Jump to content

AnDr3

Utente Registrato
  • Content Count

    3,204
  • 24 
  • Joined

  • Last visited

  • Feedback

    0%

About AnDr3

  • Rank
    Signore
  • Birthday 02/25/1994

Informazioni personali

  • Genere
    maschio
  • Città
    Novara
  • Interessi
    Videogames & Sport

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Questo pomeriggio ho intervistato Gareth Coker, a parte l'emozione, ma è un maestro. Farà strada questo compositore
  2. Chissà se Sony si adatterà con questo Smart Delivery. Se rinunciano prendono una bordata di shit colossale.
  3. Concordo lato pubblicità, ma vedrete che con SX le cose cambieranno. A ogni modo tranquilli, Ori and the Will of the Wisps è un giocone incredibile
  4. RDNA 2 è una bomba non da poco. 12 TF per la GPU è la potenza giusta.
  5. Se ne è parlato molto, lui dice di no, ma rimane comunque strano che ancora non si sappia chi sia il compositore.
  6. Non sento nemmeno lo stile di 343, a ogni modo le tracce vanno contestualizzate, a prescindere.
  7. Occhio che Kazuma non è il più compositore. A oggi è ancora sconosciuto. Questa traccia ha molto stile Bungie, di 343 sento poco onestamente. Molte musiche di 343 mi erano decisamente piaciute, Advent, this armour e tante altre.
  8. In sottofondo una traccia musicale di Halo Infinite e sembra... beh TOTALE.
  9. Noi l'abbiamo riportato, gli unici. Dei grossi almeno. Per chi lo chiede, no non sono di Spazio.
  10. Tom Warren avrebbe "confermato" la data riportata dall'invito per la presentazione. Però non ho fonti, lo ha solo scritto un sito concorrente
  11. QUANTUM BREAK 9.0 "UNDERRATED" segnatevi questo aggettivo perchè è l'aggettivo che più sta girando nei forum, sia Italiani che internazionali, credevo di essere io stupido, a non capirne niente, e invece girando in giro per il web e giocandolo me ne sono reso conto presto, Quantum Break è l'ennesimo Alan Wake, l'ennesimo gioco Remedy sottovalutato dalla critica che fra qualche anno tutti vorranno un seguito. Sia ben chiara una cosa, il gioco non è perfetto, ha tanti difetti esattamente come li ha Alan Wake, ma doveste chiedermi "Andre, ma il gioco è un capolavoro o un gioco buono?" Io vi risponderei: Se ritenete Alan Wake un capolavoro allora lo è anche Quantum Break, se invece Alan Wake non vi è piaciuto non lo è, per il semplice fatto che c'è lo stile Remedy di mezzo ed è INCONFONDIBILE a partire dalla narrazione in terza persona del protagonista. Ora anlizzerò diverse carrateristiche del gioco, sottolineo che il parere è soggettivo: - GRAFICA/TECNICA: Graficamente il colpo d'occhio è davvero eccelso, Quantum Break mira a essere un gioco adulto e maturo e lo stile si adatta perfettamente a quello che si sta cercando di trasmettere con ambientazioni parecchio "dark", in certi aree di gioco sembra dannatamente FOTOREALISTICO, per chi non ha visto gli screenshot sulla mia bacheca, ne posterò un paio qua per farvi vedere quello che intendo. Quando poi si viene all'uso dei poteri il gioco diventa oggettivamente un orgasmo visivo, particellari OVUNQUE, e quando mi sembrava di aver visto tutto, ecco arrivare gli assaltatori (nemici in grado di spostarsi durante la stasi, quindi mentre il tempo e fermo), che si spostano velocemente come noi, rilasciando bagliori di luci ovunque, e se colpiti alla schiena implodono in altri effetti particellari che rimangono su schermo, una cosa incredibile, mozzafiato quasi. A livello grafico tuttavia nasconde anche qualche magagna, più che altro dovuta alla risoluzione, ancora oggi sostengo la scelta di Remedy di far girare il gioco a 720p garantendo un impatto incredibile e con tantissimi filtri post processing, che in un gioco full hd non potrebbero essere presi in considerazione, notevole anche la pulizia generale, zero tearing e zero aliasing, quello che storce il naso è l'effetto "sabbia", l'effetto satinato che era già presente in Alan Wake su 360, che in alcuni casi (soprattutto negli ambienti molto piccoli, come gli ascensori) è parecchio inguardabile e rovina le texture che in generale