Jump to content
Sil

speciale Final Fantasy | Topic della saga di JRPG più famosa di sempre!

Recommended Posts

Posted (edited)

final-fantasy.svg

 

 

Final Fantasy (ファイナルファンタジー Fainaru Fantajī) è, probabilmente, la serie di videogiochi di ruolo giapponese più nota in tutto il mondo. Sviluppata e prodotta da Square, la serie è presente su diverse piattaforme, tra cui console casalinghe e portatili, e su PC. Inoltre, la saga può contare di due giochi di ruolo online, giochi per cellulari, tre film in CGI e diverse serie di anime.

 

Quando entrò in scena il Famicom, era un periodo in cui le mie creazioni non mi soddisfacevano. Pensai di ritirarmi dall'industria videoludica e creai Final Fantasy come mio ultimo progetto. Ecco perchè c'è la parola 'Final' nel titolo: 'Final Fantasy' riflette il mio stato d'animo all'epoca, e la sensazione che quell'epoca è passata. Si dice che è una buona cosa progredire in campo tecnologico, ed ogni volta noi diamo tutto ciò che abbiamo, ed espanderemo le nostre abilità finché ne avremo la possibilità; questa è ciò che considero la 'Fantasia Finale'.
—Hironobu Sakaguchi

 

 

 

 

J5lb6OD.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: NES, MSX2, WonderSwan Color, PlayStation, Game Boy Advance, Telefono cellulare, PlayStation Portable, Virtual Console, PlayStation Network, PSP, iOS

Data di uscita: Giappone 18 dicembre 1987

Stati UnitiCanada 12 luglio 1990
EuropaAustralasia 14 marzo 2003

 

Final Fantasy è un JRPG, un gioco di ruolo giapponese, sviluppato e pubblicato da Square nel 1987. È il primo gioco della serie Final Fantasy creata da Hironobu Sakaguchi. Originariamente rilasciato per NES, Final Fantasy fu successivamente ripubblicato su altre console, in particolar modo in un'edizione che comprende anche il secondo titolo della serie. La storia vede protagonisti i Quattro Guerrieri di Luce (Light Warriors), ognuno dei quali porta con sé quattro sfere elementali provenienti dai loro mondi, ormai oscurate dai Quattro Demoni Elementali (Elemental Fiends). I Guerrieri di Luce dovranno sconfiggere le forze del male e salvare il proprio mondo.

Final Fantasy fu originariamente concepito con il titolo di Fighting Fantasy, ma dopo alcuni problemi di diritti e vari problemi che coinvolsero lo studio stesso, Sakaguchi decise di cambiargli il nome. Le vendite del gioco furono un grande successo e la critica videoludica elogiò il gioco, tanto che ancora oggi possiamo vederne i vari sequel tutt'ora in via di sviluppo. Fino a marzo 2003, tutte le versioni del primo Final Fantasy hanno venduto complessivamente 2 milioni di copie in tutto il mondo.

 

 

 

KsZGvOQ.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Square Enix (Remake)

Piattaforme: NES, Nintendo DS, Wii, iOS, Android, PlayStation Portable, PlayStation Store, Ouya, Windows Phone, Wii U, Nintendo 3DS, Microsoft Windows Steam, NES Classic Edition

Data di uscita: Giappone 1988

Stati UnitiEuropa 2002

 

Final Fantasy II è un videogioco di ruolo giapponese fantasy sviluppato e pubblicato da Square nel 1988 per NES. Il gioco è stato ripubblicato su altre piattaforme tra cui quelle portatili, alcuni cellulari e smartphone. Inizialmente, sia FFII che FFIII non furono rilasciati al di fuori del Giappone; si saltò dal primo al quarto capitolo della serie che arrivò in Nord America con il titolo di Final Fantasy II per non confondere i giocatori. Le uscite più recenti del gioco sono versioni avanzate per iOS e Android, che furono rilasciate in tutto il mondo rispettivamente nel 2010 e nel 2012.

La storia è incentrata su quattro giovani ai quali sono stati uccisi i genitori durante un'invasione dell'esercito dell'Impero di Palmecia, il quale sfrutta degli esseri infernali per conquistare il mondo. Tre dei quattro personaggi principali si uniranno alla ribellione contro l'Impero, andando in missione per imparare nuove magie, acquisire nuove armi, distruggere super-armi nemiche e salvare i membri della resistenza. Il Remake uscito su GBA aggiunge una storia bonus dopo aver completato il gioco.

Final Fantasy II introduce molti nuovi elementi che diverranno tipici del franchise, inclusi i Chocobo ed i personaggi ricorrenti con il nome Cid. È stato eliminato il tradizionale sistema di livellamento del primo titolo ed è stato introdotto un sistema di progressione basato sull'attività, in cui le statistiche dei personaggi crescono a seconda di come e quanto sono utilizzati. Nonostante sia un sequel del primo Final Fantasy, il gioco non include personaggi o ambientazioni del primo gioco. Al tempo, Final Fantasy II ricevette poca attenzione dai recensori non giapponesi, ma nonostante ciò, i successivi remake furono elogiati dalla critica.

 

 

 

5ycd4lq.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: NES, WonderSwan Color, PlayStation, Game Boy Advance, Android, PlayStation Portable, Wii, iOS, Nintendo 3DS. WiiU

Data di uscita: Giappone 27 aprile 1990

Stati UnitiEuropa 2006

 

Final Fantasy III è un videogioco di ruolo giapponese sviluppato e pubblicato da Square per il NES. Il terzo titolo della saga fu rilasciato nel 1990 ed è il primo capitolo ad utilizzare il job-system. La storia ruota attorno a quattro giovani orfani legati ad un cristallo di luce, il quale dona loro un potere che li aiuterà a riportare l'equilibrio nel mondo. Pur non sapendo cosa trarre dalle parole del cristallo, ma riconoscendo comunque l'importanza di quanto ha detto loro, i quattro informeranno le famiglie adottive della missione che li attende per restituire al pianeta il proprio equilibrio.

Originariamente, il gioco fu rilasciato in Giappone il 27 aprile 1990 e vendette 1,4 milioni di copie su NES. Non fu rilasciato al di fuori del Giappone fino a quando non fu sviluppato un remake da Matrix Software per Nintendo DS, rilasciato il 24 agosto 2006. Al tempo, fu l'unico Final Fantasy a non essere rilasciato in Nord America ed Europa. La versione del Nintendo DS fu accolta positivamente, vendendo circa 2 milioni di copie in tutto il mondo. Successivamente fu rilasciato per diverse piattaforme tra le quali Wii e WiiU, smartphone, PSP e PC.

 

 

 

ELwqvxV.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: Super Famicom, PlayStation, WonderSwan Color, Game Boy Advance, Nintendo DS, FOMA, PlayStation Portable, iOS, Android, Microsoft Windows, New 3DS

Data di uscita: Giappone Stati Uniti 1991

Europa 2002

 

Final Fantasy IV, conosciuto come "Final Fantasy II" al suo primo rilascio in Nord America, è un videogioco di ruolo giapponese sviluppato e pubblicato da Square (ora Square Enix) per il Super Nintendo. Rilasciato nel 1991, è il quarto capitolo della saga principale di Final Fantasy. La storia del gioco segue Cecil, un cavaliere nero, che cerca di impedire allo stregone Golbez di impossessarsi di potenti cristalli e distruggere il mondo. A quest'impresa si uniranno diversi alleati ed il party risulterà parecchio variegato. Final Fantasy IV introdusse delle innovazioni che diventarono elementi tipici della serie ed, in generale, dei giochi di ruolo. Il suo sistema "Active Time Battle" fu utilizzato in altri cinque successivi Final Fantasy e, contrariamente ai precedenti capitoli della serie, FFIV diede ad ogni personaggio un'apposita classe non cambiabile.

Final Fantasy IV è stato rilasciato per diverse piattaforme con delle differenze, tra cui una versione migliorata con grafica 3D per Nintendo DS disponibile dal 2007.

Al gioco fu cambiato il titolo in "Final Fantasy II" durante il primo rilascio al di fuori del Giappone, in quanto l'originale Final Fantasy II e Final Fantasy III non furono mai rilasciati nel resto del mondo, al tempo. Tutte le successive localizzazioni, che cominciarono ad arrivare in seguito al rilascio di Final Fantasy VII (conosciuto da sempre in tutto il mondo con il suo titolo), conservano il numero originale.

Tutte le versioni del gioco hanno venduto più di 4 milioni di copie in tutto il mondo. Un sequel, Final Fantasy IV: The After Years, fu rilasciato per i telefoni cellulari in Giappone nel 2008, e nel resto del mondo attraverso la piattaforma Wii Shop Channel nel giugno del 2009. Nel 2011 sia Final Fantasy IV che After Years furono resi disponibili per PSP come parte della compilation Final Fantasy IV: The Complete Collection, che include un nuovo gioco, ambientato tra questi due: Final Fantasy IV: Interlude. La versione di Nintendo DS è disponibile per iOS dal 2012, per Android dal 2013 e per Windows dal 2014.

 

 

 

eJI2sII.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Telefono cellulare, Wii, iOS, Microsoft Windows

Data di uscita: Giappone Stati Uniti Europa 2008

 

Final Fantasy IV: The After Years è un gioco di ruolo sviluppato da Matrix Software e Square Enix come sequel di Final Fantasy IV del 1991. Originariamente rilasciato in Giappone come gioco mobile nel 2008, un porting migliorato per WiiWare fu rilasciato in Nord America, Europa e Giappone nel 2009. Nel 2011 il gioco fu inserito in un bundle con FFIV su PSP in una compilation nota come Final Fantasy IV: The Complete Collection, che includeva un nuovo gioco, Final Fantasy IV: Interlude, che serviva come ponte di collegamento tra il gioco originale e The After Years. Utilizzando lo stesso stile della versione per Nintendo DS di FFIV, il gioco fu rifatto per le piattaforme Android e i OS, e rilasciato successivamente per Microsoft Windows.
La prima uscita per i cellulari giapponesi nel 2008 era conosciuta con il titolo "Final Fantasy IV the After: Tsuki no Kikan (月の帰還)". Il porting giapponese Final Fantasy IV: The Complete Collection per WiiWare e PSP adattò in seguito il titolo occidentale, rinominando il gioco in Final Fantasy IV The After Years: Tsuki no Kikan.
Ambientato 17 anni dopo FFIV, The After Years riprende il cast originale ed i loro discendenti in varie storie ad episodi a seconda delle apparizioni di nuovi antagonisti, ambientate tra una catena di eventi che minacciano il destino del Pianeta Azzurro. Nonostante si riutilizzino asset, ambientazioni e meccaniche dei titoli precedenti, il gioco presenta personaggi di buona qualità grafica e diversi nuovi sistemi di gioco.

 

 

 

 

Jr4Itpw.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: SNES, PlayStation, Game Boy Advance, Wii, PlayStation Network, Android, iOS, Wii U, Microsoft Windows, New 3DS

Data di uscita: Giappone 1992

Stati Uniti 1999

Europa 2002

 

Final Fantasy V è un videogioco di ruolo fantasy sviluppato e pubblicato da Square nel 1992 per la serie Final Fantasy. Inizialmente il gioco uscì in Giappone su NES. Successivamente fu portato su Playstation (Sony) e GameBoy Advance (Nintendo) con qualche piccola differenza. Un video di animazione prodotto nel 1994 chiamato Final Fantasy: Legend of the Crystals servì da sequel agli eventi narrati nel gioco. È stato rilasciato sul Playstation Network il 6 aprile 2011 in Giappone. Un port migliorato del gioco, con una nuova risoluzione grafica ed un'interfaccia touchscreen fu rilasciata su iPhone e iPad il 28 marzo 2013, mentre per Android dal 25 settembre dello stesso anno.
Il gioco inizia con un viandante di nome Bartz che indaga sulla caduta di un meteorite. Il nostro eroe incontrerà diversi personaggi, uno dei quali gli rivelerà quale pericolo minaccia i quattro Cristalli che controllano gli Elementi del mondo. Questi Cristalli agiscono come un sigillo su Exdeath, un malvagio stregone. Bartz ed i suoi compagni dovranno evitare che i Cristalli siano sfruttati dall'influenza di Exdeath ed evitare il suo ritorno.
Final Fantasy V è stato esaltato per la libertà di personalizzazione che il giocatore ha sui personaggi, grazie anche al grande miglioramento del job-system. Nonostante sia stato rilasciato solo in Giappone, la versione del NES vendette più di 2 milioni di copie. Invece, la versione Playstation ha raggiunto le 350.000 copie.

