PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 [75] 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

Kal1m3r0
18-06-12, 00:33:37
Il Padrino - Parte II. Magistrale, ma si sa :sisi:

TheMrGmk
18-06-12, 01:09:56
Alice, Jan Svankmajer
http://www.cageyfilms.com/wp-content/uploads/2012/02/alice_01.jpg
bellissimo, mirabolante, disturbato e disturbante viaggio nel paese delle (macabre) meraviglie. c'è solo da strabuzzare gli occhi e godere
della magnificienza della messinscena, del lerciume, del pessimismo, della distopia che aleggia durante tutto il racconto. la visionarietà di
Svankmajer, cupa e misteriosa, assume la forma di una fiaba comunque delicata nel rappresentare qualcosa che di delicato non ha nulla.
bravissima ed espressiva la piccola interprete. capolavoro.

Ti dirò, mi hai convinto a vederlo :sisi:

Gargaros
18-06-12, 03:01:15
Bedevilled by Jang Cheol-soo (2010)

85224


"Hae-won è una giovane e bella donna single che lavora in una banca a Seul cui un giorno accade di assistere a un tentato omicidio. Nello stesso momento la sua vita professionale si complica ed è costretto a prendere un periodo di vacanza. Si reca così a Moodo, un’isoletta depressa dove ha un’amica, Bok-nam, che non vede da tempo.."

"Ho fissato a lungo il sole e mi ha parlato"

Stupendo film di vendetta e sottomissione con una spruzzatina di Slasher.
Bello il contrasto tra le vite di Bok-Nam e Hae Won.La vita sull isola è dura tra abusi sessuali e botte niente a che vedere col senso d isolamento che prova Hae Won nella grande città.E' questo che unisce le 2 amiche:si sentono sole.
Quando il marito di Bok-Nam la farà veramente grossa,scatterà in lei l inevitabile follia trasformando il film in un "Rambo" dagli occhi a mandorla.:rickds:
Forse l unica cosa che stona è la parte finale in prigione ma va beh,ci si può passare sopra.
Ottima la fotografia e la regia è di tutto rispetto(non è un collaboratore di Kim ki duk?).
Bello,bello.


Visto. Stupendo. Devo digerirlo, domani dirò di più. Mi ha colpito molto.

Simix92
18-06-12, 04:20:08
Pelham 1 2 3 (2009)
Uhm, tranquillo come mi aspettavo sopra la sufficienza ma non sfonda.
Musiche proprio sottotono, alcune inquadrature e scene non le ho apprezzate (quelle a pochi frame al secondo... a scatti per intenderci) mi infastidivano... per il resto è godibile. 6,5

Seven Pounds
Bello. Nulla da dire. Will Smith è Willl Smith.
Credo sia il primo film drammatico che mi guardo da solo. :asd:
Prima della fine tra me e me pensavo... "strano, non mi viene da piangere... eppure con "Alla ricerca della felicità" mi ricordo che mi commossi... forse sono cresciuto o forse era più triste... boh..."
poi, 5 secondi prima del finale quando
Ezra dice "tu... devi essere Emily..."
sono scoppiato. :tragic: 8

Baker94
18-06-12, 08:56:57
Rivisto Pulp Fiction, non servono commenti ovviamente.

Metal Matt
18-06-12, 10:57:49
Rivisto il primo Rocky....Sempre magnifico....

Quattro
18-06-12, 13:42:11
Pelham 1 2 3 (2009)
Uhm, tranquillo come mi aspettavo sopra la sufficienza ma non sfonda.
Musiche proprio sottotono, alcune inquadrature e scene non le ho apprezzate (quelle a pochi frame al secondo... a scatti per intenderci) mi infastidivano... per il resto è godibile. 6,5

Seven Pounds
Bello. Nulla da dire. Will Smith è Willl Smith.
Credo sia il primo film drammatico che mi guardo da solo. :asd:
Prima della fine tra me e me pensavo... "strano, non mi viene da piangere... eppure con "Alla ricerca della felicità" mi ricordo che mi commossi... forse sono cresciuto o forse era più triste... boh..."
poi, 5 secondi prima del finale quando
Ezra dice "tu... devi essere Emily..."
sono scoppiato. :tragic: 8

Sette Anime, oltre ad essere un gran film ha anche un finale stupendo...

Simix92
18-06-12, 13:59:47
Sette Anime, oltre ad essere un gran film ha anche un finale stupendo...

Si un finale che è all'altezza dell'intero film.

EthanKun
18-06-12, 17:11:24
Wasabi, carino ma mi aspettavo di più. - 6.0

:(

Rango - Fantastico, voglio più film così. 9.

Hushabye
18-06-12, 17:31:41
Seven Pounds
Bello. Nulla da dire. Will Smith è Willl Smith.
Credo sia il primo film drammatico che mi guardo da solo. :asd:
Prima della fine tra me e me pensavo... "strano, non mi viene da piangere... eppure con "Alla ricerca della felicità" mi ricordo che mi commossi... forse sono cresciuto o forse era più triste... boh..."
poi, 5 secondi prima del finale quando
Ezra dice "tu... devi essere Emily..."
sono scoppiato. :tragic: 8

anche a me è piaciuto molto:sisi:

TheMrGmk
18-06-12, 18:24:44
Seven Pounds
Bello. Nulla da dire. Will Smith è Willl Smith.
Credo sia il primo film drammatico che mi guardo da solo. :asd:
Prima della fine tra me e me pensavo... "strano, non mi viene da piangere... eppure con "Alla ricerca della felicità" mi ricordo che mi commossi... forse sono cresciuto o forse era più triste... boh..."
poi, 5 secondi prima del finale quando
Ezra dice "tu... devi essere Emily..."
sono scoppiato. :tragic: 8

Ti quoto, anche a me era piaciuto un casino :tragic:

Quattro
18-06-12, 19:17:31
Non è un paese per vecchi, dei film dei Coen che ho visto è sicuramente il migliore, ma ciò non toglie che non mi sia piaciuto granché. Il che è tutto dire, sono ignorante. :dsax:

Rullo
18-06-12, 21:15:50
Non è un paese per vecchi, dei film dei Coen che ho visto è sicuramente il migliore, ma ciò non toglie che non mi sia piaciuto granché. Il che è tutto dire, sono ignorante. :dsax: - 6.0

http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSrQDRT5Ifho2VmdcUmDyaLVcekDBK8k Vx7M_SxogE2vEJ2RIKcQVj1HVm54Q

Simix92
18-06-12, 21:21:52
Non è un paese per vecchi, dei film dei Coen che ho visto è sicuramente il migliore, ma ciò non toglie che non mi sia piaciuto granché. Il che è tutto dire, sono ignorante. :dsax: - 6.0

Invece a me è piaciuto parecchio :ahsisi:

Gouki
18-06-12, 21:26:57
Non è un paese per vecchi, dei film dei Coen che ho visto è sicuramente il migliore, ma ciò non toglie che non mi sia piaciuto granché. Il che è tutto dire, sono ignorante. :dsax: - 6.0

http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSrQDRT5Ifho2VmdcUmDyaLVcekDBK8k Vx7M_SxogE2vEJ2RIKcQVj1HVm54Q

naxel
18-06-12, 21:38:40
A proposito dei Coen: ho visto Ladykillers, divertente e Tom Hanks fenomenale. 7.

Gargaros
18-06-12, 21:50:16
Bedevilled
Corea oggi. Hae-won assiste a un pestaggio di una ragazza da parte di quattro farabutti. La polizia però l'interroga e lei dice: No, non li conosco. Messa sotto pressione da questo evento, decide di rintanarsi per un po' nell'isola in cui è cresciuta. La vigliacca Hao-won spera di potersi appropiare della positività mentale. Ma i vigliacchi sono detinati anche a dimenticare i frutti della propria codardia; forse c'entra anche l'orgoglio, chissà... Così sull'isola, mentre inizialmente sembra tutto scorrere bene per Hae-won, la quale si riappropria della spensieratezza infantile trastullandosi con la figlia della sua antica amica Bok-nam, dalla metà in poi i frutti della codardia finalmente matureranno e gli eventi precipiteranno sempre più nella tragedia e nel nero.
Bedeville è un film dalla doppia chiave di lettura: mettendo a confronto due realtà distinte, quella della Seul moderna e nevrotica, e quella di un'isola sperduta e arretrata, oltre che marcia moralmente, è impossibile non scorgere una denuncia per il modo in cui le donne vengono trattate ai nostri tempi. A Seul, anche se Hae-won è donna indipendente ed emancipata, la violenza non manca; e infatti quando Bok-nam le chiederà di portarla con sé in città, Hae-won dira che "E' da per tutto così, le cose sono sempre uguali" ricordando la ragazza uccisa dai quattro tizi su cui doveva testimoniare all'inizio.
L'altra chiave di lettura è la fallacia della codardia. Chiudere gli occhi, far finta che nulla sia accaduto, e sperare che così facendo la vita continuerà a scorrere positiva come al solito, è la mossa più stupida e vile possibile. Perché da un gesto vigliacco viene concepito qualcosa di negativo destinato a ingrossarsi col tempo, fino al punto in cui, esploso, sarà impossibile fermarlo.
Se Hae-won è la protagonista principale, è Bok-nam che dà un senso a tutto il film. Segregata sull'isola, povera donna sottoposta a stupri continui, a sevizie e privazioni, fin da quando era piccola, è lei che esplode nella sconcertante violenza finale, quando le viene tolta forse l'unica ancora che le resta con la realtà e la sua umanità. La vendetta sarà sconfinata.
Bel film, davvero triste e indigeribile. Forse tecnicamente non riuscitissimo, perché si scorge troppa differenza tra la prima e la seconda metà. La prima è fatta di dramma, di quotidianetà, di realismo estremo. Serve da preparazione per la seconda parte, ma quando esplode la violenza, sembra che anche tutto il film cambi, che diventi qualcosa di occidentale, uno lasher truculento ed estremo. C'è qualcosa di stonato fra le due parti e questo rompe la compattezza generale.
Per me, comunque, considerando quello che viene fatto a Bok-nam, ogni gesto ha la sua giustificazione granitica.
Ottimi gli attori, a partire da Yeong-hie Seo (Bok-nam) che per copione passa da vittima patetica ad assassina efferata con una bravura recitativa superba.

mickes2
18-06-12, 21:57:08
Bedevilled
Bel film, davvero triste e indigeribile. Forse tecnicamente non riuscitissimo, perché si scorge troppa differenza tra la prima e la seconda metà. La prima è fatta di dramma, di quotidianetà, di realismo estremo. Serve da preparazione per la seconda parte, ma quando esplode la violenza, sembra che anche tutto il film cambi, che diventi qualcosa di occidentale, uno lasher truculento ed estremo. C'è qualcosa di stonato fra le due parti e questo rompe la compattezza generale.

bel commento, mi fa piacere ti sia piaciuto :sisi:

vero, anch'io non digerii moltissimo il cambio di registro, ma per fortuna ci pensa lo splendido finale a, non risollevare, ma a mantere alte le sorti di un film profondamente incompromissorio.

Gargaros
18-06-12, 22:18:53
bel commento, mi fa piacere ti sia piaciuto :sisi:

vero, anch'io non digerii moltissimo il cambio di registro, ma per fortuna ci pensa lo splendido finale a, non risollevare, ma a mantere alte le sorti di un film profondamente incompromissorio.

Vero, non ho detto niente sul finale che in un certo senso riporta al clima iniziale e quindi mette una sorta di pecetta alla compattezza infranta. Sono uno stronzo :kep88:

Per farmi perdonare, metto una foto di Yeong-hie

http://i50.tinypic.com/acr7s4.jpg


Che amore di donna :tragic:

mickes2
18-06-12, 22:30:00
Vero, non ho detto niente sul finale che in un certo senso riporta al clima iniziale e quindi mette una sorta di pecetta alla compattezza infranta. Sono uno stronzo :kep88:
clima iniziale, ma 'sta volta tremendamente segnato dai pensieri (positivi? negativi?) e avvolto nella malinconia, per Soo-jang non ci può essere redenzione in questo mondo. bellissima l'immagine della ragazza delicatamente sovrapposta all'isola da cui ha appena fatto ritorno: l'Isola dei ricordi, degli orrori, dell'amicizia, delle vite spezzate: omaggio all'Isola di Kim Ki-duk riprendendone nel complesso in buona parte l'estrema fisicità, la morbosità e la rappresentazione della violenza: animali feriti, sacrificio, piccoli scampoli del proprio passato sacrificati nel corpo e nella mente.



Per farmi perdonare, metto una foto di Yeong-hie

http://i50.tinypic.com/acr7s4.jpg

Che amore di donna :tragic:
qua è bellissima:tragic:


già che siamo in terra orientale, gli hai visti The man from nowhere, Confessions (capolavoro), A bittersweet life, I saw the devil, Mother e Memories of murder (capolavoro)?

Gargaros
18-06-12, 22:36:45
clima iniziale, ma 'sta volta tremendamente segnato dai pensieri (positivi? negativi?) e avvolto nella malinconia, per Soo-jang non ci può essere redenzione in questo mondo. bellissima l'immagine della ragazza delicatamente sovrapposta all'isola da cui ha appena fatto ritorno: l'Isola dei ricordi, degli orrori, dell'amicizia, delle vite spezzate: omaggio all'Isola di Kim Ki-duk riprendendone nel complesso in buona parte l'estrema fisicità, la morbosità e la rappresentazione della violenza: animali feriti, sacrificio, piccoli scampoli del proprio passato sacrificati nel corpo e nella mente.

L'isola l'avevo notata.


già che siamo in terra orientale, gli hai visti The man from nowhere, Confessions (capolavoro), A bittersweet life, I saw the devil, Mother e Memories of murder (capolavoro)?

Confession è tra le cose da vedere a breve. Gli altri non li conosco ma me li segno e ti ringrazio... mi farai spendere un sacco di soldi!... in corrente, sia chiaro :asd:

Simix92
19-06-12, 01:29:10
Killer Elite (2012)

Bah, film d'azione mediocre. Tante tante botte, ma è la trama che non mi ha convinto. 6

Clerks
Ho riso veramente tanto.Mi hanno sorpreso i dialoghi senza cambio di inquadratura, lunghissimi e parlati molto velocemente, perchè mai noiosi. E su alcune tematiche riguardanti le relazioni mi ci sono rispecchiato, o comunque mi hanno fatto pensare. 7.5

Simix92
19-06-12, 13:43:15
La Cosa (1982)

Che dire. Bellissimo. 8+

1Sirius7
19-06-12, 13:49:34
il regno del fuoco 6.5 me lo ricordavo peggio, mi è sembrato un buon intrattenimento e fatto benino...


hachiko 7.5 pensavo fosse una cosa penosa, mi ha stupito, ben curato e un buon drammatico!!

riku1996
19-06-12, 15:53:04
recentemente ho visto iron man 1 e 2, entrambi 8, veramente belli e pieni di colpi di scena, poi ho visto Thor e non mi è sembrato un granchè, troppo corto, mi è sembrato abbiano voluto accorciare i tempi per finire in fretta :asd:
Ah e sabato sono andato a vedere il dittatore, carino, ma mi sembrato banale in alcuni punti, mentre in altri molto divertenti, gli darei 6.5 :ahsisi:

James
19-06-12, 17:35:26
Bedevilled
Corea oggi. Hae-won assiste a un pestaggio di una ragazza da parte di quattro farabutti. La polizia però l'interroga e lei dice: No, non li conosco. Messa sotto pressione da questo evento, decide di rintanarsi per un po' nell'isola in cui è cresciuta. La vigliacca Hao-won spera di potersi appropiare della positività mentale. Ma i vigliacchi sono detinati anche a dimenticare i frutti della propria codardia; forse c'entra anche l'orgoglio, chissà... Così sull'isola, mentre inizialmente sembra tutto scorrere bene per Hae-won, la quale si riappropria della spensieratezza infantile trastullandosi con la figlia della sua antica amica Bok-nam, dalla metà in poi i frutti della codardia finalmente matureranno e gli eventi precipiteranno sempre più nella tragedia e nel nero.
Bedeville è un film dalla doppia chiave di lettura: mettendo a confronto due realtà distinte, quella della Seul moderna e nevrotica, e quella di un'isola sperduta e arretrata, oltre che marcia moralmente, è impossibile non scorgere una denuncia per il modo in cui le donne vengono trattate ai nostri tempi. A Seul, anche se Hae-won è donna indipendente ed emancipata, la violenza non manca; e infatti quando Bok-nam le chiederà di portarla con sé in città, Hae-won dira che "E' da per tutto così, le cose sono sempre uguali" ricordando la ragazza uccisa dai quattro tizi su cui doveva testimoniare all'inizio.
L'altra chiave di lettura è la fallacia della codardia. Chiudere gli occhi, far finta che nulla sia accaduto, e sperare che così facendo la vita continuerà a scorrere positiva come al solito, è la mossa più stupida e vile possibile. Perché da un gesto vigliacco viene concepito qualcosa di negativo destinato a ingrossarsi col tempo, fino al punto in cui, esploso, sarà impossibile fermarlo.
Se Hae-won è la protagonista principale, è Bok-nam che dà un senso a tutto il film. Segregata sull'isola, povera donna sottoposta a stupri continui, a sevizie e privazioni, fin da quando era piccola, è lei che esplode nella sconcertante violenza finale, quando le viene tolta forse l'unica ancora che le resta con la realtà e la sua umanità. La vendetta sarà sconfinata.
Bel film, davvero triste e indigeribile. Forse tecnicamente non riuscitissimo, perché si scorge troppa differenza tra la prima e la seconda metà. La prima è fatta di dramma, di quotidianetà, di realismo estremo. Serve da preparazione per la seconda parte, ma quando esplode la violenza, sembra che anche tutto il film cambi, che diventi qualcosa di occidentale, uno lasher truculento ed estremo. C'è qualcosa di stonato fra le due parti e questo rompe la compattezza generale.
Per me, comunque, considerando quello che viene fatto a Bok-nam, ogni gesto ha la sua giustificazione granitica.
Ottimi gli attori, a partire da Yeong-hie Seo (Bok-nam) che per copione passa da vittima patetica ad assassina efferata con una bravura recitativa superba.

Ellapeppa:morris82:

Quattro
19-06-12, 18:43:13
Visto stamattina American Beauty... mi è piaciuto, ma dovrei rivederlo.

Rullo
19-06-12, 18:54:11
recentemente ho visto iron man 1 e 2, entrambi 8, veramente belli e pieni di colpi di scena, poi ho visto Thor e non mi è sembrato un granchè, troppo corto, mi è sembrato abbiano voluto accorciare i tempi per finire in fretta :asd:
Ah e sabato sono andato a vedere il dittatore, carino, ma mi sembrato banale in alcuni punti, mentre in altri molto divertenti, gli darei 6.5 :ahsisi:

tipo?

Gouki
19-06-12, 18:59:17
Insomma, sono l'unico a cui Bedevilled non è piaciuto per niente. :asd:

Lucignolo
19-06-12, 20:20:35
Zeder (1983, Pupi Avati) VOTO 6,5


Rispetto alla “Casa dalle finestre che ridono”, Zeder concede molto di più ai canoni classici del genere horror. Sono presenti gli stessi temi del primo film di Avati: la voglia di “sapere” che prende il sopravvento su qualsiasi altra considerazione e che porta il protagonista alla perdizione, la gente del luogo che invece fa di tutto per restarne fuori, l’insorgere improvviso della parte “scura” dell’animo umano che sembra essere quella più “naturale”. Sono temi qui trattati in maniera quasi secondaria rispetto alla ricerca di suscitare comunque lo stato di spavento, orrore, spasmo nello spettatore, indipendentemente dalla logica, plausibilità o chiarezza di quello che viene rappresentato.
In effetti troppi personaggi e troppe situazioni appaiono, si svolgono, danno il loro contributo di “paura”, ma rimangono inesplicate e quasi avulse dalla storia. C’è molta meno cura e originalità rispetto alla “Casa …”. E’ ovvio che chi chiede solo “adrenalina” non si preccupa certo di questi risvolti un po’ abborracciati; chi invece ama approfondire le storie e coglierle nel loro significato rimane certamente un po’ interdetto.
Zeder si riallaccia al filone inesauribile dei “morti viventi”, sfruttando la paura e l’incertezza sull’aldilà che travaglia da sempre l’umanità.


