto Kinski/Herzog, che proprio in questo ultimo film girato insieme devono aver fatto parecchio i litigarelli :asd:


Stranger than paradise, Jarmusch
sfugge a qualsiasi esigenza di plot. un gioco di pulsioni statiche. quegli stacchi a nero sono tra le cose più belle e intelligenti che abbia visto ultimamente.
GUSTO GELATO: vaniglia originale

Vaniglia orginale :rickds:

Bellissimo, mi ritrovo assolutamente nel voto.

Togg
09-08-11, 22:57:48
Vaniglia orginale :rickds:

Bellissimo, mi ritrovo assolutamente nel voto.
mi fa un enorme piacere :sisi:




Devo vedere gli extra del Dvd!
Anche perchè sono curioso (gossip mode /on) di indagare meglio sul rapporto Kinski/Herzog, che proprio in questo ultimo film girato insieme devono aver fatto parecchio i litigarelli :asd:



le solite minacce di morte.

---------- Post added at 22:57:48 ---------- Previous post was at 22:48:37 ----------

Visto che ho Allen in corso vi chiedo: a parte questi che ho già visto

prendi i soldi e scappa
il dittatore dello stato libero di bananas
il dormiglione
amore e guerra
io e annie
manhattan
stardust memories

e questi che vedrò

zelig
la rosa purpurea del cairo
hannah e le sue sorelle
radio days
un'altra donna
crimini e misfatti

cosa mi consigliate?

James
09-08-11, 23:10:26
mi fa un enorme piacere :sisi:



le solite minacce di morte.

---------- Post added at 22:57:48 ---------- Previous post was at 22:48:37 ----------

Visto che ho Allen in corso vi chiedo: a parte questi che ho già visto

prendi i soldi e scappa
il dittatore dello stato libero di bananas
il dormiglione
amore e guerra
io e annie
manhattan
stardust memories

e questi che vedrò

zelig
la rosa purpurea del cairo
hannah e le sue sorelle
radio days
un'altra donna
crimini e misfatti

cosa mi consigliate?

Zelig e poi Radio Days per forza:sisi:

Radiografia
09-08-11, 23:22:42
Prova Memento o Timecrimes. Oppure Dogville di Von Trier, The Wrestler di Aronofsky, Lo scafandro e la farfalla di Schnabel... Sei troppo vago, fornisci più elementi utili al suggerimento.

lo scafandro e la farfalla sembra interessante, per il resto me ne puoi parlare a grandi linee?
comunque non lo so, non so darvi indicazioni perchè non so cosa ho intenzione di vedere

mi fa un enorme piacere :sisi:




le solite minacce di morte.[COLOR="Silver"]

---------- Post added at 22:57:48 ---------- Previous post was at 22:48:37 ----------

Visto che ho Allen in corso vi chiedo: a parte questi che ho già visto

prendi i soldi e scappa
il dittatore dello stato libero di bananas
il dormiglione
amore e guerra
io e annie
manhattan
stardust memories

e questi che vedrò

zelig
la rosa purpurea del cairo
hannah e le sue sorelle
radio days
un'altra donna
crimini e misfatti

cosa mi consigliate?

io ti consiglio provaci ancora sam, l' ho visto ieri e mi è piaciuto abbastanza

Togg
09-08-11, 23:30:53
Lupastro,ti consiglio anche Broadway Danny Rose e Ombre e nebbia

o yea :)


Zelig e poi Radio Days per forza:sisi:

dicevo oltre questi :sisi:




io ti consiglio provaci ancora sam, l' ho visto ieri e mi è piaciuto abbastanza

l'ho visto, mi ero dimenticato di scriverlo.

Vigo
10-08-11, 00:37:40
Profondo rosso di Dario Argento
Tecnicamente sopraffino con svariati virtuosismi tecnici a deliziare gli occhi dello spettatore: soggettive che impersonano l’assassino, carrellate sinuose a rimarcare gli spazi claustrofobici e malsani, zoom fulminei e montaggio subliminale di grande forza evocativa. Ottima gestione di spazio e tempo. La colonna sonora ipnotica ed affascinante quando si presta a delineare gli snodi più inquietanti ed i particolari più sadici. Pecca purtroppo in una sceneggiatura a tratti ingolfata.
8


Family life di Ken Loach
Intenso e struggente dramma esistenziale, in cui si condanna ferocemente l’ottusa mentalità bigotta delle famiglie inglesi di vecchia concezione. L’assoluta perpetuazione dei valori che sovrasta ed annichilisce il rapporto umano nel contesto familiare e le necessità giovanili. Un’ineluttabile caduta verso il baratro, schiava di un ossessionante conformismo borghese. L’azzeramento psico-fisico che sfocia nella schizofrenia, oggetto di umilianti studi, è raccontato da Loach con stile freddo e intimista. Folgorante.
8,5


Le avventure acquatiche di Steve Zissou di Wes Anderson
Con lo splendido gusto estetico che lo contraddistingue, Anderson ci accompagna in un viaggio ricco di sfaccettature, alla scoperta di un rapporto tra padre-figlio andato perso, crisi coniugali e isole misteriose. Malinconico e delicato, sensibile ed ironico, sempre squisitamente in bilico tra commedia raffinata e dramma, grottesco e demenziale, il tratteggio che il regista texano dona ai suoi personaggi è quasi unico, la messa in scena sempre accattivante e i numerosi virtuosismi che dissemina durante tutta la pellicola sono un valore aggiunto.
7,5


Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson
Tre fratelli dopo aver subito un grave lutto si riuniscono per un viaggio, a detta loro, spirituale. Sarà occasione per riflettere sulle loro vite, ognuna con direzioni e intenti opposti; sui rapporti di una famiglia che vuole in qualche modo ricongiungersi e rimanere vicina. Come ormai ci ha abituati, Anderson tratteggia con mano sensibile e leggera i suoi personaggi e le loro (dis)avventure. I colori, i paesaggi, la fotografia, la messinscena, la colonna sonora: tutto è funzionale, armonioso ed esteticamente bellissimo. Meno profondità rispetto a I Tenenbaum, ma certamente un altro buon film.
7,5


Fantastic Mr. Fox di Wes Anderson
Il miglior Anderson dopo I tenenbaum. In Mr. Fox c’è tutta la vitalità, l’ironia, la malinconia che caratterizzano il cinema del regista texano. Le tematiche a lui molto care qua acquisiscono nuova linfa vitale esplorando l’animazione, cesellando una storia e una sceneggiatura su tempi e modi sempre ficcanti e collaudati. C’è anche il tempo per emozionarsi, riflettere, ridere e divertirsi, grazie al tratteggio psicologico che Wes adopera nei confronti dei suoi personaggi; sequenze originali e visivamente accattivanti sono la ciliegina sulla torta.
8


Ferro 3 di Kim ki-duk
Sospesi tra sogno e realtà, tra realismo e sprazzi di consueto lirismo, Kim ki-duk racconta una storia d’amore, quella più radicata e profonda, sfuggente ed intensa, che non necessita di molte parole ma che fa leva sugli sguardi, le piccole cose. I protagonisti, silenziosi ed imperturbabili, rispettosi di ogni casa che violano, ma che poi riassettano. I personaggi di contorno che soffrono, scalpitano, gridano, simbolo di estraneazione e di caos. Espressivamente intenso nel narrare un amore etereo, ma con qualche sospetto di manierismo.
7,5/8


L’arco di Kim ki-duk
Silenzioso e introspettivo, Kim ki-duk prosegue il suo percorso addentrandosi nell’animo umano, quello più nobile e puro. Un oggetto semplice come un arco scandisce le giornate dei nostri due protagonisti. Il sentimento indissolubile di protezione di chi sa che il mondo riserva troppe insidie, verso una giovane creatura, indifesa e innocente come la sua anima. Sempre viva e palpabile la capacità di comunicare più di mille parole, grazie agli sguardi, i piccoli gesti, le piccole sensazioni e le emozioni che il cineasta sud coreano è continuamente in grado di ricreare.
7,5/8


(3° visione) Elephant di Gus van sant
La tragedia che prende forma in un giorno come tanti. Van Sant sceglie il silenzio, pedina con fare rispettoso ed accurato, attraverso lunghi piani sequenza i suoi studenti per i corridoi della Columbine. Scruta un atmosfera, destruttura il piano temporale sovrapponendo gli istanti e facendoceli vivere da più prospettive; avanza come un elefante, lento e inesorabile, passo dopo passo, verso l’orrore inspiegabile, quello più ambiguo e criptico che non si può capire, e che forse fa ancora più paura.
9/9,5

***** che tiratona che ti sei fatto mickes! :)

James
10-08-11, 00:40:13
***** che tiratona che ti sei fatto mickes! :)
Ma mica li ha visti:rickds:

Gargaros
10-08-11, 00:42:52
Fellini rimase ben impressionato dalla bambina-fantasma con la palla di Operazione paura di Mario Bava

Mario Bava!? Come ho fatto a non capire a chi ti riferissi? :tristenev:


P.S.: se non hai visto Operazione Paura ti consiglio di rimediare,è uno dei migliori gotici di sempre,suggestivo e da amare visceralmente senza mezzi termini (chi l'ha visto te lo potrà confermare :sisi:)

Lo farò al più presto possibile. Era un titolo già presente nella lista delle cose da vedere prima di stendere i piedi, ma lo sposto avanti grazie a questo aggancio con Toby Dammit e alle tue parole... Ora sono proprio curioso.


A proposito del regista di Orphan: vorrei vedere La maschera di cera (remake del remake,tra l'altro),tu l'hai visto?

Un reamke di un remake? :rickds:

No, ancora non visto...


L’arco di Kim ki-duk
Silenzioso e introspettivo, Kim ki-duk prosegue il suo percorso addentrandosi nell’animo umano, quello più nobile e puro. Un oggetto semplice come un arco scandisce le giornate dei nostri due protagonisti. Il sentimento indissolubile di protezione di chi sa che il mondo riserva troppe insidie, verso una giovane creatura, indifesa e innocente come la sua anima. Sempre viva e palpabile la capacità di comunicare più di mille parole, grazie agli sguardi, i piccoli gesti, le piccole sensazioni e le emozioni che il cineasta sud coreano è continuamente in grado di ricreare.
7,5/8

Scusa, eh, ma allora come lo spieghi il finale? Secondo me è troppo orientale, in fatto di simbolismi... Io non l'ho capito, anzi ho trovato il vecchio egoista e pure ipocrita.

Vigo
10-08-11, 00:43:29
Ma mica li ha visti:rickds:

:bio: WHAT?

utente 8693
10-08-11, 01:47:55
:bio: WHAT?
Ha letto la storia sul retro della custodia.

mickes2
10-08-11, 02:07:47
***** che tiratona che ti sei fatto mickes! :)

voglio precisare che sono visioni di giorni e giorni :rickds: e non ascoltare quel james maledetto :rickds:



Scusa, eh, ma allora come lo spieghi il finale? Secondo me è troppo orientale, in fatto di simbolismi... Io non l'ho capito, anzi ho trovato il vecchio egoista e pure ipocrita.

quando scrivo un commento, non mi piace "raccontare" il film dall'inizio alla fine e tantomeno spiegare i finali. preferisco parlare di ciò che mi ha colpito o viceversa convinto di meno; oppure parlare delle intenzioni del regista in generale.

si, è fortemente orientale il film
il finale o cmq il messaggio della pellicola io l'ho interpretato così

per me l'arco è l'esaltazione della purezza e dell'innocenza, quella oramai persa da tutti gli uomini che fanno parte del mondo e che salgono su quella barca (e che cercano subdolamente di possedere quell'angelo gelosamente custodito dal vecchio).

ma purtroppo o per fortuna, è impossibile preservare un'anima così bella per sempre, e quando sale sulla barca quel ragazzo semplice e dall'animo gentile, Kim da una chance a lui e al mondo intero. lascia andare la ragazza perchè il suo posto è quello e non può essere altrimenti. Kim esalta la vita, e nonostante il male che potrà trovare, ha speranza che il mondo si possa occupare bene di Han Yeo-reum.

poi il finale è molto simbolico: il vecchio - oramai conscio che Han si appresterà a vivere un'altra vita - decide di prenderela e celebrare comunque il matrimonio. Kim non evita la catarsi e lo fa suicidare. poco dopo fa rimpiombare dall'alto la freccia, che aveva precedentemente scagliato, tra le gambe della ragazza, in preda a gemiti di natura sessuale. è come se il vecchio si fosse cmq impossessato di lei per la prima e ultima volta, l'ha fatta sua come in fin dei conti desiderava.

Vigo
10-08-11, 10:30:32
voglio precisare che sono visioni di giorni e giorni :rickds: e non ascoltare quel james maledetto :rickds:



quando scrivo un commento, non mi piace "raccontare" il film dall'inizio alla fine e tantomeno spiegare i finali. preferisco parlare di ciò che mi ha colpito o viceversa convinto di meno; oppure parlare delle intenzioni del regista in generale.

si, è fortemente orientale il film
il finale o cmq il messaggio della pellicola io l'ho interpretato così

per me l'arco è l'esaltazione della purezza e dell'innocenza, quella oramai persa da tutti gli uomini che fanno parte del mondo e che salgono su quella barca (e che cercano subdolamente di possedere quell'angelo gelosamente custodito dal vecchio).

ma purtroppo o per fortuna, è impossibile preservare un'anima così bella per sempre, e quando sale sulla barca quel ragazzo semplice e dall'animo gentile, Kim da una chance a lui e al mondo intero. lascia andare la ragazza perchè il suo posto è quello e non può essere altrimenti. Kim esalta la vita, e nonostante il male che potrà trovare, ha speranza che il mondo si possa occupare bene di Han Yeo-reum.

poi il finale è molto simbolico: il vecchio - oramai conscio che Han si appresterà a vivere un'altra vita - decide di prenderela e celebrare comunque il matrimonio. Kim non evita la catarsi e lo fa suicidare. poco dopo fa rimpiombare dall'alto la freccia, che aveva precedentemente scagliato, tra le gambe della ragazza, in preda a gemiti di natura sessuale. è come se il vecchio si fosse cmq impossessato di lei per la prima e ultima volta, l'ha fatta sua come in fin dei conti desiderava.