 

 

 

jAc6xas.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: SNES, PlayStation, Game Boy Advance, Wii VC (SNES), PlayStation Network, Wii U VC (SNES), Android, iOS, Windows, Wii U VC (GBA), New 3DS VC (SNES), SNES Classic

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 1994

 

Final Fantasy VI, conosciuto anche come Final Fantasy III in quanto arrivò come terzo titolo della serie in Nord America nel 1994, è un videogioco di ruolo sviluppato e pubblicato da Square per NES. Essendo il sesto titolo della serie principale, Final Fantasy VI fu il primo ad essere diretto da qualcuno che non fosse il suo creatore, Hironobu Sakaguchi; questo ruolo fu ricoperto da Yoshinori Kitase e Hiroyuki Ito. Yoshitaka Amano, vecchio collaboratore della serie, ritornò come character designer e contribuì in maniera importante alla serie regolare, così come il compositore Nobuo Uematsu rilascò diversi album di colonne sonore.
Ambientato in un mondo fantasy, con una tecnologia che potrebbe ricordare la Seconda Rivoluzione Industriale, la storia segue un cast in continua espansione e ci porterà a conoscere quattordici personaggi giocabili. La magia è ritenuta scomparsa in seguito ad una guerra tra creature leggendarie denominate Esper, avvenuta mille anni prima dell'inizio del gioco. Il perfido Impero Gestahliano, nella persona dell'Imperatore Gestahl e del suo generale Kefka Palazzo, intende però riesumare i poteri delle creature per creare dei soldati magicamente potenziati ed espandere il suo dominio su tutto il mondo. La trama segue le avventure di un manipolo di 14 ribelli della Resistenza che cercano di ostacolare l'Impero.
Final Fantasy VI godette di un impressionante successo di critica, avendo ricevuto molteplici valutazioni massime e numerosi riconoscimenti, e venendo inoltre definito una pietra miliare senza precedenti nel panorama dei giochi di ruolo. È ormai considerato dalla critica come uno dei migliori videogiochi di tutti i tempi e come il più bel titolo della saga, mentre, secondo il sito web IGN, si tratta del più grande gioco di ruolo in assoluto. Le versioni SNES e PlayStation hanno venduto più di 3,48 milioni di copie in tutto il mondo, con 2,62 milioni nel solo Giappone, e oltre 750.000 come parte di Final Fantasy Anthology e Final Fantasy Collection, rendendolo uno dei videogiochi più venduti in territorio nipponico. Final Fantasy VI segnò inoltre uno dei primi esempi di narrazione videoludica complessa e matura e per la sua influenza in molte opere successive è ritenuto un titolo di riferimento dell'intero genere, nonché uno dei giochi di ruolo più importanti di tutti i tempi.

 

 

 

DbIozFq.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Eidos Interactive (Windows)

Piattaforme: PlayStation, Windows, iOS, PlayStation 4, Android, Nintendo Switch, Xbox One

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 1997

 

Final Fantasy VII è un videogioco di ruolo giapponese pubblicato nel 1997 da Square per PlayStation e portato in seguito anche su PC sul sistema operativo Microsoft Windows, PlayStation 4 e distribuito digitalmente attraverso i servizi PlayStation Network e Steam. Inoltre, una riedizione per dispositivi Android e iOS è stata resa disponibile esclusivamente in Giappone attraverso il servizio di streaming "Dive In" nel 2014.
Non considerando spin-off come Mystic Quest, Final Fantasy VII è stato il primo capitolo della serie realizzato in computer grafica 3D, con personaggi completamente renderizzati su sfondi pre-renderizzati,  ed il primo ad essere distribuito anche in Europa e Australia. Il gioco mantenne inoltre lo stesso titolo sia in Giappone che in Nord America, a differenza di Final Fantasy IV e Final Fantasy VI, che nella loro prima edizione nordamericana vennero rinominati Final Fantasy II e Final Fantasy III, poiché il secondo, terzo e quinto titolo della serie all'epoca non vi erano stati esportati. La versione nordamericana, europea ed australiana per PlayStation è stata pubblicata dalla Sony Computer Entertainment, mentre l'edizione per PC dalla Eidos Interactive.
La trama di Final Fantasy VII ruota attorno alle vicende del protagonista, Cloud Strife, un mercenario che farà parte inizialmente di un'organizzazione di ecoterroristi chiamata AVALANCHE, intenzionata a fermare le malvagie attività della compagnia Shinra. Con il progredire della storia, però, il gruppo di Cloud rimarrà coinvolto in un conflitto di proporzioni inaspettate, arrivando a scontrarsi con il leggendario SOLDIER Sephiroth, l'antagonista principale del videogioco.
Final Fantasy VII è stato diretto da Yoshinori Kitase, scritto da Kazushige Nojima in collaborazione con Kitase e prodotto da Hironobu Sakaguchi. Le musiche sono state composte da Nobuo Uematsu, mentre il character designer di lunga data, Yoshitaka Amano, venne sostituito da Tetsuya Nomura, il quale aveva già ideato alcuni personaggi di Final Fantasy VI.
Preceduto da un'ampia campagna pubblicitaria, Final Fantasy VII ha goduto di un enorme successo commerciale, di critica e di pubblico, arrivando a vendere più di 10 milioni di copie in tutto il mondo e diventando così il titolo della serie più venduto e uno dei giochi di ruolo più diffusi in assoluto.

 

 

 

mtux4hM.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Telefono cellulare

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 2004

 

Before Crisis: Final Fantasy VII è un videogioco action RPG del 2004 sviluppato e prodotto dalla Square Enix esclusivamente per telefoni cellulari. Come per la maggior parte dei giochi di Final Fantasy per cellulari, Before Crisis è pensato per avere un gameplay multiplayer. È il primo grande progetto diretto da Hajime Tabata, che creò il concept iniziale sotto richiesta di Tetsuya Nomura per un titolo che vedeva i Turks come protagonisti.
Le musiche sono state composte da Takeharu Ishimoto che, originariamente, si occupava dell'arrangiamento dei suoni per Square Enix.
Al rilascio fu un grande successo, registrando 200.000 utenti con più di un milione di accessi.
La critica occidentale in generale elogiò il titolo, ma a causa dei modelli di telefoni cellulari occidentali, il gioco non fu mai rilasciato al di fuori del Giappone. Il titolo fu chiuso nel 2018.
È un prequel di Final Fantasy VII e gli eventi hanno luogo sei anni prima della storia di Cloud e compagni. Parla delle avventure dei Turks e comprende un totale di 25 episodi.
La storia inizia poco dopo la fine della guerra fra la ShinRa Electric Power Company e il popolo di Wutai, un conflitto menzionato in FFVII e visto in Crisis Core: Final Fantasy VII. Sconfitta Wutai e ottenuto il monopolio sull'energia del pianeta, la ShinRa diventa un colosso mondiale e detiene il primato del potere economico, militare e politico. Ma a seguito di ciò sorge un movimento di rivolta, noto come "AVALANCHE". Before Crisis incentra la sua trama sul conflitto fra ShinRa e AVALANCHE, che termina immediatamente prima degli eventi di FFVII. Al contrario di FFVII, che era incentrato sulle azioni dell'AVALANCHE, Before Crisis ha il suo punto di riferimento nei Turks della ShinRa, che ha come antagonista proprio l'AVALANCHE.

 

 

 

JwkCtrL.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation Portable

Data di uscita: Giappone 2007

Stati UnitiEuropa 2008

 

Crisis Core: Final Fantasy VII è un action RPG sviluppato da Square Enix in esclusiva per PlayStation Portable. Rilasciato nel 2007, il gioco è ambientato prima di Final Fantasy VII ed è il quarto titolo della serie Compilation of Final Fantasy VII, che include i giochi Before Crisis: Final Fantasy VII e Dirge of Cerberus: Final Fantasy VII, ma anche il film in Computer Grafica Final Fantasy VII: Advent Children e l'OAV Last Order: Final Fantasy VII. La supervisione della produzione è di Yoshinori Kitase, il direttore produttivo dell'originale Final Fantasy VII. Tetsuya Nomura è il responsabile del design dei personaggi.
Il gioco è incentrato sulla storia di Zack Fair, giovane membro dell'organizzazione militare SOLDIER, assegnato al ritrovamento del soldato scomparso Genesis Rhapsodos. Durante la ricerca, Zack scoprirà le origini di Genesis, del Project G e del collegamento che c'è con gli altri due SOLDIER, Sephiroth ed Angeal Hewley.
La storia è ambientata dalla guerra tra la ShinRa Co. e gli abitanti di Wutai, fino agli eventi di Nibelheim, concludendosi poco prima dell'inizio di Final Fantasy VII.
Il gioco è diretto da Hajime Tabata, con Tetsuya Nomura nel ruolo di character designer. Prima dello sviluppo, lo staff Square Enix pensò di realizzare un porting di Before Crisis per PSP, ma dopo varie discussioni, decisero di sviluppare un nuovo gioco. La trama è basata sullo scenario che Kazushige Nojima aveva in mente mentre lavorava su Final Fantasy VII.
Le vendite sono andate molto bene, il gioco raggiunse oltre 3 milioni di copie in tutto il mondo, ricevendo diverse critiche positive.

 

 

 

u6WTwXc.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation 2

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa 2006

 

Dirge of Cerberus: Final Fantasy VII è un videogioco action RPG per PlayStation 2 edito da Square Enix. Seguito di Final Fantasy VII, la sua storia si svolge cronologicamente un anno dopo gli eventi del film Final Fantasy VII: Advent Children, ma ignora tali eventi, seguendo invece quelli del prequel videoludico. A differenza di Final Fantasy VII, Dirge of Cerberus non è un JRPG, ma un action RPG.
La storia si focalizza su uno dei personaggi giocabili di Final Fantasy VII, Vincent Valentine, il quale è diventato l'obiettivo della Deepground, una misteriosa organizzazione che pianifica di risvegliare una creatura conosciuta come Omega, che possiede l'abilità di distruggere il pianeta.
Essendo il primo shooter della serie di Final Fantasy, lo staff del gioco ha riscontrato vari problemi durante lo sviluppo. Nonostante tutto, il produttore Yoshinori Kitase trovò questa esperienza stimolante ed aggiunse elementi da gioco di ruolo per rendere il gioco più divertente per i fan di vecchia data della serie principale.
Quando Dirge of Cerberus fu rilasciato al di fuori del Giappone, furono modificati alcuni aspetti del gameplay per renderlo più appagante.
Sempre nel 2006, fu rilasciato un tie-in per telefoni cellulari, mentre nel 2008 Square ripubblicò il gioco in Giappone con gli aggiornamenti introdotti nella versione occidentale. Il gioco ricevette reazioni di critica contrastanti.