Da salvare assolutamente le musiche del sempre buono Riz Ortolani



http://www.youtube.com/watch?v=ROUTdDXLDzM

James
19-06-12, 20:38:29
Tales From The Crypt - Season 1 (1989)

85653

The Man Who Was Death by Walter Hill

Che la regia è di Walter Hill si nota dopo 10 secondi,il suo stile si riconosce subito con delle belle riprese notturne del traffico.
Il "Boia"(William Sadler) lavora presso una prigione, è lui che tira giù la leva della sedia elettrica durante l esecuzione.Però,passa una legge che abolisce la pena di morte e il boia perde il lavoro.Non contento farà esecuzioni per conto suo.
Carino ma con poca azione e sangue.Sadler notevole.

And All Through The House by Robert Zemeckis

Notte di Natale,una donna ammazza il marito ma nella stessa notte da un istituto psichiatrico è evaso un pazzo vestito da Natale.La figlia della donna lo farà entrare in casa..Decisamente più horrorifico questo secondo episodio,e che nome alla regia.
20 minuti di grande atmosfera,con babbo natale inquietante.

Dig That Cat... He's real Gone by Richard Donner

Ad un barbone verrà data l occasione di guadagnare tanti soldi da un dottore che gli propone di farsi impiantare nel cervello un pezzo di cervello di un gatto che gli donerà le sue 7 vite.Operazione riuscita.I 2 decidono di fare più soldi lavorando al circo dando vita ad uno spettacolo di morte in diretta.Qualcosa andrà storto,finale beffardo:rickds:
Regia di Donner forse un po' troppo televisiva,ottime le scene delle esibizioni di Ulrich L immortale e tutte quelle nel circo.

Only Sin Deep by Howard Deutch

Una prostituta(Lea Thompson,slurp) decide di dare ,in cambio di soldi,la sua bellezza in un banco dei pegni.
Scritto da Dekker(idolo) e diretto da Deutch(brat pack!) che gira una storia semplice e quasi al limite del banale.La sposa che deve assorbire la bellezza delle clienti era una bella idea ma andava sfruttata meglio.

Lover Come Hack to Me by Tom Holland

Impossibile rimanere delusi dal regista di "Ammazzavampiri" che gira una prima notte di nozze indimenticabile.La Villa protagonista dell episodio è piena si di clichè ma in 20 minuti non si poteva fare meglio.L Ascia usata come arma d amore.

Collection Completed by Mary Lambert

Miss "Cimitero Vivente" alla regia<3<3
Nell episodio come protagonisti ci sono gli animali(cani,gatti ma uno in particolare,scoiattoli e uccelli vari)
Un uomo scassapalle,mai stato presente in casa,dopo che raggiunge il pensionamento inizia a conoscere l amore incredibile di sua moglie per gli animali trattandoli meglio di lui.Al marito questo non stà bene e inizia a fare una sua collezione speciale.
Bello anche se inizia ad ingranare solo nella seconda metà,nella prima troppe scene parlate.:sisi:

Bene ho commentato la prima stagione:rickds: Con la seconda sarà più complicato fare lo screen con 18 immagini.

Gargaros
20-06-12, 02:31:57
Source code
Terence Hill disse "Ci ho le pallottole nel sangue, io". Duncan Jones potrebbe dire "Ci ho la fantascienza nel sangue, io". Non sarebbe un modo di dire solo perché finora ha fatto due film in croce (e un cortometraggio) e tutt'e due di SF. Rendetevi conto che lui è figlio di David Bowie, un altro artista che nella SF ci ha sguazzato pure fuori dalla celluloide, esplorando universi anche con la musica. Quindi una dinastia di appassionati della science fiction.
Dopo Moon, inaspettato successo (più di critica che di pubblico), Jones ottiene i finanziamenti per un film più grosso. Come accade fin troppo spesso quando "ce so' i sordi", le idee vengono a mancare e il tutto si risolve in uno spettacolo di CGI fine a sé. Ma Jones ha le palle, e soprattutto un evidente spirito forte, e si vede. Source code è un film labirintico sulla mente e sugli universi alternativi, temi profondi e filosofici il giusto perché intimamente connessi col destino tragico del protagonista, e nel contempo una storia incalzante, precisissima e scritta veramente bene. Il controllo sulla sostanza narrativa, oltre che sulla regia, sembrano ormai marchio di fabbrica di Jones, e visti questi risultati non posso che attendere spasmodicamente la prossima opera. Insomma, gran bel film. Non è neanche pompato in effetti speciali e personalmente mi è sembrato di vedere un film di decenni fa, quando le tecniche erano scarse e bisognava sviluppare le idee per appagare il pubblico.
Vorrei dire qualcosa sul finale: per alcuni potrebbe sembrare una specie di contentino per il pubblico, che così è felice per l'inaspettato happy ending. Ma non è gratuità fine a sé, anzi ha una sua ben precisa funzione nell'economia della storia. Senza contare che è giustificato pure dalla fisica quantistica...

PS
Ma perché non hanno tradotto il titolo? Il Codice Sorgente... Uaaa, che fascino, che suggestione. Esterofili dimmerda -_-


Ellapeppa:morris82:

Cosa? :wush:

Simix92
20-06-12, 02:50:09
Clerks 2

Meno divertente del primo ma comunque simpaticissimo.
Molto surreali le storie ma ci sono sempre degli aspetti interessanti e con cui ti ci puoi riflettere. Tipo un amico che ti abbandona. 7

Les Chevaliers du ciel (Sky Fighters)
Rivisto per la ventesima volta. Più che un film lo definirei una serie di sequenze e riprese aeree mozzafiato, spettacolari e senza rivali, mediate da delle scene a terra che cercano di portare avanti una trama molto superficiale.
Il voto qui mi risulta parecchio difficile da dare. Se consideriamo le scene di volo il voto si spara in alto, perchè nessun altro film ne documentario ha mostrato delle riprese del genere. Ma come film, cioè prendendo in considerazione anche storia personaggi bla bla bla, il voto scende drasticamente. Quindi direi: se vi piacciono gli aerei e avete voglia di rifarvi gli occhi con qualcosa di mai visto corretelo a vedere, sennò lasciate pure perdere.

Secsy
20-06-12, 02:59:47
Project X.

E' assurdo, fantastico. E io che pensavo che 'una notte da leoni' fosse il top della follia. 9, perché adoro questi film idioti

Ultimamente ho visto molti film. In ordine:
Hunger Games: davvero un film che mi ha colpito, ho scaricato la trilogia e l'ho subito messa sull'ipod. 8.50, da vedere
The Avengers: purtroppo l'ho visto tralasciando capitan america e thor, cmq davvero bello (sarà forse che amo questo genere di film?) e nonostante non abbia visto i due film prima citati ho capito tutto. 9. Fa pure ridere
Thor: Mi è piaciuto, ma mi pare un po' scarno di contenuti, tuttavia è ben fatto. 7.8
Capitan America: questo non mi ha fatto impazzire, sarà l'ambientazione, boh. Cmq carino, non malaccio ma preferisco Iron Man. 7

AndY_
20-06-12, 12:06:09
Donnie Darko......... mi sa che me lo riguardo va :asd:

Hushabye
20-06-12, 14:10:21
85754

Non lo vedevo dal 2008; Day Lewis mostruoso,la scena dell incidente al bambino è qualcosa di incredibile.. 9

85755

Boh mi è sempre piaciuta la coppia in questo film 6+

Simix92
20-06-12, 15:35:32
The Machinist

Molto interessante, mi ha anche angosciato in alcuni punti. Poi a me i film cosi dove non si sa cosa è vero e cosa no fino alla fine piacciono parecchio. 7,5

mickes2
20-06-12, 15:41:52
The Machinist

Molto interessante, mi ha anche angosciato in alcuni punti. Poi a me i film cosi dove non si sa cosa è vero e cosa no fino alla fine piacciono parecchio. 7,5

bello bello The machinist. guardati anche Session 9 dello stesso regista, che seppur inferiore, rimane un buonissimo film di genere.

naxel
20-06-12, 17:17:29
Mean Streets (Scorsese)
Il regista italo-americano indaga sulla Little Italy degli anni 70, i rapporti interpersonali spesso tesi tra i suoi cittadini, i loro problemi e pregiudizi sono raccontati in maniera ottimale da Scorsese.
Grande prova di un giovane De Niro (il suo è secondo me il personaggio più riuscito del film). Ottima la colonna sonora.

mickes2
20-06-12, 17:21:21
Mean streets è una sorta di prova generale prima di Goodfellas, ancor più maturo e compiuto. bellissimo cmq Mean streets. (8/8,5)

naxel
20-06-12, 17:27:39
Non ci avevo pensato, ma hai ragionissima. L'ambiente è simile, ma in Goodfellas la storia si fa molto più dura :sisi:

Simix92
20-06-12, 19:17:19
bello bello The machinist. guardati anche Session 9 dello stesso regista, che seppur inferiore, rimane un buonissimo film di genere.

Segnato. Thanks :ahsisi:

Intanto ho visto

Into the Wild
Sono rimasto senza parole. E anche abbastanza toccato dalla storia. Cioè è incredibile come fino alla fine il personaggio, il viaggio, e il resto riuscivano a trasmettermi felicità e libertà, e come poi, negli ultimi 5-10 minuti sono caduto in depressione, anche per il fatto che
è stato una parte importante per molti durante il suo viaggio ma che non ha potuto più rincontrarli. A partire dalla sorella i genitori, fino all'anziano signore che lo voleva adottare.
Bellissimo. 8

James
20-06-12, 19:18:54
bello bello The machinist. guardati anche Session 9 dello stesso regista, che seppur inferiore, rimane un buonissimo film di genere.

Inferiore un par di palle,ma che stai a dì?
Ah è vero nella macina c'è Bale.

mickes2
20-06-12, 20:16:28
Inferiore un par di palle,ma che stai a dì?
Ah è vero nella macina c'è Bale.

caro ragazzo, vogliamo confrontare i ritmi sincopati e l'aura allucinogena dell'incubo di Bale, all'atmosfera non del tutto riuscita di Session 9? la prima mezz'ora è quasi nulla :nev:

Vall77
20-06-12, 20:43:27
Sono d'accordo con James. Session 9 supera The Machinist.
La spiegazione morale in The Machinist non me l'ha mai fatto adorare.

Session 9 è chiaramente imperfetto, ma ha una sua grossa onestà.
Ottima e originale rappresentazione del "Male".

Bei film tutti e due, in generale, peccato che Brad Anderson si sia un po' perso dopo quelli, almeno parlando di Cinema.
Ha diretto però diverse puntate di Serial quasi sempre di qualità.


Mean streets è una sorta di prova generale prima di Goodfellas, ancor più maturo e compiuto. bellissimo cmq Mean streets. (8/8,5)

Mean Streets capolavoro :sisi:
Non vedo così stretto il legame con Goodfellas (a parte che si parla di gruppi mafiosi) ma so dettagli ^^


Source code
Terence Hill disse "Ci ho le pallottole nel sangue, io". Duncan Jones potrebbe dire "Ci ho la fantascienza nel sangue, io". Non sarebbe un modo di dire solo perché finora ha fatto due film in croce (e un cortometraggio) e tutt'e due di SF. Rendetevi conto che lui è figlio di David Bowie, un altro artista che nella SF ci ha sguazzato pure fuori dalla celluloide, esplorando universi anche con la musica. Quindi una dinastia di appassionati della science fiction.
Dopo Moon, inaspettato successo (più di critica che di pubblico), Jones ottiene i finanziamenti per un film più grosso. Come accade fin troppo spesso quando "ce so' i sordi", le idee vengono a mancare e il tutto si risolve in uno spettacolo di CGI fine a sé. Ma Jones ha le palle, e soprattutto un evidente spirito forte, e si vede. Source code è un film labirintico sulla mente e sugli universi alternativi, temi profondi e filosofici il giusto perché intimamente connessi col destino tragico del protagonista, e nel contempo una storia incalzante, precisissima e scritta veramente bene. Il controllo sulla sostanza narrativa, oltre che sulla regia, sembrano ormai marchio di fabbrica di Jones, e visti questi risultati non posso che attendere spasmodicamente la prossima opera. Insomma, gran bel film. Non è neanche pompato in effetti speciali e personalmente mi è sembrato di vedere un film di decenni fa, quando le tecniche erano scarse e bisognava sviluppare le idee per appagare il pubblico.
Vorrei dire qualcosa sul finale: per alcuni potrebbe sembrare una specie di contentino per il pubblico, che così è felice per l'inaspettato happy ending. Ma non è gratuità fine a sé, anzi ha una sua ben precisa funzione nell'economia della storia. Senza contare che è giustificato pure dalla fisica quantistica...

PS
Ma perché non hanno tradotto il titolo? Il Codice Sorgente... Uaaa, che fascino, che suggestione. Esterofili dimmerda -_-


Dissenso diffuso :asd:

Moon semplice semplice, ma certamente onesto e lo promuovo anch'io alla grande.
Ma in Source Code, lato mio, Jones ha mostrato il fianco eccome. Il fatto che non sia annegato nella CGI non vale come scusante, la virata commerciale c'è stata, e anche un po' troppo raffazzonata. La sceneggiatura è un trallallà.

Niente, anche sul titolo non mi trovo. Per una volta che lasciamo un titolo in originale ci lamentiamo, daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Tutto in simpatia :asd:

Gargaros
20-06-12, 21:00:24
Dissenso diffuso :asd:

Moon semplice semplice, ma certamente onesto e lo promuovo anch'io alla grande.
Ma in Source Code, lato mio, Jones ha mostrato il fianco eccome. Il fatto che non sia annegato nella CGI non vale come scusante, la virata commerciale c'è stata, e anche un po' troppo raffazzonata. La sceneggiatura è un trallallà.

Indubbiamente SC è più commerciale di Moon, su questo convengo con te. Ma in che modo si rende fruibile dal grosso pubblico? Col ritmo e l'azione. Il finale happy a modo suo ce l'aveva pure Moon, quindi non possiamo dire che in SC Jones abbia voluto accontentare gli spettatori.

Riguardo alla trama, presumo ti riferisca alla scienza del SC... beh, ne stiamo discutendo qui:

http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=276687&page=17

Nessun trallallà (ottima citazione, a proposito :rickds: )...


Niente, anche sul titolo non mi trovo. Per una volta che lasciamo un titolo in originale ci lamentiamo, daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Tutto in simpatia :asd:

Non sono io che mi lamento dei titoli italiani, che a volte sono pure migliori degli originali :wush:

Kal1m3r0
20-06-12, 21:03:09
Dissenso diffuso :asd:

Moon semplice semplice, ma certamente onesto e lo promuovo anch'io alla grande.
Ma in Source Code, lato mio, Jones ha mostrato il fianco eccome. Il fatto che non sia annegato nella CGI non vale come scusante, la virata commerciale c'è stata, e anche un po' troppo raffazzonata. La sceneggiatura è un trallallà.

Niente, anche sul titolo non mi trovo. Per una volta che lasciamo un titolo in originale ci lamentiamo, daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Tutto in simpatia :asd:

Ne ho già parlato nel topic sulla fantascienza; Source Code è un film su commissione, ciò vuol dire che è stato sostanzialmente scritto dalla produzione, non da Jones che ha solo apportato alcune modifiche e ha migliorato il tutto con un bella regia.
La situazione sostanzialmente è stata "eccoti questa storiella, tiraci fuori un buon film". Quindi se al prossimo film gli danno carta bianca non posso che avere grandi aspettative:sisi:

mickes2
20-06-12, 21:06:25
Sono d'accordo con James. Session 9 supera The Machinist.
La spiegazione morale in The Machinist non me l'ha mai fatto adorare.

Session 9 è chiaramente imperfetto, ma ha una sua grossa onestà.
Ottima e originale rappresentazione del "Male".

Bei film tutti e due, in generale, peccato che Brad Anderson si sia un po' perso dopo quelli, almeno parlando di Cinema.
Ha diretto però diverse puntate di Serial quasi sempre di qualità.
ma sul finale chiudo più di un occhio, non me la sento di buttare "all'aria" 1 ora e mezza di incubo in crescendo costruito senza mai un calo e ottimi guizzi visivi nonchè narrativi.
Session 9 sarà anche onesto ma poco coraggioso, e la prima mezz'ora è buttata alle ortiche :nev: ne sono troppo convinto :asd:
facciamo The machinist 7,5/8. Session 9 7+, io la accendo.




Mean Streets capolavoro :sisi:
Non vedo così stretto il legame con Goodfellas (a parte che si parla di gruppi mafiosi) ma so dettagli ^^
capolavoro da 10 per te, quindi? sei alto :sisi:
no beh ma non li paragonavo, li accostavo solamente in quanto credo che Mean streets in fin dei conti sia più acerbo per tratteggio dei personaggi e tecnica. ha una materia meno controllata e forse per questo più affascinante, ma per me la maturazione completa di Scorsese avviene con Goodfellas, al di là delle strade intrapese con le rispettive pellicole.

Gargaros
20-06-12, 21:06:47
Ne ho già parlato nel topic sulla fantascienza; Source Code è un film su commissione, ciò vuol dire che è stato sostanzialmente scritto dalla produzione, non da Jones che ha solo apportato alcune modifiche e ha migliorato il tutto con un bella regia.

Ho letto su Wiki che il soggetto è suo :wush:

Kal1m3r0
20-06-12, 21:18:30
Ho letto su Wiki che il soggetto è suo :wush:
Da wiki en
David Hahn, the boy depicted in the 2003 made-for-television documentary The Nuclear Boy Scout,[7] was the inspiration for the antagonist.[8] In an article published by the Writers Guild of America, screenwriter Ben Ripley is described as providing the original pitch to the studios responsible for producing Source Code:[9]

Ripley first came up with the idea for Source Code, in which government operative Colter Stevens repeatedly relives the eight minutes leading up to a terrorist train bombing in hopes of finding the bomber, he had no intention of writing it on spec. Having established himself in Hollywood largely doing "studio rewrites on horror movies," he felt a solid pitch would do the trick. Unfortunately, it didn't. "I sat down with a few producers, and the first couple just looked at me like I was nuts," confesses Ripley. "Ultimately, I had to put it on the page to make my case."

After seeing Moon, Gyllenhaal lobbied for Jones to direct Source Code; Jones liked the fast-paced script; as he later said, "there were all sorts of challenges and puzzles and I kind of like solving puzzles, so it was kind of fun for me to work out how to achieve all these difficult things that were set up in the script."[10]
[11]

Wiki.it poi segna Jones come autore del soggetto, ma qui viene detto che l'idea originale, nonché la sceneggiatura, sono di Ripley. :sisi:

Vall77
20-06-12, 21:58:03
Indubbiamente SC è più commerciale di Moon, su questo convengo con te. Ma in che modo si rende fruibile dal grosso pubblico? Col ritmo e l'azione. Il finale happy a modo suo ce l'aveva pure Moon, quindi non possiamo dire che in SC Jones abbia voluto accontentare gli spettatori.