Si ma lo so che sono visioni di giorni, in ogni caso è una bella tirata :asd:

@James e utente8693: :bio:

lo squallor man
10-08-11, 11:17:13
visto di nuovo mega piragnah

Hushabye
10-08-11, 11:34:22
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/81/Little_children_post.jpg/220px-Little_children_post.jpg

Mai arrivato da noi,che sacrilegio,che sacrilegio... la rappresentazione di un america suburbana perfetta solo all apparenza: Sarah,interpretata dalla Winslet + brava di sempre, è una sorta di Emma Bovary,frustrata della propria vita va alla ricerca di un amore impossibile e Brad, bravissimo anche Patrick Wilson,anche lui intrappolato e spinto dalla moglie(jennifer Connely anch'essa non da meno)a conseguire una carriera che evidentemente non vuole...Ma intorno a loro due ruotano le vicende di vari personaggi:Lars,ex poliziotto, con l'ossessione di dar la caccia al disturbato James,interpretato da un bravo jackie haley , consciò più che mai della propria natura disturbata e forse per questo commovente nel finale.. 8-

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/e9/Addams_family_values.jpg/220px-Addams_family_values.jpg
Ho sempre preferito il primo... 7-

Baron Samedi
10-08-11, 11:35:26
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/81/Little_children_post.jpg/220px-Little_children_post.jpg

Mai arrivato da noi,che sacrilegio,che sacrilegio... la rappresentazione di un america suburbana perfetta solo all apparenza: Sarah,interpretata dalla Winslet + brava di sempre, è una sorta di Emma Bovary,frustrata della propria vita va alla ricerca di un amore impossibile e Brad, bravissimo anche Patrick Wilson,anche lui intrappolato e spinto dalla moglie(jennifer Connely anch'essa non da meno)a conseguire una carriera che evidentemente non vuole...Ma intorno a loro due ruotano le vicende di vari personaggi:Lars,ex poliziotto, con l'ossessione di dar la caccia al disturbato James,interpretato da un bravo jackie haley , consciò più che mai della propria natura disturbata.. 8-

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/e9/Addams_family_values.jpg/220px-Addams_family_values.jpg
Ho sempre preferito il primo... 7-
Ma son belli tutti e due gli Addams...
Che nostalgia :cry2:

Gargaros
10-08-11, 15:31:48
Il cigno nero
Dalle voci entusiatiche che avevo sentito in giro temevo il solito film con la solita qualità che il volgo generalmente tende a ingrossare. Invece mi ha spiazzato, è un horror psicologico solido e massiccio come un pietrone. Natalie fa la ballerina che cerca il successo che, senza volerlo, tolse alla madre alla sua nascita; la madre stessa fa inconscia pressione su una ragazza fragile e già in potenziale autodistruttiva. La tensione e le pressioni ulteriori che derivano dalla preparazione del balletto che la porterà al successo, non faranno che ingigantire i problemi psicologici che ha, portandola sull'orlo della follia. Alla fine farà il balletto, e sarà grande, ma a quale prezzo? La finzione sarà perfetta nella tecnica e nella scena, ma anche nella carne e nella mente. Bel film, davvero bello. Natalie Portman è magnifica, capace di trasmettere con le sue rodate espressioni la fragilità, la timidezza, la rabbia, e all'occorrenza anche la cattiveria, il sadismo e un erotismo intenso... Non posso però fare a meno di chiedermi come avrebbe fatto meglio la mia ballerina preferita... una grande opportunità mancata.
A proposito, gli pseudo "critici intellettuali" di MyMovies mi fanno sempre ridere come un matto.

Aku
10-08-11, 16:22:35
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/8/81/Little_children_post.jpg/220px-Little_children_post.jpg

Mai arrivato da noi,che sacrilegio,che sacrilegio... la rappresentazione di un america suburbana perfetta solo all apparenza: Sarah,interpretata dalla Winslet + brava di sempre, è una sorta di Emma Bovary,frustrata della propria vita va alla ricerca di un amore impossibile e Brad, bravissimo anche Patrick Wilson,anche lui intrappolato e spinto dalla moglie(jennifer Connely anch'essa non da meno)a conseguire una carriera che evidentemente non vuole...Ma intorno a loro due ruotano le vicende di vari personaggi:Lars,ex poliziotto, con l'ossessione di dar la caccia al disturbato James,interpretato da un bravo jackie haley , consciò più che mai della propria natura disturbata e forse per questo commovente nel finale.. 8-

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/e9/Addams_family_values.jpg/220px-Addams_family_values.jpg
Ho sempre preferito il primo... 7-

Non ricordo se eri stato tu a consigliarmi THE WRESTLER, visione rimandata, poi stoppata causa troppa gente che ne straparlava, poi accantonata per parecchio, forse pure troppo. Ora a acque calme, piatte e immote me lo sono visto, come piece a me, quando il mondo si dimentica, io godo.
Stasera tocca ai Cigni neri, così l'opera di dèpressiòn è completa, oppure mi attende MYSTIC RIVER.
Non so.
A margine di tutto, e in quel "tutto" c'è davvero tanto, mi è piaciuta la parte "omaggio" del CZW e al Nintendo.
- Call Of Dudy ?
- Call of Duty 4 !!!
^^o

The Link
10-08-11, 16:40:26
Ho visto Avatar su sky hd , onestamente non capisco tutte le critiche che gli son state fatte sia da gente che conosco che addirittura reputava disonorevole andarlo a vedere al cinema manco fosse chissà quale schifezza, sia dalla gente sul web in generale.
Certo forse le aspettative erano eccessivamente ottimistiche e in buona parte son state deluse , la gente si aspettava il miglior film della storia (per motivi ignoti) e di certo non lo è ma nemmeno è tanto brutto secondo me... Le ambientazioni e la fotografia in generale mi son piaciute molto ,anche le musiche sono belle ,il punto dolente probabilmente è la trama abbastanza scontata e banale ma Avatar non punta tanto su quella ma sull'aspetto visivo/emotivo delle varie scene che per quanto legate insieme da una trama come già detto non delle migliori ,riescono comunque ad attirare l'attenzione dello spettatore e tutto sommato il film scorre in modo piacevole ,non l'ho trovato affatto pesante o noioso ne tantomeno brutto o inguardabile come molti hanno detto,certo non sarà un film profondo e riflessivo ,assolutamente, ma si lascia guardare ed è un bel vedere imho.

p a n z e r
10-08-11, 16:48:49
Appena finito di vedere 500 giorni insieme, appena mi passa la fase da "OMGWTFBBQ CAPOLAVORO" commento più lucidamente.

in ogni caso una cosa è sicura, è un Capolavoro :sisi: no dai, diciamo che la storia è narrata alla perfezione, lo stile è delizioso (cit.) e ci sono gli smiths. una piccola lezione vita, voto 10

Hushabye
10-08-11, 16:50:36
Non ricordo se eri stato tu a consigliarmi THE WRESTLER, visione rimandata, poi stoppata causa troppa gente che ne straparlava, poi accantonata per parecchio, forse pure troppo. Ora a acque calme, piatte e immote me lo sono visto, come piece a me, quando il mondo si dimentica, io godo.
Stasera tocca ai Cigni neri, così l'opera di dèpressiòn è completa, oppure mi attende MYSTIC RIVER.
Non so.
A margine di tutto, e in quel "tutto" c'è davvero tanto, mi è piaciuta la parte "omaggio" del CZW e al Nintendo.
- Call Of Dudy ?
- Call of Duty 4 !!!
^^o

io ti avevo consigliato black swan,ma ovviamente hai fatto benissimo anche con The Wrestler:sisi:

Gargaros
10-08-11, 16:55:35
Avatar è un film odiabile per molti motivi: è una commerciala a tutti gli effetti, è una scopiazzatura di Pocaontas (più altre cose, persino videogiochi). E' odiabile per la delusione che ha dato ai fans di Cameron. E' odiabile per le aspettative che aveva messo su: dieci anni di realizzazione e uno si aspetta una trama almeno discreta... ma non c'è. E' odiabile perché è pieno di cliché. La storia è una scopiazzatura perché l'attenzione maggiore l'hano dedicata alla grafica al PC. Praticamente è uno dei tanti videogiochi stupidi ma bellissimi, con un gameplay inesistente.

Accatonato tutto ciò, è un film guardabile una volta, poi basta, perché sarebbe troppo e inutile. Va visto per la battaglia finale e per lo sforzo grafico.

Se mi è consentita dire la mia :sisi:


EDIT
Che sia un film scadente lo dimostra la lunga sequenza in cui viene domato Turuk.

utente 8693
10-08-11, 17:02:25
Io l'ho odiato pure alla prima visione, non so come ho fatto ad arrivare in fondo.
La cosa ridicola è che molti sembrano riconoscergli un valore dal punto di vista visivo, quando è totalmente mediocre dal quel punto di vista.
Intendiamoci, tecnicamente è un mostro; la CGi è superba ecc ecc ma, artisticamente e come visual design? Ti basta un giro su un sito tipo CGart o ConceptArt, per trovare pezzi sci-fi o fantasy 10 volte più interessanti.

mickes2
10-08-11, 17:54:26
Appena finito di vedere 500 giorni insieme, appena mi passa la fase da "OMGWTFBBQ CAPOLAVORO" commento più lucidamente.

in ogni caso una cosa è sicura, è un Capolavoro :sisi: no dai, diciamo che la storia è narrata alla perfezione, lo stile è delizioso (cit.) e ci sono gli smiths. una piccola lezione vita, voto 10

:claudia:

Lateralus
10-08-11, 23:15:47
Non vedo film da una settimana FFFFFFFUUUUUUUUUU
Sono anche senza linea (sto scroccando) e ne ho approfittato per leggere Lo Hobbit :sisi:
Non interessa a nessuno ma volevo condividere le mie mirabolanti esperienze :sisi:

p a n z e r
10-08-11, 23:17:35
oh lateralus, vero che il tuo nick viene dai tool? curiosità eh, che qualcuno non ne è convinto

Brother's Killer
10-08-11, 23:19:25
Sappi che se così non fosse avresti -10000 punti stima da parte di più o meno tutti quelli del forum(tranne quel truzzone di Key Paradise)

Lateralus
10-08-11, 23:20:25
oh lateralus, vero che il tuo nick viene dai tool? curiosità eh, che qualcuno non ne è convinto

vero :sisi:

p a n z e r
10-08-11, 23:24:08
vero :sisi:

bella lì :sisi:


momento pubblicità


http://www.youtube.com/watch?v=lSpb9sXHO-Q

ah contiene spoiler eh, che comunque se non l'avete ancora visto sto film siete pessimi

Lateralus
10-08-11, 23:28:47
bella lì :sisi:


momento pubblicità


http://www.youtube.com/watch?v=lSpb9sXHO-Q

ah contiene spoiler eh, che comunque se non l'avete ancora visto siete pessimi

:gab::gab::gab::gab::gab:

---------- Post added at 23:28:47 ---------- Previous post was at 23:25:21 ----------

Ritorno all'avatar originario così non ci sarà nessun dubbio :gab:

L4GANN
11-08-11, 00:04:21
American History

http://www.cinezapping.com/wp-content/uploads/2010/09/260609142037American_history_x_2.jpg

Edward Norton non mi ha convinto del tutto con questa sua interpretazione.

Intendiamoci, il film in se mi è piaciuto molto, sia a livello tecnico che come sceneggiatura, ma c'era qualcosa nelle espressioni facciali di Norton che non mi ha convinto... come se non fosse in grado di calarsi del tutto nella parte di un personaggio ambiguo come il protagonista di America History... ma forse è solo una mia impressione.

Per il resto, pellicola godibilissima che consiglio a tutti.. kudos sia per la regia che alterna sapientemente sequenze in bianco e nero a scene a colori, che alla fotografia.

8,5

Aku
11-08-11, 00:10:24
Io l'ho odiato pure alla prima visione, non so come ho fatto ad arrivare in fondo.
La cosa ridicola è che molti sembrano riconoscergli un valore dal punto di vista visivo, quando è totalmente mediocre dal quel punto di vista.
Intendiamoci, tecnicamente è un mostro; la CGi è superba ecc ecc ma, artisticamente e come visual design? Ti basta un giro su un sito tipo CGart o ConceptArt, per trovare pezzi sci-fi o fantasy 10 volte più interessanti.

Per me AVATAR è una hi-tech demo e null'altro.
Si merita un crucio chi ne parla bene e chi lo pubblicizza..troppo.

---------- Post added at 00:10:24 ---------- Previous post was at 00:07:17 ----------


io ti avevo consigliato black swan,ma ovviamente hai fatto benissimo anche con The Wrestler:sisi:

Ah, stasera mi son visto il Pottero Capitolo Finale, quindi per qualche giorno parlerò come un demente di Hogwarts.
^^o

Gargaros
11-08-11, 00:52:47
Dylan Dog: Dead Of Night
Sono un grandissimo fan di Dylan Dog e lo seguo da tantissimi anni.
Di Dylan Dog in questo "film" c'è solo il titolo.
Io mi chiedo solo una cosa. Perché?
Perché gli americani devono toccare qualcosa che non è loro e rovinarlo? Fatevi i cazzì vostri, no?
Certo che no. Mi prendono il mio fumetto preferito e lo trucidano alla grande.
In questo "film", Dylan è rissoso, spavaldo e pure buffone, cosa che lui non è.
Lo pestano alla grande e lui si rialza sempre e non si fa quasi niente.
Vogliamo parlare dell'assistente? Chi cazzò è questo Marcus? Da dove è uscito?
Vogliamo parlare del maggiolino nero? Vogliamo parlare del fatto che è ambientato a New Orleans e non a Londra?
Vogliamo anche parlare del fatto che nella lingua americana dice "Jackpot" al posto di "Giuda Ballerino"? Vogliamo parlare del fatto che usa un fottuto biglietto da visita con su scritto "No Pulse? No Problem."?
Vogliamo parlare del fatto che Dylan lavora con i mostri? Vogliamo parlare del fatto che in questo "film" non esiste Groucho e non esiste l'ispettore Bloch?
Per gli ultimi due hanno messo una foto all'inizio che li ritraeva, che cosa pessima, per non parlare degli omaggi a Bonelli e Sclavi... Di una tristezza infinita.
Ci sono tantissime altre cose da elencare (quando spara un cazzottone a un lupo mannaro con un tira pugni d'argento o la scena dove sfonda un muro con la macchina e comincia a sparare all'impazzata facendo fuori dei vampiri) ma preferisco risparmiarvele.
Kevin Munroe è da denuncia per aver girato un'oscenità simile, davvero.
Che "film" di mèrdà.

