PDA

Visualizza Versione Completa : Ultimo film visto | I commenti sono graditi!



Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 [85] 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142

Magnottone
13-10-12, 11:45:23
Un bordello in che senso, visti i precedenti :rickds: ?

James
13-10-12, 11:55:12
Un bordello in che senso, visti i precedenti :rickds: ?

La casa dove và ad abitare la scrittrice,era un bordello dove anni prima c era stata una strage:sisi: Gli spettri che vede sono le puttanè che stavano dentro al Casinò

Zweick
13-10-12, 12:20:40
Meglio il film di Lenzi :alex90:

Gargaros
13-10-12, 12:56:14
Millennium actress
Mi sa che il titolo era diverso... Comunque, primo film di Kon. Già coi primi vagiti si vedeva che era portato a mischiare realtà e finzione. Qui l'intervista di un vecchio produttore a una vecchia attrice di cui è invaghito da sempre, si trasforma presto in una ricerca attraverso i secoli rivisitati dai film dell'attrice. Da una scena storica reale si passa alla controparte filmica, alla realtà, l'intervistatore entra nelle memorie della donna e ne partecipa, acquisendo il ruolo cavalleresco di protettore che difatti si era realizzato tempo prima durante le ultime riprese dell'ultimo film dell'attrice. Ma l'attrice insegue il primo amore...
Spiegarlo è ostico, ma è un bel film animato, toccante e sognante. L'ultima frase però... che delusione. Io la intepreto come un fallimento della donna, che ammette di aver amato più la ricerca che l'uomo. Boh, mi sembra una cavolata, ma forse sbaglio.


EDIT
Ah, no, non è il primo di Kon. E il titolo è azzeccato.


Davvero non c'è male, dategli un'occhiata. :sisi:

Quoto :kep88:

Togg
13-10-12, 13:24:42
Friedkin è bravo :sisi:




6 d' accordo sul commento?

sono d'accordo :asd:

James
13-10-12, 14:06:13
Meglio il film di Lenzi :alex90:

Mah,quello di Lenzi è più televisivo come film,non che sia tanto migliore rispetto a questo.Reteitalia giusto?

Uh Uh Una firma di Ladiana memoria:morris82:

Zweick
13-10-12, 22:22:06
Mah,quello di Lenzi è più televisivo come film,non che sia tanto migliore rispetto a questo.Reteitalia giusto?

Uh Uh Una firma di Ladiana memoria:morris82:

Già, Reteitalia: la serie sulle case infestate per la tv, che non andò mai in onda perchè Fulci e Lenzi ci andarono giù bello pesante con il gore :rickds: senz'altro prodotti minori, per quanto secondo me La casa nel tempo di Fulci è un piccolo gioiello del filone case stregate italiche, ma che godono di una atmosfera inquietante invidiabile.
Aldo Lado sta per tornare :sisi:

Lucignolo
14-10-12, 00:05:58
L'uomo con la macchina da presa (1929, Dziga Vertov)

" Io sono un occhio. Un occhio meccanico e sono in costante movimento!"

http://i45.tinypic.com/e67p1u.png


L'opera nacque dal volere di Vertov di dare una totale autonomia e universalità all'arte cinematografica. Autonomia perchè i film sceneggiati e che seguivano una narrazione erano per il regista mero fumo negli occhi che la propaganda propinava alle masse; universalità perchè lo scopo fu quello di diffondere quest'opera senza il bisogno di utilizzare didascalie. Il cinema Vertoviano infatti, è arte che non vuole spartire nulla con quella del teatro e della letteratura, concetto che perderebbe inevitabilmente se usasse sottotitoli o copioni scritti. Il cinema vive di sole immagini e riesce a diffondersi solo e soltanto grazie alla forza espressiva di quest'ultime.

E' una delle teorie che seguirà il filone che fà fede al "cineocchio" sperimentato e nato in Urss proprio grazie a Vertov nei primi anni 20 e che qui trova la sua massima espressione.
Il film non segue una vera e propria storia: inizia con un operatore che proietta di nascosto in un cinema pieno di ignari spettatori, uno spettacolo di vita quotidiana nell'arco temporale di 24 ore, dall'alba al tramonto: riprese di strade, traffico, lavoro, tempo libero, eventi come matrimoni, divorzi, nascite, morti in 3 città diverse: Mosca, Kiev e Odessa. Una proiezione dove persino il regista, o meglio, il "supervisore dell'esperimento" come ha tenuto a precisare Vertov nei titoli di testa, viene a sua volta ripreso mentra sta filmando le varie scene (c'è comunque da dire che l'operatore che vediamo nel film non è Vertov ma Mikhail Kaufman, assistente e improvvisato attore del film), che si trovi esso in mezzo a una strada per riprendere da vicino autobus e tram, in cima a una gru sospesa sopra a un fiume a riprendere la gente che brulicante popola le strade come piccole formiche in un nido, in cima a una collina, a bordo di automobili e treni in movimento, all'interno delle fabbriche per seguire da vicino le produzioni a catena e la loro progressiva disumanizzazione (tema che affronterà anche Chaplin anni dopo in tempi moderni) qualunque cosa pur di carpire il possibile e anche l'impossibile, laddove neanche l'occhio umano potrebbe arrivare in condizioni normali, in quello che è forse il più alto esempio di metacinema mai visto su schermo.

Passiamo al capitolo nettamente più importante del film: IL MONTAGGIO. Vedere un'opera del genere e pensare che si ha di fronte materiale di 83 anni fà è assolutamente scioccante. 1775 shots, uno ogni 2,3 secondi. Una specie di antologia di tutte le tecniche cinematografico allora conosciute: Slow-motion, fast forward, reverse, sovraimpressione, freeze frame, dissolvenza incrociata, split screen sia verticale che orizzontale, stop motion (da citare assolutamente la scena della camera che si monta da sola sul treppiedi e si muove autonomamente, una delle sequenze più strabilianti che abbia mai visto), movimenti di camera ipercinetici e mirabolanti a volte a ritmi sostenutissimi sino ad arrivare a singoli frame alternati in una vera e propria esplosione dinamica. Tutto questo, si noti bene, con la camera sempre fissa sulla propria attrezzatura, o sul pavimento, avrò contato si e no 2-3 movimenti come una panoramica e una carrellata. Ma non è solo il montaggio in quanto tecnicamente all'avanguardia a fare il film straordinario, ma anche come viene usato: c'è pochissimo montaggio classico come lo intendiamo noi...è piuttosto "analogico", và appunto per analogie, perciò ci capiterà di vedere una donna che si stà lavando i capelli e subito dopo gente che pulisce le strade con idranti, oppure viene inquadrato un cartello con una figura con l'indice sulla bocca a mò di silenzio e subito dopo ci viene mostrata una donna che dorme. Altra tecnica per esempio è quella del montaggio metaforico: il cine-occhio che sembra quasi diventare reale e umano grazie a ingegnose sovraimpressioni (guardare foto che ho messo sotto al titolo) oppure con la stessa tecnica la figura ingigantita dell'operatore che sovrasta le folle nella sua opera di osservatore del tutto, ovunque.
Va da sè che una tale sequenza di immagini perdono buona parte della loro natura senza il comparto musicale, per questo è un'opera che và visionata direi quasi obbligatoriamente col sottofondo orchestrato (io ho visto la versione del 1995 per DVD e credo sia la migliore perchè crea una simbiosi totale con le immagini e il ritmo è assolutamente fedele al ritmo del montaggio, c'è un'altra versione più recente ma io la eviterei tranquillamente).

In ogni caso un'opera abbagliante, anticonvenzionale all'epoca, meravigliosa fonte storica di uno spaccato dell'Unione Sovietica di quegli anni, l'opera che nacque grazie all'idea del regista che volle farsi precursore del puro cinema, estraneo ad altre forme artistiche preesistenti, fruibile indistintamente da tutti.
Oggi divenuto il film capostipite del genere documentario, con ogni probabilità il suo più alto esponente.


10

Togg
14-10-12, 00:53:26
Hai battuto ogni record Lucignolo :asd:

mickes2
14-10-12, 01:00:16
secondo me un post del genere merita un topic dedicato, prima di tutto perchè il film è importantissimo; secondo perchè è facilmente ri-consultabile quando si ha voglia potendo così leggere tutto con calma.

TheMrGmk
14-10-12, 01:09:33
Total Recall, il remake.

Film che se preso singolarmente risulta carino, ma se confrontato con il vecchio ne esce distrutto.

Perchè mentre questo è il classico film tanto fumo, quello con swarzy aveva tutta una sua mitologia, cioè quando
viene detto ad hauser che sta ancora attaccato al macchinario recall
nell'originale si creava la giusta suspence, io ci avevo creduto veramente, mentre qui si sente puzza di inganno da un miglio.

Poi era dotato di una trama molto più articolata ed imho interessante, mi è piaciuta molto di più la vecchia sceneggiatura :sisi:

Ma poi cioè vogliamo mettere una delle scene più epiche di tutti gli action movie
tutta la scena di hauser che azione il gingillo che scioglie la calotta polare

L'appeal di swarzy poi è difficilmente replicabile :asd:

Mi è piaciuto il design delle ambientazioni ed alcune chicche dedicate ai fan
la tritettuta, il pezzo della donna al metal detector (uguale al travestimento di hauser nel vecchio film)

Un buuu per l'eliminazione del tassista ed il pianeta marte :sad:

Godibile dai.
Si porta a casa un 6.5

Togg
14-10-12, 01:16:24
Giusta osservazione.

Gargaros
14-10-12, 05:15:51
Hunger games
Oibò, pensavo fosse una cacchiata per adolescenti, invece è adulto e serio. Mi ha sorpreso in positivio. Peccato solo che sia una copia spudorata di Battle Royale.
Il film è bello ma gli effetti speciali sono tra il buono e il disastroso: in particolare quando fanno la prima parata, ogni volta che la telecamera insegue i cocchi, lo scenario dietro appare troppo esageratamante finto. Sembra che chi ha diretto la CG lì abbia dormito. Pollice giù pure per quegli orridi cani mutanti alla fine.
Ma un film carino. Harrelson superbo, pur se in un ruolo secondario.

silver1983
14-10-12, 12:36:31
Hunger games
Oibò, pensavo fosse una cacchiata per adolescenti, invece è adulto e serio. Mi ha sorpreso in positivio. Peccato solo che sia una copia spudorata di Battle Royale.
Il film è bello ma gli effetti speciali sono tra il buono e il disastroso: in particolare quando fanno la prima parata, ogni volta che la telecamera insegue i cocchi, lo scenario dietro appare troppo esageratamante finto. Sembra che chi ha diretto la CG lì abbia dormito. Pollice giù pure per quegli orridi cani mutanti alla fine.
Ma un film carino. Harrelson superbo, pur se in un ruolo secondario.

Lo vidi al cinema con la tua stessa iniziale diffidenza.
Dovetti ricredermi...bel film!!
Cani finali orribili però :asd:

Solid_Snake
14-10-12, 12:59:02
28 giorni dopo, ieri sera. Mi ero sempre sforzato di vederlo dato che dopo un po' mi annoiava in modo terribile e ieri sera ci sono più o meno riuscito. Non riesco proprio a farmelo piacere :rickds:

Quattro
14-10-12, 13:57:33
Taxi Driver. Devastante storia sulla solitudine, l'alienazione e la frustrazione di un uomo che odia e disprezza l'unico mondo che conosce e che, fallendo miseramente nel tentativo di integrarsi nella società, trova in una violenza autodistruttiva l'unica possibile soluzione. Uno strepitoso De Niro si trova così totalmente privo di riferimenti in un limbo fra la notte e il giorno, fra il disprezzo per i bassifondi e la repulsione la fredda e incomprensibile società metropolitana, fra la bellissima Betsy e la smarrita Iris. Tutto ciò converge verso un sorprendente epilogo in cui il protagonista trova la tanto desiderata accettazione da parte della società proprio quando il suo processo di autodistruzione raggiunge il suo compimento. E' però ormai troppo tardi, come dimostra, nell'ultimo incontro con Betsy, il rifiuto di una seconda possibilità concessagli proprio da colei che aveva scatenato il tutto.
The Help. Storia molto toccante sul delicato tema del razzismo, impreziosito da una recitazione nel complesso ottima (tra cui spicca Octavia Spencer, estremamente espressiva ma sempre credibilissima, Oscar assolutamente meritato). Alcuni personaggi dimostrano una notevole profondità psicologica e sono ritratti con una grande dignità, senza mai scadere in una banale commiserazione, altri invece sono stati caratterizzati in modo forse un po' troppo monodimensionale. Questo l'unico appunto: pur essendo un'opera di fantasia, viene raccontata come se si trattasse di fatti reali, e ho perciò avvertito una certa artificiosità nel delineare personaggi positivi e negativi. Giudizio molto positivo, da vedere. - 7


L'uomo con la macchina da presa (1929, Dziga Vertov)

CUT

Gran bel commento, mi piacerebbe avere l'occasione di vederlo.


Hunger games
Oibò, pensavo fosse una cacchiata per adolescenti, invece è adulto e serio.

???

Darton
14-10-12, 16:46:05
La mortadella
non credevo che de Vito e la Sarandon avessero cominciato da qui :asd:
tra l'altro nei titoli di coda il nome della Sarandon è scritto pure male.

MagnaManga
14-10-12, 20:21:34
Visionato ieri sera Matrix in BD
Oggi passo a Reloaded :sisi:

Gargaros
14-10-12, 20:29:12
Dovetti ricredermi...bel film!!

Però non lo so, ho qualche dubbio sui meccanismi del gioco. Sbaglio o non viene detto nulla sull'obbligo di uccidere? In Battle Royale erano costretti da una bomba messa nel collare: se non uccidevano, venivano eliminati dal gioco...


???

Ma dici sul fraintendimento? Boh, ricordo di aver letto degli accostamenti alla saga di Harry Potter. Forse è per questo che pensavo HG fosse tagliato per un pubblico simile, di ragazzini e adolescenti.

O dici che non è maturo e serio?

Diablo.
14-10-12, 21:32:09
Mucche alla riscossa in tv mentre facevo i compiti per scuola. :asd:

Chippen
14-10-12, 23:53:30
Il Velo Dipinto.

Bel film,soprattutto la colonna sonora merita tanto.

silver1983
14-10-12, 23:53:31
Il Messaggero

Appena finito di vedere, buon film a mio avviso.
Una casa infestata con spiriti che porterà un'intera famiglia a vivere vicende alquanto "strane".
Tratto da una storia vera. :sisi:

BESTMANU
15-10-12, 00:45:45
Oggi ho visto
Iron sky: film carino, leggero, mi ha strappato qualche risata. Voto 6
Il truffacuori: mi aspettavo di meglio, alcune scene sono carine ma la trama è trooooooppo prevedibile voto 5,5

Lucignolo
15-10-12, 02:23:44
Il gabinetto del dr. Caligari (1920, Robert Wiene)

"Ciò che a me e a lei è capitato è ancora più strano: ve lo racconterò..."

http://i50.tinypic.com/nquwdc.png


Vero e proprio simbolo del cinema espressionista tedesco (ben più del Nosferatu di Murnau che ho visto quasi contemporaneamente) un film che parte con un uomo, Francis che racconta a un vecchio una storia, e qui si passa al flashback che durerà per la quasi totale durata del film.
Siamo a Hostelwall, piccolo paesino dove ha luogo una fiera, vi si presenta un personaggio che si fà chiamare Dr. Caligari, che vuole mostrare a tutti la sua "attrazione": Cesare, un sonnambulo che il dottore asserisce si svegli solamente sotto il suo comando e riesca a prevedere il futuro di chiunque lo interroghi. Quasi contemporaneamente però nello stesso paesino cominciano a susseguirsi strani omicidi. Un giorno Francis e Alan (suo amico) assistono allo spettacolo e Alan chiede a Cesare quanto vivrà: il sonnambulo gli risponde che morirà l'alba del giorno successivo...

Film eccezionale, dalla scenografia bidimensionale avvolgente e spigolosa, al trucco volutamente marcato per tutti gli attori, alla vicenda tesissima e assurda sin dall'inizio, coi vari personaggi che si accusano a vicenda e conferiscono alla trama un fitto mistero sino alla fine.....già....la fine.....davvero geniale e copiata fino allo sfinimento dai cineasti delle seguenti generazioni...semplicemente folgorante e spiazzante.
Uno dei primi veri esempi di film horror.

9,5


Ah....e a spiazzarmi è stato anche rileggere la carriera di Conrad Veidt su imdb, il sonnambulo Cesare del film

http://i47.tinypic.com/qmyn0l.jpg


Che ho scoperto essere uno dei più grandi attori tedeschi del tempo, lo stesso che sarà protagonista 8 anni dopo de "L'uomo che ride" (1928) di Paul Leni, altro grande film muto, dove dà prova della sua strordinaria inquietante espressività, tanto che Bob Kane (papà di Batman) anni dopo ammise che fu in quel film la sua ispirazione principale per il Joker:morristend::morristend::morristend::morriste nd::morristend:

http://i47.tinypic.com/10x999s.jpg


Non bastasse tale sorpresa ho scoperto che anni dopo ancora si è trasferito dalla Germania a Hollywood ed ha trovato un gran successo, partecipando persino a film come Casablanca (1943)

http://i48.tinypic.com/20pye8p.jpg


Ebbene si: Conrad Veidt non è solo Cesare nel gabinetto del dr. Caligari, ma anche il VERO Joker e il generale Strasser di Casablanca :phraengo::phraengo::phraengo::phraengo::phraengo: chi c...o l'aveva riconosciuto



Altri film muti che ho visto ma non ho tempo di commentare:


-Nosferatu, il vampiro (1922, F.W. Murnau) 9
-Come vinsi la guerra (1926, Buster Keaton) 9+

Togg
15-10-12, 02:24:59
The Hunger Games, regista non pervenuto
certo che ci voleva coraggio all'epoca a dire che non c'entrava nulla con Battle Royale, comunque. Questo film effettivamente non è esclusivamente una brutta copia di Battle Royale made in U.S.A. Piuttosto sarebbe utile notare come si tratti dell'ennesimo prodotto dell'entertainment d'oltre oceano utile a veicolare un certo sentimento reazionario. Potremmo dire che tutto ha origine nel lavoro Orwelliano di descrizione sociale che tanto ha influenzato l'immaginario culturale e, in una spirale di cui è impossibile riconoscere le estremità, la propaganda portata avanti dalle democrazie neoliberiste. È lo spirito individuale, costretto dalle dure catene dell'oppressione costante e del controllo totale, a trovarsi braccato nel gioco messo in atto dalla decadente città (quei costumi e il pietoso didascalismo che si portano dietro). Lascia basiti la violenza retorica con cui gli oppressi si stupiscono di fronte all'opulenza, come a dire "ecco perché non si ribellano, non sanno cosa si perdono", c'è così tanto del virus capitalista in quegli abbozzi di scrittura che vengono i brividi. Ma se vogliamo anche questo era un punto già trattato in 1984 anche se, me lo si conceda, con molta molta più coerenza interna.
Ma siccome è un discorso lungo ed è molto tardi mi fermo qui. Aggiungo solo che il film è girato in modo mediocre è scritto in modo pessimo (al netto dei rilievi ideologici), nei momenti chiave poi incatena una serie di figuracce.

