Vai al contenuto
L'Ammiraglio

in corso Children Of The Wales | Star Britain | Doppiato su Brexit

Messaggi raccomandati

Episodio 05: Bellissimo questo episodio e ricco di informazioni:

 

 

Scopriamo che i nous sono sostanzialmente le anime delle navi che galleggiano sul mare di sabbia e ogni nave ne ha uno.

Gli anziani tentano di danneggiare il nous Falena per mettere in atto il loro piano ma Chakuro e soprattutto Lykos si oppongono. Quest'ultima

si fa addirittura colpire da una freccia per difendere Falena in quanto non vuole che gli abitanti della Mud Whale muoiano, non li vede come peccatori,

anzi dice che sono la speranza di quel mondo. Il vecchiaccio continua a dire che sono peccatori invece mentre Chakuro ricorda come Lykos,

pur venendo dal mondo esterno, li abbia capiti ed apprezzati. Alla fine le truppe si oppongono ad Hakuji vedendo Lykos ferita e l'attacco cessa.

Scopriamo grazie a Lykos che l'Impero possiede 8 navi e che la nave dove si trovava il nous Lykos è stata attaccata

da una nave ostile all'Impero, quindi ci sono anche altre nazioni che non sono a conoscenza dell'esistenza di Falena però. Falena inoltre è l'unico

nous che non può mangiare le emozioni quindi il peccato è proprio quello di vivere con le emozioni come dicevamo.

Interessante sapere che gli abitanti dell'Impero crescono proprio con la consapevolezza che gli abitanti di Falena siano peccatori e Lykos ha

capito che è tutto errato vivendo tra loro per un po'.

Il piano è quello di cercare alleati tra le nazioni straniere oltre l'Impero e di resistere intanto al nuovo attacco di Skylos, l'unica cosa

possibile suppongo.

 

Non ho ancora ben capito il rapporto che c'è tra Neri e il nous Falena, lei è lo spirito di Falena? E se sì perché il nous Lykos non ne aveva uno

nonostante fosse ancora 'attivo'?

 

Amo Neri comunque :sisi:


"Listen to my story, this may be our last chance"

 

Risultati immagini per violet evergarden side story

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visti i primi 3 episodi

 

 

interessante la premessa della storia, non mi aspettavo certe morti già al terzo episodi visto che son tutti presenti anche nella sigla ( pensavo ad un qualche salvataggio in extremis, invece son proprio morti).

 

Ora mi chiedo come possano reggere al secondo attacco, visto che da quel che vedo sono pacifisti fino al midollo, vedremo...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 7

 

 

Altro episodio di ottimo livello, il tanto atteso attacco di Skylos è arrivato e gli abitanti di Falaina si difendono alla meglio. Unico problema ancora una volta la soundtrack per me, oltre alla scena un po assurda in cui l'anziano spinge giu dalla torre i due soldati :asd: Finale triste ma a quel punto scontato, era chiarissimo fosse una trappola. Per il resto curiosissimo di vedere lo scontro tra il biondino e il pazzo coi capelli rosa.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 5

 

 

World Building, rivelazioni, conflitti,domande, risposte ed ideologie.

Non manca veramente niente in questo quinto episodio in cui spicca la figura di Lykos.

 

La prigioniera , l'apathoia che ha imparato ad amare la balena ed i suoi abitanti.

Scelta che l'ha portata dapprima a fare da scudo al Nous e che a breve la porterà a mettersi contro il suo paese e forse, ancora più importante, contro la sua famiglia.

 

Una presa di posizione del tutto differente da quella del capitano.

Personaggio eccentrico e nichilista che sembra possedere conoscenze solitamente inaccessibili ad un marchiato.

Forse per via del suo ruolo, forse per via della "maledizione" di cui ha parlato ed il cui "marchio"(termine ridondante lo so) svetta sull'occhio coperto dalla benda.

 

è l'unico che equipara la vita ad una "sofferenza" ed è l'unico a cui sembra non dispiacere l'idea del suicidio di massa(gli anziani, pur nella loro cieca fede nella filosofia della non violenza erano profondamente turbati e combattuti).

Una nemesi perfetta per Ouni, il quale sembra aver superato la malinconia a cui si era lasciato andare in seguito alla morte dei suoi amici, per affrontare a testa alta quel che resta della sua (breve) vita.

...si, lo so. Il combattimento fra Ouni ed il capitano è penoso ma dopo i soldati che attaccano uno alla volta AC style mi ero "preparato".

 

Con il consiglio messo da parte e Suou che assume ufficialmente il ruolo di capotribù è anche il momento di ottenere qualche risposta seppur parziale.

Parziale perché la verità che ci viene detta è la verità di Lykos che per quanto sorella del capitano della Skylos sembrerebbe essere un semplice soldato di fanteria e non un ufficiale.

La Skylos è solo una delle otto navi che compongono la flotta del suo paese, dell'impero di cui abbiamo tanto sentito nominare oltre ad esse vi è una nave "madre" e degli insediamenti su un non meglio specificato continente.

 

Fra le navi della flotta dovrebbe essere annoverata anche la "Lykos" e qui mi sento di fare una piccola digressione.

La "Lykos" era stata parzialmente distrutta e lasciata alla deriva dopo lo sterminio di tutti i suoi abitanti ma il Nous non è stato rubato.

Perché è importante? Il nous è il cuore delle navi che solcano il mare di sabbia come abbiamo potuto verificare all'inizio dell'episodio anche solo colpire il Nous ha effetti devastanti sulla struttura della nave...dunque perché il Nous Lykos è stato lasciato "intatto" ed al suo posto?

 

è una questione abbastanza spinosa

Nonostante sia solo una prima verità, secondo Lykos la condanna verso i peccatori di Falena è stata cambiata da esilio a sterminio, proprio per non far cadere un Nous nelle mani di paesi stranieri i quali hanno(da poco a quanto pare) acquisito la capacità di solcare il mare di sabbia con metodi a noi sconosciuti e se quei metodi comprendessero l'utilizzo dei Nous quanto successo Nous Lykos sarebbe ancora più strano.

 

Perché lasciare alla deriva, indifeso ed alla portata di tutti, un qualcosa che ha il potere di privare le persone delle proprie emozioni e controllare il cuore degli uomini? L'unica spiegazione è che l'assalto del paese straniero sia stato respinto al prezzo della vita di tutti i compagni di Lykos ma dubito che si scaverà ulteriormente su questo punto...a differenza dell'inferno di Falena, su cui abbiamo ricevuto una importante testimonianze.