L'ho visto pure io :asd:

Però sai che ti dico? Andrò controcorrente, ma il personaggio mi è parso fedele al personaggio "vero" più di tanti albi degli ultimi tempi. In altre parole, mi aspettavo di peggio, invece DyD a tratti è proprio il personaggio morto da anni, e che solo in rari albi ritorna in vita. Quella lingua sempre pronta al motto di spirito, alla battuta sarcastica o ironica, una spruzzata di umorismo nero... La faccia di Routh si adatta bene, ma il fisico è totalmente sbagliato. Molte cose sono diverse, ma è nel personaggio, nel suo modo di comportarsi, che ci ho visto quello storico... certo chiudendo un occhio su certe scene fini a sé e piene di un machismo che Dylan non ha mai mostrato nel fumetto (quando stermina tutti quei vampiri con tutte quelle armi assurde). La storia fa in parte pena, la solita banalità di cattivi che vogliono il potere (mi chiedo sempre che diavolo se ne devono fare, del potere assoluto), ma alcune trovate ai limiti del cattivo gusto le ho gradite assai, specie quella del Body Market :rickds:
Per me è un buon trascione.

L4GANN
11-08-11, 01:06:55
L'ho visto pure io :asd:

Però sai che ti dico? Andrò controcorrente, ma il personaggio mi è parso fedele al personaggio "vero" più di tanti albi degli ultimi tempi. In altre parole, mi aspettavo di peggio, invece DyD a tratti è proprio il personaggio morto da anni, e che solo in rari albi ritorna in vita. Quella lingua sempre pronta al motto di spirito, alla battuta sarcastica o ironica, una spruzzata di umorismo nero... La faccia di Routh si adatta bene, ma il fisico è totalmente sbagliato. Molte cose sono diverse, ma è nel personaggio, nel suo modo di comportarsi, che ci ho visto quello storico... certo chiudendo un occhio su certe scene fini a sé e piene di un machismo che Dylan non ha mai mostrato nel fumetto (quando stermina tutti quei vampiri con tutte quelle armi assurde). La storia fa in parte pena, la solita banalità di cattivi che vogliono il potere (mi chiedo sempre che diavolo se ne devono fare, del potere assoluto), ma alcune trovate ai limiti del cattivo gusto le ho gradite assai, specie quella del Body Market :rickds:
Per me è un buon trascione.

Detto tra me e voi, Dylan ha gli occhi azzurri, non neri come l'attore che lo interpreta.
Ma poi Brandon Routh sembra vestire ancora una volta i panni su Superman, tant'è che in questa pellicola il Dylan Dog proposto uccide tutto e tutti senza la minima fatica...
Sia Dylan che la biondazza non si creano il minimo problema a farsi avanti tra vampiri e zombie... i nemici vengono abbattuti nel più semplice dei modi.

Ma i vampiri e i lupi mannari non dovrebbero essere molto più forti di un normale umano?
Allora come si spiega che in "Dylan Dog"basta uno sputo per buttarli a terra...
Cosa ancora più strana dal fatto che il sangue di vampiro ingerito dai comuni umani, li rendano 10 volte più forti(peccato che invece di usare questa portentosa forza acquisita in modo creativo, codesti "goul"si limitino a fare i minchioni in discoteca.

C'era bisogno di potenziarsi per 10 volte per mettersi a ballare da soli in pista? -_-

Buttiamo un velo pietoso sull'assistente di "Super-Dylan"che ha l'unico scopo quello di fare apparire l'old boy più figo di quanto non lo sia effettivamente in realtà.

Una domanda:
Perché i vampiri invece di rinchiudere Dylan e il suo assistente in una cripta, non li hanno uccisi entrambi?
Era l'occasione buona per farsi un drink con il sangue di Dylan..

E poi nella scena dell'incarcerazione, è evidente che la lapide viene semplicemente appoggiata sul sepolcro.. perché Dylan e Marcus non l'hanno semplicemente rimossa invece di scavare un tunnel?-_-

Gargaros
11-08-11, 01:17:49
Detto tra me e voi, Dylan ha gli occhi azzurri, non neri come l'attore che lo interpreta.

Ricordo una lettera di risposta in un vecchissimo Dylan, in quella rubrica che si chiamava Dylan Dog Horror Post (e che oggi non fanno più, almeno non nell'inedito). Era una risposta a un lettore che si chiedeva come mai nelle copertine Dylan avesse a volte gli occhi neri e a volte azzurri. Quindi come vedi la questione occhi non è affrontabile, perché pure alla Bonelli hanno (o avevano) le idee confuse :asd:

Per tutto il resto, quoto. E' un film pieno di buchi, di assurdità. Credo che la sceneggiatura abbia pure qualche imprecisione nella trama principale... Ma ripeto, a me è piaciuto a causa di certe trovate. L'ho trovato divertente e leggero. Il personaggio a tratti mi ha ricordato quello storico. Però ovviamente non faccio fatica ad ammetterne i difetti. Dubito che lo rivedrò, ma la prima visione mi ha intrattenuto degnamente.

AndY_
11-08-11, 04:50:02
Shining

Be, che dire, regia fantastica, trama coinvolgente e interpreti divini, e Jack....... lo sanno tutti dai, è praticamente la reincarnazione di dio in questo film.

Togg
11-08-11, 10:35:34
Non vedo film da una settimana FFFFFFFUUUUUUUUUU
Sono anche senza linea (sto scroccando) e ne ho approfittato per leggere Lo Hobbit :sisi:
Non interessa a nessuno ma volevo condividere le mie mirabolanti esperienze :sisi:

bravo bravissimo :sisi:

Profetz
11-08-11, 12:25:58
ieri Hannibal Lecter Le Origini del Male..

bello

AT-33
11-08-11, 14:12:15
Doctor Strange:8,5Ecco come i film dovrebbero essere..In un'ora e venti il cartone su Doctor Strange narra la vita del supereroe marvel,dall'incidente che ne blocca l'uso delle mani,all'allenamento per diventare un guerriero e ilo combattimento con Dormammu.
Hulk vs Thor:7Film d'animazione divertente che narra la storia di Loki che per sconfiggere Thor si affida a Hulk .. Ottimo film d'animazione ma niente di piu.

Solomon
11-08-11, 15:05:26
Captain America...uno dei peggiori film della Marvel

Baron Samedi
11-08-11, 15:14:11
Qualcuno ha visto Mr. Beaver?
L'ho visto ieri sera e mi ha lasciato parecchio perplesso...

Radiografia
11-08-11, 15:44:16
ieri ho visto Elephant: mi è piaciuto il modo in cui una giornata "comune" viene analizzata secondo più prospettive, la fotografia l' ho adorata ringraziando i paesaggi per lo più autunnali.
poi vabbè, lo stile di van sant lo avevo già amato con paranoid park e qui ho avuto la conferma che è uno dei registri che potrebbero piacermi di più.
7,5

Togg
11-08-11, 15:57:09
Coffee and Cigarettes, Jarmusch

Sto diventando un jarmuscho fan :sisi: Alla fine mi sono pure quasi commosso.

8,5

p a n z e r
11-08-11, 15:59:01
ieri ho visto Elephant: mi è piaciuto il modo in cui una giornata "comune" viene analizzata secondo più prospettive, la fotografia l' ho adorata ringraziando i paesaggi per lo più autunnali.
poi vabbè, lo stile di van sant lo avevo già amato con paranoid park e qui ho avuto la conferma che è uno dei registri che potrebbero piacermi di più.
7,5

credo di essere l'unico qua dentro a cui non piace elephant. forse dovrei farmi un esame di coscienza o forse sono l'unico a capire qualcosa di cinema trollface

Profetz
11-08-11, 15:59:35
Appena finito di vedere Red Dragon, con Norton e Hopkins, che parla ancora una volta di Hannibal Lecter.. penso che vedrò anche " il silenzio degli innocenti " e " hannibal ".. così avrò visto tutti i film sul genere

p a n z e r
11-08-11, 16:00:31
Appena finito di vedere Red Dragon, con Norton e Hopkins, che parla ancora una volta di Hannibal Lecter.. penso che vedrò anche " il silenzio degli innocenti " e " hannibal ".. così avrò visto tutti i film sul genere

anche perchè red dragon è il più debole

Profetz
11-08-11, 16:18:29
anche perchè red dragon è il più debole

bè si non è un Horror, però l' ho trovato un bel film, ora devo vedere gli altri due e collegarli :asd:

Radiografia
11-08-11, 16:42:56
credo di essere l'unico qua dentro a cui non piace elephant. forse dovrei farmi un esame di coscienza o forse sono l'unico a capire qualcosa di cinema trollface

non è uno di quei film che guardi e pensi "che bello!", è uno di quei film che comprendi solo col senno di poi

Key Paradise
11-08-11, 16:52:13
http://verocomelafinzione.files.wordpress.com/2009/12/locandina_le_vite_degli_altri.jpg

le vite degli altri - un sacco di registi tedeschi
effettivamente è un film abbastanza ricattatorio e didascalico, soprattutto nel finale. un unica posizione da prendere per lo spettatore, poco da rifletterci. una storia, ecco. pur se raccontata bene. lo consiglierei a ja rule.

p a n z e r
11-08-11, 16:52:58
non è uno di quei film che guardi e pensi "che bello!", è uno di quei film che comprendi solo col senno di poi

io più ci penso più sono convinto che sia un mero esercizio di estetica. un esercizio bellissimo eh, di quello da 10+, ma nulla di più di un compito a casa.

sull'argomento ci ho discusso un bel po' insieme a mickes, ma davvero ricordo ben pochi film così vuoti e superficiali. se poi sia voluto o meno non lo so, ma comunque rimane un prodotto che trovo per niente interessante e che non mi da alcuno stimolo per soffermarmi a pensarci più di quell'ora e venti.

Rullo
11-08-11, 17:17:16
panza lo sapevi che è tratto da un corto del tuo amicone korine?

@key
le vite degli altri lo volevo vedere pure io :sisi:

PONG
11-08-11, 17:49:46
Stasera dovrebbe partire la maratona Coen, in ordine cronologico avrei selezionato:
-Crocevia della morte
-Fargo
-Il grande Lebowski
-Fratello, dove sei?
-L'uomo che non c'era
-Non è un paese per vecchi
-A Serious Man
-Il Grinta

C'è roba da togliere/aggiungere secondo voi?

Hushabye
11-08-11, 17:59:51
Ho visto Ladri di Biciclette e vedere la ricostruzione di quell'epoca mi affascina sempre da morire.Per il film molto ben fatto,la cosa che mi ha + colpito è il senso di drammaticità che riesce a darti.Lo consiglio a chi apprezza le opere neorealiste.
Voto: 7,5

cee facevo il liceo quando l ho visto,sembra una vita fa.. :(

p a n z e r
11-08-11, 19:02:09
http://i.imgur.com/pNiW2.jpg

Mary & Max, di Adam Elliot.


Un dolcissimo film in stop motion che narra l'amicizia di questi due personaggi, Mary una bambina australiana e Max, un solitario 40enne che vive a New York.

Mary per prima scriverà una lettera a Max prendendo il suo nome a caso in un elenco telefonico americano, principalmente per domandargli come nascono i bambini in america (il nonno di Mary le aveva raccontato che in australia i genitori trovavano i figli nei boccali di birra, lol). Da questa prima lettera nascerà una profonda amicizia, visto quanto i due hanno in comune. Entrambi non hanno amici, adorano un cartone animato per bambini e arriveranno a scambiarsi per posta ricette di dolci di dubbio gusto.
Non sarà un'amicizia facile, complici le crisi di nervi di Max, e in generale il film si mantiene su toni molto maturi e cupi. La tecnica dello stop motion mi è sembrata di buona fattura, e in generale i personaggi hanno tutti un ottimo stile.

Un po' drammatico e un bel po' malinconico, ma riesce anche a fare sorridere in più di una occasione. Una vera e propria sorpresa, consigliatissimo.

dom87
11-08-11, 19:04:06
BIUTIFUL di Alejandro gonzales inarriut
VOTO 8.5
Molto bello, coninvolgente e quasi strappalacrime

Rullo
11-08-11, 19:36:37
Stasera dovrebbe partire la maratona Coen, in ordine cronologico avrei selezionato:
-Crocevia della morte
-Fargo
-Il grande Lebowski
-Fratello, dove sei?
-L'uomo che non c'era
-Non è un paese per vecchi
-A Serious Man
-Il Grinta

C'è roba da togliere/aggiungere secondo voi?

tutti quelli che non hai messo li aggiungerei, blood simple sopratutto

Vigo
11-08-11, 19:47:52
http://i.imgur.com/pNiW2.jpg

Mary & Max, di Adam Elliot.


Un dolcissimo film in stop motion che narra l'amicizia di questi due personaggi, Mary una bambina australiana e Max, un solitario 40enne che vive a New York.

Mary per prima scriverà una lettera a Max prendendo il suo nome a caso in un elenco telefonico americano, principalmente per domandargli come nascono i bambini in america (il nonno di Mary le aveva raccontato che in australia i genitori trovavano i figli nei boccali di birra, lol). Da questa prima lettera nascerà una profonda amicizia, visto quanto i due hanno in comune. Entrambi non hanno amici, adorano un cartone animato per bambini e arriveranno a scambiarsi per posta ricette di dolci di dubbio gusto.
Non sarà un'amicizia facile, complici le crisi di nervi di Max, e in generale il film si mantiene su toni molto maturi e cupi. La tecnica dello stop motion mi è sembrata di buona fattura, e in generale i personaggi hanno tutti un ottimo stile.

