Vai al contenuto
Forum News

~Gray Føx™

Moderatore Tornei
  • Numero contenuti

    69812
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Feedback

    N/A

Reputazione Comunità

1073 Excellent

Su ~Gray Føx™

  • Rango
    Divinità

Informazioni personali

  • Genere
    maschio
  • Interessi
    Donne,Calcio,Praticare Sport,Amici,Film,Videogames

Visite recenti

73433 visite nel profilo
  1. Sarà un Diavolo inedito, completato da nuovi volti, senatori, veterani e gente che vuole mettere Ringhio in difficoltà con le future scelte. In porta arriverà l'esordio di Pepe Reina, leader carismatico dello spogliatoio fin dal suo arrivo a Milanello. Davanti all'estremo difensore spagnolo, Gattuso confermerà la classica linea a quattro composta da Ignazio Abate, il debuttante Mattia Caldara, capitan Romagnoli e Diego Laxalt. Ma è il centrocampo il reparto con più sorprese in assoluto. Secondo le ultime da Dudelange, lo schieramento a tre sarà composto da Bakayoko, Mauri in regia ed il rilancio di Andrea Bertolacci. Davanti, imprescindibile Higuain alla ricerca di nuovi gol europei, assistito sui lati da Borini e Castillejo. La probabile formazione: Reina; Abate, Caldara, Romagnoli, Laxalt; Bakayoko, Mauri, Bertolacci; Borini, Higuain, Castillejo. Gattuso: "Ma pensate che stiamo a Milanello a pettinare le bambole e che non abbiamo rispetto del Dudelange? Sappiamo cosa ci aspetta, questo è rispetto. Le ose facili non sono mai così se non combatti. C'è grande rispetto e che domani vinca il migliore". Su Reina, Gattuso: "Ha portato grande leadrship. Sembra che stia in spogliatoio con noi da anni. E' un ragazzo solare, che ama questo mesitere ed è coerente con tutto quello che dice. E questo si tocca con mano. E' coerente, sta ore e ore a Milanello e quando dico che Gigio deve fare copia e incolla, mi riferisco alla passione che ci mette e come si allena all'età che ha". Su Halilovic, Gattuso: "E' un giocatore interessante. Siamo in tanti in rosa. Vedremo se inizierà dal primo minuto o se farà minuti. Sta dimostrando di avere talento. Sta lavorando bene e siamo contenti di lui". Sul turnover, Gattuso: "Sicuramente cambieremo qualcosa. Domani scenderemo in campo 11 contro 11 e nel calcio ne ho visti tanti di risultati strani. Ci sono in palio tre punti importanti. Giochiamo contro il Dudelange e dobbiamo sfruttare il nostro potenziale. Dobbiamo vincere la partita e i tre punti a casa": Su Caldara, Abate: "Sicuramente è un grande professionista. Arriva sempre 2-3 ore prima al campo ed è destinato a diventare uno dei più forti con Romagnoli. Sta migliorando tantissimo, passare dalla difesa a 3 a quella a 4 non è facile. Ma sono sicuro che entrerà a pieno nei meccanismi della squadra". Sulla mancata rifinitura in Lussemburgo, Gattuso: "Perché negli ultimi anni funziona così. Non ci siamo mai allenati in Europa sul campo fuori casa. E' una mia scelta perché abbiamo poco tempo e venire qua ad allenarsi con gente che si nasconde, che si arrampica sui lampioni o sui