Riguardo alla trama, presumo ti riferisca alla scienza del SC... beh, ne stiamo discutendo qui:

http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=276687&page=17

Nessun trallallà (ottima citazione, a proposito :rickds: )...


Più che scienza, mi è sembrato la versione brutta di Groundhog Day :asd:


Ne ho già parlato nel topic sulla fantascienza; Source Code è un film su commissione, ciò vuol dire che è stato sostanzialmente scritto dalla produzione, non da Jones che ha solo apportato alcune modifiche e ha migliorato il tutto con un bella regia.
La situazione sostanzialmente è stata "eccoti questa storiella, tiraci fuori un buon film". Quindi se al prossimo film gli danno carta bianca non posso che avere grandi aspettative:sisi:

Non so se questo compromesso sia un bene o un male, per un regista semi-esordiente di belle speranze ^^


ma sul finale chiudo più di un occhio, non me la sento di buttare "all'aria" 1 ora e mezza di incubo in crescendo costruito senza mai un calo e ottimi guizzi visivi nonchè narrativi.
Session 9 sarà anche onesto ma poco coraggioso, e la prima mezz'ora è buttata alle ortiche :nev: ne sono troppo convinto :asd:
facciamo The machinist 7,5/8. Session 9 7+, io la accendo.

Facciamo The machinist 7/8 e Session 9 8?
Va be dai, non siamo lontani :rickds:



capolavoro da 10 per te, quindi? sei alto :sisi:
no beh ma non li paragonavo, li accostavo solamente in quanto credo che Mean streets in fin dei conti sia più acerbo per tratteggio dei personaggi e tecnica. ha una materia meno controllata e forse per questo più affascinante, ma per me la maturazione completa di Scorsese avviene con Goodfellas, al di là delle strade intrapese con le rispettive pellicole.

Con Scorsese (fino a Casino, poi basta) sono assolutamente di parte. Rispetto a Goodfellas mi piace e condivido quando dici che Mean Streets ha una materia meno controllata, che lo rende affascinante. Quasi uno spirito anarchico che ne fa un quadro originalissimo. Più acerbo, senza dubbio, ma sono anche film prodotti a distanza di molti anni... In generale, Mean Streets lo vedo più come la prova generale prima di Taxi Driver. Che è la maturazione definitiva di Scorsese ^^

Kal1m3r0
20-06-12, 22:21:42
Non so se questo compromesso sia un bene o un male, per un regista semi-esordiente di belle speranze ^^


Eh poco da fare, con le produzioni va così. Saranno Tarantino e pochi altri ad aver avuto la fortuna di poter girare sempre quello che volevano senza compremessi (grandi come Lynch e Carpenter ad esempio hanno dovuto farli i loro film su commissione). Perciò dico sia un bene che pur partendo da un trama piuttosto banale Jones sia riuscito a girare un buon film :sisi:

EthanKun
20-06-12, 22:33:17
85754

Non lo vedevo dal 2008; Day Lewis mostruoso,la scena dell incidente al bambino è qualcosa di incredibile.. 9

85755

Boh mi è sempre piaciuta la coppia in questo film 6+

Un set adorabile. <3

mickes2
20-06-12, 22:47:47
Facciamo The machinist 7/8 e Session 9 8?
Va be dai, non siamo lontani :rickds:
ok dai, ci possiamo accordare :rickds:




Con Scorsese (fino a Casino, poi basta) sono assolutamente di parte. Rispetto a Goodfellas mi piace e condivido quando dici che Mean Streets ha una materia meno controllata, che lo rende affascinante. Quasi uno spirito anarchico che ne fa un quadro originalissimo. Più acerbo, senza dubbio, ma sono anche film prodotti a distanza di molti anni... In generale, Mean Streets lo vedo più come la prova generale prima di Taxi Driver. Che è la maturazione definitiva di Scorsese ^^
anch'io lo adoro moltissimo e in linea temporale sono d'accordo su Taxi driver e il suo infinito valore. ne facevo più un discorso esclusivo al microcosmo criminale associando il prima (Mean streets) e il dopo (Goodfellas), ma forse sbaglio eh, perchè come dici te sono film molto distanti, quindi boh :sisi:

Hushabye
20-06-12, 23:42:54
Casino è il più figo dei tre..

Kal1m3r0
20-06-12, 23:58:50
Apocalypse Now. Pochi càzzi, 10.

E di conseguenza mi è tornata in mente questa scena :asd:


http://www.youtube.com/watch?v=fJk4FzuyX7E

TheMrGmk
21-06-12, 00:01:02
Apocalypse Now. Pochi càzzi, 10.

E di conseguenza mi è tornata in mente questa scena :asd:


http://www.youtube.com/watch?v=fJk4FzuyX7E

Su rai 4 vero ? L'ho messo che mancavano cinque minuti alla fine. Mi sto rodendo il fegato dalla rabbia :sad:

Kal1m3r0
21-06-12, 00:11:35
Su rai 4 vero ? L'ho messo che mancavano cinque minuti alla fine. Mi sto rodendo il fegato dalla rabbia :sad:

Sì su Rai4. Non abbatterti dai, è appena iniziato il film di South Park (disponibile in lingua originale poi : D) e a seguire ci sarà Fuga da Los Angeles!:gab:

Pulse
21-06-12, 00:22:45
:morris82:


Prometheus

Torno ora da uno spettacolo in un multisala 3D di Londra, assieme ad un amico che studia economia all'università di Londra.
L'attesissima nuova pellicola di Sir Scott non delude le aspettative , pur non essendo esente da magagne che affliggono la coesione della sceneggiatura : tuttavia sono cose su cui si può sorvolare senza problemi. Ciononostante alcuni non potrebbero apprezzare una certa serializzazione della sceneggiatura.
La sceneggiatura è un vero e proprio orgasmo sci-fi , del quale filone rappresenta il migliore esponente in diversi anni. La narrazione osa catturando lo spettatore e facendolo sentire parte protagonista del film : non solo per le tematiche che toccano da molto vicino l'intero genere umano ma anche grazie alla magistrale fotografia , grazie al quale si creano atmosfere quasi idilliache , angoscianti e irrequiete.

Gli effetti speciali si sposano ottimamente con l'ottimo 3D : però , appunto per dare lustro a questa gustosa aggiunta , vi sono un po' di scene che alcuni potrebbero giudicare come inopportune e fatte solo per godere al meglio di una proiezione stereoscopica .
La colonna sonora che incornicia questa gustosa pellicola è , a mio dire , ottima : mi ha ricordato un po' lo stile dei compositori est europei del '700-'800.

Last but not least , l'interpretazione. Descriverò solo i personaggi principali. :sisi:
Noomi Rapace non sarà una nuova Ellen Ripley ma la sua prestazione non la fa rimpiagere , pur interpretando un personaggio totalmente differente.
Charlize Theron gran gnocca ed in questo film ha fatto valere abbastanza le sue doti recitative : assieme al personaggio della Rapace fa parte di un binomio femminile veramente ottimo.
Michael Fassbender.
Michael Fassbender.
*Tsunami di Oscars e premi vari*
Non lo so , non è umano. :asd:

Infine mi sento di consigliarlo caldamente a tutti gli appassionati della serie di Alien che si godranno questo film come un calice di ambrosia , ma anche a coloro a cui piace la fantascienza.

Soggettivamente è un 9.5 , ma oggettivamante è

siete dei boccaloni xdd hihihi trp sinpa

TheMrGmk
21-06-12, 03:02:27
Visto Fuga da Los Angeles (grazie per la segnalazione Kal1m3r0, se non me lo dicevi non avrei aspettato l'una :nev:).
Bel film d'azione post apocalittico, anche se gli preferisco Fuga da New York

effeffe
21-06-12, 03:55:49
Ho appena visto eXistenZ, carina l'idea ma (irrimediabilmente, aggiungerei) prevedibile lo svolgimento, e altrettanto scontato il finale. Sa tanto di Inception, e ho preferito quest'ultimo. :asd:
Però è uno dei generi che mi piacciono. :asd:

Gargaros
21-06-12, 05:00:20
Soggettivamente è un 9.5 , ma oggettivamante è

8.5

Cala, cala :asd:



ATTENZIONE SPOILER


Prometheus
L'ho visto che si vedeva così male che a tratti non ho capito che diavolo succedeva sullo schermo. Ma questo non è un male: rispettando la mia filosofia per cui le idee valgono (o dovrebbero) più dello spettacolo visivo, mi sono potuto concentrare sulla storia e sulla bontà della sceneggiatura. Ecco, "bontà" l'ho lanciato lì tanto per. In verità qualcuno dovrebbe tagliare le mani a Damon Lindelof. Ma procediamo per gradi...

In una regione della Scozia un team di archeologi scopre una grotta piena di pitture rupestri risalenti a 35.000 anni fa. I disegni indicano senza fallo che i nostri antenati si trovarono di fronte a una razza proveniente dalle stelle. Confrontando quei disegni con altri appartenenti a culture del passato mai entrate in contatto fra loro, si capisce che la matrice delle leggende è una sola.

Ah, non ho detto che prima di questa scena, c'è una sorta di prologo: un individuo di quella razza aliena, su una scogliera, beve una qualche sostanza che lo porta a morte per disgregamento. Il suo corpo caduto in mare e un'opportuna sequenza in CG ci fa capire senza mezzi termini che l'alieno si è immolato per dar vita a una nuova specie (quella umana), perché il suo DNA verrà assorbito da altre creature ecc.

Se ho dimenticato questa scena è perché è quasi completamente gratuita: il film finisce e della sua funzione nella trama non ci verrà data nessuna spiegazione. Non è l'unico esempio da portare in tribunale per incolpare Lindelof di incapacità tecnico-creativa. Il film è disseminato di input che restano sospesi nella sconclusionatezza più assoluta; è pieno di eventi evitabili, perché appesantiscono e basta, o allungano la broda inopportunamente (vi ricordo che il film dura due e dico DUE ORE E MEZZA!)...

Bene, due anni dopo la scoperta dei disegni preistorici, una nave è diretta dove le mappe astrali rupestri indicano un pianeta con una luna abitabile (ma mica tanto, perché nell'atmosfera c'è un 5% di gas tossici che ucciderebbero un uomo in 5 minuti). Quando l'equipaggio viene destato dal sonno criogenico, c'è il rituale briefing sui perché e sui percome sono lì... Ma chissà il motivo di questa spiegazione? In fondo non sono militari, quindi non deve esserci nessun segreto da mantenere fino alle istruzioni in campo. Potevano sapere tutto fin dall'inizio... E invece, no, era necessario che avessero fede.

Durante questo incontro viene riesumato l'ologramma del finanziatore della spedizione, un vecchio macilento che dichiara di essere morto qualche anno prima, e che ha messo su la spedizione col solo scopo di capire "Chi siamo, da dove veniamo, e dove andiamo una volta morti"... Un momento! Ma se è morto, che se ne fa di queste domande? Ehehehe, si direbbe che voglia donare all'umanità postuma la conoscenza...

A questo punto, dopo essere entrati in sintonia coi personaggi e aver capito chi è la capitana fredda e meccanica della missione (Charlize Theron), chi l'androide gentile e disponibile (Michael Fassbender), chi la vera protagonista (Naomi Rapace) ecc. è venuto il momento di scendere sul pianeta.

Prometheus non si discosta molto dai film pop-corn dei nostri tempi. Lo spettacolo visivo deve esserci, la CGI che ruba la scena a tutto e tutti, le scene d'azione stupida che non guasta, però nei machismi steroidei alla Shwarzenegger dei poveri.

Già con la discesa dell'astronave siamo di fronte a pessima fantascienza. Pur avendo visto una versione scadentissima, posso dire di essere rimasto lì con un sorriso di sufficienza a vedere quel bestione dello spazio atterrare tutta intera su un pianeta alieno. Perché? Perché la Prometheus non è la scialuppa contenuta e gestibile del primo Alien, che pure atterrava malamente azzoppandosi una zampa; anzi è una bestia tale da contenere un equipaggio di almeno trenta persone. Se poi consideriamo che il film è un prequel, cioè ambientato nello stesso universo ma forse decenni prima, va da sé presumere che la tecnologia sia arretrata di un bel po'. Eppure in Alien sul pianeta atterra solo una scialuppa, qui invece un'intera astronave.

Qualcuno potrebbe obiettare che in Alien si trattava di una nave mercantile che non poteva atterrare su un pianeta. Ma posso ricordargli che in Alien 2 pure Cameron ebbe mooolto più buon senso di Lindelof/Scott facendo atterrare sul pianeta solo un piccolo veicolo e non tutta la nave. In contesto SF pari a quello della saga di Alien, è poco plausibile che un'astronave destinata alle distanze cosmiche abbia pure la capacità di atterrare su un pianeta. Fosse almeno un B-movie, ci passerei sopra; ma non lo è, e il difetto risalta e fa sorridere di sufficienza.

I blooper scientifici e sceneggiaturiali si sprecano. Una volta atterrati sul pianeta aumentano in progressione geometrica. A un certo punto i personaggi verranno inseguiti da una nube di silicio, una scena patetica nel suo goffo tentativo di far salire la tensione in me spettatore; una scena che mi ha richiamato alla mente il ghiaccio che insegue le persone in quella ***** di L'alba del giorno dopo. E quando poi la nube arriva effettivamente sulle persone, le sbatte decine di metri più là e questi non accusano nessun livido, nessuna frattura. Cosa dicevo sopra sulle scene action?

Più avanti un alieno alto come tre metri sbatterà la protagonista qua e là, su muri e pavimenti, ma niente: lei si rialzerà sempre sulle sue gambe e riprenderà a correre – ma piegandosi ogni tanto per il dolore alla pancia, dove poco prima ha estratto personalmente un feto alieno (WTF!?). Ma il tripudio della stupidità avviene alla fine, quando sulla Rapace si schianta l'immensa astronave aliena, e però lei ne esce ugualmente viva (e sulle sue gambe).

E sempre restando nella nube di sopra, ci viene detto che le tute non resisterebbero ai sassolini di vetro scagliati dal vento e ucciderebbe chiunque. Peccato, però, che alla protagonista, al fidanzato e all'androide che li salva, non si apre sul tessuto un e dico UN solo strappettino, per quanti minuti (forse un paio) restano lì fuori in balia dei sassolini di vetro...

Blooper sceneggiaturiali è un modo gentile per dire che Lindelof è una pippa (almeno qui). A volte i personaggi si comportano come degli imbecilli, se non senza giustificazioni. Un paio di esempi: il capitano, pur con due uomini isolati nella base aliena perché fuori imperversa la tempesta di silicio, cederà all'invito di Charlize Theron che gli fa di andare nella sua stanza per fargli sapere che lei non è un robò; lascia la plancia totalmente vuota, e quindi i due uomini isolati possono morire in santa pace. Ora io lo so che quel pelo tira parecchio, ma che scarsa professionalità, quanto mediocre senso del dovere, signor capitano! Lascia due uomini per farsi una scopata. Non fosse nero, potrei supporre che sia un discendente di Schettini.

Altra scena ridicola: Naomi Rapace viene ingravidata dal fidanzato che a sua volta era stato contaminato dall'androide con una strana sostanza nera (pare quella che aveva bevuto l'alieno all'inizio, ma sia questo che il motivo per cui l'ndroide compie questo gesto, restano inspiegati). Ma la gravidanza è sospetta e l'androide la seda. Poco dopo arrivano due infermieri per “misurare il livello di contaminazione”. La Rapace fa finta di dormire, poi tutto d'un colpo si alza e picchia i due. Corre nella sala operatoria e programma la capsula per estrarre il feto. Ora, non si capisce il perché di questa azione forsennata. La Rapace poteva andare tranquillamente nella sala operatoria senza picchiare nessuno... La verità è che Lindelof cerca goffamente di pepare un film che dovrebbe sfruttare ben altri strumenti, possibilmente non gratuiti.

La scena clou dell'azione stupida e fine a sé è quella dell'uccisione per mano della Theron del fidanzato della Rapace, che avviene nei pressi del portello della nave. Il motivo dell'uccisione: una solo sospettata contaminazione. La scena richiama alla mente quella del primo Alien, quando Riplay impedisce al capitano di entrare nel vascello perché Kane aveva l'hugger addosso, ma lì tutto era diretto e scritto con realismo e misura. Qui in Prometheus TUTTI si comportano come degli idioti: intanto la Theron che potrebbe isolare i potenziali portatori senza compromettere il resto dell'equipaggio, ma che decide invece di uscire fuori col lanciafiamme e minacciare tutti di stare fuori. Il fidanzato della Rapace, poi, che di punto in bianco si immola sotto il fuoco della Theron senza alcun motivo. Ma quello che rende stupida questa scena è quello che viene dopo: malgrado il clima di pericolo indicibile che Lindelof vuole farci bere, alla fine tutti i potenziali contaminati entrano nella nave e se ne vanno a zonzo senza altri problemi! Apparentemente solo la Rapace viene isolata, ma per volere dell'androide. Ma è una spiegazione lo stesso fallace, perché il controllo della nave ce l'ha la Theron (in quanto il capitano dovrebbe essere tra i contaminati) e dovrebbe isolare tutti; e inoltre solo l'androide sa cosa porta in grembo la Rapace...

Prometheus è un film profondamente mediocre. Inutile girarci attorno. Anche dove l'errore non è presente, la storia è piena di cliché già visti un milione di volte. Il colpo di scena del vecchio ologramma che non è morto ma viaggia sulla Prometheus, a ben pensare, non è neanche un vero colpo di scena: tutto sommato potevamo aspettarcelo. In un contesto cinematografico che vuole la banalità come unico mezzo per esprimersi, era chiaro che il vecchio fosse vivo e sulla nave. Così come era chiaro che inseguiva gli alieni non per avere le risposte alle Eterne Domande, ma solo per diventare immortale (a proposito, il come farlo rientra nella lista delle cose inspiegate). È scontato che considerasse come vero figlio l'androide Fassbender e non la Theron. È scontato che sempre il vecchio muoia per mano di quella salvezza che sperava di poter sfruttare...

Piccola riflessione: stavo pensando che i buchi nella sceneggiatura possono essere il segno di una scrittura frettolosa e scema, ma potrebbero anche essere voluti per sequel a venire. Scott sta forse tentando di lanciare una nuova epopea del suo franchise più noto e commerciabile? Può darsi. Dietro queste considerazioni si spigherebbe il perché di Lindeloff, che è molto bravo nell'allungamento della broda (certo, sperando che qui sappia dove vuole andar a parare, e non come il Lost dove tutto si riduce a un continuo rimando a misteri su misteri che, però, non hanno nessuna matrice comune e restano sospesi senza soluzione). E trattandosi di epopea destinata alle nuove generazioni, va da sé che pure la sostanza deve essere adeguata: perciò mediocrità, mediocrità su mediocrità, annegata nella CGI e nel 3D, che basta e avanza a sedare il senso critico dei più giovani.

Ai fan della vecchia trilogia un contentino ogni tanto: in Prometheus un'approssimativa spiegazione del famoso Space Jockey, anche se fallisce pure qui: se l'alieno ha inseguito Rapace per morire poco dopo, come mai in Alien è ancora seduto alla postazione?

E via. Mentre la Rapace e la testa dell'androide si allontanano verso una nave di salvataggio uscita fuori dal NULLA, dall'alieno sbuca il primo antenato del primo Alien, e il legame col vecchio film si consolida meglio. Ma quello che ho appena visto non è il “mio” Alien, e Scott dimostra ancora una volta che come direttore di cose memorabili... ha fatto il suo tempo.


PS
Voglio precisare che l'ho visto con dei sottotitoli pessimi, difettosi nella formattazione e persino nel senso. Potrebbe darsi che alcune cose mi siano sfuggite proprio a causa di ciò. Ma dubito che quando potrò vederlo come Dio comanda, cambierò giudizio...

