PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 [78] 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

Profetz
20-07-12, 01:31:47
ultimi Memento,Quei Bravi Ragazzi, The Wrestler e Warrior.. grandi film e grandi attori

Siro™
20-07-12, 01:49:06
Super8 visto oggi su sky...
mi aspettavo una porcat...

E infatti porcata fu :ahsisi:

Film senza senso, la prima parte si è anche lasciata vedere, ma dalla metà in poi la storia si rivela esile esile e in certi snodi importanti si risolve tutto troppo facilmente :ahsisi:
Se avete visto tutti gli altri 45 milioni di film usciti, ve lo consiglio caldamente :asd:

Rullo
20-07-12, 03:02:21
Training Day (2001)


Buon poliziesco con risvolti thriller, Denzel Washington eccezionale nel ruolo dell'antieroe e meritatamente premio oscar per questo ruolo (anche se trovo personalmente sia stato un pò risarcitorio dell'oscar che mancò 2 anni prima per il film "The Hurricane" quando sfoderò un interpretazione ancora migliore)


7+

washington ha fatto qualcosa di straordinario con questo film, se dici che in the hurricane è addirittura superiore dovrò recuperarlo

Gargaros
20-07-12, 06:51:02
L'uomo che fissa le capre
Divertente e a tratti pure coraggioso. Una storia che prende di mira il militarismo degli USA e le sue cazzate, l'assurdità di certe idee (per esempio il reclutamento dei soldati psichici, fatto accaduto davvero), come base per lanciare la solita morale buonista e new age. Ma è troppo simpatico e girato benino perché mi faccia storcere il naso con la leggera puzza di scuola e di proff.

Otto e mezzo, o per essere puristi: 8½
Fellini è Fellini, sempre. Guido, regista all'apice di una carriera che ormai sguazza nella sconclusionatezza e nel dubbio esistenziale, sta lavorando all'ultimo film. Fellini gira un film su un regista che gira un film... ma le cose sembrano fondersi reciprocamente in una girandola di scene e di eventi che non hanno quasi stacco. Il flusso di coscienza nel cinema probabilmente è così. Ma anche l'autobiografia e la storia di un uomo qualunque, che potrebbe essere ognuno di noi...
Fellini era un mago, non ci sono dubbi. Se Gondry (il primo che mi viene in mente) sa trattare la sostanza onirica, Fellini è l'unico che ha saputo trattare la realtà come sogno. I suoi film sono sogni in tutto e per tutto, e il bello è che la resa è perfetta, il clima onirico sublime raggiunto senza l'ausilio della CGI (e questa vuol essere una frecciatina a certo cinema che sappiamo tutti). Davero meraviglioso.

Togg
20-07-12, 10:47:14
In realtà sono due generi diversi, io preferisco Waking Life semplicemente perché lo trovo un capolavoro incredibile. Uno dei film che mi ha colpito più in assoluto.

Sono due generi diversi i due film? Mico ho detto il contrario :morris82:

knight96-1994
20-07-12, 10:47:33
L'ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci.

La storia dell'ultimo imperatore cinese, dall'incoronazione in tenera età fino alla morte, una vita vissuta tra la chiusura della Città Proibita e gli eventi della Seconda Guerra Mondiale.
Un film lento, con una prima parte anche abbastanza pesante da digerire, ma che sa coinvolgere. La vita di un uomo che non ha avuto una infanzia, le cui credenze crollano di fronte al disfacimento del potere imperiale e il suo rapporto con un precettore inglese, il suo unico vero amico, che gli ha fatto dono di una mentalità più aperta.
Una biografia che mette in risalto una personalità complessa e mutevole.
Grande film

Quattro
20-07-12, 10:59:45
___

Piramide di Paura, se mi dicessero che la Rowling non si è ispirata a questo per scivere Harry Potter non ci crederei... E' uguale spiccicato, poi cioè a Watson gli manca solo la cicatrice. :rickds:
___


Super8 visto oggi su sky...
mi aspettavo una porcat...

E infatti porcata fu :ahsisi:

Film senza senso, la prima parte si è anche lasciata vedere, ma dalla metà in poi la storia si rivela esile esile e in certi snodi importanti si risolve tutto troppo facilmente :ahsisi:
Se avete visto tutti gli altri 45 milioni di film usciti, ve lo consiglio caldamente :asd:

:asd:

A me è toccato andare a vederlo al cinema, un film inutile.


L'uomo che fissa le capre
Divertente e a tratti pure coraggioso. Una storia che prende di mira il militarismo degli USA e le sue cazzate, l'assurdità di certe idee (per esempio il reclutamento dei soldati psichici, fatto accaduto davvero), come base per lanciare la solita morale buonista e new age. Ma è troppo simpatico e girato benino perché mi faccia storcere il naso con la leggera puzza di scuola e di proff.

CUT

Mah io lo vidi qualche anno fa e lo mollai dopo mezz'ora... All'inizio sembrava carino ma dopo un po' si rivelava una porcata immane.


L'ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci.

La storia dell'ultimo imperatore cinese, dall'incoronazione in tenera età fino alla morte, una vita vissuta tra la chiusura della Città Proibita e gli eventi della Seconda Guerra Mondiale.
Un film lento, con una prima parte anche abbastanza pesante da digerire, ma che sa coinvolgere. La vita di un uomo che non ha avuto una infanzia, le cui credenze crollano di fronte al disfacimento del potere imperiale e il suo rapporto con un precettore inglese, il suo unico vero amico, che gli ha fatto dono di una mentalità più aperta.
Una biografia che mette in risalto una personalità complessa e mutevole.
Grande film

Lento è dir poco... ho provato a guardarlo qualche mese fa ma non ce l'ho fatta ad arrivare in fondo. :asd:

mickes2
20-07-12, 12:00:25
Otto e mezzo, o per essere puristi: 8½
Fellini è Fellini, sempre. Guido, regista all'apice di una carriera che ormai sguazza nella sconclusionatezza e nel dubbio esistenziale, sta lavorando all'ultimo film. Fellini gira un film su un regista che gira un film... ma le cose sembrano fondersi reciprocamente in una girandola di scene e di eventi che non hanno quasi stacco. Il flusso di coscienza nel cinema probabilmente è così. Ma anche l'autobiografia e la storia di un uomo qualunque, che potrebbe essere ognuno di noi...
Fellini era un mago, non ci sono dubbi. Se Gondry (il primo che mi viene in mente) sa trattare la sostanza onirica, Fellini è l'unico che ha saputo trattare la realtà come sogno. I suoi film sono sogni in tutto e per tutto, e il bello è che la resa è perfetta, il clima onirico sublime raggiunto senza l'ausilio della CGI (e questa vuol essere una frecciatina a certo cinema che sappiamo tutti). Davero meraviglioso.
mi piace :sisi: sono molte le sequenze che hanno una dimensione onirica e fantastica, nonchè poetica. anche nei primi film più rivolti al puro neo-realismo si respira sempre un'aria profondamente lirica e poetica, vagamebnte surreale. la scena de I vitelloni sulla spiaggia, il finale di Cabiria, la sosta nella cascina ne La strada, tanto per dirne tre al volo.

metto anche questa:

http://www.youtube.com/watch?v=QzHpwNemysQ

cmq per me, quelli che ho visto:
I vitelloni 9,5
La strada 9
Le notti di Cabiria 9+

La dolce vita 8,5
8 e mezzo 8,5 (da rivedere)
Amarcord 8

rannyann
20-07-12, 13:02:27
I just seen John Carter movie and its really fantastic movie. This movie is full of action and adventure. Taylor Kitsch is doing outstanding work. I had a goosebumps when i watched this movie.

Gargaros
20-07-12, 13:29:05
Mah io lo vidi qualche anno fa e lo mollai dopo mezz'ora... All'inizio sembrava carino ma dopo un po' si rivelava una porcata immane.

Devi vederlo tutto :sisi:


mi piace :sisi: sono molte le sequenze che hanno una dimensione onirica e fantastica, nonchè poetica. anche nei primi film più rivolti al puro neo-realismo si respira sempre un'aria profondamente lirica e poetica, vagamebnte surreale. la scena de I vitelloni sulla spiaggia, il finale di Cabiria, la sosta nella cascina ne La strada, tanto per dirne tre al volo.


cmq per me, quelli che ho visto:
I vitelloni 9,5
La strada 9
Le notti di Cabiria 9+

La dolce vita 8,5
8 e mezzo 8,5 (da rivedere)
Amarcord 8

Fellini è TUTTO sogno, ma convengo con te che nei primi film questa sostanza è meno intensa.

Vediti anche i film più recenti, Ginger e Fred, La voce della luna, l'episodio Toby Dammit (stupendo)...

A me mancano ancora molte cose, fra cui quelli che ho sottolineato nella tua lista :sad:


I just seen John Carter movie and its really fantastic movie. This movie is full of action and adventure. Taylor Kitsch is doing outstanding work. I had a goosebumps when i watched this movie.

http://i50.tinypic.com/2h6wpa8.jpg

Rik_drake
20-07-12, 14:28:06
I film della "Trilogia dell'apocalisse" di carpenter sono scollegati fra loro no?


Inviato dal mio iPad con Tapatalk HD

Kal1m3r0
20-07-12, 15:25:18
I film della "Trilogia dell'apocalisse" di carpenter sono scollegati fra loro no?


Sì, non hanno collegamenti di sorta a parte alcuni temi ricorrenti, ma questo lo si può dire per quasi tutto il cinema di Carpenter e non solo per la "trilogia" :sisi:

Quattro
20-07-12, 19:17:36
Ho provato a guardare Rango... da un film vincitore di un Oscar mi aspettavo decisamente di più. Ottima direzione artistica che riesce egregiamente nel trasmettere l'aridità e l'estremo calore dell'ambiente desertico, ma a parte questo poco altro.

Ctekcop
20-07-12, 19:27:22
ho visto sotto consiglio dell'onestissimo Lorenzo di Spaziofilm Strange Days
http://www.lazonamorta.it/UserFiles/Image/strangedays.jpgVeramente un gran filmone :sisi: Mi chiedo come non avessi mai fatto a vederlo prima :ahsisi:


Ma solo a me Ralph Fiennes sembra in quel film assomigliare notevolmente a Bradely Cooper???

Pulse
20-07-12, 19:47:19
The Dark Knight Rises

Visto in una prima negli USA , è stato esplosivo!

Lucignolo
20-07-12, 20:05:04
ho visto sotto consiglio dell'onestissimo Lorenzo di Spaziofilm Strange Days
http://www.lazonamorta.it/UserFiles/Image/strangedays.jpgVeramente un gran filmone :sisi: Mi chiedo come non avessi mai fatto a vederlo prima :ahsisi:


Ma solo a me Ralph Fiennes sembra in quel film assomigliare notevolmente a Bradely Cooper???


Caso mai è Bradley Cooper che somiglia a Fiennes..con tutto il rispetto:imfao::pffs::.bip:

Rullo
20-07-12, 20:45:11
The Dark Knight Rises

Visto in una prima negli USA , è stato esplosivo!

è una cit. alla strage di denver? too soon direi

Zio Name
20-07-12, 20:54:33
The Iron Giant (http://en.wikipedia.org/wiki/The_iron_giant)

Ogni volta che lo guardo mi commuovo sempre, specialmente nella scena che segue:


http://www.youtube.com/watch?v=3UkZOZIO63I

Rullo
20-07-12, 22:26:07
The Iron Giant (http://en.wikipedia.org/wiki/The_iron_giant)

Ogni volta che lo guardo mi commuovo sempre, specialmente nella scena che segue:


http://www.youtube.com/watch?v=3UkZOZIO63I

gran bello

TheMrGmk
20-07-12, 22:32:57
The Iron Giant (http://en.wikipedia.org/wiki/The_iron_giant)

Ogni volta che lo guardo mi commuovo sempre, specialmente nella scena che segue:


http://www.youtube.com/watch?v=3UkZOZIO63I

Mamma mia quel film d'animazione lo adoro, da qualche parte dovrei avere la cassetta :sisi:

Kal1m3r0
20-07-12, 23:23:13
Fuori Orario di Scorsese. Punitemi per non averlo visto prima :sad:

Gouki
20-07-12, 23:34:03
300
Rivisto per l'ottava o nona volta, ho perso il conto.
Uno dei miei film preferiti, musiche stupende, combattimenti spettacolari e personaggi indimenticabili.
Magnifico.

James
21-07-12, 10:19:19
The Barbarians by Ruggero "Monsieur Cannibal" Deodato 1987

90094"In un medioevo magico ed irreale, due gemelli erculei e la sorella, vergine guerriera, lottano contro un drago per impossessarsi di un rubino: il gioiello è indispensabile per liberare il loro popolo da un maleficio..."

Epico.
80 minuti di delirio barbarico dove gli steroidi,e la stupidità,dei gemelli Paul la fanno da padrone.L intro con la voce narrante che segue i 2 nell addestramento nella fossa rende il tutto epico e (S)cult:rickds:. Eppure dei bravi attori ci sarebbero anche: Berryman(Il signore della polvere) e Richard Lynch(Kadar) però è tutto troppo grezzo e fantastico per farli esprimere al loro meglio.Eva LaRue è l unica nota positiva ed è proprio una bella fiha.Menzione speciale per il drago pupazzesco,la scena nell Harem(dove intanto laRue la dà a mezzo villaggio) e le musiche di Pino Donaggio troppo sopra le righe.

Hushabye
21-07-12, 10:51:13
90099 Chéri,2009 - 6.5

90100 Fanboys,2009 - Un po' troppo nerd per chi è fuori dal mondo Lucas come me,ma piacevole da seguire... poi la Bell mora:sisi: 7

90101 LOL,2012 - Genere senza pretese,storia seguibile quindi ..6

Quattro
21-07-12, 13:40:48
___

Svalvolati on the Road, tanto stupido quanto divertente. :asd: - 7.0

Atlantis: L'Impero Perduto, l'avrò visto decine di volte da piccolo e ne conservavo un bellissimo ricordo... non sbagliavo, davvero ottimo. Divertente, disegnato benissimo e pieno di personaggi e battute assolutamente memorabili. - 8.0
___


Rivisto The Dark Knight e l'ho rivalutato, in positivo :asd:
Se prima lo trovavo un gran bel film ora lo ritengo un ottimo film e anzi in questa seconda visione ho trovato un Batman di maggior spessore, non solo una marionetta che fa da contorno a Joker.
E Nolan è Nolan, la regia mi piace assai, specialmente nelle scene d'azione.

Meglio tardi che mai. :mah:


The Iron Giant (http://en.wikipedia.org/wiki/The_iron_giant)

Ogni volta che lo guardo mi commuovo sempre, specialmente nella scena che segue:


http://www.youtube.com/watch?v=3UkZOZIO63I

Uno dei miei film d'animazione preferiti... Bellissimo, prima o poi devo riguardarmelo.


300
Rivisto per l'ottava o nona volta, ho perso il conto.
Uno dei miei film preferiti, musiche stupende, combattimenti spettacolari e personaggi indimenticabili.
Magnifico.

Durasse la metà sarebbe una gran bella cosa... Purtroppo con Snyder ho sempre l'impressione di guardare un cortometraggio spalmato su due ore. Spettacolare per i primi 20 minuti, da lì in poi ripetitivo fino alla fine.

gioconct
21-07-12, 15:24:10
Il dottor Zivago (1965).
Film un pò pesante come del resto lo è il libro, se in un film di 3 ore e passa non metti un pò di sparabumbum e f..a ci si addormenta..
Scherzi a parte, il cinema negli anni '70 era ben altra roba rispetto ai filmetti che girano adesso.

EthanKun
21-07-12, 15:56:49
90100 Fanboys,2009 - Un po' troppo nerd per chi è fuori dal mondo Lucas come me,ma piacevole da seguire... poi la Bell mora:sisi: 7


Per me è un cult, da bravo fanboy di SW che sono.

Comunque ne ho visti troppi questa settimana...
Cominciamo con Edgar Wright!
Rivisto Shaun of the Dead Forse il mio film sugli zombie preferito...divino. 9 La scena di Don't Stop me Now poi è da 10 e lode.
Hot Fuzz Fantastico anche questo...non posso aspettare la conclusione della trilogia del Cornetto! 8,5
Scott Pilgrim vs. The World E pure questo spacca, dopo TDK è il mio cinecomic preferito...fantastico. 8,5

Sucker Punch 10 per le goocche, 6,5/7 per il film. Non è male alla visione dai...però a trama non si capisce tanto bene, io non ho capito perché lei quando balla va in quella dimensione dove ammazza tutti bah. Ah già, in alcune parti lo slowmotion è inutile.

Nemico Pubblico Grandissimo cast, e bella interpretazione di Depp. Poi la Cotillard :predicatore: 7

Ladri di cadaveri - Burke & Hare Beh...è Landis dai. Capolavoro. :sisi: 8,5

Gargaros
21-07-12, 17:03:10
io non ho capito perché lei quando balla va in quella dimensione dove ammazza tutti bah.

Non va in nessuna dimensione, ma immagina tutto. Pensa che idea ****: una ragazzina degli anni 40 che immagina treni sospesi, robò che neanche Asimov, armi avveniristiche, elicotteri, mecha cazzuti e tanta tanta altra roba. Questo è Snyder.

Un vero peccato che questo film sia stato diretto e scritto da questo stronzo, perché in altre mani sarebbe stato un gran bel film.


EDIT
Ma che cazz... pure la parola fi*a è censurabile :/

James
21-07-12, 17:43:55
Chiamami Aquila by Michael Apted (1981)

90127

"Ernie Souchak è un reporter d'assalto di un giornale di Chicago. Tanto bravo quanto rompiscatole, viene mandato per punizione dal suo direttore a intervistare un'ornitologa che vive sulle Montagne Rocciose in completa solitudine. La donna studia infatti una specie rara di aquila. Il lupo però perde il pelo ma non il vizio e con la sua irruenza il giornalista scompiglia la quiete della studiosa, ma ne conquista il cuore."

Commedia sentimentale con un Belushi più misurato e pacato del solito(come ne I vicini di casa).
Lui viene dalla città,Lei vive in montagna.
Lui fuma ed è irruente,Lei ama la natura ed è rilassata.
I 2 all inizio si odieranno ma poi scoppierà l ammmore e non ci saranno più barriere che li divideranno.Città o Montagna che sia l ammore abbatte tutto.
Da togliere il fiato l ambientazione montanara messa apposta per far contrasto con la cupa e piena di traffici loschi Chicago.Non è difficile innamorarsi di Blair Brown in questo film :sisi: Buona la parte finale col viaggio in treno con Belushi che continua ad allungare il viaggio.Buono dai anche se preferisco il Belushi più cafone.

EthanKun
21-07-12, 18:30:50
Non va in nessuna dimensione, ma immagina tutto. Pensa che idea ****: una ragazzina degli anni 40 che immagina treni sospesi, robò che neanche Asimov, armi avveniristiche, elicotteri, mecha cazzuti e tanta tanta altra roba. Questo è Snyder.

Un vero peccato che questo film sia stato diretto e scritto da questo stronzo, perché in altre mani sarebbe stato un gran bel film.


EDIT
Ma che cazz... pure la parola fi*a è censurabile :/

Dopotutto a me Snyder piace dai :rickds: Sono sicuro che Man of Steel sotto l'occhio di Nolan sarà un capolavoro. :asd:

Togg
22-07-12, 00:10:15
e comunque prima di tornare ho (ri)visto anche questi:

Un'ora sola ti vorrei, Alina Marazzi
l'avevo già visto a palermo. ma su grande schermo è stato meglio assai. Lavoro interessantissimo su materiale di base sorprendente. Se non l'aveve visto vedetelo.

Formato ridotto bla bla, vari
Voci narranti con tonalità tutte sbagliate, peccato. Comunque lo spezzone di Wu Ming 2 è il migliore.

dom87
22-07-12, 10:19:08
CARNAGE

Troppo divertente e schizzato.


EVILENKO

Non so che dire su sto film.Volevo vederlo da una vita.MI è piaciuto e mcdowell fa una parte perfetta.Forse un po pesante pe le scese con i bambini

Sard Jack
22-07-12, 10:56:02
Visti ieri

Biancaneve e il cacciatore
La Theron molto brava, la Stewart un cane, pare la figlia di Cage
Poi in quale universo la seconda è più bella della prima ? :pffs:
A parte questo, film caruccio, ha delle belle immagini e tutto sommato fa il suo dovere, senza infamia nè lode, certo che è abbastanza banalotto in alcuni frangenti

Intervista col vampiro
Questo mi mancava, molto bello, grande recitazione da parte di tutti gli attori (specialmente da una Kristen Dunst giovanissima) forse avrei dato più spazio a Banderas ma chissene.

James
22-07-12, 11:03:11
Million Dollar Baby niente parole solo<3

Carnage
22-07-12, 11:21:03
Up,mi sono quasi commosso

Quattro
22-07-12, 11:35:03
Dopotutto a me Snyder piace dai :rickds: Sono sicuro che Man of Steel sotto l'occhio di Nolan sarà un capolavoro. :asd:

Generalmente schifo i film di Snyder ma per Man Of Steel sono hyppatissimo! :hype:

EthanKun
22-07-12, 13:14:53
Million Dollar Baby niente parole solo<3

>Clint Eastwood
>Capolavoro + Morgan Freeman.

Thanatos
22-07-12, 14:27:15
Ladri di cadaveri - Burke & Hare Beh...è Landis dai. Capolavoro. :sisi: 8,5

Per dare del capolavoro a sto filmetto ce ne vuole di coraggio :rickds:
Poi mi è sfuggito il sillogismo.