4

Gargaros
15-10-12, 10:22:36
Hot fuzz
Wright/Pegg ritornano dopo L'alba dei morti dementi, questa volta con un ciallone, e che giallone! Sceneggiatura maniacale fin nel dettaglio più infimo, e colpo di scena solido come un pietrone (anche se non altrettanto originale). Poi divertente, brioso, pieno di battute e gag irresistibili. Quando esplode l'azione diventa pure una parodia dei pessimi film action americani, con tanto di memorabile scazzottata nella città in miniatura. Stupendo, niente di più, niente di meno.

Il dittatore
Anche questo divertente, e graffiante, il che non guasta mai. Alcune trovate mi hanno cappottato, come quando alla fine il dittatore protegge il regime dittatoriale adducendo una serie di motivi per cui è migliore della democrazia, facendo nel contempo un riflesso involontario della democrazia stessa (l'unica differenza è che la dittatura è più onesta e meno ipocrita) :asd:

Quella casa nel bosco
Non ho capito se la barriera è frutto della tecnologia o della magia. No, perché se è frutto della tecnologia, allora il film è una boiata colossale.
Posso solo dire che mi aspettavo qualche informazione in più alla fine, fra cui
chi decide quale deve essere la vittima a scampare e soprattutto perché, visto che gli "antichi" non hanno voce in capitolo
Inoltre, mi sarei aspettato
gli antichi di lovecraftiana memoria, non i... titani di God Of War :sad:



The Hunger Games, regista non pervenuto
certo che ci voleva coraggio all'epoca a dire che non c'entrava nulla con Battle Royale, comunque. Questo film effettivamente non è esclusivamente una brutta copia di Battle Royale made in U.S.A. Piuttosto sarebbe utile notare come si tratti dell'ennesimo prodotto dell'entertainment d'oltre oceano utile a veicolare un certo sentimento reazionario. Potremmo dire che tutto ha origine nel lavoro Orwelliano di descrizione sociale che tanto ha influenzato l'immaginario culturale e, in una spirale di cui è impossibile riconoscere le estremità, la propaganda portata avanti dalle democrazie neoliberiste. È lo spirito individuale, costretto dalle dure catene dell'oppressione costante e del controllo totale, a trovarsi braccato nel gioco messo in atto dalla decadente città (quei costumi e il pietoso didascalismo che si portano dietro). Lascia basiti la violenza retorica con cui gli oppressi si stupiscono di fronte all'opulenza, come a dire "ecco perché non si ribellano, non sanno cosa si perdono", c'è così tanto del virus capitalista in quegli abbozzi di scrittura che vengono i brividi. Ma se vogliamo anche questo era un punto già trattato in 1984 anche se, me lo si conceda, con molta molta più coerenza interna.
Ma siccome è un discorso lungo ed è molto tardi mi fermo qui. Aggiungo solo che il film è girato in modo mediocre è scritto in modo pessimo (al netto dei rilievi ideologici), nei momenti chiave poi incatena una serie di figuracce.

4

Di politica è meglio che se ne occupino i politici.

Però più ci penso e più credo ci sia qualcosa che non quadra nel meccanismo del gioco in sé...

Zweick
15-10-12, 10:34:54
The Hunger Games, regista non pervenuto
certo che ci voleva coraggio all'epoca a dire che non c'entrava nulla con Battle Royale, comunque. Questo film effettivamente non è esclusivamente una brutta copia di Battle Royale made in U.S.A. Piuttosto sarebbe utile notare come si tratti dell'ennesimo prodotto dell'entertainment d'oltre oceano utile a veicolare un certo sentimento reazionario. Potremmo dire che tutto ha origine nel lavoro Orwelliano di descrizione sociale che tanto ha influenzato l'immaginario culturale e, in una spirale di cui è impossibile riconoscere le estremità, la propaganda portata avanti dalle democrazie neoliberiste. È lo spirito individuale, costretto dalle dure catene dell'oppressione costante e del controllo totale, a trovarsi braccato nel gioco messo in atto dalla decadente città (quei costumi e il pietoso didascalismo che si portano dietro). Lascia basiti la violenza retorica con cui gli oppressi si stupiscono di fronte all'opulenza, come a dire "ecco perché non si ribellano, non sanno cosa si perdono", c'è così tanto del virus capitalista in quegli abbozzi di scrittura che vengono i brividi. Ma se vogliamo anche questo era un punto già trattato in 1984 anche se, me lo si conceda, con molta molta più coerenza interna.
Ma siccome è un discorso lungo ed è molto tardi mi fermo qui. Aggiungo solo che il film è girato in modo mediocre è scritto in modo pessimo (al netto dei rilievi ideologici), nei momenti chiave poi incatena una serie di figuracce.

4

Tralasciando Hunger Games, che mi pare di capire essere piuttosto dimenticabile :asd:, quindi secondo te in 1984 c'è un protoeroe neoliberista che combatte contro le catene oppressive dei vecchi regimi che limitano le libertà personali? Forse ho capito male le tue considerazioni, ma non penso che un marxista combattente come Orwell si sia lanciato in una celebrazione del neoliberismo come fonte di libertà, quanto in una disincantata visione sul pericolo di OGNI forma di governo di trasformarsi in una spietata dittatura (lui stesso aveva subito in Spagna le persecuzioni di quelli che in teoria dovevano essere i suoi compagni di lotta, mi riferisco alle "divergenze" tra gli stalinisti e i gruppi combattenti non allineati durante la guerra civile). Anzi, il fatto che il regime da lui tratteggiato abbia delle connotazioni molto sfumate e cangianti e dei metodi coercitivi subdoli lo avvicina tantissimo alla pseudo democrazia neoliberista in cui viviamo attualmente più che a un vecchio regime totalitario (un po come in Brave new world di Huxley). La sua potenza è proprio quella di aver messo in luce le contraddizioni di una modernità che stava nascendo quando lui scrisse il libro, modernità che se si lasciava indietro i vari "ismi" ne abbracciava di nuovi e forse anche più pericolosi.
Ot clamoroso, lo so, ma mi interessa il discorso intavolato da Togg :asd:

silver1983
15-10-12, 10:43:20
Però non lo so, ho qualche dubbio sui meccanismi del gioco. Sbaglio o
non viene detto nulla sull'obbligo di uccidere?

No, la concorrente sa cosa le aspetta ed ha "paura" e coscienza già prima di andarci, al punto di sostituirsi alla sorellina che era stata scelta. Non c'è un vero e proprio "obbligo", quanto una presa di coscienza che fa si che i protagonisti sia indotti ad uccidere per sopravvivere.

Gargaros
15-10-12, 11:21:07
No, la concorrente sa cosa le aspetta ed ha "paura" e coscienza già prima di andarci, al punto di sostituirsi alla sorellina che era stata scelta. Non c'è un vero e proprio "obbligo", quanto una presa di coscienza che fa si che i protagonisti sia indotti ad uccidere per sopravvivere.

Ma allora non ha senso, scusa! :asd:

Cioè, 'sti ragazzi vengono portati nell'arena e
potrebbero fare una scampagnata, fare girotondi, fare l'amore (so' adolescenti, i più), anziché fraccarsi di botte, visto che non sono costretti da nulla e da nessuno

Tanto varrebbe fare gruppo e aiutarsi a vicenda contro

le trappole che il controllore metterebbe in gioco per eliminarli, visto che non si ammazzano tra loro

Boh, devo chiedere a mia nipote che ha letto il libro. Forse nel libro ci sono dei motivi per cui valga la pena combattere... Ma se il film non ne ha, allora è una boiata colossale.

Diablo.
15-10-12, 11:26:01
Io, loro e Lara - Carlo Verdone - 2010

James
15-10-12, 11:28:08
Io, loro e Lara - Carlo Verdone - 2010

Magari mettere uno straccio di commento non sarebbe male:unsisi:

Togg
15-10-12, 13:58:20
Abraham Lincoln Vampire Hunter, una porcata, è stata dura ma l'ho finito.



Quella casa nel bosco
Non ho capito se la barriera è frutto della tecnologia o della magia. No, perché se è frutto della tecnologia, allora il film è una boiata colossale.

Cioé è una boiata colossale perché la barriera non esiste? Non mi è sembrato un film che punta troppo sul realismo.




Di politica è meglio che se ne occupino i politici.

Occhio che la politica non è un hobby, non è come le bocce che c'è chi ci gioca e chi no. La scelta di "non occuparsi" di politica fa ricadere unicamente nel campo della politica qualunquista, l'homo sapiens è un animale politico (oltre che linguistico), mi dispiace darti questa notizia ma non puoi sfuggire alle tue responsabilità :(

(e ovviamente un film è anche un agente politico, anche a questo non si scappa)


Tralasciando Hunger Games, che mi pare di capire essere piuttosto dimenticabile :asd:, quindi secondo te in 1984 c'è un protoeroe neoliberista che combatte contro le catene oppressive dei vecchi regimi che limitano le libertà personali? Forse ho capito male le tue considerazioni, ma non penso che un marxista combattente come Orwell si sia lanciato in una celebrazione del neoliberismo come fonte di libertà, quanto in una disincantata visione sul pericolo di OGNI forma di governo di trasformarsi in una spietata dittatura (lui stesso aveva subito in Spagna le persecuzioni di quelli che in teoria dovevano essere i suoi compagni di lotta, mi riferisco alle "divergenze" tra gli stalinisti e i gruppi combattenti non allineati durante la guerra civile). Anzi, il fatto che il regime da lui tratteggiato abbia delle connotazioni molto sfumate e cangianti e dei metodi coercitivi subdoli lo avvicina tantissimo alla pseudo democrazia neoliberista in cui viviamo attualmente più che a un vecchio regime totalitario (un po come in Brave new world di Huxley). La sua potenza è proprio quella di aver messo in luce le contraddizioni di una modernità che stava nascendo quando lui scrisse il libro, modernità che se si lasciava indietro i vari "ismi" ne abbracciava di nuovi e forse anche più pericolosi.
Ot clamoroso, lo so, ma mi interessa il discorso intavolato da Togg :asd:

Era un discorso che avevo affrontato con maggiore completezza quando ne avevo discusso con Panzer, google mi ha aiutato a trovare quello che avevo scritto:


Dipende anche da come lo si valuta, però tendenzialmente 1984 ha avuto un'influenza deleteria. Il pensiero della distopia totalizzante e totalitaria (che leggendo Orwell andrebbe massicciamente contestualizzata) ha impedito di riconoscere come di fatto si mettono in campo, si producono e riproducono gli apparati di controllo contemporanei. 1984 rende impossibile distinguere le pratiche di soggettivazione/assoggettamento che contradistinguono le democrazie liberali appaiate al contesto capitalistico. Orwell mantiene una visione del controllo e del potere di tipo "ministeriale" (infatti ci sono i vari ministeri che attuano il Grande Inganno, la Grande Repressione, ecc.). La naturà del potere andrebbe invece indagata nel sua specificità di micro-potere. Se non si è capaci di fare questo diventa impossibile capire fenomeni come Kony 2012, le applicazioni dello smart power, ecc.
Il problema di 1984 è che si tratta di uno strumento poco adattabile, Orwell ha spinto la sua riflessione fino alla radicalità e letterariamente fa senza dubbio la sua figura. Ma come strumento critico si rivela spesso insoddisfacente proprio a causa della sua intransigenza.

Ora, capisco bene il contesto di riferimento di Orwell, e infatti ritengo che la prima cosa da fare leggendo 1984 sia proprio di contestualizzare l'opera in modo da poterne effettuare una critica approfondita. Ovviamente non ritengo che il pensiero di Orwell sia assimilabile a quello neoliberista, ci mancherebbe. Il problema è che alcune delle sue intuizioni sociali sono facilmente strumentalizzabili (indipendentemente dalla sua volontà) a favore dei meccanismi di potere attuale che, e in questo ti contraddico, sono l'opposto di quelli teorizzati e vissuti sulla sua pelle da Orwell.
E ci sarebbe anche un passo di 1984 che mostra benissimo come l'apparato economico/sociale orwelliano sia l'opposto di quello capitalista neoliberale visto che la classe dominante limita enormemente i suoi lussi pur di mantenere un certo potere. Questo pezzo però è difficile da spiegare, però lui l'ha scritto molto bene, purtroppo non ho il libro sottomano ma se lo trovo in un pdf aggiungo.

Trovato!

È frutto di un preciso progetto politico mantenere anche i gruppi sociali privilegiati in un regime prossimo alla ristrettezza, perché una condizio- ne di penuria generalizzata rafforza l'importanza dei piccoli privilegi, accentuando così le differenze fra un gruppo e l'altro. A fronte del tenore di vita dei primi anni del XX secolo, perfino un membro del Partito In- terno conduce un'esistenza austera quanto laboriosa. Ciononostante, quei pochi lussi di cui gode, l'appartamento spazioso e ben arredato, la mi- gliore qualità degli abiti, del cibo, delle bevande, del tabacco, i due o tre domestici, l'automobile o l'elicottero privati lo collocano in un altro mondo rispetto a un membro del Partito Esterno. A loro volta, i membri del Partito Esterno godono di analoghi vantaggi rispetto a quelle masse sommerse che chiamiamo "prolet".
http://www.vho.org/aaargh/fran/livres6/1984-it.pdf


Comunque bisognerebbe leggere l'intero capitolo in modo da avere una visione chiara di come Orwell teorizzi quella precisa società. Fatto sta che il capitalismo non funziona così, e la distruzione del pluslavoro tramite la guerra non serve unicamente ad intrappolare le masse in una prigione psicologica come scrive Orwell ma a fare la ricchezza dei signori della guerra (of course) e più sottilmente a smaltire le crisi di sovrapproduzione. Ma non per far ricadere tutti (chi più chi meno) nella povertà ma per fare in modo che chi detiene i mezzi di produzione possa ancora estrarre plusvalore. Così però rischio di dire troppe cose in poche parole quindi meglio che rimandi a questa ottima lezione sulle basi teoriche del capitalismo http://uninomade.org/marx-operaismo-2-video/

Detto ciò, 1984 di Orwell è uno strumento che si indirizza esclusivamente alla critica dei regimi totalitari e che è stato decontestualizzato e distorto dal pensiero capitalista neoliberale di modo che i "cittadini" delle democrazie attuali possano riempirsi la bocca di libertà quando hanno dentro di sé così tante catene che gli schiavi del passato non ne hanno mai viste.

(Tutto ciò sembra O.T. ma non lo è. Proprio il film che ho bollato ad inizio topic come porcata è denso della stessa retorica americana, anche se meno sottile e già stravista, uella della nazione fondata sulla libertà, sugli uomini liberi ecc )

Binigi
15-10-12, 14:17:07
Abraham Lincoln Vampire Hunter, una porcata, è stata dura ma l'ho finito.
]

Aspettavo proprio una recensione.....

Zweick
15-10-12, 14:18:22
Abraham Lincoln Vampire Hunter, una porcata, è stata dura ma l'ho finito.



Cioé è una boiata colossale perché la barriera non esiste? Non mi è sembrato un film che punta troppo sul realismo.



Occhio che la politica non è un hobby, non è come le bocce che c'è chi ci gioca e chi no. La scelta di "non occuparsi" di politica fa ricadere unicamente nel campo della politica qualunquista, l'homo sapiens è un animale politico (oltre che linguistico), mi dispiace darti questa notizia ma non puoi sfuggire alle tue responsabilità :(

(e ovviamente un film è anche un agente politico, anche a questo non si scappa)



Era un discorso che avevo affrontato con maggiore completezza quando ne avevo discusso con Panzer, google mi ha aiutato a trovare quello che avevo scritto:



Grazie per essere andato a ripescare la discussione :cat:; è un interpretazione molto interessante e che mi trova in parte d'accordo, ma continuo a vedere nel GF orwelliano molte connotazioni moderne che lo rendono drammaticamente attuale (anche se il già citato Huxley ci aveva visto molto più lungo).

James
15-10-12, 14:27:58
Abraham Lincoln Vampire Hunter, una porcata, è stata dura ma l'ho finito.

Chissà cosa ti aspettavi.

Key Paradise
15-10-12, 14:33:42
Quella casa nel bosco
chi decide quale deve essere la vittima a scampare e soprattutto perché, visto che gli "antichi" non hanno voce in capitolo

questo è presto detto: a sopravvivere è quella identificata come la protagonista femminile, secondo la tradizione delle scream queen (halloween, venerdì 13 ecc..). quindi a decidere "chi" e "perchè" sono le regole dell'horror stesso, come del resto per tutto il film

Togg
15-10-12, 14:42:37
Aspettavo proprio una recensione.....
E' brutto, tempo buttato.


Grazie per essere andato a ripescare la discussione :cat:; è un interpretazione molto interessante e che mi trova in parte d'accordo, ma continuo a vedere nel GF orwelliano molte connotazioni moderne che lo rendono drammaticamente attuale (anche se il già citato Huxley ci aveva visto molto più lungo).

Ho pescato pure la citazione di Orwell e continuato a scrivere! (non ho letto Huxley purtroppo :( )
Comunque la seconda puntata della miniserie Black Mirror è un buon approfondimento del GF orwelliano, nel topic apposito in sezione io non ne scrissi benissimo perché ha le debolezze tipiche della narrazione distopica ma perlomeno fa un passo avanti nella comprensione delle pratiche di consumo e riduzione al consumo che Orwell non tratta completamente (e come poteva?).

Te la consiglio, il primo episodio è il mio preferito (proprio perché il più sfumato). http://en.wikipedia.org/wiki/Black_Mirror_(TV_series)

---------- Post added at 14:42:37 ---------- Previous post was at 14:40:32 ----------


Chissà cosa ti aspettavi.

Il mio sogno sarebbe vedere anche una gran trashata ma che non perda 3/4 delle scene a dirci quanto sono liberi gli americani. (comunque è davvero scritto male e montato peggio)

Diablo.
15-10-12, 16:05:29
Mediterraneo - 1991 - Gabriele Salvatores

Quattro
15-10-12, 19:51:23
Ma dici sul fraintendimento? Boh, ricordo di aver letto degli accostamenti alla saga di Harry Potter. Forse è per questo che pensavo HG fosse tagliato per un pubblico simile, di ragazzini e adolescenti.

O dici che non è maturo e serio?

Dico che è una porcata clamorosa, ecco tutto. :asd:

Non ho visto il film, il libro mi è bastato (ho dovuto leggerlo per scuola). Ridicolo proprio nel suo voler apparire "adulto e serio" quando si capisce fin dalla prima pagina che è un libro per bimbetti. In ogni aspetto, trama, ambientazione, personaggi, dialoghi, e chi più ne ha più ne metta.


Io, loro e Lara - Carlo Verdone - 2010


Mediterraneo - 1991 - Gabriele Salvatores

[Ufficiale] Ultimo film visto - I commenti sono graditi ! [cit.]

Non è la versione cinematografica di "A cosa avete giocato oggi", mi dispiace. :asd:

Magnottone
15-10-12, 20:19:49
L ultimo di verdone ieri...

Boh...non so..non e che mi abbia convinto molto, non e sul comico ma sulla commedia con sfondo amaro..pero non mha convinto lo stesso.
Mi e capitato di rivederlo oggi...forse lho rivalutato invece. È attuale...qualche sorriso viene in maniera spontanea...ok ok


Stasera ho affittato

ENTER THE VOID

ma forse lo vedro non oggi

Inviato dal mio Atrix

Togg
15-10-12, 23:49:11
comunque voglio sottolineare che quella robaccia di Lincoln-noiamericanisiamoliberi e ammazziamo i vampiri è stata prodotta anche da Tim Burton. Alé.