balconi per vedere cosa facciamo, credo non sia un bene per noi. E' una mia scelta": Sul lavare via i primi 20 minuti di Cagliari, Gattuso: "I primi 20 minuti di Cagliari rimangono, perché a livello di reparto abbiamo fatto degli errori. Abbiamo parlato, ma oggi non dobbiamo ripartire dagli errori anche contro Napoli e Roma. Non siamo costanti nel proporre il nostro buon calcio. La bravura mia, del mio staff e di chi circonda questo club è quello di far capire a questi ragazzi quanto sono bravi. Va messa da parte la paura e c'è gente che può fare molto bene con questa maglia". Sui nuovi in campo, Gattuso: "Anche prima di partire per Cagliari avevo detto che non era facile scegliere gli undici titolari. E' una squadra che sta bene insieme, che si allena forte. Mi aspetto certi tipi di movimenti, quelli più vecchi riescono a farli con più naturalezza. Dobbiamo muoverci da squadra e sapere cosa dobbiamo fare". Sull'approccio alla gara, Gattuso: "Quando si indossa una maglia come il Milan e si gioca contro il Dudelange, c'è tutto da perdere. Bisogna già preparare prima la partita e noi l'abbiamo preparata bene. Per alcuni è un sogno giocare partite così con la maglia del Milan e noi dobbiamo interpretarla bene e fare il nostro calcio, con rispetto per gli avversari. Dobbiamo avere grande mentalità e grande voglia" Sugli attaccanti, Gattuso: "Higuain è quello che tocca più palloni dopo Biglia. Quando verticalizziamo, tante volte non lo troviamo e da li dobbiamo migliorare. Domani vedremo come andrà la partita". Sugli assenti, Gattuso: "Cutrone ha provato in questi giorni, ma la caviglia gli dava ancora un po' fastidio. Non sta al 100 per 100. Gli altri giocatori sono rimasti a casa per fare un lavoro di velocità. Musacchio è stato fermo due giorni. Per il resto è stata una scelta da parte mia e del mio staff" Sullo stadio, Gattuso: i miracoli sportivi ci sono e dobbiamo giocare a calcio. Noi non dobbiamo avere nessun alibi, siamo 11 contro 11 e penso che dobbiamo affrontare la partita in qualsiasi condizione viene fatta. Siamo abituati a giocare in stadi più grandi, ma anche giocare in stadi così piccoli ha il suo fascino. Abate sul Dudelange: “Avranno grande entusiasmo, vorranno fare bene e non dobbiamo sbagliare l’interpretazione. Bisognerà avere grande cattiveria dentro e non sbagliare l’approccio” Gattuso sul Dudelange: Non c’è nessuna sorpresa, il Dudelange ha meritato di arrivare alla fase a gironi battendo il Cluj e il Legia Varsavia. Sulla carta abbiamo più di qualcosa più di loro, ma domani iniziamo da 0-0. Gioca con 4-4-2 e i giocatori che ti possono mettere in difficoltà sono tre, ma Sinani ha un buon sinistro e che ti può far male. La forza di questa squadra è il collettivo, ha un allenatore preparato e vanno molto in profondità e ci credono su tutti i palloni. Amici di MilanNews.it benvenuti alla conferenza stampa pre Dudelange-Milan di Rino Gattuso pre Dudelange-Milan