 

Il mini flashback sull’infanzia di Lykos è davvero prezioso, i bambini dell'impero vengono "indottrinati" fin dalla più tenera età con l'idea che Falena sia un luogo che ha rifiutato la soppressione delle emozioni, decidendo di vivere in un luogo ricolmo d'astio e pieno d'odio...un peccato che questo momento sia totalmente rovinato da quanto visto in precedenza.

Il personaggio di Liontari ed il suo definire Falena "paradiso" continua a non avere alcun senso.

 

I Nous sembrano a tutti gli effetti degli esseri viventi ed il Nous Falena a quanto pare è "difettoso".

Secondo Lykos il Nous Falena ha fallito nel suo "compito", a differenza degli altri Nous non è "capace" di derubare delle emozioni(e questo potrebbe giustificare le enormi differenze estetiche fra i due Nous visti fino ad ora) ma allora perché i soldati dell'impero vogliono recuperare un Nous difettoso?

 

E parlando di Nous non si può non citare Neri, sempre più determinante

La bambina ha definito il Nous "madre" prima di esserne "avvolta" temporaneamente, che cosa è esattamente? è per via di questo legame che possiede quei poteri e che sembra poter parlare a nome di Falena, come se ci fosse un collegamento "diretto" fra il Nous e la bambina?

 

Sembra muoversi sempre e solo per il bene della balena ha liberato l'anziano dal suo fardello e Chakuro si è mosso, forse come aveva sperato.

Il ragazzo ha abbracciato nel bene e nel male il suo ruolo di archivista, elaborato un piano per mettere fuori gioco la Skylos e stabilito, insieme a Lykos e Suou, un obiettivo anzi, una speranza che permetta alla comunità di tirare avanti.

 

Se gli abitanti dell'impero, il luogo da cui provengono, li considerano dei peccatori...allora cercheranno degli alleati.

Qualcuno la fuori che possa accettarli per quello che sono.

è "solo" una speranza(se anche gli altri paesi usano i Nous è probabile che possano considerare anche loro la Falena una eresia) ma è quel tanto che basta per continuare a vivere e combattere per salvare la balena da quella insensato violenza.

 

In ultima sede...si cita il misterioso figuro con le treccine bionde, nelle anticipazioni sembrava avvicinarsi a Suou, quasi a minacciarlo, una spia forse?

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

wtt9ac.jpg

 

 

bUqYU4D.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

EPISODIO 7

 

 

Un altro bell'episodio, tranne per due cose che non ho apprezzato.

 

La prima è la canzone della gemella di Neri, non so messa in quel punto mi è sembrato che spezzasse troppo il climax della battaglia imminente, ma magari è solo un'impressione mia :asd: Bella però!

 

La seconda è la già citata scena del vecchio che 1) resiste alla ferita mortale dei soldati 2) li spaventa a morte e li spinge di sotto dalla torre, ok che questo è un fantasy ma c'è un limite alla sospensione dell'incredulità :rickds:

 

Il resto va bene, anzi benissimo. Finalmente inizia il nuovo attacco di Skylos a Falaina, la regia nelle scene d'azione stavolta è all'altezza e ci regala momenti di assoluto rilievo come Ouni che spadroneggia tra i soldati nemici, o (scena migliore dell'episodio) i bambini che si divertono a uccidere e consegnano a Suou l'arma insanguinata sotto gli occhi sconvolti di quest'ultimo. Il cinismo è indubbiamente uno dei punti forti di questa serie, ed il finale ce lo dimostra efficacemente. Forse la censura e la leggerezza di alcune scene attenuano un po' questo aspetto (nel manga la violenza si nota decisamente di più e contrasta con lo stile pulito e grazioso dell'autrice), ma nulla di compromettente.

 

Il tizio col caschetto rosa merita di morire sotto atroci sofferenze, tizio bendato fagli il mazzo! :gab:

 


l8KfXPb.png

 

Currently playing: Fire Emblem Three Houses, The Messenger (Switch); Crash Team Racing Nitro-Fueled (PS4)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 06:

Episodio più tranquillo in cui viene mostrato l'allenamento degli abitanti della Balena che si preparano all'attacco dell'Impero.

La vecchia Rasha si adira perché all'attacco parteciperanno anche i bambini ma non propone altre soluzioni tanto per cambiare, meglio

farli morire lo stesso senza combattere :asd:.

Ouni da piccolo era identico ad ora di carattere :asd:. L'altro col caschetto gli promette che un giorno avrebbero lasciato la Balena ed

è intenzionato a mantenere la promessa nel presente, poi rivela le sue paure a Ouni: scena che mi è piaciuta e che ho letto come una sincera

e quasi disperata ''dichiarazione'' nei confronti di un amico in una situazione che può portare tutti alla morte da un momento all'altro.

Tsunderina Lykos prepara un vestito per Chakuro e glielo dona rivelando al contempo qualcosa che sembra andare oltre l'affetto.

 

Solito discorso del capovillaggio che incoraggia gli abitanti preparandoli al peggio. Pur nella sua semplicità ho gradito molto il giorno

del ''ritorno della sabbia'' in quanto la sua apparente banalità è presto arricchita di un'ulteriore

nobile significazione: le anime unite alla sabbia tornano tra gli abitanti nuovamente spargendosi nell'aria, meraviglioso.

Scena raccapricciante tra il comandante e la moglie Sienna: capisco che il tipo sia un nichilista ma un minimo di cuore per lei in una situazione

simile potrebbe mostrarlo, povera donna. Poi arriva la gemella di Neri (what? :morris82:) che dice che la sorella sta curando il nous Falena e che rivelerà tutti i segreti della balena

a Chakuro se dovesse riuscire a sopravvivere all'attacco.

Alla fine, nella tempesta di sabbia, ecco comparire Skylos mentre i nostri si preparano ad invadere la nave nemica per distruggerne il nous.

 


"Listen to my story, this may be our last chance"

 

Risultati immagini per violet evergarden side story

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 8

 

 

Le scene di combattimento continuano a rimanere tra le piu deboli, ma lo scontro tra il biondo e il tizio coi capelli rosa è stato buono direi :sisi: Però ancora una volta ci sono delle situazioni un pò assurde (Ouni che sbuca dal nulla e riesce a prendere in ostaggio il leader del gruppo di soldati e se non sbaglio ce ne era anche un altro che in questo momento non mi viene). Insomma non una brutta puntata, ma neanche convincente appieno

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 7

 

 

Spero che Ryodari muoia come peggio non si possa :asd:. Per il resto è andata come si pensava, non è finita fortunatamente.

Il vecchio li ha chiaramente intimiditi perché era brutto come pochi.

 

 

Episodio 8

 

 

Del flashback su Ryodari ne avrei fatto volentieri a meno, meglio la sua fine, si spera definitiva. Vediamo come Ouni o chi altri riuscirà a ribaltare le cose all'interno di Skylos.