Magnottone
15-10-12, 23:50:01
vabbè tim burton ormai s'è buttato nella mischia da un po :rickds:

Darton
16-10-12, 00:15:32
io mi chiedo quando Burton tornerà a fare qualcosa di originale :asd:
considerando solo gli ultimi 5 anni, ha fatto l'adattamento di un musical, l'adattamento di un romanzo, l'adattamento di una serie televisa e l'adattamento di un cortometraggio animato..

Magnottone
16-10-12, 00:16:32
si prendesse una bella pausa di riflessione, ma lunga.

anche se secondo me ce lo siamo giocato :rickds:

Darton
16-10-12, 00:23:19
io gli consiglierei soprattutto di rinnovare il cast perchè mi sono rotto di vedere sempre Depp e la Carter..

Magnottone
16-10-12, 00:24:54
a me depp sta andando in puzza con sta storia di burton io lo dico non mi vergogno

Togg
16-10-12, 02:37:53
Rapporti prefabbricati, Tarr
molto meno interessante di Nido familiare. vado a dormì.

Gio1981
16-10-12, 11:32:34
28 giorni dopo, ieri sera. Mi ero sempre sforzato di vederlo dato che dopo un po' mi annoiava in modo terribile e ieri sera ci sono più o meno riuscito. Non riesco proprio a farmelo piacere :rickds:

28 giorni dopo è uno dei migliori film nel suo genere ! ma come fa ad annoiare ??ti tiene in tensione per tutta la durata del film, ci sono continui inseguimenti, è tutto meno che noioso. :sisi: mi sa che gli horror non sono il tuo genere e.

silver1983
16-10-12, 16:47:18
Battle Royale.

Dopo aver letto le buone opinioni ed il continuo confronto col recente Hunger Games, mi son promesso di vederlo.
Beh, devo dire che è davvero un bel film, Hunger Games di fatto sembra lo abbia copiato non poco.
Consiglio di vederlo, io non lo conoscevo affatto e mi ha sorpreso in positivo.

8.0

Quattro
16-10-12, 19:10:26
___

Quantum of Solace. In pratica Casino Royale sotto radice quadrata. Mancando un valido elemento di stacco fra un inseguimento e l'altro (nel prequel, il poker) c'è molta meno varietà. Come se non bastasse, le scene d'azione, oltre che girate in modo confusionario, sono molto meno "creative" di prima: nel primo film era divertente vedere cosa si sarebbe inventato Bond ogni volta, mentre ora è tutto molto più prevedibile e scontato. La trama si limita a concludere ciò che era rimasto in sospeso, mentre l'intreccio non è nulla di eclatante; anche l'antagonista non è all'altezza del predecessore. Insomma, non un granché questo Quantum of Solace, un film d'azione giusto discreto che ha fra i pochi meriti quello di portare il nome di Bond nel titolo. - 5
___


vabbè tim burton ormai s'è buttato nella mischia da un po :rickds:


io mi chiedo quando Burton tornerà a fare qualcosa di originale :asd:
considerando solo gli ultimi 5 anni, ha fatto l'adattamento di un musical, l'adattamento di un romanzo, l'adattamento di una serie televisa e l'adattamento di un cortometraggio animato..


io gli consiglierei soprattutto di rinnovare il cast perchè mi sono rotto di vedere sempre Depp e la Carter..

E' sempre più uguale a se stesso, i suoi film da qualche anno a questa parte non sono altro che una spudorata autocelebrazione di sé e del suo amico Johnny.


28 giorni dopo è uno dei migliori film nel suo genere ! ma come fa ad annoiare ??ti tiene in tensione per tutta la durata del film, ci sono continui inseguimenti, è tutto meno che noioso. :sisi: mi sa che gli horror non sono il tuo genere e.

Si vede che non l'ha visto in FULL HD 1080p!!

Vall77
16-10-12, 20:02:04
Basilicata coast to coast - Insomma, trascurabile. L'idea di fondo magari è simpatica, e qualche scorcio di Italia meno canonico del solito fa sempre piacere vederlo, ma certo non si può dire che sia un film riuscito. Stereotipi striscianti, storia dall'incedere incerto, poca cosa in generale. Menzione di disonore per Giovanna Mezzogiorno, pessima oltre i limiti. Davvero, faccia altro e ci risparmi ulteriori supplizi.

Togg
17-10-12, 00:24:48
Moonrise Kingdom, Anderson

What kind of bird are you?
I'm a raven.

9

Lucignolo
17-10-12, 02:06:43
Rapporti prefabbricati, Tarr
molto meno interessante di Nido familiare. vado a dormì.

E' un Tarr agli inizi però:ahsisi:il genio doveva ancora sbocciare del tutto:tragic::gab::gab::gab:

Gargaros
17-10-12, 05:25:51
Red Rock West
Non è male, ma è uno di quei tanti film fatti benino che però sono pure privi di momenti memorabili: li vedi e ti pure appassioni alla storia, ma poi lo dimentichi presto.

Frontiers
Mentre il paese è sconfolto da sommosse politiche e violenta guerriglia urbana, un gruppo di ragazzi sfrutta il subbuglio per mettere a segno "un colpo" coi soldi del quale farsi una vita tranquilla altrove. Mal gliene coglie, visto che da un inferno precipiteranno in un altro pure peggio.
Questo film francese è deviato e truculento il giusto. Però che palle, ormai non se ne può più di omaggi a Le colline hanno gli occhi! E Frontiers ne è un clone voluto. Ma non aggiunge niente che sia nuovo e interessante. C'è l'inferno sociale che fa da spinta, ma è poca cosa. C'è la famiglia deviata, ma credo che da La paura in agguato di Lovecraft quest'idea sia stata usata e riusata ormai fino al logorio. Che poi è lo stesso tema di Le colline... Dubito che lo rivedrò. Forse se mi viene voglia di rivedere Carina Testa disgustosamente coperta di escrementi di maiale e sangue.

Togg
17-10-12, 10:57:01
E' un Tarr agli inizi però:ahsisi:il genio doveva ancora sbocciare del tutto:tragic::gab::gab::gab:

Senza Dubbio da Karhozat c'è un cambiamento profondo, però non mi era dispiaciuto Nido familiare.

mickes2
17-10-12, 14:20:11
Moonrise Kingdom, Anderson

What kind of bird are you?
I'm a raven.

9
addirittura?

cmq piaciuto molto anche a me, un bell'8 non glielo toglie nessuno :nev:

Togg
17-10-12, 14:27:10
addirittura?

cmq piaciuto molto anche a me, un bell'8 non glielo toglie nessuno :nev:

Mi piace troppo :tragic:

Solid_Snake
17-10-12, 15:20:48
taken - la vendetta....film da 7, decisamente meglio il primo

JT26
17-10-12, 16:08:07
Basilicata coast to coast - Insomma, trascurabile. L'idea di fondo magari è simpatica, e qualche scorcio di Italia meno canonico del solito fa sempre piacere vederlo, ma certo non si può dire che sia un film riuscito. Stereotipi striscianti, storia dall'incedere incerto, poca cosa in generale. Menzione di disonore per Giovanna Mezzogiorno, pessima oltre i limiti. Davvero, faccia altro e ci risparmi ulteriori supplizi.

Ecco. La Mezzogiorno è il caso più estremo di invecchiamento incomprensibile? E' sempre la prima persona che mi viene in mente.

Era una fìga clamorosa, era la donna delle vite di molti uomini. Per me ne L'ultimo bacio è paradigmatica. Come si fa ad arrivare sulla soglia dei cinquanta in quelle condizioni?

Togg
17-10-12, 19:06:32
Ai Weiwei: Never Sorry, Alison Klayman
canonico, sufficiente

Diablo.
17-10-12, 20:43:42
Romeo e Giulietta - Baz Luhrmann - 1996

Gio1981
17-10-12, 22:52:16
appena visto titanic 3D !! che conversione !!! SPETTACOLARE !!! :hail: sembra un 3D nativo !! poi il film nonostante i 15 anni che ha sulle spalle è stato restaurato in modo perfetto !!uno dei miglior bluray in circolazione !!ultradettagliato !!finalmente in 16:9 senza odiose bande nere e il 3d non è una mera operazione commerciale ma aggiunge moltissimo al film :sisi: per chi non l' avesse mai visto ne consiglio vivamente la visone, trama stupenda, ottimo cast, 3 ore di film ma mai noioso, fantastica anche la colonna sonora !!
ricordo che ha preso ben 11 oscar tra cui miglior film !!:primo:
conversione 3D : 10
video : 10
film : 10

e il prossimo sarà avatar 3D :mrgreen: tecnicamente ottimo ma sicuramente inferiore a Titanic 3D come film.

BESTMANU
18-10-12, 09:02:40
Visto ieri Skyline, buoni effetti speciali, belli gli alieni, ma il resto vale 0
voto 4,5

silver1983
18-10-12, 10:38:11
Qualcuno ha visto Detachment- Il distacco?

Se si, come l'avete trovato?

Hushabye
18-10-12, 11:10:22
Qualcuno ha visto Detachment- Il distacco?

Se si, come l'avete trovato?

bello

silver1983
18-10-12, 12:34:18
bello

Grazie :)
Oggi se ho modo cercherò di vederlo allora..:kep88:

Simix92
18-10-12, 13:27:09
The Road
Bah che dire, mi è piaciuto parecchio. Mi ha messo ansia n alcuni punti e fa capire che alla fine il confine buono/cattivo è molto labile. 7.5

Cronichle
Mi aspettavo qualcosa di molto meglio.Noiso e sciapo. 6

Magnottone
18-10-12, 13:34:06
ho visto ghost son su iris l' altra notte .


"bah" puo bastare come commento?

silver1983
18-10-12, 13:42:07
The Road
Bah che dire, mi è piaciuto parecchio. Mi ha messo ansia n alcuni punti e fa capire che alla fine il confine buono/cattivo è molto labile. 7.5

Molto bello The Road, concordo pienamente.
Lo vidi al cinema qualche anno fa :sisi:

Diablo.
18-10-12, 14:19:21
Schindler's List - 1993 - Steven Spielberg

James
18-10-12, 14:22:51
Schindler's List - 1993 - Steven Spielberg


(http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=168443&p=17393189#post17393189)Ultimo film visto - I commenti sono graditi !

Togg
18-10-12, 16:05:50
Four nights with Anna, Skolimovski
un po' troppo caricato, vedibile.

Magnottone
18-10-12, 16:08:21
Togg ma tu come li trovi parecchi film?
lo so puo sembrare una domanda stupida, ma io frequento la videoteca e molto spesso a parte i titoli commerciali, quelli che non lo sono ne passano veramente pochi...ti tieni aggiornato in che modo a parte consigli qui sul forum?

diciamo ho chiesto a te, ma è una domanda rivolta a tutti voi raga

StrikerEureka90
18-10-12, 17:26:51
Togg ma tu come li trovi parecchi film?
lo so puo sembrare una domanda stupida, ma io frequento la videoteca e molto spesso a parte i titoli commerciali, quelli che non lo sono ne passano veramente pochi...ti tieni aggiornato in che modo a parte consigli qui sul forum?

diciamo ho chiesto a te, ma è una domanda rivolta a tutti voi raga

ovunque su internet. il bello poi è scoprirli da soli piuttosto che stare a sentire gli altri, c'è più gusto. :sisi:

---------- Post added at 17:26:51 ---------- Previous post was at 17:25:55 ----------




(http://forum.spaziogames.it/board/showthread.php?t=168443&p=17393189#post17393189)Ultimo film visto - I commenti sono graditi !

dovremmo cambiare il graditi in obbligatori, così cancelliamo i +1 :ahsisi:

Togg
18-10-12, 17:55:21
Togg ma tu come li trovi parecchi film?
lo so puo sembrare una domanda stupida, ma io frequento la videoteca e molto spesso a parte i titoli commerciali, quelli che non lo sono ne passano veramente pochi...ti tieni aggiornato in che modo a parte consigli qui sul forum?

diciamo ho chiesto a te, ma è una domanda rivolta a tutti voi raga
come li trovo o come decido di vederli? Di Skolimovski hanno fatto una rassegna alla Cineteca di Bologna in questi giorni e ne ho visti diversi, questo invece me l'ha consigliato un redattore degli spietati e l'ho recuperato per conto mio. Comunque sono tutti film che si trovano, in generale o me li faccio prestare (ehm) da amici o li compro (tipo il mio adorato cofanetot di Assayas che vedrò tra poco <3 )

silver1983
18-10-12, 18:59:08
Detachment.

Film molto bello che mette in luce le problematiche che affliggono i ragazzi adolescenti. Ciò fa attraverso la prospettiva di un professore, un supplente chiamato a sostituire per un mese un altro professore.
Ci si rende conto subito del passato triste che ha colpito il prof, e ciò servirà a lui ed ai suoi alunni (e direi anche allo spettatore) per guardarsi dentro e riflettere su tante problematiche che oggi fanno di tanti ragazzi che vivono all'interno di un contesto difficile dei veri e propri "esseri vuoti".
Film che fa riflettere, ma che forse mette un po di tristezza.
Guardatelo magari.
8.5

Quattro
18-10-12, 19:29:49
___

Mission: Impossible - Protocollo Fantasma. Carino, ci sono un bel po' di idee mica male e una buona dose di autoironia che non fa mai male. Non sarà un capolavoro, ma riesce a coinvolgere e scorre via liscio fino alla fine. - 6
___

Gargaros
18-10-12, 19:46:55
diciamo ho chiesto a te, ma è una domanda rivolta a tutti voi raga

Molte cose le ho trovate seguendo questo topic. Prima di frequentarlo non sapevo neanche che esistessero perle d'inestimabile valore come Sleepaway Camp o Vacanza di sangue :sisi:

Lucignolo
18-10-12, 21:39:03
Ragà chi non l'avesse visto: staserà rivedrò su Rai Movie Cane di Paglia di Sam Peckinpah...


VEDETELO!!! se non l'avete già fatto...è il suo film migliore dopo Il mucchio selvaggio per me...


Ore 23,20 Rai Movie

Brother's Killer
18-10-12, 22:23:21
Visto che recentemente mi sono sparato un po' di Cronenberg in ordine cronologico, però per ora ho saltato Rabid, Fast Company e i primissimi 2 (Stereo e Crimes of the Future), secondo voi dovrei recuperarli?:unsisi:

Key Paradise
18-10-12, 23:16:07
Visto che recentemente mi sono sparato un po' di Cronenberg in ordine cronologico, però per ora ho saltato Rabid, Fast Company e i primissimi 2 (Stereo e Crimes of the Future), secondo voi dovrei recuperarli?:unsisi:

rabid è uno dei peggiori cronenberg
però i primi cronenberg secondo me hanno un contrasto così forte tra povertà di mezzi e ricchezza d'idee, che vanno comunque visti. stereo e crimes of the future sono molto interessanti invece

Togg
19-10-12, 00:54:03
Stereo e Crimes of the future sono due capolavori. Non so se hai saltato anche Shivers ma è un filmone. Rabid io lo vedrei comunque. Fast Company invece mi manca.

comunque,

Nel nome del padre, Bellocchio
cazz quanto sono belli i suoi primi film. 8

The Suffering Grasses, Iara Lee
documentario sulla guerra in Siria abbastanza mediocre. 5

Kal1m3r0
19-10-12, 01:09:00
C'era Una Volta in America di Sergio Leone. Quattro ore filate e non sentirle. Sublime.

Togg
19-10-12, 01:46:05
C'era Una Volta in America di Sergio Leone. Quattro ore filate e non sentirle. Sublime.

Lo rivedo a novembre in cineteca :nev:

StrikerEureka90
19-10-12, 01:50:48
Lo rivedo a novembre in cineteca :nev:
Ma lui si è visto la versione restaurata ed estesa che danno fino al 21 al cinema. :sisi:

Comunque la tv offre delle sorprese se si cerca tra le programmazioni. Ho visto Pelham 123, Cane di paglia e ora sto guardando L'isola dei sopravvissuti. Dopo aggiungo il commento. :ahsisi:

Gargaros
19-10-12, 02:11:38
La creatura dei ghiacci
Oddio, io l'avevo tirata per scherzo che la creatura del titolo fosse Val ma poi l'è proprio lu' (più o meno)! :asd:
Questo film mi è davvero piaciuto. Mi aspettavo una cavolata trascissima, e invece si è fatto vedere. Nulla di trascendentale: è un eco vengeance come ce ne sono molti, per altro con qualche incespicamento della sceneggiatura. Epperò m'è piaciuto, forse perché di aspettative ne avevo 0.
I ghiacci si stanno sciogliendo, e cose sepolte da millenni ritornano a galla. Un po' The last winter un po' quell'episodio di X-Files in cui un albero millenario tagliato fa venir fuori insetti che erano rimasti quiescenti nel tronco, non offre nulla di veramente nuovo, ma è confezionato con una certa cura. Poi vedere sti ragazzi contagiati, diciamo che ha saputo tititllare il mio senso dell'angoscia.
La cosa però veramente bella del film è il finale. Come in ogni B-movie che si rispetti, si chiude con l'annuncio di un seguito, ossia la minaccia per l'uomo che non è stata scongiurata del tutto durante il film. L'unica differenza è che la scontatezza dell'idea viene qui preparata fin dall'inizio (e mi sembra sia la prima volta che vedo una cosa simile). Cioè, vedi la scena, e ti batti la fronte e dici "Accidenti, è vero! Non ci avevo pensato più, ma guarda!" E' una piccola cosa, ovvio, ma è così perfetta e semplice che la giudico persino geniale.


Ragà chi non l'avesse visto: staserà rivedrò su Rai Movie Cane di Paglia di Sam Peckinpah...


VEDETELO!!! se non l'avete già fatto...è il suo film migliore dopo Il mucchio selvaggio per me...


Ore 23,20 Rai Movie

L'ho visto io. Non capisco come sia finito tra le Palle d'Argento, ma concordo. Un film meraviglioso, una tensione vivissima, e un finalone. Ci sto ancora pensando...

silver1983
19-10-12, 02:17:05
Visto Reality al cinema.:sisi:

Commento lasciato nel suo topic :)

Gouki
19-10-12, 02:42:01
Desperation / Mick Garris / 2006

https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTzuqiW5ljmciF3h9xIcNVo1jfxF2RiB ebqnbcwHoAP8AH4mu7o

Uno dei peggiori film che io abbia mai visto.
Una carrellata di stronzate dall'inizio alla fine, dei personaggi idioti e odiosi, uno su tutti il bambino. Un piccolo imbecille che non fa altro che pregare Dio e dire quanto sia giusto credere in lui e stupidate simili. Che odio, dico davvero.
Situazioni ridicole e pieno di errori di sceneggiatura, personaggi che diventano santoni e sanno tutto quando, un momento fa, non sapevano manco dove stavano.
Una porcheria.

Togg
19-10-12, 03:12:32
Umi ga kikoeru (Ocean Waves), Tomomi Mochizuki, film tv prodotto dallo studio ghibli
Sono proprio contento di averlo visto. Storia semplice diretta con grande intelligenza. Piaciuto tanto.

---------- Post added at 03:12:32 ---------- Previous post was at 03:08:50 ----------


Ma lui si è visto la versione restaurata ed estesa che danno fino al 21 al cinema. :sisi:


E chi è che ha restaurato, aggiunto le scene mancanti e diffuso questa nuova versione in lungo e in largo? ... La Cineteca di Bologna :asd: (che ovviamente riproietta questa versione)

StrikerEureka90
19-10-12, 12:56:30
:l4gann::l4gann::l4gann::l4gann::l4gann:

Pelham 123
Classico film all'americana sul riscatto degli ostaggi. Solo che siamo in metropolitana, il negoziatore è una persona normale, e il film è confezionato bene.

