Vai al contenuto

Black Eagle

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    5076
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Vinti

    1
  • Feedback

    N/A

L'ultima giornata che Black Eagle ha vinto risale al 22 Febbraio

Black Eagle ha ottenuto più reazioni positive in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

33 Excellent

Su Black Eagle

  • Rango
    apatico

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disattivato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. che un gioco non si può reggere su "non compratelo", specialmente quando questo è un gioco con una grande ripetitività di situazioni e contenuti e dovrebbe essere un gioco che matura ed evolve nel corso del tempo grazie al continuo supporto degli sviluppatori. se il gioco ha dei difetti è giusto che vengano esposti per fare in modo che chi è interessato al titolo possa farsi la sua idea se spendere i suoi soldi nel titolo è una cosa che possa valere la pena o meno. insomma quando mettono i votoni ai titoloni ci si lamenta che la stampa è venduta e che le recensioni non sono più oggettive. quando bashano un gioco non va bene uguale perché "eh ma è stato recensito in fretta" "eh ma i contenuti arriveranno in seguito" eccetera.
  2. e di nuovo: far uscire un titolo e vedere che non vende perché gli sviluppatori dicono "verrà aggiornato nel corso del tempo" NON È UN BUON SEGNO. perché la gente giustamente piuttosto che spendere oggi 70 per un gioco con contenuto x, aspetto un anno e lo prende a 30 con contenuto x^3. ma intanto la software house per un anno non ha visto un euro e il publisher per rientrare nei costi ha chiuso/tagliato il personale della software house. come credete che funzioni l'economia?
  3. questo perché comunque un videogioco, oltre i suoi aspetti oggettivi, viene filtrato dalla soggettività del giocatore. il fatto che tu non abbia visto/sentito dei difetti non vuol dire che non ci siano. magari ci sei passato sopra e la cosa per te aveva così poco peso da non avertelo neanche fatto notare. notevole comunque vederlo già a 40 euro
  4. non saprei dirti... magari sbagliate gli approcci, gli ingaggi, le armi che equipaggiate. magari sbagliate a sfruttare le abilità dei personaggi che scegliete. ci sono milioni di ragioni a riguardo, ma non sapendo come giocate mi viene difficile dare un giudizio.
  5. il discorso che voglio fare è che non è sbagliato il concetto del game as a service, ma al d1 mi devi comunque dare un titolo completo e variegato, non un titolo povero di contenuti (con un'immensa ripetitività delle attività da svolgere), con la speranza di veder della qualità arrivare solo dopo mesi.
  6. c'è da dire che FF15 o lo giochi con i dlc o la storia fa acqua da tutte le parti. e anche questo non è bello. il gioco non è stato bashato per il semplice e solito motivo che i titoloni vengono scarsamente criticati per via delle relative lamentele che i publisher girano alle testate giornalistiche, ma FF15 vanilla è tutto fuorché un ottimo titolo. discreto/buono sì, ma non oltre. e di nuovo: ora vogliono cercare di spingere il concetto che nonostante tu tiri fuori i soldi subito, il gioco migliorerà nel corso del tempo e non è un aspetto accettabile per il consumatore, che deliberatamente sceglie di prenderselo dove non batte il sole nella speranza che il gioco migliori nel tempo. come la caxxo di agricoltura. solo che io voglio giocare alla play, non tirare su un vigneto. e di nuovo 2: se uno mi dice che il gioco migliorerà col tempo io non ci spendo soldi adesso. e se non ci spendo soldi vuol dire che non acquisto, quindi che il gioco non vende. sea of thieves credo che abbia solo giocatori via game pass ora come ora. per fare un esempio a caso.
  7. forse perché la gente si è un TANTINO rotta le palle di spendere 70 euro al d1 per un gioco che fa schifo e che se va bene sarà decente solo fra un anno a forza di patch? magari eh... e anche giustamente per la miseria. è ora che anche le testate normali bashino fortemente i tripla A senza più nascondersi dietro ai voti fittizi per paura di rappresaglie nei loro confronti. se un gioco quando è uscito è povero di contenuti io nella recensione scrivo che è povero di contenuti. "suo figlio ha del potenziale, ma non si applica" è sempre stato un modo gentile per dire che hai il figlio scemo. "il gioco ha del potenziale, ma si vedrà forse con i futuri aggiornamenti". trova la differenza.
  8. per quello non ho mica problema, in uno dei gamestop della città ci lavora un mio amico, glielo chiedo già da ora se ce l'hanno disponibile
  9. oddio ma che bella, ancora meglio!! (nel caso mi piaccia davvero tanto il gioco potrò prendere successivamente il dlc)
  10. possono essere le due leggendarie o dei precisi colpi di wingman alla testa (con relativa aggiunta che aumenta i danni in caso di hs). o magari ti frullano col peacekeeper
  11. magari sono vecchio stampo io, ma se spendo oggi 70 euro per un gioco pretendo che oggi questo sia il titolo completo. non che magari fra un anno/un anno e mezzo il gioco potrà mostrare le sue vere potenzialità. ci sta che venga giustamente distrutto dalla critica. anche perché se il gioco sarà valido fra un anno e mezzo io non lo acquisto di certo ora, ma appunto fra un paio di anni quando lo si troverà nei cestoni a 20 euro insieme a 40gb di patch e aggiunte da scaricare però il mercato (specialmente verso produzioni con grandi investimenti dietro) non si reggono in piedi se gli acquirenti rimandano l'acquisto a chissà quando cioè i game as a service hanno un ottimo potenziale come struttura, ma il mercato videoludico piega la questione sfruttando il fatto di lanciarti un gioco poverissimo e vuotissimo con la promessa che in futuro sarà più bello e più vario, ma intanto i soldi tu glieli hai già dati. questo concetto posso capirlo e accettarlo per gli sviluppatori indipendenti che usano il sistema per auto-finanziare la produzione del gioco (e avere al contempo il parere diretto della community), ma per le produzioni tripla A è semplice truffa mascherata
  12. domani vado al gs per dare dentro kindom come deliverance (che ricomprerò più avanti per pc quando me lo sarò fatto nuovo quest'estate) e prenderò mario + rabbids con dlc grazie all'1x1
  13. Black Eagle