Comunque 500 giorni insieme: orrido, insulso, improbabile. Non riesce a strappare neanche una risata, battute scritte da idioti, anzi mi ha fatto anche incazzare per l'abominio che hanno fatto (due volte!) di Here Comes Your Man. Zooey Deschanel insopportabile, credo sia venuta al mondo soltanto per farci apprezzare di più Anna Friel. E nella sua inutilità, ci riesce. Un film che non riesce proprio a strapparsi quell'onta di falso, di costretto e di artificioso come peraltro il doppiaggio italiano involontariamente ci vuole insegnare.
Vorrei infatti conoscere chi se n'è occupato per sputargli in faccia. Sole, cioè SOLE :rickds:

Quattro
22-07-12, 16:04:38
___

The Wrestler. Bello, bello, bello, Rourke semplicemente perfetto. Una storia coinvolgente e toccante, che affronta con crudo realismo e senza esclusione di colpi l'emarginazione, la solitudine e le continue umiliazioni di un uomo costretto ad abbandonare l'unico mondo che conosce, fallendo miseramente nel tentare di inserirsi in una società che ormai non gli appartiene e non comprende più. - 8.5
___


CENSURATO

Non commento. Non commento e censuro.

Rullo
22-07-12, 16:15:34
Per dare del capolavoro a sto filmetto ce ne vuole di coraggio :rickds:
Poi mi è sfuggito il sillogismo.

Comunque 500 giorni insieme: orrido, insulso, improbabile. Non riesce a strappare neanche una risata, battute scritte da idioti, anzi mi ha fatto anche incazzare per l'abominio che hanno fatto (due volte!) di Here Comes Your Man. Zooey Deschanel insopportabile, credo sia venuta al mondo soltanto per farci apprezzare di più Anna Friel. E nella sua inutilità, ci riesce. Un film che non riesce proprio a strapparsi quell'onta di falso, di costretto e di artificioso come peraltro il doppiaggio italiano involontariamente ci vuole insegnare.
Vorrei infatti conoscere chi se n'è occupato per sputargli in faccia. Sole, cioè SOLE :rickds:

vabè ur trolling
(a parte il commento sul doppiaggio)

Quattro
22-07-12, 16:22:01
In effetti la localizzazione è stata piuttosto insensata. Cioè tradurre Summer in Sole ci sta anche per via del finale, ma a quel punto non potevano tradurre anche (500) Days Of Summer in (500) Giorni Di Sole? Evviva la coerenza. :morris82:

Hushabye
22-07-12, 16:25:16
Comunque 500 giorni insieme: orrido, insulso, improbabile. Non riesce a strappare neanche una risata, battute scritte da idioti, anzi mi ha fatto anche incazzare per l'abominio che hanno fatto (due volte!) di Here Comes Your Man. Zooey Deschanel insopportabile, credo sia venuta al mondo soltanto per farci apprezzare di più Anna Friel. E nella sua inutilità, ci riesce. Un film che non riesce proprio a strapparsi quell'onta di falso, di costretto e di artificioso come peraltro il doppiaggio italiano involontariamente ci vuole insegnare.
Vorrei infatti conoscere chi se n'è occupato per sputargli in faccia. Sole, cioè SOLE :rickds:

concordo,filmetto che frega a molti..finale poi comico,sull'amore c'è ben altro ,sempre che uno voglia vedere qualcosa di vero altrimenti va bene questo

Togg
22-07-12, 17:02:02
Non commento. Non commento e censuro.

Mamma mia che sezione ostile che siamo diventati :cat:

Gargaros
22-07-12, 18:06:38
The woman
Certo che bisogna essere proprio degli interdetti per vedere sto film e accusare McKee di misoginia. La morale del film è ben altra. Se il messaggio è forte, il mezzo deve essere forte. Da qui le torture e la pesantezza della storia. Ma la misoginia, diobon, non sta da queste parti. Basta vedere il finale tutto al femminile, basta cogliere i riferimenti a un universo femminile che nella visione di McKee è superiore a quello maschile, che invece è fatto di brutalità, prevaricazione, sadismo, assenza di cuore (emblematica la fine che fa il basterdo* principale). Le donne di McKee partecipano di un segreto ancestrale, animalesco, ma non per questo meno umano dell'umanità calda e riguardosa; ma, ovviamente, essendo un mondo animalesco, è "giusto" che i deboli vengano falciati (mi riferisco alla morte che forse a molti potrà sembrare ingiusta).
Bel film, mi è piaciuto. Attori immensi, da Angela Bettis a Sean Bridgers (stupefacente come riescano a far capire senza fare salti mortali la tensione familiare e i ruoli di marito-padrone e moglie-schiava fin dalle prime battute), e vabbé, Pollyanna Mcintosh, la donna-bestia, che però non l'ho vista sempre convinta nel suo ruolo (a volte si capisce che recita).


*Va là, diciamolo alla Lino Benfi che sennò il forum lo censura.


Generalmente schifo i film di Snyder ma per Man Of Steel sono hyppatissimo! :hype:

Ieri ho visto il trailer. In effetti non sembra il solito Snyder... Chissà!

James
22-07-12, 18:28:35
The woman
Certo che bisogna essere proprio degli interdetti per vedere sto film e accusare McKee di misoginia. La morale del film è ben altra. Se il messaggio è forte, il mezzo deve essere forte. Da qui le torture e la pesantezza della storia. Ma la misoginia, diobon, non sta da queste parti. Basta vedere il finale tutto al femminile, basta cogliere i riferimenti a un universo femminile che nella visione di McKee è superiore a quello maschile, che invece è fatto di brutalità, prevaricazione, sadismo, assenza di cuore (emblematica la fine che fa il basterdo* principale). Le donne di McKee partecipano di un segreto ancestrale, animalesco, ma non per questo meno umano dell'umanità calda e riguardosa; ma, ovviamente, essendo un mondo animalesco, è "giusto" che i deboli vengano falciati (mi riferisco alla morte che forse a molti potrà sembrare ingiusta).
Bel film, mi è piaciuto. Attori immensi, da Angela Bettis a Sean Bridgers (stupefacente come riescano a far capire senza fare salti mortali la tensione familiare e i ruoli di marito-padrone e moglie-schiava fin dalle prime battute), e vabbé, Pollyanna Mcintosh, la donna-bestia, che però non l'ho vista sempre convinta nel suo ruolo (a volte si capisce che recita).


*Va là, diciamolo alla Lino Benfi che sennò il forum lo censura.





Ci starebbe da vedere in sequenza "The Girl next door":sisi:

EthanKun
22-07-12, 18:28:59
Per dare del capolavoro a sto filmetto ce ne vuole di coraggio :rickds:
Poi mi è sfuggito il sillogismo.


Ovviamente sei un'altro che non l'ha capito.

Gargaros
22-07-12, 19:08:42
Ci starebbe da vedere in sequenza "The Girl next door":sisi:

Lo vedrò a bre

p a n z e r
22-07-12, 19:20:45
concordo,filmetto che frega a molti..finale poi comico,sull'amore c'è ben altro ,sempre che uno voglia vedere qualcosa di vero altrimenti va bene questo

qualcosa di vero sull'amore non significa nulla

Hushabye
22-07-12, 19:29:44
qualcosa di vero sull'amore non significa nulla

se mi viene presentato come un film originale che si distacca dal genere,c'entra eccome...500 può anche apparire originale nella forma,concediamoglielo,ma assolutamente scontato e stereotipato nel contenuto..non ha nulla da dire

Rik_drake
22-07-12, 22:40:38
Appena rivisto Matrix. Ragazzi che capolavoro, per me è un 9 pieno

Kal1m3r0
22-07-12, 22:46:10
Finalmente visto Carnage. Meraviglioso :rickds:

knight96-1994
22-07-12, 22:48:42
Visto su SKY Carnage.
Uno spettacolo, uno di quei film che ti lascia col sorrisetto ebete per tutti i minuti che dura.
Adorabile :asd:

Rullo
22-07-12, 22:52:30
qualcun'altro che vuole vedere carnage? :ahsisi:

James
22-07-12, 23:01:57
Scusatemi ma vi ho eliminato i messaggi,era la via più comoda per non modificare i quote.

Togg
22-07-12, 23:40:57
Distretto 13, Carpenter
me lo sentivo che mi sarebbe piaciuto! Comunque sul dvd italiano (e non è il solo di Carpenter) hanno fatto qualcosa di raccapricciante, sceneggiatura praticamente riscritta.

P.S. "un link per scaricare un link" :asd:

James
22-07-12, 23:54:13
Comunque sul dvd italiano (e non è il solo di Carpenter) hanno fatto qualcosa di raccapricciante, sceneggiatura praticamente riscritta.

Ti prego dimmi che intendi la trama scritta sul retro della custodia del dvd:tragic:

Gargaros
23-07-12, 00:36:24
Visto La terza madre di Dario Argento: da mani nei capelli: come rovinare malamente in chiusura una signora trilogia,cedendo al richiamo della CG e lasciando sullo sfondo la protagonista del film: mater lacrimarum,una sorta di squillo che opera in cantina,senza il minimo fascino o inquietudine,come il film del resto.Scene ridicole di pandemia,streghette pseudo-punk da sbellicarsi,gore a fiumi e la solita morbosa attenzione del papà per la figlia Asia (ché se non ci mostri basta una tetta che ci stai a fare lì...).Penoso.

La terza madre è un signor trash. Non voluto, ma sempre trash è :asd:


Uff...l'Argento ultima maniera mi ha spossato.Cmq in definitiva,visti/rivisti:

L'uccello dalle piume di cristallo 8
Il gatto a nove code 7,5
Quattro mosche di velluto grigio 6,5
Il tram 7
Testimone oculare 6
Profondo rosso 8,5
Suspiria 9
Inferno 7,5
Tenebre 8
Phenomena 7,5
Opera 6,5
Due occhi diabolici (il gatto nero) 7
Trauma 5,5
La sindrome di Stendhal 4
Jenifer 6,5
Ti piace Hitchcock? 5,5
Pelts 6,5
La terza madre 4

Non puoi dare solo 7 a Il gatto nero


qualcun'altro che vuole vedere carnage? :ahsisi:

Io io io! :sisi:

Gargaros
23-07-12, 05:13:33
The inkeepers
Convinto dal buon Intrinseco che ne aveva decantato le qualità nell'ultimo Filmbuster(d)s (http://filmbusterds.blogspot.it/2012/07/filmbusterds-episodio6.html), ho dato una visione a questo filmetto horror. Allora, il film diverte (salvo poi diventare tragico alla fine, e qui sono d'accordo con Intr sulla carognaggine del regista/sceneggiatore, purtroppo anche necessaria un un film come questo), ma ha delle falle assurde a livello di scrittura. Le intenzioni di dirigere un horror fuori dagli schemi standard attuali sono palesi: per fare un esempio, West fin dall'inizio strizza l'occhio con ironia agli urli nelle orecchie, quando uno degli albergatori sottopone la collega Paxton a uno di quei video che tanto girano su Youtube, quelli che partono tranquilli e che poi ti fanno appunto saltare sulla sedia col mostro urlante. Sembra volerci suggerire quanto squallidi siano questi trucchetti da due soldi di cui oggi il cinema horror abusa per mancanze di idee. (Peccato però che West medesimo usi un paio di volte questo trucchetto, e intendo che lo usa seriamente, senza l'intenzione di fare critica o ironia. Ma va beh, presumo sia un altro discorso...)
Dove fallisce il film è nell'assenza totale di una trama interessante. E' la classica storia di fantasmi con casa stregata e abitanti che vedono e sentono cose strane fino al finale, che può variare di volta in volta. Ma, ok, scopiazza pure, però ca**o ricordati di darci qualche spiegazione! Ecco, le spiegazioni sono del tutto assenti. O se ci sono, a me sono sfuggite. Il fantasma che inizialmente infesta l'albergo è innocuo, sembra. Poi però ecco apparire altri tre fantasmi, ed è da questi che bisogna stare lontani (parola della medium). Epperò alla fine il fantasma iniziale diventa cattivo. Boh, qualcuno mi spieghi.
Ma c'è di più: perché i fantasmi agiscono in quel modo? Nessuno lo sa, tranne la medium, che però si tiene per sé le rivelazioni che dovrebbe darci. Poco prima ci aveva detto che "Loro vogliono vivere". Quindi vogliono possedere i corpi di chi abita nell'albergo? No, vogliono vivere accanendosi sulla protagonista.
Il finale arriva e aspetto le spiegazioni; ma la medium resta muta alle domande del collega della Paxton, e dice solo "Tanto doveva finire così." Ma perché, Diocristo?
Insomma, le buone intenzioni non salvano nulla se mancano le idee. La Paxton è bravina, imbranata e "difettosa" al punto che ci si innamora. Ma per volere di sceneggiatura farà delle azioni ai limiti della stupidità più abissale (e mi riferisco soprattutto al modo in cui cade nel tranello dei fantasmi).
Ne consegue quindi che a West, pur partendo da intenzioni chiare, il polso falla in fermezza e cade nei peggio cliché scontati da cui voleva tenersi lontano.

James
23-07-12, 11:11:01
Visto La terza madre di Dario Argento: da mani nei capelli: come rovinare malamente in chiusura una signora trilogia,cedendo al richiamo della CG e lasciando sullo sfondo la protagonista del film: mater lacrimarum,una sorta di squillo che opera in cantina,senza il minimo fascino o inquietudine,come il film del resto.Scene ridicole di pandemia,streghette pseudo-punk da sbellicarsi,gore a fiumi e la solita morbosa attenzione del papà per la figlia Asia (ché se non ci mostri basta una tetta che ci stai a fare lì...).Penoso.

Uff...l'Argento ultima maniera mi ha spossato.Cmq in definitiva,visti/rivisti:



Ma questo è grande Cinema

http://www.youtube.com/watch?v=O6AQolHyPvQ&feature=related

Simix92
23-07-12, 11:31:36
allora.... in queste tre settimane a Londra mi sono sparato qualche titolo che volevo vedere da tempo... tutti in lingua originale...

Them
"Il film che ha terrorizzato l'America". Questi americani hanno dei grossi problemi con i film di paura o sbaglio? Noia pura, e sopra tutto dopo un po mi sono chiesto per quale motivo continuassero a scappare invece di battersi... bah. 5

Lost Boys
L'avevo gia' visto ma non me lo ricordavo molto. Nulla di eccezionale ma si lascia guardare. 6+

The Village of the Damned
Uhm... pure questo non e' che mi abbia lasciato a bocca aperta ma non mi ha nemmeno disgustato. 6,5

Tank Girl
Mio dio. Dopo 5 minuti volevo spegnere e spaccare tutto, ma mi hanno costretto a vederlo tutto. Solo la voce della protagonista basta per prendere il dvd e spaccarlo, ma poi anche la stupidita' di tutti i personaggi, non ce ne' uno che si salva... e tutti gli uomini del film sono dei pervertiti :asd: Uno dei piu' brutti film che abbia mai visto. 3

The Machinegun Preacher
Questo mi e' piaciuto parecchio. Anche se so che non e' un giudizio diffuso. Non so... sara' perche' e' una storia vera... sara' preche' in certe scene e' veramente triste, sara' perche' alla fine (secondo me) capisce che Dio non c'e' :asd: .... non so, comunque appena e' finito ho detto "Veramente bello." 7+

Profondo Rosso
Lo vidi tanti anni fa e non me lo ricordavo bene, a parte il finale... assoluto capolavoro.... 8

BenX
Partendo dal presupposto che l'ho visto in lingua originale (olandese) e quindi praticamente ho visto solo le immagini, e' parecchio triste questo, ma molto fico. Consigliato. 7

The Thing
Quello nuovo. Si beh non e' brutto brutto, ma solo perche' e' praticamente identico a quello di Carpenter. Mi hanno lasciato insoddisfatto gli effetti speciali. Quelli di Carpenter, per quanto puo' sembrare strano secondo me erano migliori :ahsisi: 6,5
E per ora mi sembra basta... ma ne abbiamo presi tanti altri dalla libreria :sisi:

Hushabye
23-07-12, 11:46:44
90275

Romance&Cigarettes,2005 Divertente riflessione dolce- amara sull amore:la Winslet sboccatissima si mangia tutti,Walken da risate :rickds: 7+

90276

Sunshine,2007 Carino,ma gli ultimi 20 minuti rovinano.Del resto è Boyle. 6.5

Hushabye
23-07-12, 11:53:43
Finalmente visto Carnage. Meraviglioso :rickds:

epic

http://www.youtube.com/watch?v=1GTDL_NpcnE

Togg
23-07-12, 12:36:10
Sydney, Anderson
embrionale. piaciuto.


Ti prego dimmi che intendi la trama scritta sul retro della custodia del dvd:tragic:

no, intendo il doppiaggio italiano e i sub annessi (che genialmente sono basati sul doppiaggio :nev:). Ed era successa la stessa cosa con they live. E anche altri temo.

---------- Post added at 12:36:10 ---------- Previous post was at 12:33:01 ----------


Mi hanno lasciato insoddisfatto gli effetti speciali. Quelli di Carpenter, per quanto puo' sembrare strano secondo me erano migliori :ahsisi: 6,5


Sono bellissimi in quello di Carpenter :tragic:

Simix92
23-07-12, 13:04:47
allora.... in queste tre settimane a Londra mi sono sparato qualche titolo che volevo vedere da tempo... tutti in lingua originale...

Them
"Il film che ha terrorizzato l'America". Questi americani hanno dei grossi problemi con i film di paura o sbaglio? Noia pura, e sopra tutto dopo un po mi sono chiesto per quale motivo continuassero a scappare invece di battersi... bah. 5

Lost Boys
L'avevo gia' visto ma non me lo ricordavo molto. Nulla di eccezionale ma si lascia guardare. 6+

The Village of the Damned
Uhm... pure questo non e' che mi abbia lasciato a bocca aperta ma non mi ha nemmeno disgustato. 6,5

Tank Girl
Mio dio. Dopo 5 minuti volevo spegnere e spaccare tutto, ma mi hanno costretto a vederlo tutto. Solo la voce della protagonista basta per prendere il dvd e spaccarlo, ma poi anche la stupidita' di tutti i personaggi, non ce ne' uno che si salva... e tutti gli uomini del film sono dei pervertiti :asd: Uno dei piu' brutti film che abbia mai visto. 3

The Machinegun Preacher
Questo mi e' piaciuto parecchio. Anche se so che non e' un giudizio diffuso. Non so... sara' perche' e' una storia vera... sara' preche' in certe scene e' veramente triste, sara' perche' alla fine (secondo me) capisce che Dio non c'e' :asd: .... non so, comunque appena e' finito ho detto "Veramente bello." 7+

Profondo Rosso
Lo vidi tanti anni fa e non me lo ricordavo bene, a parte il finale... assoluto capolavoro.... 8

BenX
Partendo dal presupposto che l'ho visto in lingua originale (olandese) e quindi praticamente ho visto solo le immagini, e' parecchio triste questo, ma molto fico. Consigliato. 7

The Thing
Quello nuovo. Si beh non e' brutto brutto, ma solo perche' e' praticamente identico a quello di Carpenter. Mi hanno lasciato insoddisfatto gli effetti speciali. Quelli di Carpenter, per quanto puo' sembrare strano secondo me erano migliori :ahsisi: 6,5
E per ora mi sembra basta... ma ne abbiamo presi tanti altri dalla libreria :sisi:

ah, va aggiunto
Ghost World
Non e' il mio genere di film, ma non mi e' dispiaciuto. 7

Gouki
23-07-12, 16:46:52
Carnage
Fantastico.

Togg
23-07-12, 17:20:23
Ubriaco d'amore, Anderson
ci si diverte dai. classica particolarità con cazzi familiari, personali e storia d'amore a dare peso.


Carnage
Fantastico.

Bisognava organizzare una visione collettiva per sto film :asd:

Gouki
23-07-12, 17:33:59
Bisognava organizzare una visione collettiva per sto film :asd:

Ma serio, l'hanno visto tutti. :asd:

Hushabye
23-07-12, 17:47:16
ma a settembre quando passò al cinema no??

Sard Jack
23-07-12, 18:29:34
Devo vedermelo 'sto Carnage :asd:

Gouki
23-07-12, 18:39:49
ma a settembre quando passò al cinema no??

Meglio tardi che mai.

Quattro
23-07-12, 20:17:29
___

Il Cigno Nero. Mesi fa lo guardai fino a circa la metà, non sapevo cosa aspettarmi e mi spiazzò abbastanza. Dopo l'ottimo The Wrestler ho deciso di dare un'altra possibilià ad Aronofsky e l'ho rivisto. Sapendo di cosa si trattava, questa volta mi è piaciuto molto. Un film carico di tensioni, stress e paranoie che la Portman trasmette in modo impeccabile. Un film a tratti surreale, in cui realtà e allucinazioni si mescolano senza dare alcun appiglio allo spettatore, calandolo progressivamente nella crescente follia della protagonista. Il tutto accompagnato dall'onnipresente colonna sonora, che riprende le sonorità del balletto del Lago dei Cigni. La regia è ottima, come avevo già letto qua e là su internet, i continui giochi di specchi, i rimandi alla dualità fra Nina e Lily, fra il cigno bianco e il cigno nero, sono molto suggestivi e mai banali. Ottimo. - 8.0
___


qualcun'altro che vuole vedere carnage? :ahsisi:

Io, fra una mezz'oretta. :ahsisi:


Scusatemi ma vi ho eliminato i messaggi,era la via più comoda per non modificare i quote.

Mi sono perso qualcosa? :azz:


CUT

Sunshine,2007 Carino,ma gli ultimi 20 minuti rovinano.Del resto è Boyle. 6.5

Concordo sul finale di Sunshine... Ma rimane un ottimo film di fantascienza a mio parere.

TheMrGmk
23-07-12, 20:25:18
Mi sono perso qualcosa? :azz:

http://www.zeusnews.it/img/0/8/9/3/1/0/013980-hadopi_internauti_pirati.jpg

Quattro
23-07-12, 20:29:09
http://www.zeusnews.it/img/0/8/9/3/1/0/013980-hadopi_internauti_pirati.jpg

Ah ok. :morrisnake:

Quattro
23-07-12, 22:13:19
Visto Carnage, ormai mancavo solo io. :asd:

Che dire carino, dura quanto basta e ha un bel po' di belle battute, però forse mi aspettavo qualcosa di più. Non mi ha mai sorpreso, e le situazioni per quanto ironiche si ripetono un po'. Attori tutti e quattro ottimi come era lecito aspettarsi, Waltz in primis. La Foster però è insopportabile (complice un doppiaggio non proprio eccezionale), io stavo sempre dalla parte di chi la accusava. :asd: - 7.0

EthanKun
23-07-12, 23:27:43
X-Men: Frist Class Bello, fantastico è una gran figata. 7,5 Michael Fassbender come Magneto è awesome.