 


SeDDJJj.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

EPISODIO 8

 

Vedo che non sono l'unico a non aver accolto bene questa puntata ;p

 

Più di metà è stata occupata dallo scontro tra il bendato e Liodari, dal flashback di quest'ultimo e dalla sua fine (godo :asd: ), che ho trovato veramente troppo frettolosi e poco efficaci. Insomma, un personaggio di cui avrei fatto volentieri a meno. Non solo perché insopportabile (questo lo potrei anche accettare) ma perché il suo inserimento non ha portato nulla di concreto alla trama, se non evidenziare ancora una volta il contrasto tra l'anima nichilista e cinica del bendato e quella più gentile e caritatevole di Suou-sama. Ma oramai quello l'abbiamo capito.

 

Va già meglio sul finale, dove vediamo ancora una volta Ouni in azione e una rivelazione (presumo) abbastanza importante su quest'ultimo. Chissà cosa succederà nel prossimo episodio!

 

 

EPISODIO 9

 

Questo invece è promosso. Un po' me l'aspettavo che sarebbe stato l'amichetto di Ouni a fare una brutta fine e non lui, dovevo scommetterci :asd: La sua morte manda in bestia il nostro caro Ouni che rivela finalmente il suo vero potere di daimon della Falaina, ovvero... far crescere piante e fiori blu dal nulla? :D Indubbiamente curioso e stravagante, ma ancora una volta questa sequenza mi ha ricordato Nausicaa di Miyazaki e dunque non posso che apprezzare :ahsisi: Bello anche l'addio definitivo fra i due.

 

La parte successiva con Chakuro e Lykos che incontrano lo "strambo archivista" (come l'ho ribattezzato :rickds: ) non mi è piaciuta particolarmente, belle alcune frasi ma mi è sembrata un po' delirante, con tutti quei discorsi su memoria, morte, ricordi e così via. Dato che 99 su 100 non troveremo queste risposte nell'anime (a meno di una seconda stagione che però chissà quando arriverà), meno male che possiamo proseguire con il manga!

 

Insomma, due episodi che a mio parere concludono questa parte del combattimento senza quel guizzo in più che mi sarei aspettato. Vediamo cosa ci riservano gli ultimi tre.

 


l8KfXPb.png

 

Currently playing: Fire Emblem Three Houses, The Messenger (Switch); Crash Team Racing Nitro-Fueled (PS4)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 9

 

 

In questo episodio ho trovato i combattimenti decisamente migliori, molto bella la parte iniziale con Ouni e Nibi che combattono insieme, e veramente triste la morte di quest'ultimo. La parte successiva sinceramente non mi ha convinto appieno, un pò troppo filosofica forse :asd: C'è da capire perche il Nous muore ma quella specie di "fata" (che dovrebbe essere legata al Nous stesso) continua a vivere e addirittura sembra intenzionata ad aiutare gli abitanti di Falaina, nonostante continui a chiamarli peccatori :hmm:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 6...

 

 

Non un calma prima della tempesta ma, letteralmente, calma e tempesta.

O quantomeno il suo principio.

 

La "tempesta" concentrata nei suoi minuti finali, che non sa neanche di "climax" per la naturalezza con cui sopraggiunge, accompagna un intermezzo forse meno "ricco" di rivelazioni ma che sviluppa e approfondisce diversi personaggi, alcuni dei quali fino ad ora solo sullo sfondo, introducendone anche di nuovi.

 

Fra costoro la prima in ordine di apparizione è l'anziana Rasha.

La figura incappucciato cosi "sospetta" intravista sul finale del precedente episodio.

Figura che pur essendo entrata nel consiglio da soli due anni...sembra "molto" più anziana di quello che dovrebbe essere.Forse è per via della sua salute, che potrebbe averle anche impedito di attendere alle riunioni del consiglio ma forse, potrebbe esserci dell'altro.

 

Le parole che ha per Suou è per il suo entourage sono fortemente critiche.

Il neo capotribù cosi come tutti i suoi compagni, ha perso qualcuno di importante durante il primo assalto della Skylos eppure, anche volendo, non potrà fare niente.

Né per vendicarsi(sentimento estraneo a Suou, ma presente in ad esempio in Kuchiba) né tantomeno per difendere la loro famiglia.

 

Che è un collegamento fortissimo e diretto con i primissimi minuti...cosi come con il titolo dell'episodio.

Li abbiamo visti con i nostri occhi.

Dei bambini piccolissimi che impugnano degli archi e che scoccano delle frecce, quando la Thymia non dovrebbe essere mai utilizzata per fare del male un altro essere umano. E questo perché ancor prima di essere "costretti" a letto, i Marchiati vedono il proprio potere diminuire intorno ai vent'anni. Solo gli individui più giovani, i bambini, possono effettivamente difendere la balena. E nel farlo...potrebbero morire o essere costretti ad uccidere.

 

è una scelta che hanno preso loro, che non potranno fare nulla se non restare a guardare.

Queste parole, pur gravando come un macigno sulla coscienza di Suou, non influenzano la sua precednte decisione: non possono permettersi di non fare nulla e accettare cosi candidamente di essere massacrati per ragioni che non conoscono.

E queste parole, smuovono la vecchia Rasha che sembra..."soddisfatta" dalla decisione del neo capotribù.

 

Il quale pur trovando la forza e la parole per unire gli abitanti si sente in colpa per aver "privato" o quantomeno di aver "tentato" di privare gli abitanti ed i bambini in particolare, della cerimonia del lancio della sabbia.

Un evento visivamente molto meno suggestivo rispetto alla migrazione delle cavallette viste nel secondo episodio ma che però "scioglie" in tutti i sensi i personaggi.

Scioglie i limiti comportamentali, scioglie le differenze di ruolo, scioglie la necessità di trattenersi e...di piangere.

Perché dietro se è alla sabbia che tornano gli abitanti della balena dopo la morte allora con questo semplici gesti i loro cari tornano da loro.

 

Possono stare di nuovo insieme seppur per un brevissimo momento.

Il nostro protagonista è in pena, perché in questa sede si ritrova a ridere proprio a pochi giorni dopo la morte di Sami, con cui era disposto a passare il resto della sua vita.

 

E mentre il nostro archivista può "rivedere" la sua Sami, Lykos lo osserva di nascosto.

L'ex Apathoia si sente sempre più vicina a lui e agli della balena in genere.

Ha accettato di buon grado i vestiti offertigli dalle ragazze, pur modificandoli per ragioni "belliche", ripetendo poi lo stesso gesto per Chakuro.