  2. Secondo quanto riferito da Sky Sport 24, Rino Gattuso sembra intenzionato ad una vera rivoluzione in vista della sfida di domani contro il Dudelange, con 9/11 sostituiti rispetto alla sfida di domenica contro il Cagliari. Oltre a Reina, che è il titolare in Europa League, in difesa dovremmo vedere Abate, Caldara e Laxalt con l'unica conferma Romagnoli. Mediana completamente modificata con Bakayoko, Mauri e Bertolacci, mentre a coadiuvare Higuain potrebbero essere Borini a destra e Castillejo a sinistra. Quindi Romagnoli e Higuain unici superstiti?,magari,anzi spero vengano sostituiti pure ad inizio del secondo tempo.
  3. Ci sono formazioni contrastanti per domani; quindi a quanto pare 3-4 titolari li troveremo in campo; Higuain,Chalanoglu,Romagnoli,Kessie e forse anche Biglia ma come dicevo ieri; Spero che tra due giorni,Gattusino faccio un ampio turnover contro quella squadra scarsa in EL,che poi domenica arrivano i bergamaschi della DEA che saranno assatanati. (4-3-3): Reina; Abate, Caldara, Simic/Zapata/Musacchio, Laxalt; Montolivo/Mauri/Halilovic, Bakayoko, Bertolacci; Borini, Cutrone, Castillejo. certo il centrocampo fa schifo,ma dovrebbe comunque bastare,l'imporante sono i 3 punti,delle goleade non me ne fotte un cazz,è un obbietivo secondario ,anche l'allenatore dei lussemborghesi ha detto che non hanno sperenze boh
  4. Arbitri; Ecco la squadra arbitrale che è stata designata per la prima gara di Europa League del Milan in casa del Dudelange: Arbitro: Srdjan Jovanović (SRB) Assistenti: Uroš Stojković (SRB) - Milan Mihajlović (SRB) Assistenti addizionali: Lazar Lukić (SRB) - Zoran Siroki (SRB) Quarto uomo: Dragan Bogičević (SRB) TV8 & Sky All Dudelange:"Un mese di Higuain paga tutta la mia squadra".Dino Toppmoller, allenatore del Dudelange, intervistato da TMW ha parlato del match contro il Milan. Ecco, di seguito, le dichiarazioni:"Con uno stipendio mensile di Higuain possiamo pagare tutti gli stipendi del Dudelange più un anno di gestione. Il mio giocatore preferito è sempre stato Baggio. Bello vederlo con la maglia del Milan. Poi Nesta, poi, Cafu, Gattuso stesso, Inzaghi, Kakà. Quante partite ho visto... La Serie A era il miglior campionato al Mondo, impossibile non diventarne tifoso e appassionato. La mia è una squadra di semi professionisti. Non sono giocatori a tempo pieno. Ci sono tante cose da migliorare, ma intanto siamo felici e onorati di essere il primo club del Lussemburgo a giocare ai gironi di Europa League. Tra noi e il Milan ci sono almeno due categoria di differenza. Sarà complicato. Ma vogliamo dimostrare che non siamo solo una cenerentola". Milan, i convocati per il Dudelange: out Strinic,Simic,Montolivo,Conti,Musacchio,Rodriguez,Bonaventura, Suso e Cutrone Questi i convocati del Milan per la trasferta di domani in Lussemburgo contro il Dudelange. Portieri: A. Donnarumma, G. Donnarumma, Reina. Difensori: Abate, Calabria, Caldara, Laxalt, Romagnoli, Zapata. Centrocampisti: Bakayoko, Bertolacci, Biglia, Kessie, Mauri. Attaccanti: Borini, Calhanoglu, Castillejo, Halilovic, Higuain.
  5. ~Gray Føx™