Jûsan-nin no shikaku - 13 Assassini di Miike. Bello anche questo...impressionante come Miike faccia bei film a distanza di così poco tempo dal film precedente! 7,5

Valhalla Rising Refn è geniale con la cinepresa...la trama ha qualcosa da dire ma non si fa capire molto bene. Si vede che il film non ha bisogno di molti dialoghi...le immagini dicono tutto. 7,5/8

Attack The Block Geniale! C'è del Wright+Penn in questo film quindi mi deve piacere per forza! 8

Lucignolo
24-07-12, 00:46:56
Man on fire (Tony Scott 2004)


Eccellente, davvero.


Quasi certamente il miglior film dopo "Una vita al massimo" del troppo demonizzato fratello di Ridley. Una storia di sentimento incentrato sul rapporto bambina-guardia del corpo. Sentimenti che contrastano fin troppo evidentemente con la realtà del luogo: una Città del Messico dove si ha a che vedere con omicidi e rapimenti all'ordine del giorno e dove la vita umana non ha un valore poi così superiore a quello della droga che si smercia.

Eccezionale come sempre Washington e soprattutto la piccola Dakota Fanning. Preziose le interpretazioni degli attori secondari come Christopher Walken e il nostro Giancarlo Giannini poliziotto.

Notevolissime anche le musiche con la stupenda voce di Lisa Gerrard che riascoltiamo a 4 anni di distanza dal film dello Scott maggiore, Il Gladiatore.


8-

Hushabye
24-07-12, 00:48:50
90413

The Runaways,2010 Bene la Stewart e la Fanning,Shannon è sempre una garanzia..Ost ovviamente affascinante,ma la regia pasticcia un po'.. 6.5

Carnage,2011Me lo sono rivisto in originale vista la mania:sisi:

TheMrGmk
24-07-12, 01:20:22
Adesso l'unico che deve vedere Carnage sono io :asd:

Comunque visto Casotto.. oddio benedetto.. in questo film mostrano un uomo con due peni O_O

Zio Name
24-07-12, 01:50:08
Bicentennial Man (http://en.wikipedia.org/wiki/Bicentennial_Man_%28film%29)

Manly Tears were shed.

TheMrGmk
24-07-12, 02:45:03
Bicentennial Man (http://en.wikipedia.org/wiki/Bicentennial_Man_%28film%29)

Manly Tears were shed.

Oddio l'ho visto secoli fa :|
Lo ricordo un buon film, a te come è sembrato ?

Gargaros
24-07-12, 03:41:36
Succubus - Diabolicamente fatale
Che film scemo. Di serie Z per tecnica, regia, sceneggiatura, storia, attori. Degli attori si salva un cameo di Gary Busey, che appare e scompare nelle vesti di un improbabile cacciatore di demoni. Ma è scemo perché è ridicolo. Non è un film scemo perché vuole esserlo, per intenderci simile a cose come Giovani diavoli o Vacanze di sangue; lo è involontariamente. Ci sono un paio di scene che contraddirrebbero questa tesi (per esempio a un certo punto un crocifisso leviterà senza alcun motivo logico/soprannaturale dal pavimento, il protagonista lo riporta giù dicendogli "Su, cerca di collaborare", perché gli servivano degli amuleti religiosi), ma si capisce che le intenzioni di partenza erano quelle di voler fare un horror leggero sì, ma serio. Senza contare i bachi nella sceneggiatura. Per dirne una, comincia col protagonista che dice "Adamo fu il primo uomo; tanti uomini vorrebbero essere i numeri uno. Io lo sono entrambi" Lui si chiama Adam: quindi è la reincarnazione di Adamo? E Lilith lo adesca per riavere il suo compagno biblico? No: crede che sia il primo uomo solo perché si chiama così.
Un'ora e 30 minuti sprecati.

The girl next door
Mammamia, che brutto film. Che brutto, bruttissimo. Non è un horror come tutti lo etichettano, ma un film drammatico. Una ragazzina viene segregata da una pazza in cantina e sottoposta sevizie una più terribile dell'altra, in un crescendo insopportabile. Il film è fatto proprio bene; dico che è brutto perché al contrario di altri torture movie usa e getta... questo ti fa davvero arrabbiare, ti emoziona, ti scuote, ti fa piangere, ti fa picchiare i pugni su una parete perché vorresti entrare nello schermo e ammazzare di botte quella troi*a! Il merito è senza dubbio dell'attrice in questione, di una bravura marcia come poche nell'impersonare una sadica senza speranze.
Sto scoprendo delle cose interessanti: il film è tratto da un romanzo di Jack Ketchum, da cui hanno tratto pure altre cose, fra cui The woman che ho visto di recente. Un autore da scoprire... Giuro che prenderò qualcosa entro l'anno. Mi frena solo il fatto che sia apprezzato da King; e, io, non è che considero King questo gran palato fine in fatto di gusti letterari...
Per ritornare al film, è tratto da una storia vera, ma i fatti reali sono andati molto diversamente. Le torture presumo furono più brutali. D'altro canto, nel film non viene inquadrato nulla di troppo esplicito.
Bel film, diretto con maestria, scenograficamente perfetto (gli anni 50 sono praticamente lì sullo schermo), ottime musiche e fotografia. Dubito però che lo rivedrò; non voglio più provare tanta rabbia impotente.


Comunque visto Casotto.. oddio benedetto.. in questo film mostrano un uomo con due peni O_O

E non solo. C'è pure la pedofilia, con una giovanissima Jodie Foster (ma com'è capitata in questo film?)...

Bei tempi quando la censura non era così bacchettona come oggi...


Oddio l'ho visto secoli fa :|
Lo ricordo un buon film, a te come è sembrato ?

Se t'interessa il mio parere (t'interessa, vero? Sennò nun me frega 'n gazzo e te lo dico lo stesso), parte bene ma poi finisce a razzo. Ha preso un racconto pieno di malinconia e l'ha accomodato per il pubblico che vuole farsi sentire la favoletta del solito Pinocchio. La prima parte è fedele al racconto, ma quando comincia a diventare uomo pure nei materiali, allora la morale del racconto asimoviano la stravolge completamente. Asimov parlava di un robot umano nel metallo, non di un robot che vive la sua umanità metallica con (come dire?) imbarazzo e senso d'inferiorità e quindi fa di tutto per apparire come gli altri. Se fai così non "insegni" niente all'uomo vero, che dovrebbe imparare a rispettare il diverso per come è, e non per lo sforzo che fa di apparire come "normale". Eppoi che è quella ridicola storia d'amore? -_-

mickes2
24-07-12, 08:52:26
The girl next door
Mammamia, che brutto film. Che brutto, bruttissimo. Non è un horror come tutti lo etichettano, ma un film drammatico. Una ragazzina viene segregata da una pazza in cantina e sottoposta sevizie una più terribile dell'altra, in un crescendo insopportabile. Il film è fatto proprio bene; dico che è brutto perché al contrario di altri torture movie usa e getta... questo ti fa davvero arrabbiare, ti emoziona, ti scuote, ti fa piangere, ti fa picchiare i pugni su una parete perché vorresti entrare nello schermo e ammazzare di botte quella troi*a! Il merito è senza dubbio dell'attrice in questione, di una bravura marcia come poche nell'impersonare una sadica senza speranze.
Sto scoprendo delle cose interessanti: il film è tratto da un romanzo di Jack Ketchum, da cui hanno tratto pure altre cose, fra cui The woman che ho visto di recente. Un autore da scoprire... Giuro che prenderò qualcosa entro l'anno. Mi frena solo il fatto che sia apprezzato da King; e, io, non è che considero King questo gran palato fine in fatto di gusti letterari...
Per ritornare al film, è tratto da una storia vera, ma i fatti reali sono andati molto diversamente. Le torture presumo furono più brutali. D'altro canto, nel film non viene inquadrato nulla di troppo esplicito.
Bel film, diretto con maestria, scenograficamente perfetto (gli anni 50 sono praticamente lì sullo schermo), ottime musiche e fotografia. Dubito però che lo rivedrò; non voglio più provare tanta rabbia impotente.

concordo su tutta la linea, tranne quando dici che è un film bruttissimo, salvo poi giustamente smentirti qualche riga più in basso :icebad:

guardati anche Red di Trygve Allister Diesen, Lucky McKee :sisi:; ci sarebbe anche Offspring (che sarebbe il primo episodio di The woman) però questo non l'ho visto.

naxel
24-07-12, 10:55:03
Moon
Bello, non mi ha convinto moltissimo il finale però.
Comunque giudizio positivo per l'Odissea nello Spazio dei nostri giorni 8

Visto Carnage, ormai mancavo solo io. :asd:

Che dire carino, dura quanto basta e ha un bel po' di belle battute, però forse mi aspettavo qualcosa di più. Non mi ha mai sorpreso, e le situazioni per quanto ironiche si ripetono un po'. Attori tutti e quattro ottimi come era lecito aspettarsi, Waltz in primis. La Foster però è insopportabile (complice un doppiaggio non proprio eccezionale), io stavo sempre dalla parte di chi la accusava. :asd: - 7.0

Anch'io :asd:

Dies Irae
24-07-12, 11:42:40
90452
[REC]3 Genesis **
Inspiegabilmente, Paco Plaza percorre tutt'altra via rispetto ai predecessori e se poco aggiunge molto toglie. Fin dalle prime battute si avverte la forte virata verso il grottesco e più che nel solco di Balaguerò (che comunque ritroveremo in Apocalypse), Plaza sembra fare il verso al cinema di Pablo Parés o di Alex de la Iglesia (ma vengono citati anche La Casa, Demoni e Splatters). Un'occasione sprecata perchè la possessione demoniaca veicolata come un virus avrebbe avuto ancora molto da offrire. Tra l'altro qui si lascia cadere quell'idea suggestiva nel cambio di una imbarazzante visione di angeli caduti (palesati dai riflessi), esagerata quanto la messa in scena. Come se non bastasse, la promessa di prequelare (?) fin dal titolo non viene affatto mantenuta, collocando il tutto in contemporanea alle vicende del primo film con un blando quanto vago riferimento. Poi oh.. preso a se stante potrebbe anche divertire con i suoi eccessi, ma come rip-off appare puerile e per quanto mi riguarda molto deludente.

James
24-07-12, 11:52:03
concordo su tutta la linea, tranne quando dici che è un film bruttissimo, salvo poi giustamente smentirti qualche riga più in basso :icebad:

guardati anche Red di Trygve Allister Diesen, Lucky McKee :sisi:; ci sarebbe anche Offspring (che sarebbe il primo episodio di The woman) però questo non l'ho visto.

Pensa che bel contrasto a guardarsi "Flipped" e dopo " The Girl Next Door":rickds: ah poi tratto da Ketchum ci sarebbe pure "The Lost" da guardare.

mickes2
24-07-12, 13:44:51
90452
[REC]3 Genesis **
Inspiegabilmente, Paco Plaza percorre tutt'altra via rispetto ai predecessori e se poco aggiunge molto toglie. Fin dalle prime battute si avverte la forte virata verso il grottesco e più che nel solco di Balaguerò (che comunque ritroveremo in Apocalypse), Plaza sembra fare il verso al cinema di Pablo Parés o di Alex de la Iglesia (ma vengono citati anche La Casa, Demoni e Splatters). Un'occasione sprecata perchè la possessione demoniaca veicolata come un virus avrebbe avuto ancora molto da offrire. Tra l'altro qui si lascia cadere quell'idea suggestiva nel cambio di una imbarazzante visione di angeli caduti (palesati dai riflessi), esagerata quanto la messa in scena. Come se non bastasse, la promessa di prequelare (?) fin dal titolo non viene affatto mantenuta, collocando il tutto in contemporanea alle vicende del primo film con un blando quanto vago riferimento. Poi oh.. preso a se stante potrebbe anche divertire con i suoi eccessi, ma come rip-off appare puerile e per quanto mi riguarda molto deludente.
opinione condivisibile, ma non darei troppo peso al prequel riuscito a metà, ho visto un film con delle dinamiche robuste e di mestiere, estetica tirata a lucido, make-up di primissima fascia, buone prove attoriali, un paio di discreti pugni nello stomaco e un finale che nel suo piccolo si lascia piacevolmente ricordare. intendiamoci, film di basso profilo, numericamente starei sul 6/6,5, ma in qualche modo lo salvo (o lo voglio salvare ;p)

TR€NO
24-07-12, 17:31:33
geniale il film che ho visto ieri, Carnage :sisi::sisi::sisi:, ambientato tutto in una stanza praticamente.

Zio Name
24-07-12, 17:32:26
Oddio l'ho visto secoli fa :|
Lo ricordo un buon film, a te come è sembrato ?

Era tipo la 10° volta che lo guardavo. Basta come opinione? :sad2:

Quattro
24-07-12, 18:53:24
Bicentennial Man (http://en.wikipedia.org/wiki/Bicentennial_Man_%28film%29)

Manly Tears were shed.

Molto bello, da piccolo lo adoravo. Dovrei rivederlo. Dopotutto è basato su un racconto del Re della Fantascienza!

Marty McFly
24-07-12, 21:13:21
Ricky Bobby.

Come ogni film con Will Ferrel, da morire dal ridere, con gusto e con un attore strepitoso!

Ragazzi sono stato troppo assente....vedo che avete macinato film a manetta:gab:

Quattro
24-07-12, 22:37:34
Soul Surfer, buon film tratto da una storia vera. Se passa in TV dategli una possibilità.

Gouki
24-07-12, 23:37:15
Batman Begins
Rivisto in attesa di "The Dark Knight Rises".
Capolavoro.

Kal1m3r0
25-07-12, 00:22:53
Barton Fink di Joel Coen. Il solito filmone dei Coen, ma ci siamo abituati :sisi:

Trivia: il film ha vinto la Palma d'Oro a Cannes assieme ai premi di Miglior Regia e Miglior Attore (Turturro). Per bilanciare l'exploit, dall'anno successivo venne cambiato il regolamento del festival, decretando che il al vincitore della palma non potesse essere assegnato anche il premio per la miglior regia. Nel 2003 la giuria chiese una deroga al regolamento per poter assegnare sia la palma che la regia a Elephant di Gus Van Sant.

Lateralus
25-07-12, 01:43:07
La leggenda del cacciatore di vampiri
Ho commentato nel suo topic.

Juan of the dead
Divertente horror sugli zombie ambientato a Cuba. :sisi:

knight96-1994
25-07-12, 07:22:41
Full immersion by night :sisi:

Eternal Sunshine Of The Spotless Mind

Sempre più convinto che Carrey sia un bravissimo attore, l'espressività che ha nei film comici si adatta anche ai film drammatici.
Peraltro penso che questo sia il primo film sentimentale non stucchevole che abbia mai visto. E' realistico, pur essendo avvolto costantemente dalla dimensione onirica.
Ottimo, con un finale che gli dà cento punti in più, lasciandomi pure qualche lacrimuccia inattesa.

13 Assassini

Giappone feudale, un gruppo di samurai viene assoldato per eliminare uno spietato aristocratico. Trama semplice ma condita da dialoghi sensati e un ritmo lento ma non troppo, che non cerca di salvarsi mettendo a muzzo combattimenti superflui. Tutto si concentra nella fase finale, un po' esagerata ogni tanto, ma adrenalinica quanto basta.

mickes2
25-07-12, 08:48:14
Barton Fink di Joel Coen. Il solito filmone dei Coen, ma ci siamo abituati :sisi:

Trivia: il film ha vinto la Palma d'Oro a Cannes assieme ai premi di Miglior Regia e Miglior Attore (Turturro). Per bilanciare l'exploit, dall'anno successivo venne cambiato il regolamento del festival, decretando che il al vincitore della palma non potesse essere assegnato anche il premio per la miglior regia. Nel 2003 la giuria chiese una deroga al regolamento per poter assegnare sia la palma che la regia a Elephant di Gus Van Sant.
non sapevo questo aneddoto. iea.

Burton fink per me cmq è solo discreto, lo debbo rivedè



Juan of the dead
Divertente horror sugli zombie ambientato a Cuba. :sisi:
lo vedrò molto presto :sisi:


13 Assassini

Giappone feudale, un gruppo di samurai viene assoldato per eliminare uno spietato aristocratico. Trama semplice ma condita da dialoghi sensati e un ritmo lento ma non troppo, che non cerca di salvarsi mettendo a muzzo combattimenti superflui. Tutto si concentra nella fase finale, un po' esagerata ogni tanto, ma adrenalinica quanto basta.
bella riflessione sulla giustizia, quella umana, l'onore marchiato col sangue, ma narrativamente è troppo diseguale, una prima parte riflessiva atta a delineare un contesto, ma la caratterizzazione dei personaggi non ha la forza di altri film di cui lo stesso 13 assassini richiama alla memoria (Harakiri, I sette samurai) e la seconda parte, maggiormente adrenalinica, è lunga e ridondante oltre i limiti, perdendo di incisività. per me un film discreto.

Togg
25-07-12, 12:19:54
comunque è giusto che non si possa vincere sia il premio più alto che quello per la regia. :kep88:

(domani si sa di Venezia :gab: )

knight96-1994
25-07-12, 15:51:03
bella riflessione sulla giustizia, quella umana, l'onore marchiato col sangue, ma narrativamente è troppo diseguale, una prima parte riflessiva atta a delineare un contesto, ma la caratterizzazione dei personaggi non ha la forza di altri film di cui lo stesso 13 assassini richiama alla memoria (Harakiri, I sette samurai) e la seconda parte, maggiormente adrenalinica, è lunga e ridondante oltre i limiti, perdendo di incisività. per me un film discreto.

Caratterizzazione per molti personaggi assente direi :asd:
Quanto alla battaglia finale, è effettivamente molto lunga, ma non così ridondante da farle perdere senso di esistere. Per me era una sequenza abbastanza godibile.
In ogni caso, non mi allargo sulla valutazione: film discreto anche secondo me.

Hushabye
25-07-12, 16:03:11
90620

Monster,2003- La Theron è solo monumentale , 7.5

90621

American Dreamz,2006- Una satira riuscita, 6.5

Rullo
25-07-12, 20:09:18
non sapevo questo aneddoto. Iea.

Burton fink per me cmq è solo discreto, lo debbo rivedè


lo vedrò molto presto :sisi:


Bella riflessione sulla giustizia, quella umana, l'onore marchiato col sangue, ma narrativamente è troppo diseguale, una prima parte riflessiva atta a delineare un contesto, ma la caratterizzazione dei personaggi non ha la forza di altri film di cui lo stesso 13 assassini richiama alla memoria (harakiri, i sette samurai) e la seconda parte, maggiormente adrenalinica, è lunga e ridondante oltre i limiti, perdendo di incisività. Per me un film discreto.

si scrive barton

Lucignolo
25-07-12, 21:08:22
:.bip:

Gargaros
25-07-12, 22:01:03
The silent city
E' un corto di fantascienza diretto, scritto e "disegnato" da Ruairi Robinson (vedetelo qui (http://www.youtube.com/watch?v=GeF-tDhGtvI)). Insieme a un altro corto successivo, aveva convinto una major USA ad assegnare a Robinson la direzione di Akira, ma poi il neoregista si è dato dietro, non so perché. Adesso è impegnato con un lungometraggio (sempre SF) ambientato su Marte.
Francamente non so che aspettative nutrire sul film lungo. Ho visto i due corti (l'altro si chiama Fifty percent gray e lo potete vedere qui (http://www.youtube.com/watch?v=A_8rLmL_sHA)) e mi hanno detto pochissimo. Silent city vede un gruppo di tre soldati che devono attraversare una città postapocalittica, ma non riusciranno neanche ad avvicinarsi alle propaggini. La regia c'è, ovvio; quello che però mi ha colpito di più sono gli effetti speciali in CGI: non so cosa Robinson (per il 90% è tutta roba sua anche negli effetti) ha aggiunto a quanto di già visto in centinaia di colossal o se ha saputo trattare meglio di altri qualche dettaglio, ma la città e tutta la scena in cui si muovono i tre soldati mi è sembrata ingredibilmente materiale, e quindi vera. Negli altri film ad alto tasso di CGI, invece, tutto è palesemente finto, sintentico e "plasticoso". Quindi ben venga se Robinson curerà gli effetti anche nel film lungo.
Ma le aspettative sono scarse per un altro motivo: Silent City ha sostanza narrativa pari 0. Un corto di 7 minuti non deve essere un pretesto per mettere in scena una piccola scena senza capo né coda. In 7 minuti puoi imbastire una piccola storia, persino una trama stiracchiata. Robinson non lo fa. Quello che fa sembra solo un biglietto da visita per far vedere quanto è bravo nel dirigere e nell'effettistica al PC. Se il corto avesse avuto più sostanza, sarebbe stato migliore. Ma perché non ha storia, ho già dimenticato cosa succede. Per altro si conclude con una cosa strana che avanza verso l'unico sopravvissuto e scaglia lontano dal suo percorso terra e rottami di macchine... Che vordì? Boh.
Ovviamente il lungometraggio avrà una sceneggiatura complessa alla base, ma questa cosa non riesce proprio a spegnere lo scarso apprezzamento del corto e quindi accendere aspettative per il lungo... Sarò illogico? Può essere.

The Poughkeepsie Tapes
Un serial killer filma i suoi delitti. Anni dopo, una rete decide di fare un documentario, inframezzando a interviste a poilizotti, profiler e parenti delle vittime, spezzoni dei filmati del killer.
E' l'ennesimo mokkumentary, che però si arricchisce (ma chissà se era voluta 'sta cosa) di significato quando nell'unica vittima scampata al killer possiamo vederci una metafora dello spettatore moderno, che si nutre di orrori e violenza e inconsciamente ringrazia, mai sazio di sangue, assuefatto alla morte. Ma non so, forse la mia interpretazione è totalmene soggettiva.
Comunque, il film si lascia vedere ed è abbastanza verosimile in tutto. Una cosa che mi ha lasciato deluso è il fatto che dei filmati del killer vengono "opportunamente" evitate le scene più violente. La cosa non darebbe fastidio di per sé (dopotutto è un documentario per la TV), ma dà fastidio perché la violenza nei video viene anticipata da profiler e agenti di polizia che, intervistati, non fanno altro che ripetere di continuo che "le cose che vedrete vi sconvolgeranno, vi turberanno e bla bla bla". Poi vai a vedere e non c'è nulla di tutto ciò. E quindi si resta delusi.