Un po' drammatico e un bel po' malinconico, ma riesce anche a fare sorridere in più di una occasione. Una vera e propria sorpresa, consigliatissimo.

Ora devo vederlo, mi hai incuriosito

Radiografia
11-08-11, 20:10:45
appena finito di vedere juno: l' ho amato, uno dei film più belli che abbia mai visto. sarà che ha centrato perfettamente la mia personalità, ma l' ho trovato dolcissimo in ogni componente.
le musiche sono splendide - e me lo sto anche procurando -, la fotografia mi è piaciuta perchè molto leggera ma al contempo gradevole. forse l' unica pecca è che alcune scene mi hanno un pò annoiato, ma credo che gli ultimi 30 minuti l' hanno riscattato in pieno.
9

Rullo
11-08-11, 21:09:35
Ora devo vederlo, mi hai incuriosito


è proprio un film suppafikoiea


appena finito di vedere juno: l' ho amato, uno dei film più belli che abbia mai visto. sarà che ha centrato perfettamente la mia personalità, ma l' ho trovato dolcissimo in ogni componente.
le musiche sono splendide - e me lo sto anche procurando -, la fotografia mi è piaciuta perchè molto leggera ma al contempo gradevole. forse l' unica pecca è che alcune scene mi hanno un pò annoiato, ma credo che gli ultimi 30 minuti l' hanno riscattato in pieno.
9

cioè ti piace mettere incinta ragazzine?

Dies Irae
11-08-11, 21:43:00
Stasera dovrebbe partire la maratona Coen, in ordine cronologico avrei selezionato:
-Crocevia della morte
-Fargo
-Il grande Lebowski
-Fratello, dove sei?
-L'uomo che non c'era
-Non è un paese per vecchi
-A Serious Man
-Il Grinta

C'è roba da togliere/aggiungere secondo voi?
Manca l'essenziale Barton Fink.

James
11-08-11, 21:46:25
bella lì :sisi:


momento pubblicità


http://www.youtube.com/watch?v=lSpb9sXHO-Q

ah contiene spoiler eh, che comunque se non l'avete ancora visto sto film siete pessimi

:rickds:
Mi era sfuggita questa,grazie della pubblicità al mio video:rickds:

L4GANN
11-08-11, 22:12:13
Ricordo una lettera di risposta in un vecchissimo Dylan, in quella rubrica che si chiamava Dylan Dog Horror Post (e che oggi non fanno più, almeno non nell'inedito). Era una risposta a un lettore che si chiedeva come mai nelle copertine Dylan avesse a volte gli occhi neri e a volte azzurri. Quindi come vedi la questione occhi non è affrontabile, perché pure alla Bonelli hanno (o avevano) le idee confuse :asd:

Per tutto il resto, quoto. E' un film pieno di buchi, di assurdità. Credo che la sceneggiatura abbia pure qualche imprecisione nella trama principale... Ma ripeto, a me è piaciuto a causa di certe trovate. L'ho trovato divertente e leggero. Il personaggio a tratti mi ha ricordato quello storico. Però ovviamente non faccio fatica ad ammetterne i difetti. Dubito che lo rivedrò, ma la prima visione mi ha intrattenuto degnamente.

Più che altro il copertinista di turno avrà avuto le idee confuse, ma ufficialmente Dylan ha gli occhi azzurri.

mickes2
11-08-11, 22:14:27
ieri ho visto Elephant: mi è piaciuto il modo in cui una giornata "comune" viene analizzata secondo più prospettive, la fotografia l' ho adorata ringraziando i paesaggi per lo più autunnali.
poi vabbè, lo stile di van sant lo avevo già amato con paranoid park e qui ho avuto la conferma che è uno dei registri che potrebbero piacermi di più.
7,5

mi fa piacere ti sia piaciuto. sei un po' basso col voto, ma credo che sia un film che fa aumentare il gradimento visione dopo visione.


io più ci penso più sono convinto che sia un mero esercizio di estetica. un esercizio bellissimo eh, di quello da 10+, ma nulla di più di un compito a casa.

sull'argomento ci ho discusso un bel po' insieme a mickes, ma davvero ricordo ben pochi film così vuoti e superficiali. se poi sia voluto o meno non lo so, ma comunque rimane un prodotto che trovo per niente interessante e che non mi da alcuno stimolo per soffermarmi a pensarci più di quell'ora e venti.

non è un film che vuole dare spiegazioni, non si basa sull'introspezione psichica degli assassini o tantomeno degli studenti all'interno della scuola.

alza il tiro, fa di più: paralizza il tempo, ricrea un senso assoluto di vero attraverso una regia rispettosa e in grado di farci empatizzare con gli studenti. dilata il tempo procedendo inesorabilmente verso l'orrore insolubile. è in grado di catapultare lo spettatore in una spaesante attesa, annullando le psicologie, e procedendo verso il male più inspiegabile, quello senza senso.

non è un esercizio di estetica, è la riproduzione asettica con taglio documentaristico di una giornata qualunque che si evolve nel peggiore dei modi, o meglio: in un modo che nessuno si poteva aspettare.
un messaggio? nessuno ascolta i ragazzi





le vite degli altri - un sacco di registi tedeschi
effettivamente è un film abbastanza ricattatorio e didascalico, soprattutto nel finale. un unica posizione da prendere per lo spettatore, poco da rifletterci. una storia, ecco. pur se raccontata bene. lo consiglierei a ja rule.

no, di ricattatorio non ci vedo proprio nulla o quasi. didascalico forse solo nel finale, ma era l'unico possibile forse a quel punto; il resto non lo è secondo me.
ti leggo freddino cmq. non ti ha colpito la deriva del protagonista e il suo cambiamento interiore?

James
11-08-11, 22:14:37
American History

http://www.cinezapping.com/wp-content/uploads/2010/09/260609142037American_history_x_2.jpg

Edward Norton non mi ha convinto del tutto con questa sua interpretazione.

Intendiamoci, il film in se mi è piaciuto molto, sia a livello tecnico che come sceneggiatura, ma c'era qualcosa nelle espressioni facciali di Norton che non mi ha convinto... come se non fosse in grado di calarsi del tutto nella parte di un personaggio ambiguo come il protagonista di America History... ma forse è solo una mia impressione.

Per il resto, pellicola godibilissima che consiglio a tutti.. kudos sia per la regia che alterna sapientemente sequenze in bianco e nero a scene a colori, che alla fotografia.

8,5

Chi diavolo è Kudos???:rickds:

p a n z e r
11-08-11, 22:35:12
è proprio un film suppafikoiea



cioè ti piace mettere incinta ragazzine?

a chi non piace?


:rickds:
Mi era sfuggita questa,grazie della pubblicità al mio video:rickds:
:asd:



non è un film che vuole dare spiegazioni, non si basa sull'introspezione psichica degli assassini o tantomeno degli studenti all'interno della scuola.

alza il tiro, fa di più: paralizza il tempo, ricrea un senso assoluto di vero attraverso una regia rispettosa e in grado di farci empatizzare con gli studenti. dilata il tempo procedendo inesorabilmente verso l'orrore insolubile. è in grado di catapultare lo spettatore in una spaesante attesa, annullando le psicologie, e procedendo verso il male più inspiegabile, quello senza senso.

non è un esercizio di estetica, è la riproduzione asettica con taglio documentaristico di una giornata qualunque che si evolve nel peggiore dei modi, o meglio: in un modo che nessuno si poteva aspettare.
un messaggio? nessuno ascolta i ragazzi
ecco, questa è una questione che se non sbaglio aveva sollevato anche rullo, l'empatia con i ragazzi. mi sembra assurdo davvero, empatia verso dei gusci vuoti che non suscitano alcuna emozione.

il messaggio poi è un punto fondamentale della mia personalissima critica verso la pellicola, in quanto credo che fallisca miseramente. il taglio documentaristico si infrange verso l'incredibile superficialità dell'analisi delle cause che hanno scatenato questo attenatto, per questo non riesco a trovare punti di forza in questo film se non nella semplice estetica.

Ctekcop
11-08-11, 22:40:24
http://verocomelafinzione.files.wordpress.com/2009/12/locandina_le_vite_degli_altri.jpg

le vite degli altri - un sacco di registi tedeschi
effettivamente è un film abbastanza ricattatorio e didascalico, soprattutto nel finale. un unica posizione da prendere per lo spettatore, poco da rifletterci. una storia, ecco. pur se raccontata bene. lo consiglierei a ja rule.

questo film è PERFETTO :sisi:

charlesjudges
11-08-11, 22:45:38
Ma soprattutto il regista tedesco è uno solo.

p a n z e r
11-08-11, 22:51:07
Ma soprattutto il regista tedesco è uno solo.

quel nome vale per quattro :sisi:

charlesjudges
11-08-11, 23:01:23
quel nome vale per quattro :sisi:

Da Wikipedia:

Florian Maria Georg Christian Graf Henckel von Donnersmarck.

Proviene da una famiglia di venditori ambulanti, suppongo.

Rullo
11-08-11, 23:11:13
Da Wikipedia:

Florian Maria Georg Christian Graf Henckel von Donnersmarck.

Proviene da una famiglia di venditori ambulanti, suppongo.

:rickds:

L4GANN
11-08-11, 23:22:31
Chi diavolo è Kudos???:rickds:

Sono i punti stile che si sbloccano nel videogioco Projet ghotam racing, quando si effettua una derapata.

:chris:

Key Paradise
11-08-11, 23:22:33
se è uno solo ha decisamente troppi nomi
comunque, forse ricattatorio è troppo estremo come termine, diciamo imbeccante. oltretutto ho trovato il cambiamento del protagonista piuttosto forzato

Radiografia
11-08-11, 23:41:56
è proprio un film suppafikoiea



cioè ti piace mettere incinta ragazzine?

precisamente, comunque consigliatemi qualche film sul genere di juno o magari qualcosa con un protagonista misantropo e così via :sisi:

Lateralus
11-08-11, 23:52:10
precisamente, comunque consigliatemi qualche film sul genere di juno o magari qualcosa con un protagonista misantropo e così via :sisi:

The Libertine

medicine bottle
11-08-11, 23:54:59
mi aspetto che ferrara mi renda l'ora e quaranta passata a guardare go go tales

Rullo
12-08-11, 00:40:34
a somewhat gentle man (2010) - hans petter moland

http://media.coveringmedia.com/media/images/movies/2011/01/09/somewhat_gentle_man_06.jpg

interessante commedia/drammatica di moland, che purtroppo però non riesce nel rappresentare lo svolgimento della storia, neanche troppo intricata, con la dovuta maestria. l'attenzione si mantiene comunque per tutta la durata nonostante i difetti di cui sopra; complici comunque anche attori abbastanza ispirati, alcune scene risultano davvero riuscite. osa poco ed è anche per questo che il film non riesce ad emergere dalla mediocrità.

Baron Samedi
12-08-11, 09:59:54
It's Kind of a Funny Story (5 giorni fuori in Italiano) di Anna Boden
Interpreti: Keir Gilchrist, Zach Galifianakis, Emma Roberts, Viola Davis, Zoë Kravitz, Aasif Mandvi, Lauren Graham, Jim Gaffigan, Jeremy Davies, Cheryl Alessio

Involontariamente proseguo con la serie di film su persone depresse (dopo Mr.Beaver)

Il sedicenne problematico Craig Gilner, turbato da depressione e ansie adolescenziali, decide di farsi ricoverare in un centro psichiatrico.
Qui scopre che il reparto dedicato ai minorenni è stato chiuso e che i ragazzi sono stati trasferiti nel settore preposto agli adulti.
In seguito conosce il maturo Bobby, che ben presto diventa suo amico e mentore, e si innamora della coetanea Noelle.

Un buon mix tra dramma e commedia, l'ho trovato ben fatto.

6.5

Hell
12-08-11, 10:19:19
Ieri ne ho visti due: In the Market e ESP-Fenomeni Paranormali.

In the Market,per chi non lo conoscesse,è un horror made in Italy.
Faccio una premessa prima di parlare di questo film.
Purtroppo i film italiani,e sottolineo purtroppo,o sono comici o sono drammatici (oppure un mix di entrambi). L'horror qui non lo sanno fare e nemmeno ci provano a farlo (Argento?Pft,non mi fate ridere).
I francesi da qualche periodo realizzano film davvero di alto livello: Martyrs,Alta Tensione e tanti altri che adesso non ricordo.
Gli spagnoli ci hanno regalato perle come Rec e The Orphanage.
In Giappone realizzano film che in quanto ad atmosfera sono i primi in classifica (almeno per me,adoro i film horror giapponesi) e gli americani va be,sono bravi e questo si sa (anche se non sempre).

E l'Italia? Possibile che neppure ci provano a fare un film horror decente? Quindi immaginatevi il mio stupore quando ho sentito parlare di questo In The Market


http://www.youtube.com/watch?v=0XdshDn0Bmo

Inizialmente mi misi a sorridere quando vidi il trailer :asd: ma la curiosità era troppo alta e così ieri l'ho visto :azz:

Spicca subito la pessima recitazione del 95% dei personaggi (pessima,davvero,soprattutto del ragazzo),per la prima ora non succede quasi nulla e solo negli ultimi 20 minuti accade qualcosa.
Il film dovrebbe essere la povera alternativa di Hostel e ci riesce solo a tratti e ho letto commenti davvero negativi su di esso...ma io invece lo premio,un 6 glielo regalo,anche per premiare il coraggio del regista di cimentarsi in qualcosa di diverso...sperando che il prossimo film risulti migliore di questo :ahsisi:


Esp Fenomeni Paranormali,è un buon film,un mix tra Paranormal Activity e Rec (anche se siamo su pianeti lontanissimi,Rec è unico).
Un film che presenta qualche scena spaventosa ma altrettante banali e prevedibili,l'ansia si fa sentire,l'ambientazione è giusta e verso la fine diventa pure un po' schifoso (non parlo proprio del film, ma di alcune scene).
Un film godibile ma non nascondo che mi aspettavo molto di più 6.5

Hushabye
12-08-11, 11:41:55
It's Kind of a Funny Story (5 giorni fuori in Italiano) di Anna Boden
Interpreti: Keir Gilchrist, Zach Galifianakis, Emma Roberts, Viola Davis, Zoë Kravitz, Aasif Mandvi, Lauren Graham, Jim Gaffigan, Jeremy Davies, Cheryl Alessio


6.5
come se la cava emma roberts?