"I sentimenti si sono intromessi" che cosa voleva dire, forse che è incapace di "riconoscere" quello che prova oppure che la portata di quelle sensazioni è tale da non poter essere espressa?

 

Eppure era un'Apathoia, un soldato senza sentimenti fino a poco tempo prima.

L'inverso del capitano.

Personaggio sempre più difficile da inquadrare.

Le parole che rivolge alla moglie sono fredde, ciniche, crudeli eppure non c'è una singola nota di piacere o compatimento in quello che fa.

è un nichilista oppure ha imparato ad essere tale perché non vale la "pena" interessarsi di cosa che non si possono vedere o sentire e che in qualunque caso non si potranno mai comprendere.

 

Anche Ouni si trova in una posizione ambigua, ma per ragioni diverse

è strano, molto strano che un bambino senza famiglia e senza alcun legame "compaia" cosi dal nulla all'interno della balena.

Un unicum, un'anomalia che necessità di chiarezza.

Un po' come il rapporto fra lui ed il suo "vice" Nibi.

Quest'ultimo fu il primo a proporre ad Ouni, che già da bambino vedeva la balena per quello che è, ad andarsene da quel posto e dirigersi nel mondo esterno. Ma ora le sue parole erano tinte da un'ombra di paura.

La paura di essere lasciato indietro e di non poter "vedere" quel mondo insieme.

 

Chiude la serie di New entry ma non l'episodio, l'introduzione di Ema.

La “gemella” di Neri.

Non se sia il caso di darle della "bambina", ha detto che da "tanto" tempo non parlava con qualcuno, realisticamente è molto più grande di quel che sembra.

Ma perché lei non può essere vista e Neri invece si? Neri che al momento è nel "ventre" di Falena per curarla.

è strano, molto strano ma...delle rivelazioni potrebbero arrivare.

Ha detto che rivelerà a Chakuro tutto quel che sa nel caso essi tornerà vivo dalla spedizione sulla Skylos sebbene quella sua uscita sul vivere "per sempre" tutti insieme e felici sulla balena abbia un suono vagamente inquietante.

 

Spedizione che rimane un obiettivo secondario.

La priorità rimane la difesa della balena e dei suoi abitanti.

A Chakuro ed altri "bambini" il compito di infiltrarsi sulla Skylos per abbatterne il Nous ed in sede di briefing, si può dire che Lykos sia diventata ufficialmente una cittadina della balena.

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

wtt9ac.jpg

 

 

bUqYU4D.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

EPISODIO 10

 

 

Un bell'episodio, non c'è che dire :ahsisi:

 

Entrano in gioco nuovi "visitatori", ossia gli abitanti di una nuova isola, il cui leader dal nome più lungo di un papiro si mette subito in mostra non certo per i suoi meriti :asd: Tutta quella parte è lollosissima ed è il perfetto contraltare al dramma dei due episodi precedenti. Qualcosa mi dice che diventeranno alleati contro un'eventuale nuova minaccia di Skylos :sisi:

 

Ahime purtroppo il rifiuto umano non è morto, ma forse vista l'umiliazione che dovrà subire d'ora in avanti era meglio se lo fosse stato :rickds: Anche in questa serie purtroppo mancano dei villain di peso, ed il fratello di Lykos non riesce ad essere carismatico o minaccioso come dovrebbe, vediamo cosa farà nei prossimi due episodi.

 

Nella terza e ultima parte, la più importante, ricompare Ema che rivela, come promesso a Chakuro qualche episodio fa, i segreti della Falaina. Però lo fa solo per metà :sard: Visto che finalmente grazie anche all'animaletto lasciato dal Nous della nave Skylos adesso Chakuro e compagni riusciranno a prendere il controllo della navigazione, ma sull'origine della Falaina e dei peccatori non viene detto nulla (o non più di quanto si sappia già). Insomma, poche risposte anche in questo episodio ;p

 

Vediamo cosa ci regaleranno i due episodi finali, ma salvo imprevisti per me questa serie, nonostante non abbia dei veri e propri difetti, ha fatto solo il suo compitino e nulla più. Mi aspettavo di meglio!

 

Ah ultima nota, finalmente anche il tizio bendato rivela il suo lato umano :ahsisi: Ora come ora, almeno per me, è lui il best pg della serie!

 


l8KfXPb.png

 

Currently playing: Fire Emblem Three Houses, The Messenger (Switch); Crash Team Racing Nitro-Fueled (PS4)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 7

 

 

La battaglia per la difesa della Balena ha finalmente inizio,gli abitanti si difendono come meglio possono e i primi morti arrivano.

Mentre fra i momenti più suggestivi ed importanti vi è la canzone di Ema, che poco o nulla ha a che fare con le(pessime) scene d’azione.

 

Una canzone che sembra quasi "fuori luogo" in mezzo alla furia della battaglia ma che fa sorgere tante domande.

Non è occasione solo per una "semplice" carrellata sui vari pg nelle prime fasi dello scontro ma ci permette di puntare un dito sulla strana creatura umanoide intravista quando la Skylos si è messo in moto.

 

Ema era entusiasta di parlare con Chakuro perché, solitamente, nessuno può neanche sentirla.

Eppure la creatura ha "reagito" al suono della sua voce, per cui forse sono entità "simili" magari è...un figlio/figlia del Nous Skylos, i quali(fra le altre cose) potrebbero essere oggetto di una qualche forma di culto nell’impero visto che i vetri colorati che decorano la strada verso il Nucleo della Skylos ricordano le decorazioni di una chiesa e sembrano rappresentare proprio i Nous

Similarmente al suo sussultare al suono della canzone la creatura umanoide ha reagito "a voce" all'ordine di avanzata.

 

Ordine che viene da un nuovo personaggio tutto da scoprire, Arakne.

Su di lui possiamo dire davvero poche cose...sembra essere più "crudele" di Orka, in teoria sua superiore, che aveva dato l'ordine di non uccidere sua sorella Lykos.

 

Nella medesima sede in cui ci viene presentato Arakne una delle sue "assistenti" sembra confermare quella che credevo fosse solo un'impressione.

Le tempeste di sabbia che imperversano per la ragione sono "causate" da vestigia "preistoriche", la dove con "preistoria" potrebbero riferirsi al "nostro mondo" ma è ancora troppo presto per dirlo. Un senso invece lo ha acquisito l’enorme differenza estetica fra Falena e la Skylos.La seconda è fatta di fango, proprio come Falena e Lykos, semplicemente è “ricoperta” da una corazza esterna.

 

Qualche perplessità invece l'ho avuta nel continuo cambio di "mood" della situazione.

I ragazzi che partecipano alla spedizione a tratti sono veramente "troppo" spensierati e "freddi" nella facilità con cui riescono a soverchiare i loro oppositore.