 

 

 

 

 

 

XtnqLTo.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Square Enix (PSN), Eidos Interactive (Windows)

Piattaforme: PlayStation, Microsoft Windows, PlayStation 3, PlayStation Portable, PlayStation 4, PlayStation Vita

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 1999

 

Final Fantasy VIII è un videogioco di ruolo prodotto da Square (ora Square Enix) nel 1999 per PlayStation. Ottavo titolo principale della serie di Final Fantasy, è stato il primo a essere tradotto in italiano. Ambientato in un mondo fantasy e fantascientifico senza nome, il gioco segue le vicende di un gruppo di mercenari, guidati da Squall Leonhart, impegnati in un conflitto scoppiato a causa della strega Edea. Durante la sua avventura, Squall dovrà affrontare le sue paure di diventare un leader e si innamorerà di una delle sue compagne di squadre, Rinoa Heartilly.
Lo sviluppo del gioco è iniziato nel 1997, durante la localizzazione inglese di Final Fantasy VII. Il gioco porta con sé le innovazioni introdotte dal capitolo precedente della serie, inclusi l'utilizzo della grafica 3D e di sfondi pre-renderizzati, ma si discosta anche da alcuni elementi caratteristici della serie. È il primo Final Fantasy a mostrare personaggi realisticamente proporzionati, ad utilizzare una canzone come tema principale e ad abbandonare l'uso di "Punti Magia" (MP) per l'utilizzo delle magie.
Il gioco è stato accolto perlopiù positivamente dalla critica, che ne ha lodato l'originalità e l'estetica pur criticandone alcune aspetti della modalità di gioco. Il gioco è stato un successo commerciale: 13 settimane dopo la sua uscita, Final Fantasy VIII ha ricavato oltre 50 milioni di dollari dalle vendite, rendendolo il Final Fantasy venduto più velocemente prima dell'uscita di Final Fantasy XIII (un titolo multipiattaforma). A dicembre 2013, il gioco ha venduto oltre 8.150.000 di copie in tutto il mondo ed è il secondo Final Fantasy per volume di vendite, dietro a Final Fantasy VII.

 

 

 

38mY6X5.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square

Piattaforme: PlayStation, Microsoft Windows, iOS, Android, PlayStation 3, PlayStation Portable, PlayStation 4, PlayStation Vita, Nintendo Switch, Xbox One

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 2000

 

Final Fantasy IX è un videogioco di ruolo sviluppato e pubblicato da Square nel 2000. È stato il nono capitolo della serie Final Fantasy e l'ultimo prodotto su PlayStation. La storia del gioco ruota attorno a una guerra tra nazioni di un mondo chiamato Gaia in un'epoca medievale di ambientazione fantasy. Il giocatore segue le vicende di Gidan Tribal, un brigante incaricato di rapire la principessa di Alexandria Garnet Til Alexandros XVII per conto della vicina nazione di Lindblum. Garnet si unisce a Gidan e a un folto gruppo di personaggi nel tentativo di fermare la madre, la folle regina di Alexandria Brahne e causa dello scoppio della guerra. La storia prenderà una svolta inaspettata quando gli eroi scopriranno che la regina è solo una pedina nelle mani di un uomo ben più pericoloso, Kuja, il cui passato è legato in modo misterioso a quello di uno degli eroi e al destino di due mondi.
Questo episodio della saga ha molti collegamenti con il primo capitolo della serie Final Fantasy: le influenze sono riscontrabili ad esempio nel character design di boss di fine livello, nella presenza dei "Kaos" e nei personaggi principali. Dopo l'esperienza realistica con Final Fantasy VIII, si ha un ritorno ai personaggi super deformed e dai colori più vivi. Nonostante il ritorno a elementi caratteristici dei primi titoli della serie, il gioco introduce anche nuove meccaniche come gli "Eventi in Tempo Reale" (ETR), il sistema di posta "Mogu-net" e un particolare sistema di abilità ed equipaggiamento.
Final Fantasy IX è stato acclamato dalla critica e detiene il punteggio più alto su Metacritic tra gli altri titoli della serie, oltre ad essere stato un successo commerciale con oltre 5,3 milioni di copie vendute in tutto il mondo al marzo 2003.

 

 

 

ouY0G0A.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Sony Computer Enterteinment

Piattaforme: PlayStation 2, PlayStation Vita, PlayStation 3, PlayStation 4, Microsoft Windows, Nintendo Switch

Data di uscita: Giappone Stati UnitiEuropa 2001

 

Final Fantasy X è un videogioco di ruolo creato dalla casa di sviluppo Square nel 2001 come decimo capitolo della serie Final Fantasy. Fu il primo gioco della serie ad essere pubblicato per PlayStation 2. Dal punto di vista tecnico questo capitolo segna il passaggio definitivo alla grafica interamente tridimensionale e costituisce il primo titolo della serie a introdurre il doppiaggio sonoro. Il sistema di combattimento Active Time Battle (ATB) utilizzato fino a quel momento viene sostituito dal Conditional Turn Based (CTB); viene inoltre abbandonato lo sviluppo lineare dei personaggi basato sul livello, in favore di un vasto albero di abilità chiamato Sferografia.
Il gioco è ambientato nel mondo immaginario di Spira, i cui abitanti sono perseguitati da un mostro titanico chiamato Sin. Il protagonista è Tidus, un giocatore di Blitzball che viene trasportato su Spira quando Sin attacca la sua città natale, Zanarkand. Tidus fa amicizia con l'invocatrice Yuna e la accompagna nel suo pellegrinaggio attraverso Spira per ottenere l'Invocazione Suprema e distruggere Sin.
Lo sviluppo di Final Fantasy X iniziò nel 1999 con un budget di oltre 4 miliardi di yen e uno staff di più di 100 persone. Il gioco fu il primo della serie a non essere interamente arrangiato da Nobuo Uematsu, che fu coadiuvato nel suo lavoro da Masashi Hamauzu e Junya Nakano. Final Fantasy X godette di un ampio successo critico e commerciale, vendendo circa 8 milioni di copie in tutto il mondo.

 

 

 

cJHlhCI.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Sony Computer Enterteinment

Piattaforme: PlayStation 2, PlayStation Vita, PlayStation 3, PlayStation 4, Microsoft Windows, XboxONE, Nintendo Switch

Data di uscita: Giappone Stati Uniti 2003

Europa 2004

 

Final Fantasy X-2 è un videogioco di ruolo sviluppato e pubblicato da Square per PlayStation 2. In quanto seguito diretto di Final Fantasy X del 2001, la storia narra le avventure di Yuna che tenta di ritrovare Tidus mentre cerca di risolvere alcuni conflitti politici nel mondo di Spira prima che possa scoppiare una guerra.
Final Fantasy X-2 non fu solo il primo sequel diretto in forma di videogioco ed il secondo sequel nella storia del franchise dopo l'anime Final Fantasy: Legend of the Crystals. È stato difatti il primo gioco della serie ad introdurre solo tre personaggi giocabili, in un cast tutto al femminile, e l'accesso anticipato alla maggior parte delle locations del gioco.
Inoltre, introduceva una variazione del sistema di classi dei personaggi (una delle caratteristiche del gameplay cassico della serie) ed è uno dei pochi giochi della serie ad avere finali multipli. Fu anche il primo Final Fantasy numerato a non avere il contributo del compositore storico, Nobuo Uematsu.
Il gioco fu recensito positivamente dalla critica e fu un successo di vendite, con le sue 5,4 milioni di copie vendute su PlayStation 2, e vincendo numerosi premi. Fu l'ultimo Final Fantasy ad essere rilasciato dalla Square prima di diventare Square Enix nell'aprile del 2003. Il gioco fu rilasciato una seconda volta con una remaster ad alta definizione per PlayStation 3 e PlayStation Vita nel 2013, assieme a Final Fantasy X, in una collection conosciuta come "Final Fantasy X/X-2 Remaster". Nel 2015 fu rilasciata anche per PlayStation 4, nel 2016 per PC (Microsoft Windows) e nel 2019 per Xbox One e Nintendo Switch.

 

 

 

 

r1qZCv7.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Sony Computer Enterteinment

Piattaforme: PlayStation 2, Microsoft Windows, Xbox360

Data di uscita: Giappone 2002

Stati UnitiEuropa 2004

   

Final Fantasy XI, conosciuto anche come Final Fantasy XI Online, è un MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game), sviluppato e pubblicato da Square come seguito della serie Final Fantasy. Scritto e prodotto da Hiromichi Tanaka, fu rilasciato in Giappone il 16 maggio 2002 per PlayStation2 e nel novembre dello stesso anno su PC. Il gioco fu il primo MMORPG ad offrire il cross-platform tra le due piattaforme. Fu anche il primo MMORPG ad essere rilasciato su Xbox360. Tutte le versioni del gioco richiedono un abbonamento mensile.
La storia è ambientata nell'immaginario mondo di Vana'diel, dove l'avatar creato dal giocatore può sia competere che collaborare in una varietà di obiettivi per sviluppare un assortimento di jobs, skills, ed ottenere oggetti ricompensa. I giocatori possono prendere una serie di quest e progredire all'interno della gerarchia nel corso della trama principale.
Fin dal suo debutto nel 2002, sono state rilasciate cinque espansioni e sei scenari aggiuntivi. Ogni espansione aggiunge nuove storie alla trama principale del mondo di Final fantasy XI, numerose aree, quests, eventi ed oggetti ricompensa.
Nel 2015, Square Enix ha rilasciato lo scenario finale intitolato "Rhapsodies of Vana'diel". I server di FFXI su PlayStation2 furono gli ultimi a rimanere attivi, fino a quando furono chiusi definitivamente il 31 marzo 2016, assieme ai server di Xbox360.
Un client mobile è in sviluppo da Square Enix in collaborazione con gli sviluppatori coreani Nexon. Uno spinoff mobile, Final Fantasy Grandmasters fu rilasciato il 30 settembre 2015.

 

 

 

MY7wObN.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Sony Computer Enterteinment

Piattaforme: PlayStation 2, PlayStation 4, Microsoft Windows

Data di uscita: GiapponeStati Uniti2006

Europa 2007

 

Final Fantasy XII è il dodicesimo capitolo della serie di videogiochi Final Fantasy. Creato e pubblicato da Square Enix, il videogioco è uscito in Giappone il 16 marzo 2006, nel Nordamerica il 31 ottobre 2006, in Australia ed Asia il 22 febbraio 2007 e in Europa il 23 febbraio 2007. Il 15 novembre 2005 è stata pubblicata una demo giocabile, allegata alla versione americana di Dragon Quest VIII: L'odissea del Re Maledetto, altro titolo pubblicato della stessa software house.
Final Fantasy XII non è basato su nessun altro capitolo, ma si svolge nello stesso mondo di Final Fantasy Tactics (PlayStation), Final Fantasy Tactics Advance (Game Boy Advance), Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift (Nintendo DS) e Final Fantasy XII: Revenant Wings (Nintendo DS).
Ha introdotto diverse innovazioni alla serie: il mondo completamente aperto (open world), un battle system senza interruzioni chiamato "Gambit" che consente al giocatore di controllare l'intelligenza artificiale dei personaggi in battaglia, la telecamera controllabile, il sistema delle Licenze che determina quali abilità ed equipaggiamenti possono essere utilizzati dai personaggi e le quest secondarie delle Cacce, che consentono al giocatore di trovare e sconfiggere dei mostri incrementando man mano la difficoltà.
Final Fantasy XII include anche elementi dei giochi precedenti, come i Chocobo ed i Moguri.
Il gioco è ambientato nell'immaginario mondo di Ivalice, nel quale gli Imperi di Archadia e Rozaria combattono una guerra senza fine. Dalmasca, un piccolo regno, si trova coinvolto tra le due nazioni. Quando Dalmasca sarà annessa ad Archadia, la principessa Ashe darà il via ad un movimento di resistenza. Durante la lotta, incontrerà Vaan, un giovane avventuriero che sogna di diventare un aviopirata al comando di un'aeronave. I due diverranno presto alleati ed insieme combatteranno contro la tirannia dell'Impero di Archadia.
Il gioco ha ottenuto un buon successo a livello commerciale vendendo quasi 6 milioni di copie in tutto il mondo, arrivando ad essere il quarto Final Fantasy più venduto, ricevendo dalla critica votazioni quasi mai al di sotto del 9 e vincendo diversi premi, tra i quali "Miglior gioco per PS2" da IGN e GameSpot, "Premio per il gioco dell'anno" da Famitsū e "Miglior gioco" da Edge. Ha inoltre raggiunto l'ottava posizione (record per la serie di Final Fantasy) nella classifica dei migliori videogiochi per console di sempre stilata nel 2009 da Guinness World Records Gamer's Edition.