Baron Samedi
12-08-11, 11:49:35
come se la cava emma roberts?
Direi che se la cava piuttosto bene.

Hushabye
12-08-11, 11:56:35
Direi che se la cava piuttosto bene.

Con lei avevo visto Lymelife,molto molto carino,non a caso prodotto da Scorsese

Togg
12-08-11, 12:02:03
Stasera dovrebbe partire la maratona Coen, in ordine cronologico avrei selezionato:
-Crocevia della morte
-Fargo
-Il grande Lebowski
-Fratello, dove sei?
-L'uomo che non c'era
-Non è un paese per vecchi
-A Serious Man
-Il Grinta

C'è roba da togliere/aggiungere secondo voi?

spicca subito all'occhio che non c'è il loro più merafantasticoso. Barton Fink.



le vite degli altri - un sacco di registi tedeschi
effettivamente è un film abbastanza ricattatorio e didascalico, soprattutto nel finale. un unica posizione da prendere per lo spettatore, poco da rifletterci. una storia, ecco. pur se raccontata bene. lo consiglierei a ja rule.

ma sai che me l'anno detto tanti e lo visto molto tempo fa e non so più cosa pensare?


credo di essere l'unico qua dentro a cui non piace elephant. forse dovrei farmi un esame di coscienza o forse sono l'unico a capire qualcosa di cinema trollface

siamo due!


mi aspetto che ferrara mi renda l'ora e quaranta passata a guardare go go tales
ma sarà mica quello di Venezia? Ti stai preparando?





Manca l'essenziale Barton Fink.


E lo vediiiii.

Hushabye
12-08-11, 12:20:49
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/0/0e/Alice_Doesn%27t_Live_Here_Anymore.jpg

Un Scorsese un po inedito ma mai banale; ci racconta la lotta di Alice,che non è esattamente uno dei suoi classici anti- eroi emarginati, per la felicità e stabilità, che verrano acquisite passo dopo passo..Singolare il rapporto col figlio .. 7+

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/e/e5/Whip_it.jpg/215px-Whip_it.jpg

Piacevole commedia sul mondo del Roller Derby, sempre brava Ellen Page: anche se i fasti di Juno sono lontani,é sempre un piacere vederla.. 6.5

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/5/5a/Blooddiamondposter.jpg/220px-Blooddiamondposter.jpg

Finale troppo happy; pregevole il lavoro di Di Caprio sull accento 7.5

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/2/22/London_Boulevard_Poster.jpg/220px-London_Boulevard_Poster.jpg
7-

p a n z e r
12-08-11, 12:24:11
yeeee, whip it lo vedrò pure io in questi giorni.


piuttosto, spendi due paroline su london boulevard, che dal trailer sembrava interessante :sisi:

Hushabye
12-08-11, 13:05:50
yeeee, whip it lo vedrò pure io in questi giorni.


piuttosto, spendi due paroline su london boulevard, che dal trailer sembrava interessante :sisi:

mah l avevo già visto qualche mese fa e ho riconfermato l idea che un 70% funziona bene, ma manca il restante 30...insomma,da The departed a questo London boulevard ce ne passa.. cmq guardavo prima su rotten,ha una media del 33% ..la colonna sonora però è ****:sisi: e anche la Knightley:nev:

p a n z e r
12-08-11, 13:34:03
francamente sto perdendo fiducia in rotten tomatoes, o almeno è un sistema che a volte funziona e a volte boh

Hushabye
12-08-11, 16:43:13
http://ecx.images-amazon.com/images/I/51vS9FMh32L._SL500_AA300_.jpg

Brutto brutto..

p a n z e r
12-08-11, 18:39:31
http://i.imgur.com/mSY7l.jpg

Human Nature, di Michel Gondry.


Primo film per Gondry e seconda sceneggiatura per Kaufman, un lavoro interessante quanto disomogeneo. Gondry già da questa prima pellicola dimostra un ottimo gusto estetico, ma la storia non riesce sempre a convincere.

Lila è una ragazza che a causa di un problema ormonale inizia a sviluppare una folta peluria già da giovane, fino a diventare una vera e propria scimmia. Troverà la pace solamente immergendosi della natura, ma non potendo rinunciare alle passioni carnali sarà costretta a tornare alla civiltà alla ricerca di un partner.
Entra in gioco Nathan Bronfman, un dottore che a causa della rigida educazione ricevuta da piccolo è convinto di potere correggere il comportamento animale con il giusto metodo (e la giusta dose di scariche elettriche) a favore di un comportamento più civile e a suo modo di vedere corretto.
Infine c'è Puff, cresciuto nella foresta dal pedre che era convinto di essere una scimmia non avrà alcun contatto umano finchè a 30 anni Lila e Nathan lo troveranno per caso, per quindi rieducarlo.

Il film si basa tutto su questa questione, da un lato la natura selvaggia dell'uomo e dall'altra la sua acquisita civilizzazione. Da un lato abbiamo Lila, che crede nella libertà dello stato di natura dell'uomo, e dall'altro Nathan, che non riesce a concepire come un essere umano possa vivere al di fuori della civiltà senza alcuna forma di cultura. Nel mezzo c'è Puff.

I toni comunque sono molto leggeri, non ha pretese di analizzare il tutto troppo scientificamente o troppo filosoficamente. Come detto all'inizio il punto più forte della pellicola è la resa visiva, in particolare per le sequenze nella foresta, ma forse un po' la storia perde di interesse nella seconda metà.
Una commedia gradevolissima quindi, e comunque un ottimo primo lavoro per Gondry.

Radiografia
12-08-11, 18:58:55
avete visto l' arte di cavarsela? pareri?

Gargaros
12-08-11, 21:22:18
Paura.com
Peccato. Peccato perché parte bene e l'idea non è malaccia per un horror discreto. A volte i personaggi sparano certe battute così assurde che rivelano la mentre mediocre che le ha scritte: a un certo punto, per fare un esempio, la dottoressa entra nell'ufficio e un collega le chiede "Allora, scoperto la causa di quelle morti? Non era ebola?" Ma cojones che non sei altro, se era ebola la donna non entrava mica lì! Che poi non ho capito che collegamento ci possa essere tra l'emofilia e la paura dei coltelli. Senza contare che una femmina emofilica è altamente rara e quelle che ci sono non fanno certo quella vita, andando persino agiocare in fabbriche abbandonate rugginose e lontane dalla città. C'era proprio bisogno di mettere in campo questa malattia per spiegare la paura da coltelli? E metterla in campo, soprattutto, in un modo così stupido e incredibile?
Il film parte bene, dicevo, ma appena i due buoni cominciano a scoprire la genesi del mistero, la storia si fa abborracciata e assurda. Due ragazzi con un piede nella fossa continuano a filmare con la videocamera (unico escamotage trovato dallo sceneggiatore per dare ai buoni indizzi fondamentali); il cattivo pubblica gli snuff in diretta su un sito e nessuno pensa a rintracciarne l'indirizzo tramite l'IP; un attore della caratura di Jeffrey Combs viene messo in mezzo e usato malissimamente per allungare la broda del finale... Insomma, l'ennesimo film con una idea non male ma scritto col culo. Fotografia ok, attori pessimi, tranne le comparse (Udo Kier, Michael Sarrazin)... e poi c'è Combs, che certo non potevano mettere nella parte del protagonista, visto che dovevano sfruttare il bellone popolare del momento, e poco importa che toltogli il culo dal sedile di una fuoriserie risulta fuori luogo e impacciato...

Nel paese delle creature selvagge
Credevo di trovare un film per piccoli, invece non lo è. Mi è piaciuto, ma è strano... Il senso l'ho capito, ma non capisco se l'intervallo fantastico sia stato vero o no. E se non è stato vero, "dove" è avvenuto? Perché il ragazzino poteva dormire e sognare, ma il regista non ce lo dice chiaramente... Boh, lo catalogo nei film strani.

mickes2
12-08-11, 22:43:35
http://ecx.images-amazon.com/images/I/51vS9FMh32L._SL500_AA300_.jpg

Brutto brutto..

cosa non ti è piaciuto in particolare?

io credo che Tracey fragments si porti dietro una gran bella atmosfera, cupa e rarefatta. ha uno stile molto sperimentale, che può non piacere o dar fastidio...ma io lo trovo perfetto e molto originale per rappresentare e delineare i sentimenti confusi e contraddittori della ragazza.

Profetz
12-08-11, 23:42:28
Il Silenzio degli Innocenti..

Єminence
12-08-11, 23:44:33
http://www.tesoroweb.com/wp-content/plugins/wp-o-matic/cache/03ad7_poster-the-coens-a-serious-man1.jpg

A serious man (2009) (J. Coen, E. Coen)

Un ebreo del midwest, professore di fisica, conduce una vita piuttosto squallida: la moglie chiede il divorzio, il figlio fuma spinelli, la figlia non frequenta la scuola e desidera rifarsi il naso, il fratello, alle prese con una ciste sebacea, ha ''occupato'' la sua casa, e il vicino (non ebreo) valica sovente il confine e taglia anche la sua erba. Avversato da una catena di problemi e avversità, il professore (Larry), sotto le pressioni di chi gli sta intorno, decide di rivolgersi a un rabbino, per capire il mistero che si cela dietro le difficoltà continue che deve affrontare, e per diventare un ''uomo serio''. Insoddisfatto delle inutili risposte del primo, Larry si rivolge ad altri due rabbini, senza ottenere risultati migliori. E' inutile cercare di scoprire cosa si cela al di sotto di ogni cosa, la vita è un caos continuo, senza nessun ordine prestabilito e tutto può accadere da un momento all'altro, sovvertendo l'apparente ordine che stava prendendo forma: emblematico, per l'appunto, il finale, ma anche la citazione del paradosso del gatto di Schrodinger (che può morire o meno) o la defizionione del Principio di ideterminazione, il quale ''dimostra che non possiamo mai davvero sapere che cosa accade.''
Il film è permeato dalla tipica ironia dei fratelli Coen, che questa volta si rivolge al mondo delle tradizioni ebraiche, così ricco e talvolta...caotico.

Voto: 7,5. Non il più brillante film che abbia mai visto, ma strappa ben più di un sorriso e lascia riflettere. Non proprio quello che si definirebbe un film ''d'azione'', ma non l'ho trovato pesante.

Rullo
12-08-11, 23:57:41
step brothers (2008) - adam mckay

http://www.cupcakesandmace.com/wp-content/uploads/2009/04/step-brothers.jpg

altra commedia firmata apatow (produttore) che, senza mancare di volgarità, si propone di rappresentare la storia di due uomini quarantenni che si ritrovano, come suggerisce il titolo stesso, fratellastri. la premessa è ottima e lo svolgimento è addirittura migliore. moltissime scene sono davvero divertenti (anche se talvolta esagerate). molto simpatici ferrell e reilly.

Togg
13-08-11, 00:07:42
Broadway Danny Rose, Allen
Più debole del solito ma con dei gran bei momenti.
GUSTO GELATOcorretto: cornetto algida

Rullo
13-08-11, 00:16:47
Broadway Danny Rose, Allen
Più debole del solito ma con dei gran bei momenti.
GUSTO GELATO: coppa del nonno

buona la coppa del nonno

Price
13-08-11, 00:18:17
yeeee, whip it lo vedrò pure io in questi giorni.


piuttosto, spendi due paroline su london boulevard, che dal trailer sembrava interessante :sisi:
a me London Boulevard ha fatto abbastanza pena. sembra la bruttissima copia di un film di Ritchie che non ha la più pallida idea di dove andare a parare, personalmente te lo sconsiglio

p a n z e r
13-08-11, 00:19:45
buona la coppa del nonno
buonissima


a me London Boulevard ha fatto abbastanza pena. sembra la bruttissima copia di un film di Ritchie che non ha la più pallida idea di dove andare a parare, personalmente te lo sconsiglioapposto, un film in meno da vedere :asd: peccato davvero, a me Colin Farrell piace.

Vigo
13-08-11, 00:50:38
http://www.tesoroweb.com/wp-content/plugins/wp-o-matic/cache/03ad7_poster-the-coens-a-serious-man1.jpg

A serious man (2009) (J. Cohen, E. Cohen)

Un ebreo del midwest, professore di fisica, conduce una vita piuttosto squallida: la moglie chiede il divorzio, il figlio fuma spinelli, la figlia non frequenta la scuola e desidera rifarsi il naso, il fratello, alle prese con una ciste sebacea, ha ''occupato'' la sua casa, e il vicino (non ebreo) valica sovente il confine e taglia anche la sua erba. Avversato da una catena di problemi e avversità, il professore (Larry), sotto le pressioni di chi gli sta intorno, decide di rivolgersi a un rabbino, per capire il mistero che si cela dietro le difficoltà continue che deve affrontare, e per diventare un ''uomo serio''. Insoddisfatto delle inutili risposte del primo, Larry si rivolge ad altri due rabbini, senza ottenere risultati migliori. E' inutile cercare di scoprire cosa si cela al di sotto di ogni cosa, la vita è un caos continuo, senza nessun ordine prestabilito e tutto può accadere da un momento all'altro, sovvertendo l'apparente ordine che stava prendendo forma: emblematico, per l'appunto, il finale, ma anche la citazione al paradosso del gatto di Schrodinger (che può morire o meno) o la defizionione del Principio di ideterminazione, il quale ''dimostra che non possiamo mai davvero sapere che cosa accade.''
Il film è permeato dalla tipica ironia dei fratelli Cohen, che questa volta si rivolgono al mondo delle tradizioni ebraiche, così ricco e talvolta...caotico.