Cane di paglia
A volte i film di un tempo mi fanno pensare che delle scene siano inserite solo per allungare il brodo sennò verrebbero film troppo corti. E va a finire che anni dopo, quelle scene annoino un po'. Comunque è un buon film che ingrana piano piano come un diesel verso la mezz'ora finale, che, quella si, non annoia per niente ed è tutta tensione. Quindi resistete e guardatelo che magari vi divertite pure col finale. E comunque questo film mi ha lasciato l'impressione che gli inglesi (o erano scozzesi? o irlandesi ?) sono zoticoni e gli americani invece badass. :rickds:
Il finale non l'ho capito tanto bene. Se qualcuno me lo spiega in spoiler accetto volentieri.

L'isola dei sopravvissuti
Come film e messa in scena è banalotto. Dopo un naufragio vanno a finire su una spiaggia deserta un uomo e sua moglie, e un ragazzo. Il ragazzo e l'uomo, sull'isola, entrano in competizione per la donna. E che donna. :morris82: Date(le)gli un'occhiata. :chris:

Magnottone
19-10-12, 12:59:09
ieri ho visto
bad teacher

mi aspettavo moooooooooolto meglio.
nel senso io non amo sto genere di film, ma non pensavo era cosi carente...boh.

Brother's Killer
19-10-12, 13:15:10
Stereo e Crimes of the future sono due capolavori. Non so se hai saltato anche Shivers ma è un filmone. Rabid io lo vedrei comunque. Fast Company invece mi manca.

Shivers l'ho visto ed è fra i miei preferiti dei suoi fin'ora, anarchia sociale ricostruita perfettamente nonostante gli scarsi mezzi.

Vedrò anche i primi 2 a questo punto:sisi:

James
19-10-12, 14:20:44
Molte cose le ho trovate seguendo questo topic. Prima di frequentarlo non sapevo neanche che esistessero perle d'inestimabile valore come Sleepaway Camp o Vacanza di sangue

Beh "Sleepaway Camp" ha quell ultimo minuto bello,sai già come la penso a riguardo:sisi:

silver1983
19-10-12, 17:44:31
Silent Hill

Bello bello! Tralasciando la trama, credo chiara ai molti, mi ha intrippato molto il parallelismo tra le due dimensioni messe in risalto nel film.
Una città fantasma che resterà impressa nella mente di videogiocatori e non, o almeno nella mia :sisi:

Togg
19-10-12, 19:09:53
Neko no ongaeshi (the cat returns), Hiroyuki Morita Studio Ghibli
per piccini! peccato non ci sia ancora un doppiaggio italiano.

Gargaros
19-10-12, 20:07:42
Cane di paglia
A volte i film di un tempo mi fanno pensare che delle scene siano inserite solo per allungare il brodo sennò verrebbero film troppo corti. E va a finire che anni dopo, quelle scene annoino un po'. Comunque è un buon film che ingrana piano piano come un diesel verso la mezz'ora finale, che, quella si, non annoia per niente ed è tutta tensione. Quindi resistete e guardatelo che magari vi divertite pure col finale. E comunque questo film mi ha lasciato l'impressione che gli inglesi (o erano scozzesi? o irlandesi ?) sono zoticoni e gli americani invece badass. :rickds:
Il finale non l'ho capito tanto bene. Se qualcuno me lo spiega in spoiler accetto volentieri.

L'allungamento dei film del passato che sospetti era dovuto al fatto che loro facevano vedere, non raccontavano. Cane di paglia non ha sequenze inutili, secondo me: tutto serve a far vedere (come sono gli abitanti di quel paesello, come sono i ragazzi, che rapporto c'è fra i due sposati, qual è la loro psicologia ecc.), e a preparare la scena finale.


E comunque questo film mi ha lasciato l'impressione che gli inglesi (o erano scozzesi? o irlandesi ?) sono zoticoni e gli americani invece badass. :rickds:

E' un paesino sperduto, e in ogni regione del mondo un paesino sperduto è abitato da zotici :asd:

E, comunque, americani badass, non credo: il protagonista viene codardamente via da una situazione invivibile nel suo paese, e cosa fa? Porta con sé lo spirito amerregano, fatto di violenza. Secondo me non era nelle intenzioni di Peckinpah far venire su la morale che gli amerregani sono cazzuti, coraggiosi, forti, eroi.

Riguardo al finale, ti riferisci all'ultima frase?


Beh "Sleepaway Camp" ha quell ultimo minuto bello,sai già come la penso a riguardo:sisi:

Yep, sa, sa.

Comunque, il mio era un post un po' ironico. Me ne avete fatti conoscere ben di migliori...

silver1983
19-10-12, 21:14:53
Crank

Un Jason Statham tutto azione e comicità. Film molto divertente che non manca di tanta ma tanta azione :sisi:
Figo comunque, veramente figo :asd:

Hushabye
19-10-12, 22:54:44
99916

Killer Joe,2011- Figo figo figo:D il finale è esilarante..Hirsch-Temple :gab:

Lucignolo
20-10-12, 01:30:36
in molti lo considerano erroneamente un rape & revenge,quando è più semplicemente una difesa fisica e della proprietà

VERO:sisi:, soprattutto fisica. Hoffman è perfetto in questo film (come in molti altri) perchè rappresenta alla perfezione "l'anima candida", il pacifista per vocazione che però si viene a trovare in un punto di non ritorno per colpe non sue e pur di difendersi e difendere chi ama deve scendere a patti con se stesso e diventare l'esatto CONTRARIO di quel che è sempre stato.:ahsisi:

Togg
20-10-12, 01:46:26
La terre outragée, Michale Boganim
toh, grazie alla cineteca sono riuscito a vedere l'unico film in cui mi ero addormentato completamente a Venezia 2011. inscatolato ma vedibile.
6

silver1983
20-10-12, 02:05:51
Push

Film discreto a mio parere. Ha una sua trama ma il gioco del "io sono più bravo di te a controllare le menti" dopo un po stanca.
Non mi ha entusiasmato anche perché alcune scene sembrava quasi me le aspettassi, e veggente a differenza loro non lo sono. ;p
Insomma..nulla che mi abbia entusiasmato, ma neanche pessimo.:sisi:

Darton
20-10-12, 02:39:34
Stati di allucinazione
figata di film :asd:

Togg
20-10-12, 03:12:18
I medici volanti dell'Africa orientale, Herzog
documentario richiesto ad Herzog da amici mentre girava Fata Morgana, per lui non conta nulla ma a me è piaciuto comunque molto, immagini bellissime.

Key Paradise
20-10-12, 16:22:14
http://1.bp.blogspot.com/-HuaRnvYIm6g/T7atIqPEeUI/AAAAAAAABSE/K7eGieraqTY/s400/dark_shadows_johnny_depp-48126011.jpg

dark shadows - tim burton
ammasso di macchiette e script tenuto in piedi con lo scotch. per helena bonham carter ho sviluppato ormai repellenza. boh, se non altro è meglio di alice, pure se mi sono ritrovato a vederlo per liberare un po' la mente (e questo è già spiacevole) ed alla fine mi ha pure annoiato (e ciò è ancora più spiacevole).

Hushabye
20-10-12, 16:28:00
http://1.bp.blogspot.com/-HuaRnvYIm6g/T7atIqPEeUI/AAAAAAAABSE/K7eGieraqTY/s400/dark_shadows_johnny_depp-48126011.jpg

dark shadows - tim burton
ammasso di macchiette e script tenuto in piedi con lo scotch. per helena bonham carter ho sviluppato ormai repellenza. boh, se non altro è meglio di alice, pure se mi sono ritrovato a vederlo per liberare un po' la mente (e questo è già spiacevole) ed alla fine mi ha pure annoiato (e ciò è ancora più spiacevole).

Si parla benissimo di Frankenweenie..

Togg
20-10-12, 17:04:43
se non altro è meglio di alice

Questa volta ha puntato alla qualità :gab:

Rabbida
20-10-12, 18:41:22
Ho visto Paranormal Activity. Di certo non un gran filmone, ma neanche chissà quale ***** come ho sentito dire.

Togg
20-10-12, 19:11:20
Ho visto Paranormal Activity. Di certo non un gran filmone, ma neanche chissà quale ***** come ho sentito dire.

Portaci le teste di quei miscredenti.

Gargaros
20-10-12, 19:12:55
Iron sky
Sono parecchio imbarazzato nel commentarlo, perché se da una parte mi ha divertito ed è disseminato di tocchi di pungente satira e genialità (memorabile il "corto" Il grande dittatore di Chaplin, rivisto opportunamente per diventare spot pro-nazi), dall'altra è così pieno di bachi e plot hole nella sceneggiatura da lasciarmi interdetto. Eppure è un film che fin da subito si dichiara stupidissimo... E allora che fare? Bisogna che capisca quale intenzione avesse Vuorensola: se era quella di fare un perfetto trash-involontario-ma-voluto-benissimo (dove ogni difetto tecnico sia solo apparentemente sfuggito al controllo), allora è un capolavoro. Nel dubbio, preferisco comunque goiudicarlo con leggerezza: mi ha divertito, mi ha intrattenuto, e tanto mi basta. Forse con una seconda visione lo ridimensionerò.
Finale amaro, comunque. Virensuola fa propria la regola di Truffaut secondo cui nella commedia deve esserci un solo momento tragico.

Gio1981
20-10-12, 19:47:23
Ho visto Paranormal Activity. Di certo non un gran filmone, ma neanche chissà quale ***** come ho sentito dire.

Ma c'è qualche uccisione o solo lenzuola che si alzano ??ne ho sentito parlare sempre male :tragic: lo devo noleggiare e se mi piace poi lo compro e anche i seguiti, ma dal trailer non m' ispirava, cioe a parte il lenzuolo e le porte che si chiudono da sole c'è qualcos' altro ?? :ahsisi:

Togg
20-10-12, 20:02:11
Mi vengono in mente un sacco di battute stupende ma non le posso fare perché ho paura di urtare la sensibilità della sezione :tristenev:

Togg
20-10-12, 21:16:50
Wodaabe - I pastori del sole , Herzog
trascurabile.

TheMrGmk
20-10-12, 21:28:05
C'era una volta in America - Sergio Leone, 1984

La mia prima visione, per di più al cinema, con tanto di scene extra eliminate dalla versione originale :gab:

OMMIODDIO.
Un fottuto capolavoro. Non ho parole per descriverlo. Uno dei film più lenti e mastodontici che abbia mai visto, una storia a dir poco magnifica narrata in maniera eccezionale.
Regia impeccabile, e nonostante il film sia lentissimo ti cattura in una maniera infallibile. Giusto in un momento (ovvero il pezzo dell'invito alla festa) il film diventa un attimo "pesante", ma poi boom, la rivelazione e tutto quello che ne consegue che ti incolla di nuovo allo schermo. Un minuscolo momento che non intacca per nulla le qualità del film.

Tutte le tre storie sono magnifiche, si intersecano perfettamente tra loro, e sono caratterizzate da una durezza e crudezza prova di grande lucidità.
Tra i tre momenti temporali quello che ho preferito è stato quello di aronson da ragazzo, si raggiungono dei picchi incredibili.
Un capolavoro, se non prende questo 10 non so davvero chi possa riuscirci. Grazie Sergio, riposa in pace.

Rabbida
20-10-12, 21:29:50
Ma c'è qualche uccisione o solo lenzuola che si alzano ??ne ho sentito parlare sempre male :tragic: lo devo noleggiare e se mi piace poi lo compro e anche i seguiti, ma dal trailer non m' ispirava, cioe a parte il lenzuolo e le porte che si chiudono da sole c'è qualcos' altro ?? :ahsisi:
Diciamo di sì:sisi:

EthanKun
20-10-12, 23:55:32
C'era una volta in America - Sergio Leone, 1984

La mia prima visione, per di più al cinema, con tanto di scene extra eliminate dalla versione originale :gab:

OMMIODDIO.
Un fottuto capolavoro. Non ho parole per descriverlo. Uno dei film più lenti e mastodontici che abbia mai visto, una storia a dir poco magnifica narrata in maniera eccezionale.
Regia impeccabile, e nonostante il film sia lentissimo ti cattura in una maniera infallibile. Giusto in un momento (ovvero il pezzo dell'invito alla festa) il film diventa un attimo "pesante", ma poi boom, la rivelazione e tutto quello che ne consegue che ti incolla di nuovo allo schermo. Un minuscolo momento che non intacca per nulla le qualità del film.

Tutte le tre storie sono magnifiche, si intersecano perfettamente tra loro, e sono caratterizzate da una durezza e crudezza prova di grande lucidità.
Tra i tre momenti temporali quello che ho preferito è stato quello di aronson da ragazzo, si raggiungono dei picchi incredibili.
Un capolavoro, se non prende questo 10 non so davvero chi possa riuscirci. Grazie Sergio, riposa in pace.

Come hai fatto vivere così tanto tempo senza vederlo? :rickds:

TheMrGmk
21-10-12, 00:14:24
Come hai fatto vivere così tanto tempo senza vederlo? :rickds:

Sono abbastanza 'cciovane, fino ad ora non ne avevo avuto ancora l'occasione :asd:

Darton
21-10-12, 00:16:20
Pirati
erano anni che volevo vedere questo film, da quando visitai la nave a Genova.
è una commedia leggera e divertente.

silver1983
21-10-12, 00:25:53
C'era una volta in America - Sergio Leone, 1984

La mia prima visione, per di più al cinema, con tanto di scene extra eliminate dalla versione originale :gab:

OMMIODDIO.
Un fottuto capolavoro. Non ho parole per descriverlo. Uno dei film più lenti e mastodontici che abbia mai visto, una storia a dir poco magnifica narrata in maniera eccezionale.
Regia impeccabile, e nonostante il film sia lentissimo ti cattura in una maniera infallibile. Giusto in un momento (ovvero il pezzo dell'invito alla festa) il film diventa un attimo "pesante", ma poi boom, la rivelazione e tutto quello che ne consegue che ti incolla di nuovo allo schermo. Un minuscolo momento che non intacca per nulla le qualità del film.

Tutte le tre storie sono magnifiche, si intersecano perfettamente tra loro, e sono caratterizzate da una durezza e crudezza prova di grande lucidità.
Tra i tre momenti temporali quello che ho preferito è stato quello di aronson da ragazzo, si raggiungono dei picchi incredibili.
Un capolavoro, se non prende questo 10 non so davvero chi possa riuscirci. Grazie Sergio, riposa in pace.

Film stupendo, credo che in pochi non si trovino d'accordo con te :kep88:

Lucignolo
21-10-12, 00:51:06
Quanto è mancato uno come Sergio al cinema italiano...e quanti altri capolavori avrebbe potuto fare se non se ne fosse andato a 59 anni...altri vent'anni di gran cinema come minimo:tragic:

Gargaros
21-10-12, 01:52:05
Twixt
Coppola rincoglionito come Argento? E' la prima cosa che ho pensato alla fine: un regista così scaduto da essere incapace di portare in porto anche solo con decenza una storia lineare e scritta male come questa. Oppure è uno scherzo? Non funziona niente, santo cielo! A partire da Val che non riesce a calarsi nella parte neanche per sbaglio. Ma la sceneggiatura è così abborracciata e vaga che, boh, o sono un deficiente io a non averlo capito, o il deficiente è chi l'ha scritto (lo stesso Coppola, accidenti!)...

Dead set
Me la sono sparata in un sorso solo. Ottima mini serie che guarda all'apocalisse zombesca da un punto di vista molto originale. Ci sarebbero fiumi d'inchiostro da versare sulle molte chiavi di lettura, su messaggi latenti e no, sociali, politici, filosofici e chi più ne ha, più ne metta. Ma è apprezzabile anche solo come intrattenimento. Finalmente il Grande Fratello ha cagato qualcosa di decente.

Dream House
Thriller, horror, e psicodramma. Il colpo di scena ok. Il problema è che arriva al 40° minuto, e quello che resta è il pinagersi addosso del protagonista e il cercare di sbrogliare la matassa, con un risvolto finale che, seppure preparato con sufficienza, l'ho trovato improvviso e abborracciato.
La cosa però ORRIDA di questo flm è l'accompagnamento musicale: continuo dall'inizio alla fine, fastidioso, anonimo, insopportabile.
In ogni caso, si lascia guardare.


Ti prego non farlo,altro che ridimensionarlo:asd:

Dici che vale considerarlo buono? :wush:

StrikerEureka90
21-10-12, 13:55:06
Come hai fatto vivere così tanto tempo senza vederlo? :rickds:

Io sono ancora vivo... :morristend:

silver1983
21-10-12, 14:12:44
Io sono ancora vivo... :morristend:

Daiiiiii! Possibile non l'abbia mai visto?
Non ci credo ;p

StrikerEureka90
21-10-12, 14:16:50
Daiiiiii! Possibile non l'abbia mai visto?
Non ci credo ;p

Tutto vero. Non ho visto nessun film di Sergio Leone. Mi sto interessando ''seriamente'' al cinema solo da 2-3 anni e non li ho ancora visti anche se ho visto 300 e passa film. :tristenev:

TheMrGmk
21-10-12, 15:05:53
Tutto vero. Non ho visto nessun film di Sergio Leone. Mi sto interessando ''seriamente'' al cinema solo da 2-3 anni e non li ho ancora visti anche se ho visto 300 e passa film. :tristenev:

Veditelo il prima possibile allora, che è un filmone :sasa:

Se poi non hai impegni stasera faresti ancora in tempo a vederlo al cinema... :.bip:

Lucignolo
21-10-12, 15:14:17
Tutto vero. Non ho visto nessun film di Sergio Leone. Mi sto interessando ''seriamente'' al cinema solo da 2-3 anni e non li ho ancora visti anche se ho visto 300 e passa film. :tristenev:

Rimedia al più presto :tristenev:,

StrikerEureka90
21-10-12, 16:03:46
Lo vedrei pure al cinema ma 10 euro sono tanti e io devo pagare per due. :tristenev:
Lo vedrò quando uscirà questa versione in bluray. :sisi:

BESTMANU
21-10-12, 16:29:04
Visto moneyball, mi è piaciuto davvero tantissimo
Peccato per la sconfitta finale, io ci credevo :tragic:

Lucignolo
21-10-12, 16:29:34
C'era una volta in America che a proposito in questa versione integrale esce in DVD e DVD Blu-Ray il 7 Dicembre:ahsisi:

Blade Runner 80
21-10-12, 17:09:03
Quanto è mancato uno come Sergio al cinema italiano...e quanti altri capolavori avrebbe potuto fare se non se ne fosse andato a 59 anni...altri vent'anni di gran cinema come minimo:tragic:

C'era il progetto de L'assedio di Leningrado che è morto insieme al suo autore


C'era una volta in America che a proposito in questa versione integrale esce in DVD e DVD Blu-Ray il 7 Dicembre:ahsisi:

ottimo, so cosa mettere sotto l'albero

Binigi
21-10-12, 17:18:31
Scoccia se mi guardo Dial M for murder?

Togg
21-10-12, 19:37:17
Incident at Loch Ness, Penn-Herzog
dura un po' troppo, recitato non sempre all'altezza. comunque vale la pena vederlo anche solo per rendersi conto del fatto che la moglie di Herzog sia un angelo sceso sulla terra.