 

 

 

bdejMti.png

 

Sviluppatore: Think & Feel

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Nintendo DS

Data di uscita: GiapponeStati Uniti2007

Europa 2008

 

Final Fantasy XII: Revenant Wings è un gioco di ruolo tattico in tempo reale sviluppato da Think&Feel e Square Enix, la quale lo pubblicò per Nintendo DS. È il sequel di Final Fantasy XII, JRPG del 2006 per PlayStation 2.
Un anno dopo gli eventi di Final Fantasy XII, il protagonista Vaan è diventato un aviopirata e possiede una propria aeronave. Alle sue avventure si è unita Penelo, sua amica e navigatrice, ed altri personaggi che avevamo conosciuto nel capitolo originale, oltre a nuovi personaggi quali Llyud, un membro della razza degli Aegyl, a cui spuntano le ali dalla schiena. Le loro avventure alla ricerca di tesori li condurrà a Lemurés, un continente fluttuante, e nella parte sottostante dalla quale comincerà la loro storia.
FFXII: Revenant Wings è il primo titolo annunciato per la serie Ivalice Alliance. La versione Nordamericana fu ribilanciata per essere più difficile rispetto alla versione giapponese, e fu disponibile dal 20 novembre 2007.

 

 

 

 

fj1Cw2M.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square, Sony Computer Enterteinment

Piattaforme: PlayStation 3, Xbox360, Microsoft Windows, Android, iOS

Data di uscita: Giappone2009

Stati UnitiEuropa 2010

 

Final Fantasy XIII è un videogioco di ruolo alla giapponese della serie Final Fantasy. Il gioco, che richiama lo stile science-fiction, è sviluppato e pubblicato da Square Enix per PlayStation 3, Xbox 360 e PC.
In Giappone, Final Fantasy XIII è stato pubblicato per PlayStation 3 il 17 dicembre 2009 e per Xbox 360 il 16 dicembre 2010; nel Nord America e nei territori PAL, invece, il gioco è stato pubblicato il 9 marzo 2010 per entrambe le console. Sempre dal 9 marzo, in Europa, il gioco è disponibile in un'edizione da collezione che contiene, oltre al gioco, 2 adesivi dello stigma l'Cie, la compilation della colonna sonora, il volume "The World of Final Fantasy XIII", contenente le illustrazioni realizzate durante la progettazione del gioco, e tre stampe da collezione raffiguranti gli Esper. La versione per PC è uscita il 9 ottobre 2014 su Steam.
Il gioco richiama il vecchio sisteam dell'ATB, ma più movimentato e frenetico, introducendo due nuovi sistemi di combattimento: il primo, chiamato Cristallium, consente di determinare quali abilità sviluppare per i personaggi; il secondo, chiamato Optimum consente di controllare quali abilità potranno utilizzare i personaggi, impostandone fino a sei ad ogni battaglia.
Final Fantasy XIII include elementi presenti nei precedenti FF come le Summon (Esper), i Chocobo e le aeronavi.
Nell'immaginario mondo di Cocoon, il governo, Sanctum, sta ordinando di sterminare alcuni civili che si suppone siano entrati in contatto con Pulse, un temuto mondo nascosto. Lightning è un soldato che combatte contro il governo per poter salvare sua sorella, che è stata marchiata come una servitrice inconsapevole da un essere semidivino di Pulse, divenendo così una nemica di Cocoon.
Lightning si unirà ad un gruppo di alleati, ma presto si ritroveranno anch'essi marchiati dalla stessa creatura di Pulse. Combatteranno contro Sanctum mentre cercheranno di scoprire come evitare di essere trasformati in mostri o in cristalli.
Lo sviluppo cominciò nel 2004 ed il gioco fu annunciato all'E3 del 2006. Final Fantasy XIII è il capostipite della serie "Fabula Nova Crystallis", comprendente anche Final Fantasy Type-0 (pubblicato nell'ottobre 2011), Final Fantasy XIII-2 (pubblicato nel dicembre 2011), e Lightning Returns: Final Fantasy XIII (pubblicato nel febbraio 2014), ed è il primo gioco ad utilizzare il Crystal Tools Engine di Square Enix.
Final Fantasy XIII ha ricevuto, perlopiù, recensioni positive dalla critica, che premiava la grafica, la presentazione ed il combat system. La storia, invece, ha ricevuto critiche contrastanti, e la sua linearità paragonata ai precedenti capitoli fu fortemente criticata.
Vendendo 1,7 milioni di copie in Giappone nel 2009, Final Fantasy XIII divenne il titolo che vendette più velocemente nella storia della serie. Al 2017, il gioco ha venduto oltre 7 milioni di copie su console in tutto il mondo. Per quanto riguarda la versione PC, secondo SteamSpy il gioco ha venduto circa 746.000 copie.

 

 

 

xEK8Gds.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows

Data di uscita: Giappone2011

Stati UnitiEuropa 2012

 

Final Fantasy XIII-2 è un videogioco prodotto e distribuito da Square Enix per PlayStation 3, Xbox 360 e PC. Sequel diretto di Final Fantasy XIII, il gioco fa parte del progetto Fabula Nova Crystallis.
Ambientato tre anni dopo gli eventi di Final Fantasy XIII, Serah Farron, sorella minore di Lightning, la protagonista del gioco originale, parte, insieme al giovane Noel Kreiss, alla ricerca della sorella.
Lo sviluppo di FF XIII-2 è cominciato tra marzo e aprile 2010 e si è concluso dopo circa un anno e mezzo. Fu rivelato al pubblico durante la 1st Production Department Premier di Square Enix nel gennaio 2011. Molti degli sviluppatori chiave del gioco precedente rimasero nello staff, ed il team tri-Ace fu chiamato per assistere al design, direzione artistica e programmazione. Il team di sviluppo voleva superare Final Fantasy XIII sotto ogni aspetto, rendendo la storia più misteriosa ed oscura rispetto al capitolo precedente.
FF XIII-2 ricevette recensioni molto positive dalla critica giapponese e perlopiù positive dalla critica videoludica occidentale. Nonostante gli elogi sul gameplay, mancanza di linearità e la grafica, la storia fu criticata perché ritenuta debole e confusa. Durante la prima settimana di vendite in Giappone, il gioco vendette 524.000 unità, diventando il quinto gioco più venduto del 2011 del Giappone, vendendo successivamente 3,1 milioni di copie in tutto il mondo al gennaio 2013. Fu rilasciato in digitale per PlayStation3 e Xbox360 nel giugno 2013 con una versione giapponese che includeva un DLC.
Il gioco è uscito in Giappone il 15 dicembre 2011, nel Nord America il 31 gennaio 2012 e in Europa il 3 febbraio 2012. La versione per PC è stata pubblicata su Steam l'11 dicembre 2014. Come per tutti i capitoli dall' VIII in poi, la versione italiana è doppiata in inglese con sottotitoli e menu in italiano.

 

 

 

KhZ6oE8.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows

Data di uscita: Giappone2013

Stati UnitiEuropa 2014

 

Lightning Returns: Final Fantasy XIII è un videogioco di ruolo-azione sviluppato e prodotto da Square Enix per Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Il gioco fa parte della serie Fabula Nova Crystallis Final Fantasy, è il sequel diretto di Final Fantasy XIII-2, incentrato maggiormente sul personaggio di Lightning che si svolge dopo gli ultimi accadimenti di quest'ultimo.
Lightning Returns presenta un gameplay completamente rinnovato rispetto ai due titoli precedenti, con un sistema di combattimento orientato verso l'action, la possibilità di personalizzare i vestiti del personaggio ed il tempo limite che il giocatore deve rispettare per portare a termine la missione principale e quelle secondarie.
La storia ha luogo 500 anni dopo il finale del gioco precedente. Lightning, protagonista principale del XIII e personaggio chiave nel XIII-2, si risveglia 13 giorni prima della fine del mondo durante un'ibernazione che lei stessa si era imposta,  in quanto è stata scelta per salvare gli abitanti di un mondo in rovina, tra i quali ci saranno amici ed alleati. Durante il viaggio scoprirà la verità che ci cela dietro il destino del mondo.
Lo sviluppo del gioco è cominciato nel maggio 2012, subito dopo il rilascio del DLC finale del XIII-2, e fu rivelato all'evento speciale del 25° Anniversario della serie di Final Fantasy nel settembre dello stesso anno. Allo sviluppo contribuirono la maggior parte delle menti creative dei giochi precedenti, che facevano parte del Dipartimento della Prima Produzione di Square Enix, assistiti dal team di tri-Ace per la parte grafica. Il team di sviluppo voleva arrivare ad un finale sia per Lightning che per l'universo del XIII.
Durante la prima settimana di vendite in Giappone, vendette 277.000 unità, e alla fine del 2013 divenne il 17° gioco più venduto dell'anno vendendo oltre 400.000 copie. Nel maggio del 2014 il gioco arrivò a 800.000 unità vendute. Ricevette recensioni contrastanti: nonostante si elogiasse il sistema di combattimento, le opinioni divergevano soprattutto sul comparto grafico, il tempo limite e altri aspetti del gameplay, mentre la storia ed i personaggi furono considerati deboli e poco interessanti.
 Il titolo è uscito il 21 novembre 2013 in Giappone, l'11 febbraio 2014 in Nordamerica e il 14 febbraio in Europa.

 

 

 

VPGeonf.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation Portable, PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa 2011

 

Final Fantasy Type-0, precedentemente conosciuto come Final Fantasy Agito XIII, è un action RPG appartenente al progetto Fabula Nova Crystallis sviluppato da Square Enix per PlayStation Portable. Il titolo è uscito in Giappone il 27 ottobre 2011.
Il gameplay, simile a quello di Crisis Core, fa in modo che il giocatore prenda controllo del personaggio in un combattimento in tempo reale. Inoltre, il giocatore può prendere parte a battaglie strategiche su larga scala nella mappa del mondo, e avere accesso al multiplayer durante le missioni principale e secondarie.
La trama ruota attorno alla Class Zero, un gruppo di quattordici studenti facenti parte di Vermillion Peristylium, un'accademia di magia del Dominion di Rubrum. Quando l'Impero Militesi lancia un attacco sugli altri Stati Cristallo di Orience, bramando il controllo degli altri Cristalli, la Class Zero sarà mobilitata per difendere Rubrum. Inoltre, il gruppo sarà coinvolto nel segreto che si nasconde dietro la guerra e la ragione della loro esistenza. L'ambientazione è ispirata a documentari storici e la storia stessa è pensata per essere più cupa degli altri Final Fantasy.
Il gioco fu originariamente annunciato per i telefoni cellulari e per PSP, diretto da Hajime Tabata che prese in mano il progetto dopo aver completato Before Crisis. Progettato per incentivare i giocatori ad avvicinarsi all'universo Fabula Nova Crystallis, la versione mobile fu, invece, cancellata ed il titolo del gioco cambiato per allontanarlo dall'etichetta del XIII.
Al rilascio vendette molto bene, ricevette elogi per la storia ed il gameplay, ma fu criticato negativamente per il controllo della telecamera e per l'IA. Nel marzo 2015 fu rilasciata una versione remaster in HD.