Voto: 7,5. Non il più brillante film che abbia mai visto, ma strappa ben più di un sorriso e lascia riflettere. Non proprio quello che si definirebbe un film ''d'azione'', ma non l'ho trovato pesante.

Personalmente è il mio film preferito dei fratelli Coen (non Cohen ;)). E' anche vero però che non ne ho visti moltissimi dei loro, quindi...

Comunque, ho visto Tenebre di Dario Argento e l'ho trovato davvero un ottimo film. Mi è piaciuta moltissimo la trama e in un paio di scene secondo me ha dato il massimo a livello registico: in particolare, la carrellata lunghissima nella casa delle due ragazze e la serie di omicidi nel finale. Buona la musica anche se troppo simile alle produzioni precedenti, buoni gli attori a parte il ragazzino (e il suo doppiatore). Interessantissime le scelte di illuminazione, poco aderenti agli standard dei film horror/thriller.

boogie
13-08-11, 01:14:17
apposto, un film in meno da vedere :asd: peccato davvero, a me Colin Farrell piace.

Mah, che sia abbastanza confuso è vero, ma io l'ho trovato parecchio gradevole... Direi che deve qualcosa anche a Pulp Fiction comunque, secondo me una chance dovresti dargliela

Єminence
13-08-11, 02:21:14
Personalmente è il mio film preferito dei fratelli Coen (non Cohen ;)). E' anche vero però che non ne ho visti moltissimi dei loro, quindi...

Vero! Eppure sono fissato con i nomi..cmq, oltre a questo, ho visto Il grande Lebowski (anch'esso molto gradevole) e conto di vedere a breve ''Non è un paese per vecchi''.

Dies Irae
13-08-11, 02:52:11
Frozen, la storia di tre amici che rimangono bloccati sulla seggiovia. Allora per passare il tempo iniziano a parlare di s*******e, e parlano, parlano, parlano. Certo, non hanno nient'altro da fare. Però io si e nel mentre mi sono letto la metafisica dei costumi di Kant. Quando sono tornato si stavano raccontando della prima comunione o roba simile, poi uno dice: "Bon, io scendo" e si butta di sotto. Giuro. Degli avvenimenti successivi ricordo solo gli altri due che discutono delle passate vacanze estive e i lupi. Ecco, in questo film ci sono i lupi.
Voto ghezziano: ♥ - ♠♠/lupi³


.cmq, oltre a questo, ho visto Il grande Lebowski (anch'esso molto gradevole)
Solo "molto gradevole" per il Dude? :bio:

Hell
13-08-11, 06:15:01
Frozen, la storia di tre amici che rimangono bloccati sulla seggiovia. Allora per passare il tempo iniziano a parlare di s*******e, e parlano, parlano, parlano. Certo, non hanno nient'altro da fare. Però io si e nel mentre mi sono letto la metafisica dei costumi di Kant. Quando sono tornato si stavano raccontando della prima comunione o roba simile, poi uno dice: "Bon, io scendo" e si butta di sotto. Giuro. Degli avvenimenti successivi ricordo solo gli altri due che discutono delle passate vacanze estive e i lupi. Ecco, in questo film ci sono i lupi.
Voto ghezziano: ♥ - ♠♠/lupi³


Solo "molto gradevole" per il Dude? :bio:

Frozen l'ho visto e,se a tratti potrebbe mettere tensione,è incredibile il fatto di quante cose assurde accadano in questo film

I lupi che un attimo prima non c'erano ed entrano giusto quando ci sono loro...e poi i lupi??In una zona in cui la protezione dovrebbe essere ai massimi livelli??
E poi alla fine risolvono la situazione in quel modo ma non potevano pensarci prima?Quello che si butta con la speranza di uscirne vivo,quell'uomo che li cerca e non vede le cose che i ragazzi gli lanciano da lassù
Un'americanata insomma,esagerato ma comunque "piacevole" da vedere

Price
13-08-11, 08:57:02
Nel paese delle creature selvagge
Credevo di trovare un film per piccoli, invece non lo è. Mi è piaciuto, ma è strano... Il senso l'ho capito, ma non capisco se l'intervallo fantastico sia stato vero o no. E se non è stato vero, "dove" è avvenuto? Perché il ragazzino poteva dormire e sognare, ma il regista non ce lo dice chiaramente... Boh, lo catalogo nei film strani.
è semplicemente l'immaginazione di Max, tutto la parte precedente infatti funge da "movente" (litigio con la mamma, gelosia per il suo nuovo compagno ecc ecc) per volere, e dovere, evadere dalla realtà

Ja Rule
13-08-11, 09:39:45
Premesso che i fratelli Coen mi stanno simpatici come la dinastia Berlusconi, ho visto il grande Lebowski.
Tranne il fido Giovannino Buonuomo e un sorriso che m'è scappato quando ho rivisto Ben Gazzara, poco altro. Film sconclusionato, in alcuni tratti simpatico, ma niente di eclatante.

Shampoo
13-08-11, 09:53:39
Antwone Fisher
boh bellino, 7,5 va

Togg
13-08-11, 10:08:28
buona la coppa del nonno

ho corretto :sisi:


Frozen, la storia di tre amici che rimangono bloccati sulla seggiovia. Allora per passare il tempo iniziano a parlare di s*******e, e parlano, parlano, parlano. Certo, non hanno nient'altro da fare. Però io si e nel mentre mi sono letto la metafisica dei costumi di Kant. Quando sono tornato si stavano raccontando della prima comunione o roba simile, poi uno dice: "Bon, io scendo" e si butta di sotto. Giuro. Degli avvenimenti successivi ricordo solo gli altri due che discutono delle passate vacanze estive e i lupi. Ecco, in questo film ci sono i lupi.
Voto ghezziano: ♥ - ♠♠/lupi³



Se ci sono i lupi deve essere bello :nev:

Ja Rule
13-08-11, 10:48:11
Ma c'è un sito in cui poter elencare i film visti e commentarli, come anobii per i libri?

p a n z e r
13-08-11, 10:58:54
Ma c'è un sito in cui poter elencare i film visti e commentarli, come anobii per i libri?

imdb è dedicato solo ai film, puoi votarli e scrivere recensioni. altrimenti c'è rym, principalmente indirizzato per la musica ma ci sono anche i film.

Vall77
13-08-11, 11:04:46
Frozen, la storia di tre amici che rimangono bloccati sulla seggiovia. Allora per passare il tempo iniziano a parlare di s*******e, e parlano, parlano, parlano. Certo, non hanno nient'altro da fare. Però io si e nel mentre mi sono letto la metafisica dei costumi di Kant. Quando sono tornato si stavano raccontando della prima comunione o roba simile, poi uno dice: "Bon, io scendo" e si butta di sotto. Giuro. Degli avvenimenti successivi ricordo solo gli altri due che discutono delle passate vacanze estive e i lupi. Ecco, in questo film ci sono i lupi.
Voto ghezziano: ♥ - ♠♠/lupi³

Veramente atroce Frozen, la fiera dell'improbabile :asd:

Le robe che mi sono rimaste più impresse sono:

- Gente che sta surgelando e manco si tira su la zip dei giacconi da neve, fino alla fine del film
- Gente che, prima di pensare a buttarsi a peso morto da una considerevole altezza, non ipotizza nemmeno di fare una "corda" di indumenti per buttarsi giù dal punto più basso possibile.

Ma sono solo due esempi in questo vero e proprio festival della pernacchia.
Senza appello.

Ja Rule
13-08-11, 11:16:51
Mmm questo (http://www.nientepopcorn.it/)pure mi incuriosisce.
Comunque, ho letto commenti positivi su 36 Quai Des Orfevres, qualcuno l'ha già visto?

Hushabye
13-08-11, 11:48:22
apposto, un film in meno da vedere :asd: peccato davvero, a me Colin Farrell piace.

ti fidi così tanto del giudizio di qualcuno??

Hushabye
13-08-11, 11:49:27
cosa non ti è piaciuto in particolare?

io credo che Tracey fragments si porti dietro una gran bella atmosfera, cupa e rarefatta. ha uno stile molto sperimentale, che può non piacere o dar fastidio...ma io lo trovo perfetto e molto originale per rappresentare e delineare i sentimenti confusi e contraddittori della ragazza.

io l ho trovato un ora e 13 di puro delirio senza capo ne coda, a volte quando si vuole fare gli originali si fa semplicemente una cazzata... poi de gustibus

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/d/d1/Five_hundred_days_of_summer.jpg/220px-Five_hundred_days_of_summer.jpg

non me lo ricordavo più,ma non mi ha mai fatto impazzire più di tanto

Vigo
13-08-11, 11:55:41
Ma c'è un sito in cui poter elencare i film visti e commentarli, come anobii per i libri?

Mubi.. se ti fai l'account aggiungimi che ho solo un amico che lo usa regolarmente ed è un po' triste

Poi ovvio c'è IMDB (ma non è proprio "social network") e c'è anche Flixster (ottima l'applicazione facebook)

Io uso tutti e tre :.bip:

p a n z e r
13-08-11, 11:57:34
ti fidi così tanto del giudizio di qualcuno??
dipende chi è quel qualcuno :asd:


Mubi.. se ti fai l'account aggiungimi che ho solo un amico che lo usa regolarmente ed è un po' triste
ma se aprissimo un topic dove raccogliere tutti questi siti e i vari contatti? no perchè continuano a sbucarne fuori di nuovi, o comunque che non avevo mai sentito :sisi:

Vigo
13-08-11, 11:59:08
dipende chi è quel qualcuno :asd:


ma se aprissimo un topic dove raccogliere tutti questi siti e i vari contatti? no perchè continuano a sbucarne fuori di nuovi, o comunque che non avevo mai sentito :sisi:

Ne ho appena aggiunto un altro ahahah... si potrebbe fare, poi la cosa intelligente sarebbe elencare tutti gli utenti che usano ogni sito, così se uno vuole aggiungerli e seguirli sa dove trovarli

Vall77
13-08-11, 12:01:55
Bad Lieutenant - Abel Ferrara

http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR0E7LOsXyN4GZ8tngj130mGCRwyKyQH IflwW0dmf16CTWo6Xh2

Parecchio tempo che non lo vedevo, è stata per me la "solita" esperienza inebriante.
Harvey Keitel niente meno che indimenticabile (al suo vertice recitativo) e Abel Ferrara assolutamente sul pezzo. Una delle storie di auto-distruzione che preferisco.

Voto: ecco la tua vincita, stronzo!

Ja Rule
13-08-11, 12:10:07
Mubi pare fatto bene, ma devo dire che l'idea della bacheca di nientepopcorn mi sta conquistando :D

Vigo
13-08-11, 12:12:40
http://www.nientepopcorn.it/members/janpy/profile/

Sei tu?

Boh a me sembra un po' pasticciato.. Mubi graficamente è fenomenale, in più si possono vedere moltissimi corti o film in modo gratuito o con un piccolo costo in streaming :sisi:

Hushabye
13-08-11, 12:15:29
dipende chi è quel qualcuno :asd:




le cose si guardano sempre con i propri occhi

---------- Post added at 12:15:29 ---------- Previous post was at 12:14:54 ----------


Hook - capitan Uncino (Hook) 1991 di Steven Spielberg.


toh,un altro film della mia infanzia:sisi:

p a n z e r
13-08-11, 12:34:14
le cose si guardano sempre con i propri occhi

e generalmente mi troveresti anche d'accordo con una frase del genere, ma ci sono casi e casi. insomma parliamo di un film del quale si è discusso poco e che credo verrà dimenticato già l'anno prossimo, francamente posso farne a meno.

piuttosto, sono ben curioso di vedere the tracey fragments :sisi:

Ja Rule
13-08-11, 13:29:59
http://www.nientepopcorn.it/members/janpy/profile/

Sei tu?

Boh a me sembra un po' pasticciato.. Mubi graficamente è fenomenale, in più si possono vedere moltissimi corti o film in modo gratuito o con un piccolo costo in streaming :sisi:


sì sono io... considera che ci sono 1000 persone, magari migliorerà :asd: a me serve una cosa tipo film-voto-commento, più per me che per gli altri... mubi è troppo avanti mi sa

utente 8693
13-08-11, 13:39:39
per segnarsi i film visti c'è anche "I check Movies (http://www.icheckmovies.com/)".

Dies Irae
13-08-11, 14:20:14
Film sconclusionato, in alcuni tratti simpatico, ma niente di eclatante.
Dopo queste parole, da qualche parte nel mondo un tappeto è stato irrimediabilmente rovinato. :badboy:

Ja Rule
13-08-11, 14:26:35
Dopo queste parole, da qualche parte nel mondo un tappeto è stato irrimediabilmente rovinato. :badboy:

E vabbè, pazienza. Ma non che sia malvagio eh.
L'ho trovato nichilista, ecco. Tanto per citare qualcosa interno al film. Molti comportamenti non sono da essere umano normale, molti dialoghi sono surreali.

Gargaros
13-08-11, 15:01:29
Operazione paura
Bello, mi è piaciuto. Un perfetto racconto fantastico ottocentesco trasposto su celluloide. C'è persino il medico che simboleggia il contrapposto razionalismo al soprannaturale. Il borgo maledetto, le nebbie che "camminano" (un effetto che oggi non saprebbero riprodurre credibilmente neanche con la CG), la bambina fantasima che più di una volta mi ha messo i brividi. Una storia bella e interessante, bravi gli attori anche se recitazioni superate. Effetti speciali artigianissimi, ma davvero ben confezionati. C'è una mia perplessità sulla fine che fanno

i due beccamorti e il corpo della prima ragazza uccisa: dove spariscono?

Ah, credo di essermi innamorato della piccola locandiera, che sembra un disegno di Miyazaki... un visino che sembra una fanciulla, anche se all'epoca doveva avere 18/19 anni, se non di più.