Kyra Keyser
21-06-12, 05:18:26
Visto Fuga da Los Angeles (grazie per la segnalazione Kal1m3r0, se non me lo dicevi non avrei aspettato l'una :nev:).
Bel film d'azione post apocalittico, anche se gli preferisco Fuga da New York

Te lo sei segnato il codice per spegnere il mondo? :asd:

Hushabye
21-06-12, 10:14:21
Cala, cala :asd:





Prometheus è un film profondamente mediocre. Inutile girarci attorno. Anche dove l'errore non è presente, la storia è piena di cliché già visti un milione di volte. Il colpo di scena del vecchio ologramma che non è morto ma viaggia sulla Prometheus, a ben pensare, non è neanche un vero colpo di scena: tutto sommato potevamo aspettarcelo. In un contesto cinematografico che vuole la banalità come unico mezzo per esprimersi, era chiaro che il vecchio fosse vivo e sulla nave. Così come era chiaro che inseguiva gli alieni non per avere le risposte alle Eterne Domande, ma solo per diventare immortale (a proposito, il come farlo rientra nella lista delle cose inspiegate). È scontato che considerasse come vero figlio l'androide Fassbender e non la Theron. È scontato che sempre il vecchio muoia per mano di quella salvezza che sperava di poter sfruttare...

Piccola riflessione: stavo pensando che i buchi nella sceneggiatura possono essere il segno di una scrittura frettolosa e scema, ma potrebbero anche essere voluti per sequel a venire. Scott sta forse tentando di lanciare una nuova epopea del suo franchise più noto e commerciabile? Può darsi. Dietro queste considerazioni si spigherebbe il perché di Lindeloff, che è molto bravo nell'allungamento della broda (certo, sperando che qui sappia dove vuole andar a parare, e non come il Lost dove tutto si riduce a un continuo rimando a misteri su misteri che, però, non hanno nessuna matrice comune e restano sospesi senza soluzione). E trattandosi di epopea destinata alle nuove generazioni, va da sé che pure la sostanza deve essere adeguata: perciò mediocrità, mediocrità su mediocrità, annegata nella CGI e nel 3D, che basta e avanza a sedare il senso critico.

Ai fan della vecchia trilogia un contentino ogni tanto: in Prometheus un'approssimativa spiegazione del famoso Space Jocker, anche se fallisce pure qui: se l'alieno ha inseguito Rapace per morire poco dopo, come mai in Alien è ancora seduto alla postazione?

E via. Mentre la Rapace e la testa dell'androide si allontanano verso una nave di salvataggio uscita fuori dal NULLA, dall'alieno sbuca il primo antenato del primo Alien, e il legame col vecchio film si consolida meglio. Ma quello che ho appena visto non è il “mio” Alien, e Scott dimostra ancora una volta che come direttore di cose memorabili... ha fatto il suo tempo.


PS
Voglio precisare che l'ho visto con dei sottotitoli pessimi, difettosi nella formattazione e persino nel senso. Potrebbe darsi che alcune cose mi siano sfuggite proprio a causa di ciò. Ma dubito che quando potrò vederlo come Dio comanda, cambierò giudizio...

in sintesi,film mediocre..vabbè,si era capito dai commenti in giro

---------- Post added at 10:14:21 ---------- Previous post was at 10:11:14 ----------


Cala, cala :asd:




siamo sul 4-5 quindi?

Simix92
21-06-12, 11:59:43
Strange Days

Film carino nulla di eccezionale. Non male l'idea della "nuova droga", e l'arrivo del nuovo millennio condito con del razzismo old style. 7

Pulse
21-06-12, 12:18:36
@Gargaros : ho fatto solo finta , metti tutta quella roba che hai scritto sotto spoiler ti prego
O perlomeno lo faccia qualche moderatore :rickds:

Kal1m3r0
21-06-12, 12:47:49
Ho appena visto eXistenZ, carina l'idea ma (irrimediabilmente, aggiungerei) prevedibile lo svolgimento, e altrettanto scontato il finale. Sa tanto di Inception, e ho preferito quest'ultimo. :asd:
Però è uno dei generi che mi piacciono. :asd:

È Inception che sa di eXistenZ casomai:ahsisi:

Gargaros
21-06-12, 12:50:38
in sintesi,film mediocre..vabbè,si era capito dai commenti in giro[COLOR="Silver"]siamo sul 4-5 quindi?

Da uno a dieci direi sei, sei e mezzo a essere buoni.

Il guaio è che è un film che pretende di essere qualcosa di serio, un colossal.


metti tutta quella roba che hai scritto sotto spoiler ti prego
O perlomeno lo faccia qualche moderatore :rickds:

Non basta che l'ho scritto in rosso? Uhm, ora provvedo...

Togg
21-06-12, 13:48:52
Casino è il più figo dei tre..

Concordolo.


È Inception che sa di eXistenZ casomai:ahsisi:
Ecco :)

Gouki
21-06-12, 15:05:54
Apocalypse Now
Filmone.

naxel
21-06-12, 16:53:59
http://farm4.staticflickr.com/3098/2626316268_04bbec1aa0.jpg
Tanti i temi trattati i uesto film: profondo, è il primo aggettivo che mi viene in mente per descriverlo.
Io di solito sono stretto con i voti, ma questo il 10 se lo merita tutto!
Visto ieri sera e mi ha pure distratto/tranquillizato dalla prova di matematica di oggi :ahsisi: Capolavoro.

mickes2
21-06-12, 17:03:13
forse non troppo profondo, ma tremendamente efficace nel descrivere l'"american beauty" rivoltandola come un calzino. sceneggiatura solidissima e Spacey ad altissimi livelli. non andrei oltre l'8,5, ma soggettivamente lo adoro moltissimo. film della vita.

effeffe
21-06-12, 18:13:09
È Inception che sa di eXistenZ casomai:ahsisi:

si si ovvio, non intendevo quello :asd:

Kal1m3r0
21-06-12, 18:33:22
http://2.bp.blogspot.com/_QYB7ACksDU0/S4q9EREcFUI/AAAAAAAAANw/BJ8CXk-U5P8/s320/existenz.jpghttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7f/Inception_ver3.jpg/220px-Inception_ver3.jpg
http://memecrunch.com/meme/1TM5/yo-dawg-inception/image.png
Ecco:rickds:


Visto Fuga da Los Angeles (grazie per la segnalazione Kal1m3r0, se non me lo dicevi non avrei aspettato l'una :nev:).
Bel film d'azione post apocalittico, anche se gli preferisco Fuga da New York
Figurati! ; ) Fuga da New York è indubbiamente meglio, ma anche FdLA si fa seguire, nonostante sia stato massacrato da critica e parte del pubblico:sisi:

Btw, stasera vado a vedere The Blues Brothers al cinema:predicatore:

Simix92
21-06-12, 18:43:52
The Shawshank Redemption

Stupendo. Poi vabbè c'è Morgan Freeman <3 8,5

Lucignolo
21-06-12, 19:01:41
Strange Days

Film carino nulla di eccezionale. Non male l'idea della "nuova droga", e l'arrivo del nuovo millennio condito con del razzismo old style. 7


Il mio film preferito della Bigelow insieme a Point Break e Il buio si avvicina (fottesega se Hurt Locker ha vinto l'oscaretto:predicatore:)

Simix92
21-06-12, 19:24:05
Il mio film preferito della Bigelow insieme a Point Break e Il buio si avvicina (fottesega se Hurt Locker ha vinto l'oscaretto:predicatore:)

Hurt Locker mi è piaciuto molto di più :ahsisi:

Lucignolo
21-06-12, 19:57:30
Hurt Locker mi è piaciuto molto di più :ahsisi:


A me non molto:bah!: Cioè è un buon film ma mi sembra eccessivo il numero di statuette che ha vinto: passi per la Regia (Ho trovato giustissimo l'Oscar alla regia, visto che è un film al quale è la Bigelow che dà qualcosa in più col suo tocco personalissimo) ma l'Oscar al miglior Film.......diciamo che l'ha vinto per mancanza di concorrenza piuttosto che per meriti....L'Academy piuttosto che dare un Oscar facile ad Avatar ha optato per qualcos'altro.....(trovandomi in parte d'accordo perchè Avatar ugualmente non è film da Oscar più importante), ma di qui a dire che Hurt Locker è film da 6 statuette....bah....E' un film di guerra leggermente più introspettivo rispetto alla media. Ho decisamente preferito film come Tigerland, Jarhead o Black Hawk Down...

Quattro
21-06-12, 20:04:08
The Hurt Locker è sicuramente un bel film, ma i 6 Oscar mi hanno lasciato molto perplesso. :asd:

Simix92
21-06-12, 21:16:39
Non discuto sulle sei statuette, però mi è sembrato molto più profondo di molti altri, tra cui Black Hawk Down (film che comunque AMO). Poi vabbè sono anche gusti, certo non dico che è il miglior film mai uscito, ma le scene al rallentatore, la relazione tra il protagonista e il bambino, il fatto che diventa dipendente dal suo lavoro e che senza non riesce a vivere... cose che mi hanno colpito e che non ho trovato in altri titoli.

Gouki
21-06-12, 22:56:57
Hellboy 2: The Golden Army
Fantastico, davvero figo.

Simix92
21-06-12, 23:13:52
Beetle Juice

Bah, non mi ha convinto molto. Sarà che l'ho visto perchè obbligato da mio padre. :asd: Io volevo rivedere 300, ma si sa.. i fratelli minori vincono sempre. 6,5

EthanKun
21-06-12, 23:42:02
In arrivo le mie tesi su tutti i film di Nolan che sto rivedendo giorno per giorno. Sto iniziando ora a scrivere quella di Following. Stay tuned.

(Sempre se vi interessa, se no me le tengo per me :tristenev:)

Kal1m3r0
21-06-12, 23:45:09
The Blues Brothers. Gesù, da quant'era che un film non mi faceva ridere così tanto:rickds:

http://www.youtube.com/watch?v=ouHkL7u9qLw

Simix92
21-06-12, 23:46:21
The Blues Brothers. Gesù, da quant'era che un film non mi faceva ridere così tanto:rickds:

http://www.youtube.com/watch?v=ouHkL7u9qLw

Avrei voluto rivederlo pure io al cinema ma non c'avevo una lira.

EthanKun
21-06-12, 23:53:21
The Blues Brothers. Gesù, da quant'era che un film non mi faceva ridere così tanto:rickds:

http://www.youtube.com/watch?v=ouHkL7u9qLw

Non ti sei mai visto The Blues Brothers? :phraengo:

Kal1m3r0
21-06-12, 23:57:51
Non ti sei mai visto The Blues Brothers? :phraengo:

Mea culpa perché ho sempre rimandato:sad:
È che i film imprescindibili sono troppi. Faccio quel che posso per vederli tutti :sasa:

Gargaros
22-06-12, 00:13:18
http://2.bp.blogspot.com/_QYB7ACksDU0/S4q9EREcFUI/AAAAAAAAANw/BJ8CXk-U5P8/s320/existenz.jpghttp://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/thumb/7/7f/Inception_ver3.jpg/220px-Inception_ver3.jpg
http://memecrunch.com/meme/1TM5/yo-dawg-inception/image.png
Ecco:rickds:

Scusate, ma se dobbiamo fare paragoni e trovare possibili stimoli, Inception ha preso più da Paprika che da Existenz. O forse ha preso da tutti e due... Ma Paprika ha delle scene praticamente copiate nell'altro film.


Il mio film preferito della Bigelow insieme a Point Break e Il buio si avvicina (fottesega se Hurt Locker ha vinto l'oscaretto:predicatore:)

Il buio si avvicina :sisi:


Hellboy 2: The Golden Army
Fantastico, davvero figo.

:kep88:

Beetle Juice

Bah, non mi ha convinto molto. Sarà che l'ho visto perchè obbligato da mio padre. :asd: Io volevo rivedere 300, ma si sa.. i fratelli minori vincono sempre. 6,5

Tuo fratello ne sa più di te :pffs:

Simix92
22-06-12, 00:38:07
Tuo fratello ne sa più di te :pffs:

Immaginavo che qualcuno l'avrebbe detto :asd:

Scommetto che a molti qui dentro non piace 300.

TheMrGmk
22-06-12, 00:40:35
Immaginavo che qualcuno l'avrebbe detto :asd:

Scommetto che a molti qui dentro non piace 300.

A me 300 è piaciuto, ma Beetlejuice è un Burton in forma smagliante, non c'è paragone :asd:

Gargaros
22-06-12, 00:58:02
Immaginavo che qualcuno l'avrebbe detto :asd:

Scommetto che a molti qui dentro non piace 300.

300 è un film sintetico, sterile, non ha qualità, non diverte, non ha tocchi di genio, a parte il "This is Sparta" (ma dovuto più ad altri che non al film in sé), è pieno di cliché scontati...

BJ invece è una cosa fuori di testa, visionaria, ricca di contenuti divertenti e tocchi di genio, un'idea fresca ed energetica, uno stop-motion barocco e roccoccò (no, non è vero, ma mi andava di dirlo), e in ogni caso artigianale e brioso, e per giunta c'è un Keaton assolutamente irresistibile, oltre che una Winona Rider pseudoadolescente scopadelida perché dark e tetra.

Non ho dubbi su chi porterei con me su un'isola deserta :sisi:

Atmosphere
22-06-12, 01:09:47
Trainspotting. Pensavo molto, molto peggio. Il suo pregio più grande è di avere un buon bilanciamento tra commedia e dramma. Poi ho apprezzato soprattutto il finale perchè mi ha dato una grande soddisfazione, oltre a non essere scontato.

Simix92
22-06-12, 01:11:51
A me 300 è piaciuto, ma Beetlejuice è un Burton in forma smagliante, non c'è paragone :asd:


300 è un film sintetico, sterile, non ha qualità, non diverte, non ha tocchi di genio, a parte il "This is Sparta" (ma dovuto più ad altri che non al film in sé), è pieno di cliché scontati...

BJ invece è una cosa fuori di testa, visionaria, ricca di contenuti divertenti e tocchi di genio, un'idea fresca ed energetica, uno stop-motion barocco e roccoccò (no, non è vero, ma mi andava di dirlo), e in ogni caso artigianale e brioso, e per giunta c'è un Keaton assolutamente irresistibile, oltre che una Winona Rider pseudoadolescente scopadelida perché dark e tetra.

Non ho dubbi su chi porterei con me su un'isola deserta :sisi:

Su questo ero certo, ero curioso di vedere i commenti su 300 in sè, non su un paragone.
Comunque mi avete risposto, però boh... non so che dire.. sti giorni mi sto abbuffando di "filmoni" vecchi e nuovi e questo è il primo che non digerisco gran chè. Forse l'ho visto con un ottica sbagliata.

Gargaros
22-06-12, 01:26:35
Forse l'ho visto con un ottica sbagliata.

Naaa, può darsi solo che non sia il tuo genere. La cosa importante è che continui a vedere film e dire quello che pensi :sisi:

E io, guarda a volte il caso, moh scendo e vado a vadere qualcosa. Sono indeciso tra Bastardi senza gloria, Il pianeta verde, Fratello da un altro pianeta, Possession, Flesh Gordon Andata e ritorno al Pianeta Korno, Hypnosis, Piano 17... Forse vedo Flash, ne ho sentito un gran bene.

Simix92
22-06-12, 01:32:52
aspè, prima di andare dammi un consiglio. Domani io e un mio amico dobbiamo vedere un film tra questi:

Ultimatum alla Terra (1951)
The Man from the Earth
Brazil
L'invasione degli ultracorpi
Il pianeta delle scimmie (1968)
1984 (anche se vorrei vederlo dopo aver letto il libro)
Metropolis (anche se vorrei avere un po più di forza di volontà, quindi escludiamolo )

quale consigli? Calcola che li vedremo tutti.. solo questione di tempo

Metaknight
22-06-12, 01:34:05
oggi ho provato a vedere blade runner, mi sono addormentato dopo un pò :tristenev:

Simix92
22-06-12, 01:38:47
oggi ho provato a vedere blade runner, mi sono addormentato dopo un pò :tristenev:

mi fai andare a letto triste...:tristenev:

Gargaros
22-06-12, 02:03:38
aspè, prima di andare dammi un consiglio. Domani io e un mio amico dobbiamo vedere un film tra questi:

Ultimatum alla Terra (1951)
The Man from the Earth
Brazil
L'invasione degli ultracorpi
Il pianeta delle scimmie (1968)
1984 (anche se vorrei vederlo dopo aver letto il libro)
Metropolis (anche se vorrei avere un po più di forza di volontà, quindi escludiamolo )

quale consigli? Calcola che li vedremo tutti.. solo questione di tempo

Brazil :sisi:

Metaknight
22-06-12, 02:20:12
mi fai andare a letto triste...:tristenev:

non lo so, sarà perchè non succedeva niente e mi ero annoiato. prometto che gli darò una 2 chance perchè ne ho sentito parlare troppo bene :kep88:

effeffe
22-06-12, 02:30:38
In arrivo le mie tesi su tutti i film di Nolan che sto rivedendo giorno per giorno. Sto iniziando ora a scrivere quella di Following. Stay tuned.

(Sempre se vi interessa, se no me le tengo per me :tristenev:)

ti asptto per la tua intepretazione di Inception :asd:

Ho visto Donnie Darko, sarà che avevo troppo hype ma mi ha deluso :tristenev:

TheMrGmk
22-06-12, 02:48:48
Appena finito di vedere Hellbound - Hellraiser 2.. Che dire.. che schifo O_O. Ovviamente in senso buono. Un vero e proprio capolavoro dell'horror, poi per me che non ho esattamente uno stomaco di ferro alcune scene (la maggior parte :asd:) sono state terribili :asd:

mickes2
22-06-12, 10:43:00
non lo so, sarà perchè non succedeva niente e mi ero annoiato. prometto che gli darò una 2 chance perchè ne ho sentito parlare troppo bene :kep88:

ma come :tristenev:

Hushabye
22-06-12, 10:56:18
86016

Film ambizioso e coraggioso per le tematiche che tratta:clonazione-incesto... lo fa con particolare sensibilità 6.5

Simix92
22-06-12, 11:51:43
Brazil :sisi:
Perfetto.

Appena finito di vedere Hellbound - Hellraiser 2.. Che dire.. che schifo O_O. Ovviamente in senso buono. Un vero e proprio capolavoro dell'horror, poi per me che non ho esattamente uno stomaco di ferro alcune scene (la maggior parte :asd:) sono state terribili :asd:

Si l'ho visto anche io Venerdi scorso su RAI4, non male, anche se il primo secondo me è imbattibile :asd:

Ah comunque sappi che sta sera, sempre su RAI4 alle 11:15 fanno Hellraiser 3. E con lui finisce il ciclo iniziato due settimane fa. Se sto a casa me lo guardo, anche se ne ho sentito parlare non benissimo...

Togg
22-06-12, 11:59:45
ieri mentre ero dal parrucchiere per farmi spuntare la chioma ho visto tutto Cocktail con Tom Cruise. Una porcheria.



Film ambizioso e coraggioso per le tematiche che tratta:clonazione-incesto... lo fa con particolare sensibilità 6.5

son curioso.