Scoccia se mi guardo Dial M for murder?

beello!

silver1983
21-10-12, 19:52:12
Drag me to hell

Appena finito di vederlo.
Non è male, ma neanche un "bel film". Godibile nel complesso, di certo non + un horror che mette vera e propria paura, anzi..
Nel complesso però si lascia vedere, la vecchia poi è davvero "una strega" :asd: e fa anche una buona parte :kep88:
Alison Lohman poi...che bella ragazza!:sisi:

StrikerEureka90
21-10-12, 20:10:57
C'era una volta in America che a proposito in questa versione integrale esce in DVD e DVD Blu-Ray il 7 Dicembre:ahsisi:
Bene. L'importante è che è confermato che esca. :sisi:

silver1983
21-10-12, 23:04:37
Rec

Boh ragazzi, a me non è piaciuto granché!
Si ok, sempre con questa telecamera in mano per far vivere la paura "in diretta" ai telespettatori...ma almeno quando hai un infetto che ti corre in contro e vuole ammazzarti posala sta telecamera!:rickds:
Pensavo mettesse un pochino di paura in più in tutta onestà. Nulla, non mi è piaciuto molto:morris82:
Ma Rec 2 è più bello o ancora peggio? :cafè:

TheMrGmk
21-10-12, 23:26:10
C'era una volta in America che a proposito in questa versione integrale esce in DVD e DVD Blu-Ray il 7 Dicembre:ahsisi:

Magnifica notizia :nev:

Gargaros
21-10-12, 23:48:36
Ma Rec 2 è più bello o ancora peggio? :cafè:

Rec 2 è sicuramene più recitato e meno "real".

Se in Rec ti sorprende che il cameraman sia professionale, allora non vedere mai Cloverfield :asd:

silver1983
21-10-12, 23:55:20
Rec 2 è sicuramene più recitato e meno "real".

Se in Rec ti sorprende che il cameraman sia professionale, allora non vedere mai Cloverfield :asd:

Professionale dici?
Dai, con un mostro a 50 cm dal viso è troppo brutto vederlo ancora lì a riprendere! E posalaaaaa :rickds:
Insomma...considerando che il 2° non m'è piaciuto, dici che è meglio evitare il 2?

PS: cloverfield non l'ho mai visto! film sullo stesso genere?

~Gray Føx™
22-10-12, 00:00:44
The Avengers visto ieri sera,che dire? onestamente i primi 50 minuti mi sono annoiato molto,poi piano piano si e ripreso,tutto sommato film da 8 pieno di effetti e robe varie..
Avere nello stesso film gente come Thor,Hulk,Iron Man,etc e una cosa grandiosa:predicatore: il mio preferito pero in questo film e stato Hulk :hail: che potenza signori...si lo so e sempre stato fortissimo ma qui l´hanno mega pompato come una macchina da guerra..
Penso abbiano speso un sacco ma proprio assai soldi per realizzare questo film,ma gli incassi saranno stati il triplo:kep88:

Spero al piu presto per il due:nfox:

plume
22-10-12, 00:21:42
Gran film Cloverfield. Ieri ho visto Quella casa nel bosco, completamente fuori di testa, un tributo all'horror divertente e dissacrante.

Gargaros
22-10-12, 00:25:39
Professionale dici?
Dai, con un mostro a 50 cm dal viso è troppo brutto vederlo ancora lì a riprendere! E posalaaaaa :rickds:

Beh, è comunque un film. Bisogna accettare che il cameraman è dotato di una professionalità soprannaturale :asd:

Poi la cosa si pure spiega, quasi fino alla fine: stanno girando il servizio che li renderà immortali, una volta usciti da lì.


Insomma...considerando che il 1° non m'è piaciuto, dici che è meglio evitare il 2?

Sì, se il primo t'ha detto cacca, evita il secondo. Oppure vedilo, se sei cinefilo dentro, e poi smerdalo a tua volta :sisi:


PS: cloverfield non l'ho mai visto! film sullo stesso genere?

Sì, anche questo un mocumentary. Secondo i miei gusti è pure meglio di REC. Ma a te non piacerà :bruniii:


PS
Dico che Clover non devi vederlo perché qui il cameraman non è professionista, eppure mostra uno zelo pure più grande di quello di REC...

silver1983
22-10-12, 00:29:18
Beh, è comunque un film. Bisogna accettare che il cameraman è dotato di una professionalità soprannaturale :asd:

Poi la cosa si pure spiega, quasi fino alla fine: stanno girando il servizio che li renderà immortali, una volta usciti da lì.



Sì, se il primo t'ha detto cacca, evita il secondo. Oppure vedilo, se sei cinefilo dentro, e poi smerdalo a tua volta :sisi:



Sì, anche questo un mocumentary. Secondo i miei gusti è pure meglio di REC. Ma a te non piacerà :bruniii:


PS
Dico che Clover non devi vederlo perché qui il cameraman non è professionista, eppure mostra uno zelo pure più grande di quello di REC...

Sai che ti dico: evito REC 2, ma provvederò a vedermi Cloverfield :sisi:
Grazie per le dritte :)

Rage Against
22-10-12, 14:07:29
Visto ieri The Wrestler...Il Finale un po' "tagliato" mi ha lasciato un po' spiazzato..Cmq buon film:voto 7
Che ne pensate?

Gargaros
22-10-12, 15:17:56
Killer Joe
Cinico, sporco, grottesco, nero, drmmatico, comico, tragico, fantascientifico... No, quest'ultimo no. KJ attarversa quasi tutto lo spettro dei generi "realistici" e si offre a noi come film di difficile lettura. Sembra tutto uno scherzo, eppure è così curato (dalla regia alla sceneggiatura) che forse nasconde di più. Forse voleva solo raccontare una mezza storia di degrado morale, e in questo c'è riuscito alla grande. E dico "mezza" perché il finale, giunge forse troppo presto, e sembra interrompersi sul più bello. O forse no? Più penso al finale, infatti, e più l'apprezzo. McConaughey superbo, non da meno gli altri del cast. Eh, ma qui si vede che a dirigerli è stato uno con la spina dorsale de fero.

Un gelido inverso
Siamo in una comunità emarginata di americani. Al limite della società, quasi, dove la gente è imbarbarita e cela i propri segreti con violenza. La giovane Ree è costretta a badare ai due fratelli minori e alla madre, che per vigliaccheria e debolezza ha preferito richiudersi in una pazzia pacata e silenziosa. Il padre di Ree ha usato le proprie terre e la casa come cauzione, ma se non si presenterà al processo, perderà tutto. E Ree e i suoi cari finiranno sotto i ponti (o meglio nella foresta, in questo caso). Perché l'uomo è sparito, ed è necessario che Ree lo trovi e lo convinca a presentarsi la processo.
Che film triste. Silenzioso e "pacato" come la natura che avvolge Ree, macchiata dall'umanità più fredda e barbara solo a sprazi. Ma sarà da questi sprazi che bisogna vedersi... In più di un'occasione il mio cuore ha sussultato per Ree (una bravissima Jennifer Lawrence). Bel film.

Togg
22-10-12, 16:02:14
Visto ieri The Wrestler...Il Finale un po' "tagliato" mi ha lasciato un po' spiazzato..Cmq buon film:voto 7
Che ne pensate?

Che quel finale è troppo bello :tragic:

Hushabye
22-10-12, 16:12:47
Visto ieri The Wrestler...Il Finale un po' "tagliato" mi ha lasciato un po' spiazzato..Cmq buon film:voto 7
Che ne pensate?
8:sisi:

mickes2
22-10-12, 16:14:39
Che quel finale è troppo bello :tragic:

concordo :cry3:

e il Wrestler si merita un bel 9

ken-chan90
22-10-12, 16:30:06
7 è troppo poco per un film di quel livello, almeno 8 ci sta

Rage Against
22-10-12, 19:43:39
9 io lo do a The Fighter,che penso si possano confrontare i 2 film:sisi:

---------- Post added at 19:43:39 ---------- Previous post was at 19:39:59 ----------

Mi sono rivisto per l'ennesima volta Sin City...per me è un capolavoro:sisi:

Quattro
22-10-12, 20:22:43
The Avengers visto ieri sera,che dire? onestamente i primi 50 minuti mi sono annoiato molto,poi piano piano si e ripreso,tutto sommato film da 8 pieno di effetti e robe varie..
Avere nello stesso film gente come Thor,Hulk,Iron Man,etc e una cosa grandiosa:predicatore: il mio preferito pero in questo film e stato Hulk :hail: che potenza signori...si lo so e sempre stato fortissimo ma qui l´hanno mega pompato come una macchina da guerra..
Penso abbiano speso un sacco ma proprio assai soldi per realizzare questo film,ma gli incassi saranno stati il triplo:kep88:

Spero al piu presto per il due:nfox:

Hulk è devastante. Per me The Avengers è una mezza occasione sprecata, di potenziale ce n'era tantissimo ma non è stato sfruttato appieno. Prima metà del film noiosa, personaggi secondari appena abbozzati, trama così così, antagonista ridicolo... Insomma spero meglio per il due. Indubbio certamente che alla prima visione il film abbia un gran bell'impatto, ma a freddo ci si rende conto che forse aveva qualche difettuccio di troppo. ;p


Gran film Cloverfield. Ieri ho visto Quella casa nel bosco, completamente fuori di testa, un tributo all'horror divertente e dissacrante.

Concordo, il mio monster movie preferito. Atmosfera pazzesca, la camera a mano si è rivelata perfetta nel ricreare il terrore e il mistero della situazione da incubo vissuta dai protagonisti.


Sai che ti dico: evito REC 2, ma provvederò a vedermi Cloverfield :sisi:
Grazie per le dritte :)

Fallo, non te ne pentirai. Luci spente e audio al massimo, mi raccomando. ;)


Visto ieri The Wrestler...Il Finale un po' "tagliato" mi ha lasciato un po' spiazzato..Cmq buon film:voto 7
Che ne pensate?

Film meraviglioso, uno dei migliori del passato decennio. Rourke perfetto nel suo ruolo. Per me è un 8, approssimando per difetto.


9 io lo do a The Fighter,che penso si possano confrontare i 2 film:sisi:

---------- Post added at 19:43:39 ---------- Previous post was at 19:39:59 ----------

Mi sono rivisto per l'ennesima volta Sin City...per me è un capolavoro:sisi:

Mah... The Fighter invece mi ha lasciato un po' freddino, Bale a parte.

Lucignolo
22-10-12, 20:45:36
Visto ieri The Wrestler...Il Finale un po' "tagliato" mi ha lasciato un po' spiazzato..Cmq buon film:voto 7
Che ne pensate?


Che Marisa Tomei è troppo bona in quel film:pedobear:

BESTMANU
22-10-12, 22:00:43
Visto The evil dead (La casa), veramente un bell'horror
voto 8 :sasa:

[Fulgore]
22-10-12, 22:10:39
Visto The evil dead (La casa), veramente un bell'horror
voto 8 :sasa:
ma il remake?

Gouki
22-10-12, 22:12:42
;17425428']ma il remake?

You serious? :asd:

silver1983
22-10-12, 22:25:18
Ri-Visto Le Iene di Q.Tarantino

Sempre molto ma molto bello :sisi:

Se mi spari solo in sogno è meglio che ti svegli e mi chiedi scusa :dajee: (cit.)


Secret Window

Appena finito di vedere questo film con J.Depp!
Cavolo, bel film davvero...mi ha spiazzato alla fine.
Bella interpretazione di Depp che alla fine si rivela bravo pure nelle vesti di uno scrittore, in un thriller che regala qualche sorpresa nel finale. :sisi:
Gli darei un 8.0

BESTMANU
23-10-12, 12:26:23
;17425428']ma il remake?

No no, quello dell'1981 :sasa:

[Fulgore]
23-10-12, 13:49:58
You serious? :asd:
si, perche qui e la avevo sentito che doveva uscire e leggendo il post mi è venuto il dubbio

Zeno
23-10-12, 14:44:51
Io intanto mi sto gustando Black Mirror (serie) e ve lo consiglio caldamente. :sisi:

Brother's Killer
23-10-12, 15:48:14
Io intanto mi sto gustando Black Mirror (serie) e ve lo consiglio caldamente. :sisi:

A me non è piaciuta per niente. Premesse interessanti, ma alla fine è tutto troppo edulcorato e "finto".

Zeno
23-10-12, 16:05:05
A me non è piaciuta per niente. Premesse interessanti, ma alla fine è tutto troppo edulcorato e "finto".

A cosa ti riferisci quando dici "finto"?

Kenai
23-10-12, 16:37:00
Ho appena finito di vedere il penultimo film di Woody Allen, Midnight in Paris con Owen Wilson...molto carino ma nulla a che vedere con i suoi migliori film

Togg
23-10-12, 16:57:26
A cosa ti riferisci quando dici "finto"?

c'è il topic nella propria sezione :(

Gargaros
23-10-12, 17:25:33
Animal kingdom
E' che noi siamo gente che ci piacciono i film tristi. Questo è molto realistico. Bello e crudo, e triste, appunto.

silver1983
23-10-12, 17:54:51
Animal kingdom
E' che noi siamo gente che ci piacciono i film tristi. Questo è molto realistico. Bello e crudo, e triste, appunto.

Prendo spunto, sembra interessante :sisi:

Blade Runner 80
23-10-12, 18:15:57
Total Recall con Colin Farrell, bell'ambientazione ma dialoghi scialbi
discreto

Matteus
23-10-12, 18:19:16
anche se è amore non si vede (con ficarra e picone)

ho riso dall'inizio alla fine
troppo divertente. CONSIGLIATO

Quattro
23-10-12, 18:38:55
Io intanto mi sto gustando Black Mirror (serie) e ve lo consiglio caldamente. :sisi:

Mah, io ho visto il primo e l'inizio del secondo episodio... Non mi diceva granché, qualche idea originale (forse anche troppo DX) ma poco altro.

Gargaros
23-10-12, 18:53:25
Prendo spunto, sembra interessante :sisi:

Ne parla bene pure il Fruscia (http://youtu.be/lp51h3DSChE?t=24m29s), se t'interessa. Non ti aspettare un filmone epico, ma è buono :sisi:

silver1983
23-10-12, 20:14:30
anche se è amore non si vede (con ficarra e picone)

ho riso dall'inizio alla fine
troppo divertente. CONSIGLIATO
bellino...è piaciuto anche a me :)

Mah, io ho visto il primo e l'inizio del secondo episodio... Non mi diceva granché, qualche idea originale (forse anche troppo DX) ma poco altro.
lo guarderò ;)
stasera quasi quasi mi vedrò Zodiac :sisi:

Vall77
23-10-12, 20:55:26
L'uomo con la macchina da presa (1929, Dziga Vertov)

L'opera nacque dal volere di Vertov di dare una totale autonomia e universalità all'arte cinematografica. Autonomia perchè i film sceneggiati e che seguivano una narrazione erano per il regista mero fumo negli occhi che la propaganda propinava alle masse; universalità perchè lo scopo fu quello di diffondere quest'opera senza il bisogno di utilizzare didascalie. Il cinema Vertoviano infatti, è arte che non vuole spartire nulla con quella del teatro e della letteratura, concetto che perderebbe inevitabilmente se usasse sottotitoli o copioni scritti. Il cinema vive di sole immagini e riesce a diffondersi solo e soltanto grazie alla forza espressiva di quest'ultime.

E' una delle teorie che seguirà il filone che fà fede al "cineocchio" sperimentato e nato in Urss proprio grazie a Vertov nei primi anni 20 e che qui trova la sua massima espressione.
Il film non segue una vera e propria storia: inizia con un operatore che proietta di nascosto in un cinema pieno di ignari spettatori, uno spettacolo di vita quotidiana nell'arco temporale di 24 ore, dall'alba al tramonto: riprese di strade, traffico, lavoro, tempo libero, eventi come matrimoni, divorzi, nascite, morti in 3 città diverse: Mosca, Kiev e Odessa. Una proiezione dove persino il regista, o meglio, il "supervisore dell'esperimento" come ha tenuto a precisare Vertov nei titoli di testa, viene a sua volta ripreso mentra sta filmando le varie scene (c'è comunque da dire che l'operatore che vediamo nel film non è Vertov ma Mikhail Kaufman, assistente e improvvisato attore del film), che si trovi esso in mezzo a una strada per riprendere da vicino autobus e tram, in cima a una gru sospesa sopra a un fiume a riprendere la gente che brulicante popola le strade come piccole formiche in un nido, in cima a una collina, a bordo di automobili e treni in movimento, all'interno delle fabbriche per seguire da vicino le produzioni a catena e la loro progressiva disumanizzazione (tema che affronterà anche Chaplin anni dopo in tempi moderni) qualunque cosa pur di carpire il possibile e anche l'impossibile, laddove neanche l'occhio umano potrebbe arrivare in condizioni normali, in quello che è forse il più alto esempio di metacinema mai visto su schermo.

Passiamo al capitolo nettamente più importante del film: IL MONTAGGIO. Vedere un'opera del genere e pensare che si ha di fronte materiale di 83 anni fà è assolutamente scioccante. 1775 shots, uno ogni 2,3 secondi. Una specie di antologia di tutte le tecniche cinematografico allora conosciute: Slow-motion, fast forward, reverse, sovraimpressione, freeze frame, dissolvenza incrociata, split screen sia verticale che orizzontale, stop motion (da citare assolutamente la scena della camera che si monta da sola sul treppiedi e si muove autonomamente, una delle sequenze più strabilianti che abbia mai visto), movimenti di camera ipercinetici e mirabolanti a volte a ritmi sostenutissimi sino ad arrivare a singoli frame alternati in una vera e propria esplosione dinamica. Tutto questo, si noti bene, con la camera sempre fissa sulla propria attrezzatura, o sul pavimento, avrò contato si e no 2-3 movimenti come una panoramica e una carrellata. Ma non è solo il montaggio in quanto tecnicamente all'avanguardia a fare il film straordinario, ma anche come viene usato: c'è pochissimo montaggio classico come lo intendiamo noi...è piuttosto "analogico", và appunto per analogie, perciò ci capiterà di vedere una donna che si stà lavando i capelli e subito dopo gente che pulisce le strade con idranti, oppure viene inquadrato un cartello con una figura con l'indice sulla bocca a mò di silenzio e subito dopo ci viene mostrata una donna che dorme. Altra tecnica per esempio è quella del montaggio metaforico: il cine-occhio che sembra quasi diventare reale e umano grazie a ingegnose sovraimpressioni (guardare foto che ho messo sotto al titolo) oppure con la stessa tecnica la figura ingigantita dell'operatore che sovrasta le folle nella sua opera di osservatore del tutto, ovunque.
Va da sè che una tale sequenza di immagini perdono buona parte della loro natura senza il comparto musicale, per questo è un'opera che và visionata direi quasi obbligatoriamente col sottofondo orchestrato (io ho visto la versione del 1995 per DVD e credo sia la migliore perchè crea una simbiosi totale con le immagini e il ritmo è assolutamente fedele al ritmo del montaggio, c'è un'altra versione più recente ma io la eviterei tranquillamente).

In ogni caso un'opera abbagliante, anticonvenzionale all'epoca, meravigliosa fonte storica di uno spaccato dell'Unione Sovietica di quegli anni, l'opera che nacque grazie all'idea del regista che volle farsi precursore del puro cinema, estraneo ad altre forme artistiche preesistenti, fruibile indistintamente da tutti.
Oggi divenuto il film capostipite del genere documentario, con ogni probabilità il suo più alto esponente.