 

 

 

eQMitrR.png

 

Sviluppatore: Square

Distributore: Square (Giappone), Sony Computer Entertainment (USA)

Piattaforme: PlayStation, PlayStation Network, PlayStation Portable, iOS

Data di uscita: Giappone1997

Stati UnitiEuropa 1998

 

Final Fantasy Tactics è un videogioco di ruolo strategico creato da Squaresoft per Sony PlayStation, distribuito in Giappone da Square il 20 giugno 1997 e nel Nordamerica da Sony Computer Entertainment il 28 gennaio 1998.
Ha elementi tematici tipici di Final Fantasy, ma con un motore di gioco e un gameplay diverso dai suoi predecessori. In contrasto agli altri FF dell'era 32-bit, Final Fantasy Tactics utilizza un campo di gioco rotabile in 3D isometrico con personaggi in sprite.
Final Fantasy Tactics è ambientato nell'immaginario regno medievale di Ivalice, creato da Yasumi Matsuno. La storia vede come protagonista Ramza Beoulve, un cadetto che trova le proprie motivazioni al centro di un intricato conflitto militare noto come "La Guerra dei Leoni", in cui le due opposte nobili fazioni bramano il trono del regno. Con l'avanzare della storia, Ramza ed i suoi alleti scopriranno cosa si cela dietro questa guerra.
Il gioco ricevette recensioni estremamente positive da riviste e siti e divenne subito un cult fin dall'uscita, tanto da essere aggiunto nella lista dei più bei videogiochi di tutti i tempi.
Una versione migliorata, Final Fantasy Tactics: The War of the Lions, fu rilasciata nel 2007 su PSP e iOS da Square Enix come parte del progetto Ivalice Alliance, che comprendeva Final Fantasy XII: Revenant Wings, Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift e Final Fantasy XII International Zodiac Job System.

 

 

 

yaLdkpP.png

 

Sviluppatore: Square (Giappone), Square Enix (altri)

Distributore: Square (Giappone), Nintendo (USA), Square Enix (Europa e Australasia)

Piattaforme: Game Boy Advance

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa 2003

 

Final Fantasy Tactics Advance è un gioco di ruolo strategico sviluppato e pubblicato da Square per Game Boy Advance. Considerato uno spin-off della serie, presenta molti punti in comune con Final Fantasy Tactics del 1997 nonostante non sia un sequel diretto di quest'ultimo. Il giocatore ha a disposizione un gruppo di personaggi e controllerà le loro azioni su un campo di battaglia. Si è liberi di scegliere le loro classi, abilità e statistiche.
Meccanica di gioco a parte, Final Fantasy Tactics Advance ha ben poco in comune con il gioco pubblicato su PlayStation. Si tratta di un titolo completamente nuovo, che presenta svariate innovazioni rispetto all'originale: è infatti caratterizzato da un complesso sistema, del tutto inedito nella serie, che regolamenterà le azioni disponibili di scontro in scontro.
Le storia è incentrata su quattro bambini: Marche, Mewt, Ritz e Doned, che vivono nella piccola città di St. Ivalice. Dopo aver scoperto un antico libro magico, i quattro piccoli eroi saranno trasportati in un regno che porta il nome della loro città, Ivalice. A quel punto la storia sarà incentrata su Marche, che cercherà di tornare nel proprio mondo.
Tactics Advance è uno dei primi prodotti nati dalla collaborazione tra Square e Nintendo per Game Boy Advance. Dopo il rilascio del gioco, furono introdotti dei prodotti per il merchandise a tema Tactics Advance. Il gioco fu recensito positivamente e fu sviluppato anche un sequel, Final Fantasy A2: Grimoire of the Rift per Nintendo DS.
Nel 2016, Tactics Advance fu rilasciato anche per WiiU.

 

 

 

DEjwYIY.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Game Boy Advance

Data di uscita: Giappone2007

Stati UnitiEuropa 2008

 

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift è un gioco di ruolo tattico sviluppato e pubblicato da Square Enix per Nintendo DS. Rilasciato nel 2007 in Giappone e nel 2008 in occidente, il gioco è il seguito di Final Fantasy Tactics Advance e fa parte di Ivalice Alliance, una serie di giochi ambientati nell'universo che dà nome al titolo. Nel gioco sono presenti dei cameo di personaggi principali e secondari di Final Fantasy XII, sempre ambientato ad Ivalice.
In Tactics A2 faremo la conoscenza di un giovane di nome Luso Clemens, trasportato nel mondo di Ivalice grazie ad un libro incantato. Dopo essere stato salvato da alcuni mostri da Cid, leader di una banda alla quale si unirà anche la ladra Adelle, Luso sarà coinvolto in una battaglia tra clan rivali mentre cercherà il modo di tornare a casa.
Il gameplay presenta le meccaniche di Tactics Advance incluso i combattimento a turni su griglia, il job system e un sistema "Law" che introduce delle limitazioni alle azioni del giocatore durante le battaglie.
In origine pensato per Game Boy Advance, prima che il DS avesse il grande successo nel mondo, il progetto prese il via nel 2006 con l'obiettivo di espandere gli elementi presenti nel Tactics Advance. il direttore Yuichi Murasawa, l'artista Ryoma Ito ed il compositore Hitoshi Sakimoto tornarono dal gioco precedente. Ricevette recensioni perlopiù positive e vendette circa 670.000 copie in tutto il mondo. Alcuni elementi di TA2 furono utilizzati successivamente per i giochi mobile ambientati ad Ivalice.

 

 

 

1ohXIce.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Nintendo

Piattaforme: Nintendo GameCube

Data di uscita: Giappone2003

Stati UnitiEuropa 2004

 

Final Fantasy Crystal Chronicles è un action JRPG sviluppato da The Game Designers Studio e pubblicato da Nintendo su GameCube nel 2003 in Giappone e nel 2004 nel resto del mondo. Nel 2020 sarà rilasciata una remaster per Nintendo Switch, PS4, Android e iOS.
Crystal Chronicles fu il primo gioco della serie di Final Fantasy, in questo caso uno spin-off, ad essere rilasciato per una console Nintendo dopo Final Fantasy VI nel 1994.
Il giocatore prenderà il comando di un gruppo di avventurieri che viaggiano in una carovana, trasportando un mistico carburante per i cristalli che proteggono il mondo da un Miasma distruttivo.
La campagna single player vedrà il giocatore proteggere la nave sulla quale è custodita l'energia dei cristalli, difendendola dai nemici e risolvendo alcuni enigmi durante il tragitto. Nella campagna multiplayer, che richiede l'utilizzo del Game Boy Advance connesso alla console via cavo, si potranno avere fino a quattro giocatori per proteggere la nave.
Si decise di chiamare Nintendo come partner per lo sviluppo del gioco dopo che si ebbero gravi problemi finanziari causati dal fallimento di Final Fantasy: The Spirit Within. Square decise di creare il Game Designers Studio in quanto shell company (gruppo che esiste sulla carta, ma non fisicamente) per sviluppare per la piattaforma Nintendo senza intaccare i giochi della piattaforma Sony. Il team di sviluppo voleva creare un gameplay accessibile incentrato sul multiplayer. Le musiche, composte da Kumi Tanioka, fanno ampio utilizzo di strumenti medievali e brani rinascimentali. Prima del rilascio, il titolo fu recensito positivamente dalla stampa e fu nominato per diversi Awards. Riuscì a raggiungere classifiche di vendita piuttosto alte sia in Giappone che in occidente, vendendo oltre un milione di copie. Crystal Chronicles lanciò una nuova serie per le console Nintendo.

 

 

 

Hizi9hC.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Nintendo

Piattaforme: Nintendo DS

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa 2007

 

Final Fantasy Crystal Chronicles: Ring of Fates è il secondo capitolo della serie Crystal Chronicles ed è stato sviluppato e pubblicato da Square Enix per Nintendo DS. È il prequel di Final Fantasy Crystal Chronicles per GameCube ed è ambientato migliaia di anni prima che il Miasma devastasse il mondo, durante la leggendaria "Età dell'Oro" in cui tutte le razze vivevano in pace (citazione presente nel CC) ed il Grande Cristallo proteggeva le persone dal malefico bagliore della Luna rosso sangue. Si tratta di un action RPG, ovvero, contrariamente al classico stile di Final Fantasy, i combattimenti sono in tempo reale. La grafica è dettagliata e sono presenti alcuni pezzi dialogati tutti in inglese.
Il gioco fu annunciato durante l'E3 del 2004, in origine per Game Boy Advance. In un'intervista, Mitsuru Kamiyama spiegò che la modalità single player era molto più "profonda" rispetto al primo capitolo della serie. In seguito, alcune quest furono aggiunte per la versione occidentale. Kamiyama disse che una particolarità che apprezzava di questo gioco, fu la capacità di vedere l'equipaggiamento che il personaggio indossava dopo averlo acquistato.
Final Fantasy Crystal Chronicles: Ring of Fates ricevette recensioni positive, ma non troppo. Nell'agosto 2008 aveva venduto circa 690.000 copie in tutto il mondo.

 

 

 

YlOC2um.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix, Nintendo

Piattaforme: Nintendo Wii

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa 2008

 

Final Fantasy Crystal Chronicles: My Life as a King è un videogioco sviluppato da Square Enix per WiiWare, servizio per la console Nintendo Wii. Inizialmente, Square Enix decise di sviluppare un gioco di simulazione per il servizio WiiWare e, soltanto successivamente, si decise che sarebbe stato un Final Fantasy.
Il gioco è un city-building ambientato nel mondo di Final Fantasy Crystal Chronicles ed è il terzo titolo della saga. Seguendo gli eventi del primo capitolo, narra le vicende del figlio di un re che ha perso il proprio regno. Durante il gioco, dovrà crearne uno nuovo cercando di renderlo pacifico e ricco di prosperità.
Il titolo fu rilasciato il 25 marzo 2008 in Giappone, il 12 maggio 2008 in Nord America ed il 20 maggio 2008 in Europa. Le recensioni furono generalmente positive e fu nominato come uno dei giochi più innovativi rilasciati su WiiWare.

 

 

 

Njzj9nc.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Nintendo Wii

Data di uscita: GiapponeStati Uniti 2009

Europa2010

 

Final Fantasy Crystal Chronicles: The Crystal Bearers è un videogioco di tipo avventura dinamica sviluppato e pubblicato da Square Enix. Il gioco è uscito il 12 novembre 2009 in Giappone, il 26 dicembre 2009 in Nordamerica e il 5 febbraio 2010 nel resto del mondo. È l'ultimo capitolo della serie Crystal Chronicles, comparsa in precedenza su Nintendo GameCube e Nintendo DS.
Il gioco è ambientato migliaia di anni dopo gli eventi di Final Fantasy Crystal Chronicles. Il mondo è popolato da quattro razze e, durante la Grande Guerra, la tribù Yuke è esiliata dal suo stesso mondo a causa della distruzione del cristallo da parte di macchine chiamate "Crystal Reactors", un raro intreccio di potenti esseri con abilità magiche.
Il gioco fu recensito positivamente in Giappone, elogiando soprattutto la storia ed i personaggi, ma criticando il sistema della mappa. Le recensioni occidentali furono, invece, più negative, sottolineando che il gioco era inferiore ad un tradizionale RPG ma superiore ad un action adventure.

 

 

 

Ch0YV3I.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation Portable

Data di uscita: Giappone 2008

Stati UnitiEuropa2009

 

Dissidia Final Fantasy è un videogioco sviluppato da Square Enix per PSP, facente parte del progetto per il ventesimo anniversario della serie di Final Fantasy; è un picchiaduro misto ad elementi d'azione ed RPG.

Il gioco unisce venti personaggi tratti dai primi dieci capitoli della serie più altri due dai capitoli successivi.

Il gioco è stato presentato per la prima volta allo "Square Enix Party" di maggio 2007; la sua data d'uscita per il suolo nipponico è stata il 18 dicembre 2008 (lo stesso giorno del primo Final Fantasy) la versione americana è stata pubblicata il 25 agosto 2009 e quella per i territori PAL il 4 settembre 2009.

In origine il titolo fu concepito per essere uno spin-off dalla serie di Kingdom Hearts con i suoi protagonisti giocabili. Tuttavia l'idea fu cambiata in quanto la Disney espresse il suo disaccordo sull'inclusione dei propri personaggi in un picchiaduro.

