Vai al contenuto
ULTIME NOVITA'

Sard Jack

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    15726
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Feedback

    N/A

Su Sard Jack

  • Rango
    Divinità

Visite recenti

115918 visite nel profilo
  1. Sì ok ma i ciliegi in fiore ndo stavano
  2. E comunque Michelangelo era un artista da 7/7,5
  3. Ma sai uno può leggere tutti i libri che vuole ma se gli manca la comprensione del testo va poco lontano. Lo dimostrano i tempi moderni
  4. THE LEGEND OF ZELDA The Legend of Zelda (Zeruda no densetsu, "La leggenda di Zelda") è il primo episodio dell'omonima serie videoludica, ideato e diretto da Shigeru Miyamoto e realizzato da Nintendo. Il primo gioco è ambientato in una primitiva incarnazione del regno di Hyrule e segue le avventure del giovane Link, che deve salvare la Principessa Zelda (il nome è ispirato a quello della scrittrice Zelda Sayre Fitzgerald) dalle grinfie del malvagio Ganon recuperando gli otto frammenti di un oggetto noto come la Triforza. Fu ispirato dalle avventure immaginarie di Miyamoto nei boschi dietro casa sua quando era bambino. Fu pubblicato per la console giapponese Famicom nel 1986 e in occidente per il NES nel 1987. Una versione modificata nota come BS Zelda fu pubblicata per il Satellaview, un'espansione del Super Famicom basata sul satellite, all'inizio degli anni 1990 in Giappone. La musica fu composta da Koji Kondo. TRAMA La trama di The Legend of Zelda è sommariamente la stessa in quasi tutti i giochi. Il nemico principale, (la maggior parte delle volte un malvagio mago chiamato Ganon), deciso a impossessarsi del mistico oggetto chiamato Triforza, semina il terrore per le lande di Hyrule invadendole con le sue orde di creature e mostri e prendendo in ostaggio la Principessa Zelda, erede al trono di Hyrule. A frapporsi alle malefatte di Ganon interviene sempre Link, l'eroe eletto dalle dee. Alcuni giochi della serie principale, però, non possono essere rappresentati da questa trama: in diversi manca Ganon, come in Majora's Mask o Phantom Hourglass, in quanto già sconfitto nei predecessori dei suddetti giochi (rispettivamente Ocarina of Time e The Wind Waker), mentre altri, come lo stesso Majora's, non sono ambientati ad Hyrule. CRONOLOGIA Per anni i Fan si sono scervellati nel creare una Timeline che comprendesse tutti gli episodi,anche invogliati dalle indicazioni di Miyamoto e soci. I problemi non erano pochi,specialmente se consideriamo che i primi episodi non tenevano conto di tutto ciò,in quanto Nintendo non pensava che il gioco avrebbe creato la saga che oggi conosciamo bene. Nel 2011,in occasione del 25° Anniversario della saga,Nintendo realizza la Collection "Hyrule Historia",che oltre a bozzetti vari,conteneva la fantomatica Timeline,per la gioia di tutti i fan (o quasi). Di seguito trovate i punti salienti della Timeline ricostruita nella Hyrule Historia e raccolta anche nella Wiki di Zelda (http://zeldawiki.org/Zelda_Timeline) Nel sito troverete anche i dettagli riguardanti ogni capitolo Da dove nacque l'idea ? Shigeru Miyamoto, per creare la serie, si ispirò alle sue esperienze esplorative. Da ragazzo amava esplorare la zona collinare che circondava il suo quartiere natale a Kyōto, dove si avventurava dentro fitte foreste con laghi e caverne in esse. Sempre secondo Miyamoto, un'esperienza significativa fu scovare l'ingresso di una grotta in mezzo alla foresta, che decise di esplorare sino in fondo facendosi luce con una lanterna. Questo influenzò molto la creazione di Zelda, in quanto l'esplorazione delle grotte è un elemento principale del gioco. Il nome di Zelda invece venne ispirato dalla moglie di Francis Scott Fitzgerald, Zelda Fitzgerald. Il nome di Link deriva dalla parola inglese collegamento, in quanto il personaggio era inteso come un collegamento tra il giocatore ed esso. PERSONAGGI PRINCIPALI LE RAZZE CURIOSITA' CAMEI a cura di Sard Jack Si ringrazia www.thelostwoods.net per le sezioni : Le Razze, Curiosità, Camei.
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.