10

Visto ieri sera. Bel commento Lucignolo, mi trovi in disaccordo solo sull'ultimissima frase. Certamente è opera importante, modernissima e sorprendente, ma più che capostipite del cinema documentaristico, preferisco vederlo come primo e folgorante art movie. Rivendicazione e manifesto (dichiaratissimo) della sostanza dell'Arte cinematografica in sè e per sè. L'aspetto prettamente documentaristico lo trovo un riflesso, non il motivo forte alla base del film. In ogni caso, è accademia. Il punto da sottolineare è invece che questo capolavoro va recuperato, visto e diffuso. Per usare un aggettivo che hai usato anche tu: abbagliante.

Lucignolo
23-10-12, 22:06:14
:gab:Bravo Vall (spero che tu lo abbia visto col sottofondo musicale, vero?):ahsisi:


Cmq io ho visto



Metropolis (1927, Fritz Lang)

Ho visto molti film muti ultimamente, come il succitato, e altri 4-5....e devo dire che questo è uno di quelli che mi è piaciuto meno nonostante la sua fama.
Oh...sgombriamo il campo da equivoci: TECNICAMENTE E' DA 10. Ha delle riprese aeree (che cmq sono "artefatte" ma rendono benissimo davvero) strabilianti e si vede subito che è stato fonte d'ispirazione di moltissimi film (come non pensare alla downtown di Blade Runner?) e in generale è un'opera maestosa per mezzi materiali e umani proprio in termini di comparse e le varie tecniche di ripresa sono all'avanguardia e nob fanno invecchiare il film eccessivamente nemmeno se lo si vede oggi.
La nota un pò meno lieta l'ho riscontrata nella trama: molto semplicistica e un pò retorica, sulle varie differenziazioni fra classi e la rivendicazione di una vita migliore, ok . Ma se fin qui non c'era nulla di male, mi è sembrato invece proprio superato il romanticismo di cui è intrisa la pellicola: questa storia del mediatore, del "cuore" che deve essere trovato come punto di incontro tra i pensieri del cervello (di chi dirige il tutto) e le braccia degli operai, non me l'aspettavo una cosa del genere in tale kolossal e soprattutto da Fritz Lang (avendo visto suoi film sò che è un autore sublime: M, il grande caldo, la strada scarlatta, tutti film che ho visto e adorato).
Ecco per far capire meglio, alla fine

Dopo lo scontro finale, Grot, il capo degli operai, e Fredersen (il "padre" di Metropolis e di Freder, protagonista del film) si ritrovano a guardarsi in cagnesco faccia a faccia e Maria invoca l'intervento di Freder, individuando in lui IL MEDIATORE; Freder che con sguardo pacioso li spinge a darsi la mano come si farebbe con 2 ragazzini che hanno appena litigato. E tutti felici e contenti.:morris82:(Ma la città intanto è mezza fottuta perchè le macchine che la mandavano avanti sono distrutte:bah!:)
Ecco...in questo finale del "volemose bene" la retorica "trasuda" da ogni millimetro di fotogramma:rickds:

C'è da dire che questo non era il finale voluto da Lang che era molto più fatalista (ahhh e ora qualche conto torna) ma quello scritto dalla moglie, che è anche la sceneggiatrice di Metropolis.

Una cosa che invece mi è piaciuta del regista è il suo saper mantenere una narrazione, banale o meno, cmq chiara nonostante i numerosi rimandi religiosi e ai vari simbolismi del film, in cui magari eccede per me, e io li vedevo più adatti a fantasy come "I Nibelunghi" piuttosto che in un'opera sci-fi come questa. Però bisogna anche considerare che la visione di un film di fantascienza di allora era sicuramente diversa da quella, più avveniristica e meno letterale, che si ha oggi.


8,5 (molto per il comparto tecnico)

Simix92
23-10-12, 22:32:54
:gab:Bravo Vall (spero che tu lo abbia visto col sottofondo musicale, vero?):ahsisi:


Cmq io ho visto



Metropolis (1927, Fritz Lang)

Ho visto molti film muti ultimamente, come il succitato, e altri 4-5....e devo dire che questo è uno di quelli che mi è piaciuto meno nonostante la sua fama.
Oh...sgombriamo il campo da equivoci: TECNICAMENTE E' DA 10. Ha delle riprese aeree (che cmq sono "artefatte" ma rendono benissimo davvero) strabilianti e si vede subito che è stato fonte d'ispirazione di moltissimi film (come non pensare alla downtown di Blade Runner?) e in generale è un'opera maestosa per mezzi materiali e umani proprio in termini di comparse e le varie tecniche di ripresa sono all'avanguardia e nob fanno invecchiare il film eccessivamente nemmeno se lo si vede oggi.
La nota un pò meno lieta l'ho riscontrata nella trama: molto semplicistica e un pò retorica, sulle varie differenziazioni fra classi e la rivendicazione di una vita migliore, ok . Ma se fin qui non c'era nulla di male, mi è sembrato invece proprio superato il romanticismo di cui è intrisa la pellicola: questa storia del mediatore, del "cuore" che deve essere trovato come punto di incontro tra i pensieri del cervello (di chi dirige il tutto) e le braccia degli operai, non me l'aspettavo una cosa del genere in tale kolossal e soprattutto da Fritz Lang (avendo visto suoi film sò che è un autore sublime: M, il grande caldo, la strada scarlatta, tutti film che ho visto e adorato).
Ecco per far capire meglio, alla fine

Dopo lo scontro finale, Grot, il capo degli operai, e Fredersen (il "padre" di Metropolis e di Freder, protagonista del film) si ritrovano a guardarsi in cagnesco faccia a faccia e Maria invoca l'intervento di Freder, individuando in lui IL MEDIATORE; Freder che con sguardo pacioso li spinge a darsi la mano come si farebbe con 2 ragazzini che hanno appena litigato. E tutti felici e contenti.:morris82:(Ma la città intanto è mezza fottuta perchè le macchine che la mandavano avanti sono distrutte:bah!:)
Ecco...in questo finale del "volemose bene" la retorica "trasuda" da ogni millimetro di fotogramma:rickds:

C'è da dire che questo non era il finale voluto da Lang che era molto più fatalista (ahhh e ora qualche conto torna) ma quello scritto dalla moglie, che è anche la sceneggiatrice di Metropolis.

Una cosa che invece mi è piaciuta del regista è il suo saper mantenere una narrazione, banale o meno, cmq chiara nonostante i numerosi rimandi religiosi e ai vari simbolismi del film, in cui magari eccede per me, e io li vedevo più adatti a fantasy come "I Nibelunghi" piuttosto che in un'opera sci-fi come questa. Però bisogna anche considerare che la visione di un film di fantascienza di allora era sicuramente diversa da quella, più avveniristica e meno letterale, che si ha oggi.


8,5 (molto per il comparto tecnico)

Sapevo che c'erano più versioni di questo film... cioè sapevo che ne era uscita una più recente dove avevno messo i pezzi che al tempo dell'originale avevano tolto o qualcosa del genere...


comunque io ho visto

Wolfman
Carino, ma nulla di speciale e poi il lupo mannaro di quella forma mi piace proprio per nulla. 6.5

Safe House
Questo m'è piaciuto, un pelo scontato, ma molto godibile. Impianto 5.1 a manetta, e ti passi una bella serata. sisi. 7.5

Vall77
23-10-12, 22:44:27
:gab:Bravo Vall (spero che tu lo abbia visto col sottofondo musicale, vero?):ahsisi:

Le musiche sono decisamente parte integrante dell'esperienza. Ho il Dvd del 2010, buono ma non strabiliante di suo il comparto sonoro. Sarei curioso di sentirne una versione diversa...

Zweick
23-10-12, 22:54:15
Excision di Richard Bates jr
La quotidianità di Pauline, adolescente disadattata con un immaginario sessuale che farebbe invidia a Jorg Buttgereit e una passione per la chirurgia, viene declinata con notevole visionarietà in una versione al femminile e decisamente più malata di Donnie Darko.
Tra allucinazioni mortifere e gore, discussioni teologiche con dio, John Waters nei panni di un prete e una Tracy Lords inaspettatamente perfetta come madre (per non citare i camei di Malcom McDowell e Ray Wise), il film scorre bene, vivendo forse un po troppo di singoli episodi, fino a colpire decisamente duro in un finale struggente e malsano. Bello :sisi:

silver1983
23-10-12, 23:17:57
Zodiac

Un buon film che mi ha tenuto per oltre 2 ore nell'attesa che si riuscisse a conoscere colui che per anni ha terrorizzato San Francisco.
Bella la storia, la corsa di questo vignettista che cerca in tutti i modi di riuscire ad identificarlo.
Ci si aspetta la cattura di questo criminale, ma il finale risulta secondo me un po "morto" (nel puro doppio senso voluto)!
Nel complesso un buon film però, devo riconoscerlo.
7.5

Brother's Killer
23-10-12, 23:40:09
Ho visto Il pasto nudo di Cronenberg, e ci ho capito molto poco. Mi sa che devo rivederlo l'italiano, ho avuto un po' di problemi con l'inglese, almeno per questo film. O forse è proprio il film ad essere narrativamente inconsistente?:unsisi:

Lucignolo
23-10-12, 23:42:42
:ahsisi:Bhe si...è un bel mindfuck....ma l'hai visto in inglese senza sub?:morris82:

Brother's Killer
23-10-12, 23:52:59
:ahsisi:Bhe si...è un bel mindfuck....ma l'hai visto in inglese senza sub?:morris82:

Inglese con sub, per imparare un po' di lingua mi sto sforzando di vedere tutti i film possibili almeno così, conto di riuscire a togliere i sottotitoli prima o poi (per ora più poi che prima:unsisi:). È da una settimana che sto vedendo solo Cronenberg in questo modo. Solo che fino ad ora l'ho trovato sempre comprensibile, questo Naked Lunch invece mi ha causato non pochi problemi.

Ormai mi restano da vedere solo M. Butterfly, Spider, Rabid, i primi 2 (sempre di riuscirli a trovarli in qualche modo), i 2 thrilleroni recenti. Gli ultimi due (quello su Freud e quello con Pattinson di cui mi sfuggono i nomi ora:unsisi:) vale la pena vederli secondo voi?

EDIT Che film è quello che hai in firma?

mickes2
23-10-12, 23:59:41
@Lucignolo
quoto in toto su Metropolis


Zodiac

Un buon film che mi ha tenuto per oltre 2 ore nell'attesa che si riuscisse a conoscere colui che per anni ha terrorizzato San Francisco.
Bella la storia, la corsa di questo vignettista che cerca in tutti i modi di riuscire ad identificarlo.
Ci si aspetta la cattura di questo criminale, ma il finale risulta secondo me un po "morto" (nel puro doppio senso voluto)!
Nel complesso un buon film però, devo riconoscerlo.
7.5
ti consiglio il film modello ispiratore di Zodiac, ovvero Memories of murder


Ho visto Il pasto nudo di Cronenberg, e ci ho capito molto poco. Mi sa che devo rivederlo l'italiano, ho avuto un po' di problemi con l'inglese, almeno per questo film. O forse è proprio il film ad essere narrativamente inconsistente?:unsisi:
secondo me ottimo nelle allucinazioni supportate da una messinscena malsana e deviata, inconsistente si, eccome, nel respiro del racconto, oltremodo frammentario e dispersivo, per me un buon film e siamo lontani dal capolavoro, c'è da dire che prima di vederelo (ma anche adesso) Burroughs era per me un qualcosa di sconosciuto, forse per apprezzare di più il film bisognerebbe prima leggere qualcosa sul suo conto, la sua vita in generale.


io ho visto Dolls <3

Lucignolo
24-10-12, 00:01:45
:predicatore:Bravo, M. Butterfly, Spider e Rabid sono molto più accessibili e sicuramente li capirai bene. Gli ultimi 2 Cosmopolis e A Dangerous Method non li ho visti ancora. I due precedenti thriller invece (A history of violence e la promessa dell'assassino si e sono molto belli :sisi:)


Ps: quello in firma è Christopher Walken in "King of New York" di Abel Ferrara:cat:

mickes2
24-10-12, 00:01:51
Excision di Richard Bates jr
La quotidianità di Pauline, adolescente disadattata con un immaginario sessuale che farebbe invidia a Jorg Buttgereit e una passione per la chirurgia, viene declinata con notevole visionarietà in una versione al femminile e decisamente più malata di Donnie Darko.
Tra allucinazioni mortifere e gore, discussioni teologiche con dio, John Waters nei panni di un prete e una Tracy Lords inaspettatamente perfetta come madre (per non citare i camei di Malcom McDowell e Ray Wise), il film scorre bene, vivendo forse un po troppo di singoli episodi, fino a colpire decisamente duro in un finale struggente e malsano. Bello :sisi:
ok ok m'hai convinto :sisi:

Brother's Killer
24-10-12, 00:12:02
secondo me ottimo nelle allucinazioni supportate da una messinscena malsana e deviata, inconsistente si, eccome, nel respiro del racconto, oltremodo frammentario e dispersivo, per me un buon film e siamo lontani dal capolavoro, c'è da dire che prima di vederelo (ma anche adesso) Burroughs era per me un qualcosa di sconosciuto, forse per apprezzare di più il film bisognerebbe prima leggere qualcosa sul suo conto, la sua vita in generale.

Ah allora non sono problematiche date dalla lingua, è proprio il film ad essere così:asd: Proverò a leggere il romanzo da cui è tratto comunque.


:predicatore:Bravo, M. Butterfly, Spider e Rabid sono molto più accessibili e sicuramente li capirai bene. Gli ultimi 2 Cosmopolis e A Dangerous Method non li ho visti ancora. I due precedenti thriller invece (A history of violence e la promessa dell'assassino si e sono molto belli :sisi:)


Ps: quello in firma è Christopher Walken in "King of New York" di Abel Ferrara:cat:

Perfetto:sisi:

Togg
24-10-12, 00:37:23
Ho visto Il pasto nudo di Cronenberg, e ci ho capito molto poco. Mi sa che devo rivederlo l'italiano, ho avuto un po' di problemi con l'inglese, almeno per questo film. O forse è proprio il film ad essere narrativamente inconsistente?:unsisi:

lascia perdere il film e leggi il libro :gab:




io ho visto Dolls <3

<3

tarantula
24-10-12, 00:37:32
Le musiche sono decisamente parte integrante dell'esperienza. Ho il Dvd del 2010, buono ma non strabiliante di suo il comparto sonoro. Sarei curioso di sentirne una versione diversa...
La cosa bella di questo fillm è che, vista l'età, è facilmente reperibile pure su youtube con tutte le varie colonne sonore che negli anni gli sono state associate.
Le mie due preferite sono:
-la già citata versione accompagnata dalla alloy orchestra ->http://www.youtube.com/watch?v=7ZkvjWIEcoU,
potente e fedele alle immagini che accompagna nella scelta dei ritmi, ma forse un po' troppo classicheggiante, non mi ha mai stupito più di tanto.
-La versione accompagnati dalla cinematic orchestra ->http://www.youtube.com/watch?v=Iey9YIbra2U,
forse più slegata dalle singole immagini a schermo, ma crea un atmosfera "soffice", quasi morbosa, che si adatta benissimo alla situazione complessiva di occhio del regista che si tuffa nella vita di completi sconosciuti, di uomini qualunque.
Personalmente preferisco la seconda, ma entrambe hanno punti a loro favore e sfavore.

Lucignolo
24-10-12, 00:59:05
:patpat::sisi: Infatti concordo a pieno e io l'ho visto col sottofondo della cinematic orchestra che per me è il migliore degli accompagnamenti :ahsisi:

Zeno
24-10-12, 01:02:25
:patpat::sisi: Infatti concordo a pieno e io l'ho visto col sottofondo della cinematic orchestra che per me è il migliore degli accompagnamenti :ahsisi:

Ancheo l'ho visto così :sisi:

Key Paradise
24-10-12, 01:38:06
http://www.leiweb.it/celebrity/cinema-e-tv/2011/articoli/img/10/tomboy348.jpg

tomboy - celine sciamma
bello ed argomento trattato con cura, anche se non molto nelle mie corde

Rage Against
24-10-12, 02:39:38
Non vorrei bestemmiare...ma come fate a guardare film degli anni 20?!:abandonthread::wush:

Zeno
24-10-12, 08:23:37
Non vorrei bestemmiare...ma come fate a guardare film degli anni 20?!:abandonthread::wush:

Pensa che c'è gente che ascolta ancora musica classica, pazzesco. :asd:

silver1983
24-10-12, 09:49:33
ti consiglio il film modello ispiratore di Zodiac, ovvero Memories of murder

ti ringrazio mickes :sisi:

mickes2
24-10-12, 10:27:18
Non vorrei bestemmiare...ma come fate a guardare film degli anni 20?!:abandonthread::wush:

nulla di più semplice: Passione per il cinema.

Gargaros
24-10-12, 11:19:44
Il settimo sigillo
Il dubbio della morte pervade questo film. Forse la teatralità classica, però, rischia di farcelo vedere con più "disincanto" a noi del 2000. Resta però un gran bel film. Mi ha stupito parecchio. E' un film di una brutalità insuperata ancora oggi, specie le sequenze con la strega, contornata da gente incapace di mostrare il minimo sentimento, perché corrotta dalla superstizione e dall'ignoranza.


tomboy - celine sciamma
bello ed argomento trattato con cura, anche se non molto nelle mie corde

Messo in lista spesa.


Non vorrei bestemmiare...ma come fate a guardare film degli anni 20?!:abandonthread::wush:

Beh, i cinefili sono "costretti" a vederli :wush:

Per quanto mi riguarda, sono cresciuto vendendo anche le comiche, i film di Chaplin, Stanlio e Ollio... Quindi vederne uno è come ritrovare un pezzo del mio passato.

Eppoi che domanda è? Alcuni film muti sono ancora molto belli :sisi:

[Fulgore]
24-10-12, 12:16:05
Pensa che c'è gente che ascolta ancora musica classica, pazzesco. :asd:
è un po diverso, perche un film degli anni 20 è "invecchiato male" e la mancanza del sonoro e del colore a molti puo risultare un ostacolo troppo grande, penso che sento addiritura di gente che non guarda film anni 80 perche "gli effetti digitali analogici fanno cagare"

invece la musica non ha eta, una melodia classica risulta godibile oggi come ieri, e le differenze e evoluzioni acustiche si assocciano solo a stili musicali diversi

Zeno
24-10-12, 12:56:28
;17436205']è un po diverso, perche un film degli anni 20 è "invecchiato male" e la mancanza del sonoro e del colore a molti puo risultare un ostacolo troppo grande, penso che sento addiritura di gente che non guarda film anni 80 perche "gli effetti digitali analogici fanno cagare"

invece la musica non ha eta, una melodia classica risulta godibile oggi come ieri, e le differenze e evoluzioni acustiche si assocciano solo a stili musicali diversi

Era una battuta... anche se Chaplin col cavolo che è invecchiato male.
Vorrei sapere quanti tra quelli che non vedono Metropolis perché è muto ascoltano Mozart sull'aipod. :asd:

[Fulgore]
24-10-12, 13:24:03
Era una battuta... anche se Chaplin col cavolo che è invecchiato male.
Vorrei sapere quanti tra quelli che non vedono Metropolis perché è muto ascoltano Mozart sull'aipod. :asd:
ma il mio "invecchiati male" (fra virgolette) era per dire che per molti le limitazioni tecniche (mancanza di sonoro e di colore) e l'eta (quindi come vengono trattati certi argomenti) possono essere ostacoli per la visione di gente "moderna"

che poi per me i film di chaplin sono immortali quanto la musica di bach :sisi:

Hushabye
24-10-12, 13:53:41
Non sto vedendo nulla in questo periodo :tragic:

devo recuperare:kep88:

Zeno
24-10-12, 14:37:20
;17436626']ma il mio "invecchiati male" (fra virgolette) era per dire che per molti le limitazioni tecniche (mancanza di sonoro e di colore) e l'eta (quindi come vengono trattati certi argomenti) possono essere ostacoli per la visione di gente "moderna"

che poi per me i film di chaplin sono immortali quanto la musica di bach :sisi:

Ma infatti le difficoltà ci sono, sono d'accordo. E' che in molti sono viziati dalla tecnologia.