Nel 2011 è stato pubblicato Dissidia 012 Final Fantasy, prequel di Dissidia Final Fantasy, con nuovi personaggi e un nuovo gameplay,mentre nel 2015 è stato pubblicato un videogioco arcade con il titolo Dissidia Final Fantasy NT.

 

 

 

LAoAWXh.png

 

Sviluppatore: Square Enix

Distributore: Square Enix

Piattaforme: PlayStation Portable

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa2011

 

Dissidia 012 Final Fantasy, pronunciato "Dissidia Duodecim Final Fantasy" è un videogioco del genere picchiaduro/RPG prodotto e distribuito da Square Enix per PSP uscito il 3 marzo 2011 in Giappone, il 22 marzo nel Nord America e il 25 marzo in Europa.

Il gioco è il prequel di Dissidia Final Fantasy. Il titolo non si pronuncia "zero uno due" o "zero dodici", ma "duodecim" come il numero 12 in lingua latina, riferimento al fatto che il gioco è ambientato durante il dodicesimo conflitto tra armonia e discordia.

È stato eletto da IGN come il terzo miglior videogioco per PSP in assoluto.

La storia è ambientata durante il conflitto precedente a quello di Dissidia Final Fantasy. Il gioco è strutturato quasi come il capitolo precedente, ma presenta una serie di novità: le battaglie sono svolte sempre uno contro uno e gli attacchi sferrati ridurranno i PV dell'avversario in base alla quantità di Audacia a disposizione del giocatore, ma questa volta il giocatore e l'avversario potranno contare su un piccolo aiuto da parte di un assistente, che potrà essere chiamato in causa una volta riempita una barra apposita situata sotto la barra PV.

Nella sua prima settimana di uscita, il gioco ha venduto oltre 286.117 copie; a gennaio 2012 il gioco ha venduto oltre 365.000 copie solo in Giappone, risultando il quattordicesimo videogioco più venduto nel Paese nipponico nel 2011.

 

 

 

uIh5VYx.png

 

Sviluppatore: Indies Zero

Distributore: Square Enix

Piattaforme: Nintendo 3DS, iOS

Data di uscita: GiapponeStati UnitiEuropa2012

 

Theatrhythm Final Fantasy è un videogioco della serie Final Fantasy sviluppato da Indieszero e pubblicato da Square Enix in esclusiva per Nintendo 3DS. Si tratta di un Rhythm Game con elementi RPG (sviluppo dei personaggi, battaglie contro nemici/boss) ambientato negli episodi principali della serie Final Fantasy, da cui sono anche tratti i brani della colonna sonora, i filmati, i personaggi utilizzabili e i nemici da affrontare. Il gioco è un tributo alla serie, che nel 2012 festeggia i 25 anni dal primo episodio per NES.

Il gioco segue le vicende della divinità del Chaos e Cosmos, una trama simile a Dissidia Final Fantasy per PlayStation Portable. Lo spazio tra i due si chiama ritmo, che dà vita ad un cristallo che controlla la musica. Chaos fa sì che il cristallo interrompa la sua normale melodia, e l'unico modo per riportarlo alla normalità è di aumentare un'onda musicale conosciuto come "Rizpo".

Theatrhythm Final Fantasy è un rhythm game in cui il giocatore è tenuto a toccare il touch screen a tempo di musica tenendo conto delle indicazioni sullo schermo superiore. Maggiore è la precisione e il tempismo con cui il giocatore esegue la nota, maggiore è il punteggio ottenuto. Ogni volta che il giocatore commette un errore, la barra degli HP scende (come quando si viene colpiti da un nemico in un RPG) e quando arriva a 0 è Game Over. In ogni partita il giocatore sceglie un party di quattro personaggi tratti dai vari capitoli di Final Fantasy, ai quali può assegnare delle abilità per facilitare il superamento del livello (come aumentare gli HP, diminuire i danni subiti, ripristinare gli HP persi)o ottenere bonus particolari (aumentare il danno inflitto ai nemici, evocare magie). I personaggi alla fine del brano ottengono punti esperienza, aumentando di livello e ottenendo nuove abilità, come in un classico RPG. Completando gli stage si ottengono anche dei punti "Rythmia", che servono a sbloccare nuovi brani, oggetti, stage o filmati.

Il marchio "Theatrhythm" è stato presentato verso la fine dell'E3 2011 da Square Enix. Theatrhythm Final Fantasy è stato annunciato ufficialmente per il rilascio esclusivamente sulla console portatile Nintendo 3D. Square Enix ha creato un sito ufficiale per la promozione del gioco. Le prime voci indicavano che Theatrhythm Final Fantasy sarebbe stato sviluppato da Jupiter Corporation, tuttavia è stato successivamente confermato sul sito ufficiale che sarebbe stato sviluppato dalla Indieszero, che ha sviluppato giochi per Nintendo come Retro Game Challenge e Electroplankton.

Nella prima settimana di vendita il gioco ha venduto 70.000 copie in Giappone. In un mese, all'11 marzo 2012, il gioco ha venduto 112.344 copie in Giappone. A marzo 2012, il gioco ha venduto in tutto 133.245 copie in Giappone.

La versione per IOS è uscita in tutto il mondo il 13 dicembre 2012. Questa versione è gratuita, ma contiene solo i brani One Winged Angel (Final Fantasy VII) e Zanarkand (Final Fantasy X). Tutti gli altri brani devono essere acquistati separatamente, alcuni singolarmente, altri in bundle contenenti due brani.

 

 

 

 

 

Edited by Geddoe
  • Like 11

sil@gamesforum.it

 5mz2D3V.png

Share this post


Link to post

Bel lavoro. ;)

 

Final Fantasy è una delle serie che assieme a Dragon Quest e ai primi titoli Falcom ha posto le basi del genere jrpg e con il tempo è diventata sicuramente una delle più famose, se non la più famosa. Io ho apprezzato tutti i capitoli principali fino a FFX e i miei preferiti rimangono FFVI (titolo che rappresenta alla perfezione la bellezza dei jrpg dell'epoca SNES), FFVII (per me uno dei migliori titoli di sempre),  FFVIII (tanti bei ricordi) e FFIX (un classico intramontabile). Mi sono piaciuti molto anche diversi spin-off tra i quali FF Tactics, un ottimo strategico, e Crisis Core. Probabilmente sono uno dei pochi che valuta positivamente Dirge of Cerberus, pur con tutti i suoi difetti. :asd:

Per quanto riguarda la serie principale, dopo FFX ho giocato a FFXII e a FFXIII ma nessuno dei due mi ha entusiasmato più di tanto. Li ho trovati entrambi dei titoli deboli sia nella trama sia nella caratterizzazione dei personaggi. Per questo motivo tendo a considerare FFX, nonostante la sua linearità, l'ultimo Final Fantasy in grado di trasmettere quella magia che da sempre ha caratterizzato la serie.

  • Grazie! 1

New-Kiseki-Key-Visual.jpg

 

Share this post


Link to post

Ci sono migliaia e migliaia di cose da dire su FF.

Spunti, ricordi, nostalgia,discussioni, diatribe, teorie...ma voglio "inaugurare" il mio contributo a questo splendido topic della nostra SIL con un classico, una colonna portante...

 

 

  • Grazie! 1

"You don’t need qualifications to make a difference"

j5S4ipA.jpg

 

 

2gP07FJ.png

 

Richiedi qui le tue Retromedaglie

 

 

Share this post


Link to post
Posted (edited)

Grazie mille :cuore:

Final Fantasy è una saga a cui tengo molto, è grazie a questi titoli se mi sono avvicinata ai jrpg. Ho cominciato con FFVIII su psx, comprato perché avevo visto la pubblicità in TV ed ero rimasta folgorata dai filmati. Visto che ero giovanissima mi ha letteralmente catturata. Una ricordo particolare che ho è che verso la fine del gioco, quando si arriva agli ultimi boss, non riuscivo a sconfiggerne uno in particolare e, convinta di aver sbagliato qualcosa, l'ho ricominciato da capo :rickds:

Non sapevo giocarlo al meglio e, complice il fatto che al tempo avevo solo quello e molto più tempo, non mi pesò rigiocarlo subito.

Da lì ho recuperato il VII, e man mano tutti quelli che sono arrivati dopo.

È una saga che giocherò sempre, pur con i suoi difetti, penso che non smetterò mai di comprarli. Ah, gli MMO li ho saltati perché non mi piace più il genere, ma per il resto penso che non potrò mai farne a meno.

Edited by Sil
  • Like 1

sil@gamesforum.it

 5mz2D3V.png

Share this post


Link to post

Primo saga jrpg a cui ho giocato. Il primo in assoluto è stato il X, poi è toccato al VII, al IX, al XII, al VI e via così. Gli ultimi, son sincero, li ho saltati tutti (a parte il remake di FF 7), mi sono fermato praticamente al XIII, che tra l'altro ho giochicchiato sì e no una decina di ore. Quelli a cui più sono legato sono il 6, il 7 e il 9. Anche il 10. Il 12 vorrei rigiocarlo a breve, ho acquistato la remastered per ps4 l'anno scorso. I primissimi invece li ho saltati tutti, dal primo al quinto. Altra grande lacuna è il tactics, che hanno poi riproposto su PSP, però leggendo in giro in questi anni ho sempre sentito dire che è un titolo parecchio ostico, forse è questo che mi ha sempre frenato :asd:

  • Like 1

 

 

 

supermario96 ha scritto:
Ti capisco nuovaidea, a me ha fatto sempre cagÃ*re Il Signore Degli Anelli, altra saga strafamosa. Penso siano film vuoti, piatti, girati senza gusto, invecchiati malissimo, pesantissimi, noiosi, involontariamente comici e senza niente di innovativo.

Share this post


Link to post
22 ore fa, Sil ha scritto:

Non sapevo giocarlo al meglio e, complice il fatto che al tempo avevo solo quello e molto più tempo, non mi pesò rigiocarlo subito.

Credo che sia un'esperienza piuttosto comune.
FFVIII è un jrpg piuttosto anomalo, da una parte offre un sistema flessibile, dinamico...anche piuttosto semplice da rompere una volta che si hanno basi solide; dall'altra se non si comprendono certe meccaniche si arranca, e tanto, e la situazione peggiora con il proseguire del gioco.

 

15 ore fa, Robo@nte ha scritto:

Altra grande lacuna è il tactics, che hanno poi riproposto su PSP, però leggendo in giro in questi anni ho sempre sentito dire che è un titolo parecchio ostico, forse è questo che mi ha sempre frenato 

Qual è il tuo rapport con il mondo dei t-jrpg. Giusto per farmi un'idea.


"You don’t need qualifications to make a difference"

j5S4ipA.jpg

 

 

2gP07FJ.png

 

Richiedi qui le tue Retromedaglie

 

 

Share this post


Link to post
Qual è il tuo rapport con il mondo dei t-jrpg. Giusto per farmi un'idea.

Zero totale asd.gif

Mai giocato un jrpg tattico

 

Molti mi hanno consigliato il tactics per gba per partire, dovrebbe essere più semplice rispetto all’originale (così ho letto) :unsisi:

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


 

 

 

supermario96 ha scritto:
Ti capisco nuovaidea, a me ha fatto sempre cagÃ*re Il Signore Degli Anelli, altra saga strafamosa. Penso siano film vuoti, piatti, girati senza gusto, invecchiati malissimo, pesantissimi, noiosi, involontariamente comici e senza niente di innovativo.

Share this post


Link to post
Il 19/5/2020 alle 10:50 , Sil ha scritto:

Grazie mille :cuore:

Final Fantasy è una saga a cui tengo molto, è grazie a questi titoli se mi sono avvicinata ai jrpg. Ho cominciato con FFVIII su psx, comprato perché avevo visto la pubblicità in TV ed ero rimasta folgorata dai filmati. Visto che ero giovanissima mi ha letteralmente catturata. Una ricordo particolare che ho è che verso la fine del gioco, quando si arriva agli ultimi boss, non riuscivo a sconfiggerne uno in particolare e, convinta di aver sbagliato qualcosa, l'ho ricominciato da capo :rickds:

Non sapevo giocarlo al meglio e, complice il fatto che al tempo avevo solo quello e molto più tempo, non mi pesò rigiocarlo subito.