sono fatte bene, un altro punto a sfavore a livello grafico sono le ombre, fatte decisamente male. A livello tecnico invece bisogna fare lodi e critiche. Il gioco gira a 30Fps rock solid, non ho mai visto neanche uno scatto, nonostante i tantissimi effetti particellari su schermo, ha un motore fisico impressionante, nel gioco vedrete detriti di legno, corpi, pezzi di metallo che volano praticamente ovunque, ancora non capisco perchè non si possono distruggere le luci però... . Nelle fasi "platform" o "Puzzle", il lavoro è INCREDIBILE, stupefacente userei dire, il modo in cui gli oggetti si distorcono nel tempo è davvero notevole, nei momenti poi di stasi è una goduria camminare in mezzo ai nemici uccisi che continuano a fluttuare insieme alle loro armi, mentre si osservano tutte le cose immobili. Anche a livello tecnico tuttavia, c'è qualche magagna, le animazioni spesso non sono credibili e si "Distaccano" fra di loro, ho visto anche qualche piccola compenetrazione. Una lode va ovviamente ai volti dei personaggi, fatti bene e con buona credibilità, a tratti sembra di vedere attori in carne e ossa. Insomma Quantum Break è un titolo tecnicamente eccezionale, poco da dire, ha i suoi difetti, ma gira su un hardware da 300 euro, e per quello che i ragazzi di Remedy hanno fatto c'è solo da essere fieri, soprattutto su una console bistrattata come Xbox One che nel corso dei mesi ha visto giochi di ottima fattura grafica come: Halo5, Gears ultimate, Rise of the tomb raider, Ryse, Forza6 e anche Sunset Overdrive, ma anche terribili ottimizzazioni. Sicuramente è uno dei titoli più impressionanti su console al momento anche considerando gli ambienti molto ben fatti, sia interni che esterni e anche considerando l'ottimo numero di nemici su schermo, che non è da sottovalutare, una nota di riguardo anche l'I.A., a difficile spesso danno filo da torcere. -LONGEVITà: Il gioco dura 6/8 ore? Risposta: No, e non ho idea di come i recensori lo abbiano giocato, il gioco dura sulle 10 ore a Normal (compresa di serie tv), a me è durato 17 ore a difficile cercando però quasi tutti i collezionabili, ha un altissimo fattore di rigiocabilità sulle scelte da fare, il finale è solo uno però. - GAMEPLAY: Qui è un'altra cosa che vorrei chiarire, nelle recensioni è stato criticato il cover system, un bel facepalm mi si è piantato in faccia, spero che i recensori si siano resi conto che questo non è un gioco da giocare riparato dietro a una copertura, non esiste il cover system, perchè NON SERVE, il personaggio si ripara solo per curarsi nelle situazioni difficili, ma questo è un gioco da giocare assolutamente a campo aperto, ed è quello che vuole Remedy infatti, abbiamo a disposizione tantissimi poteri per muoverci velocemente, un ottimo gunplay e tantissime artifici ambientali da utilizzare per far fuori i nemici, criticare il cover system è una cose dannatamente ridicola, il gioco è stra divertente con i poteri e con le armi a disposizione, ci capiterà di utilizzare tattiche diverse per far fuori i nostri nemici. è un gioco veloce e frenetico, non bisogna mai stare fermi. - SERIE TV: prima di parlare della trama più nello specifico, vorrei addentrarmi nella serie tv, visto che il gioco è basata su di essa, allora innanzitutto mi aspettavo una serie tv di basso livello, invece abbiamo davanti a noi un'ottima serie tv, recitata tra l'altro MOLTO BENE, finito il quarto episodio ho avuto un po un vuoto, avrei voluto altre puntate (che ricordo cambiano a seconda delle scelte), il doppiaggio in Italiano è ottimo, ma quello in Inglese è divino, è fatta molto bene e si lega tantissime alli vicende nel gioco, un lavoro eccezionale, ci sono sia sparatorie, che conversazioni e persino un inseguimento, non mancano anche momenti interessanti e colpi di scena. - TRAMA (NIENTE SPOILER): La cosa che più attendevo, e che alla fine dei conti NON mi ha deluso. Iniziando la trama e proseguendola ci si rende conto dell'enorme impatto narrativo Remedy, una narrazione profonda, recitata alla perfezione e che non perde mai vigore per