Gargaros
24-10-12, 14:48:18
E' che in molti sono viziati dal computer.

Fix :sad:

Zeno
24-10-12, 14:50:50
Fix :sad:

claro :sisi:

Brother's Killer
24-10-12, 14:55:43
Beh i film dei primi anni del cinema però sono però pura preistoria cinematografica, non è come ascoltare musica classica, ma più come ascoltare musica precedente al periodo barocco, magari neanche polifonica:asd:

James
24-10-12, 17:25:58
Excision by Richard Bates Jr (2012)


100375


"Pauline, una studentessa di medicina depressa e con qualche problema di stabilità mentale, è ossessionata dall’approvazione continua di una madre invadente che ha riposto su di lei ogni sua aspettativa di vita fallita. Pur di non deluderla, la giovane è pronta a qualsiasi azione, anche a macchiarsi le mani di sangue con crimini sempre più atroci ed estremi, che la portano ad odiare la chiesa e, in particolar modo, il reverendo William"

Il dramma psicologico di Pauline,una versione Indie della ben più famosa Carrie,affrontato con cura da Bates che fà vivere la parte vera della protagonista nei suoi sogni. Teste mozzate,sesso e sesso orale bagnato col sangue,sesso di gruppo e assaggi di cuore di piccione.
A tormentare la protagonista,una famiglia che non l ascolta,la ignora e se ne sbatte.L unico suo amico è un Dio a cui nemmeno crede:rickds:
Molto buona la prima parte fino alla prima volta di Pauline,nella seconda perde colpi rallentando molto e il finale non è così imprevedibile come ci si può aspettare.Cmq un buon film.


Chained by Jennifer Lynch (2012)


100378

"Un’uscita per andare al cinema si trasforma in un incubo per Sarah e il figlio di nove anni Tim. Rapiti da Bob, un taxista impazzito, vengono portati nella loro abitazione e, impotente, Tim assiste all’assassinio della madre. Quello, però, non è l’unico delitto di cui Tim diviene testimone"

Ennesimo passo falso della Lynchina,che decide di girare un film da scantinato.
Spiace perchè il rapporto da Padre Padrone con il piccolo Tim di D'Onofrio poteva funzionare decisamente meglio.Invece si sceglie di non approfondire il vero dramma che colpisce il personaggio del tassista nella sua adolescenza.La Lynch ce lo mostra come incubo che lo perseguita.Regia praticamente nulla,camera fissa e via si gira.
Alcune cose vanno a segno,come le urla notturne e i cadaveri striscianti che il povero Tim è costretto a vedere.Finale da censura e da grandi punti di domanda.Peccato,Vincent D Onofrio è l unica cosa che si salva dentro a questo film.

StrikerEureka90
24-10-12, 20:02:07
Taken 2 - La vendetta
Bah, così così. Scontato dall'inizio alla fine e con dei dialoghi a tratti ridicoli. Ti lascia quella sensazione di visto e rivisto. Secondo me ci esce pure un terzo capitolo.

Ted
Anche questo così così. Se dovessi esprimermi numericamente non darei più di un 6. McFarlane alla fin fine svolge il compitino: storiella banale infarcita di gag alla Griffin.

Quattro
24-10-12, 20:15:03
___

I Quattrocento Colpi, Truffaut. Storia fortemente autobiografica, incentrata sulla difficile infanzia che il regista stesso ha passato. Trascurato dai genitori, vessato dai professori e in generale incompreso dal mondo adulto, cercherà di trovare una strada alternativa attraverso la vita di strada e i piccoli furti, ma senza successo. Grande interpretazione del giovane protagonista da parte di Jean-Pierre Léaud. Nonostante tutto però non ho trovato in questo film il capolavoro di cui avevo sentito parlare. Non ho individuato particolari difetti, ma nemmeno qualcosa che lo potesse elevare ad una così grande fama. Evidentemente mi è sfuggito quel "che" di rivoluzionario che poteva aver avuto nel periodo di pubblicazione.

Mulholland Drive. Ma che cazz-

La Sposa Cadavere. Direzione artistica fenomenale, ma poco altro. - 6
___


Metropolis (1927, Fritz Lang)

Pure questo lo devo assolutamente vedere! Ma te questi film come te li procuri?


Non vorrei bestemmiare...ma come fate a guardare film degli anni 20?!:abandonthread::wush:

Se si è appassionati e si riesce ad apprezzare il valore artistico a prescindere dalle possibili limitazioni di un'altra epoca, l'anno di pubblicazione fa poca differenza.

David Fuckin' Rose
24-10-12, 22:27:49
La Legge del Desiderio - P. Almodovar....Bho, mi ha annoiato

Darton
24-10-12, 23:28:20
Fratelli per la pelle
commedia molto divertente che riesce a far ridere dall'inizio alla fine grazie a piccole ma efficaci trovate. il tema riesce a coinvolgere senza scadere, per fortuna, nella sdolcinatezza o nel ridicolo. bravo sia Damon che Kinnear.
consigliato

Gargaros
25-10-12, 00:27:41
Ladri di cadaveri
Oh, che ci sia Landis dietro è evidentissimo: la comicità è quella. Eppure mi ha fatto ridere poco di panza, ma sorridire sempre. Di Landis anche le comparse illustri, c'è persino Harry Harryhausen! E' un bel film, anche se non mi fa ridere quanto una Poltrona per due. Ma è bello se non altro perché è pregno di umorismo nero e di cinismo. Vorrei dire di più, ma credo basti.
Ah, mi sono innamorato di Esme Thompson (http://www.hotflick.net/flicks/2010_Burke_and_Hare/010BAH_Esme_Thompson_001.jpg).


Ma te questi film come te li procuri?

Marocco :kep88:

Key Paradise
25-10-12, 00:51:15
http://backdriifts.files.wordpress.com/2011/11/alps21.jpg?w=580

alps - yorgos lanthimos
semplice idea reiterata per un'ora e mezzo. otto sbadigli/10.

1Sirius7
25-10-12, 00:55:39
ho appena finito il quarto tipo su premium, bah, mi pare la solita caxxata del genere, non si vede nulla è tutta roba preparata con qualche matto, ovviamente opinione personale :D

Rage Against
25-10-12, 01:19:01
Pensa che c'è gente che ascolta ancora musica classica, pazzesco. :asd:Faccio parte di quella gente:patpat:
Paragone che non c'entra molto..



Beh, i cinefili sono "costretti" a vederli :wush:
Per quanto mi riguarda, sono cresciuto vendendo anche le comiche, i film di Chaplin, Stanlio e Ollio... Quindi vederne uno è come ritrovare un pezzo del mio passato.
Eppoi che domanda è? Alcuni film muti sono ancora molto belli :sisi:Costretti lo vedo come a dire più è vecchio,sconosciuto e straniero più fa cinefilo.
Stanlio e Ollio li guardavo anche io in vhs,e penso non si possano identificare bene in questo discorso.
Grazie a tutti delle risposte..Allora a sto punto consigliatemi un paio di film di quegli anni:gab:

Lucignolo
25-10-12, 01:50:31
Lo spione (1962, Jean-Pierre Melville)

Ah, che film, uno dei migliori esempi di noir europeo che abbia mai visto (europeo solo per nazionalità visto che Melville era da sempre cultore del cinema noir americano e non ha mai nascosto ciò nei suoi film, chiaramente influenzati dai vecchi classici d'oltreoceano).
Melville è un regista che adoro, ma qui si è superato davvero...forse questo film lo metto davanti anche a Frank Costello faccia d'angelo, che è il suo film più noto al pubblico, e poco dopo Tutte le ore feriscono...l'ultima uccide (che io considero il suo miglior film, ma parliamo solo di opinioni visto che sono tutti gran bei film se non capolavori). Mi manca solo Bob il giocatore e avrò visti tutti i suoi film più importanti.
Qua c'è tutto il noir della vecchia scuola: virile, spietato, scolpito nei lineamenti di un grande Jean-Paul Belmondo, una storia serrata sin dallo splendido incipit, un piano che sfortunatamente và male e causa un effetto domino di raggiri, depistaggi e morti incontrollate. Per veri uomini.

9

Kenai
25-10-12, 10:54:24
Stanotte ho visto Drive, mi è piaciuto ma non ha fatto impazzire..

Gargaros
25-10-12, 11:08:56
Costretti lo vedo come a dire più è vecchio,sconosciuto e straniero più fa cinefilo.

In verità se sei cinefilo apprezzi un grande film indipendentemente dalla sua vecchiezza, perché lo "inquadri" nel suo periodo. Un come chi ama la fantascienza scritta legge ancora Asimov, pur sapendo che è pieno di boiate ed è invecchiato malissimo.


Stanlio e Ollio li guardavo anche io in vhs,e penso non si possano identificare bene in questo discorso.

Picché? :wush:


Grazie a tutti delle risposte..Allora a sto punto consigliatemi un paio di film di quegli anni:gab:

Beh, io vado sul sicuro: Luci della città. Ti farà piangere pur essendo muto.

Hushabye
25-10-12, 13:15:15
Stanotte ho visto Drive, mi è piaciuto ma non ha fatto impazzire..

non c'entra con Drive,ma è figo :cat:


http://www.youtube.com/watch?v=IRFeUc2KnBY&feature=related

Rage Against
25-10-12, 16:57:07
Minority Report:Rivisto e sempre più convinto che sia un filmone,e anche uno dei più sottovalutati di Spielberg.
VOTO 9

Rabbida
25-10-12, 20:31:23
Ho visto Harold e Maude. Piaciuto molto:ahsisi:

Big-Demoniac
25-10-12, 22:46:59
TAKEN: LA VENDETTA

Film abbastanza scontato, decisamente sulla scia dei film degli ultimi mesi che tendono a mettere l'azione prima di qualunque altro elemento.... per di più un azione che sa di già visto. :bah!:

silver1983
26-10-12, 01:01:00
Cloverfield

A differenza di REC (che non mi era piaciuto granché), questo film mi ha preso non poco.
Molto ben girato a mio avviso, grande tensione dei protagonisti con scene davvero realistiche.
Curato nei dettagli. Peccato solo sia finito molto in fretta, mi ha preso tanto che a fine film ho detto "caz, è già finito"!
Ottimo consiglio che mi avete dato e quindi lo consiglio a mia volta :)
8.5

Gio1981
26-10-12, 01:27:01
Cloverfield

A differenza di REC (che non mi era piaciuto granché), questo film mi ha preso non poco.
Molto ben girato a mio avviso, grande tensione dei protagonisti con scene davvero realistiche.
Curato nei dettagli. Peccato solo sia finito molto in fretta, mi ha preso tanto che a fine film ho detto "caz, è già finito"!
Ottimo consiglio che mi avete dato e quindi lo consiglio a mia volta :)
8.5

Cloverfield lo adoro, concordo che sia troppo breve, non annoia mai, la telecamera poteva essere tenuta un po meglio, a volte è troppo caotico, un 10-15 minuti in piu' gli avrebbero senza dubbio giovato.
Per me è un 9 pieno :alex90:


Minority Report:Rivisto e sempre più convinto che sia un filmone,e anche uno dei più sottovalutati di Spielberg.
VOTO 9

ecco lo dovro' prendere assolutamente !!!da collezione :sisi:

cmq appena preso e visto Avatar 3D, che dire : :hail: su 20 bluray 3D che ho questo è il migliore !!! anche se Titanic 3D, Transformers 3D, the Avengers 3D sono quasi allo stesso livello, il 3D ha una profondità davvero notevole, le immagini sono solide, si vede che è stato pensato per il 3D,nessun affaticamento alla vista, zero ghosting (come in tutti i miei film del resto) possiamo dire che James Cameron è il maestro del 3D :hail: inutile dire che questo film visto in 2D perde moltissimo :sisi:

film : 8,5
video 3D : 10
audio : 9

da mettere in collezione vicino a Titanic 3D :ave:

Gargaros
26-10-12, 01:33:46
Cloverfield

A differenza di REC (che non mi era piaciuto granché), questo film mi ha preso non poco.
Molto ben girato a mio avviso, grande tensione dei protagonisti con scene davvero realistiche.
Curato nei dettagli. Peccato solo sia finito molto in fretta, mi ha preso tanto che a fine film ho detto "caz, è già finito"!
Ottimo consiglio che mi avete dato e quindi lo consiglio a mia volta :)
8.5

:wave:


la telecamera poteva essere tenuta un po meglio

Io avrei centellinato anche le scene coi mostroni, o le avrei sporcate meglio. Così si vede troppo che sono finti, e rovinano il genere.

Gouki
26-10-12, 01:35:22
inutile dire che questo film visto in 2D perde moltissimo :sisi:

Io l'ho visto in 2D e me lo sono goduto alla grande.

silver1983
26-10-12, 09:50:55
Cloverfield lo adoro, concordo che sia troppo breve, non annoia mai, la telecamera poteva essere tenuta un po meglio, a volte è troppo caotico, un 10-15 minuti in piu' gli avrebbero senza dubbio giovato.
Per me è un 9 pieno

Concordo, davvero un bel film.
Il fatto che la telecamera poi vada un po a caz secondo me lo rende persino più realistico.
Sicuramente poteva essere un pochettino più lungo :sisi:

Ragà ma non esiste un seguito di Cloverfield?

Hushabye
26-10-12, 10:47:48
100546

Ruby Sparks,2012- Davvero carino.. Il film è molto più di una ''fantastica commedia romantica'',pone lo spettatore davanti a vari interrogativi ,ma è anche un analisi molto interessante sull'importanza dell'unicità e libertà di ogni persona all interno di qualsiasi relazione,il controllo non è mai la soluzione giusta..Il tutto interpretato dal talentuoso Paul Dano;curioso vederlo insieme alla sua reale fidanzata.. 7.5

Kimagure Orange Road,48 episodi,1987 *****+++++

Gio1981
26-10-12, 12:43:00
Io l'ho visto in 2D e me lo sono goduto alla grande.

Si bravo :ahsisi: il Film è AVATAR 3D, avatar 2d è solo la versione castrata, in 3D è tutta un' altra cosa, non c'è paragone, io l' avevo visto a noleggio in 2d e non mi era piaciuto granchè, ma in 3D guadagna moltissimo.


Concordo, davvero un bel film.
Il fatto che la telecamera poi vada un po a caz secondo me lo rende persino più realistico.
Sicuramente poteva essere un pochettino più lungo :sisi:

Ragà ma non esiste un seguito di Cloverfield?

No purtroppo, pero' c'è super 8 che è sullo stesso genere (ma girato con telecamere normali) e molto bello, te lo consiglio se non l' hai ancora visto :sisi: oppure World Invasion che è girato in stile documentario di guerra, davvero grandioso !!

silver1983
26-10-12, 12:45:34
Si bravo :ahsisi: il Film è AVATAR 3D, avatar 2d è solo la versione castrata, in 3D è tutta un' altra cosa, non c'è paragone, io l' avevo visto a noleggio in 2d e non mi era piaciuto granchè, ma in 3D guadagna moltissimo.

Io l'ho visto al cinema in 3D e non mi piaciuto ne Avatar e neppure il 3D (nei cui confronti sono sempre reticente dato che non lo amo) :kep88:

pipigno
26-10-12, 15:28:49
Ieri sera mi sono visto "The Possession" :sisi::sisi::sisi::sisi:, la trama è un po' banale ma il film non è male anzi a me, e alle persone con cui ero, è piaciuto un sacco. Sul piano dei film con le possessioni merita n 7 su 10:ahsisi::ahsisi::ahsisi::ahsisi:. Bravo l'attore che interpreta il padre della bambina, buona l'atmosfera e la tensione per quasi tutta la durata del film. Consigliato

Gouki
26-10-12, 16:36:29
Si bravo :ahsisi: il Film è AVATAR 3D, avatar 2d è solo la versione castrata, in 3D è tutta un' altra cosa, non c'è paragone, io l' avevo visto a noleggio in 2d e non mi era piaciuto granchè, ma in 3D guadagna moltissimo.

Se certo.
Tu vedi un film in 2D e ti fa schifo, poi lo rivedi in 3D e dici che è stupendo. Ma ti rendi conto delle sparate che fai?
Il 3D è una cosa in più, non aggiunge niente al film e non capisco come tu possa cambiare idea su un film dopo che lo hai visto in 3D.
Allucinante.

mickes2
26-10-12, 16:43:27
Wuthering heights di Andrea Arnold - ***

7 days in Havana di Vari - **

Dersu Uzala - Il piccolo uomo delle grandi pianure di Akira Kurosawa - ****+

La pianista di Michael Haneke - ***+ (2° visione)

Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismäki - ****

Bellissima di Luchino Visconti - ****

American psycho di Mary Harron - **+

L'ignoto spazio profondo di Werner Herzog - **+

Post mortem di Pablo Larrain - ****

Le tre scimmie di Nuri Bilge Ceylan - ***+

Il gusto del sakè di Yasujirô Ozu - ****+

Alps di Giorgos Lanthimos - ****+

Killer Joe di William Friedkin - ***+

4:44 Last day on Earth di Abel Ferrara - **+

Roma città aperta di Roberto Rossellini - *****

Dolls di Takeshi Kitano - ****

The day he arrives di Sang-soo Hong - *+

Cape fear - Il promontorio della paura di Martin Scorsese - ***

Sister di Ursula Meier - ***

Gio1981
26-10-12, 18:02:44
Se certo.
Tu vedi un film in 2D e ti fa schifo, poi lo rivedi in 3D e dici che è stupendo. Ma ti rendi conto delle sparate che fai?
Il 3D è una cosa in più, non aggiunge niente al film e non capisco come tu possa cambiare idea su un film dopo che lo hai visto in 3D.
Allucinante.

Mai detto che avatar in 3d faccia schifo, dico solo che in 3D per me è molto piu' bello e se al film 2d do 7 alla versione 3D do 8,5 dato che è un film che punta tutto su effetti speciali e sul 3d.
Che il 3D sia una cosa in piu' è una tua opinione, allora anche il dolby 5.1 è una cosa in piu' anche il bluray invece del divx è una cosa in piu'
vabè resta delle tue opinioni, chiudiamo questo O.T.

Gouki
26-10-12, 18:05:39
Mai detto che avatar in 3d faccia schifo, dico solo che in 3D per me è molto piu' bello e se al film 2d do 7 alla versione 3D do 8,5 dato che è un film che punta tutto su effetti speciali e sul 3d.
Che il 3D sia una cosa in piu' è una tua opinione, allora anche il dolby 5.1 è una cosa in piu' anche il bluray invece del divx è una cosa in piu'
vabè resta delle tue opinioni, chiudiamo questo O.T.

Cosa aggiungono al film? Scene in più? Lo fanno diventare automaticamente ottimo grazie a queste cose? Quindi se tu vedi un film alla tv senza HD e cose varie, per te è una cagata? Mein Gott.

Gio1981
26-10-12, 18:22:36
Cosa aggiungono al film? Scene in più? Lo fanno diventare automaticamente ottimo grazie a queste cose? Quindi se tu vedi un film alla tv senza HD e cose varie, per te è una cagata? Mein Gott.