Da lì ho recuperato il VII, e man mano tutti quelli che sono arrivati dopo.

È una saga che giocherò sempre, pur con i suoi difetti, penso che non smetterò mai di comprarli. Ah, gli MMO li ho saltati perché non mi piace più il genere, ma per il resto penso che non potrò mai farne a meno.

FFVIII è stato il primo Final Fantasy per molti giocatori. :asd:

9 ore fa, Robo@nte ha scritto:

Zero totale asd.gif

Mai giocato un jrpg tattico

 

Molti mi hanno consigliato il tactics per gba per partire, dovrebbe essere più semplice rispetto all’originale (così ho letto) :unsisi:

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Quello per GBA non l'ho provato, ma ti consiglio di recuperare il Tactics PSX/PSP perchè, oltre ad essere un valido strategico, è un titolo con un'ottima trama. :sisi:


New-Kiseki-Key-Visual.jpg

 

Share this post


Link to post
Posted (edited)

Dunque come potete intuire dal mio nickname Final Fantasy é la mia saga preferita e considero il X un capolavoro degno di lode.

Ho finito FF 1 e 2 (Psp)- FF 3 (Ds)- FF 4 (Psp)- FF 7-8-9 e Tactics (Psx)- FF X/X-2 e il 12 (Ps2/Ps4)- FF 13 tutta la trilogia,FF 15 e il primo episodio del VII Remake.

Non ho mai giocato agli episodi online (XI e XIV) così come FF V e FF VI ho cercato di iniziarli su Ps Vita (comprandoli dallo Store) ma come meccaniche sono talmente retro che ho mollato subito anche se la trama é valida.

Degli Spin-off ho finito questi:

Dissidia e Crisis Core (Psp), FF Crystal Chronicles per Gamecube e due episodi per Ds,quello mediocre per Wii Crystal Bearers, il picchiaduro per Psx Ehrgeiz God Bless The Ring e Dirge of Cerberus (Ps2).


Allora i miei preferiti in assoluto sono il X seguito dal VII poi sul podio metto anche VIII in terza posizione.


A distanza considero l'esperienza del 13 nel suo insieme da 7,5 non la chiavica che alcuni vogliono far passare ma neanche degna dei capolavori del passato senza World Map libera da esplorare e con una trama troppo lineare.

Ormai da metà anni 2000 questa storica serie ha perso l'appeal di una volta e non é più considerata il punto di riferimento per quanto riguarda i giochi su console dagli appassionati.Hanno voluto monetizzare troppo sfornando seguiti e titoli non all'altezza così alla fine sì é persa la magia.Peccato

 

Edited by tidus79

allsta10.png

Share this post


Link to post
12 ore fa, Robo@nte ha scritto:

Molti mi hanno consigliato il tactics per gba per partire, dovrebbe essere più semplice rispetto all’originale (così ho letto) :unsisi:

Tactis Advance è un ottimo punto di partenza.

Longevo, complesso ma sempre molto permissivo.


La mia unica reticenza nel consigliartelo è il plot. Forse un po' troppo infantile.

 

Un altro, buon punto di partenza...è Jeanne d'Arc per PSP. 

Longevo, con una bella storia e con una buona curva di difficoltà.

 

2 ore fa, Vincent 86 ha scritto:

Quello per GBA non l'ho provato, ma ti consiglio di recuperare il Tactics PSX/PSP perchè, oltre ad essere un valido strategico, è un titolo con un'ottima trama. :sisi:

Io sarei restio a consigliare Tactis come "primo" tattico.

La parte impegnativa del gioco sono pur sempre i primi tre capitoli e per quanto sia un capolavoro, rischia di rovinarsi l'esperienza forzando la mano.

 

2 ore fa, tidus79 ha scritto:

e FF V e FF VI ho cercato di iniziarli su Ps Vita (comprandoli dallo Store) ma come meccaniche sono talmente retro che ho mollato subito anche se la trama é valida.

 

Ti conviene recuperare le versioni Advance uscite originariamente  su GBA e poi portate su iOS,Android e Steam.

Su Steam in particolare, trovi anche le mod che ti permettono di mettere una pezza all'orrendo filtro grafico della versione mobile.

 

Fallo perché FFVI è un titolo che va vissuto.


"You don’t need qualifications to make a difference"

j5S4ipA.jpg

 

 

2gP07FJ.png

 

Richiedi qui le tue Retromedaglie

 

 

Share this post


Link to post
Quello per GBA non l'ho provato, ma ti consiglio di recuperare il Tactics PSX/PSP perchè, oltre ad essere un valido strategico, è un titolo con un'ottima trama. sisi.gif

Il problema è che non avendo mai toccato un t-jrpg partire con il più tosto non so quanto sia buono. A provarlo prima o poi lo proverò, ma preferisco farmi le ossa con qualcosa di meno impegnativo all’inizio

 

Cut

Me lo ricordo jeanne d’arc, pensa, neanche ricordavo fosse uno strategico asd.gif

Me lo segno. Ma invece i Fire Emblem come sono? Anche i più “recenti” per 3ds magari

 

Anche tactics ogre per gba mi hanno consigliato in molti, ma, ahimè, anche questo dovrebbe essere tostuccio

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


 

 

 

supermario96 ha scritto:
Ti capisco nuovaidea, a me ha fatto sempre cagÃ*re Il Signore Degli Anelli, altra saga strafamosa. Penso siano film vuoti, piatti, girati senza gusto, invecchiati malissimo, pesantissimi, noiosi, involontariamente comici e senza niente di innovativo.

Share this post


Link to post
Secondo alcuni, potremmo già essere vicini all'annuncio di FFXVI.
Non ho ancora letto nulla a riguardo, io spero che tornino ad atmosfere meno moderne rispetto al XV

Mi manca un bel jrpg fantasy ambientato in periodi più "antichi"

Share this post


Link to post
2 minuti fa, Aftermath ha scritto:

Mi manca un bel jrpg fantasy ambientato in periodi più "antichi"

Sono quasi tre anni che non rilasciano news di alcun tipo ma ci sarebbe Project Re Fantasy.

 

...poi è chiaro, è più plausibile che esca SMTV prima di lui, però c'è.

Lo hanno "presentato" in quel modo.

 

2 ore fa, The Fool ha scritto:

Secondo alcuni, potremmo già essere vicini all'annuncio di FFXVI.

Speculazioni personali o abbiamo già qualche pseudo fonte?

 

2 ore fa, tidus79 ha scritto:

Lo so Geddoe sperare in un remake come per il VII sarà chiedere troppo ?

A suo tempo lessi che per FFV e FFVI erano in programma dei remake in stile III e IV su DS ma poi non se ne fece più nulla.

Non me la sento di fare speculazioni, non con il progetto VII remake che va a gonfie vele e che, plausibilmente, sarà IL remake ad alto budget che terrà banco negli anni a venire :ahsisi:

 

2 ore fa, Robo@nte ha scritto:

Ma invece i Fire Emblem come sono? Anche i più “recenti” per 3ds magari

Dei titoli  su 3DS punterei per direttissima su Awakening.

Introduce numerose ed importanti novità, una difficoltà estremamente flessibile ed adatta a tutti i tipi di giocatore(con la possibilità persino di scegliere se rimuovere o meno il perma death) rimanendo però allo stesso tempo legata alle origini.

 

Questo in super sintesi non voglio appesantirti troppo^^

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

j5S4ipA.jpg

 

 

2gP07FJ.png

 

Richiedi qui le tue Retromedaglie

 

 

Share this post


Link to post

 

 

 

cut

 

 

Diciamo che dopo FF7R, il mio sogno sarebbe un 16 con il CS basato su quello e con ambientazioni fantasy (anche solo qualcosa come il 12)

 

Speriamo esca qualcosa il prima possibile, con tutto l'amore che si può volere per roba come i Persona, SMV, ecc sento il bisogno di un fantasy medievale bruniii.gif

 

Share this post


Link to post
12 ore fa, Aftermath ha scritto:

Non ho ancora letto nulla a riguardo, io spero che tornino ad atmosfere meno moderne rispetto al XV

Mi manca un bel jrpg fantasy ambientato in periodi più "antichi"

 

11 ore fa, Geddoe ha scritto:

Sono quasi tre anni che non rilasciano news di alcun tipo ma ci sarebbe Project Re Fantasy.

 

...poi è chiaro, è più plausibile che esca SMTV prima di lui, però c'è.

Lo hanno "presentato" in quel modo.

 

Speculazioni personali o abbiamo già qualche pseudo fonte?

 

A suo tempo lessi che per FFV e FFVI erano in programma dei remake in stile III e IV su DS ma poi non se ne fece più nulla.

Non me la sento di fare speculazioni, non con il progetto VII remake che va a gonfie vele e che, plausibilmente, sarà IL remake ad alto budget che terrà banco negli anni a venire :ahsisi:

 

Dei titoli  su 3DS punterei per direttissima su Awakening.

Introduce numerose ed importanti novità, una difficoltà estremamente flessibile ed adatta a tutti i tipi di giocatore(con la possibilità persino di scegliere se rimuovere o meno il perma death) rimanendo però allo stesso tempo legata alle origini.

 

Questo in super sintesi non voglio appesantirti troppo^^

 

 

Un nuovo "insider" su Resetera. Credo sempre pochissimo agli "insider". Qui su gamesforum soprattutto, dopo la brutta esperienza che tutto il forum ebbe con Prokanon, credo tutti sarete un po' più accorti.

Però... questo dicono sia "verificato" dagli admin di Resetera. In passato anche un "verificato" si rivelò un ciarlatano, ma immagino comunque non sia facilissimo superare la prova dello staff. Voglio dire che: meglio un "verificato" di Era che uno uscito dal nulla.

 

Non ha detto niente di che, comunque. Solo "è in lavoro già da qualche anno, e sarà annunciato prima di quanto la gente creda". L'averlo detto in questo periodo, inoltre, ha portato a facili associazioni con i reveal della next gen che si terranno a giugno-luglio.

 

___________________________________________________________________

 

Nonostante io non sia un purista dei turni, e adori anche i sistemi action, mi piacerebbe vedere più jrpg "grossi" sui turni. A parte Persona 5 e DQXI... da quant'è che non si vedono turni veri su un jrpg di rilievo?

Sul setting: qualsiasi va bene. L'importante è come lo rendi. Parecchi credono che in FFXV il problema sia del setting moderno: scusate, ma quello di Persona non è lo stesso? Sì. La differenza sta nel fatto che Persona te lo rende col cel shading, colorful e stylish che ti danno l'illusione di un "fantasy" pure a Shibuya, mentre FFXV ti mette i volti fotorealistici, i colori e l'illuminazione classici, e diventa visivamente noiosissimo. Quindi per me va bene qualsiasi setting (tranne eccessivamente sci-fi, che sono il setting che meno tollero. L'importante è che rendano il tutto visivamente accattivante e non "GTA fantasy"

 

PS: il forum era perfetto quando l'ho lasciato. Sarò io, ma tante funzioni mi sembrano peggiorate. Non riesco neanche a postare sopra i messaggi quotati per scrivere qualcosa che non si riferisca a nessun post in particolare :morrisb2: Come si fa?

Share this post


Link to post



 
Un nuovo "insider" su Resetera. Credo sempre pochissimo agli "insider". Qui su gamesforum soprattutto, dopo la brutta esperienza che tutto il forum ebbe con Prokanon, credo tutti sarete un po' più accorti.
Però... questo dicono sia "verificato" dagli admin di Resetera. In passato anche un "verificato" si rivelò un ciarlatano, ma immagino comunque non sia facilissimo superare la prova dello staff. Voglio dire che: meglio un "verificato" di Era che uno uscito dal nulla.
 