Guinea pig #1
Ho deciso di colmare la lacuna che avevo nella mia cultura cinefila e di vedermi Guinea pig. Questo l'ho visto tutto, Satantango ancora no. Ora scherzatemi tutti :sisi:
Il primo GP mi ha lasciato davvero deluso. Mi aspettavo chissà che, dopo aver letto in rete di effetti speciali "verissimi" tanto da scambiare questa serie per veri snuff. Ma non è così. Il primo GP è palesemente finto, fin da subito, quando sulla ragazza rapita si accaniscono i tre bastardi con un centinaio di schiaffi che le danno di fila sulla guancia sinistra. La guancia della tipa alla fine della tortura avrebbe dovuto essere tumefatta, o ancora meglio tumesfatta, avrebbe dovuto grondare sangue. Invece le appare un lividino intorno all'occhio. Ma la bruttezza dell'episodio risiede in altro: è totalmente gratuito, una lunga serie di violenze una più brutta dell'altra (e una è persino ridicola, oltre che scema) senza alcun motivo logico, a parte vedere "fino a che punto resiste una persona sottoposta a torture". Insomma un episodio senza storia, senza trama, che cerca di trovare nella viiolenza la sua unica ragione di essere. Uno psesudo snuff, insomma, e quindi una cosa inutile e brutta.

Guinea pig #2 Flowers of Flesh & Blood
Per fortuna col secondo episodio le cose cominciano a sollevarsi, e io tiro un sospiro di sollievo perché non vorrei perdere sei ore circa (ogni episodio dura sui 40 minuti) di cose brutte e inutili.
Nel 2 un tizio vestito come un samurai rapisce una disgraziata e, dopo averla legata su un letto, la spoglia e la droga (ovviamente tette e gnugna sono coperte senza alcun motivo da un lenzuolo). Dopodiché, aziona delle lenti colorate e ci mostra, una amputazione dopo l'altra, una sua teoria sulle donne di cui non ho capito bene (purtroppo le versioni che ho beccato avevano i sub in inglese, e ci ho capito pochissimo).
Le amputazioni sono fatte proprio bene, ma a crederlo un vero snuff, bisogna essere degli imbecilli (dico bene, caro Charly Sheen? :asd: ). L'episodio è comunque un vero pugno allo stomaco: la povera ragazza, drogata, non urla neanche, si lamenta e mugugna ma sembra più per l'effetto della droga che per il dolore fisico. E così viva, il tizio la alleggerisce di un pezzo alla volta, prima una mano, poi l'altra, poi dalle spalle in giù, poi le gambe. E' una sequenza di orrori disturbanti, che possono scuotere. Probabilmente fu la messa in scena a scuotere il povero Charly e non la verosimiglianza delle amputazioni... Se fosse così, non riderei più della sua figuraccia.
A proosito, possiamo dire che il secondo GP può essere un precursore del The Poughkeepsie Tapes di cui sopra...

Guinea pig #3 He Never Dies
Col terzo episodio cominciamo a fare conoscenza con l'altra faccia di GP: il comico surreale e grottesco.
Un impiegato depresso e sfigato, decide di uccidersi durante una notte insonne. Ma, tagliatosi una mano, scopre che non può morire. Un vero immortale, insomma. Così, decide di prendersi una sorta di rivincita sul collega figo bello e aitante, quindi gli telefona e lo invita a casa sua: sotto gli occhi agghiacciati del collega, l'immortale si farà letteralmente a pezzi col solo scopo di terrorizzare a morte l'antagonista.
Diciamo che mi ha divertito, ma non tanto. In ogni caso, non mi aspettavo che GP diventasse anche comico...

Guinea pig #4 Devil Woman Doctor
Devil woman doctor è il personaggio che fa da trait d'union per una serie di episodi scollegati fra loro, ma che hanno come elemento in comune la malattia e il disturbo psicologico. La donna dottoressa diabolica in verità è un travestito, ma ha comunque due gambe favolose. Anche questo GP, come il 3, vola spigliato nella commedia nera e nel surreale grottesco, o grottesco surreale se preferite. Si ride, e ci sono delle ideuzze niente male, fra cui uno zombie che vive un idillio amoroso negli ultimi giorni della sua decomposizione, e una strana creatura ubarna... Se l'avesse diretto Kitano, oggi lo conoscerebbero tutti.
Fra i microepisodi, quello dei quattro malati che fanno a gara a chi ha la malattia più "potente" mi ha atterrato letteralemnte :rickds:

Guinea pig #5 Android of Notre Dame
Uno scienziato nano cerca la cura per la sorella malata nel suo laboratorio segreto. Un oscuro fornitore gli fa avere un corpo femminile per i suoi esperimenti, ma ben presto ricatterà lo scienziato, e questi... beh, nessuno dica che la rabbia e la cattiveria di un nano siano proporzionate alla statura :asd:
Il quinto GP strizza l'occhio alla fantascienza europea (il titolo è indicativo), ma la sceneggiatura mostra il fianco a parecchie forzature: per esempio gli esperimenti sul corpo di pocanzi sono del tutto assurdi e stupidi; servono solo a giustificare questo episodio nella serie, che è di base horror, splatterosa e violenta. Ma devo dire che l'ambiguità e le sensazioni che ha messo su mi hanno in parte... emozionato. I giapponesi sanno come titillare le sensazioni, non c'è che dire.

Guinea pigi #6 Mermaid in a Manhole
Un pittore depresso per aver perso la moglie, si rintana ogni tanto nelle fogne. Un giorno, qui troverà una sirena ferita e la porterà a casa. Ma la sirena muore ogni giorno di più per un cancro che se la mangia, con bolle schfose che esplodno rilasciando... colori. Il pittore allora usa questi colori per un ritratto che sta facendo della sirena. Il ritratto muterà di volta in volta, seguendo il percorso di decadenza fisica della creatura. Ma il finale getterà sulla vicenda un'altra verità.
Che dire di GP #6? Che è il più bello, secondo me, perché ha una storia, perché è anche poetico a modo suo, perché è il più disgustoso... e perché mi ha ricordato Imprint di Miike. Se infatti escludiamo ambientazioni, personaggi e storia, la rivelazione finale è la stessa: un personaggio che vive un inferno personale e allucinato per aver commesso cose atroci.
Insomma, bello bello.

Tirando le somme, GP mi ha piacevolmente stupito, perché mi aspettavo di peggio. Invece alcune cose sono buone e qualche idea interessante.



concordo su tutta la linea, tranne quando dici che è un film bruttissimo

Vabbé, ma hai capito perché lo dico. E' un film bellissimo, ma anche bruttissimo. Cioè :sisi:


geniale il film che ho visto ieri, Carnage :sisi::sisi::sisi:, ambientato tutto in una stanza praticamente.

Casotto è più geniale perché è ambientato in un casotto, che è più piccolo.

Buried però stravince :pffs:


Trivia: il film ha vinto la Palma d'Oro a Cannes assieme ai premi di Miglior Regia e Miglior Attore (Turturro). Per bilanciare l'exploit, dall'anno successivo venne cambiato il regolamento del festival, decretando che il al vincitore della palma non potesse essere assegnato anche il premio per la miglior regia. Nel 2003 la giuria chiese una deroga al regolamento per poter assegnare sia la palma che la regia a Elephant di Gus Van Sant.

E' tutto un magna magna
http://i.minus.com/ibvyFp8siYZQw9.jpg

Hushabye
25-07-12, 22:57:09
90711

Conviction,2010- Da aggiungere alla lista''distributori italiani fottetevi''..Storia fortissima,cast solido ma del resto con la Swank si vince facile..pure la locandina è stupenda:tragic::tragic: 7.5

Gouki
25-07-12, 23:05:15
Visitor Q
Geniale, per quasi tutto il film non riuscivo a capire dove volesse parare Miike e alla fine m'è stato tutto più chiaro.
Alcune scene, per quanto malate e perverse, fanno scassare dal ridere.
Veramente un ottimo film, amo sempre di più Miike.

Togg
25-07-12, 23:25:49
Lo specchio, Tarkovsky
come promesso l'ho rivisto, a mente fresca e con il benedetto freschetto di questi giorni. Capolavorissimo. Tarkovsky ha fatto una lavoro da brivido su questo film.

TheMrGmk
25-07-12, 23:33:08
Allora:

Io non credo a nessuno ('75). Bel film west :nev:

Soldi sporchi. Ottimo :sisi:

Premonitions. Bel thriller, forse è l'unica performance della bullock che apprezzo :asd:

Bronson. Film assurdo, consigliato :asd:

Atmosphere
26-07-12, 00:10:06
Lo specchio, Tarkovsky
come promesso l'ho rivisto, a mente fresca e con il benedetto freschetto di questi giorni. Capolavorissimo. Tarkovsky ha fatto una lavoro da brivido su questo film.

La ripresa finale è qualcosa che ti lascia senza parole, ma tutto il film visivamente è stupendo.

Lucignolo
26-07-12, 03:21:36
Bello Soldi Sporchi! Sam Raimi + Bill Paxton + Billy Bob Thornton = Epicness:icebad:



Lo Specchio neanche ne parlo visto che è un capolavoro universalmente riconosciuto ma domani scriverò qualche riga su Scene da un matrimonio (1973) del grandissimo Ingmar Bergman.....a proposito di capolavori....:sisi:

knight96-1994
26-07-12, 08:57:22
London Boulevard

La storia di un uomo appena uscito di galera (Colin Farrell) che viene ingaggiato da una stella del cinema (Keira Knightley) per protezione. Nel frattempo rimane invischiato con un mafioso del luogo.

Il personaggio di Farrell è quanto di più classico si possa proporre: il tipico uomo misterioso alla Max Payne, un duro che non va toccato pena una reazione violenta.
La Knightely invece è superflua: la relazione tra i due è lasciata al caso e raggiunge l'apice con una delle scene di bacio più stupide di sempre. Ma in generale tutta la parte di trama relativa al lavoro per la diva del cinema è poco importante, in quanto in primo piano viene sempre messa la vita con la malavita del protagonista, un succedersi poco coeso di eventi, penalizzati ancor di più dai brevi dialoghi del "cattivone" di turno, che si dilunga con storie della sua vita da giovane, senza che ciò abbia un senso.
In generale non si può dire che annoi, però c'è un senso di insoddisfazione continua, salvo poi risollevarsi con le sequenze che precedono il finale, un finale che è però davvero atroce.

Sinceramente non so se dare la sufficienza.

James
26-07-12, 11:05:44
Offspring by Andrew Van Den Houten (2009)

90768

" In una contea rurale del Maine si aggira, da moltissimo tempo, una feroce banda di assassini composta prevalentemente da bambini molto piccoli, totalmente selvatici, che si spostano continuamente lungo la costa e fino al Canada, depredando case isolate e occasionali campeggiatori. I piccoli, capeggiati da una violenta e sadica coppia di maniaci trogloditi, sono i diretti discendenti di un clan di cannibali che si è lentamente isolato dalla società e, grazie alla particolare conformazione del territorio e alla scarsa comunicazione fra le varie forze di polizia, è sempre riuscito a eludere la cattura. Quando questi selvaggi assedieranno una casa isolata dove risiede una coppia con bambino piccolo, raggiunta poco tempo prima dalla sorella di lei con tanto di figlio al seguito e marito alcolizzato sulle sue tracce, gli eventi precipiteranno lungo un'inevitabile spirale di follia e violenza."

Il film di Van Den Houten colpisce duro,girato con 2 soldi, seppur con un ritmo discontinuo e un make up della tribù cannibale e qualche acconciatura un po' troppo modaiola(in cui spicca la Woman Pollyanna Mcintosh:predicatore:) che lascia a desiderare. Tra rimandi al Serrador di "Ma come si può uccidere un bambino?" e al Deodato di "Cannibal Holocaust" il tutto fila via liscio senza annoiare e condito da un bel po' di scene violente( lo spuntino di cervello pre finale,l incipit, l invasione domestica,gli apparecchi dei bambini e tutta la parte nella grotta). Ci sarebbero delle scene al limite del ridicolo(l autostop, l assalto ai poliziotti,lo schiavo) però indubbiamente non annoia e introduce quello che succederà in "The Woman". Buone le musiche minimali alla Riz Ortolani del film di Deodato.

Darton
26-07-12, 11:36:38
La sottile linea rossa 9,5
a me i film di guerra non piacciono ma questo è sicuramente qualcosa di più. bellissima la scena dell'uccellino (per dirne una)

Il giustiziere senza legge 4
mediocre l'idea e ancora peggio la realizzazione

Hereafter 6
sinceramente non ho capito dove voleva andare a parare il film. una riflessione sulla morte? sulla vita? boh..

Two lovers 7,5
una storia d'amore originale e realistica

Hushabye
26-07-12, 12:03:55
London Boulevard

La storia di un uomo appena uscito di galera (Colin Farrell) che viene ingaggiato da una stella del cinema (Keira Knightley) per protezione. Nel frattempo rimane invischiato con un mafioso del luogo.

Il personaggio di Farrell è quanto di più classico si possa proporre: il tipico uomo misterioso alla Max Payne, un duro che non va toccato pena una reazione violenta.
La Knightely invece è superflua: la relazione tra i due è lasciata al caso e raggiunge l'apice con una delle scene di bacio più stupide di sempre. Ma in generale tutta la parte di trama relativa al lavoro per la diva del cinema è poco importante, in quanto in primo piano viene sempre messa la vita con la malavita del protagonista, un succedersi poco coeso di eventi, penalizzati ancor di più dai brevi dialoghi del "cattivone" di turno, che si dilunga con storie della sua vita da giovane, senza che ciò abbia un senso.
In generale non si può dire che annoi, però c'è un senso di insoddisfazione continua, salvo poi risollevarsi con le sequenze che precedono il finale, un finale che è però davvero atroce.

Sinceramente non so se dare la sufficienza.

Old green fairy, what you've done to me

---------- Post added at 12:03:55 ---------- Previous post was at 12:02:10 ----------




Two lovers 7,5
una storia d'amore originale e realistica

:gab:

Togg
26-07-12, 12:51:56
La ripresa finale è qualcosa che ti lascia senza parole, ma tutto il film visivamente è stupendo.

Tutto tutto. Film potentissimo.

knight96-1994
26-07-12, 15:09:49
Old green fairy, what you've done to me[COLOR="Silver"]


:morristend:?

Hushabye
26-07-12, 16:45:59
:morristend:?

riprendevo il tema dei kasabian..il finale

Robo@nte
26-07-12, 16:58:17
La sottile linea rossa 9,5
a me i film di guerra non piacciono ma questo è sicuramente qualcosa di più. bellissima la scena dell'uccellino (per dirne una)

il più bel film di guerra mai concepito:sisi:

Rullo
26-07-12, 18:34:56
il più bel film di guerra mai concepito:sisi:

dissento

Robo@nte
26-07-12, 19:50:26
dissento
vabbè ma io provo un amore viscerale per questo film....non farci caso:asd:

Gouki
27-07-12, 01:14:32
Jennifer's Body
Uno schifo allucinante.

Scotaliano
27-07-12, 01:38:25
Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno
La mia "recensione" la trovate nel topic apposito.

Gargaros
27-07-12, 10:09:36
Ink
Accidenti che bel film fantastico (non è fantascienza, anche se qualche trovata può farlo pensare). Ed è una produzione amatoriale. Scritto coi controfiocchi, diretto con maestria, musicato il giusto (anche se non c'è un solo secondo di silenzio, e sappiamo tutti che il troppo storpia, e nei migliori dei casi sparisce per abuso di richiesta d'attenzione), recitato benissimo ecc. E' anche abbastanza complicato da seguire, al punto che rischia pure di essere capito male; ma se ci si sofferma un po' a rilfettere alla fine, si scopre che il bandolo della matasa è chiaro e non imbrogliato. Bisogna solo tener presente che queste creature possono spostarsi in diverse realtà parallele e il gioco è fatto.
Non dico di più. Solo una piccola cosa: lo stereotipo dell'uomo di successo che si allontana gradualmente dalla famiglia per troppo lavoro. Ecco, non ha sfiancato e stancato? Per fortuna in Ink viene data una buona giustificazione a questo comportamento (benché non venga spiegata granché bene sul perché un essere malvagio stimoli la psiche del tizio a fare derminate scelte), e quindi non risulta così scontato...
Se vi capita, vedetelo.

Clerks
Fresco, divertente, giovanile, attuale e verosimile. E non aggiungo altro.

Altitude
Che peccato, una buona idea usata male. L'idea è un misto tra il ragazzino immaginoso di Prigionieri di Anthony (Ai confini della realtà), il pilota sognatore di La missione (Storie incredibili) più un gran bel racconto di Arthur Conan Doyle (L'orrore delle altitudini). Forse ci sono altre influenze, ma la mia cultura cinematografica e libresca si ferma qui (vabbé, anche altre storie di Ai confini della realtà si respirano in questa cosa). Dicevo l'idea buona, ma la messa in atto... brrr. Un gruppo di cinque ragazzi parte per un concerto a bordo di un piccolo aereo scarcassato. Ma la destinazione si allontanerà ben oltre l'ora e mezza del viaggio quando cominceranno a succedere cose mooolto strane. Fin qui quasi tutto è ok, a parte l'aver notato la stereotipizzazione fin troppo marcata dei personaggi. In particolare il bullo del gruppo fa venire il nervoso, e ci si chiede come cavolo abbia fatto a farsi accettare da quel gruppo così pacato, educato e simpatico. Una volta in volo, però, specie quando cominciano i primi problemai, la sceneggiatura fa fare e dire cose completamente assurde e anacronistiche ai ragazzi. Per esempio a un certo punto la pilota lascerà i comandi a una ragazza che di aerei non sa una cippa, col solo scopo di parlare vis a vis col suo ragazzo e chiarirsi OCianamente su alcune questioni sentimentali. Va bene che sotto stress facciamo e diciamo cose pazzesce, ma daje, così è troppo. Tra l'altro il bullo di sopra, pur avendo compiuto un gesto di una carognaggine indicibile e aver perso così la ragazza che ivi vola, cambierà da così a così diventando un patatone tenerone quando la tizia ingerirà troppe pasticche per il mal d'ereo rischiando la morte. E a proposito: le pasticche verranno ingerite in un momento assolutamente inappropriato, tecnicamente sbagliato nel continum della storia (immaginate un mostrone che appare sul muso dell'aereo, immaginate lo spavento dei paseggeri; ora immaginate la telecamera che si sposta sulla tizia che dice "Credo di averne ingerite troppe [riferendosi alle pasticche]". Una cosa sbagliatissima e scema: in pratica la tipa ha ingerito le pasticche mentre attorno a lei si scatenava l'inferno.
Taccio sul finale. Taccio pure su uno strafalcione narrativo che potrebbe vincere gli Oscar degli Strafalcioni. Anzi no, non taccio:
tutta la faccenda della tempesta e del mostro aereo la immagina uno dei ragazzi, che prende spunto da quello che ha sotto gli occhi: in questo caso un fumetto. Peccato, però, che i problemi del volo siano cominciati molto prima che lui aprisse il fumetto che si era portato nel viaggio. Quindi non può aver immaginato "spontaneamente" una cosa descritta per filo e per segno nel fumetto!

Zeno
27-07-12, 10:32:54
Lo specchio, Tarkovsky
come promesso l'ho rivisto, a mente fresca e con il benedetto freschetto di questi giorni. Capolavorissimo. Tarkovsky ha fatto una lavoro da brivido su questo film.

Abbravo :stema:

James
27-07-12, 10:44:08
Red by Lucky Mckee & Trygve Allister Diesen (2008)

90901

"Un uomo anziano vive quasi in stato di reclusione con il suo unico amico, il cane Red. Quando per scherzo tre adolescenti lo uccidono, l'uomo va in cerca di giustizia a ogni costo, legale o meno."

Film di vendetta e di attesa,Mckee(cacciato dal set a metà riprese) e Diesen caricano come una molla il film che esplode nel finale.Una ricerca della giustizia che anche quando viene trovata lascia un senso di vuoto ad un Brian Cox che giganteggia per 90 minuti.Quando racconta della moglie e dei figli vengono i brividi.Impossibile non odiare la famigliola benestante capitanata da uno st ronzissimo Tom Sizemore,giusto l epilogo.Bella e crudele la scena in riva al fiume.:sisi:

mickes2
27-07-12, 10:51:47
brava :sisi: davvero un buon film Red, piccolo appunto sulla scena in riva al fiume, forse poteva essere inscenata meglio.

ci sarebbe anche The lost del 2006

p.s. perchè McKee cacciato a metà riprese? :rickds:

James
27-07-12, 10:59:48
brava :sisi: davvero un buon film Red, piccolo appunto sulla scena in riva al fiume, forse poteva essere inscenata meglio.

ci sarebbe anche The lost del 2006

p.s. perchè McKee cacciato a metà riprese? :rickds:

La scena in riva al fiume funziona benissimo così:sisi:
Di "The lost" se leggi qualche post indietro l avevo già scritto,ma è difficile recuperarlo.
Su Mckee non ne ho idea,probabilmente la produzione non era contenta di quello che stava girando.Ha poi finito le riprese Diesen che non mi ricordose era produttore o co sceneggiatore .