    switch Trials Rising | Ubisoft | 26 Febbraio

    è come giocare a trackmania con la tastiera piuttosto che con il pad. limiti di molto l'esperienza accettando (nel senso di colpire con colpi di accetta) la sensibilità nel controllo. aggiungo come sempre mi tocca vedere un titolo, sperare di prenderlo su switch e poi arrendermi e prenderlo sulle piattaforme più consuete. ed è un peccato perché ieri ho fatto un paio di tracciati nel giro di 10 minuti mentre aspettavo che la morosa finisse di prepararsi e per questo genere di gioco la portabilità di switch è semplicemente magnifica, ma quando le conversioni vengono fatte in questo modo ti rimane solo che del gran dispiacere.
  14. Black Eagle

    switch Trials Rising | Ubisoft | 26 Febbraio

    provato 5 minuti ieri e oltre all'aspetto tecnico nettamente differente (basta vedere quando si fanno i tutorial dove partono i video che non sono in real time e mostrano una sostanziale differenza di dettagli) c'è un vero e unico motivo per cui non prenderò questo gioco su switch (a mio rammarico). ovvero che i tasti per accelerare/frenare non sono analogici. come puoi dirmi "dosa piano il gas" quando con switch posso fare solo premuto/non premuto? almeno su ps4/x1 tramite i dorsali posso gestire precisamente la quantità di gas da dare alla moto. che in un gioco come questo è più o meno circa fondamentale. poi magari c'è un'opzione per mettere accelerata e frenata con la levetta R, ma non ho controllato.
×
×
  • Crea Nuovo...

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.