Quattro
22-06-12, 12:17:11
The Blues Brothers. Gesù, da quant'era che un film non mi faceva ridere così tanto:rickds:

http://www.youtube.com/watch?v=ouHkL7u9qLw

Devo dire che The Blues Brothers non mi ha entusiasmato granché, ma questa scena è una delle più comiche che io abbia mai visto. :rickds:


oggi ho provato a vedere blade runner, mi sono addormentato dopo un pò :tristenev:


non lo so, sarà perchè non succedeva niente e mi ero annoiato. prometto che gli darò una 2 chance perchè ne ho sentito parlare troppo bene :kep88:

Siamo in due allora. :tristenev:

Roxas1990
22-06-12, 12:23:53
mercoledì sera ho visto "Lanterna verde".
Devo dire che mi aspettavo un film degno... in realtà mi sono trovato con una porcheria soporifera:

Trama ( l'unica cosa che si salva, insieme agli effetti speciali ): 6
Attori: 2? Non ho mai visto un film di "alto livello", avere degli attori che sembravano proprio dei CANI: protagonista in primis!
Sonoro: 5. Poche.. fortunatamente alcune erano ascoltabili.
Effetti speciali: 7

La media sarebbe 5, salvato solo dalla trama e dagli effetti speciali.

EthanKun
22-06-12, 15:22:08
Ecco l'analisi e opinioni del primo film di Christopher Nolan...Following

C'è molto spoiler, praticamente tutto il film

Iniziamo con il primo lungometraggio capolavoro di Nolan. Following, uscito nel 1998 scritto e diretto da Christopher Nolan e prodotto da lui medesimo, Jeremy Theobald e sua moglie Emma Thomas.
Il film è palesemente economico, girato in bianco e nero e lungo solamente un'ora.
Si inizia con il protagonista che racconta la sua vita ad un signore (un poliziotto alla fine)...Il protagonista è Lo scrittore (Jeremy Theobald, che aveva già lavorato con Nolan nei suoi 2 cortometraggi, ovvero DOODLEBUG (1997) e LARCENY (1996), in entrambi i casi come protagonista e fa anche un cameo in Batman Begins) un aspirante scrittore che per cercare ispirazione comincia a pedinare persone a caso per scrivere il suo lavoro. Tutto va bene fin quando non incontra Cobb (Alex Haw...si esatto si chiama come Di Caprio in Inception, dannatamente figo) un ladro molto astuto che capisce che il protagonista lo sta pedinando e si avvicina al suo tavolo nel ristorante...Cobb sembra già sapere tutto di lui, indovina quasi tutta la sua vita e soprattutto che è uno scrittore e che cerca ispirazione pedinando le persone. I 2 giungono ad un accordo e decidono di rapinare un appartamento di una coppia di ragazzi...Cobb cerca di spiegargli tutti aspetti del mestiere (Trovare sempre una borsa, lavorare coi guanti etc) fin quando non arriva la padrona di casa insieme ad un ragazzo e scappano con una bugia bella e buona che loro credono perché sono stupidi.
Poi lo scrittore si invaghisce della vittima di un furto e inizia a frequentarla...è La Bionda (Lucy Russell, molto brava) una bellissima donna molto vanitosa (dato che ha molte sue foto per casa) che dice di essere la ex-fidanzata di uno pericoloso del campo del porno e di omicidi in quale ha uccido un uomo in casa sua con una martella sul cranio.
Loro continuano a rapinare case...ma c'è una in particolare che mi ha fatto quasi svenire. È di un disoccupato che il protagonista pedina ma che non ha capito nulla di lui...non rubano nulla tranne un pupazzo di legno. Ma la cosa bella è la porta di questo appartamento...guardate bene.

http://www.cantilux.net/files7/1990062904.jpg

Aahhahhhahaha, l'adesivo di Batman! Mamma mia epico, ci spoilera tutti i prossimi film di Nolan questo lungometraggio. GENIO! Dovrei dare 10 a questo film solo per questo.
Quasi alla fine di scopre che Cobb e La Bionda lavorano insieme perché Cobb è si è trovato in mezzo ad un omicidio di un'anziana e vuole incriminare il povero innocente scrittore...il quale cambia anche look e diventa molto simile a Cobb e gli fa anche firmare una carta di credito di un tizio che Cobb ha rapinato e vissuto per un periodo a casa sua dato che era in vacanze...
La Bionda da un altro incarico a Cobb...quello di rubare delle sue foto dalla cassaforte piena di soldi del suo ex-fidanzato promettendo di non vederle e gli da la combinazione. Quando lo dice a Cobb litigano e si prendono a cazzotti perché non doveva frequentare una vittima del furto. Rapina la cassaforte da solo però non trovando la borsa si attacca i soldi al copro con lo scotch...entra un ragazzo che lo scopre e lo scrittore gli da una martella in testa facendolo solo svenire e scappa con foto e soldi.
Arrivato a casa vede le foto che sono molto semplici e nulla di sconcertante o altro, quindi capisce che c'è qualcosa di strano e va a casa della bionda per spiegazioni. E la bionda gli dice che verrà presto incriminato per l'omicidio dell'anziana a posto di Cobb e lui corre dalla polizia per spiegare il tutto.
Lei viene uccisa successivamente da Cobb con il martello usato dallo scrittore.
Tutto il film è un racconto che fa lo scrittore al poliziotto che gli dice che non c'è nessuna anziana uccisa e che la bionda è stata trovata morta con un martello che ha le stesse macchie di sangue del tizio che aveva colpito lui, e con lei una scatola con tutto quello che avevano rubato alla bionda. Lui dice è stato Cobb ma l'indirizzo da lui dato è quello del signore della carta di credito che Cobb gli aveva dato lui usava con la sua firma...e il film finisce con Cobb che sparisce tra la folla della città.
Voto: 8,5. Un primo film bellissimo e sconvolgente che poi farà seguire la nascita di uno dei migliori registi di sempre.



Scusate per gli errori ma sto correggendo piano piano che crepo dal caldo...

Hushabye
22-06-12, 16:33:19
son curioso.
scopro oggi che è in uscita a luglio da noi..

Lucignolo
22-06-12, 17:23:01
SÁTÁNTÁNGO (1994, Bela Tarr)

"Futaki fu destato dal suono delle campane. La cappella a 8 km da li era una cappella isolata.
Non solo: non aveva una campana. Il suo campanile era stato distrutto durante la guerra..."

http://www.e20romagna.it/public/articoli/satantango.jpg


Difficile iniziare una lucida analisi partendo da qualcosa in un'opera così particolare. Un opera di 7 ore circa di durata frammentate in sole 150 inquadrature e divisa in 12 intervalli (come i passi del tango, da qui il titolo) che vanno alternativamente avanti e indietro cronologicamente, come un passo di danza.
Di certo, non prendiamoci in giro, non è un'opera per tutti: chi la riesce a guardare e a godere dei suoi significati può dirsi un cinefilo con la C maiuscola. Non è giusto nemmeno accomunare questo film a un film d'autore quale potrebbe essere quello di un Kurosawa, Fellini o Hitchcock, ma più semplicemente perchè questa è un film che non può essere accostato per struttura nemmeno alle altre opere future di Tarr, sensibilmente più brevi e concise.

Va bene tentiamo: il film ha inizio in una sperduta fattoria magiara, teatro della vita grama dei suoi braccianti che hanno appena ricevuto la paga di 1 anno di lavoro. Futaki, Schmidt, Kraner, Halics e varie consorti, e ancora: il preside, il dottore, l'oste, la piccola Estike e il fratello. Tutte facce di una stessa medaglia, tutti accomunati dallo stesso destino di desolazione e disorientamento. Quando le pioggie autunnali trasformano la terra in fango e un campanile che non esiste più a memoria dei cittadini eppure continua a suonare ogni mattina; a intervalli regolari, a segnalare, se mai ce ne fosse bisogno, che forse la fine di tutto à vicina, o forse è già arrivata e nessuno vuole capacitarsene. Uomini che avvertono la fine ma non possono andare lontano, perchè hanno bisogno di restare uniti per farsi forza, come i cavalli che Tarr nella seconda parte di film ci mostra vagare in tondo in una piazza, in fuga dal mattatoio, eppure compiere il viaggio a ritroso, tutti insieme, in un superbo parallelismo.
Poi ci sono Irimias e Petrina; presunti profeti che tornano dall'oltretomba (?) per sparigliare la situazione in stasi, falsi quanto possono essere falsi dei Messia pagati dallo stato. Che promettono un futuro roseo e una terra fertile e ricca di poortunità in cambio del danaro, faticosamente accumulato dalla comunità.

Se per molti il cinema è la rappresentazione di vita reale senza parti noiose, qui si opera in modo completamente opposto: al realismo si giunge rafforzando il senso di temporalità, di quotidianità, riempiendo il film di parti che in un film normale verrebbero tagliate alla prima fase di montaggio, di piani sequenza interminabili, anche di 10 minuti, oppure di intere camminate lunghe 3-4 minuti, o di personaggi che escono da stanze chiudendo la porta alle loro spalle che non implica lo stacco dell'inquadratura che continua a fissare un punto nel nulla per più di qualche secondo prima di cambiare. Perchè devi ritrovarti completamente catturato nel film, immerso in quel mondo bianco e nero che ricorda un pò un Andy Warhol prima maniera, devi camminare insieme alla piccola Estike e affondare i piedi nel fango insieme a lei mentre cinge il gatto col braccio (dopo una delle scene più dure del film), devi ubriacarti con la comunità che si ritrova al pub e fiutare il puzzo di Palinka che trasuda dal legno, devi spiare col binocolo dalla finestra come il dottore, devi contemplare in ginocchio la nebbia che si dirada insieme a Irimias.

E in questo passo di danza torniamo a rivedere scene già viste, in quello che però è errato definire un flashback ma piuttosto una rivisitazione da un diverso punto di vista, in uno stile che diverrà caro e oltremodo visibile a Gus Van Sant nel suo pluripremiato "Elephant",
E il film procede in questo modo: e non ha nemmeno una fine, visto che finisce allo stesso modo in cui è iniziato. Con lo stesso spirito di desolazione rafforzato da un bella prospettiva freddamente disattesa alla resa dei conti.Il lento trascorrere delle esistenze. Tutto attorno un passato inglorioso, un presente gramo e un futuro infausto.
In attesa di qualcosa che metta la parola fine a questa situazione opprimente, un'entità che puntualmente si palesa a tutti sotto forma di rintocco di campana, che materialmente non esiste, eppure, in un modo o nell'altro, è sempre presente.



VOTO: 9,5/10

Simix92
22-06-12, 17:43:55
Brazil

Bell :ahsisi: Un futuro non tanto diverso dal nostro alla fine. Burocrazia, cinismo, potenti al potere senza freni, condito con ironia e un po di fantasia. 7

Kal1m3r0
22-06-12, 18:03:19
Voto: 8,5. Un primo film bellissimo e sconvolgente che poi farà seguire la nascita di uno dei migliori registi di sempre.


Piano, piano...:hmm:

naxel
22-06-12, 18:25:19
The Machinist
Bello. E non mi è dispiaciuto nemmeno il finale 7,5

mickes2
22-06-12, 19:31:09
SÁTÁNTÁNGO (1994, Bela Tarr)

bel commento sentito per un film che mi è piaciuto moltissimo. paralisi temporale ieratica fino al midolo, nessun compromesso. momenti di stanca ce ne sono, ma si arriva anche all'ipnotismo.

fossi in Lucignolo aprirei un topic, così il commento non va perso e se ne potrà parlare in futuro.

Gargaros
22-06-12, 19:39:12
Flesh Gordon - Andata e ritorno dal pianeta Porno
Parodia erotico-demenziale del personaggio di Raimond, molto ben riuscita. Il professor Vaffa mi ha capotatto più volte. Innumervoli le trovate demenziali. Il doppiaggio in italiano acquista punti per l'inserimento di dialetti e giochi di parole intraducibili abbastanza sfiziosi.



SÁTÁNTÁNGO (1994, Bela Tarr)

"Futaki fu destato dal suono delle campane. La cappella a 8 km da li era una cappella isolata.
Non solo: non aveva una campana. Il suo campanile era stato distrutto durante la guerra..."

Questo devo vederlo pure io prima o poi. La cosa che mi frena è che secondo alcuni va visto di filato tutti e 7 le puntate :paura:


Brazil

7

:sad:

mickes2
22-06-12, 20:34:45
Questo devo vederlo pure io prima o poi. La cosa che mi frena è che secondo alcuni va visto di filato tutti e 7 le puntate :paura:

no, solo secondo Togg

Togg
22-06-12, 22:25:17
Questo devo vederlo pure io prima o poi. La cosa che mi frena è che secondo alcuni va visto di filato tutti e 7 le puntate :paura:


Sì, non è una serie tv :kappe:

Simix92
22-06-12, 22:25:35
:sad:

si meritava di più? :tragic:

Gouki
22-06-12, 23:30:50
Izo
Film particolare, strano e di difficile comprensione.
Ha dei dialoghi che sono fantastici, ti danno da pensare su parecchie cose.
Splendide le ambientazioni e ottime le scene di combattimento.
Ammetto di non averlo capito a fondo, ma per me è uno dei migliori film Miike e mi sento di innalzarlo a capolavoro.

Simix92
23-06-12, 02:06:59
Predator 2

Boh, mediocre. Almeno gli effetti speciali potevano migliorarli dal primo. Poi vabbè, la giungla come setting e Swartzy come eroe non si battono, anche se Danny Glover non mi è dispiaciuto più di tanto. 6

---------- Post added at 02:06:59 ---------- Previous post was at 02:04:00 ----------

che poi ho notato il teschio di Alien come trofeo nell'astronave dei Predators verso la fine. Una frecciatina carina :asd:

Gouki
23-06-12, 02:26:45
Alien
Fantastico.

John_21
23-06-12, 08:15:11
http://desmond.imageshack.us/Himg41/scaled.php?server=41&filename=rockofagesmovieposter.jpg&res=landing

Simpatico dai ma nulla di che.... tra l'altro non sono appassionato di questo genere di film.

notteincubo
23-06-12, 11:58:06
Come dio comanda

Ho appena finito di leggere il libro e mi sono voluto vedere il film. In parte deluso, secondo me si poteva fare di meglio, contando che alla regia c'è Salvadores. La recitazione a volte appare forzata, il libro è stato invevitabilmente scremato ed era inevitabile, ciò nonostante mancano alcune cose che secondo me avrebbero sicuramente giovato alla comprensione della storia. Buono il personaggio di Rino e Cristiano, meno quello di Quattro Formaggi che ha perso tutti i suoi tic che lo contraddistinguevano nel libro. Belle le ambientazioni periferiche. Il finale leggermente diverso rispetto al libro fa quadrare un pò di più la storia, per come è presentata nel film. Alcune cose non mi hanno convinto per niente.

Gargaros
23-06-12, 17:04:18
Attack the Block - Invasione aliena
Le invasioni aliene le abbiamo viste in ogni salsa ma non mi sembra di ricordare qualcosa di simile a questo film. Qui gli alieni atterrano in un quartiere malfamato di Londra e starà a un gruppo di ragazzi scalcinati e fatti, capeggiati da Moses (un nome un destino), il compito di sbarazzarsi del pericolo.
Un film fresco, ben scritto e ben diretto. Ma quello che più conta è che diverte e coinvolge, senza alcuno sforzo di apparire superiore, senza alcun salto mortale nella crerazione di trama o effettistica. Tutto scorre via semplice e onesto, e forse è per questo che mi ha convinto. Ma la scrittura non è mediocre: la trama pure essendo semplice è solida come una roccia e conduce proprio dove si era prefissato lo sceneggiatore. Ho annusato il controllo di chi sa cosa fa... Una piccola gemma, insomma, preziosa più di altre perché non strafà in niente. Persino gli effetti speciali sono artigianali (ma qui suppongo c'entri il budget limitatissimo) e le creature di un nero cosmico mettono davvero paura.


no, solo secondo Togg
Sì, non è una serie tv :kappe:

Lo farò!
http://i46.tinypic.com/hvecdx.jpg


si meritava di più? :tragic:

Per me sì :sad:

Togg
23-06-12, 18:18:27
We need to talk about Kevin
il tipo di film che odio, che mi rompe i ********, disgusto allo stato puro. volgare, inutile, banale, finto, noioso, superfluo, piatto. A questo punto rimpiango Elephant che in confronto è un filmone.
(e che non mi si dica che il tema della maternità ha un qualche spessore, perché non ne ha. Alien la clonazione quello sì che è un film -anche- sulla maternità, non questa porcheria.)

mickes2
23-06-12, 18:20:50
We need to talk about Kevin
il tipo di film che odio, che mi rompe i ********, disgusto allo stato puro. volgare, inutile, banale, finto, noioso, superfluo, piatto. A questo punto rimpiango Elephant che in confronto è un filmone.
(e che non mi si dica che il tema della maternità ha un qualche spessore, perché non ne ha)

wtf???? :tristenev:

Hushabye
23-06-12, 18:44:27
wtf???? :tristenev:

mi accodo :tragic:

mickes2
23-06-12, 20:24:08
che poi:


disgusto allo stato puro. volgare, inutile, banale, finto, noioso, superfluo, piatto.

no dai, questo è Gli idioti :rickds:

Togg
23-06-12, 20:46:57
no dai, questo è Gli idioti :rickds:

seee, gli idioti è un (bellissimo) film sincero :sisi: E non ha un briciolo di volgarità. Non è che perché scopano è volgare. In Kevin mica scopano eppure è volgare :sisi:

---------- Post added at 20:34:38 ---------- Previous post was at 20:34:10 ----------


wtf???? :tristenev:


mi accodo :tragic:

Odi odio odio odio. Comunque capisco sia un problema spiccatamente mio, è piaciuto a molti.

---------- Post added at 20:46:57 ---------- Previous post was at 20:34:38 ----------

Young adult, Reitman
buona gestione dei didascalismi. Charlize Theron è bellissima :tragic:

Gouki
23-06-12, 23:09:11
Crows Zero
Altro filmone di Miike, spettacolari le scene di combattimento e trama semplice ma interessante.
Davvero ottimo.

dante3vergil
23-06-12, 23:20:55
Men in Black 3. Bel film, assolutamente. Non banale e aggiunge un tocco di profondità ai due protagonisti e questo non è un male. Non mancano le parti in cui si ride, e di gusto IMHO. L'attore che interpreta K da giovane sa il fatto suo, discreto attore; non mi stupirei di vederli anche altrove. Forse unica nota negativa è il finale che lascia una delle cose fondamentali in sospeso, ma vabbè, il film resta godibilissimo.

Gouki
23-06-12, 23:24:02
Men in Black 3. Bel film, assolutamente. Non banale e aggiunge un tocco di profondità ai due protagonisti e questo non è un male. Non mancano le parti in cui si ride, e di gusto IMHO. L'attore che interpreta K da giovane sa il fatto suo, discreto attore; non mi stupirei di vederli anche altrove. Forse unica nota negativa è il finale che lascia una delle cose fondamentali in sospeso, ma vabbè, il film resta godibilissimo.

E' Josh Brolin ed è famosissimo, brutto nabbo. :asd:

naxel
23-06-12, 23:36:55
Blow
Storia (vera) che non conoscevo, raccontata bene con un Depp diverso dai soliti film. 7

Kal1m3r0
24-06-12, 00:05:12
The Ward, che sto rivedendo su Scai. Carpenter sufficiente, ma non di più, sorry:reggie:

Hushabye
24-06-12, 00:27:25
86274

Più bello rispetto alla prima visione.. 8-

86275

Va visto solo per Lugosi:asd:

86276

beh dai,anche qui mitico lugo

Gargaros
24-06-12, 10:48:47
Bastardi senza gloria
Che film immenso. Tarantino riscrive la storia nel cinema e sul cinema, ed è epica. Un pezzo d'opera. Elencare i pregi non ha senso. Bello, anche se un po lungo.

knight96-1994
24-06-12, 11:10:12
Il Dittatore
Lasciate perdere l'assurda volgarità e la stupidità (che cela un messaggio) del film.
E' geniale. Non ridevo per un film dall'inizio alla fine da secoli.

el maravilla
24-06-12, 14:05:15
su sky Limitless

Il film si lascia guardare e, pur rimanendo senza pretese, appare migliore del previsto. Bradley Cooper è un gran bel fusto che sa recitare e i suoi occhi sono magnetici. Il film scorre veloce. L'idea di fondo è buona e rispecchia il desiderio di vincere che è proprio di chi è immerso nella "grande mela". Interessante poi è la tecnica con cui è rappresentata New York! Insomma, pur contenendo poche idee veramente nuove, il risultato finale è dignitoso. Quindi, se il genere
attira; consiglio di vederlo.