I film alla tv non li guardo 1) c'è la pubblicità :tragic: 2) l' audio è mono o stereo :tragic: 3) la risoluzione non è full-hd
se per te vedere un film alla tv è la stessa cosa che vederlo al cinema non so che dirti, mai sentito parlare di coinvolgimento ? si vede che non sei un appassionato di Home-teather, cmq chiudiamo qui l' o.t.

Lucignolo
26-10-12, 18:45:37
Io credo che alcuni film in 3D rendano effettivamente di più: per esempio Avatar 3D Hugo Cabret 3D e Titanic rifatto in 3D danno una profondità alle immagini funzionali alla film...viste le molte panoramiche e i giochi di luce e colori.


Per altri film è assolutamente superfluo per quanto mi riguarda, è solo un modo per fare più soldi. La verità è che la tecnologia 3D ha ripreso piede (era di moda già negli anni 80 ma poi si era perso di interesse per varie limitazioni tecniche) con l'avvento del DIGITALE che stà per sostituire interamente la pellicola. I proiettori 2K permettono la proiezione in 3D a costi contenuti.


Poi una cosa importante è COME si filma in 3D: cioè capisco quello che vuol dire pippo. Ma lui deve capire che Avatar...come dice lui...rende in 3D perchè è stato filmato DIRETTAMENTE in 3D...è stato filmato con un'idea di partenza di presentarlo principalmente in 3D (con le camere PACE progettate proprio da Cameron)


Titanic: per Titanic è stato fatto un restauro per il 3D INCREDIBILE...sono stati spesi tipo 16-18 mln DI DOLLARI sotto la supervisione di Cameron stesso, inquadratura dopo inquadratura, passo dopo passo. Infatti rende benissimo.


Ma non mi si venga a dire che il 3D di film come SH e RE girati semplicemente in digitale e poi convertiti in 3D, rende qualcosa in più di quanto renderebbe se fossero girati in 2D.

A stò punto preferisco un 2D ottimo piuttosto che un 3D "alla buona"



Alice nel paese delle meraviglie di Burton l'ho visto in 3D ed era ORRENDO (anche il film in sè lo è per me ma questo è un altro discorso).


Perciò il 3D se lo fai devi saperlo fare bene.



Infatti Nolan per i suoi film il 3D l'ha mandato a cagare e ha optato per l'IMAX. E non posso dargli torto. Purtroppo qui in Italia di Imax VERO, ce n'è solo uno a Riccione (quello di Pioltello è Imax digitale)

Gouki
26-10-12, 18:48:16
I film alla tv non li guardo 1) c'è la pubblicità :tragic: 2) l' audio è mono o stereo :tragic: 3) la risoluzione non è full-hd
se per te vedere un film alla tv è la stessa cosa che vederlo al cinema non so che dirti, mai sentito parlare di coinvolgimento ? si vede che non sei un appassionato di Home-teather, cmq chiudiamo qui l' o.t.

Il coinvolgimento me lo da pure un film degli anni 50, senza Dolby, senza HD e senza 3D.
Il coinvolgimento non me lo da un 3D, me lo da un film che ha qualcosa da raccontarmi. Ecco cos'è il coinvolgimento.
Anyway, chiudiamola qua, sì, è meglio.

Gio1981
26-10-12, 19:00:15
Io credo che alcuni film in 3D rendano effettivamente di più: per esempio Avatar 3D Hugo Cabret 3D e Titanic rifatto in 3D danno una profondità alle immagini funzionali alla film...viste le molte panoramiche e i giochi di luce e colori.


Per altri film è assolutamente superfluo per quanto mi riguarda, è solo un modo per fare più soldi. La verità è che la tecnologia 3D ha ripreso piede (era di moda già negli anni 80 ma poi si era perso di interesse per varie limitazioni tecniche) con l'avvento del DIGITALE che stà per sostituire interamente la pellicola. I proiettori 2K permettono la proiezione in 3D a costi contenuti.


Poi una cosa importante è COME si filma in 3D: cioè capisco quello che vuol dire pippo. Ma lui deve capire che Avatar...come dice lui...rende in 3D perchè è stato filmato DIRETTAMENTE in 3D...è stato filmato con un'idea di partenza di presentarlo principalmente in 3D (con le camere PACE progettate proprio da Cameron)


Titanic: per Titanic è stato fatto un restauro per il 3D INCREDIBILE...sono stati spesi tipo 16-18 mln DI DOLLARI sotto la supervisione di Cameron stesso, inquadratura dopo inquadratura, passo dopo passo. Infatti rende benissimo.


Ma non mi si venga a dire che il 3D di film come SH e RE girati semplicemente in digitale e poi convertiti in 3D, rende qualcosa in più di quanto renderebbe se fossero girati in 2D.

A stò punto preferisco un 2D ottimo piuttosto che un 3D "alla buona"



Alice nel paese delle meraviglie di Burton l'ho visto in 3D ed era ORRENDO (anche il film in sè lo è per me ma questo è un altro discorso).


Perciò il 3D se lo fai devi saperlo fare bene.



Infatti Nolan per i suoi film il 3D l'ha mandato a cagare e ha optato per l'IMAX. E non posso dargli torto. Purtroppo qui in Italia di Imax VERO, ce n'è solo uno a Riccione (quello di Pioltello è Imax digitale)

Scusa cosa intendi con SH e RE ??? cmq guarda che stanno rifacendo inception di Nolan in 3D, speriamo che venga una bella conversione come quella di Titanic 3D !!
Se mi parli di Silent hill è 3D nativo, non è ancora uscito e quindi come si puo' dire adesso che il 3D è superfluo ?? se mi parli di Resident evil afterlife 3D il 3D rende eccome e non è stato messo tanto per, è 3D nativo, ha delle bellissime scene, è stato per molto tempo il miglior 3D live action :sisi: Resident evil afterlife è un' ottimo film 3D, invece per dirtene due Pirati dei Caraibi 3D e Underworld 3D mi hanno deluso, 3d davvero scarso nonostante siano nativi, colpa delle troppe scene buie che riducono molto l' effetto 3D :sisi: poi ci sono i film convertiti in 3D tra cui Conan davvero scarso...Ma dopo aver visto the Avengers 3D e Titanic 3D devo dire che un film puo' avere un bellissimo 3D anche se è convertito e non nativo.

Gargaros
26-10-12, 19:09:59
La faccenda del 3D mi fa venire il mente il discorso sui classici del muto: può la tecnologia diventare il valore aggiunto, e anzi addirittura principale, nella fuizione cinematografica?

Lucignolo
26-10-12, 19:12:47
Intendevo Silent Hill e Resident Evil:sisi:, cmq sta cosa di Inception non la sò e io ho sempre sentito che Nolan è FORTEMENTE contro il 3d: Ma fortemente. Poi se dici per Blu-Ray non sò...ma per la visione al cinema tutti i suoi film sono stati proiettati in 2D o 2D Imax finora.


Si ma sui film spettacolari puoi vere ragione (ripeto: se fatto bene), ma io per film dove c'è poca azione e molto parlato, dove non ci sono scene aeree, esplosioni etc...lo preferisco in 2D...ma nettamente, infatti tutti i film che mi elenchi sono ultraspettacolari.

Per film in uscita come The Master, Lincoln, Moonrise Kingdom, Argo etc...il 3D..semplicemente non serve, e difatti i registi si guardano bene dall'usarlo per quei tipi di film :sisi:

Key Paradise
26-10-12, 19:32:27
Alps di Giorgos Lanthimos - ****+

minchia, io l'ho trovato proprio inconsistente
mi ha dato l'idea di una buona pensata che però s'è fermata lì, a cui lanthimos non è riuscito a dare vero sviluppo
passo indietro rispetto a dogtooth

Vall77
26-10-12, 19:33:46
Dersu Uzala - Il piccolo uomo delle grandi pianure di Akira Kurosawa - ****+

L'ignoto spazio profondo di Werner Herzog - **+

Alps di Giorgos Lanthimos - ****+


Dersu Uzala... e diamogliele queste 5 stelle piene :cat:
The Wild Blue Yonder... oddio mi spiace che non ti sia piaciuto. Personalmente lo adoro, tra i miei film di fantascienza preferiti
Alps... dove lo trovasti?

Togg
26-10-12, 19:43:10
l'ignoto spazio profondo :((((((

Lucignolo
26-10-12, 19:50:52
Dolls di Takeshi Kitano - ****


:ahsisi::gab::gab::gab:


Col fatto che molti identificano Kitano solo con gli yakuza movie questo film viene citato troppo poco quando si parla della sua filmografia, invece per me è il più bel film che ha diretto dal 2000 a oggi:ahsisi::sisi:

Vall77
26-10-12, 19:58:18
:ahsisi::gab::gab::gab:


Col fatto che molti identificano Kitano solo con gli yakuza movie questo film viene citato troppo poco quando si parla della sua filmografia, invece per me è il più bel film che ha diretto dal 2000 a oggi:ahsisi::sisi:

Va bè ma così è facile. Il periodo d'oro di Kitano è tutto prima del 2000 :asd:
Specie lato Yakuza movie, se consideri che dal 2000 in poi si prendono dentro solo Brother e Outrage.

Lucignolo
26-10-12, 20:04:17
:sisi:Per quanto mi riguarda Dolls è inferiore solo a Hana Bi e Sonatine..e sullo stesso livello di L'estate di Kikujiro:ahsisi:


Però non è ben visto da tutti (almeno leggendo alcuni pareri) perchè è il film che più si discosta dalla sua filmografia

Poi casomai se devo prendere un suo film oltre Dolls dopo il 2000 è Zatoichi:nev:

Quattro
26-10-12, 20:10:15
___

Midnight in Paris. Mah, carino ma nulla di trascendentale. Il solito Allen. - 6
___


Io l'ho visto al cinema in 3D e non mi piaciuto ne Avatar e neppure il 3D (nei cui confronti sono sempre reticente dato che non lo amo) :kep88:

Avatar finora è l'unico film che ho visto in cui il 3D è veramente un valore aggiunto.


La faccenda del 3D mi fa venire il mente il discorso sui classici del muto: può la tecnologia diventare il valore aggiunto, e anzi addirittura principale, nella fuizione cinematografica?

Se ti riferisci al 3D direi proprio di no, salvi rarissime eccezioni (vedi Avatar, per l'appunto).

Vall77
26-10-12, 20:22:45
:sisi:Per quanto mi riguarda Dolls è inferiore solo a Hana Bi e Sonatine..e sullo stesso livello di L'estate di Kikujiro:ahsisi:


Però non è ben visto da tutti (almeno leggendo alcuni pareri) perchè è il film che più si discosta dalla sua filmografia

Poi casomai se devo prendere un suo film oltre Dolls dopo il 2000 è Zatoichi:nev:

Hana-Bi, Sonatine :sisi::sisi::sisi::sisi::sisi:
Violent Cop, Boiling Point :sisi::sisi::sisi::sisi:

Il Kitano indispensabile, per come la vedo.


Avatar finora è l'unico film che ho visto in cui il 3D è veramente un valore aggiunto.

Un valore aggiunto su un film irrimediabilmente mediocre.

Lucignolo
26-10-12, 20:27:58
Violent Cop, Boiling Point :sisi::sisi::sisi::sisi:

Vabè qua rientriamo solo nei pareri individuali:ahsisi:, questi due per me sono buoni film ma non sono assolutamente del livello di Dolls, poi ognuno la vede come vuole;p

Meglio Il silenzio sul mare e Kids Return per me

mickes2
26-10-12, 20:44:40
minchia, io l'ho trovato proprio inconsistente
mi ha dato l'idea di una buona pensata che però s'è fermata lì, a cui lanthimos non è riuscito a dare vero sviluppo
passo indietro rispetto a dogtooth
:hmm:riguardalo key :sasa: io al contrario c'ho visto un bel passo avanti, sia nelle tematiche che nella forma (già ottima in Doggotutto). secondo me, se in Dogtooth viene rappresentato un microcosmo, dolentissimo e alienato, confinato entro 4 mura, Alps allarga gli orizzonti e completa ed evolve certe tematiche: qua la famiglia c'è sempre e, anzi, rimane l'unico elemento costante, ma si abbattono le 4 mura per arrivare ad un'interazione col mondo esterno, il contatto ravvicinatissimo con le persone, la perdita d'identità/personalità e la volontà di questa sorta di "benefattori" che diventa pura ossessione; e se la menzogna, il "viverci" dentro è migliore della sterile verità (vita di tutti i giorni) tanto vale viverla questa menzogna, ad ogni costo, seppur senza umanità e sentimento. e poi quel finale, che si ricollega stupendamente all'incipit... cmq è sacrosanto preferire Dogtooth, d'altronde stiam parlando di due filmissimi.


Dersu Uzala... e diamogliele queste 5 stelle piene :cat:
The Wild Blue Yonder... oddio mi spiace che non ti sia piaciuto. Personalmente lo adoro, tra i miei film di fantascienza preferiti
Alps... dove lo trovasti?
si alla prossima visione probabilmente Dersu si beccherò 5 stelle ^^
il docu di Herzog, con mia sorpresa, non m'ha convinto molto. gli intenti sono altissimi, ma per i miei gusti la messinscena è troppo rarefatta e cerebrale nonchè oltremdoo arzigolata nelle parentesi scientifico-filosofiche. ottima ed evocativa la figura di Duris, ma in molti passaggi ho avvertito una ridondanza non troppo congeniale. sicuramente non l'ho assorbito come si deve (più avanti gli darò un'altra possibilità) ma alla fine l’uomo in balìa dell’ignoto, senza meta ne confini, non mi è apparso così affascinante :tristenev:


l'ignoto spazio profondo :((((((
:tristenev:

---------- Post added at 20:38:16 ---------- Previous post was at 20:33:47 ----------


Va bè ma così è facile. Il periodo d'oro di Kitano è tutto prima del 2000 :asd:
Specie lato Yakuza movie, se consideri che dal 2000 in poi si prendono dentro solo Brother e Outrage.


:sisi:Per quanto mi riguarda Dolls è inferiore solo a Hana Bi e Sonatine..e sullo stesso livello di L'estate di Kikujiro:ahsisi:


Però non è ben visto da tutti (almeno leggendo alcuni pareri) perchè è il film che più si discosta dalla sua filmografia

Poi casomai se devo prendere un suo film oltre Dolls dopo il 2000 è Zatoichi:nev:
mi mancano ancora Brother e Outrage :sad: contro di recuperarli al più presto

e non ci dimentichiamo de il Silenzio sul mare, a mio parere appena sotto i capolavori Sonatine - Hana-bi - L'estate di Kikujiro

per me Dolls ancora un piccolo gradino sotto Kikujiro, ma son bazzecole :sisi:

---------- Post added at 20:43:06 ---------- Previous post was at 20:38:16 ----------


Hana-Bi, Sonatine :sisi::sisi::sisi::sisi::sisi:
Violent Cop, Boiling Point :sisi::sisi::sisi::sisi:

Il Kitano indispensabile, per come la vedo.

se ti dico che Violent cop lo trovo un po' grezzo formalmente e acerbo nelle tematiche t'arrabbi? :rickds: Boiling point mi manca

---------- Post added at 20:44:40 ---------- Previous post was at 20:43:06 ----------


Vabè qua rientriamo solo nei pareri individuali:ahsisi:, questi due per me sono buoni film ma non sono assolutamente del livello di Dolls, poi ognuno la vede come vuole;p

Meglio Il silenzio sul mare e Kids Return per me
Kids return per me è un buon film, al pari di un Violent cop :sisi: mentre, come anticipato, col Silenzio sul mare si vola alto :sisi:

p a n z e r
26-10-12, 21:01:18
L'ignoto spazio profondo di Werner Herzog - **+


ecco perché passo poco tempo in sezione, per evitare di leggere sparate simili. buuuuuuuuuuu buuuuuuuuuuuuu buuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

Key Paradise
27-10-12, 00:03:58
:hmm:riguardalo key :sasa: io al contrario c'ho visto un bel passo avanti, sia nelle tematiche che nella forma (già ottima in Doggotutto). secondo me, se in Dogtooth viene rappresentato un microcosmo, dolentissimo e alienato, confinato entro 4 mura, Alps allarga gli orizzonti e completa ed evolve certe tematiche: qua la famiglia c'è sempre e, anzi, rimane l'unico elemento costante, ma si abbattono le 4 mura per arrivare ad un'interazione col mondo esterno, il contatto ravvicinatissimo con le persone, la perdita d'identità/personalità e la volontà di questa sorta di "benefattori" che diventa pura ossessione; e se la menzogna, il "viverci" dentro è migliore della sterile verità (vita di tutti i giorni) tanto vale viverla questa menzogna, ad ogni costo, seppur senza umanità e sentimento. e poi quel finale, che si ricollega stupendamente all'incipit... cmq è sacrosanto preferire Dogtooth, d'altronde stiam parlando di due filmissimi

i don't know, tutto giusto e tutto torna, ma in fin dei conti mi è parso che lo sviluppo di queste tematiche sia banale, in alcuni punti forzato, in altri perfettamente previsto
prendo la perdita d'identità dei membri delle alpi, ad esempio: individui che si fingono altri individui per mestiere ed in conclusione finiscono per non avere più un'identità propria, insomma..."chi l'avrebbe mai detto?"

silver1983
27-10-12, 00:28:27
Insomnia

Bellissimo film con Al Pacino che non avevo mai avuto modo di vedere sino ad ora.
Bella trama, ruolo ed interpretazione di un grande come Al Pacino :sisi:
Thriller che fa pensare a diversi e possibili risvolti finale già a metà film, ma il finale non delude!:sisi:
Per me, voto 9 :kep88:

Togg
27-10-12, 02:03:23
comunque non so se avete visto anche Kinetta.

---------- Post added at 02:03:23 ---------- Previous post was at 01:34:17 ----------

Il bacio dell'assassino, Kubrick
prove di regia. interessante.
6

La ragazza con la valigia, Zurlini
lui è molto bravo però i protagonisti li odio e la Cardinale la odio ancora di più :asd:
6

Gli anni delle immagini perdute, Conti
ci sono diverse cose molto belle ma purtroppo anche tante incrostazione da documentario classico che avrei rimosso volentieri.
6,5

mickes2
27-10-12, 12:30:58
i don't know, tutto giusto e tutto torna, ma in fin dei conti mi è parso che lo sviluppo di queste tematiche sia banale, in alcuni punti forzato, in altri perfettamente previsto
prendo la perdita d'identità dei membri delle alpi, ad esempio: individui che si fingono altri individui per mestiere ed in conclusione finiscono per non avere più un'identità propria, insomma..."chi l'avrebbe mai detto?"

la visione del regista, nonostante il distacco e la freddezza, secondo me è parecchio nichilista e per quanto le idee (azioni) siano estreme mi son sembrate sufficientemente motivate e congrue alla deriva fisica e morale autodistruttiva (perchè secondo me di autodistruzione si tratta) della protagonista, Monte rosa. cioè, preferire l'identità fittizia e una vita dentro un involucro (che in questo caso può essere la recitazione), preferire una vita accanto a perfetti sconosciuti, senza appigli, sentimentalmente algida è un qualcosa che mi fa venire i brividi, proprio perchè innaturale, senza umanità.

Rik_drake
27-10-12, 14:10:34
Mi consigliate una commedia in stile una notte da leoni/parto col folle?


Inviato dal mio iPad con Tapatalk HD