è semplicemente l'immaginazione di Max, tutto la parte precedente infatti funge da "movente" (litigio con la mamma, gelosia per il suo nuovo compagno ecc ecc) per volere, e dovere, evadere dalla realtà

Ah, ok :sisi:


Antwone Fisher
boh bellino, 7,5 va

Che ***** di avatar! :rickds:

Єminence
13-08-11, 16:15:31
http://www.cinemadelsilenzio.it/images/film/poster/771_big.jpg

Shining (1980) (Stanley Kubrick)

Saranno state spese già troppe parole per questo film, indubbiamente tutte (o quasi) molto positive. Se si va al di là della trama (tutto sommato abbastanza comune), il film si apprezza per le inquadrature, i primi piani, la fotografia pressochè perfetta e un Jack Nicholson ''diabolico''. Il culmine del film si raggiunge all'interno della stanza ''maledetta'', e da lì in poi, a mio avviso, cala leggermente d'intensità. La colonna sonora credo valga il 60% del film: non vi sono scene spaventose e i dialoghi sono abbastanza lapidari, sono soprattutto le musiche a mettere ansia e tensione. Leggete questa interessante teoria che ho trovato in rete, per quanto riguarda la scena finale:

La scena finale, quella della foto recante la data 1921, potrebbe essere una sorta di ringraziamento o di riconoscimento di Kubrick, nei confronti di un collega svedese che proprio nel 1921 aveva realizzato questo film muto: Korkarlen. Vi dice niente questa scena?
http://www.youtube.com/watch?v=Dv3VwRjyXU0

Chen
13-08-11, 16:18:03
Visto il film Yogi Bear.

Potrebbe piacere ai bambini di 10 anni.:asd:

Togg
13-08-11, 16:50:19
Zelig, Allen
interessante esperimento ma piuttosto freddino.
6,5

Gargaros
13-08-11, 17:14:41
Leggete questa interessante teoria che ho trovato in rete, per quanto riguarda la scena finale:

La scena finale, quella della foto recante la data 1921, potrebbe essere una sorta di ringraziamento o di riconoscimento di Kubrick, nei confronti di un collega svedese che proprio nel 1921 aveva realizzato questo film muto: Korkarlen. Vi dice niente questa scena?
http://www.youtube.com/watch?v=Dv3VwRjyXU0

Ma la foto finale non strizza l'occhio a una possibile "reincarnazione" di Jack Torrance? Lui ha già vissuto lì in passato e commesso dei delitti, per questo avverte lo "shining", vede fanntasmi e ritorna a commettere gli stessi delitti (o quanto meno a provarci)...

Rullo
13-08-11, 17:55:14
Zelig, Allen
interessante esperimento ma piuttosto freddino.
6,5

gusto marmellata fritta?

Togg
13-08-11, 18:05:33
gusto marmellata fritta?

non hai coscienza di quello che dici :sisi:

Єminence
13-08-11, 18:15:34
Ma la foto finale non strizza l'occhio a una possibile "reincarnazione" di Jack Torrance? Lui ha già vissuto lì in passato e commesso dei delitti, per questo avverte lo "shining", vede fanntasmi e ritorna a commettere gli stessi delitti (o quanto meno a provarci)...

Gargaros metti in spoiler ;) cmq io penso sia proprio lui un fantasma

Key Paradise
13-08-11, 18:18:36
zelig 6,5 :facepalm:
ne capisce di più qualcuno alla mediaset di te, togg

Togg
13-08-11, 19:10:07
la rosa purpurea del cairo, Allen

questo invece arriva a stento alla sufficienza. trovate poco ispirate e il ritorno delle musichette ( brrr ). lo salva un finale che riesce a restituire alla pretestuosità spessore.


zelig 6,5 :facepalm:
ne capisce di più qualcuno alla mediaset di te, togg

immaginavo ti piacesse ;)

---------- Post added at 19:10:07 ---------- Previous post was at 19:07:43 ----------

A proposito! Stasera probabilmente inizio a leggere questo (http://www.minimumfax.com/libri/scheda_libro/207)!!! :D

DellaDesign
13-08-11, 19:22:57
Io a Zelig ho dato 8 perché è geniale e punto :ahsisi:

Woody
13-08-11, 19:36:15
Zelig, Allen
interessante esperimento ma piuttosto freddino.
6,5

che qualcuno gli oscuri la sezione cinema.

ho appena letto della rosa pupurea :facepalm: hai visto troppe volte burn after reading.

AndY_
13-08-11, 20:05:57
Che ne pensate di Cube - Il Cubo ?

The Final Destion 3D

Un film che è uguale a quello prima, che è uguale a quello prima, che indovinate un po è uguale a quello prima. Questo risulta essere comunque il più penoso, i personaggi negli altri film erano scontati e già visti, ma alcuni risaltavano nel contesto per qualche dote spiccata, qua invece invece sono una massa di ritardati super stereotipati e totalmente insensibili, del tipo: i tuoi amici stanno tutti morendo ? "vado a scopare BUGA BUGA BUGA" "io invece vado a togliere le cacche di piccione dal parabrezza".
La cosa che mi ha dato più fastidio sono le morti totalmente insensate, negli altri film almeno erano plausibili e angosciose, non tutte certo, ma qua sono tutte imbecilli, ma proprio tutte, come càzzo è possibile che una ruota bucata in un autodromo faccia esplodere TUTTE le macchine con conseguente crollo degli spalti e massacro di mezza città ? Per non parlare poi dell'autolavaggio lungo giusto un centinaio di chiilometri, o del tipo che li RISUCCHIANO LE BUDELLA DAL BUCO DEL CU'LO ! Tutto causato dal sistema idrico di una piscina oltretutto ! Insomma, un simpatico 3 come riporta il titolo del film non glielo toglie nessuno.

E ovviamente aspetto Final Destination 5, sono curiosissimo di sapere come va a finire :gab:

Ah, dimenticavo, il film dura un'ora e qualche minuto.

The Link
13-08-11, 20:12:45
Che ne pensate di Cube - Il Cubo ?


Figo , cioè li ho visti tutti e 3 ,probabilmente come tutti i film di questo genere(non so perchè mi viene in mente Saw) il migliore è il primo mentre tutti i seguiti perdono la freschezza dell'originale e per quanto godibili vanno via via scemando fino a diventare ridicoli.. per fortuna a differenza di saw questa serie si è fermata al terzo che tutto sommato non è da buttare per quel che ricordo (è un prequel e spiega anche qualcosa di più rispetto agli altri 2).
In ogni caso almeno il primo dovresti vederlo :sisi: anzi se vuoi vederli tutti e 3 potresti vederli in ordine di avvenimenti partendo dal terzo poi il primo e poi il secondo :asd:

Togg
13-08-11, 20:18:16
ho appena letto della rosa pupurea :facepalm: hai visto troppe volte burn after reading.

la rosa purpurea è di un fiacco impressionante.


Io a Zelig ho dato 8 perché è geniale e punto :ahsisi:

su questo non discuto.

Che ne pensate di Cube - Il Cubo ?


vedibile.

Dies Irae
13-08-11, 20:29:18
Che ne pensate di Cube - Il Cubo ?
Assieme a Gattaca e Dark City, uno fra i pochi film di fantascienza anni novanta che meritano di essere ricordati.

Togg
13-08-11, 20:40:07
Assieme a Gattaca e Dark City, uno fra i pochi film di fantascienza anni novanta che meritano di essere ricordati.

Che decennio buio che deve essere stato.

---------- Post added at 20:40:07 ---------- Previous post was at 20:37:49 ----------



Per il lupastro: insomma il voto dell'ultimo Allen che hai commentato dovrebbe essere un 7- -.-

sei un grande.

p a n z e r
13-08-11, 20:42:47
Che decennio buio che deve essere stato.

i '90 piacciono solo a key in pratica

Togg
13-08-11, 20:48:09
i '90 piacciono solo a key in pratica

dicevo per la fantascienza :rickds:

Vigo
13-08-11, 22:00:00
la rosa purpurea del cairo, Allen

questo invece arriva a stento alla sufficienza. trovate poco ispirate e il ritorno delle musichette ( brrr ). lo salva un finale che riesce a restituire alla pretestuosità spessore.



immaginavo ti piacesse ;)

---------- Post added at 19:10:07 ---------- Previous post was at 19:07:43 ----------

A proposito! Stasera probabilmente inizio a leggere questo (http://www.minimumfax.com/libri/scheda_libro/207)!!! :D

Santo dio la rosa purpurea del cairo poco ispirata è, almeno a mio parere, una bestemmia

Forse è il mio preferito di allen u_____u

Ja Rule
13-08-11, 22:17:47
Stand by Me - Ricordo di un'estate (http://it.wikipedia.org/wiki/Stand_by_Me_-_Ricordo_di_un'estate)
Credo sia un film di fantascienza, 4 ragazzi di 12 anni in due giorni fanno 60 km, mangiando solo un hamburger, per vedere un cadavere.
Aldilà delle considerazioni prettamente logistiche, il film mi è piaciuto. Storiella tipo Goonies, con un attore in comune, per conoscere meglio sti 4 ragazzini.
E poi, è lungo solo 1h 20'.

Rullo
13-08-11, 23:19:11
Stand by Me - Ricordo di un'estate (http://it.wikipedia.org/wiki/Stand_by_Me_-_Ricordo_di_un'estate)
Credo sia un film di fantascienza, 4 ragazzi di 12 anni in due giorni fanno 60 km, mangiando solo un hamburger, per vedere un cadavere.
Aldilà delle considerazioni prettamente logistiche, il film mi è piaciuto. Storiella tipo Goonies, con un attore in comune, per conoscere meglio sti 4 ragazzini.
E poi, è lungo solo 1h 20'.

è come dire che mario è irrealistico perchè ci sono funghi con gli occhi

Togg
13-08-11, 23:33:21
Santo dio la rosa purpurea del cairo poco ispirata è, almeno a mio parere, una bestemmia

Forse è il mio preferito di allen u_____u

che vi devo dire, avremmo visto film diversi :asd:

p a n z e r
13-08-11, 23:41:55
tranquillo togg, ti vogliamo bene lo stesso :sisi:

Ja Rule
13-08-11, 23:46:35
è come dire che mario è irrealistico perchè ci sono funghi con gli occhi

Lo sapete ormai, non riesco a buttarmi senza quella simpatica parte di me razionale :rickds:

James
14-08-11, 00:01:00
tranquillo togg, ti vogliamo bene lo stesso :sisi:

Io no,mi ha massacrato Allen.

Vigo
14-08-11, 01:11:32
Una notte da leoni
L'unica cosa che mi viene da dire su questo film è che non ha particolari pregi o difetti, fa semplicemente molto ridere :asd:

p a n z e r
14-08-11, 01:46:43
http://i.imgur.com/kLYVW.jpg

The Tracey Fragments, di Bruce McDonald.


Rarefatto e originale, non capita tutti i giorni di imbattersi in un prodotto del genere, e ovviamente quando questo accade fa piacere constatare che il lavoro è interessante e pieno di stile.

Partiamo subito dicendo che la storia principale, una volta uniti i pezzi, è semplice e lineare. Non ci sono grandi risvolti o grandi rivelazioni, ma solo un dramma adolescenziale prima e familiare poi che si sviluppa in maniera atipica, dando la precedenza a soluzioni estetiche incredibilmente interessanti.
Come ben suggerisce il titolo siamo di fronte a dei frammenti di una storia, frammenti che non rispettano nè lo spazio nè il tempo e che verranno organizzati in maniera sempre diversa. A volte non seguono alcuna legge, è il caos totale, altre volte le immagini seguono in piena armonia e ritmo la musica o i dialoghi. Soprattutto questo punto, il senso ritmico dei dialoghi, è gestito alla perfezione, così come la musica, che riesce a essere martellante e ossessiva quando richiesto, così come calma e avvolgente.
Infine abbiamo un'interpretazione da parte di Ellen Page che è qualcosa di straordinario, perfetta in ogni occasione.

Un piccolo esperimento a mio avviso riuscitissimo.

Gargaros
14-08-11, 02:21:42
Gargaros metti in spoiler ;) cmq io penso sia proprio lui un fantasma

Impossibile :sisi:

utente 8693
14-08-11, 06:05:13
Per me la soluzione è quella più semplice: Jack muore ed entra nel "roster" dei fantasmi dell'hotel, in quanto pazzo omicida, come il tipo che ha maciullato le figlie ecc ecc

Togg
14-08-11, 09:38:09
Io no,mi ha massacrato Allen.

ma unn è vero :asd: me ne stanno piacendo un sacco.


tranquillo togg, ti vogliamo bene lo stesso :sisi:

:tragic:

James
14-08-11, 10:55:56
Finalmente posso ricominciare con i miei commenti:sisi: meglio scrivere pre grigliata che post.

Cujo By Lewis Teague (1983)

52802

"Cujo, il tenero e massiccio San Bernardo dei Trenton, viene morso da un pipistrello e contrae la rabbia. In poche ore si trasforma così in una macchina assassina di oltre un quintale di ferocia: dapprima sbrana un meccanico, quindi assedia i suoi padroni (Diana e suo figlio Tad), chiusi al gelo dentro un’auto per 48 ore senza generi di conforto…"

Tratto da un romanzo di King del 1981,questo film del 1983 lo ricordavo decisamente meglio.
Se in un film che dura 90 minuti e il protagonista infernale per più di metà non si vede c'è qualche problema.
Cujo quando è in azione è bello da vedere ma gli altri attori non lo aiutano di certo.
Decisamente ottimo il doppio finale.

I Pompieri by Neri Parenti(1985)

52803

"Il corpo dei vigili del fuoco di Roma, si arricchisce di una nuova squadra: la numero 17. Questa è formata da giovani in servizio civile o da anziani richiamati. Inutile dire che la squadra è conosciuta per la sua inettitudine fino a quando, chiamata da un ex collega per spegnere l'incendio in un ristorante, si comporta in modo egregio..."