    topic ufficiale Calcio Internazionale

    Da riserva a titolare inamovibile che fa le fortune della Spal. Momento da ricordare per Alfred Gomis, portiere degli estensi e vera e propria saracinesca invalicabile nei primi turni di A. Il senegalese infatti è l'unico portiere tra i cinque massimi campionati continentali ad aver mantenuto la porta inviolata per tre match, subendo un solo gol da N'Koulou in occasione della sconfitta subita a Torino contro i granata. Arrivato a Ferrara nell'estate del 2017 dopo diversi prestiti tra Salernitana, Bologna, Cesena e Avellino, il classe '93 ha trovato nei biancazzurri il porto sicuro per provare a spiccare il volo. Indietro nelle gerarchie di Semplici in estate dopo l'arrivo dal Torino di Milinkovic-Savic, il senegalese ha sfruttato l'occasione conseguente all'infortunio del serbo. Un guaio fisico per Vanja che lo ha costretto al forfait, opportunità presa al balzo da Gomis che con le sue parate sta aiutando la Spal a fare punti e godersi la favola secondo posto. Un avvio di campionato così non si vedeva dal 1962. Un caso che si ripete per l'ex Torino che, nella scorsa stagione, fu chiamato a sostituire l'infortunato Meret per le prime 21 giornate di campionato. La stagione passata i gol subiti alle prime quattro furono 6, 43 quelli totali con solo 4 porte inviolate. Nella stagione 2016-17, con la maglia della Salernitana, l'annata iniziò solo a gennaio con 17 reti subite in 21 match in Serie B, 11 le volte rimasto imbattuto. A Cesena nel 2015-16, fin qui, la migliore stagione (15 volte imbattuto in 38 match, 32 reti subite), annate da ricordare anche ad Avellino (31 gare totali, 27 reti subite e 14 porte inviolate nel 2014-13) e Crotone (2013-14, 39 gare disputate, 11 volte imbattuto). La stagione è ancora lunga, ma Gomis può sperare (Milinkovic-Savic permettendo) di inserie quest'anno con la Spal tra quelli da ricordare a lungo.
  6. Un passo concreto verso il passaggio dei gironi
  7. Spero che tra due giorni,Gattusino faccio un ampio turnover contro quella squadra scarsa in EL,che poi domenica arrivano i bergamaschi della DEA che saranno assatanati. (4-3-3): Reina; Abate, Caldara, Simic/Zapata/Musacchio, Laxalt; Montolivo/Mauri/Halilovic, Bakayoko, Bertolacci; Borini, Cutrone, Castillejo. certo il centrocampo fa schifo,ma dovrebbe comunque bastare,l'imporante sono i 3 punti,delle goleade non me ne fotte un cazz,è un obbietivo secondario
  8. VS Arbitri; Rosario Abisso di Palermo è l’arbitro designato per la sfida di domenica tra Cagliari e Milan. Due i precedenti con i rossoneri, 4 i rigori concessi Sono state appena diramate le designazioni arbitrali per la quarta giornata di Serie A: per il Milan, impegnato a Cagliari, toccherà Rosario Abisso. A coadiuvare il fischietto palermitano ci saranno gli assistenti Costanzo-Bindoni. Il quarto uomo è Ghersini. Alla VAR c’è Massa e all’AVAR Di Iorio. I precedenti tra il Milan ed Abisso sono soltanto 2, una vittoria e una sconfitta curiosamente subita dai rossoneri proprio a Cagliari nell’ultima giornata della stagione 2016/17. In quelle due occasioni Abisso ha assegnato ben 4 rigori, un vizio che il fischietto siciliano sembra non aver mantenuto dopo l’ingresso del VAR nel calcio italiano. Occhio però ai contrasti in area per Gattuso e i suoi uomini. I precedenti tra Abisso e il Cagliari sono invece 8: 4 vittorie per i sardi, un pareggio e tre sconfitte. L’ultimo lo scorso 29 aprile con il successo della Sampdoria rotondo per 4 reti a 1 al Ferraris. Nel corso della sua carriera Abisso ha collezionato 24 presenze in Serie A e 98 gialli, 4 doppie ammonizioni e 2 sole espulsioni. Curiosamente sono stati 11 i rigori concessi dall’arbitro palermitano, 4 dei quali proprio in gare dove giocava il Milan. L’ultima gara arbitrata da Abisso in Serie A risale allo scorso 26 agosto: Fiorentina-Chievo 6-1. Sky Il Milan, domenica sera, è atteso da un’importante ed ostica trasferta sul terreno della ‘Sardegna Arena‘ di Cagliari, dove se la vedrà con la formazione di Rolando Maran. Non sarà, con tutta probabilità, della sfida, Patrick Cutrone, alle prese con una lieve distorsione della caviglia sinistra, anche se il numero 63 rossonero sta provando a recuperare, seppur senza forzare troppo. L’infermeria del Milan, per ‘La Gazzetta dello Sport’, registrerà anche la presenza dei lungodegenti Andrea Conti e Ivan Strinić, fermi per i postumi di un duplice infortunio al ginocchio sinistro il primo e per un’ipertrofia cardiaca il secondo; mancherà, a Cagliari, anche Riccardo Montolivo, il quale non ha ancora smaltito il problema a un polpaccio e continua a lavorare in palestra. Buona notizia, invece per Gennaro Gattuso, che ha recuperato invece Cristián Zapata, regolarmente aggregato al gruppo. Il 32enne colombiano, però, a fine anno dovrebbe andare via dal Milan:
×