Gargaros
27-07-12, 11:19:54
James ultimamante va a pane e McKee :kep88:

Price
27-07-12, 11:45:20
Abraham Lincoln: Vampire Hunter
Bekmambetov orchestra bene l'azione in un film che fa del nonsense la sua arma forte
ripeto, ottime coreografie e combattimenti
una sceneggiatura più solida avrebbe sicuramente giovato alla pellicola e alla comprensione
buono il 3d
bella fotografia
6/

Hushabye
27-07-12, 11:52:33
90910

Detachment,2011- Pessimismo a gogò,stile,cast tra cui Brody in formissima..Stupendo!.. 8

James
27-07-12, 12:10:57
James ultimamante va a pane e McKee :kep88:

Sono i film tratti dai racconti/libri di Ketchum,peccato non abbiano fatto il film di "Off Season" che sarebbe il primo capitolo della trilogia che comprende "Offspring" e "The Woman".Mckee non mi dispiace per niente come regista:sisi:

Avere Vent' Anni by Fernando Di Leo (1978)

90913

"Due provinciali ventenni, Tina e Lia, giungono in città in autostop. Non sanno nemmeno loro che cosa vogliono e allora si aggregano a una comune dove c'è di tutto: droga, sesso, ragazza-madre con tre gemelli a carico, un confidente della polizia, ecc. "

Film strano questo di Di Leo,visto in versione uncut,tra erotismo,realismo,libertà sessuale e portavoce di un messaggio femminista un po' come succederà con "Thelma e Louise" anche perchè i maschi in questo film non vengono dipinti bene e non approvano la libertà delle 2 protagoniste(il finale). La Guida e la Carati sono stupende,tutto il film regge sul loro rapporto e le loro avventure a sfondo sessuale.Alcune cose sono divertenti e vanno a segno : la vendita dell enciclopedie con la famosa frase "Dica Cultura","Un pacchetto di Marlboro e le faccio un pimpino ",nella comune si gira un film sul femminismo e nell altra stanza la Carati ci stà dando dentro. Per il resto uno potrebbe vedere il film come la storia di 2 vacche che la danno a destra e sinistra(in parte è vero) però Di Leo nella parte finale porta il tutto su un altro binario inserendo una stupenda scena Rape (censurata ai tempi)che ci stà benissimo(andiamo su queste la fanno annusare a mezza Roma e nessuno se la prende).Ottime le musiche di Campanino anche se troppo invasive.

Togg
27-07-12, 12:51:04
Non cadranno foglie stasera, co-Tarkowsky
semplice. un po' di critica alla rimozione della guerra. vedibile.



Detachment,2011- Pessimismo a gogò,stile,cast tra cui Brody in formissima..Stupendo!.. 8
ne ho sentito bene ma ho troppe ocse da vedere adesso :morristend:

Xenoheart
27-07-12, 12:57:03
Benvenuti al Nord
Non mi è piaciuto quanto Benvenuti al Sud che potrei guardare 10 volte di fila, però si fa vedere con piacere e strappa anche qualche sorriso...2 orette passate bene :sisi:

Simix92
27-07-12, 14:22:14
7,5Sucker Punch
Bah.... non e' certo il mio genere di film... ma non e' osceno. 6-

The Company of Wolves
Non lo so... nemmeno questo mi ha convinto... xD 5+

Fuga da Los Angeles
Ero convinto fosse il primo, invece ho capito dopo poco che si doveva trattare per forza del secondo, perche' il primo l'avevo visto e mi era piaciuto molto di piu'. 6-("Chiamami Iena" ripetuto 50 volte ha alzato il voto del film :asd:)

Le Iene
Poco da dire. Mi sono pentito di non averlo visto prima. 8


Rango
Bello. Era da tempo che non vedevo un film d'animazione. 7,5

Repo: The genetic opera
Sicuramente NON e' il mio genere di film. Ma ho visto di peggio. Di molto peggio. 6

E' stata una settimana un po' moscia...

Togg
27-07-12, 17:23:32
L'infanzia di Ivan, Tarkovsky
Non sorprende che la sinistra italiana dell'epoca non ne capì un'h. Direi che Sartre con il suo articolo ha colto in pieno quello che Tarkovsky è riuscito a fare, magistrale (e quanto è bravo l'attore che fa Ivan?).
9

mickes2
27-07-12, 18:03:28
L'infanzia di Ivan, Tarkovsky
Non sorprende che la sinistra italiana dell'epoca non ne capì un'h. Direi che Sartre con il suo articolo ha colto in pieno quello che Tarkovsky è riuscito a fare, magistrale (e quanto è bravo l'attore che fa Ivan?).
9

ce l'ho da una vita in dvd, lo metto su nei prossimi giorni :sisi:

Atmosphere
27-07-12, 18:10:04
L'infanzia di Ivan, Tarkovsky
Non sorprende che la sinistra italiana dell'epoca non ne capì un'h. Direi che Sartre con il suo articolo ha colto in pieno quello che Tarkovsky è riuscito a fare, magistrale (e quanto è bravo l'attore che fa Ivan?).
9

Quel bambino ha fatto una recitazione della madonna:ahsisi:

Togg
27-07-12, 18:32:58
Quel bambino ha fatto una recitazione della madonna:ahsisi:

cazz, io già dall'inizio volevo urlare "MA E' BRAVISSIMOOOOOOO!!!".
Senza di lui il film non esiste.

---------- Post added at 18:32:58 ---------- Previous post was at 18:32:15 ----------


ce l'ho da una vita in dvd, lo metto su nei prossimi giorni :sisi:

non mi dire che hai la criterion :P (mi pare di ricordare che l'avevi comprata, maledetto)

Gouki
27-07-12, 19:31:40
The Dark Knight
Rivisto in attesa dell'ultimo capitolo della Trilogia.
Capolavoro.

mickes2
27-07-12, 19:44:06
non mi dire che hai la criterion :P (mi pare di ricordare che l'avevi comprata, maledetto)
nono magari, ho il dvd italiano della General video :sisi: (tra l'altro io aspetto fortemente Stalker in BD)

Togg
27-07-12, 20:58:48
Tempo di viaggio, Tarkovsky - Tonino Guerra, immagini di Luciano Tovoli (Suspiria, Professione Reporter)
un bel documentario. ottimo per imparare la differenza tra un regista maestoso e un italioto banale intriso di pseudo romanticità. Tonino Guerra facce il piacere. (speriamo non abbia rovinato il film che seguirà :tragic: )


nono magari, ho il dvd italiano della General video :sisi: (tra l'altro io aspetto fortemente Stalker in BD)
mmmm, ce l'hai uno screen da farmi vedere? Non vorrei che in questa versione tu non ti goda lo *spettacolare* b/n.

(Stalker in BD slurp. Il dvd che ho è già superlativo comunque.)

---------- Post added at 20:58:48 ---------- Previous post was at 20:56:57 ----------



E quanto sono belle le sequenze del bacio rubato nel betulleto e dei cavalli e delle mele.potente poesia visiva:tragic:


Tutto bellissimo e potentissimo :tragic:

Pedro92
27-07-12, 23:33:56
Appebna visto Punch-drunk love, di PT Anderson. Che dire, mi è piaciuto veramente molto.

Togg
28-07-12, 00:20:47
Appebna visto Punch-drunk love, di PT Anderson. Che dire, mi è piaciuto veramente molto.

Sono contento :sisi: E gli altri? Tutti visti?

Zio Name
28-07-12, 01:01:28
Paprika (http://en.wikipedia.org/wiki/Paprika_%282006_film%29)

Visto a casa di un'amica assieme al resto della compagnia. Era la econda volta che lo vedevo ed è molto più intrippato psicologicamente di quello che ricordavo, il che non fa che renderlo ancora di più un filmone.

DonZaucher
28-07-12, 01:28:10
http://images.movieplayer.it/2011/11/21/millennium-uomini-che-odiano-le-donne-la-locandina-italiana-del-film-223629_medium.jpg

Millenium - Uomini che odiano le donne di David Fincher

Un bel thriller, mi è piaciuto. Fincher non sbaglia con questo genere, ma c'è stata una caduta di stile non indifferente verso la parte finale riguardante il cattivo, mal rappresentato, un po' troppo convenzionale in certi aspetti, e a tratti da b-movie.
Tuttavia non so se attribuire la colpa al regista o al romanzo, visto che non l'ho letto.
L'inizio è un po' lento, ma dopo la prima mezz'ora tiene col fiato sospeso per tutta la durata del film (quasi 3 ore)
Per il resto nulla da eccepire, il film si risolleva con il finale vero e proprio, e nel complesso scorre bene, nonostante qualche calo del ritmo narrativo; mi è piaciuta lei, un po' meno Craig; da segnalare l'ottima fotografia, soprattutto negli esterni, dove il merito è anche dei paesaggi.
Colonna sonora atipica ma funzionale: menzione d'onore per i titoli di testa accompagnati dai Led Zeppelin, molto d'impatto, e per Orinoco Flow verso la fine.
Devo rivedermelo in home video, poichè avendolo visto al cinema ho paura (come spesso mi accade) di essermi perso qualche sfumatura.

7/8

Gouki
28-07-12, 02:10:11
Evangelion: 2.22 You Can (Not) Advance
Spettacolare davvero, un filmone pazzesco.

James
28-07-12, 12:06:42
Appebna visto Punch-drunk love, di PT Anderson. Che dire, mi è piaciuto veramente molto.

"Punch Drunk Love" è un Capolavoro,con un Adam Sandler che non reciterà mai più così:sisi: (Reign over me e Spanglish si avvicinano ma sono distanti come prova)

---------- Post added at 12:06:42 ---------- Previous post was at 11:59:01 ----------


Concettualmente il più bello tratto da ketchum,proprio perché si concentra più che sulla vendetta,sulla giustizia,valore alto
The lost si trova

Mamma mia la carati e la gloriona nel film di Di Leo
Ma lo sai che la versione intonsa penso di non averla mai vista

:rickds: Che stupido,c'è il Dvd ita di "The Lost" vado alla ricerca:sisi:
Quando avrò visto anche quello potrò stilare una classifica dei Ketchum 's Movies.Sarà dura perchè sia "Red","The Girl Next Door" e "The Woman" mi sono piaciuti molto ed ho apprezzato il gore e la violenza di "Offspring".

Per quanto riguarda "Avere Vent'anni" è un bene non aver visto la versione intonsa,Di Leo voleva questa versione Uncut.Capisco perchè poi la Carati(impalata<3)si è data al cinema Hard:rickds: e bravo Dorelli che si è preso la Guida.

David Fuckin' Rose
28-07-12, 12:32:28
Ora vedo "Non è mai troppo tardi" :sisi:

Kal1m3r0
28-07-12, 13:25:53
Evangelion: 2.22 You Can (Not) Advance
Spettacolare davvero, un filmone pazzesco.

Quindi devo ripredere in mano Evangelion e finire di vedere Rebuild?:morris82:

Gouki
28-07-12, 14:32:12
Quindi devo ripredere in mano Evangelion e finire di vedere Rebuild?:morris82:

Decisamente sì, poi a novembre esce pure il terzo film, quindi hype a manetta. :nfox:
Comunque sia:

Tokyo Sonata
Film magnifico che mostra i problemi che conseguono la perdita del lavoro e la difficoltà nel ritrovarne uno, ma questa è solo una piccola parte di trama perché poi ci saranno altri risolti veramente drammatici che vi lasceranno allibiti.
Sa come coinvolgere e sa anche come fare male, in certe occasioni, colpendo lo spettatore con violenti pugni allo stomaco.
Davvero splendido, un film che tutti dovrebbero vedere.

Pedro92
28-07-12, 16:11:14
Sono contento :sisi: E gli altri? Tutti visti?

Mi manca Boggie nights e Sydney. Il petroliere è uno dei miei film preferiti, mentre Magnolia me lo sono rivisto qualche giorno fa, molto bello anche questo.


"Punch Drunk Love" è un Capolavoro,con un Adam Sandler che non reciterà mai più così:sisi: (Reign over me e Spanglish si avvicinano ma sono distanti come prova)[COLOR="Silver"]


Concordo, la migliore prova di Adam. :sisi:

mickes2
28-07-12, 16:17:00
Tokyo Sonata
Film magnifico che mostra i problemi che conseguono la perdita del lavoro e la difficoltà nel ritrovarne uno, ma questa è solo una piccola parte di trama perché poi ci saranno altri risolti veramente drammatici che vi lasceranno allibiti.
Sa come coinvolgere e sa anche come fare male, in certe occasioni, colpendo lo spettatore con violenti pugni allo stomaco.
Davvero splendido, un film che tutti dovrebbero vedere.
se non è capolavoro poco ci manca, film bellissimo che, oltre alla commovente e dignitosa ricerca di un posto di lavoro, allarga gli orizzonti documentando il declino, sociale ed economico, e lo smarrimento di un Paese, una generazione, una famiglia. Kurosawa è particolare, vidi un suo horror/thriller qualche tempo fa, ma mi strangolò le balle, ma Tokyo sonata è straordinariamente compiuto, completo, formalmente elegante, lirico, dal linguaggio sobrio (quasi in stile Ozu) ma fortissimo nei sentimenti.

Gouki
28-07-12, 16:18:57
se non è capolavoro poco ci manca, film bellissimo che, oltre alla commovente e dignitosa ricerca di un posto di lavoro, allarga gli orizzonti documentando il declino, sociale ed economico, e lo smarrimento di un Paese, una generazione, una famiglia. Kurosawa è particolare, vidi un suo horror/thriller qualche tempo fa, ma mi strangolò le balle, ma Tokyo sonata è straordinariamente compiuto, completo, formalmente elegante e lirico.

Concordo con te, mickes.
Per l'Horror, se è Kairo, ti consiglio di riguardalo appena hai tempo perché è un film che merita tantissimo.

Lucignolo
28-07-12, 17:50:14
Mi manca Boggie nights e Sydney. Il petroliere è uno dei miei film preferiti, mentre Magnolia me lo sono rivisto qualche giorno fa, molto bello anche questo.



Boogie Nights puoi tranquillamente non vederlo...è un mezzo fiasco..:sisi:

James
28-07-12, 18:11:30
Boogie Nights puoi tranquillamente non vederlo...è un mezzo fiasco..:sisi:

Stai a Trollà?

Lucignolo
28-07-12, 18:31:55
No, però m'è piaciuto molto Burt Reynolds.:chris:

Legion
28-07-12, 18:36:56
Evangelion soffre del vizio originario di non essere un granché :asd:
I rebuild sono belli tecnicamente però :nfox:

Rullo
28-07-12, 18:51:17
Boogie Nights puoi tranquillamente non vederlo...è un mezzo fiasco..:sisi:

ma per piacere

Lucignolo
28-07-12, 18:54:07
ma per piacere


Per piacere cosa? Lo trovo un' opera minore di Anderson, tutto qua

Legion
28-07-12, 19:00:22
Andreson è un genio. Bisogna essere geni per uscirsene a 29 anni con un film come Magnolia.

Lucignolo
28-07-12, 19:01:26
Andreson è un genio. Bisogna essere geni per uscirsene a 29 anni con un film come Magnolia.

Su questo siamo tutti d'accordo:ahsisi:

Togg
28-07-12, 20:09:55
Andrei Rublev, Tarkovsky
anche questo, maestoso. Il tempo che Tarkovsky ricrea è vero, quella *è* la russia del 400. il modo in cui le persone problematizzano se stesse e il mondo che le circonda. ma oltre a dirci qualcosa di vero sul quel tempo Tarkovsky sa prendere i personaggi, le loro storie, e declinarli nell'universale. L'ultimo capitolo, quello della campana, merita da solo infinite lodi. Ovviamente regia/fotografia ai massimi (che nel caso del nostro vuol dire standard).

P.S. sfido mickes a farsi spedere il blu ray dalla russia (è fattibile ed ha i sub eng), io me lo sono goduto.


Mi manca Boggie nights e Sydney. Il petroliere è uno dei miei film preferiti, mentre Magnolia me lo sono rivisto qualche giorno fa, molto bello anche questo.


Boggie nights è perfetto. Sydney appena visto e merita anche.

mickes2
28-07-12, 20:32:34
ma esiste il blu ray di andrei rublev? :O cmq anche questo ce l'ho nel cofano General video, dopo guardo L'infanzia di ivan e ti faccio sapere la qualità, dovrebbe essere l'edizione restaurata cmq.

Togg
28-07-12, 20:44:51
ma esiste il blu ray di andrei rublev? :O cmq anche questo ce l'ho nel cofano General video, dopo guardo L'infanzia di ivan e ti faccio sapere la qualità, dovrebbe essere l'edizione restaurata cmq.
esiste esiste :D Si può importare dalla Russia, avevo trovato un topic su internet. I sub sono solo eng ma se uno conosce il film si può fare.

Lucignolo
28-07-12, 22:09:27
Bellissimo Andrei Rublev.....forse il capolavoro di Tarkovsky:ahsisi::gab:


E censuratissimo dal governo sovietico di allora se non erro

TheMrGmk
28-07-12, 22:11:08
Amityville possession (1982- Damiano Damiani). Bel film horror sull'onda de l'esorcista, più che paura trasmette ansia, ma l'ho comunque apprezzato non poco :sisi:

James
28-07-12, 22:13:02
Amityville possession (1982- Damiano Damiani). Bel film horror sull'onda de l'esorcista, più che paura trasmette ansia, ma l'ho comunque apprezzato non poco :sisi:

Bello! e c è pure l incesto:sisi: E poi Burt Young come protagonista.:rickds:

Gouki
29-07-12, 03:02:09
Crows Zero 2
Gran figata di film, bello tosto e pieno di mazzate.

Togg
29-07-12, 04:01:28
E censuratissimo dal governo sovietico di allora se non erro

Storia complicata, su wiki eng è ripresa punto per punto. Il governo sovietico osteggiò il film in tutti i modi prima dei tagli, durante e dopo. Nemmeno loro sapevano bene quale fosse "il problema". Perché il problema era ovviamente tutto. Tarkovsky subì certamente pressioni esterne ma sono convinto che la versione finale (il cui minutaggio può essere calcolato in vari modi a seconda di quanti fps vengano utilizzati) sia LA versione. Credo di essermi fatto un'idea della persona e se dice che i tagli che ha fatto alla fine li ha ritenuti giusti credo che ci possiamo fidare:




Nobody has ever cut anything from Andrei Rublov. Nobody except me. I made some cuts myself. In the first version the film was 3 hours 20 minutes long. In the second — 3 hours 15 minutes. I shortened the final version to 3 hours 6 minutes. I am convinced the latest version is the best, the most successful. And I only cut certain overly long scenes. The viewer doesn't even notice their absence. The cuts have in no way changed neither the subject matter nor what was for us important in the film. In other words, we removed overly long scenes which had no significance.

We shortened certain scenes of brutality in order to induce psychological shock in viewers, as opposed to a mere unpleasant impression which would only destroy our intent. All my friends and colleagues who during long discussions were advising me to make those cuts turned out right in the end. It took me some time to understand it. At first I got the impression they were attempting to pressure my creative individuality. Later I understood that this final version of the film more than fulfils my requirements for it. And I do not regret at all that the film has been shortened to its present length.

Per curiosità le scene tagliate (che si possono trovare nell'edizione Criterion) potrei anche vederle. Ma non è una priorità né riesco a trovarle.

---------- Post added at 04:01:28 ---------- Previous post was at 03:56:46 ----------


:sisi:
E aggiungo uno dei più bei film in costume di sempre:cat:


Credo di preferirlo addirittura a Barry Lyndon, che ho rivisto da poco e mi è piaciuto un botto.

Gargaros
29-07-12, 09:08:18
Spiderman 1
Se Raimi avesse avuto meno fiato sul collo della marvel avrebbe diretto qualcosa di più personale, ne sono ziguro. Ma comunque anche come modesto lavoratore fa la sua figura. Bel film, forse troppo lungo, ma mai noioso e a tratti divertente. La responsabilità del supereroe tratta con delizia, e un po ci fa capire che avere superpoteri non deve essere qusto granché. SM fatto al PC non si può vedé...

Spiderman2
Più sbarazzino del primo, anche perché alla fine quelle summenzionate responsabilità trovano requie. E anche un supereroe ha bisogno di fi*a... Questo film è interessante perché ha come villain uno dei peronaggi più ridicoli cagati da Stan Lee: quell'Octopus che per illogicità biofisiche, chiede fin troppo alla sospensione dell'incredulità. Octopus è un essere umano fatto di carne e ossa, eppure prenderà mazzate su mazzate senza subire una frattura o un graffio, e solleverà tonnellate coi suoi braccini metallici come se la spina dorsale e le gambe (assolutamente non rinforzate da NIENTE) nei sollevamenti dei pesi non avessero punta importanza. certo, stiamo parlando di un fumetto con cose di per sé assurde, ma che diavolo c'entra? Anche nel contesto più improbaile deve sussistere un certo grado di plausibilità. Spiderman è superuomo rinforzato e durevole, eppure perde sangue e si graffia, perde pure i sensi; sto stronzo con quattro braccini de fero, invece, sembra un dio sceso in terra, daje.

I rubacchiotti
E se lo vogliono vedere i miei nipotini, e che ci posso fare? Quindi me lo vedo pure io. Anche perché questo è un film stupendo. Chi ha steso la frettolosa scheda su Mymovies è un IDIOTA TOTALE, non mi vergogno a dirlo pubblicamente e anzi invitatelo qui se qualcuno lo conosce, perché gliela dico pure in faccia 'sta cosa. Una patina di vecchio, ma che minchia dici? Il film è volutamente "vintage", è una scelta consapevole e affatto inutile, perché carica la pellicola di quell'atmosfera di antichità raccolta dei camini, dei nonni che raccontano una fiaba, di candele e calore favolistico. Vedi I rubacchiotti e, seppure mostra un cellulare e una città sullo sfondo che traspare atmosfera steampunck da tutti i lati (con palazzi altissimi e dirigibili; sembra di vedere uno scorcio di Metropolis, anche se tutt'altro che cupo e depresso), ti sembra di vivere in quel tempo ottocentesco o primo novecentesco in cui sono ambientate quasi tutte le migliori storie per l'infanzia, da Un canto di Natale a Peter Pan, da Marry Poppins a Oz.
Per "patina di vecchiezza" forse il signor Zappoli si riferiva agli effetti speciali? Macché: pure senza l'ausilio della CGI gli effetti in questo film sono assolutamente gustosi e credibili. La maniacalità con cui viene curata la qualità della luce (che per forza di cose deve essere uniforme sia nelle scene in piccolo dei rubacchiotti che in quelle in cui si muovono persona normali) è una cosa che oggi neanche nei colossal con screen green. Il mondo dei rubacchiotti è pieno di oggetti in scala maggiorata (cioè quelli che usiamo noi) dettagliati e verosilmili: si guardi solo il ghiaccio che rischia di schiacciare Arrietty e babbo nel frigorifero. I rubacchiotti vengono inseriti in realtà ampie senza alcuna difficoltà tecnica, e mi risultano più credibili e materiali delle tante cazzate in CGI che fanno oggi. Solo quando le manone di Ocius Potter devono per forza essere ingigantite ho notato la loro eccessiva aria di plastica, ma per fortuna appaiono in due sole scene e così fugaci che non guastano del tutto la sospensione dell'incredulità. La storia si svolge in una sola giornata, ma per i rubacchiotti è un'odissea. Attori superbi (John Goodman irressistibile e tutti potrebbero affezzionarsi alla scavezzacolla Arrietty) effetti speciali stupendi, scenografie e sfondi affascinanti. Che minchia vuole di più il succitato recensore? La diabolica CGI? L'ambientazione realistica ai giorni nostri?



