Vai al contenuto

Brother's Killer

Moderatore
  • Numero contenuti

    15228
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Feedback

    N/A

Reputazione Comunità

20 Excellent

Su Brother's Killer

  • Rango
    Divinità

Informazioni personali

  • Città
    Bari
  • Interessi
    Videogiochi,anime, manga e comics, cinema, letteratura

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disattivato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Brother's Killer

    streaming Apostle | Netflix

    Non solo, ma pure quelle idee immaginifiche forti che potrebbe anche avere in Apostle le spreca buttandole via così, a caso, senza alcuna costruzione dietro (mi viene in mente l'idea delle persone impalate agli alberi che mi aveva molto affascinato nel trailer).
  2. Brother's Killer

    streaming Apostle | Netflix

    E questo fa capire quanto la durata percepita cambi in base alla riuscita del film
  3. Può un film essere la commedia horror più divertente dai tempi di "Shaun of the Dead" e contemporaneamente una riflessione teorica potentissima sul cinema dietro le quinte, sulla sospensione dell'incredulità, sul rapporto dello spettatore con la materia filmica? Sì se ti chiami "One Cut of the Dead". Realizzato da un esordiente Shin'ichirô Ueda con un budget misero (all'apertura del film, che ho visto ieri al ToHorror festival, hanno parlato di un budget equivalente a circa 20000 euro) il film parte da un'idea di per sé originale: cosa succederebbe se le riprese di un film horror a tema zombie venissero interrotte dall'arrivo di zombie reali? Su questa ossatura, su cui già riesce ad imbastire una serie di trovate comiche fenomenali una dietro l'altra, il film aggiunge un ulteriore livello metacinematografico che però preferisco assolutamente non spoilerare, per evitare di rovinare la sorpresa che poi costituisce l'elemento più forte e geniale del film. Anche perché il film sarà distribuito in italia il 7/8/9 Novembre da Tucker Film con il nome di "Zombie contro Zombie", motivo per cui evito di dirvi qualsiasi cosa in più e vi invito a vederlo non appena sarà disponibile, perché ne vale davvero la pena: non ricordo l'ultima volta che ho riso così tanto al cinema.
  4. Brother's Killer

    streaming Apostle | Netflix

    Ma infatti, Evans ha fatto due film action esplosivi che devono interrompere l'azione con la storia solo perché se no andresti in tachicardia e il film ti sembrerebbe durare 5 minuti e qui ti fa un film così lungo in cui i pochi momenti di vera tensione/orrore non bastano per non farti sembrare che alla fine duri il doppio. Probabilmente non si trova a suo agio in un altro genere, non me lo spiego altrimenti.
  5. Brother's Killer

    streaming Apostle | Netflix

    Per quanto mi riguarda delusione dell'anno. Ancora non ci credo sia stato fatto da Evans.
  6. Ho visto Climax di Noé, bah boh aveva il materiale per fare il suo film perfetto e invece pur essendo il suo film più corto è il suo film che ci mette più per ingranare e per quanto abbia la solita forza a differenza dei precedenti non inventa nulla, è un concentrato di quello che ti aspetteresti da Noé ma la sua forza al contrario è proprio il suo essere capace di inventarsi ed appendersi ad una nuova idea registica ad ogni nuovo film (viste le mancanze sul resto). Non bocciato ma un po' deluso.
  7. Penso proprio che lo acquisterò al D1. Sapete indicarmi quale catena (online e non) italiana sta facendo le promozioni migliori per la prenotazione?
  8. "dialoghetti" meno grappa Togg
  9. Ah ma allora ti piace raccogliere la paccottiglia, ci credo che non ti piace Zelda
  10. Ieri ho ufficialmente droppato Rise. Se pure shadow è così il flop se lo merita tutto. Il peggior gioco che ho giocato nell'ultimo periodo, inconcepibile che una roba del genere sia AAA.
  11. Brother's Killer