Discorso diverso per i bambini che in quanto "bambini" non si rendono veramente conto di cosa sta succedendo o della portata delle loro azioni, vedi quando esultano dopo aver abbattuto dei soldati nemici o quando consegnano raggianti la spada a Suou.

 

Suou che avrà anche le buone intenzioni e la forza per tenere(a parole) la tribù unità ma che esita troppo e non possiede il potere per fare la differenza.

Differenza che invece viene fatta dall'anziano Hakuji...ma nel modo sbagliato.

Non c'è una singola cosa che vada in quella scena.

 

Un uomo senza Thymia si prende un colpo di spada al viso e, ferito a morte, ha la forza di far indietreggiare per una non ben precisata ragione i suoi assalitori per farli precipitare.

E che, dopo essere precipitato, ha ancora la forza di chiedere perdono a Suou...prima di essere colpito dal nostro Liontari.

 

L'essere più fastidiosamente irritante della serie.

Ogni singola volta che apre bocca ignora tutte le regole ed il background di "soppressione" dell'emozioni, degli Apathoia, a cui dovrebbero essere sottoposti tutti i soldati imperiali.

Certo, è possibile che soldati di rango più elevato(Come appunto Arakne o Orca) possano "possedere" delle emozioni, ma lui è davvero troppo sopra le righe.

E con quel suo ostentare infantile sadismo e crudeltà, annoia presto e no, non vale dire che è "pazzo" come fa sul finale.

Se fosse davvero pazzo, per una cultura come quella imperiale sarebbe dovuto andare incontro alla soppressione o forse alla rieducazione di cui abbiamo sentito parlare in precedenza.

 

Lykos da "ex" soldato imperiale dà un senso alla semplicità con cui gli abitanti della balena, che hanno sempre vissuto una vita pacifica che rifiuta la violenza, riescano ad avere la meglio sui soldati imperiali che rimangono una massa di incompetenti. La loro Thymia è molto più forte ma questa forza...non vale nei pressi del Nous, dove la Thymia non funziona ed una trappola, fin troppo telefonata(Arakne aveva detto a chiare lettere che li stava aspettando), scatta falciando quasi tutti i i membri del gruppo d'assalto. Ed in tutto questo, e ci tengo a sottolinearlo, Chakuro non ha ancora ucciso nessuno.

 

Per quanto ancora il suo desiderio di "proteggere" coloro che ama e rifiutare la crudeltà del mondo, potranno coesistere?

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

wtt9ac.jpg

 

 

bUqYU4D.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 07:

Mentre Chakuro e gli altri si avvicinano a Skylos, Ema inizia a cantare a random su una balena bianca, una sorta di canto funebre? :hmm:

Intanto gli abitanti della balena si difendono abbastanza bene anche se ci sono non pochi morti da ambo le parti (ma è una sorta di monte Rushmore quello?); Chakuro & Co. salgono su Skylos e uccidono abbastanza facilmente le altre guardie (Ouni come al solito è il più letale mentre Chakuro salva la vita agli altri usando la thymia come scudo), del resto hanno a disposizione una thymia più potente rispetto a quella dell'Impero come dice Lykos (ma si era già ampiamente capito).

Apprezzabile che Suou cerchi di combattere imbracciando la spada anche se, non essendone in grado, per poco non ci lascia le penne incalzato dal solito insopportabile Liontari che, come sempre, sembra farsi beffe del "limite" di emozioni: lui può tutto.

 

Hakuji diviene ora il paladino della giustizia (e vabbè) e cerca di difendere i bambini ma viene ferito mortalmente dalle guardie, poi riesce in qualche modo a far precipitare di sotto le stesse rimaste inspiegabilmente immobili, terrorizzate dal vecchio moribondo.

Morendo, Hakuji ammette che il suo piano suicida era tutto un errore (e ora se ne accorge?).

Il capitano fa finalmente qualcosa di utile salvando in extremis Suou e dicendo la cosa migliore dell'episodio a capelli rosa: "Sei più fastidioso di una zanzara": qua l'ho amato.

Alla fine, i nostri baldi giovani, evidentemente troppo sicuri di sé, cadono in una trappola e passano a miglior vita tranne Lykos e l'altra tizia, scena telefonatissima visto che protagonisti e comprimari erano tutti a difendere l'ingresso mentre dentro, tolta Lykos, sono andati tutti i vari "sacrificabili".

 

Ragazzi, qua ho seriamente ODIATO Lykos perché lei capisce già molto prima che qualcosa non va ma resta una vita a riflettere mentre i compagni sono già dall'altra parte, bastava un semplice urlo (deciso però) ma niente da fare.

Ammetto che questo episodio non mi ha soddisfatto a pieno, troppe assurdità.

 


"Listen to my story, this may be our last chance"

 

Risultati immagini per violet evergarden side story

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 7, più vado avanti e meno convince:morristend:

Ema che canta a random (anche se la canzone era bella) si poteva sistemare meglio, messa così pare veramente a caso.

Poi arriva la miglior parte dell'episodio, i bambini che uccidono come se fosse un gioco, un pugno nello stomaco di qualità :ahsisi: invece la squadra d'assalto tranquilla, lenta e che si mettono a cazzeggiare ogni 2 per 3 anche se hanno la missione che salverà tutti i loro compagni e cadono nella trappola più ovvia del mondo (e cinque minuti prima erano caduti in un'altra trappola salvati per fortuna da chakuro, quindi ripetersi è stato doppiamente stupido) :morris82: Lykos che capisce ma si ricorda di parlare alla fine è ridicola:morris82: e i soldati come nelle puntate precedenti hanno un'IA all'altezza di Assassin's creed settata a facile attaccando uno alla volta sulla Skylos e facendosi spintonare dal saggio :rickds::rickds: che poi, i corpi dei due soldati quando arriva Sou che fine hanno fatto?:hmm: Poi Lykos che afferma "la thymia degli abitanti della balena è più forte" che sì è appurato, peccato che i soldati quando si trovano davanti nemici dimentichino magicamente di saperla usare:morris82:

 

Liontari si riconferma peggior personaggio esistente cozzando con l'apatia dei soldati, spero in una buona spiegazione. Spero si ammazzino a vicenda col capitano che è anche abbastanza disturbato:nev:

 

P.S. è sicuro che la thymia degli abitanti della balena è più forte per le emozioni, quindi il senso di toglierle ai soldati qual è? troppi obiettori di coscienza? :hmm:

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 8...

 

 

 

 

Un evidente passo indietro rispetto ai precedenti.

Il ritmo si abbassa, il progredire degli eventi rallenta per dare spazio ai personaggi.

 

I primissimi minuti lasciavano presagire tutt'altra cosa.