Amityville possession (1982- Damiano Damiani). Bel film horror sull'onda de l'esorcista, più che paura trasmette ansia, ma l'ho comunque apprezzato non poco :sisi:

La scena col mostro lovecraftaino che sbuca da una botola sarà citata (anzi, plagiata) da Sclavi nell'ultima storia del primo Almanacco della paura :sisi:

Togg
29-07-12, 15:21:50
The killers, Tarkovsky (corto)
bello!

Il rullo compressore e il violino, Tarkovsky
anche questo da vedere.

David Fuckin' Rose
29-07-12, 17:56:50
Ora vedo "Non è mai troppo tardi" :sisi:

Visto, piaciuto parecchio. 8 :sisi:

E poi ho visto anche "About Schmidt", mh.... 7+

Lucignolo
29-07-12, 21:18:32
In "A proposito di Schmidt" Nicholson regala probabilmente la miglior performance insiema a quella di "The Departed" dei film che interpretato dal 2000 a oggi:ahsisi: (vittoria golden globe)

Pedro92
29-07-12, 21:20:22
Dodgeball, divertentissimo :rickds: ben stiller fa ridere qualsiasi cosa faccia :rickds::rickds:

Armatus
29-07-12, 22:46:35
scream 4.... chiamarlo horror è un insulto, direi genere comico :sisi:

zombie apocalypse ... carino lo suggerisco, poi c'è Gamberonedi "my name is Earl":rickds::rickds:

David Fuckin' Rose
30-07-12, 00:56:13
In "A proposito di Schmidt" Nicholson regala probabilmente la miglior performance insiema a quella di "The Departed" dei film che interpretato dal 2000 a oggi:ahsisi: (vittoria golden globe)

Sìsì, ma Jack mi è piaciuto molto. Il film un po' meno.

gioconct
30-07-12, 15:43:14
La "trilogia" (se così può essere chiamata) Universal soldiers- i nuovi eroi- the return- regeneration.

Ovviamente non sono stati visti di seguito perchè i film di Van Damme dopò un pò rompono, ma se volete passare una serata con il protagonista che mena a tutti quelli che respirano e gnocche sconosciute ma passabili potrebbe fare a caso vostro.
Da vedere solo con il cervello in modalità off.
Voto: 5.5

Togg
30-07-12, 19:05:07
Nostalghia, Tarkovsky
scommetto che tutte le cose meno convincenti le ha scritte quel cretino di Tonino Guerra :chris:

Zeno
30-07-12, 23:54:49
Nostalghia, Tarkovsky
scommetto che tutte le cose meno convincenti le ha scritte quel cretino di Tonino Guerra :chris:

mò addirittura cretino?

Gouki
31-07-12, 00:02:16
Cure
Ottimo thriller psicologico che ti trascina in un vortice di follia dall'inizio fino all'inquietante finale.

Lateralus
31-07-12, 00:08:18
Dredd
Non conoscevo e tuttora non conosco il fumetto ma il personaggio mi è piaciuto moltissimo fin da subito. Anche l'ambientazione è fantastica. L'unica cosa che non mi ha convinto completamente è il lato troppo ''action'' classico. Con Stallone protagonista non poteva essere altrimenti. Anche la trama è piuttosto lineare e semplice.
Confido molto nel remake.

Togg
31-07-12, 00:13:50
mò addirittura cretino?

Lo detesto ;p (e ha davvero rovinato parte della sceneggiatura imho)

Zeno
31-07-12, 01:17:47
Lo detesto ;p (e ha davvero rovinato parte della sceneggiatura imho)

approfondirò :sisi:

Lucignolo
31-07-12, 01:28:13
Per me il film più che Guerra lo rovina molto di più l'attrice italiana (Domiziana Giordano che ho rivisto all'isola dei famosi:bah!::morristend:), ma cmq siamo ancora ad alti livelli:ahsisi:

Gran bel film per me, lontano dai fasti del regista ma ugualmente apprezzabile in pieno :gab:

Togg
31-07-12, 03:20:36
Il villaggio dei dannati, Carpenter
qualcuno mi spieghi perché si mette a girare queste sceneggiature spazzatura :( mamma mia che talento sprecato. uno schifo di film.


approfondirò :sisi:

se non l'hai visto vediti Tempo di viaggio. c'è la gestazione della componente italiana (buona) di Nostalghia. e vedrai anche Guerra in tutto il suo non-spessore.


Per me il film più che Guerra lo rovina molto di più l'attrice italiana
lei non è un granché, vero. Ma se avesse avuto solo battute convincenti sarebbe andata, il problema è cosa le mette in bocca Guerra (lo so che è stato lui! LO SO!!)...

Hushabye
31-07-12, 12:06:06
91277

Margaret,2011- In realtà girato nel 2007,ci ha messo un po' ad uscire...Minestrone senza sapore, 5

91279

Cinderella Man,2005 Howard ti amo :sisi:, 8

91280

Veronika Decides To Die,2009- Un po' più freddino rispetto alle precedenti visioni,forse non ero nella giusta predisposizione. 6.5

91281

Alpha Dog,2007- 7

naxel
31-07-12, 16:03:04
Will Hunting (Van Sant) 8,5
I Tenenbaum (W. Anderson) 7,5

EthanKun
31-07-12, 16:12:36
Il villaggio dei dannati, Carpenter
qualcuno mi spieghi perché si mette a girare queste sceneggiature spazzatura :( mamma mia che talento sprecato. uno schifo di film.

L'Universal gli aveva detto di fare questo remake...ed è comunque un buon film perché Carpenter è Dio e tu sei un pirla che non lo capisce.

Sithis
31-07-12, 16:48:07
Il cavaliere oscuro, così mi tengo preparato per il 29 ;p

Togg
31-07-12, 17:47:40
L'Universal gli aveva detto di fare questo remake...ed è comunque un buon film perché Carpenter è Dio e tu sei un pirla che non lo capisce.

ci sarebbe da risponderti alla vecchia maniera: "e se ti dicono di buttarti dal balcone lo fai?". Carpenter non è né dio né un suo diretto discendente. Ha fatto tre/quattro ottimi film, diversi godibili, e troppe (già più di due è "troppe") porcate. Ha un'ottima mano alla regia ma le sceneggiature non se le sa proprio scegliere (né sa migliorare quelle che si trova sotto mano, cosa abbastanza grave).
Detto questo Il villaggio dei dannati è indifendibile. Insufficiente e non di poco.

Kal1m3r0
31-07-12, 17:50:42
è comunque un buon film perché Carpenter è Dio e tu sei un pirla che non lo capisce.
Buona idea insultare un mod che ha espresso un parere (oltretutto abbastanza diffuso) :ahsisi:
Più che altro non sarebbe male evitare l'idea che se un regista è bravo non può mai toppare. Lynch ha tirato fuori quell'aborto di Dune, Landis le sue cagate le ha fatte, Spielberg pure e sì, anche Carpenter ha avuto alti e bassi.

Gouki
31-07-12, 17:50:58
Tomie
Non m'è proprio piaciuto. Peccato.

Zeno
31-07-12, 17:57:31
ci sarebbe da risponderti alla vecchia maniera: "e se ti dicono di buttarti dal balcone lo fai?". Carpenter non è né dio né un suo diretto discendente. Ha fatto tre/quattro ottimi film, diversi godibili, e troppe (già più di due è "troppe") porcate. Ha un'ottima mano alla regia ma le sceneggiature non se le sa proprio scegliere (né sa migliorare quelle che si trova sotto mano, cosa abbastanza grave).
Detto questo Il villaggio dei dannati è indifendibile. Insufficiente e non di poco.

Finalmente qualcuno che la pensa come me su Carpenter :alex90:

TheMrGmk
31-07-12, 17:58:56
Basic, buon triller militare, ci sono un po' rimasto male per l'happy ending :morristend:

L'uomo del giorno dopo. Ottimo film d'avventura, l'unico appunto che faccio è che, nonostante ci viene detto che è ambientato in un mondo post-apocalittico, il film è tale solo per i primi dieci minuti, quando il protagonista fruga in cerca di cibo. Il resto del film è tutto meno che post-apocalittico, sembra più che altro di guardare un film fantasy con qualche elemento del mondo moderno :asd:

Hushabye
31-07-12, 18:06:51
perché Carpenter è Dio e tu sei un pirla che non lo capisce.

colui che ha partorito the ward?? dai

James
31-07-12, 20:05:09
Dato che mi manca freccia( :tragic:) rispondo con dei No sparsi.Poi metteteveli voi dove vi pare.

Gargaros
31-07-12, 20:15:04
Lynch ha tirato fuori quell'aborto di Dune

Escono dalle fottute pareti i pirli! :asd:

No, vabbé, scherzo. Dune però non è un aborto. Doveva durare un'ora in più, è questo il problema.


colui che ha partorito the ward?? dai

The ward è un ottimo film.

Legion
31-07-12, 20:23:09
Buona idea insultare un mod che ha espresso un parere (oltretutto abbastanza diffuso) :ahsisi:
Più che altro non sarebbe male evitare l'idea che se un regista è bravo non può mai toppare. Lynch ha tirato fuori quell'aborto di Dune, Landis le sue cagate le ha fatte, Spielberg pure e sì, anche Carpenter ha avuto alti e bassi.

Qualcuno lo banni. O qualcuno lo banna o me ne vado io.

Escono dalle fottute pareti i pirli! :asd:

No, vabbé, scherzo. Dune però non è un aborto. Doveva durare un'ora in più, è questo il problema.

Io trovo il Dune di Lynch una delle cose più magnificamente visionarie che abbia mai visto in vita mia. E in questo caso sì che si può parlare - con cognizione - di pirli che (all'epoca) non capirono.

Gargaros
31-07-12, 20:56:10
Io trovo il Dune di Lynch una delle cose più magnificamente visionarie che abbia mai visto in vita mia. E in questo caso sì che si può parlare - con cognizione - di pirli che (all'epoca) non capirono.

Ora cominci a guadagnare la mia stima :sisi:

Kal1m3r0
31-07-12, 21:11:57
Dune però non è un aborto. Doveva durare un'ora in più, è questo il problema.
Senza scomodare il romanzo, con il quale condivide poco, non lo considero sufficiente in gran parte per colpa del montaggio. La durata ridotta a causa dei vari tagli compromette la storia che risulta eccessivamente sbrigativa o incomprensibile in diversi punti. La versione estesa peggiora il tutto (il nuovo montaggio non fu opera di Lynch). Inoltre trovo fortemente discutibile la scelta di riportare continuamente i pensieri dei personaggi senza convertirli in dialoghi (soluzione narrativa che può andar bene nel libro, ma che nel film risulta innaturale). Non sarà una cagata totale, ma a parer mio non raggiunge la sufficienza. A voi.
P.S: se volete parliamo del gatto a cui Thufir hawat deve succhiare il pelo per non morire avvelenato... Cioè, ma che ***** vuol dire?:rickds:

Gouki
31-07-12, 21:14:27
The ward è un ottimo film.

Nella sua semplicità lo è, anche se sa essere imprevedibile. :ahsisi:

Gargaros
31-07-12, 21:45:44
Senza scomodare il romanzo, con il quale condivide poco, non lo considero sufficiente in gran parte per colpa del montaggio. La durata ridotta a causa dei vari tagli compromette la storia che risulta eccessivamente sbrigativa o incomprensibile in diversi punti. La versione estesa peggiora il tutto (il nuovo montaggio non fu opera di Lynch). Inoltre trovo fortemente discutibile la scelta di riportare continuamente i pensieri dei personaggi senza convertirli in dialoghi (soluzione narrativa che può andar bene nel libro, ma che nel film risulta innaturale). Non sarà una cagata totale, ma a parer mio non raggiunge la sufficienza. A voi.


E l'ho detto: Dune doveva durare di più sotto le mani di Lynch, questo avrebbe evitato la confusione che accusi. Anche se io l'ho sempre capito, pure quando lo vedevo da moccioso... e non ero granché intelligente :tristenev:

Dune è un filmone anche nella misura in cui Lynch prende un romanzo sì, ma tira fuori una cosa personalissima, visionaria, barocca e suggestiva.

I pensieri dei pesonaggi sono purtroppo un escamotage per sfruttare ogni secondo prezioso e rendere meno criptica una storia di portata epica. Ma io non li trovo brutti, né artificiosi. In quegli anni era una caratteristica di certo cinema, guarda Blade Runner coi pensieri di Decard (che poi quel ******** di Scott avrebbe ammutolito nelle diecimila versioni nuove). In Dune forse si esagera, ma ripeto è perché doveva durare due ore, non tre.


P.S: se volete parliamo del gatto a cui Thufir hawat deve succhiare il pelo per non morire avvelenato... Cioè, ma che ***** vuol dire?:rickds:

Tufir è stato avvelenato, e il gatto rilascia attraverso la pelle una sostanza che funge da antidoto. Per questo Tufir deve succhiarlo.

Che c'è da ridere? E' una tortura particolarmente grottesca e terribile, che solo quelle bestie degli Arkonnen potevano concepire.


Nella sua semplicità lo è, anche se sa essere imprevedibile. :ahsisi:

Errore: proprio perché è semplice e modesto è un bel film. Un colossal avrebbe offerto la stessa sotanza, solo pompato in tutto, e sarebbe stato brutto, perché sbilanciato.

Senza contare la bravura marcia della regia, che valorizza questa cosa "semplice" e anzi la arricchisce.

Non so se mi spiego bene...

Gouki
31-07-12, 21:49:38
Errore: proprio perché è semplice e modesto è un bel film. Un colossal avrebbe offerto la stessa sotanza, solo pompato in tutto, e sarebbe stato brutto, perché sbilanciato.

Senza contare la bravura marcia della regia, che valorizza questa cosa "semplice" e anzi la arricchisce.

Non so se mi spiego bene...

Lo stavo elogiando eh, pure a me è piaciuto parecchio. :sisi:

Togg
31-07-12, 22:51:52
Visto anche Sacrificio. Che film che film!
E con questo ho finito, comunque tra gli autori che conosco che vengono ricondotti solitamente a Tarkovsky quello in cui avverto l'influenza più diretta e tangibile è sicuramente Lars. Ha ripreso davvero una montagna di cose.
Comunque, metto in ordine di preferenza (variabile) senza voti.

Lo specchio (Zerkalo) (1975)
Andrej Rublëv (1966)
Stalker (1979)
Solaris (Soljaris) (1972)
Sacrificio (Offret) (1986)
L'infanzia di Ivan (Ivanovo detstvo) (1962)
Nostalghia (1983)
Tempo di viaggio (1983)
Gli uccisori (Ubijtsy) (1958)
Il rullo compressore e il violino (Katok i Skripka) (1960)
Non cadranno foglie stasera (Segodnja uvolnenija ne budet) (co-regia Aleksandr Gordon) (1959)




Finalmente qualcuno che la pensa come me su Carpenter :alex90:

<3 <3


E in questo caso sì che si può parlare - con cognizione - di pirli che (all'epoca) non capirono.
Evidentemente il primo pirla a non capire è stato Lynch il quale ha ripudiato il film in modo netto. (non che il film non possa piacere, ma non vedo perché non lo si possa bocciare)


In quegli anni era una caratteristica di certo cinema, guarda Blade Runner coi pensieri di Decard (che poi quel ******** di Scott avrebbe ammutolito nelle diecimila versioni nuove).

Oddio non ci voglio credere. La voce narrante ultra didascalica aggiunta dalla produzione scavalcando Scott... I pensieri di Decard non esistono e mai esisteranno, esistono i pensieri della produzione. Pensieri distorti e folli in cui un film non lo fa il regista in base a scelte personali ma chi ci mette i soldi perché li vuole moltiplicati X10.
Di Blade Runner esiste una sola versione. Ed è la Director's Cut / Final Cut (che sono la stessa versione, la seconda ha qualche legittima piccola correzione visiva visto il cambio di supporto).

Legion
01-08-12, 00:13:50
<3 <3


Evidentemente il primo pirla a non capire è stato Lynch il quale ha ripudiato il film in modo netto. (non che il film non possa piacere, ma non vedo perché non lo si possa bocciare)

Ah, ma di quello che dice Lynch a me non fotte un'emerita sega :asd:

mickes2
01-08-12, 00:15:58
The ward è un ottimo film.

no dai, per me è sotto la sufficienza ma si può arrivare al discreto, non di più.

Togg
01-08-12, 00:22:26
Ah, ma di quello che dice Lynch a me non fotte un'emerita sega :asd:

E ti dirò, mi sembra anche giusto. Però permetti a noi pirli di stare in buona compagnia :cat:


no dai, per me è sotto la sufficienza ma si può arrivare al discreto, non di più.

The ward ha scisso la sezione :sisi:

Gargaros
01-08-12, 00:31:45
The strangers
Eh, no, James, questa è una famigliola, ormai ne sono sicuro. Guarda le maschere e gli attegiamenti (specie alla fine nel furgone, con papà che guida, figliola nel mezzo e mammuccia a destra). O quantomeno i tre fingono di esserlo... una famiglia ideale e armoniosa (quasi telepatica nell'organizzazarsi sull'assalto alle due vittime).
Comunque, film di media fattura. L'introduzione con la storia dei delitti americani irrisolti e bla bla bla cozza parecchio con quello che accadrà poi. Cioè, ma irrisolto de che? I tre verranno catturati senza alcun dubbio, viste le tracce che hanno lasciato dietro; a meno che la polizia USA non sia amministrata da Basettoni. Senza contare l'urlo gratuitissimo di Liv: è ancora viva, quindi incastrerà i tre.
I "costumi" del trio sono fantastici e molto inquietanti. La cosa buona di questo film è la loro organizzazione, che avviene sempre nel silenzio e lontana dalle telecamere: la cosa mette su un certo terrore soprannaturale, perché non sai se sono persone vere o delle creature dell'inferno vero e proprio. Peccato però che ogni tanto il regista (o lo sceneggiatore) si ricorda che sta facendo un banale film su tre assassini ordinari, e quindi mette in bocca al trio frasi inutili e posticce. Il finale poi col furgone annienta ogni suggestione paranormale. Quindi sono rimasto lì a chiedermi che diavolo avevo visto. Forse neanche il regista sapeva che diavolo stesse facendo...
Che sia un film mediocre lo testimoniano le solite scenette abusate in tanti film mediocri: esempio è quando Liv striscia tipo verma e dietro le si avvicina la "mamma"; poi Liv si gira di scatto e non c'è più nessuno. Cioè, perché questa scena? A che serve? Perché la mamma sparisce? Poteva catturare Liv già allora...


Oddio non ci voglio credere. La voce narrante ultra didascalica aggiunta dalla produzione scavalcando Scott... I pensieri di Decard non esistono e mai esisteranno, esistono i pensieri della produzione. Pensieri distorti e folli in cui un film non lo fa il regista in base a scelte personali ma chi ci mette i soldi perché li vuole moltiplicati X10.

Ma chi minchia parla di libertà autoriali o di imposizioni di produttore? La voce di Deckard non era didascalica, non spiegava niente, ma arricchiva tutto. Richiamava perfettamente il genere hard boiled a cui Scot si è indubbiamente ispirato, donava il film di una certa suggestione "retrò". Come devo dirtelo? Era una cosa BELLA, ben inserita, e intelligente, e frega poco che sia derivata da imposizioni produttive o dal regista.

Che io sappia ci sono 4 versioni del film (due di Scott più due per l'Europa). La mia era un iperbole sarcastica sulla mania di voler rimaneggiare i vecchi prodotti. E' strano che a farlo sono proprio quei registi che negli anni 70/80 erano dei maestri che oggi, invece, sono decaduti nel letame (Scott, Spielberg, Lucas ecc.)...

Sard Jack
01-08-12, 01:38:15
The Truman Show
Bellissimo :asd: Molto divertente e lancia pure degli spunti riflessivi niente male...
Solo quando le comparse dicono di non saper guidare la barca l'ho trovato un pò forzato per inserire la tempestona (potevano premunirsi prima e ingaggiare persone capaci, ma forse non l'hanno fatto per impedire che Truman li minacciasse per prendere il largo :stu2:) ma fottesega, tanto ci pensi per due secondi :rickds:

La città incantata
Bellissimo pure lui, è un vero e proprio trip fiabesco
La cosa curiosa è che non esiste vera e propria "cattiveria" nel nemico

Kal1m3r0
01-08-12, 01:38:21
Dune è un filmone anche nella misura in cui Lynch prende un romanzo sì, ma tira fuori una cosa personalissima, visionaria, barocca e suggestiva.Ecco, quà ci sarebbe un discorso più ampio sul fatto che un opera non originale debba o no mantere la fedeltà all'opera prima. La visione distopico-grottesca di Lynch a parer mio poteva ad andar bene in un'altra opera, ma in Dune, dove il messaggio ambientalista, le riflessioni sulla "guerra giusta" e l'indeterminatezza del futuro su cui si basa il romanzo vengono accantonate, no.

guarda Blade Runner coi pensieri di Decard Come hanno già risposto i pensieri di Deckard, benché richiamassero ai toni noir su cui si fonda BR, risultavano eccessivamente didascalici, ed erano comunque non voluti da Scott, che li ha rimossi nelle successive versioni. In ogni caso, se in Blade Runner avevano un loro perché, in Dune servono solo per sfruttare (male a parer mio) al massimo quelle 2 ore. Adesso, se a Lynch avevano imposto quella durata non ci posso far niente, fatto sta che non voglio giudicare il film per come sarebbe potuto essere, ma per come è. :sisi:

Che c'è da ridere? E' una tortura particolarmente grottesca e terribile, che solo quelle bestie degli Arkonnen potevano concepire. Grottesca sì, ma non in senso buono. Io perlomeno l'ho trovata una cosa ridicola in quel contesto. E dico che è molto più crudele nel libro dove Thufir non sa di essere stato avvelenato, gli viene dato l'antidoto di nascosto ogni giorno, mentre viene manipolato per odiare gli Atreides.