    parliamone Annuario 2018 | Calendario al post #1

    Mega aggiornamento. Film assoluti da segnalare: Avengers non è eccezionale ma è un'operazione che farà comunque la storia dell'intrattenimento per cui si becca un punto bonus; Mektoub continua a dimostrare, pur con certe cadute, l'immensità di Kechiche nel saper catturare la PURA VITA; First Reformed sarà pure derivativo di almeno 4 film del cinema trascendentale (+ Vertigo) ma è compatto e perfetto nella sua costruzione; Zan migliore visione veneziana, galvanizzante come poche; Hereditary visto oggi e sono ancora sconvolto, forse il mio horror preferito degli ultimi anni, un pugno nello stomaco potentissimo. Segnalo anche un Gilliam che mi è piaciuto inaspettatamente e contro ogni aspettativa, un film informe e approssimativo che sembra essere esso stesso il Don Chisciotte, nel suo non riuscire a trovarsi una strada e continuare perpetuamente, mentre Garrone, Wes Anderson e Cattet-Forzani mi sono piaciuti ma sono paradossalmente una delusione rispetto alle altissime aspettative che avevo, ognuno per motivi diversi. Delusione forte invece l'ultimo Lee, di godibile è godibile ma gestisce l'idea di base nel modo più banale possibile. 01) Three Billboards Outside Ebbing, Missouri, Martin McDonagh 8 * 02) Call Me By Your Name, Luca Guadagnino 7 03) The Shape of Water, Gullielmo Del Toro 7 04) Phantom Thread, Paolino Beddo 10 **** 05) Lady Bird, Greta Gerwig 5 06) Annihilation, Alex Garland 6 07) Visages Villages, Agnes Varda & JJ 7 08) D'après une histoire vraie, Roman Polansky 5 09) A Quiet Place, John Krasinski 6 10) Ready Player One, Steven Spielberg 4 11) Avengers: Infinity War, Anthony & Joe Russo 8 12) L'isola dei cani, Wes Anderson 7 13) Loro, Paolo Sorrentino 6 14) Deadpool 2, David Leitch 6 15) Dogman, Matteo Garrone 7 16) Mektoub, My Love: Canto Uno, Abdellatif Kechiche 8 17) Unsane, David Sodenbergh 6 18) First Reformed, Paul Schrader 8,5 19) Laissez bronzer les cadavres, Hélène Cattet & Bruno Forzani 7 20) Shoplifters, Hirokazu Koreeda 7 21) Sulla mia pelle, Alessio Cremonini 6 22) BlackKklansman, Spike Lee 5 23) L'uomo che uccise Don Chisciotte, Terry Gilliam 7 24) Hereditary, Ari Aster 8,5 VENEZIA 25) Zan, Shinya Tsukamoto 8,5 ? 26) Nuestro Tiempo, Carlos Reygadas 6,5 27) Memories of my Body, coso 6,5 28) Vox Lux, Brady Corbet 6 29) Your Face, Tsai-Ming Liang 6 30) Domingo, cosi 5 31) The Nightingale, Jennifer Kent 4 32) Capri-Revolution, Matteo Martone 2 Legenda
  12. Brother's Killer

    dvd / bluray Hereditary

    Sorpresa assoluta, un horror esaltato che finalmente mantiene praticamente del tutto le premesse. Non mi succedeva da Babadook. Sì, probabilmente quando arriva il paranormale ci si allontana molto dal nocciolo tematico della storia, e si sarebbe potuto cercare un modo per far sovrapporre meno la dimensione familiare della storia a quella sovrannaturale (come faceva il film della Kant). Ma d'altra parte non penso neanche che il film potesse continuare sui binari del solo dramma, perché all'esistenza dell soprannaturale si fa accenno fin dall'inizio, in maniera subliminale ma capace di rabbrividire fin da subito. Il finale è una discesa degli orrori che appare in realtà un punto di arrivo evidente, una macchinazione implacabile a cui non si poteva sfuggire: intelligente da questo punto di vista la scena di mostrare campi lunghi in cui la casa sembra quasi artificiale, come se si trattasse di uno dei modellini che costruisce pazientemente la madre. D'altra parte, per quanto abbia trovato ben realizzata l'escalation orrorifica alla fine, è proprio la prima parte merita elogio spassionato. Ma semplicemente perché è girata in un modo che non ci si crede, se avesse proseguito così anche dopo l'avrei trovato direttamente l'horror della decade senza pensarci due volte: l'intera costruzione dell'incidente e soprattutto l'elaborazione del lutto, che avvengono con pochissimi dialoghi e soltanto attraverso la recitazione attoriale e un susseguirsi di scelte registiche fenomenali (lo specchietto retrovisore con il corpo della bambina che emerge nel campo visivo del ragazzo a lezione, per dirne una a caso), è stata una delle cose più potenti viste in un film di recente, un pugno nello stomaco. E generalmente proprio il suo modo di dosare i tempi per lasciare che l'orrore entri lentamente e pervasivamente a partire dai dettagli visivi, dal fuori campo, dal sound design, dal montaggio, insomma è un film horror che rappresenta l'essenza del cinema purissimo ed è proprio per quello che non posso non elogiarlo spassionatamente. PS Dopo questo la revisione di Rosemary's Baby è diventata imperativa.
  13. Finalmente sono riuscito a vederlo. Un film caotico, a volte anche approssimativo nella messa in scena, ma realizzato con un cuore enorme che non si può non ammirare. Ricolmo all'eccesso di idee visive e registiche originali, e con un Jonathan Pryce meraviglioso. Ironico che, nonostante il titolo, il film parli proprio di come Don Chisciotte come idea sia impossibile da uccidere, destinata ad essere portata avanti eternamente. E' come se alla fine Don Chisciotte del film non sia altro che il film stesso, incapace di trovare una strada e destinato a proseguire ad oltranza, al di là di ogni logica narrativa. Rimangono un mistero le critiche eccessivamente negative che avevo letto a Cannes, mi aspettavo il disatro e invece mi è davvero piaciuto. Lungi dall'essere perfetto, ma la bellezza sta pure lì.
  14. Majora ha trovato una formula assurda che lo renderà sempre attualissimo e paradossalmente non può neanche essere imitata senza pensare all'ispirazione diretta, un colpo di genio come pochi nella storia dei videogiochi.
  15. Perché hai citato uno dei pochi esempi che ho trovato azzeccati nel gioco. Avresti potuto citare la vecchia ringiovanita kawai del laboratorio per citare un esempio di grottesco fuori contesto ed inutile Comunque in BotW mi è piaciuto molto il villaggio Calbarico. L'ho trovato l'unico fra tutti i villaggi che è riuscito a costruire davvero uno spaccato di vita quotidiana interessante da esplorare e scoprire anche attraverso le quest o la semplice osservazione.
×