Certo che queste Commedie erano veramente buone.Cast da Serie A della risata:Banfi,Villaggio,De sica,Boldi,Gigi & Andrea :rickds:
Peccato che col tempo queste commedie siano diventate oscene,non ci sono più comici degni? è molto probabile :sisi:
Inguardabile la trama amorosa che coinvolge Ricky Tognazzi.


http://www.youtube.com/watch?v=Ty2iinEQDfk&feature=related


http://www.youtube.com/watch?v=dzsG9oCzU0A&feature=related

Profetz
14-08-11, 11:25:36
Ieri davano dalle 23 e 30 fino a quasi le 2 di notte

http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTiwls0YyjTcUAi2As23eVL7S_9pZ3O3 HZllOfi4laOjf6WKMhw

dopo 40 anni dalla sua uscita finalmente l'ho visto

Togg
14-08-11, 11:33:38
Ieri davano dalle 23 e 30 fino a quasi le 2 di notte

http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTiwls0YyjTcUAi2As23eVL7S_9pZ3O3 HZllOfi4laOjf6WKMhw

dopo 40 anni dalla sua uscita finalmente l'ho visto

e cosa ci dici???

Hushabye
14-08-11, 11:50:03
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7b/Goodfellas.jpg/220px-Goodfellas.jpg

Continuo a preferire Casino,ma siamo su vette alte,molto alte.... 9-

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/76/Shutterislandposter.jpg/220px-Shutterislandposter.jpg

M'inquietò come pochi la prima visione, sempre un piacere rivederlo ..Di Caprio poi ha alcune espressioni incredibilmente simili a de niro,sarà anche per questo che Scorsese lo adora:asd: 8-

GAME83
14-08-11, 11:54:09
Comunque ieri ho visto:

Scott Pilgrim voto: 7
Benvenuti al Sud voto: 6

Ja Rule
14-08-11, 11:55:34
Ieri davano dalle 23 e 30 fino a quasi le 2 di notte

http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTiwls0YyjTcUAi2As23eVL7S_9pZ3O3 HZllOfi4laOjf6WKMhw

dopo 40 anni dalla sua uscita finalmente l'ho visto

Mi inchino a sua maestà

Profetz
14-08-11, 12:51:44
e cosa ci dici???

penso che ci sia bisogno di poche parole per descrivere un film del genere, un film che è diventato un cult..
mi è piaciuto molto e dà dei messaggi che vanno oltre alle scene di violenza.. le scene con la musica ( e che musica) sono eccezionali e ovviamente il regista che non è uno qualunque è stato eccezionale

Ja Rule
14-08-11, 15:35:49
Il caso Thomas Crawford. Sorprendente, appassionante. Superbo come sempre Hopkins.

Buddha94
14-08-11, 16:13:49
http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRp39WKp0czZTKSUMEYhEU8EbfBkOAKC 1zE_ohZYQjKdY4EoZDC2g

Un film che conclude perfettamente la trilogia del dollaro, è stato il migliore dei tre. La trama scorre via ambientata in uno scenario devastato dalla guerra tra nordisti e sudisti, nel quale i tre eccezionali protagonisti, magistralmente interpretati dai tre rispettivi attori, si trovano a loro agio per la ricerca dei dollari. Magnifico il finale soprattutto grazie alla regia di Leone.
Voto: 8.5

Hushabye
14-08-11, 16:20:43
Il caso Thomas Crawford. Sorprendente, appassionante. Superbo come sempre Hopkins.

c'è Gosling,devo vederlo

Pulse
14-08-11, 16:21:19
The Departed

http://www.cinema10.it/wp-content/uploads/2011/08/the_departed_movie-11510.jpg
quanto sono indie questi fotogrammi nel thread

Intreccio sviluppato egregiamente , ottima recitazione : menzione d'onore per Mark Whalberg . Scorsese è un figo . :sisi:

8



Trainspotting

http://newsclickandroll.hellospace.net/wp-content/uploads/2011/06/trainspotting.jpg
questo poi è ancora più indie wasted col cardigan

Diverse idee registiche geniali ( che elencherò più tardi poiché non ho sbatta :sisi: ) incorniciate in una rimarchevole fotografia , un plauso a Brian Tufano .
Uno dei maggiori pregi del film - se non il più grande - è insito nell'originale e sfaccettata caratterizzazione dei personaggi , coadiuvata da un'interpretazione all'altezza .

8

Togg
14-08-11, 16:24:30
Da "Io, Woody e Allen" -Minimum Fax-


La mia maturità cinematografica e iniziata davvero con il mio rapporto con Gordon Willis. Ritengo che i film che ho fatto prima che arrivasse Gordon siano divertenti ed esuberanti, e che rappresentino quanto di meglio potevo fare allora. Ma non sapevo veramente il fatto mio, stavo solo imparando. LI tutto dipendeva dalla comicità. Se il film era divertente, aveva successo. Se non lo era, non ne aveva. E io riuscivo sempre a risultare divertente. Quella era una cosa che sapevo sempre controllare. Perciò tutto era in funzione della battuta. E i film erano una serie di battute. Ma fu soltanto in seguito, quando feci Io e Annie, che divenni più ambizioso e cominciai a usare un po' di tecnica cinematografica. Allora potei evitare di fare troppe battute, tentai di dare al film maggior spessore e andai alla ricerca di altri valori. E' quel che ho fatto anche in seguito.


Guarda un po' si tratta di quello che ho cercato di dirvi io dopo aver visto i primi film. Potete andare tutti a nascondervi.

p a n z e r
14-08-11, 16:48:08
non credo che qualcuno abbia mai affermato il contrario eh

Gargaros
14-08-11, 17:36:30
Aranaciata meccanica me lo vedrò pure io a bre


Per me la soluzione è quella più semplice: Jack muore ed entra nel "roster" dei fantasmi dell'hotel, in quanto pazzo omicida, come il tipo che ha maciullato le figlie ecc ecc

Quindi dici che la foto è un'elemento "extratestuale" che non trova spiegazioni nell'economia della storia, diciamo una foto famiglia dell'aldilà?

Ja Rule
14-08-11, 17:41:54
Diciamo che non ha senso, come mezzo film.

Togg
14-08-11, 18:01:04
non credo che qualcuno abbia mai affermato il contrario eh

come come?? Sento una voce risuonare da una grotta, vi sarete mica nascosti?

p a n z e r
14-08-11, 18:06:46
come come?? Sento una voce risuonare da una grotta, vi sarete mica nascosti?

uhm, no affatto. ma se tutto ciò ti fa sentire felice continua pure

Ja Rule
14-08-11, 18:15:51
Groundhog day, tradotto alla cazzodicane in "Ricomincio da capo".
Ma che bella questa commedia, una piacevole sorpresa. Simpatica nel cast e nella narrazione, mi ha decisamente convinto.

utente 8693
14-08-11, 18:38:16
Quindi dici che la foto è un'elemento "extratestuale" che non trova spiegazioni nell'economia della storia, diciamo una foto famiglia dell'aldilà?
Esattamente.

@Ja: http://whatculture.com/film/just-how-many-days-does-bill-murray-really-spend-stuck-reliving-groundhog-day.php

Ja Rule
14-08-11, 18:56:31
woooooooooooow
dimenticavo: NON ESISTE la finale di wrestling :rickds:

Key Paradise
14-08-11, 19:56:34
Da "Io, Woody e Allen" -Minimum Fax-



Guarda un po' si tratta di quello che ho cercato di dirvi io dopo aver visto i primi film. Potete andare tutti a nascondervi.

mannò!

medicine bottle
14-08-11, 20:17:19
http://images.movieplayer.it/2011/06/23/cameron-diaz-in-una-scena-di-bad-teacher-207402.jpgla settimana

vado a vivere da solo - **+
marco risi, 1982, italia.
la comicità sta nelle battute di calà più che nell'impianto complessivo.

peccato veniale - ***
salvatore samperi, 1974, italia.
due anni dopo "malizia" viene riproposta la coppia momo-antonelli, ma i fasti della prima volta sono lontani.

casa mia casa mia... - ***
neri parenti, 1988, italia.
la versione fiacca di "un povero ricco", ma pozzetto è sempre pozzetto.

go go tales - **
abel ferrara, 2007, italia/usa.
lammerda.

bad teacher: una cattiva maestra - ***+
jake kasdam, 2011, usa.
quanto càazzo è fregna cameron diaz a quasi quarant'anni?

lo stravagante mondo di greenberg - ***
noah baumbach, 2010, usa.
si lascia vedere, ma non arriva a coinvolgere. sul "genere" direi molto meglio "adam". e poi brie larson compare giusto cinque minuti.

Radiografia
14-08-11, 20:18:58
blade runner, l' ho apprezzato molto; non so perchè ma harrison ford mi ha ricordato MOLTO de niro in taxi driver, poi la direzione di scott mi è piaciuta parecchio anche perchè adoro il suo stile (alien per citarne uno)
7,5

Gargaros
14-08-11, 20:23:50
Mi fa piacere che qui si apprezzi Pozzetto.


Diciamo che non ha senso, come mezzo film.

:rickds:

Togg
14-08-11, 20:59:53
Hannah e le sue sorelle, Allen

questo ha diverse cose interessanti (tralasciando qualche carciofonata necessaria). intanto un rilanciare temi oramai consolidati con una carica non indifferente, poi il saper giostrare i vari flussi spazio/temporali/emozionali sfruttando bene la divisione in capitoli e l'inserirsi a taglio dei pensieri dei protagonisti. E poi ci sarebbe la scena finale...

GUSTO GELATO: setteveli con tante sorprese

uhm, no affatto. ma se tutto ciò ti fa sentire felice continua pure

ma figurati, se non serve né a riderci su né a discuterne non vedo neppure io motivi per continuare ;)


mannò!

se se :asd:

---------- Post added at 20:59:53 ---------- Previous post was at 20:58:47 ----------


blade runner, l' ho apprezzato molto; non so perchè ma harrison ford mi ha ricordato MOLTO de niro in taxi driver, poi la direzione di scott mi è piaciuta parecchio anche perchè adoro il suo stile (alien per citarne uno)
7,5

libro libro libro!

Ja Rule
14-08-11, 21:46:29
36 Quai des Orfèvres
Film francese d'azione con Depardieu e qualche altro mostro sacro d'Oltralpe.
Il titolo deriva dall'indirizzo della sede della polizia parigina.
Ci fosse stato De Niro, sarebbe stato primo ai botteghini. Invece il film ha incassato pochissimo, nonostante una trama "noir" densa di intrighi, morti e colpi bassi.
Se vi capita sotto tiro, vedetelo.

utente 8693
14-08-11, 22:00:53
Visto parecchio tempo fà 36, lo ricordo abbastanza divertente infatti.

p a n z e r
14-08-11, 22:38:54
Kenneth Anger, autore americano di cinema d'avanguardia che ha realizzato per lo più corti e mediometraggi, tutti caratterizzati da temi abbastanza ricorrenti e da uno stile e una tecnica che rendono memorabili ogni singola sequenza.

Ora, quali sono questi temi. Fireworks (1947), il suo primo lavoro giunto a noi, è particolarmente incentrato sulla sessualità e sulla scoperta di essa. Parliamo comunque di omosessualità, che dominerà anche altri lavori successivi, ma che almeno da quanto ho visto non sarà più al centro dell'attenzione come questo primo lavoro.
Altro esempio su questa tematica è Rabbit's Moon (1950), dove però il tutto è trattato in maniera più fiabesca e sognante. È splendido soprattutto l'uso delle musiche, tutti pezzi pop che hanno fatto la storia e che creano un effetto straniante in contrasto con immagini così evocative e atipiche.

Forte è anche il simbolismo, che raggiungerà livelli incredibili in lavori successivi complice il fascino che esercitava su Anger, tra le varie, la mitologia azteca. Questo però è un aspetto sul quale personalmente non mi sono soffermato troppo, anche perchè significherebbe andare a cercare il significato di ogni singolo particolare in ogni singola inquadratura, e questo è un lavoro che al momento non mi interessa. Soprattutto perchè credo finirebbe per sminuire l'incredibile potenza visiva di una pellicola come Invocation of My Demon Brother (1969), che ricrea appunto un rito satanico dove lo stesso Anger fa la parte dell'invasato che organizza tutto. Uno dei suoi lavori più famosi senza ombra di dubbio, grazie anche alla colonna sonora curata da Mick Jagger, il quale con un sintetizzatore Moog crea un'atmosfera inquietante che conferisce maggiore fascino alle sequenze.
Visivamente dominano i forti effetti visivi, i colori e le forme che si fondono per dare vita a qualcosa di nuovo e unico, le stesse figure umane perdono il loro euilibrio, si moltiplicano e rinascono. Il tutto realizzato con una precisa intenzione, ovvero ricreare effetti allucinogeni per stordire lo spettatore, intrappolarlo in questo caleidoscopio satanico e non lasciarlo più andare via.
Sullo stesso stile c'è l'altrettanto famoso Inauguration of the Pleasure Dome (1954), che personalmente ho apprezzato di meno in quanto il simbolismo è davvero eccessivo. Non è da prendere necessariamente come una critica, solo credo di non essere stato in grado di apprezzarlo appieno. Per il resto siamo di fronte sempre a un rito, meno allucinato ma forse più sfarzoso e teatrale, altrettanto affascinante.

Per il resto ho anche visto due cortometraggi da nemmeno 3 minuti l'uno, Puce Moment (1949) e Kustom Kar Kommandos (1965). Il primo mostra questa donna che prova diversi vestiti e profumi, il tutto con un forte gusto anni '20, e che riesce a colpire abbastanza nonostante la durata. Ottimo anche qua l'uso della musica, una sorta di folk rock distorto e incessante.
Kustom Kar Kommandos è inutile quanto facilmente dimenticabile, mostra solo un giovane ragazzo che lucida il motore di un'auto.



http://i.imgur.com/dUVRG.jpg
Fireworks

http://i.imgur.com/hzozP.jpg
Rabbit's Moon

http://i.imgur.com/GkfpB.jpg
Invocation of My Demon Brother

http://i.imgur.com/ZNhSZ.jpg
Inauguration of the Pleasure Dome


e per chi fosse interessato, si trova molto su youtube


http://www.youtube.com/watch?v=iDu7mbcGqGY

http://www.youtube.com/watch?v=MfJ4JnK0lTc