IL GURU
24-06-12, 14:09:27
Quando meno te lo aspetti,molto simpatico e a tratti parecchio commovente:sisi:
Cappuccetto rosso sangue,bello anche se non pensavo che il lupo fosse ... ci sono rimasto cosìO_o

Togg
24-06-12, 14:17:28
Hunger, Steve McQueen.
bello e personale.
8

Gouki
24-06-12, 16:33:39
Hunger, Steve McQueen.
bello e personale.
8

Alza, alza.

Zeno
24-06-12, 16:37:18
The Ward, che sto rivedendo su Scai. Carpenter sufficiente, ma non di più, sorry:reggie:

LA merd.a :sisi:

Gouki
24-06-12, 16:55:56
LA merd.a :sisi:

Nah.

Simix92
24-06-12, 17:08:30
Ora che sto leggendo 1984 di Orwell sto, ripensandoci, apprezzando di più Brazil. Penso che quando avrò finito il libro lo rivedrò. :ahsisi:

Togg
24-06-12, 18:51:55
Shame, Steve McQueen

il problema è lo stesso di prima, quel che resta è solo la patologia. McQueen non riesce a rilanciare un qualsiasi tipo di interesse, la scelta di non dare spiegazioni è buona ed evita stridori vari ma non basta. Soprattutto con questo tipo di regia. L'estetizzazione in questo caso riempie da dentro i noccioli prescelti ma invece di farli sbocciare li mostra in tutto il loro vuoto (che posso capire essere una cosa voluta, ma resta ugualmente poco interessante). La sorella dovrebbe servire a rilanciare la posta in gioco ma la discesa agli inferi non convince. E poi quella musica iper-drammatica. Boh.

6


Alza, alza.

sono già stato generoso :patpat:

---------- Post added at 18:51:55 ---------- Previous post was at 18:51:03 ----------


Ora che sto leggendo 1984 di Orwell sto, ripensandoci, apprezzando di più Brazil. Penso che quando avrò finito il libro lo rivedrò. :ahsisi:

Rivedere is the way :sisi: Comunque Brazil è millecentomila volte meglio del mai troppo criticato Orwell:icebad:

John_21
24-06-12, 19:04:45
http://ia.media-imdb.com/images/M/MV5BMjM0NTQ4MTk1NV5BMl5BanBnXkFtZTcwMTY2MDkyMQ@@._ V1._SY317_CR1,0,214,317_.jpg

8

mickes2
24-06-12, 19:15:14
Alza, alza.


Nah.

Gouki, per quanto mi riguarda sei al limite dello spam. se hai (giustamente) da ribattere essendo evidentemente in disaccordo con i voti e i pareri altrui, scrivi un minimo di motivazione e/o argomenta.

---------- Post added at 19:15:14 ---------- Previous post was at 19:11:42 ----------


Shame, Steve McQueen

il problema è lo stesso di prima, quel che resta è solo la patologia. McQueen non riesce a rilanciare un qualsiasi tipo di interesse, la scelta di non dare spiegazioni è buona ed evita stridori vari ma non basta. Soprattutto con questo tipo di regia. L'estetizzazione in questo caso riempie da dentro i noccioli prescelti ma invece di farli sbocciare li mostra in tutto il loro vuoto (che posso capire essere una cosa voluta, ma resta ugualmente poco interessante). La sorella dovrebbe servire a rilanciare la posta in gioco ma la discesa agli inferi non convince. E poi quella musica iper-drammatica. Boh.

sono in parte d'accordo, ma il vuoto secondo me varia in base alla sensibilità personale. la regia Antonioniana per me è utilissima a rendere palpabile un male tanto profondo quanto invisibile.

sempre se ho capito cosa vuoi dire, tutte sti termini e mo' di contumelia non mi piacciono, sii più diretto.

p a n z e r
24-06-12, 19:20:27
Comunque Brazil è millecentomila volte meglio del mai troppo criticato Orwell:icebad:

http://i.imgur.com/xvpaM.jpg

Togg
24-06-12, 19:41:18
sempre se ho capito cosa vuoi dire, tutte sti termini e mo' di contumelia non mi piacciono, sii più diretto.

Ma commentando il suo film precedente lo sono stato, forgive me :sisi:

(comunque ricapitolando a Shame non trovo un motivo di esistere. Non lo sento il suo dolore. comunque McQueen in fondo è bravo, aspetto il suo prossimo film.)

---------- Post added at 19:41:18 ---------- Previous post was at 19:40:37 ----------


http://i.imgur.com/xvpaM.jpg

e non sono neppure l'unico! almeno siine cosciente :nev:

Marion Cobretti
24-06-12, 19:43:22
Ho appena visto Caccia Spietata,uno dei pochi western che mi mancavano.
Film di qualche anno fa diretto da Mel Gibson,promuovo a pieni voti la fotografia e l'interpretazione,con lode,di un grande Pierce Brosnan.

Però ci sono un paio di cose non chiare,che chiedo a qualcuno che l'abbia visto:che idea vi siete fatti dell'indiano che vive solitario in mezzo al deserto?E soprattutto della donna che sempre in mezzo al deserto propone gli scambi ai due protagonisti?(della quale mi sono personalmente fatto un'idea non appena l'ho vista)

Brother's Killer
24-06-12, 19:43:43
NO aspettate spiegatemi questa storia di 1984 sopravvalutato:morris82:

Gouki
24-06-12, 19:59:52
Gouki, per quanto mi riguarda sei al limite dello spam. se hai (giustamente) da ribattere essendo evidentemente in disaccordo con i voti e i pareri altrui, scrivi un minimo di motivazione e/o argomenta.

Qualcuno deve pur sostituire Rullo, no?
Vabbè, facciamo poco gli snob e argomentiamo.
Hunger è cinema di alto, altissimo livello, è girato bene, bravi gli attori che riescono a raccontare una storia dura e purtroppo vera, già solo la scena col prete il film merita dal 9 in su.
Per The Ward dico che non sarà un horror originale, non sarà il Carpenter degli anni che furono, ma è comunque un horror godibile e sicuramente migliore di altra monnezza dello stesso genere.

Simix92
24-06-12, 20:00:00
Si sono curioso anche io dato che me lo vedrò appena finito il libro. :ahsisi:

Togg
24-06-12, 20:03:39
Shame è cinema di alto, altissimo livello, è girato bene, bravi gli attori che riescono a raccontare una storia dura e purtroppo vera, già solo la scena col prete il film merita dal 9 in su.


Volevi dire Hunger, bellissimo il prete :sisi:

Gouki
24-06-12, 20:05:39
Volevi dire Hunger, bellissimo il prete :sisi:

E' il caldo. :sadfrog:
Modifico.

Togg
24-06-12, 20:12:25
NO aspettate spiegatemi questa storia di 1984 sopravvalutato:morris82:

Dipende anche da come lo si valuta, però tendenzialmente 1984 ha avuto un'influenza deleteria. Il pensiero della distopia totalizzante e totalitaria (che leggendo Orwell andrebbe massicciamente contestualizzata) ha impedito di riconoscere come di fatto si mettono in campo, si producono e riproducono gli apparati di controllo contemporanei. 1984 rende impossibile distinguere le pratiche di soggettivazione/assoggettamento che contradistinguono le democrazie liberali appaiate al contesto capitalistico. Orwell mantiene una visione del controllo e del potere di tipo "ministeriale" (infatti ci sono i vari ministeri che attuano il Grande Inganno, la Grande Repressione, ecc.). La naturà del potere andrebbe invece indagata nel sua specificità di micro-potere. Se non si è capaci di fare questo diventa impossibile capire fenomeni come Kony 2012, le applicazioni dello smart power, ecc.
Il problema di 1984 è che si tratta di uno strumento poco adattabile, Orwell ha spinto la sua riflessione fino alla radicalità e letterariamente fa senza dubbio la sua figura. Ma come strumento critico si rivela spesso insoddisfacente proprio a causa della sua intransigenza.

Simix92
24-06-12, 20:57:05
Si sono curioso anche io dato che me lo vedrò appena finito il libro. :ahsisi:

Togg
24-06-12, 21:01:59
Si sono curioso anche io dato che me lo vedrò appena finito il libro. :ahsisi:

Brazil invece è una distopia variegata. Adesso mi salta alla mente l'aspetto burocratico che magistralmente definisce cosa sia una pratica di soggettivazione/assoggettamento. Essere intrappolati e contemporaneamente coinvolti, produttori e consumatori delle proprie catene.

Simix92
24-06-12, 21:10:50
intanto mi scuso per il doppio post, ovviamente non voluto (internet è impazzito).

Interessante comunque la critica. Aspetto di finire il libro per rispondere...

Gargaros
24-06-12, 23:53:09
LA merd.a :sisi:

Ora l'onestà e la modestia sono una cosa brutta? :sad:


NO aspettate spiegatemi questa storia di 1984 sopravvalutato:morris82:

Là dai discorsi intellettualodi di Togg, penso che siano due cose robuste che dicono le stesse cose ma solo in modi leggermente diversi.

Però Brazil è tropppo geniale in varie cose per non sollevarsi sull'altro di diverse spanne...

Togg
25-06-12, 00:26:09
Là dai discorsi intellettualodi di Togg, penso che siano due cose robuste che dicono le stesse cose ma solo in modi leggermente diversi.

Però Brazil è tropppo geniale in varie cose per non sollevarsi sull'altro di diverse spanne...

Ma poi l'idraulico, c'è l'idraulico in 1984? :tristenev:

Kal1m3r0
25-06-12, 01:15:08
LA merd.a :sisi:
C'è di molto peggio, per carità. Non sarà originale come trama ma rimane un horror ben girato e ottimamente montato per me. Poi vabbè, Carpenter ha saputo fare ben altro, ma non mi sento di dare un insufficienza per The Ward.

Zeno
25-06-12, 01:29:51
Qualcuno deve pur sostituire Rullo, no?
Vabbè, facciamo poco gli snob e argomentiamo.
Hunger è cinema di alto, altissimo livello, è girato bene, bravi gli attori che riescono a raccontare una storia dura e purtroppo vera, già solo la scena col prete il film merita dal 9 in su.
Per The Ward dico che non sarà un horror originale, non sarà il Carpenter degli anni che furono, ma è comunque un horror godibile e sicuramente migliore di altra monnezza dello stesso genere.

Io mi sono addormentato per fortuna, ad un mio amico è venuto un eczema allo scroto mentre guardava quella roba.
E' una presa per il culo. Poi che sia girato bene (dopo 30 anni di film...) e montato bene mi interessa relativamente. Non spaventa, le attrici sono cagne, la trama fa quasi tenerezza e il fatto che sia Carpenter alle prese con il suo genere mi fa stranire ancora di più.

Gargaros
25-06-12, 05:45:26
Giallo, altrimenti noto come Giallo/Argento
Un film imbarazzante. Imbarazzante in tutto, ma soprattutto nella scrittura. Idea banale, personaggi tratteggiati con mediocrità, una trama e un'indagine poliziesca che non si regge in piedi fin da subito (tanto per dire: la polizia sa benissimo che il serial killer guida un tassì, ma non fa NIENTE). L'ultima ragazza rapita capirà solo verso la fine che, avendo le mani legate davanti, può sciogliere la corda con i denti. Sì, va beh, è una fotomodella, ma che ca**o! Che poi, dimentica tutto già pochi minuti dopo, quando legata e imbavagliata nel cofano di una macchina, non troverà di meglio che mugugnare e sbattere col piede sulla parete, e invece potrebbe togliersi il bavaglio e gridare a squarciagola. Una cosa ridicola, davvero. Va da sé capire perché è uscito solo per l'homevideo, mentre in USA addirittura non volevano pubblicarlo neanche sui DVD tarocchi dei marocchini...

Non pago vi faccio vedere pure la locandina, imbarazzante pure essa:

http://mr.comingsoon.it/imgdb/locandine/big/1818.jpg



Ma poi l'idraulico, c'è l'idraulico in 1984? :tristenev:

:rock:

Kal1m3r0
25-06-12, 10:55:38
Giallo, altrimenti noto come Giallo/Argento
Un film imbarazzante. Imbarazzante in tutto, ma soprattutto nella scrittura. Idea banale, personaggi tratteggiati con mediocrità, una trama e un'indagine poliziesca che non si regge in piedi fin da subito (tanto per dire: la polizia sa benissimo che il serial killer guida un tassì, ma non fa NIENTE). L'ultima ragazza rapita capirà solo verso la fine che, avendo le mani legate davanti, può sciogliere la corda con i denti. Sì, va beh, è una fotomodella, ma che ca**o! Che poi, dimentica tutto già pochi minuti dopo, quando legata e imbavagliata nel cofano di una macchina, non troverà di meglio che mugugnare e sbattere col piede sulla parete, e invece potrebbe togliersi il bavaglio e gridare a squarciagola. Una cosa ridicola, davvero. Va da sé capire perché è uscito solo per l'homevideo, mentre in USA addirittura non volevano pubblicarlo neanche sui DVD tarocchi dei marocchini...
Non pago vi faccio vedere pure la locandina, imbarazzante pure essa:

http://mr.comingsoon.it/imgdb/locandine/big/1818.jpg


Avevo sentito fosse una porcata immane. :asd: La locandina poi... :facepalm:
Ma ascolta, mi dissero che in sostanza il film si chiama Giallo perché l'assassino è giallo, perché ha l'itero. Confermi?

Gargaros
25-06-12, 20:26:22
Confermo :asd:

Lucignolo
25-06-12, 22:23:46
Ho appena visto Caccia Spietata,uno dei pochi western che mi mancavano.
Film di qualche anno fa diretto da Mel Gibson,promuovo a pieni voti la fotografia e l'interpretazione,con lode,di un grande Pierce Brosnan.

Però ci sono un paio di cose non chiare,che chiedo a qualcuno che l'abbia visto:che idea vi siete fatti dell'indiano che vive solitario in mezzo al deserto?E soprattutto della donna che sempre in mezzo al deserto propone gli scambi ai due protagonisti?(della quale mi sono personalmente fatto un'idea non appena l'ho vista)


Mel Gibson?:morristend:


Edit: Volevi dire prodotto?;p

Gouki
25-06-12, 23:08:12
Gozu
Follia allo stato puro, Miike da il meglio di se in questa pellicola malata e allucinante.
E' un film piuttosto complesso che merita di essere visto.

mickes2
25-06-12, 23:43:22
Gozu
Follia allo stato puro, Miike da il meglio di se in questa pellicola malata e allucinante.
E' un film piuttosto complesso che merita di essere visto.

questo mi interessa un fottìo, a dire il vero mi interessano tutti quelli di Miike, ma li voglio centellinare, non è un autore facile, sia nella messiscena che nel modo di narrare le storie.

Visitor Q l'hai visto? tremendo...

Gargaros
25-06-12, 23:46:12
questo mi interessa un fottìo

Attento, ché è un film veramente allucinato :asd:

Vedilo partendo dal presupposto che è tutto "uno scherzo". Se non lo fai, rischi di non fartelo piacere.

Io di Miike devo vedere parecchie cose, ma lo amo profondamente.

mickes2
26-06-12, 00:21:45
Attento, ché è un film veramente allucinato :asd:

Vedilo partendo dal presupposto che è tutto "uno scherzo". Se non lo fai, rischi di non fartelo piacere.

Io di Miike devo vedere parecchie cose, ma lo amo profondamente.
no beh, per il film allucinato non c'è assolutamente problema, anzi, ci vado a nozze :rickds:

vediamo, perchè al di là dell'esercizio stilistico estremo (suppongo) dietro ho bisogno di vedere qualcosa di "polposo".

io tra i registi orientali è quello che apprezzo di meno, pur piacendomi :sisi: non lo amo assolutamente, ma mi intriga assai.

l'hai visto Bigbang love, Juvenile A? ecco, quello mi è piaciuto molto :sisi: e Imprint mi ha esaltato :sisi:

Simix92
26-06-12, 00:21:45
Pandorum

Carino, niente di eccezionale, ma il finale è stato piacevole. 6,5

Close Encounters of the Third Kind

Mamma mia che capolavoro! Davvero, in certi punti rimanevo imbambolato davanti alla tv con la bocca semi aperta... mi ha davvero rapito... Bello bello bello.
E poi, ovviamente, sono rimasto tutto il giorno a canticchiare quella canzoncina... qualsiasi cosa stessi facendo :asd: 8+

mickes2
26-06-12, 00:33:15
Close Encounters of the Third Kind

Mamma mia che capolavoro! Davvero, in certi punti rimanevo imbambolato davanti alla tv con la bocca semi aperta... mi ha davvero rapito... Bello bello bello.
E poi, ovviamente, sono rimasto tutto il giorno a canticchiare quella canzoncina... qualsiasi cosa stessi facendo :asd: 8+

ottimo recupero :sisi: bellissimo studio antropologico umano-alieno, da un punto di vista Umano, ideologico, favolistico (vabè, è Spielberg...) c'è un avvicendamento atto a capire l'extraterrestre nell'intento pacifico di convivere assieme all'Ignoto, il diverso, in nome della pacifica coesistenza. l'arrivo degli alieni è straordinario. davvero un ottimo film!

Pandorum non l'ho ancora visto ma mi interessa!

Solomon
26-06-12, 00:45:26
Watchmen. fantastico

Gargaros
26-06-12, 00:50:29
l'hai visto Bigbang love, Juvenile A?

Non ancora.


e Imprint mi ha esaltato :sisi:

A me mi ha ammalato per giorni :|

Il bello è che quando l'ho rivisto tempo dopo... mi ha regalato le stesse emozioni (cosa mai accaduta con un film) :|


Close Encounters of the Third Kind

Ho dovuto guglare per capire a che film ti riferivi :sad:

Gouki
26-06-12, 00:56:43
questo mi interessa un fottìo, a dire il vero mi interessano tutti quelli di Miike, ma li voglio centellinare, non è un autore facile, sia nella messiscena che nel modo di narrare le storie.

Visitor Q l'hai visto? tremendo...

Visitor Q è in lista!
A breve farò vedere Audition alla mia donna, le sto facendo apprezzare questo maestro e ci sto riuscendo visto che le stanno piacendo i suoi film.
Comunque recuperalo presto Gozu e come dice Gargaros è un film veramente allucinato, ma se riesci a guardare oltre lo schermo, lo apprezzerai tantissimo.

Simix92
26-06-12, 01:34:16
Watchmen. fantastico

quel film mi ha lasciato con un tremendo amaro in bocca. Non l'ho apprezzato tantissimo.



Ho dovuto guglare per capire a che film ti riferivi :sad:

Sorry. La prossima volta scriverò la volgare traduzione in italiano. :P

Atmosphere
26-06-12, 01:41:16
Casablanca. Più classico di così si muore.

Gouki
26-06-12, 02:11:58
Imprint
Tutto bellissimo, in alcuni punti si raggiunge l'Arte e non esagero affatto.
Le scene di violenza così come i feti morti mi hanno fatto soffrire (e io sono uno che non ha problemi a vedere scene di violenza).
Attori fantastici, posti fantastici, tutto fantastico davvero.
In conclusione è un capolavoro, punto.