Non ha detto niente di che, comunque. Solo "è in lavoro già da qualche anno, e sarà annunciato prima di quanto la gente creda". L'averlo detto in questo periodo, inoltre, ha portato a facili associazioni con i reveal della next gen che si terranno a giugno-luglio.
 
___________________________________________________________________
 
Nonostante io non sia un purista dei turni, e adori anche i sistemi action, mi piacerebbe vedere più jrpg "grossi" sui turni. A parte Persona 5 e DQXI... da quant'è che non si vedono turni veri su un jrpg di rilievo?
Sul setting: qualsiasi va bene. L'importante è come lo rendi. Parecchi credono che in FFXV il problema sia del setting moderno: scusate, ma quello di Persona non è lo stesso? Sì. La differenza sta nel fatto che Persona te lo rende col cel shading, colorful e stylish che ti danno l'illusione di un "fantasy" pure a Shibuya, mentre FFXV ti mette i volti fotorealistici, i colori e l'illuminazione classici, e diventa visivamente noiosissimo. Quindi per me va bene qualsiasi setting (tranne eccessivamente sci-fi, che sono il setting che meno tollero. L'importante è che rendano il tutto visivamente accattivante e non "GTA fantasy"
 
PS: il forum era perfetto quando l'ho lasciato. Sarò io, ma tante funzioni mi sembrano peggiorate. Non riesco neanche a postare sopra i messaggi quotati per scrivere qualcosa che non si riferisca a nessun post in particolare :morrisb2: Come si fa?


Concordo su questo, diciamo che ho grosse aspettative per FF 16, anche perché per ora Square è l'unica a potersi permettere(economicamente) di fare un jrpg AAA e dopo FF7R, sembra essersi ripresa anche dal punto di vista qualitativo.

Il mio più grosso rammarico della scorsa gen ad esempio, è stato White Knight Chronicles, che se fosse andato meglio magari avremmo avuto un WKC 3 AAA da parte di Sony :bruniii:



E comunque, è anche un po' diciamo la prova del fuoco per SE, dopo il remake (che comunque era magari più "semplice" da gestire per farci un prodotto di qualità), vedremo come gestiranno un prodotto completamente nuovo

Che è un po' come per Capcom, vedremo poi come sarà RE8 dopo i due remake

Share this post


Link to post
19 minuti fa, Aftermath ha scritto:


 

 


Concordo su questo, diciamo che ho grosse aspettative per FF 16, anche perché per ora Square è l'unica a potersi permettere(economicamente) di fare un jrpg AAA e dopo FF7R, sembra essersi ripresa anche dal punto di vista qualitativo.

Il mio più grosso rammarico della scorsa gen ad esempio, è stato White Knight Chronicles, che se fosse andato meglio magari avremmo avuto un WKC 3 AAA da parte di Sony :bruniii:



E comunque, è anche un po' diciamo la prova del fuoco per SE, dopo il remake (che comunque era magari più "semplice" da gestire per farci un prodotto di qualità), vedremo come gestiranno un prodotto completamente nuovo

Che è un po' come per Capcom, vedremo poi come sarà RE8 dopo i due remake

 

 

Sony+jrpg è una cosa finita e morta nell'era PS1, con Legaia e Legend of Dragoon. Purtroppo.

Tutto ciò che è venuto dopo è stata una lenta discesa, fingendo di fregarsene, ma lentamente ammosciando i tentativi. Fino alla gen PS4: la prima in cui ufficialmente ha smesso talmente apertamente, da non aver neanche fatto finta di finanziarne UNO modesto. Dal momento che i third party giappi progressivamente smettono di andare di esclusiva, e visto che Nintendo si è ripresa, alla piattaforma Playstation non restano più in esclusiva neanche i Tales of, Persona, Ys, Kiseki vari, a breve. First party jrpg neanche per il cazzo. E quindi niente, imho PS5 rischia di NON essere la console dei jrpg, per la prima volta nella storia home di Sony.

Mi illudo nella speranza che le grandi vendite e resurrezione del genere con jrpg che non hanno neanche un gran budget (Persona e Nier) possa convincere Sony a ricredere un po' di più nel genere. Ma ci conto pochissimo.

Share this post


Link to post



 
Sony+jrpg è una cosa finita e morta nell'era PS1, con Legaia e Legend of Dragoon. Purtroppo.
Tutto ciò che è venuto dopo è stata una lenta discesa, fingendo di fregarsene, ma lentamente ammosciando i tentativi. Fino alla gen PS4: la prima in cui ufficialmente ha smesso talmente apertamente, da non aver neanche fatto finta di finanziarne UNO modesto. Dal momento che i third party giappi progressivamente smettono di andare di esclusiva, e visto che Nintendo si è ripresa, alla piattaforma Playstation non restano più in esclusiva neanche i Tales of, Persona, Ys, Kiseki vari, a breve. First party jrpg neanche per il cazzo. E quindi niente, imho PS5 rischia di NON essere la console dei jrpg, per la prima volta nella storia home di Sony.
Mi illudo nella speranza che le grandi vendite e resurrezione del genere con jrpg che non hanno neanche un gran budget (Persona e Nier) possa convincere Sony a ricredere un po' di più nel genere. Ma ci conto pochissimo.


Io un po' ci spero, come magari sta davvero puntando di nuovo sugli horror (se le voci su silent hill saranno confermate) forse potrebbe riprovarci di nuovo con un jrpg, magari partendo come un piccolo progetto come lo sono stati Concrete Genie o i Gravity Rush

D'altronde, se dobbiamo aspettare i tempi di Atlus e Square per avere nuovi jrpg che non siano magari di nicchia (come ad esempio i vari titoli Gust/Falcom), c'è da diventare vecchi :sadfrog:

Share this post


Link to post
13 minuti fa, Aftermath ha scritto:


 

 


Io un po' ci spero, come magari sta davvero puntando di nuovo sugli horror (se le voci su silent hill saranno confermate) forse potrebbe riprovarci di nuovo con un jrpg, magari partendo come un piccolo progetto come lo sono stati Concrete Genie o i Gravity Rush

D'altronde, se dobbiamo aspettare i tempi di Atlus e Square per avere nuovi jrpg che non siano magari di nicchia (come ad esempio i vari titoli Gust/Falcom), c'è da diventare vecchi :sadfrog:

 

 

Eh lo so. Purtroppo SQEX è persa nella sua solitamente-pessima gestione, e comunque è un terno al lotto con la qualità della sua roba. Senza parlare del fatto che, giustamente, da AAA, hanno limiti rispetto ad altri. E Atlus è diventata il milking club per gli otaku. L'unica che un po' è rimasta fedele a sé stessa anche sta gen, coi jrpg, forse è Bamco, per via dei Tales, e persino un Dot Hack ripescato (giocatelo!).

 

Se Sony ci riprova con una roba minore non è l'ideale, imho. Si fa la fine di WKC: non ci credi abbastanza/ingaggi la gente sbagliata=> floppi=> "eh ma il genere è morto. Non ne faremo più".

Se devono provarci devono farlo direttamente con una roba che devono spingere. Non per forza AAA, ma un AA quanto meno. Roba che se la giochi bene almeno con un Nier, ma che sia mediaticamente spinta e ambiziosa con le vendite.

Share this post


Link to post
17 ore fa, Geddoe ha scritto:

Tactis Advance è un ottimo punto di partenza.

Longevo, complesso ma sempre molto permissivo.


La mia unica reticenza nel consigliartelo è il plot. Forse un po' troppo infantile.

 

Un altro, buon punto di partenza...è Jeanne d'Arc per PSP. 

Longevo, con una bella storia e con una buona curva di difficoltà.

 

Io sarei restio a consigliare Tactis come "primo" tattico.

La parte impegnativa del gioco sono pur sempre i primi tre capitoli e per quanto sia un capolavoro, rischia di rovinarsi l'esperienza forzando la mano.

 

 

Ti conviene recuperare le versioni Advance uscite originariamente  su GBA e poi portate su iOS,Android e Steam.

Su Steam in particolare, trovi anche le mod che ti permettono di mettere una pezza all'orrendo filtro grafico della versione mobile.

 

Fallo perché FFVI è un titolo che va vissuto.

Questo a me manca, ma era un prodotto interno SONY?

1 ora fa, The Fool ha scritto:

 

Sony+jrpg è una cosa finita e morta nell'era PS1, con Legaia e Legend of Dragoon. Purtroppo.

Tutto ciò che è venuto dopo è stata una lenta discesa, fingendo di fregarsene, ma lentamente ammosciando i tentativi. Fino alla gen PS4: la prima in cui ufficialmente ha smesso talmente apertamente, da non aver neanche fatto finta di finanziarne UNO modesto. Dal momento che i third party giappi progressivamente smettono di andare di esclusiva, e visto che Nintendo si è ripresa, alla piattaforma Playstation non restano più in esclusiva neanche i Tales of, Persona, Ys, Kiseki vari, a breve. First party jrpg neanche per il cazzo. E quindi niente, imho PS5 rischia di NON essere la console dei jrpg, per la prima volta nella storia home di Sony.

Mi illudo nella speranza che le grandi vendite e resurrezione del genere con jrpg che non hanno neanche un gran budget (Persona e Nier) possa convincere Sony a ricredere un po' di più nel genere. Ma ci conto pochissimo.

Ma non è vero, i Wild Arms erano tutti validi, anche il 5 per quanto inferiore sia al 4 che al 3 era un buonissimo titolo, al massimo me da dopo quelli che è cominciato il declino del genere da parte di SONY


 

FlareZero.png

 

Now Playing |  Fate/Grand Order: Cosmos in the Lostbelt - Android  , Assassin's Creed: Origins - PS4

 

Twitter - Youtube - Twitch - My Backloggery

 

Share this post


Link to post



 
Eh lo so. Purtroppo SQEX è persa nella sua solitamente-pessima gestione, e comunque è un terno al lotto con la qualità della sua roba. Senza parlare del fatto che, giustamente, da AAA, hanno limiti rispetto ad altri. E Atlus è diventata il milking club per gli otaku. L'unica che un po' è rimasta fedele a sé stessa anche sta gen, coi jrpg, forse è Bamco, per via dei Tales, e persino un Dot Hack ripescato (giocatelo!).
 
Se Sony ci riprova con una roba minore non è l'ideale, imho. Si fa la fine di WKC: non ci credi abbastanza/ingaggi la gente sbagliata=> floppi=> "eh ma il genere è morto. Non ne faremo più".
Se devono provarci devono farlo direttamente con una roba che devono spingere. Non per forza AAA, ma un AA quanto meno. Roba che se la giochi bene almeno con un Nier, ma che sia mediaticamente spinta e ambiziosa con le vendite.


Il problema di bamco è che solo Tales of arise sembra un progetto per questa gen, si è svegliata solo ora da questo punto di vista :asd:

No ma infatti intendevo più un AA come progetto, qualcosa che si posizioni a metà fra un Days gone e un Concrete genie

Share this post


Link to post
15 ore fa, Geddoe ha scritto:

Dei titoli  su 3DS punterei per direttissima su Awakening.

Introduce numerose ed importanti novità, una difficoltà estremamente flessibile ed adatta a tutti i tipi di giocatore(con la possibilità persino di scegliere se rimuovere o meno il perma death) rimanendo però allo stesso tempo legata alle origini.

 

Questo in super sintesi non voglio appesantirti troppo^^

 

Allora mi segno pure lui. Grazie per tutte le info! 


 

 

 

supermario96 ha scritto:
Ti capisco nuovaidea, a me ha fatto sempre cagÃ*re Il Signore Degli Anelli, altra saga strafamosa. Penso siano film vuoti, piatti, girati senza gusto, invecchiati malissimo, pesantissimi, noiosi, involontariamente comici e senza niente di innovativo.

Share this post


Link to post
Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...