Evidentemente il primo pirla a non capire è stato Lynch il quale ha ripudiato il film in modo netto.
permetti a noi pirli di stare in buona compagniaQuesto, che dice tutto. Lynch è giustificabilissimo perché ha avuto mille casini con la produzione e la stesura degli script, ma l'opera finale è quella che è, e come ho già detto non voglio giudicare per quello che poteva essere.

Togg
01-08-12, 01:39:01
Ma chi minchia parla di libertà autoriali o di imposizioni di produttore? La voce di Deckard non era didascalica, non spiegava niente, ma arricchiva tutto. Richiamava perfettamente il genere hard boiled a cui Scot si è indubbiamente ispirato, donava il film di una certa suggestione "retrò". Come devo dirtelo? Era una cosa BELLA, ben inserita, e intelligente, e frega poco che sia derivata da imposizioni produttive o dal regista.


Se permetti ne parlo io di libertà autoriale e imposizioni della produzione. Tu hai portato ad esempio Blade Runner in modo scomposto ed errato. Lo sfregio l'ha fatto la produzione, non Scott ripristinando l'opera. Che poi a te piaccia importa poco. Disgustava anche Ford pensa un po'.
Che poi non ha senso dire richiamava il genere X, e se Scott in quel modo non lo voleva richiamare saranno anche stati cazzi suoi.
Detto questo la voce narrante era didascalica, prendo l'esempio più lampante, nella scena finale di Roy:


I don't know why he saved my life. Maybe in
those last moments he loved life more than he ever had before. Not
just his life, anybody's life, my life. All he'd wanted were the same
answers the rest of us want. Where did I come from? Where am I going?
How long have I got? All I could do was sit there and watch him die.
http://sfy.ru/?script=blade_runner_ts

Anche gli altri pezzi sono dello stesso livello. E per non dimenticare spendo anche un rigo a proposito del finale, sempre quegli stronzi della produzione imposero di aggiungere un lieto fine, un'altra porcata di livello infimo per raccattare qualche soldo in più.

knight96-1994
01-08-12, 02:37:48
No dai ma come dite che The Ward è un ottimo film?

Gargaros
01-08-12, 03:09:59
Ecco, quà ci sarebbe un discorso più ampio sul fatto che un opera non originale debba o no mantere la fedeltà all'opera prima. La visione distopico-grottesca di Lynch a parer mio poteva ad andar bene in un'altra opera, ma in Dune, dove il messaggio ambientalista, le riflessioni sulla "guerra giusta" e l'indeterminatezza del futuro su cui si basa il romanzo vengono accantonate, no.

Aspé, stai dicendo che nel Dune di Linch non c'è il messaggio ambientalista e la questione sulla guerra giusta o sbagliata? Se la risposta è sì, mi sa che l'hai visto male, Dune...


Grottesca sì, ma non in senso buono. Io perlomeno l'ho trovata una cosa ridicola in quel contesto. E dico che è molto più crudele nel libro dove Thufir non sa di essere stato avvelenato, gli viene dato l'antidoto di nascosto ogni giorno, mentre viene manipolato per odiare gli Atreides.

La questione è semplice: nel film non è necessario che Tufyr odi gli Atreides, perché la famiglia dei duchi è ormai sconfitta (così pensano i nemici). Agli Arkonnen basta torturarlo a vita, e s'inventano quella cosa. E' nella mentalità disumana e cattiva degli Arconnen la capacità d'inventare quel genere di tortura? Sì, assolutamente. Quindi non è un'idea così ridicola come descrivi.


Se permetti ne parlo io di libertà autoriale e imposizioni della produzione. Tu hai portato ad esempio Blade Runner in modo scomposto ed errato. Lo sfregio l'ha fatto la produzione, non Scott ripristinando l'opera. Che poi a te piaccia importa poco. Disgustava anche Ford pensa un po'.

Di Ford me ne frega meno di zero a tal riguardo. Continuare a dire che Scott e Ford non volevano i pensieri, non significa avvallare con dati obiettivi la testi che quei discorsi fossero brutti. Non erano brutti, ma per niente, perché non erano forzati, non erano didascalici (o meglio non lo erano nella misura in cui li descrivi tu e qualcun altro qua dentro); ma se metto sulla bilancia la didascalia leggera e l'effetto estetico, quest'ultimo mi risulta più pesante, e quindi apprezzo quei discorsi pensati.


Che poi non ha senso dire richiamava il genere X, e se Scott in quel modo non lo voleva richiamare saranno anche stati cazzi suoi.

Ok, cazzi di Scott. Ma un'imposizione 'sta volta ha fatto qualcosa di buono, e quindi mi frega poco di quello che voleva Scott in tal senso. Se l'esito fosse stato disastroso, allora avrei appoggiato Scott, ma non è stato disastroso. Il disastro lo vedi solo tu e qualcun altro.


Detto questo la voce narrante era didascalica, prendo l'esempio più lampante, nella scena finale di Roy:

Complimenti, sei andato a prendere uno dei monologhi più classici del cinema per dare credito alla tua tesi. E hai fallito doppiamente, perché lì il didascalico lo vedi solo tu :asd:

Spiegami cosa spiegherebbe Deckard. Te lo dico io: assolutamente NIENTE. Dà un paio di ipotesi sul cambiamenti di Batty, allo spettatore decidere quale sia corretta, ma potrebbero essere sbagliate entrambe. Batty potrebbe anche essersi semplicemente "rotto"...



E per non dimenticare spendo anche un rigo a proposito del finale, sempre quegli stronzi della produzione imposero di aggiungere un lieto fine, un'altra porcata di livello infimo per raccattare qualche soldo in più.

Ecco, e qui sono con te. Anche se non mi sembra di ricordare un finale positivissimo: ricordo che Deckard prendeva la ragazza e andava via, ma gaff anche allora diceva che non sarebbe vissuta.

Delle versioni riviste la cosa migliore è stata la scena del sogno, che aiutava gli spettatori meno attenti a ridefinire la reale natura di Deckard.


No dai ma come dite che The Ward è un ottimo film?

Nel suo piccolo è un ottimo film. Almeno io ho sempre detto questo. Preferisco mille volte queste cose semplici e dirette con mestiere ai colossal pieni di effetti, diretti con saccenza, boria, presunzione e all fine senza reali atributi di qualità.

Togg
01-08-12, 12:23:14
Ho capito, abbiamo un'idea molto diversa dell'intendere il significato di didascalico. Comunque a leggere un po' di pareri sembra che il "solo tu" non regga, la final cut è decisamente la versione più apprezzata/consigliata. Questo perché la voce narrante è per la maggioranza delle persone un'aggiunta fastidiosa, didascalica, inutile, ridondante (tutte cose che il pezzo che ho postato evidenzia), aggiunta dalla produzione per rendere il film più accessibile al grande pubblico. Si sa che è stata messa per quello, lo sanno tutti e mi pare ci siano anche delle dichiarazioni esplicite della produzione. Che poi tu la possa trovare affascinante importa poco, ma eticamente è una porcata, per gli appassionati è una porcata, e per me direi che si è capito.

(nel finale della produzione si scopre che Rachel non ha data di scadenza, lei e Ford si allontano in macchina innamorati, felici e con qualche ripresa di Shining a coprirgli le spalle)

Chippen
01-08-12, 12:29:43
Il favoloso mondo di Amèlie

Davvero un gran bel film,mi è piaciuto molto,ottimo montaggio,ottimi attori,colonna sonora calzante e raffinata,storia sui generis.

Da vedere :ahsisi: .

Togg
01-08-12, 14:46:22
Kids, Clark, sceneggiato da Korine
monocorde ma funziona.
7

Simix92
01-08-12, 15:29:36
Layer Cake
Strepitoso. Daniel Craig e' un grande, c'e' poco da fa. :asd: 8

Darton
01-08-12, 15:49:37
Fright Night 6,5
buona la prima parte, ma perde un po' di personalità lungo la strada. cmq nel panorama dei film vampireschi è da vedere

Gargaros
01-08-12, 16:28:48
ma eticamente è una porcata

Ecco, no, ma proprio no. Ribadisco che non è una cosa brutta, e lo ribadisco perché credo di avere un buon gusto (a volte col senno di poi, ma per fortuna arriva sempre).

Intendiamoci, Togg, se parli di gusti sarei un ******** a dirti che hai dei gusti di cacca perché non ti piace quest'elemento. Non lo direi. Ma insisti che sia una cosa obiettivamente brutta, e così non è. Oh, intesi, non è sempre buona nel primo BR: alcune frasi pensate le avrei tolte pure io. Ma non tutte, e soprattutto non il monologo finale.

Ti sei convinto che i pensieri siano brutti, o non ti piacciono. Ma non sei atutrorizzato a giudicarli brutti e pensare di essere obiettivo. Né tu né gli "appassionati" (che poi bisogan scremare: la maggior parte forse sono tutti fanz di Scott che solo perché lui non voleva i pensieri tirano cacca senza saper giudicare con la propria testa).

Detto ciò, non ho altro da aggiungere. Mandami pure al diavoilo ma poi abbracciami :sisi:


PS
Volevi scrivere "esteticamente"? :morristend:

Kal1m3r0
01-08-12, 17:34:52
Gargaros continuiamo il discorso su DUNE qui, (http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=276687&p=16752455#post16752455) che se no finiamo troppo off-topic...
Invito anche tutti gli altri che l'hanno visto a discuterne. :sisi:
EDIT: tanto per alimentare il flame se volete parliamo anche di quanto sia didascalica la prima versione di Blade Runner :trollface:

Legion
01-08-12, 17:41:32
E ti dirò, mi sembra anche giusto. Però permetti a noi pirli di stare in buona compagnia :cat:


Essendo Lynch il regista dubito che, in questo caso, possa stare dalla vostra parte.
A prescindere da quello che ha dichiarato. Che poi sti attriti con la produzione insomma, bisognerebbe approfondire bene che è successo.
A quanto ho capito volevano un nuovo Guerre Stellari e Lynch gli ha portato una cosa underground invendibile, quindi secondo me sono stati perlopiù distributivi.

Insomma, li hai visti gli extra del dvd? Io dubito che in carriera Lynch abbia messo tanto impegno e amore per un film tanti quanto ne ha messi per Dune.

Edit: a quanto leggo Lynch ha rinnegato solo un montaggio del film di 190 minuti realizzato per la televisione, ma non trovo da nessuna parte che abbia rinnegato il film.

Togg
01-08-12, 18:14:18
A prescindere da quello che ha dichiarato. Che poi sti attriti con la produzione insomma, bisognerebbe approfondire bene che è successo.
A quanto ho capito volevano un nuovo Guerre Stellari e Lynch gli ha portato una cosa underground invendibile, quindi secondo me sono stati perlopiù distributivi.

Insomma, li hai visti gli extra del dvd? Io dubito che in carriera Lynch abbia messo tanto impegno e amore per un film tanti quanto ne ha messi per Dune.

Edit: a quanto leggo Lynch ha rinnegato solo un montaggio del film di 190 minuti realizzato per la televisione, ma non trovo da nessuna parte che abbia rinnegato il film.

Non ho il dvd e non ho visto gli extra, la passione di Lynch non l'ho mai messa in discussione. Provo a chiarire un po' le cose però poi basta con ste discussioni sulle edizioni che mi sto anche annoiando.

Lynch ha rinnegato il montaggio successivo perché era oltre il danno la beffa. Dell'unica vera versione esistene non vuole nemmeno parlare approfonditamente tanto gli fa male. Semplicemente si è ritrovato stritolato dai disgustosi meccanismi degli studios, la final cut gli è stata negata come da contratto e questo ha reso il suo lavoro uno stillicidio.


David Lynch (13 January 2006) : "Dune I didn't have final cut on. It's the only film I've made where I didn't have, I didn't technically have final cut on The Elephant Man but Mel Brooks gave it to me, and on Dune the film, I started selling out even in the script phase knowing I didn't have final cut, and I sold out, so it was a slow dying- the-death and a terrible terrible experience. I don't know how it happened, I trusted that it would work out but it was very naive and, the wrong move. In those days the maximum length they figured I could have is two hours and seventeen minutes, and that's what the film is, so they wouldn't lose a screening a day, so once again it's money talking and not for the film at all and so it was like compacted and it hurt it, it hurt it. There is no other version. There's more stuff, but even that is putrefied."

David Lynch has said he considers this film the only real failure of his career. To this day, he refuses to talk about the production in great detail, and has refused numerous offers to work on a special edition DVD. Lynch claims revisiting the film would be too painful an experience to endure.


Volevi scrivere "esteticamente"? :morristend:

Volevo proprio dire eticamente :D E' il discorso di prima a proposito di chi avesse il diritto di fare quelle scelte, le logiche capitalistiche nel cinema ecc. Esteticamente ho fatto solo un accenno (e nemmeno dico che è "oggettivo", solo per molti è così), non possiamo in queste sede riprendere scena per scena, troppo lavoro :S

Legion
01-08-12, 18:30:14
Non ho il dvd e non ho visto gli extra, la passione di Lynch non l'ho mai messa in discussione. Provo a chiarire un po' le cose però poi basta con ste discussioni sulle edizioni che mi sto anche annoiando.

Lynch ha rinnegato il montaggio successivo perché era oltre il danno la beffa. Dell'unica vera versione esistene non vuole nemmeno parlare approfonditamente tanto gli fa male. Semplicemente si è ritrovato stritolato dai disgustosi meccanismi degli studios, la final cut gli è stata negata come da contratto e questo ha reso il suo lavoro uno stillicidio.





Volevo proprio dire eticamente :D E' il discorso di prima a proposito di chi avesse il diritto di fare quelle scelte, le logiche capitalistiche nel cinema ecc. Esteticamente ho fatto solo un accenno (e nemmeno dico che è "oggettivo", solo per molti è così), non possiamo in queste sede riprendere scena per scena, troppo lavoro :S

Ascolta Togg, adesso mi viene il dubbio che tu non abbia la sensibilità necessaria a leggere tra le righe nelle dichiarazioni di Lynch, o forse fai apposta.
Nelle dichiarazioni che mi hai postato Lynch non fa riferimento al suo lavoro, né afferma che Dune sia un film scadente, parla solo delle ingerenze degli studios in cabina di montaggio. Ebbene?
Ecco perché non mi fido delle parole di uno come Lynch, perché un simile perfezionista guarda sempre il dito e mai la luna. Per Lynch ogni film è come un figlio, è la SUA creatura e nessuno può metterci mano senza permesso. Ecco perché forse per Dave è ancora così doloroso parlarne, è come se gli avessero stuprato un figlio.
Dune è e sarà sempre l'opera in cui Lynch ha messo davvero tutto se stesso. Tre anni di progettazione, 6 sceneggiature scritte tutte di suo pugno, una cura e una ricerca per l'immagine e il dettagli che ha dell'inverosimile, come si può buttar via tutto per un cattivo montaggio? A me non interessa ciò che non ci è stato mostrato, a me interessa il film che, comunque, è uscito. E questo film è comunque di Lynch, non degli studios e, permettimelo, Lynch ha fatto un lavoro superbo in Dune, io lo ritengo probabilmente l'apice della fantascienza anni 80 assieme a Blade Runner.
Lynch secondo me adora alla follia il lavoro che ha fatto con Dune, che è Lynch al 300%, nessuno gli ha dato tanti soldi, tanto tempo e tanta libertà per fare quello che voleva. Dune è in tutto e per tutto un film del regista, tanto quanto Mulholland Drive o Eraserhead. Anzi, forse DI PIU'. Lynch adora ciò che ha girato ma odia e non sopporta il fatto di non averlo potuto montare da solo.
Il problema è semplicemente questo.

Togg
01-08-12, 18:58:47
Certo che pur di difendere il tuo pensiero ne inventi di cose eh. Le parole di Lynch sono chiarissime.
- Il film è venuto male.
- E' stato doloroso/brutto realizzarlo viste le pressioni della produzione.

Il resto sono tue idee. Meglio che te ne fai una ragione.

P.S. e per piacere, almeno non tirare in ballo la sensibilità degli altri quando sei in torto marcio. Un conto sono i wall text, un altro le sparate personali.

Vall77
01-08-12, 19:02:52
A me Dune piace un casino, anche riconoscendogli i suoi bei difetti. Lynch mi sembra che si lamenti soprattutto della durata imposta dalla produzione... e come dargli torto. Almeno mezz'ora extra avrebbe consentito un finale piu' "disteso", che avrebbe giovato e non poco. Controverso, ma per me anche cosi' resta un filmissimo :sisi:

Legion
01-08-12, 19:05:16
Certo che pur di difendere il tuo pensiero ne spari di cose eh :asd: Le parole di Lynch sono chiarissime.
- Il film è venuto male.
- E' stato doloroso realizzarlo viste le pressioni della produzione.

Il resto sono tue idee. Meglio che te ne fai una ragione.

P.S. e per piacere, almeno non tirare in ballo la sensibilità degli altri quando sei in torto marcio. Un conto sono i wall text, un altro le tirate personali.

Ma l'inglese lo sai leggere?? :asd:
Lynch dice praticamente che l'unico problema furono i limiti di lunghezza imposti dalla produzione e il montaggio. Dove dice che il film è venuto male? Dove dice che è un brutto film?
Fu per lui doloroso addirittura scriverlo Dune, perché la produzione già allora gli disse che non avrebbe avuto alcun controllo sul montaggio, è tutto scritto nelle dichiarazioni che tu stesso hai postato.
Dove sta scritto che non è soddisfatto di quanto ha girato?? Perché Dune è "il più grande fallimento della sua carriera"? Mi sembra abbastanza ovvio che sia tale perché è l'unico film che non ha potuto montare di persona.

P.S. e per piacere, almeno non tirare in ballo la sensibilità degli altri quando sei in torto marcio. Un conto sono i wall text, un altro le sparate personali.

Beh, in questo caso o leggi male l'inglese, o di sensibilità ne hai dimostrata poca nell'interpretare le sue dichiarazioni, che non sono affatto un rigetto nei confronti del film, quanto un atto d'accusa alla produzione.
Poi scusami, avrei torto marcio secondo chi? secondo te?

James
01-08-12, 19:14:59
The strangers
Eh, no, James, questa è una famigliola, ormai ne sono sicuro.

No no,madre è figlia sono della stessa età :rickds:
E' un gruppo che gira per le case,non è una famiglia.Poi filmaccio con delle cose al limite della scemenza umana.Una a caso: Cellulari lasciati in macchina,non si attacca mai il carica batteria nei film,deve essere sempre scarica.Mi correggo.Non è un filmaccio è solo un brutto horror clone del filone francese.

Kal1m3r0
01-08-12, 19:30:20
David Lynch has said he considers this film the only real failure of his career
Il discorso è indiretto e non so la fonte, ma qui c'è poco da equivocare. Poi ripeto, per me il montaggio ha rovinato tutto, che sia colpa di Lynch o meno poco importa ormai. Le altre questioni riguardo legami col romanzo e le sue tematiche le ho espresse nell'altro topic. :sisi:

Togg
01-08-12, 19:36:55
Ma l'inglese lo sai leggere?? :asd:
Lynch dice praticamente che l'unico problema furono i limiti di lunghezza imposti dalla produzione e il montaggio. Dove dice che il film è venuto male? Dove dice che è un brutto film?
Fu per lui doloroso addirittura scriverlo Dune, perché la produzione già allora gli disse che non avrebbe avuto alcun controllo sul montaggio, è tutto scritto nelle dichiarazioni che tu stesso hai postato.
Dove sta scritto che non è soddisfatto di quanto ha girato?? Perché Dune è "il più grande fallimento della sua carriera"? Mi sembra abbastanza ovvio che sia tale perché è l'unico film che non ha potuto montare di persona.


Beh, in questo caso o leggi male l'inglese, o di sensibilità ne hai dimostrata poca nell'interpretare le sue dichiarazioni, che non sono affatto un rigetto nei confronti del film, quanto un atto d'accusa alla produzione.
Poi scusami, avrei torto marcio secondo chi? secondo te?

L'inglese lo leggi male tu, e insisti pure con la tua interpretazione assurda. Se adesso vuoi spacciare la reinterpretazione totale delle frasi per sensibilità che a me manca abbiamo davvero toccato il fondo.



I started selling out even in the script phase knowing I didn't have final cut, and I sold out, so it was a slow dying- the-death and a terrible terrible experience. I don't know how it happened, I trusted that it would work out but it was very naive and, the wrong move. In those days the maximum length they figured I could have is two hours and seventeen minutes, and that's what the film is, so they wouldn't lose a screening a day, so once again it's money talking and not for the film at all and so it was like compacted and it hurt it, it hurt it. There is no other version. There's more stuff, but even that is putrefied.


David Lynch has said he considers this film the only real failure of his career. To this day, he refuses to talk about the production in great detail, and has refused numerous offers to work on a special edition DVD. Lynch claims revisiting the film would be too painful an experience to endure.