Metal Matt
26-06-12, 10:07:01
Visto Warrior....Fantastico, anche se mi aspettavo qualcosa di più nella scena finale....

Voto: 9....

notteincubo
26-06-12, 11:40:09
Zombieland.

Molto divertente. Bellissima la parte con Bill Murray! :morris82:

naxel
26-06-12, 12:22:58
Casinò di Scorsese.
Gran film, Joe Pesci in formissima 8,5

axel76
26-06-12, 12:30:48
Zombieland.

Molto divertente. Bellissima la parte con Bill Murray! :morris82:

Bellissimo mix di ironia azione e splatter visto settimana scorsa mi é piaciuto tantissimo! Ti consiglio anche l alba dei morti dementi!

Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2

Marty McFly
26-06-12, 13:57:54
Elephant.
Film freddo e glaciale, come i due assassini.

A me è piaciuto.
Tutto tranne un film commerciale, per alcuni potrebbe essere molto indigesto.

SuperMel
26-06-12, 14:35:59
Ho visto due film ultimamente:

ESP fenomeni paranormali - voto 7,5 a me è piaciuto soprattutto perchè non è tutto mostri e sangue ma soprattutto psicologico

El rey - voto 6,5 mi aspettavo di più...

notteincubo
26-06-12, 17:58:28
Bellissimo mix di ironia azione e splatter visto settimana scorsa mi é piaciuto tantissimo! Ti consiglio anche l alba dei morti dementi!

Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2

Ovviamente già visto, mitico. :morris82:

Simix92
26-06-12, 18:35:52
Dark City

Eh si, veramente bello.
Molto cupo, scuro, storia intrigante, e anche qualche colpo di scena inatteso (almeno per me). Finale felice come mi aspettavo.7,5

Quattro
26-06-12, 19:09:56
Funny Games US, ben realizzato ma un po' lento in certi passaggi.

mickes2
26-06-12, 20:39:41
Funny Games US, ben realizzato ma un po' lento in certi passaggi. - 6.0

si, ma quel 6 non si può vedere ;p

---------- Post added at 20:39:41 ---------- Previous post was at 20:38:08 ----------


Elephant.
Film freddo e glaciale, come i due assassini.

A me è piaciuto.
Tutto tranne un film commerciale, per alcuni potrebbe essere molto indigesto.
Elephant è un capolavoro, guardati anche Gerry e Last days che fanno parte della "trilogia della morte"

Togg
26-06-12, 20:56:36
Funny Games US, ben realizzato ma un po' lento in certi passaggi. - 6.0

Son curioso, quali individui come "lenti"?

Kal1m3r0
27-06-12, 00:58:03
Funny Games US, ben realizzato ma un po' lento in certi passaggi. - 6.0

Dai però, lento non vuol dire brutto! Non è che tutti i film possono avere il ritmo di uno Zucker a caso :sisi:

Lucignolo
27-06-12, 00:58:18
Conferme quello detto su Gozu...allucinante...basta vedere la prima scena col chihuahua (o pechinese non ricordo)...mi fermo qui...:rickds:



Su Funny Games: ho visto sia quello del 97 e l'US version e non c'è nemmeno da fare il paragone per me:sisi:, quello del 97 vince a mani basse:sisi: Con l'Ulrich Muhe di "Le vite degli altri" e un cinismo (oltre a una violenza) assolutamente inarrivabili:ahsisi:


86693



Poi per me fare remake dei propri film è sempre rischioso a meno che tu non ti chiami Hitchcock:ahsisi::ahsisi::ahsisi:

Gouki
27-06-12, 02:22:00
Audition
L'ho rivisto insieme alla mia ragazza e, grazie a questo film, ora anche lei venera ed ama quanto me il maestro Miike.
Uno dei lavori migliori di Miike, un capolavoro di sentimento, amore e violenza.

Atmosphere
27-06-12, 03:25:35
L'eclisse. Magnifico, una degna conclusione di una trilogia straordinaria. Il film è lento sì, ma necessita di esserlo. Regalerà grandi emozioni a chi sarà paziente.

James
27-06-12, 10:15:33
La casa con la scala nel buio by Lamberto Bava (1983)

86717

"Un compositore di colonne sonore (Bruno), si reca in una villa fuori Roma, per trovare la concentrazione adatta per comporre delle nuove musiche.
Inizieranno uno dopo l'altro degli omicidi e delle sparizioni impensabili. Il tutto porterà ad una vecchia storia ambigua e disturbante, portata alla luce da un film."

Questo film di Bavino è troppo derivativo da Dario Argento(come mi ha detto qualcuno ieri sera:fosse l unico) con ville,traumi infantili,messaggi nascosti.
L incipit è forse la cosa migliore dell intero film con i 3 bambini nella casa con la scala nel buio.Primo omicidio che sfiora il ridicolo per via dell arma(un taglierino con una lama minuscola che fà squarci che manco un machete) e della stupidità della vittima.Decisamente meglio l omicidio in bagno ma rimane poca roba.
Cast che comprende: Andrea Occhipinti in modalità pezzo di legno e un Michele Soavi decisamente meglio come regista.
Musiche buone,il prodotto rimane una delusione.
Per fortuna di Lamberto 2 anni dopo sarà lo stesso Argento ad aiutarlo nel girare il suo miglior lavoro: Demoni.

Gargaros
27-06-12, 13:43:24
Memories of murder
Film coreano davvero bello. Siamo verso la fine degli anni ottanta e in una regione arretrata del paese un assassino seriale comincia a falciare povere ragazze che se ne vanno a zonzo nottetempo con abiti rossi e sotto la pioggia. La polizia scalcinata indaga ma quello che sembra cercare è più un capro espiatorio che il vero assassino. Tanto che si accanirà inizialmente su un povero ritardato sospettato, ficcandogli in bocca una confessione a colpi di mazzate (e minacce di morte!). Poi arriva un detective dalla città (Seul) e via.
All'inizio sembra una commedia: la polizia, nelle vesti del bravissimo Song Kang-ho, pare uscire fuori da Una pallottola spuntata, tanto arranca nelle indagini proponendo persino ipotesi strampalate (fra cui la possibilità che il killer abbia il pube imberbe). Ma i cadaveri ci sono e la storia sale verso un tono da dramma che alla fine coglierà anche il pacioccone succitato Song.
Non manca qualche riferimento storico alla Korea che fu in quegli anni. L'assassino ha campo libero, dopotutto, anche perché le forze dell'odine erano più impegnate a sedare rivolte popolari. Su Mymoves hanno steso una rece di denuncia, ma io la denuncia mica l'ho scorta. E' un film che dice quelle cose perché non poteva fare altrimenti; ma nel dirlo non calca nessuna mano, nessuno scopo di trasmettere un messaggio sociale. Ma è comunque un bel film, con un finale abbastanza deprimente.
Siccome è basato su una storia vera, e siccome l'assassinonon fu preso
restano scoperte le spiegazioni circa i perché del suo modus operandi...

Quattro
27-06-12, 14:29:52
Tanguy, commedia francese molto carina. - 7.5

Se mi lasci ti cancello film molto molto particolare... Mi è piaciuto, grande regia, dovrei rivederlo.


si, ma quel 6 non si può vedere ;p

Lo cancello che è meglio. :asd:

E' che essendomi appassionato al cinema relativamente da poco ho una scala di giudizio ancora troppo legata al puro intrattenimento piuttosto che al reale valore del film... Quindi a volte mi capita di valutare male titoli più ricercati, come mi è successo con 2001, Non è un paese per vecchi o lo stesso Funny Games. Meglio se evito di dare voti "a caldo" per non essere franteso come in questo caso. ;p


Son curioso, quali individui come "lenti"?

Non so, a volte mi veniva voglia di mandare avanti, come quando c'è quell'inquadratura fissa sulla Watts che ci mette cinque minuti ad alzarsi e andare nell'altra stanza...


Dai però, lento non vuol dire brutto! Non è che tutti i film possono avere il ritmo di uno Zucker a caso :sisi:

No infatti non ho detto che è brutto... Anzi alcune scene sono dei piccoli capolavori, come quando il ragazzo parla alla telecamera o la scena del telecomando! :asd: O anche semplicemente l'uccisione della madre, o il discorso che fanno i due sulla finzione o il finale stesso...Insomma non metto certo in discussione il valore del film.

TheMrGmk
27-06-12, 15:12:27
Will Hunting- genio ribelle. Bellissimo film drammatico, con un Robin williams da ricordare :sisi:

Operazione Paura di Mario Bava. Un classico, stupendo :sisi:

notteincubo
27-06-12, 18:06:45
La casa con la scala nel buio by Lamberto Bava (1983)

86717

"Un compositore di colonne sonore (Bruno), si reca in una villa fuori Roma, per trovare la concentrazione adatta per comporre delle nuove musiche.
Inizieranno uno dopo l'altro degli omicidi e delle sparizioni impensabili. Il tutto porterà ad una vecchia storia ambigua e disturbante, portata alla luce da un film."

Questo film di Bavino è troppo derivativo da Dario Argento(come mi ha detto qualcuno ieri sera:fosse l unico) con ville,traumi infantili,messaggi nascosti.
L incipit è forse la cosa migliore dell intero film con i 3 bambini nella casa con la scala nel buio.Primo omicidio che sfiora il ridicolo per via dell arma(un taglierino con una lama minuscola che fà squarci che manco un machete) e della stupidità della vittima.Decisamente meglio l omicidio in bagno ma rimane poca roba.
Cast che comprende: Andrea Occhipinti in modalità pezzo di legno e un Michele Soavi decisamente meglio come regista.
Musiche buone,il prodotto rimane una delusione.
Per fortuna di Lamberto 2 anni dopo sarà lo stesso Argento ad aiutarlo nel girare il suo miglior lavoro: Demoni.

Si in questo primo film si vede che segue passo passo lo stile di Argento, soprattutto nella soggettiva degli omicidi. Comunque a me non dispiace, ma forse perchè me lo vedevo da piccolo. :morris82:

James
27-06-12, 21:39:06
Si in questo primo film si vede che segue passo passo lo stile di Argento, soprattutto nella soggettiva degli omicidi. Comunque a me non dispiace, ma forse perchè me lo vedevo da piccolo. :morris82:

No beh alcune scene sono belle,tipo occhipinti alla tastiera durante il primo omicidio. Però il primo omicidio e sentire Soavi con quella voce mi hanno ammazzato dal ridere:rickds:
Ho visto sicuramente di peggio,e pensare che da piccolo mi piaceva pure "Hansel e Gretel" del ciclo "Lucio Fulci presenta".

James
27-06-12, 22:50:04
La Morte Vivante by Jean Rollin (1982)

86842

"Una fuoriuscita di sostanze tossiche ravviva una bella erede che, con l'aiuto di un amica d'infanzia, deve cercare di spegnere la sua insaziabile sete di sangue."


Una non morta che è a metà strada tra Vampirismo e Cannibalismo :predicatore:
Rollin racconta una storia d amicizia legata col sangue che sembra durare anche dopo la morte,la Pierro(Catherine) è : Sensuale,Affamata(non in quel senso) e Letale. Più che altro mi è piaciuto come viene affrontato il tema del ritorno dalla morte,reso più drammatico verso la parte finale.
Fotografia buona,specialmente in fase notturna,ed effetti splatter che mi hanno fatto accaponare la pelle.
Sicuramente da ricordare tutte le scene dove Catherine si procura da mangiare e poi il finale è drammatico e pesante al punto giusto(non voglio spoilerare a Pastore).
Ho sbavato:sisi:

TheMrGmk
27-06-12, 23:38:32
Profumo- storia di un assassino. Dico solo.. cosa diamine ho visto ? Un film dalla trama assurda, una roba allucinante :asd: E per assurda intendo una spazzatura :asd:
Bellissima una delle sequenza finali :asd:
Il protagonista crea un profumo che fa venire fuori l'amore delle persone, lo sprigiona e quindi parte una mega orgiona in piazza :asd:

Gouki
28-06-12, 02:44:05
Tetsuo: The Iron Man
Affascinante, un film unico nel suo genere, assolutamente.
Visivamente allucinante, è riuscito a spaventarmi e ad inquietarmi più di una volta.
Tremendo il finale.

Gargaros
28-06-12, 06:39:54
Izo
Un'odissea allucinata, fantastica e surreale nell'animo umano, che è di base cattivo e violento. Ma, si sa, la perfezione, prima che diventi tale dall'imperferzione, occorre che passino "eoni di epoche". E noi siamo ancora troppo giovani... Proprio dall'odio abissale umano nasce Izo, un samurai lanciato nel mondo e nel tempo col solo scopo di uccidere non guardando in faccia nessuno, puntando dal basso all'alto: dalla gente di strada ai potenti, che simboleggiano nelle vesti dell'Imperatore il Divino. Izo come l'umanità che affronta Dio, quindi.
Un film filosofico, a tratti anche grottesco, ma che ha nella sua eccessiva lunghezza il suo punto debole; perché è una lunghezza gratuita per il 40%. In pratica Izo va avanti nel film trucidando a destra e manca, tutto il film è disseminato di cadaveri (persino bambini), di anime falciate dalla sua spada, ma quest'abbondanza, pur funzionale al "messaggio" che vuole trasmettere, è davvero eccessiva e snervante per me che guardo (e presumo anche per tutti gli altri). Il film dura più di due ore e annoia a morte perché ripetitivo.
M'è piaciuto, ma non lo considero uno dei migliori Miike. Per la citata lunghezza spropositata. Forse signor Miike dovresti darti una regolata: abbiamo capito che tii piace la violenza, ma se non ci metti una trama abbastanza complessa per dipanarsi in due ore, è inutile che ripeti la stessa scena di lotta solo con attori e scenari diversi. La gratuità non è mai stata una buona mossa per allungare la brioda e farsi apprezzare. Certo Izo non è un film per tutti, ma anche i palati fini sono fini fino a un certo punto. Daje.
Poi, va beh, devo dirlo: la qualità filosoficheggiante, la "morale" del film, è pure un tantinello scontata, e pare che abbia fatto la scoperta dell'acqua calda.


La Morte Vivante by Jean Rollin (1982)

Questo me lo segno.

Donnie Darko
28-06-12, 08:14:40
Ma Blue Valentine non è ancora uscito in Italia????

Gouki
28-06-12, 10:28:58
Izo
Un'odissea allucinata, fantastica e surreale nell'animo umano, che è di base cattivo e violento. Ma, si sa, la perfezione, prima che diventi tale dall'imperferzione, occorre che passino "eoni di epoche". E noi siamo ancora troppo giovani... Proprio dall'odio abissale umano nasce Izo, un samurai lanciato nel mondo e nel tempo col solo scopo di uccidere non guardando in faccia nessuno, puntando dal basso all'alto: dalla gente di strada ai potenti, che simboleggiano nelle vesti dell'Imperatore il Divino. Izo come l'umanità che affronta Dio, quindi.
Un film filosofico, a tratti anche grottesco, ma che ha nella sua eccessiva lunghezza il suo punto debole; perché è una lunghezza gratuita per il 40%. In pratica Izo va avanti nel film trucidando a destra e manca, tutto il film è disseminato di cadaveri (persino bambini), di anime falciate dalla sua spada, ma quest'abbondanza, pur funzionale al "messaggio" che vuole trasmettere, è davvero eccessiva e snervante per me che guardo (e presumo anche per tutti gli altri). Il film dura più di due ore e annoia a morte perché ripetitivo.
M'è piaciuto, ma non lo considero uno dei migliori Miike. Per la citata lunghezza spropositata. Forse signor Miike dovresti darti una regolata: abbiamo capito che tii piace la violenza, ma se non ci metti una trama abbastanza complessa per dipanarsi in due ore, è inutile che ripeti la stessa scena di lotta solo con attori e scenari diversi. La gratuità non è mai stata una buona mossa per allungare la brioda e farsi apprezzare. Certo Izo non è un film per tutti, ma anche i palati fini sono fini fino a un certo punto. Daje.
Poi, va beh, devo dirlo: la qualità filosoficheggiante, la "morale" del film, è pure un tantinello scontata, e pare che abbia fatto la scoperta dell'acqua calda.

Contento che ti sia piaciuto ma ricordati che Miike non è MAI gratuito, la violenza che Miike mette nei suoi film va vista come arte perché è questo che è.

Hushabye
28-06-12, 10:43:28
Ma Blue Valentine non è ancora uscito in Italia????

aspetta e spera


qualche rivisione:

86866

TAXI DRIVER - 10

86867

THE KING OF COMEDY - 9+

86868

Magari tutte le commedie romantiche così, 7

Gargaros
28-06-12, 11:06:13
Contento che ti sia piaciuto ma ricordati che Miike non è MAI gratuito, la violenza che Miike mette nei suoi film va vista come arte perché è questo che è.

Ma no, Gouki, pure Miike qui fa violenza gratuita. Nel film Izo combatte dieci volte contro dei "boss", in sei o sette occasioni fa un combattimento di gruppo (cambiano i nemici, ma il succo è lo stesso: combattimento uno contro molti), in cinque o sei combattimenti ammazza soggetti "fantastici" (le ragazze piangenti, le ragazze nella scuola ecc) in cinque o sei occasioni falcia gruppi variegati e "innocenti" (quando si scatena in città verso la fine, dove ammazza pure bambini).

E' un film sulla violenza, ma non giustifica i sovrappiù: sarebbe stato un film sulla violenza anche se avesse ammazzato solo tre boss, avesse fatto solo due combattimenti di gruppo, o due entità fantastiche o tre bambini.

Invece il film è un fiume in piena di gratuità senza controllo. Con metà uccisioni ci avrebbe comunque colpito per la brutalità e avrebbe trasmesso il uo messaggio senza penalizzare il mezzo.

Se il film esagera, annoia e ciò è male. A me ha annoiato, purtroppo, anche se mi è piaciuto. L'arte, comunque, non risiede nel troppo che non serve.

mickes2
28-06-12, 11:38:12
no, esatto, quando la violenza diviene ridondante e programmatica nonchè inutile nei confronti dell'assunto primario risulta solo noiosa, gratuita (appunto) e tutto fuorchè Arte.

lo stesso problema di cui (in parte) soffre Visitor Q.

Gouki
28-06-12, 11:39:23
Ma no, Gouki, pure Miike qui fa violenza gratuita. Nel film Izo combatte dieci volte contro dei "boss", in sei o sette occasioni fa un combattimento di gruppo (cambiano i nemici, ma il succo è lo stesso: combattimento uno contro molti), in cinque o sei combattimenti ammazza soggetti "fantastici" (le ragazze piangenti, le ragazze nella scuola ecc) in cinque o sei occasioni falcia gruppi variegati e "innocenti" (quando si scatena in città verso la fine, dove ammazza pure bambini).

E' un film sulla violenza, ma non giustifica i sovrappiù: sarebbe stato un film sulla violenza anche se avesse ammazzato solo tre boss, avesse fatto solo due combattimenti di gruppo, o due entità fantastiche o tre bambini.

Invece il film è un fiume in piena di gratuità senza controllo. Con metà uccisioni ci avrebbe comunque colpito per la brutalità e avrebbe trasmesso il uo messaggio senza penalizzare il mezzo.

Se il film esagera, annoia e ciò è male. A me ha annoiato, purtroppo, anche se mi è piaciuto. L'arte, comunque, non risiede nel troppo che non serve.

Izo è proprio incentrato sulla violenza, tant'è che alla fine scopri chi è realmente lui, quindi non riesco a vederla come violenza gratuita pur essendo consapevole che il film è incentrato su questo.
Per il fattore noia, a me non ha annoiato, è riuscito a catturarmi dall'inizio alla fine senza mai stancarmi, poi sono punti di vista, ci mancherebbe altro.