tutta la durata del gioco, rimane sempre su alti livelli, fino a raggiungere a mio modesto parere livelli ALTISSIMI verso la conclusione, superando nel finale anche Alan Wake, almeno secondo me. L'integrazione con la serie tv non fa altro che immedesimarci di più nella narrazione del gioco, una cosa però da sottolineare è che questo è il primo gioco Remedy che non ruota attorno al protagonista, ma ruota attorno alla vicenda e all'"antagonista", lo ho messo tra virgolette perchè in realtà entrambi i punti di vista, sia di Jack che di Paul, sono giusti, almeno secondo me. Jack in pratica è il personaggio più anonimo, quello che centra di meno paradossalmente, gli altri invece sono tutti decisamente più importanti. I colpi di scena ci sono sia nella serie tv che nel gioco stesso e sono tutti orchestrati alla perfezione. Non spoilerare è difficile, ma vi basti sapere che quando SEMBRAVA una trama scontata, alla fine Remedy riesce sempre a sorprenderci tirando fuori un finale davvero unico e originale e che anche se autoconclusivo, porta a scenari possibili futuri davvero interessanti, dopo i titoli di coda, dopo che mi sembra di aver capito quasi tutto del gioco..., in realtà alla fine scopro che qualcosa non aveva capito, e ora mi spingerà a rigiocarlo con scelte diverse facendo attenzione ad altri particolari. (anche grazie all'enorme lavoro di lore dei ragazzi di Remedy, tra documenti, locandine, EASTER EGG A VALANGHE, in particolare quelli di Alan Wake che ormai sembra praticamente confermato il seguito, e email dai pc, si possono capire cose che nel gioco non vengono spiegate, per questo dico sempre di leggerli e trovarli, nei titoli Remedy sono sempre stati importanti). Un lavoro eccelso anche dal punto di vista della FISICA MATEMATICA applicata nel gioco, Remedy si è confrontata con tantissimi fisici per raccontare la trama nel gioco, ovviametne con oppurtune "invenzioni", ma sentirla raccontare dai protagonisti la fa sembrare ancora più realistica. CONCLUSIONE: è il gioco che mi aspettavo? Si, i titoli Remedy sono particolari, sono giochi che la critica non apprezza mai di primo impatto, ma sono TUTTI titoli che ti lasciano qualcosa e che lasciano qualcosa ai videogiocatori, (Alan Wake è la prova concreta). Io sono convinto che anche Quantum Break sarà una piccola perla da ricordare nella storia videoludica di questa generazione e sono convinto che vedremo sviluppi interessanti su questa IP, perchè la lore che muove dietro è ancora più imponente di Alan Wake. A livello narrativo siamo a livelli stratosferici, un titolo che riesce a tenerti incollato per tutta la vicenda e senza mai cadere nel banale. Quantum Break è qualcosa che va oltre il videogioco, è una esperienza, è intrattenimento videoludico mischiato a intrattenimento televisivo, una pazza (geniale) idea che però almeno secondo me ha avuto un ottimo riscontro, molti recensori non hanno realmente capito molto su questo titolo, come non avevano capito molto neanche su Alan Wake, consiglio di giocarlo, a TUTTI, ma ricordatevi, i titoli Remedy o si amano o si odiano, non esiste una vera via di mezzo. La volontà stessa di Remedy poi di sperimentare sempre nuove forme di narrazione la rende una delle migliori sh al mondo. La cura per i particolari, la parte tecnica (seppur con qualche difetto), i personaggi (escluso per quanto mi riguarda il protagonista), rendono davvero questa opera per quello che realmente è: un capolavoro. Una cosa importante da dire però, è che almeno secondo me Alan Wake ha saputo lasciarmi qualcosa in più a livello di atmosfera, ma è anche normale, una normale cittadina degli stati uniti non potrebbe mai nulla contro Bright Falls, ora corro a rifinirlo in inglese con scelte diverse (in Italiano merita, ma in Inglese è tutta un'altra cosa). GIOCATELO ASSOLUTAMENTE, perchè veramente c'è molto da parlare, avviso già che mi aspetto delle critiche PESANTI su questo gioco, perchè non tutti lo apprezzeranno, esattamente come Alan Wake. Vi lascio con QUESTO COLLEZIONABILE BELLISSIMO, davvero.
×
×
  • Create New...