Ricapitolo? Le parole di Lynch.
- Già dalla stesura dello script ha iniziato ad esaurire.
- La realizzazione del film (dall'inizio alla fine, si capisce da come è costruita la frase) è stata come una lenta morte, una esperienza terribile.
- Ancora non capisce come si sia potuto avventurare in una trappola del genere (i meccanismi degli studios).
- Pensava che avrebbe potuto funzionare. Invece realizzare il film è stata una mossa ingenua e sbagliata.
- Durante la realizzazione ha sentito sul collo il fiato delle logiche di cui prima (soldiXsoldi).
- Anche il materiale che è stato tagliato viene definito come "putrefatto". A riprova che è l'intero processo che Lynch ripudia.

- Ha definito esplicitamente il film un fallimento.


L'interpretazione di Legion (o la mia mancanza di sensibilità, a seconda di quale universo parallelo si stia prendendo in considerazione)

- Lynch non fa riferimento al suo lavoro
- Non afferma che Dune sia un film scadente, parla solo delle ingerenze degli studios in cabina di montaggio.
- Non si fida delle parole di uno come Lynch, perché un simile perfezionista guarda sempre il dito e mai la luna.
- Questo film è comunque di Lynch, non degli studios.
- Lynch adora alla follia il lavoro che ha fatto con Dune, che è Lynch al 300%.
- Dune è in tutto e per tutto un film del regista, tanto quanto Mulholland Drive o Eraserhead. Anzi, forse DI PIU'.

Direi che questo delirio è durato anche troppo :sisi:

Hushabye
01-08-12, 19:43:47
a seconda di quale universo parallelo si stia prendendo in considerazione


qualcuno chiami walter bishop:sisi:

Lucignolo
01-08-12, 19:45:49
:ahsisi:Infatti anch'io lo considero il suo film meno riuscito



Non è pessimo magari...sicuramente supera la sufficenza...ma un regista come Lynch ha 8 o 9 come media in tutti i suoi film:predicatore::predicatore:

Togg
01-08-12, 19:48:22
Il discorso è indiretto e non so la fonte, ma qui c'è poco da equivocare. Poi ripeto, per me il montaggio ha rovinato tutto, che sia colpa di Lynch o meno poco importa ormai. Le altre questioni riguardo legami col romanzo e le sue tematiche le ho espresse nell'altro topic. :sisi:
La fonte è imdb. Ed è ultra risaputa l'opinione di Lynch sul film (nonostante la ricerca di Legion in proposito non avesse guarda caso dato nessun risultato lol)


qualcuno chiami walter bishop:sisi:

qualcuno gli dica che è urgente :sisi:

TheMrGmk
01-08-12, 19:56:51
Dimenticare palermo. 'Azzo che bel film :loris: Hai capito il fratellino di Belushi :gab:

James
01-08-12, 19:57:09
Ancora Off Topic? Togg?
Parlate di Film in "Ultimo film Visto"


The Lost by Chris Siverston & Lucky Mckee (2006)

91450

"Il diciannovenne Ray Pye ha dei seri problemi di inserimento sociale, è molto bello e veste in maniera impeccabile. Quando commette un omicidio gli amici Jen e Tim lo coprono occultando le prove, divenendo complici e quasi suoi adepti. Quattro anni dopo il delitto, Ray è ancora a piede libero finchè non arriva in città Katherine, una ragazza inquietante con una predilizione per il lato oscuro dell' animo umano. Il destino porterà i due su una strada di dolore e morte."

E così ho finito tutti i film tratti dai libri di Ketchum:icebad:
In questo si punta molto sulla costruzione dei personaggi,infatti dopo un incipit da paura dove conosciamo quel pazzo pagliaccio di Ray Pye(Marc Senter perfetto da goderselo in originale:sisi: doppiato fà caha),il film in grande parte punta sullo sviluppo delle personalità delle varie ragazze che girano intorno a Ray.Poi il fortunato Emo/James Dean ogni tanto nelle 2 ore di film deve ricordarci che è schizzato(la scena al fast food,il post party) partendo in quarta e sfasciando tutto.Unica cosa fastidiosa è il continuo sentire da parte di vari personaggi : Ray prima o poi darà di matto sul serio e saremo fregati.
Ecco,quando succederà questo(ultimi 20 minuti) causa la rottura con quella topolona di Robin Sydney il film da Teen Drama diventa un misto tra il finale di "American Psycho" e " A L interieur" :rickds: ma quì il colpo di genio stà nel non mostrare ma di far sentire.
Per sintetizzare : Un buon film,che si prende i suoi tempi ma forse troppi,con un incipit e una parte finale che valgono la visione.Insieme al cast femminile che pare un Harem. Regia a volte videoclippara,ma buona,e OST da fico iea.

Legion
01-08-12, 19:58:04
L'inglese lo leggi male tu, e insisti pure con la tua interpretazione assurda. Se adesso vuoi spacciare la reinterpretazione totale delle frasi per sensibilità che a me manca abbiamo davvero toccato il fondo.




Ricapitolo? Le parole di Lynch.
- Già dalla stesura dello script ha iniziato ad esaurire.
- La realizzazione del film (dall'inizio alla fine, si capisce da come è costruita la frase) è stata come un lenta morte, una esperienza terribile.
- Ancora non capisce come si sia potuto avventurare in una trappola del genere (i meccanismi degli studios).
- Pensava che avrebbe potuto funzionare. Invece realizzare il film è stata una mossa ingenua e sbagliata.
- Durante l'intera realizzazione ha sentito sul collo il fiato delle logiche di cui prima.
- Anche il materiale che è stato tagliato viene definito come "putrefatto". A riprova che è l'intero processo che Lynch ripudia.

- Ha definito esplicitamente il film un fallimento.


L'interpretazione di Legion (o la mia mancanza di sensibilità, a seconda di quale universo parallelo si stia prendendo in considerazione)

- Lynch non fa riferimento al suo lavoro
- Non afferma che Dune sia un film scadente, parla solo delle ingerenze degli studios in cabina di montaggio.
- Non si fida delle parole di uno come Lynch, perché un simile perfezionista guarda sempre il dito e mai la luna.
- Questo film è comunque di Lynch, non degli studios.
- Lynch adora alla follia il lavoro che ha fatto con Dune, che è Lynch al 300%.
- Dune è in tutto e per tutto un film del regista, tanto quanto Mulholland Drive o Eraserhead. Anzi, forse DI PIU'.

Direi che questo delirio è durato anche troppo :sisi:

Evidentemente ti manca la visione degli extra del dvd. Più volte si fa riferimento alla "luce negli occhi" di Lynch, e di come abbia messo una passione viscerale nella realizzazione di questa pellicola.


- Già dalla stesura dello script ha iniziato ad esaurire.

Grazie, in primo punto mi hai chiarito la tua comprensione basilare dell'inglese :asd:
Infatti sono andato a controllare su google traduttore se "selling out" veniva tradotto come "esaurire" e infatti come immaginavo è proprio così :rickds:
"To sell out" in realtà vuol dire "sentire di starsi vendendo per denaro", in breve "to sell out" significa "commercializzarsi". Ma io mi dico: perché Lynch aveva paura di commercializzarsi? Ovvio, perché lo avevano avvertito che non avrebbe avuto alcun controllo sul montaggio. Io non capisco come tu faccia a non vederlo se non per conoscenza mediocre dell'inglese (e mi auguro che non sia il caso).


- La realizzazione del film (dall'inizio alla fine, si capisce da come è costruita la frase) è stata come un lenta morte, una esperienza terribile.

La "terrible experience" è il "selling out", ovvero il compromesso del montaggio. Lo si capisce perfettamente da questa frase:
I didn't have final cut, and I sold out, so it was a slow dying- the-death and a terrible terrible experience.
Fai attenzione al SO. E' ovvio che è proprio la costruzione della frasi di cui millantavi la comprensione a confutare il tuo ragionamento :sisi:


- Pensava che avrebbe potuto funzionare. Invece realizzare il film è stata una mossa ingenua e sbagliata.

Altra dimostrazione di mediocre conoscenza del colloquiale inglese. Lynch dice CHIARAMENTE che ha avuto fiducia nella produzione e nella loro capacità di montare comunque il film come lui lo voleva. Il che comunque si contraddice con quanto detto un secondo prima (come può dire di aver avuto fiducia quando ha appena dichiarato che non avere il controllo sul montaggio gli ha dato grossi problemi?).


- Durante l'intera realizzazione ha sentito sul collo il fiato delle logiche di cui prima.

Non l'ha mai detto, e non lo dice in quest'intervista di sicuro. Anzi, è risaputo che è andata esattamente al contrario. I Delaurentiis non fecero alcuna intromissione sul set, e neppure a livello creativo (altrimenti credi che Lynch avrebbe continuato? no, seriamente?). Solo in cabina di montaggio sono intervenuti con fermezza.


- Anche il materiale che è stato tagliato viene definito come "putrefatto". A riprova che è l'intero processo che Lynch ripudia.

Putrefatto perché ormai estraneo alla versione theatrical. Suvvia, certe cose basta un minimo per arrivarci :asd:


- Ha definito esplicitamente il film un fallimento.

Sì ma per le ragioni di cui sopra. Non puoi estrarre una frase dal contesto :asd:

Spero di essere stato esauriente, e grazie, il delirio è tutto tuo :asd:

La fonte è imdb. Ed è ultra risaputa l'opinione di Lynch sul film (nonostante la ricerca di Legion in proposito non avesse guarda caso dato nessun risultato lol)

Mah, tu cerchi la rissa e provochi allora. Un atteggiamento deplorevole per un moderatore. Ma non ti do retta tranquillo.

Togg
01-08-12, 20:19:55
A proposito di selling out, pensavo potesse avere anche l'altro significato come in italiano. La cosa comica è che comunque il senso non cambia, la realizzazione del film è stata totalmente compromessa. Tu continui a voler interpretare a tuo modo e poi ti accorgi che ci sarebbe una contraddizione. Ma ti rendi conto?
Comunque, visto che non basta quanto già trovato, ecco la prova definitiva:

http://www.youtube.com/watch?v=pfQjQ1Vm-ro&feature=player_detailpage#t=131s

Le parole di Lynch:

I knew the people I was working with and I sorted, again you know, this intuition thing I was working with them, sort of feeling what they wanna the film to be like and knowing how far I could dripp off that to be the way I want to be. And it (?) being kind of a compromise. And it just doesn't work out so well when that happens.

L'interpretazione di Legion, (che valeva per il testo di prima, che già ci voleva un bello sforzo per fraintendere)

- Lynch non fa riferimento al suo lavoro
- Non afferma che Dune sia un film scadente, parla solo delle ingerenze degli studios in cabina di montaggio.
- Non si fida delle parole di uno come Lynch, perché un simile perfezionista guarda sempre il dito e mai la luna.
- Questo film è comunque di Lynch, non degli studios.
- Lynch adora alla follia il lavoro che ha fatto con Dune, che è Lynch al 300%.
- Dune è in tutto e per tutto un film del regista, tanto quanto Mulholland Drive o Eraserhead. Anzi, forse DI PIU'.

Kal1m3r0
01-08-12, 20:25:24
Ancora Off Topic?
Ho postato un mezzo wt qui nel topic sulla fantascienza (http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=276687&p=16752455#post16752455), continuiamo lì a parlare di DUNE vi prego :tragic:

Togg
01-08-12, 20:27:33
Mah, tu cerchi la rissa e provochi allora. Un atteggiamento deplorevole per un moderatore. Ma non ti do retta tranquillo.

Veramente quello che cerca la rissa sei tu. Avevi risposto stanotte con "a me di quello che dice Lynch non me ne fotte una sega" concludendo di fatto l'argomento, oggi pomeriggio evidentemente hai sentito il bisogno di riprenderlo e montare sto casino sul nulla dicendo quello che hai detto. (e ribadisco attaccando sul personale, quando non ce n'era alcun motivo)


Ho postato un mezzo wt qui nel topic sulla fantascienza (http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=276687&p=16752455#post16752455), continuiamo lì a parlare di DUNE vi prego :tragic:
Il problema è che qui neppure si sta parlando del film. Solo di Legion che si ostina a dire che Dune è Lynch con percentuale random e che tutte le cose di cui si lamenta sono accadute al montaggio.

Legion
01-08-12, 20:41:15
A proposito di selling out, pensavo potesse avere anche l'altro significato come in italiano. La cosa comica è che comunque il senso non cambia, la realizzazione del film è stata totalmente compromessa. Tu continui a voler interpretare a tuo modo e poi ti accorgi che ci sarebbe una contraddizione. Ma ti rendi conto?
Comunque, visto che non basta quanto già trovato, ecco la prova definitiva:

http://www.youtube.com/watch?v=pfQjQ1Vm-ro&feature=player_detailpage#t=131s

Le parole di Lynch:

I knew the people I was working with and I sorted, again you know, this intuition thing I was working with them, sort of feeling what they wanna the film to be like and knowing how far I could dripp off that to be the way I want to be. And it (?) being kind of a compromise. And it just doesn't work out so well when that happens.

L'interpretazione di Legion, (che valeva per il testo di prima, che già ci voleva un bello sforzo per fraintendere)

- Lynch non fa riferimento al suo lavoro
- Non afferma che Dune sia un film scadente, parla solo delle ingerenze degli studios in cabina di montaggio.
- Non si fida delle parole di uno come Lynch, perché un simile perfezionista guarda sempre il dito e mai la luna.
- Questo film è comunque di Lynch, non degli studios.
- Lynch adora alla follia il lavoro che ha fatto con Dune, che è Lynch al 300%.
- Dune è in tutto e per tutto un film del regista, tanto quanto Mulholland Drive o Eraserhead. Anzi, forse DI PIU'.

Lasciamo perdere e stendiamo un velo pietoso. Ormai ho capito come vuoi portare avanti le tue argomentazioni.

Veramente quello che cerca la rissa sei tu. Avevi risposto stanotte con "a me di quello che dice Lynch non me ne fotte una sega" concludendo di fatto l'argomento, oggi pomeriggio evidentemente hai sentito il bisogno di riprenderlo e montare sto casino sul nulla dicendo quello che hai detto. (e ribadisco attaccando sul personale, quando non ce n'era alcun motivo)

Ma no, questo è ciò che pensavo all'inizio (la storia della sensibilità). Poi mi sono reso conto che è la comprensione dell'inglese a farti difetto.


Il problema è che qui neppure si sta parlando del film. Solo di Legion che si ostina a dire che Dune è Lynch con percentuale random e che tutte le cose di cui si lamenta sono accadute al montaggio.

Beh, ma questo solo nel forum lo hanno detto in 20. E credo sia innegabile.

mickes2
01-08-12, 20:41:42
Smiley face, Gregg Araki
http://www.rowthree.com/wp-content/uploads/2011/10/Faris_Smiley.jpg
Figuratevi una sorta di Alice nel paese delle (metropolitane) meraviglie, molto meno impaurita di quella di Svankmajer e in pieno trip rimbambito alla Noè ma previa assunzione di pesanti dosi d’erba. Smiley face è un palindromo impazzito che monta a suon di paranoie demenziali tipiche di una fattona che ha come obiettivo della giornata un semplice provino da attrice. Araki dispone di un gustosissimo senso del cinema e lo dimostra in questa simpaticissima, frizzante e fiabesca deriva esistenziale grondante di gioiosa e vitale spensieratezza. gioiello assoluto.

7,5

http://www.youtube.com/watch?v=I8SzujSn3CY

Lucignolo
01-08-12, 20:52:47
:nev:Ah il regista di Mysterious Skin....che gran bel film:gab::nev:







E dato che ho visto già Fitzcarraldo, Cobra Verde, Nosferatu e Woyzeck stasera vedrò Aguirre furore di Dio per completare la visione del sodalizio Herzog-Kinski:gab::gab::gab:



:ahsisi:E quando avrò tempo anche L'enigma di Kaspar Hauser anche se Kinski non c'è:sisi::ahsisi:

mickes2
01-08-12, 20:59:46
bravo, film bellissimo Mysteriouis skin, fino a ieri l'unico che avevo visto del regista. penso che a breve mi sparerò anche Kaboom :nev:

gli altri di Herzog ancora mi mancano, ma Kaspar Hauser è un capolavoro :ahsisi:

Vall77
01-08-12, 21:00:49
Smiley face, Gregg Araki
Figuratevi una sorta di Alice nel paese delle (metropolitane) meraviglie, molto meno impaurita di quella di Svankmajer e in pieno trip rimbambito alla Noè ma previa assunzione di pesanti dosi d’erba. Smiley face è un palindromo impazzito che monta a suon di paranoie demenziali tipiche di una fattona che ha come obiettivo della giornata un semplice provino da attrice. Araki dispone di un gustosissimo senso del cinema e lo dimostra in questa simpaticissima, frizzante e fiabesca deriva esistenziale grondante di gioiosa e vitale spensieratezza. gioiello assoluto.

7,5

Di suo ho visto solo Doom Generation, che non e' piaciuto.
Pero' dopo il tuo commento questo lo vedo ^^


E dato che ho visto già Fitzcarraldo, Cobra Verde, Nosferatu e Woyzeck stasera vedrò Aguirre furore di Dio per completare la visione del sodalizio Herzog-Kinski:gab:

Azz, il piu' bello.
Ma Aguirre non e' solo il piu' bello del Maestro, e' un film imprescinbile in assoluto.
Lato mio, una delle vette assolute del Cinema.

Buona visione insomma :ahsisi:

Legion
01-08-12, 21:02:31
Araki è bravo sì, però mi sta diventando un po' monotematico. Insomma.. ebbasta co sti froci :rickds:

mickes2
01-08-12, 21:05:13
Di suo ho visto solo Doom Generation, che non e' piaciuto.
Pero' dopo il tuo commento questo lo vedo ^^

spero sia di tuo gradimento, Valle :nev:

Togg
01-08-12, 21:20:42
Beh, ma questo solo nel forum lo hanno detto in 20. E credo sia innegabile.

Lo ha appena negato Lynch con le sue parole, che non ho neppure tradotto ma ho lasciato in inglese. Vuoi stendere il velo pietoso proprio ora che devi ammettere di avere detto una serie di fesserie?


I knew the people I was working with and I sorted, again you know, this intuition thing I was working with them, sort of feeling what they wanna the film to be like and knowing how far I could dripp off that to be the way I want to be. And it (?) being kind of a compromise. And it just doesn't work out so well when that happens.

Legion
01-08-12, 21:28:29
Lo ha appena negato Lynch con le sue parole, che non ho neppure tradotto ma ho lasciato in inglese. Vuoi stendere il velo pietoso proprio ora che devi ammettere di avere detto una serie di fesserie?


I knew the people I was working with and I sorted, again you know, this intuition thing I was working with them, sort of feeling what they wanna the film to be like and knowing how far I could dripp off that to be the way I want to be. And it (?) being kind of a compromise. And it just doesn't work out so well when that happens.

Adesso traducimi la frase in inglese che hai riportato. Vediamo che ne fai venire fuori, vediamo se ti accorgi che quella frase non significa assolutamente nulla :asd:

Peraltro hai sentito Jennifer Lynch dopo David??
After Dune was released, and the cut was what it was, [...] he died a thousand deaths, again, and again and again.
Ora, mi auguro tu sappia cosa significa "after". Ogni protagonista della vicenda e Lynch stesso hanno detto e ripetuto più volte che l'unico problema fu il montaggio. Non so più come dirtelo ormai.

Togg
02-08-12, 00:12:00
"Non significa assolutamente nulla", vuoi continuare a negare ho capito. Ma è così dura ammettere di essersi sbagliati? Che Lynch non è soddisfatto dell'intero processo creativo del film e non solo del montaggio? Avanti è palese da tutte le cose che ho postato, come fai a negarlo?
Stendiamo quel velo pietoso e buonanotte.

Gummo, Korine
mi è piaciuto un po' di più.

Julien Donkey-Boy, Korine
e questo un po' di meno.

golfrescue94
02-08-12, 00:16:03
volevo lasciare una breve recensione su swat firefight
ancora una volta il secondo capitolo si rivela essere peggiore del primo, swat firefight infatti si è rivelato molto meno coinvolgente e più finto del primo e ha deluso le aspettative..agenti che di norma devono essere poco confidenti coi civili si rivelano essere una sorta di super star che ci tengono a fare bella figura,oltretutto la trama è a dir poco immane, un killer del governo che tenta di eliminare agenti swat (la cui identità dovrebbe essere segreta) per una folle vendetta, il tutto in soli 84 minuti,30 in meno del predecessore..l interpretazione dei personaggi,come gia menzionato,non è da oscar nonostante il cast sia costituito da personaggi interessanti, ed è forse per questo che il film è stato destinato al piccolo schermo
sinceramente vedendo il trailer e sentendo menzionare la parola HRT mi aspettavo un titolo più serio e coinvolgente proprio come il primo capitolo..voto 5/10
l ho fatta nel modo più serio possibile

Dedalo
02-08-12, 00:31:27
visto ieri Pulp Fiction di Tarantino, beh è inutile che aggiungo altro :morris82:

Led Zeppelin
02-08-12, 00:32:30
Rec 2.


All'altezza del predecessore, gli spagnoli ci sanno fare.


Voto: 9.0

Legion
02-08-12, 00:47:11
come fai a negarlo?.

Leggendo le cose che hai postato :asd:
Ah, ancora devo leggere la traduzione di quella cosa senza senso che hai postato. Cioè, non significa nulla.
Usa la tua sensibilità e dimmi: perché mai Lynch avrebbe dovuto soffrire di 1000 morti tutte assieme dopo la visione della versione completa di Dune?
Quando non sei soddisfatto del processo creativo te ne freghi, se avesse saputo di aver fatto una cagata Lynch neppure avrebbe visto la versione theatrical.
Sai invece quando si soffre di 1000 morti? Quando ci hai messo tutto te stesso in un'opera, quando sai di aver dato il massimo e adori il lavoro che hai fatto e lo vedi mutilato da degli incompetenti in sala di montaggio. Altrimenti perché tutto quest'odio? Cerchi nelle virgole delle dichiarazioni di Lynch vaghe prove di quel che affermi, ma tutto sembra andare verso altra direzione..

In ogni caso non capisco di cosa stiamo parlando. E' sotto gli occhi di tutti che ciò che ci è pervenuto di Dune è roba cinematograficamente di valore assoluto. Se poi il collage non t'è piaciuto, sono affari tuoi.