Vai al contenuto

BigBoss91

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    3188
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Feedback

    N/A

Su BigBoss91

  • Rango
    Master of forum

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disattivato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. vi chiedo una valutazione non strettamente economica ma legata al mercato dei titoli Wii U. Presi la console qualche tempo fa, diciamo come home console secondaria, con l'intenzione di recuperare un po' di giochi interessanti (i vari Mario, Zelda, Xenoblade). Ho visto che da Gamestop ci sono vari giochi, anche esclusive N, a prezzo ridotto e volevo capire se la svalutazione dei titoli Nintendo (almeno quelli delle scorse generazioni) è qualcosa che si sta via via verificando in generale o se è un caso specifico e in quanto tale sarebbe meglio approfittarne adesso.
  2. la mia top 5 sarebbe tutta, o quasi, Nintendo (NMH III, Luigi's Mansion III, Dragon Quest XI S, Zelda BOTW II e Astral Chain) . Evitando quindi di citare le esclusive della concorrenza e riferendomi a Sony, che non ha ownato nessuno proprio perché è assente, dico: Ghostwire Tokyo, presentazione di impatto. Arriverà tardi ma come direzione artistica ci siamo alla grande. Tales of Arise, finalmente un Tales che prova a rinnovarsi dal punto di vista tecnico. Ci voleva perché la serie è sempre stata ottima. Elden Ring, perché un gioco davvero esaltante ho beccato fino ad ora su PS4 ed è Bloodborne. Se a From aggiungi Martin non posso che prestare attenzione. Trials of Mana, scelta curiosa di fare questo remake e di portarlo in occidente. In mezzo al nulla che si è visto in giro comunque da tenere in considerazione. Darksiders Genesis, perché la serie merita tutta la visibilità e le vendite di questo mondo.
  3. alla fine di questo E3 sono giunto ad una sola conclusione: ho bisogno di un finanziatore. Ancora devo recuperare Smash e questi in pratica mi hanno detto "prendilo con tanto di fighter pass". Devo prendere Xenoblade, l'espansione e Octopath e questi, a parte Dragon Quest XI che ho evitato di prendere per altre console nell'attesa di questa versione, mi annunciano la Collection of Mana (che attendo retail) e Trials of Mana. Tra gli indie si aggiungono My friend Pedro e Cadence of Hyrule a quella marea di titoli già in lista (Hollow Knight, Shovel Knight, Katana Zero, Mutant Year Zero...). Volevo recuperare qualche esclusiva come Yoshi e Captain Toad e arrivano Astral Chain, che è qualcosa di straordinario per gameplay e art direction; Luigi's Mansion che è la vera sorpresa; Pokèmon che si prende comunque, Link's Awakening, vendutomi con l'editor e Fire Emblem che comunque mi interessa molto. Senza contare Mario Maker 2 (che recupererò in un secondo momento) e che nel 2020 abbiamo già una serie di titoli già annunciati che non possono essere trascurati come NMH III e AC. Meno male che le console Nintendo non hanno giochi, se no era finita.
  4. beh dai, se avevano deciso di usare la sua faccia almeno avrebbero dovuto cercare un accordo. Anche perché nello stesso periodo stava lavorando a Beyond sempre in casa Sony
  5. sottovalutare no ma se arriva TLOU a ridosso dell'uscita, credo che il problema sia più di Cyberpunk.
  6. la metafora di Nomura è FF XV. Fa delle cose ottime, ha idee, crea un immaginario che attira (personalmente almeno mi ha attirato fin dal primo minuto anche se non l'ho più giocato guarda caso) ma alla fine il progetto lo deve finire Tabata mettendo insieme i pezzi o non esce più. Lui è un ottimo disegnatore ma non sa gestire i progetti e, normalmente, da scrittore distrugge quello che di buono realizza. TWEWY è la cosa che mi sembra uscita meglio della sua produzione. KH era una serie che adoravo (capitoli I e II) ma guardate come l'ha ridotta, fino all'uscita del finale con 10 anni di ritardo. FF XV, come già detto, è uscito in quel modo. Se lui non è al comando del progetto non lo disprezzo affatto ma se il capo del progetto è lui non mi fido.
  7. Ma nemmeno io mi preoccupo. Anzi secondo me sarà figo come lo è stato The Witcher 3. Solo che, come proprio The Witcher, se queste componenti non vengono ritoccate non raggiungerà almeno per me la definizione di capolavoro ma non vuol dire nulla. Ho preferito spesso giochi imperfetti ma divertenti che capolavori ingessati nella loro assenza di difetti
  8. Preferisco un altro genere Poi scherzi a parte, per i giochi che ha fatto (belli o brutti che siano) massimo rispetto, io non sarei in grado di fare lo stesso. Da consumatore però semplicemente non mi fido del suo modo di portare avanti un progetto, specie se parliamo di una saga, e come scrittore non riesco ad apprezzarlo.
  9. Beh oddio, quelli a cui abbiamo fatto riferimento credo siano i meno Nintendari fra le redazioni italiane e non hanno parlato male del gioco tout court. Hanno detto che il feeling con le armi da fuoco non è granché e che il melee è da rivedere completamente. Poi hanno sottolineato che il gioco è comunque mostruosamente ambizioso e valido sotto tutti gli altri aspetti. Non sappiamo certo dire cosa uscirà alla fine ma già così stando le cose l'apprezzamento del titolo dipende tanto dal tipo di giocatore che lo approccia. Un fanatico di giochi di ruolo probabilmente non si sofferma nemmeno troppo a pensare alle collisioni, uno che gioca fps ed action tutto il giorno magari storce il naso
  10. In realtà, almeno sentendo chi lo ha giocato è ha parlato con gli sviluppatori, tutto è fuorché un remake alla RE2 per intenderci. In pratica è un gioco nuovo basato su FFVII. Come se il titolo originale fosse una bozza su cui costruire diversi titoli. Di fatto con FFVII condivide personaggi e mondo ma ci saranno marcate modifiche a tutto e tutto sommato mi sta bene così, almeno so che FFVII per me rimarrà sempre e solo l'originale e che questo, nonostante il nome, semplicemente è un nuovo gioco di Nomura. Cosa sufficiente a far si che il sottoscritto non lo compri
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.