Con Lykos che deduce quale sia il "vero" artefice dell'imboscata(suo fratello Orka) e che avvalora una mia teoria precedenza.

Generalmente è taboo versare sangue davanti ad un Nous, quindi forse non mi sbagliavo.

 

Forse nella cultura imperiale i Nous sono davvero oggetto di "culto" se non vere e proprie simil divinità.

Nel Flashback di Liontari si arriva persino ad accostare la parola Nous a quella di pellegrinaggio, che ha una fortissima connotazione religiosa e si teorizza che la sua “follia” sia dovuta all’ingerimonto della Sarx, termine greco che significa “carne”. Per cui potrebbe voler dire che “mangiare” la carne di un Nous rende le proprie emozioni incontrollabili.

 

Anche Ema ha avuto un "minimo" di spazio.

Ha continuato a danzare reintonando la medesima canzone dell'episodio precedente.

Ma questa volta succede qualcosa di inaspettato.

 

Questa volta quello che "potrebbe" essere il figlio/figlia di Skylos sembra proiettarsi verso Ema e Chakuro, anche se solo per un attimo, lo intravede.

L'attesa o forse è proprio il "cantare" in se, a causare l'inquietudine della balena, ad "indebolire" i confini ed a permettere l'apparizione di quelle strane proiezioni simili a mani dotate di poteri curativi

 

Termini quelli sopracitati ancora da chiarire ed utilizzati dal capitano, che continua a mostrare un livello di conoscenze che non ha pari fra i soldati e tutto questo mentre si scontra con Liontari.

Liontari, vera e propria croce di questa serie a cui si cerca di dare un senso.

 

L'idea che il ragazzo fosse considerato un folle, uno strano, uno "anormale", un disonore per la sua famiglia perché, per una ragione ancora da chiarire, il Nous non è in grado di assorbire le sue emozioni, sviluppava il tema del "diverso" ed era coerente con l'ambientazione.

Vivere la propria esistenza additato come strano quando intorno a te sono tutti delle "bambole” del tutto prive di emozioni è un incubo.

 

Il problema quindi dove sta? In primis nella sua importanza ai fini della storia.

Non aggiunge nulla di nulla il suo atteggiamento crudele ed euforico serve solo a far risaltare la passività di Suou che continua a cercare di evitare la violenza e la cinica freddezza del capitano senza contare che lascia in bocca un deciso di retrogusto di giustificazione "postuma" dopo aver inserito in un'ambientazione cosi "particolare", un personaggio fin troppo macchiettistico e sopra le righe, il fatto che sia odioso ha decisamente meno importanza. Senza contare che un soggetto simile, un disonore per la sua famiglia da tenere chiuso in casa, non dovrebbe aver ricevuto il permesso di divenire soldato.

 

Ciliegina sulla torta? Credo che sia vivo.

Certo, ironia della sorte, sono stati dei bambini a eliminarlo(La scena in cui striscia, ride, piange ed arrosisce è forse la peggiore dell’intera serie) però Ema è stata inquadrata poco dopo, per cui è possibile che si sia salvato.

 

 

Altri personaggi ridicoli sono i due gemelli new entry che compaiono cosi a caso per criticare Ouni perché si.

Dove erano quando i loro compagni venivano massacrati? Dove erano quando Ouni aveva, apparentemente, gettato la spugna dopo "l'incontro" col mondo esterno?

Non fare niente di niente e poi mettersi ad attirare gli altri, dando giudizi su giudizi è una delle cose che si possano fare.

 

La cosa peggiore è che tutta quella scena serva solo a fare da build up ad Ouni, build up di cui non aveva bisogna.

Ouni che ad inizio episodio arriva alle spalle del pelato perché si, Ouni che ora è con le spalle al muro e rischia la vita, Ouni che probabilmente vedrà il suo amico Nigi morire per salvarlo.

Ma fortunatamente, con le minacce di morte, arriva anche qualche hint di spiegazione.

 

Mettendo da parte il suo "giudizio" sulla balena(lo ha definito paese delle favole), sul suo stato(ignoranza al posto di conoscenza) e sui suoi abitanti("E questo sarebbe uno dei soldati maledetti di Falena?"). Ha anche messo in chiaro una cosa.

Loro "sanno".

Sanno perché i marchiati vivono cosi poco e quando pronuncia queste parole Lykos sussulta, forse lo sa anche lei e, ovviamente, questo vale anche per il consiglio degli anziani e per il capitano.

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

wtt9ac.jpg

 

 

bUqYU4D.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 08: Vi anticipo che sono stato un po' prolisso stavolta ma questo episodio mi ha colpito e turbato più degli altri, soprattutto la parte di Liontari (infatti lo chiamerei "La psicologia di Liontari").

 

 

Tralasciando le solite assurdità che affiorano anche in questo caso, l'ho trovato un episodio denso di pathos e ormai comincia a sentirsi aria di risoluzione.

 

Ouni in versione Flash riesce a raggiungere alle spalle il generale (o quello che è) delle truppe facendosi mezzo corridoio senza che nessuna guardia se ne accorga o provi a fermarlo :ahsisi:

Con le spalle coperte da Ouni, Chakuro e Lykos cercano così di raggiungere il nous ma Arakne spara verso Ouni ferendolo ad una gamba.

Il tipo che si offende per il nomignolo mentre sopraggiungono spari da ogni dove è proprio il colmo (tra l'altro credo conoscano bene Ginshu ormai).

Ema continua con la sua strana danza accompagnata stavolta da mani che fuoriescono dalla sabbia e dalle pareti e che sembrano voler accarezzare morti e moribondi.

 

Una visione scatenata da Neri rivolta verso Suou (non ho ben capito il nesso tra questa cosa e Liontari) ci permette di capire finalmente qualcosa in più su Liontari, questo personaggio così eccentrico e suonato. Si scopre che fin da piccolo possedeva emozioni incontrollabili che neanche il nous era riuscito a cancellare.

Probabilmente, a causa della sua non meglio precisata natura (ricordiamo gli occhi da felino e il fatto che venga chiamato cucciolo di leone), adorava così tanto le emozioni (una sorta di feticcio che ingenera in lui un consequenziale sadismo) da non riuscire a privarsene (una frase come "L'interno dei cuori è un vero e proprio campo di fiori..." detta in lacrime e sorridendo allo stesso momento sembra dimostrarlo).

Credo che la lettura corretta sia proprio questa: Liontari, nato in una comunità senza emozioni, scopre di non potersene privare a differenza degli altri ma scopre anche di avere un attaccamento perverso verso queste tanto da desiderare di incontrare persone "munite" di emozioni per poter sfogare così tutta la sua rabbia interiore (accumulata in una comunità che non lo capisce e certamente derivante anche da una follia di base) verso queste.