Kal1m3r0
28-06-12, 12:35:35
Il Dittatore. Si ride parecchio:asd: Nota negativa per il doppiaggio però :sisi:

Pat90
28-06-12, 13:29:38
Profumo- storia di un assassino. Dico solo.. cosa diamine ho visto ? Un film dalla trama assurda, una roba allucinante :asd: E per assurda intendo una spazzatura :asd:
Bellissima una delle sequenza finali :asd:
Il protagonista crea un profumo che fa venire fuori l'amore delle persone, lo sprigiona e quindi parte una mega orgiona in piazza :asd:

Uno dei classici casi in cui il film storpia o banalizza il libro...

notteincubo
28-06-12, 16:27:40
Profumo- storia di un assassino. Dico solo.. cosa diamine ho visto ? Un film dalla trama assurda, una roba allucinante :asd: E per assurda intendo una spazzatura :asd:
Bellissima una delle sequenza finali :asd:
Il protagonista crea un profumo che fa venire fuori l'amore delle persone, lo sprigiona e quindi parte una mega orgiona in piazza :asd:

Trama spazzatura? Lol, è un'ottimo film, trasposizione di un romanzo famosissimo! :ahsisi:

Quattro
28-06-12, 16:32:58
Dragon Trainer, molto molto carino. - 7.5

Gouki
28-06-12, 17:20:00
Tetsuo 2: Body Hammer
Buon sequel ma non all'altezza del primo.
La trama è più intricata rispetto al primo e sa coinvolgere con alcuni ottimi colpi di scena.
M'è piaciuto molto, meno del primo, ma comunque bello.

Lucignolo
28-06-12, 20:03:47
A proposito di violenza che diventa arte....:ahsisi: (questa si)



http://www.youtube.com/watch?v=fHpV5-pRwHU



Takeshi Kitano è un vero e proprio maestro in questo: il duro per eccellenza del cinema nipponico. Occhiali scuri anche di notte e modi bruschi...spesso invischiato in storie malavitose che molte volte trovano l'epilogo in finali tragici. Eppure i suoi film hanno sempre come tema principale i buoni sentimenti, la bontà delle persone e l'altruismo...oltre che una certa attenzione per i ricordi d'infanzia e per un'altra importante forma d'arte come la pittura...virtù troppo spesso celate dal cinismo che permea la società di oggi.



Già solo il trailer mi fece impazzire:predicatore:

TheMrGmk
28-06-12, 20:17:59
Trama spazzatura? Lol, è un'ottimo film, trasposizione di un romanzo famosissimo! :ahsisi:

E che te devo dì, magari nel libro era funzionale, ma nel film a me è sembrata una roba immonda :asd:

Vall77
28-06-12, 20:48:49
Takeshi Kitano è un vero e proprio maestro in questo: il duro per eccellenza del cinema nipponico. Occhiali scuri anche di notte e modi bruschi...spesso invischiato in storie malavitose che molte volte trovano l'epilogo in finali tragici. Eppure i suoi film hanno sempre come tema principale i buoni sentimenti, la bontà delle persone e l'altruismo...oltre che una certa attenzione per i ricordi d'infanzia e per un'altra importante forma d'arte come la pittura...virtù troppo spesso celate dal cinismo che permea la società di oggi.



Già solo il trailer mi fece impazzire:predicatore:

Hana-Bi, 10.
E questo è incontestabile :sisi:

Anche detto da uno che vota 8 senza tante menate anche l'ultimo (e criticato) Outrage.
Già solo Kitano che torna allo Yakuza movie per me è stato da stappo di champagne.

Oggettivamente, caciarone e non all'altezza dei suoi classici, ma per niente male.

mickes2
28-06-12, 21:10:40
Hana-Bi, 10.
E questo è incontestabile :sisi:

:sisi: <3

Outrage ancora da vedè, azz.

Gargaros
28-06-12, 23:11:44
Occhiali scuri anche di notte

http://youtu.be/BiZnqPqifWk?t=1m29s

TheMrGmk
29-06-12, 00:42:53
Elephant. :o

Finito di vedere adesso, un filmone, l'ho letteralmente adorato in tutti i suoi aspetti. Magnifica la regia.
Capolavoro, semplicemente divino. Non c'è bisogno d'aggiungere altro, se non guardatelo.

Rullo
29-06-12, 01:41:16
Elephant. :o

Finito di vedere adesso, un filmone, l'ho letteralmente adorato in tutti i suoi aspetti. Magnifica la regia.
Capolavoro, semplicemente divino. Non c'è bisogno d'aggiungere altro, se non guardatelo.

dillo a chi dice "esercizio di stile"

Lucignolo
29-06-12, 02:05:12
http://youtu.be/BiZnqPqifWk?t=1m29s


Ma io direi anche....



87005



:tragic::tragic::tragic::gab::gab:

mickes2
29-06-12, 09:32:48
Elephant. :o

Finito di vedere adesso, un filmone, l'ho letteralmente adorato in tutti i suoi aspetti. Magnifica la regia.
Capolavoro, semplicemente divino. Non c'è bisogno d'aggiungere altro, se non guardatelo.

ora fallo respirare, poi guardati Gerry.

Hushabye
29-06-12, 11:31:00
87019

Una storia convincente per un De Niro finalmente su buoni livelli,affiancato da un Paul Dano che mi piace sempre di più..Un rapporto padre e figlio complicato che per fortuna non si risolve nei soliti abbracci.. 6.5/7-

mickes2
29-06-12, 16:38:37
Gli amori folli di Alain Resnais - ***

Symbol di Hitoshi Matsumoto - ***

Una vita tranquilla di Claudio Cupellini - ***!

Una tomba per le lucciole di Isao Takahata - ****!

The raid redemption di Gareth Evans - ***

Piranha 3D di Alexandre Aja - **

Wrong turn di Rob Schmidt - **!

The tree of life di Terrence Malick (2° visione) - ****

Tutto su mia madre di Pedro Almodovar )2° visione) - ***!

Città amara di John Huston - ***!

Not I di Tristram Powell (n.d.), Billie Whitelaw (n.d.) (corto) - ****

Cinque centimetri al secondo di Makoto Shinkai - *****

She and her cat di Makoto Shinkai (corto) - ***!

I Soprano (86 episodi) di Vari - *****

notteincubo
29-06-12, 16:57:05
E che te devo dì, magari nel libro era funzionale, ma nel film a me è sembrata una roba immonda :asd:

Il film è molto curato. Anche Kubrick si era interessato al romanzo ma c'erano problemi sui diritti...
Il libro non l'ho letto ma sicuramente saprà descrivere meglio le sensazioni e gli "odori" rispetto al film.


http://www.youtube.com/watch?v=-ZEWh1d2euk

Togg
29-06-12, 17:26:06
Una tomba per le lucciole di Isao Takahata - ****!


bello, sì.


Anche Kubrick si era interessato al romanzo ma c'erano problemi sui diritti...

io ricordo che rinunciò definendo il libro "infilmabile" mmm

notteincubo
29-06-12, 18:06:18
io ricordo che rinunciò definendo il libro "infilmabile" mmm

Questo non lo so, su wikipedia dice che i diritti del libro sono stati resi disponibili solo nel 2001.

Lucignolo
29-06-12, 22:07:52
Bellissimi Una tomba per le lucciole e cinque centimetri al secondo!:gab::gab::gab:

Atmosphere
29-06-12, 22:46:47
Gli amori folli di Alain Resnais - ***

Symbol di Hitoshi Matsumoto - ***

Una vita tranquilla di Claudio Cupellini - ***!

Una tomba per le lucciole di Isao Takahata - ****!

The raid redemption di Gareth Evans - ***

Piranha 3D di Alexandre Aja - **

Wrong turn di Rob Schmidt - **!

The tree of life di Terrence Malick (2° visione) - ****

Tutto su mia madre di Pedro Almodovar )2° visione) - ***!

Città amara di John Huston - ***!

Not I di Tristram Powell (n.d.), Billie Whitelaw (n.d.) (corto) - ****

Cinque centimetri al secondo di Makoto Shinkai - *****

She and her cat di Makoto Shinkai (corto) - ***!

I Soprano (86 episodi) di Vari - *****

D'accordo con il tuo voto a Una tomba per le lucciole, è un film che ti distrugge. E' l'unico film che mi abbia mai fatto piangere tra l'altro. 5 centimetri al secondo invece l'ho sempre ritenuto un film carino ma niente di più. Il razzo :tristenev:

Togg
29-06-12, 23:06:38
comunque bisogna ammettere che Takahata ha sempre tentato delle operazioni particolari. Non ha la grandezza del compagno Miyazaki ma i suoi film vanno visti con grande interesse.

edit: ricordo a tutti che il 18 luglio una tomba per le lucciole esce in blu ray! E pure Totoro. A proposito...

87128 Mi è arrivato oggi :predicatore:

mickes2
29-06-12, 23:22:43
bello, sì.

molto più che bello, suvvia, "bello" appare quasi con un non-complimento :sisi:


Bellissimi Una tomba per le lucciole e cinque centimetri al secondo!:gab::gab::gab:
iea! :gab:


D'accordo con il tuo voto a Una tomba per le lucciole, è un film che ti distrugge. E' l'unico film che mi abbia mai fatto piangere tra l'altro. 5 centimetri al secondo invece l'ho sempre ritenuto un film carino ma niente di più. Il razzo :tristenev:
addirittura?

riguarda 5 cm per second perchè è anch'esso un capolavoro. sontuoso racconto di formazione suddiviso in tre episodi di vita (infanzia, adolescenza, età adulta) in balia di velocità fisiche ed emozionali che mette a fuoco i sogni e i rapporti interpersonali, lo scorrere dell’esistenza, le distanze incolmabili, i timori, il futuro incerto, il mal di vivere relazionato al sentimento più puro, innocente e inconfessabile. e da qua scaturisce la magia: la magia dell’intimismo giapponese dentro un poema sinfonico sensorial-visivo struggente e malinconico, lirico e poetico. una bellissima, sincera, matura e dolcemente disillusa rielaborazione del primordiale sbocciare di uno stato d’animo universale nel suo evolversi, nella sua fragile vitalità e nella sua candida e intensa purezza. la scena del razzo a cui fai riferimento è una delle più belle, e secondo me fa parte dell'episodio più toccante e riuscito nel suo insieme. capolavoro, di sentimenti, sensibilità, intimismo, valori umani, via.



comunque bisogna ammettere che Takahata ha sempre tentato delle operazioni particolari. Non ha la grandezza del compagno Miyazaki ma i suoi film vanno visti con grande interesse.
non so se gli manca la grandezza di un Miyazaki (probabilmente si, anche solo per il valore complessivo delle filmografie) ma in Una tomba per le lucciole dellla Grandezza l'ho vista, eccome :sisi:

Atmosphere
29-06-12, 23:31:22
Magari lo riguardo 5 centimetri:ahsisi:
Comunque Takahata ha diretto un altro grandissimo film che si chiama ''Only yesterday'', lo consiglio in generale perchè merita.

Hushabye
30-06-12, 00:09:47
87132

Dinamiche familiari incasinate,questo è Another Happy Day, con un ottimo cast a disposizione tra cui un Ezra Miller ormai abbonato al ruolo di figlio complicato..In realtà non succede molto,per questo è il classico film che si ama o si odia,io sono nella prima sponda..7.5

Gargaros
30-06-12, 00:21:09
Starship troopers
Grottesco film di SF che prende di mira la militarizzazione. No, grottesco forse non è la parola giusta, ma vedere questi machismi esagerati, questi ca**i duri e gnugne strette, questi imbecilli insomma, non può manca di urticare o di far ridere di gusto per le inenarrabili scemenze di questo futuro. Mi sa che Veroheven cambiò qualcosa del romanzo proprio per tirrare fuori un film del genere. Comunque, gran bel film. Non si capisce bene cosa vuole dire, ma di là da intenzioni profonde, resta per fortuna anche un buon film di combattimenti spaziali contro mostri indicibili. Viene da un epoca in cui la CGI era ancora acerba e si preferiva usare effetti tradizionali: lo spettacolo è assicurato, le esplosioni nello spazio sono una figata pazzesca.
Rai 4 me*da, comunque, per la ridicola censura.



Ma io direi anche....
87005

Benigni però fa ridere. Cioè

riesce a uccidere un prete con una confessione!

:rickds:



Gli amori folli di Alain Resnais - ***

Symbol di Hitoshi Matsumoto - ***

Una vita tranquilla di Claudio Cupellini - ***!

Una tomba per le lucciole di Isao Takahata - ****!

The raid redemption di Gareth Evans - ***

Piranha 3D di Alexandre Aja - **

Wrong turn di Rob Schmidt - **!

The tree of life di Terrence Malick (2° visione) - ****

Tutto su mia madre di Pedro Almodovar )2° visione) - ***!

Città amara di John Huston - ***!

Not I di Tristram Powell (n.d.), Billie Whitelaw (n.d.) (corto) - ****

Cinque centimetri al secondo di Makoto Shinkai - *****

She and her cat di Makoto Shinkai (corto) - ***!

I Soprano (86 episodi) di Vari - *****

Orpo quanta roba!

Togg
30-06-12, 00:55:29
Magari lo riguardo 5 centimetri:ahsisi:
Comunque Takahata ha diretto un altro grandissimo film che si chiama ''Only yesterday'', lo consiglio in generale perchè merita.

solito titolo storpiato :/ sarebbe omohide poro poro (gocce di memoria, ricordi goccia a goccia, o qualcosa del genere). Proprio questo è particolarissimo, non è riuscito a catturarmi, e prima o poi gli darò un'altra chance, ma è proprio uno di quei suoi film che dicevo prima.

Vall77
30-06-12, 09:50:06
Una tomba per le lucciole per me è... troppo.
Madonna che angoscia.

A fine visione ho messo su Breaking the Waves, che in confronto mi ha fatto l'effetto di una commedia sugli zombie.

Mi aggancio alla battuta per il filmino carino che ho intercettato ieri sera.

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcT1Lrv0SBxbFZX9d5oMrmtrvr23B_ugi xFc0dT9Nu7oq3PNEA9gr5kmf1X0

La premessa è geniale.
Il film in sè niente di che ma caruccio.
Personalmente, mi è piaciuto più questo di Shaun of the Dead.

Dreamer
30-06-12, 13:20:25
87195

Visto ieri, stupendo. La ricchezza visiva di questo film è immensa, è uno spettacolo, e la storia è toccante. Per quelle due ore sono stato in un altro mondo, e tornare alla realtà è stato strano. È da poco che conosco Miyazaki, ho visto Totoro e questo, e il suo stile mi piace davvero molto. Risveglia un pò il bambino/bambina che è in noi.

P.S. Sono nuovo, salve a tutti :-)

p a n z e r
30-06-12, 13:47:20
Una tomba per le lucciole per me è... troppo.
Madonna che angoscia.

A fine visione ho messo su Breaking the Waves, che in confronto mi ha fatto l'effetto di una commedia sugli zombie.

Mi aggancio alla battuta per il filmino carino che ho intercettato ieri sera.

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcT1Lrv0SBxbFZX9d5oMrmtrvr23B_ugi xFc0dT9Nu7oq3PNEA9gr5kmf1X0

La premessa è geniale.
Il film in sè niente di che ma caruccio.
Personalmente, mi è piaciuto più questo di Shaun of the Dead.
un film niente di che ti è piaciuto più di shaun of the dead? no dai

mickes2
30-06-12, 14:00:14
Magari lo riguardo 5 centimetri:ahsisi:
Comunque Takahata ha diretto un altro grandissimo film che si chiama ''Only yesterday'', lo consiglio in generale perchè merita.
segnato :sisi:


Una tomba per le lucciole per me è... troppo.
Madonna che angoscia.

A fine visione ho messo su Breaking the Waves, che in confronto mi ha fatto l'effetto di una commedia sugli zombie.
:asd:



Mi aggancio alla battuta per il filmino carino che ho intercettato ieri sera.

La premessa è geniale.
Il film in sè niente di che ma caruccio.
Personalmente, mi è piaciuto più questo di Shaun of the Dead.

questo me lo pappo proprio al volo :sisi: e cmq mi tocca quotare il panzaahhhh, che t'ha fatto Shaun? :tristenev:

---------- Post added at 14:00:14 ---------- Previous post was at 13:52:45 ----------


87195

Visto ieri, stupendo. La ricchezza visiva di questo film è immensa, è uno spettacolo, e la storia è toccante. Per quelle due ore sono stato in un altro mondo, e tornare alla realtà è stato strano. È da poco che conosco Miyazaki, ho visto Totoro e questo, e il suo stile mi piace davvero molto. Risveglia un pò il bambino/bambina che è in noi.

P.S. Sono nuovo, salve a tutti :-)
benissimo. ora procedi pure con Ponyo e Porco rosso.

benvenuto!

Togg
30-06-12, 14:09:32
87195

Visto ieri, stupendo. La ricchezza visiva di questo film è immensa, è uno spettacolo, e la storia è toccante. Per quelle due ore sono stato in un altro mondo, e tornare alla realtà è stato strano. È da poco che conosco Miyazaki, ho visto Totoro e questo, e il suo stile mi piace davvero molto. Risveglia un pò il bambino/bambina che è in noi.

P.S. Sono nuovo, salve a tutti :-)
Vai così :sisi:

Dreamer
30-06-12, 15:09:07
Ancora in generale film da vedere me ne mancano un'infinità, si può dire che ancora sono agli inizi.. ma prima o poi guarderò anche gli altri di Miyazaki, certo :)

Simix92
30-06-12, 15:54:55
The Man from the Earth

Porcogiuda che filmone. Giuro, mi ha tenuto incollato allo schermo e il finale... mamma mia O_O
Guardatelo. 8

naxel
30-06-12, 16:52:49
Crash (Paul Haggis) 8

Lucignolo
30-06-12, 20:08:45
Starship troopers
Grottesco film di SF che prende di mira la militarizzazione. No, grottesco forse non è la parola giusta, ma vedere questi machismi esagerati, questi ca**i duri e gnugne strette, questi imbecilli insomma, non può manca di urticare o di far ridere di gusto per le inenarrabili scemenze di questo futuro. Mi sa che Veroheven cambiò qualcosa del romanzo proprio per tirrare fuori un film del genere. Comunque, gran bel film. Non si capisce bene cosa vuole dire, ma di là da intenzioni profonde, resta per fortuna anche un buon film di combattimenti spaziali contro mostri indicibili. Viene da un epoca in cui la CGI era ancora acerba e si preferiva usare effetti tradizionali: lo spettacolo è assicurato, le esplosioni nello spazio sono una figata pazzesca.
Rai 4 me*da, comunque, per la ridicola censura.



Proprio vero...Veroheven è un graaaandde regista:gab: (Dando per scontato che hai già visto i suoi film più conosciuti come RoboCop e Basic Instinct se non li hai già visti guarda anche Soldato d'Orange con il suo figliol prodigo Rutger Hauer e il più recente Black Book:predicatore::predicatore::predicatore::predic atore:)

Rullo
30-06-12, 20:35:13
a me gli anime fanno schifo

p a n z e r
30-06-12, 20:36:31
sei una persona triste

Dreamer
30-06-12, 21:58:40
a me gli anime fanno schifo

Come mai?

Gatsu89
30-06-12, 22:07:56
Visto Rosemary's Baby
Mi è piaciuto moltissimo,si vede la mano di Polansky.Mi aspettavo qualcosa di diverso,qualcosa di più horror puro,invece è più un thriller psicologico.Guardando il film mi sono venuto delle similitudini coi film di Lynch e soprattutto con American Horror Story che mi sembri prenda a mani basse dal film.
Voto=8