Mentre Suou, ancor più follemente, propone a Liontari di unirsi a loro (bel capovillaggio), il capitano lo ferisce buttandolo a terra.

Liontari a questo punto si allontana spaventato e in lacrime dicendo di non voler morire: scena patetica e abbastanza grottesca se si pensa a tutte le morti causate da lui.

Ma il punto è proprio questo: anche ai bambini dice infatti, con un sadico sorrisetto, di voler ancora giocare: per me semplicemente non si rende conto di ciò che fa e non riesce a distinguere correttamente tra vita, morte, dolore accorpando tutto in un un indistinto marasma ergo sì, era proprio pazzo. Deriva infine da ciò il ritratto di una persona sola, incompresa, folle e capisco ora il motivo per cui sia stato inserito nell'esercito: una furia omicida come la sua non poteva che sposarsi perfettamente con la loro sete di sangue.

Nonostante tutto, alla fine, ho provato tanta pena per questo personaggio visto che non poteva controllarsi, in un certo senso è stato quindi coerente col suo modo di essere, non so se mi spiego ("Nessuno potrebbe capirmi": chiudo questa lunga digressione (scusatemi) con questa emblematica frase, l'ultima da lui pronunciata).

 

Shikon e Shikoku sembrano usciti direttamente da NieR Automata :rickds:.

Comunque, a parte gli scherzi, mi ha dato molto fastidio la loro volontà di dividere tra marchiati e non marchiati, un discorso davvero senza senso e molto irrispettoso nei confronti della comunità e di chi ha combattuto anche per loro rischiando di morire o morendo.

Alla fine la rivelazione che smonta tutto il castello costruito finora: l'Impero combatte la gente di Falena NON per le emozioni ma perché la loro esistenza è senza senso a detta di Arakne. Tradotto: li ammazziamo senza un vero motivo (non che quello precedente fosse migliore) poiché decidiamo noi chi merita di vivere e chi no.

Che squallidi.

 


"Listen to my story, this may be our last chance"

 

Risultati immagini per violet evergarden side story

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 8, un po meglio del 7 ma non troppo

lasciando perdere le i momenti idioti che la fanno da padrone comandati dal flashback di Liontari, pg inutile che NON dovrebbe neanche essere in un esercito del genere e che l'unica cosa che fa è rubare minuti e screentime a cose più importanti :morris82:

 

Finalmente inizia a farsi sentire un po il mistero del perché i marchiati muoiano così giovani, scommetterei su emozioni forti=vita breve per quanto abbia senso teorizzare se è già uscito l'episodio successivo :asd:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 9

 

 

 

Lento, criptico ma decisamente gradevole.

Anche la parentesi iniziale con Maso e Kuchiba mi è piaciuto.

 

Maso è "anziano" per essere un marchiato, ed il prolungato uso di Thymia lo ha sfiancato eppure, nonostante la situazione sia cosi grave e disperata, mantiene sempre la lucidità e non perde mai di vista i suoi obiettivi.

A differenza di Kuchiba, il cui piano di "vendetta" va ben presto in fumo ed il cui unico "vero" merito è quello di sottolineare l'ovvio: è facile parlare dietro ad una maschera.

 

Sebbene le parole del "bambino" soldato non sono affatto da intendere come un insulto.

Vengono indottrinati a considerare i demoni di Falena degli esseri "inutili" più miseri della polvere che sta sulla sabbia e non hanno alcuna emozione o quantomeno in teoria non dovrebbero averne.

 

Purtroppo la "competenza" dei soldati è uno delle più grandi note dolenti dell'episodio ed in generale della serie.La passività e la mancanza di prontezza nell'agire tranne quando fa comodo a creare il momento climatico, ha dello scandaloso.

 

Arakne, che forse in quanto ufficiale delle emozioni è "giustificato" ad averle, guarda dall'alto in basso Ouni, si prende gioco della sua gente e della loro miserevole esistenza peccaminosa e...poi fa lo splendido e non si sporca le mani. Lasciando il lavoro ad un altro genio, il pelato Pagoni, che per tutta risposta non finisce subito Ouni e questo suo esitare permette a Nigi di trovare l'occasione giusta.

 

Ma non finisce qui, mentre Nigi e Ouni uccidono Pagoni e sterminano orde di soldati Apathoia, Lykos e Chakuro sono sempre e sottolineo sempre rimasti sotto tiro di un gruppo di soldati. Perché non hanno fatto niente? Perché non hanno sfruttato li ostaggio e che fine ha fatto la ragazza salvata all'ultimo minuto da Lykos e che poi ricompare sul finale dell'episodio? Vista l'imboscata non aveva tempo per raggiungere Ginshu e non aveva modo di nascondersi, non in quella circostanza.

 

Ed in tutto questo Arakne a pure la faccia tosta di criticare i suoi soldati per la loro esitazione. Che termina giusto in quel momento quando Nigi viene colpito alle spalle, scatenando Ouni.

 

Il potere del ragazzo è devastante, funziona persino vicino al Nous ed il suo colore è "identico" a quello del marchio sull'occhio del capitano che quindi "potrebbe" essere un demone "risvegliato". Motivo per cui potrebbe essere venuto a conoscenza di tutte quelle cose.

 

Lo scontro "finale" si risolve in pochissime battute e forse è un bene visto quanto sono scadenti i combattimenti della serie.

Ouni danneggia il Nous e la figura al suo interno.

Decretando la fine della Skylos mentre Arakne ha il coraggio di fare scarica barile e dare la colpa del fallimento al solo Orka, che ha voluto infrangere il tabù per cui Lykos ci aveva preso.

 

Quando il Nous viene "danneggiato" quello che ne fuoriesce "dovrebbe"essere in parte o del tutto il suo contenuto(si intravedono delle braccia in mezzo ai fiori), ecco perché l'ultimo "saluto" fra Ouni e Nigi ricorda cosi tanto quello fra Chakuro e Sami.

Solo che in questa sede "l'addio" è anche il momento per chiarire i rapporti fra i personaggi in fondo...le tale delle viscere sono contente di vivere sulla balena e Ouni non avrebbe mai trovato uno scopo nella sua vita.

Non senza Nigi e gli altri almeno, che ironicamente ora "devono" abbandonarlo, quando avevano paura di essere lasciati indietro.

 

La parte da leone la fa però l'incontro fra Chakuro e Olivenes, la figura vagamente umanoide che avevamo intravisto all'interno del Nous Skylos e che forse ora, perché danneggiata può manifestarsi fuori e comunicare con l'esterno.

 

Olivenes ci apre un mondo e propone a Chakuro un accordo irripetibile.

Le emozioni di tutti gli abitanti di Falena lui cederà a lui una delle Kokale del Grande Nous Anthropos e grazie ad esso, Falena potrà raggiungere un nuovo stadio(evolutivo si suppone).

Ma questo solo a patto che Ema(non Neri. E Olivenes sa che vive su Falena) e la Kokale(potrebbe derivare dalla parola greca per”ossa” quindi potrebbe essere “l’osso” del grande Nous. Cosa renda Anthropos un "grande" Nous poi è ancora tutto da scoprire) si incontrino.

 

Quello che vuole fare Olivenes sembra quasi una sorta di esperimento.

Salvare gli abitanti della Balena dal loro destino di dolore "cambiando" i registri del loro cuore, creando per loro un mondo che sia sempre e comunque appagante.

 

Un'altra utopia, un'altra prigione fatata o quantomeno è cosi che ho interpretato in base ai sub che ho letto.

L'offerta è allettante, Lykos istintivamente sorge la mano...ed anche Chakuro era disposto ad accettare.

L'unica cosa che gli impedisce di accettare è la consapevolezza di perdere i ricordi delle persone che non ci sono più.

 

Non ricordarle, equivarrebbe a dire che non sono mai esistete e lo scopo di Chakuro, in quanto Archivista, è proprio quello di scrivere di loro.

Di loro e delle loro vite: come prova delle loro esistenze.

Poi...chissà forse quella di Olivenes era solo una "prova" o forse invece ha visto negli occhi di Chakuro la medesima cosa che ha visto Neri ma sta di fatto che cede loro la Kokale.

Kokale che Ema si troverà davanti quando con tutta probabilità visiterà Chakuro per "mantenere" la promessa e svelargli tutto quello che sa,anche se dubito che possa svelare tutte le sue carte cosi "presto".

 

Alla scomparsa di Olivanes, gli eventi accelerano rapidamente fino alla conclusione.

Skylos affonda mentre Araknes e i suoi si danno, realisticamente, alla fuga e mentre i soldati presenti sulla Falena si lanciano immediatamente giù in quello che sembra essere un vero e proprio suicidio di massa mentre Olivanes ricompare momentaneamente dalla “sabbia” prima di sparire d nuovo.

Dobbiamo quindi pensare che sia "morto" e che quindi ogni Nous, possieda un'entità simile a lui e che ogni Nous "semplice" possieda una kokale di Anthropos?

 

Nelle anticipazioni, oltre a rivedere l'odioso Liontari, vediamo Orka sciogliersi in quello che mi è parso essere un leggerissimo sorriso.

Che "sperasse" in questo risultato, il risveglio dei demoni Falena e tutto il resto?

 


"You don’t need qualifications to make a difference"

wtt9ac.jpg

 

 

bUqYU4D.png

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Episodio 09: Se l'episodio precedente mi aveva scosso, questo mi ha letteralmente spaccato in due: un sorprendente concentrato di emozioni e miglior episodio per me finora.

 

 

Mentre imperversa la lotta tra Impero e abitanti della balena su Falena, il generale Pagoni, su ordine di Arakne, si appresta ad uccidere Ouni ma sopraggiunge uno scatenato Nibi a salvarlo in extremis. Nibi e Ouni uccidono così un po' di guardie e lo stesso Pagoni ma Nibi, come prevedibile, si fa prendere impreparato e viene a sua volta ucciso da Arakne.

 

Da qui in poi un incredibile turbinio di emozioni fino alla fine dell'episodio.

Ouni, ovviamente provato per la morte del caro amico, inizia così a fare strage di guardie mostrando finalmente il suo vero potere (si era capito che c'era qualcosa di speciale in lui rispetto agli altri combattenti della balena): egli è infatti uno dei famigerati daimon della leggenda. Anche il nous di Skylos viene colpito da questa furia arrivando addirittura a spaccarsi mentre la nave viene infestata da una sorta di vegetazione propagatasi dal nous.

A questo punto parte un flashback che mostra nuovamente Nibi da piccolo (e poi da grande) mentre Ouni piange per la prima volta.

Nibi rivela a Ouni la voglia che aveva di lasciare la nave ma anche il piacere di aver vissuto con tutti loro continuando a coltivare quel sogno giorno per giorno. Ouni rivela invece di aver trovato la sua ragione di vita in loro dando finalmente voce ai suoi veri sentimenti. Momento davvero commovente.

 

L'anima del nous Anthropos, Olivines, appare a Chakuro proponendogli di offrire le emozioni di tutte le persone di Falena in cambio di un kokalo che dovrebbe dare una nuova forma all'isola congiungendosi con Ema. Chakuro ovviamente rifiuta ma, subdolamente, Olivines sfrutta l'immagine di Sami per mostrare momenti dolorosi e, in contrasto, momenti piacevoli a Chakuro proponendogli ora di far permanere nella memoria solo questi ultimi cancellando il resto.

Lykos qui sembra farsi stranamente abbindolare da questa ingannevole prospettiva (quella botta in testa non deve averle fatto un gran bene :asd:) ma Chakuro la fa tornare in sé e alla fine riceve comunque il kokalo da Olivines (scommetto che rivedremo questo oggetto nei prossimi episodi).

 

Dopo questi emozionanti e concitati momenti, la tempesta di sabbia si calma , quasi a simboleggiare la fine di questa missione per Chakuro, Lykos e gli altri e Skylos, ''sconfitta'',

precipita e sprofonda nella sabbia.

A questo punto parte la piacevole musica dell'ending mentre una carrellata di immagini ci mostra gli ultimi momenti tra cui il suicidio dei soldati di Skylos ancora vivi, Olivines che scompare nella sabbia, le lacrime di Suou per tutte quelle terribili morti, l'emozionante ritorno dei protagonisti su un'improvvisata ''zattera'' desunta da un pezzo della corazza di Skylos.

 

Vabbè, lo ammetto, parlare di emozioni qui mi sembra riduttivo, c'era seriamente il rischio di sciogliersi dinanzi a tanto splendore (mi avete capito).

 

 

Questo è stato l'episodio del riscatto per me, ora possono terminare come vogliono.

Ma

Liontari è ancora vivo? :morris82:

 


"Listen to my story, this may be our last chance"

 

Risultati immagini per violet evergarden side story

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Visitatore
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovi formattazione

  Sono ammessi al massimo solo 75 emoticon.

×   Il tuo link è stato automaticamente aggiunto.   Mostrare solo il link di collegamento?

×   Il tuo precedente contenuto è stato ripristinato.   Pulisci l'editor

×   Non è possibile incollare direttamente le immagini. Caricare o inserire immagini da URL.


  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.