Vai al contenuto
Staff Altro

alert Topic Politico 2.0

D&D

ATTENZIONE: TOPIC AD ALTO RISCHIO
Si ricorda all'utenza che è vietato Flammare, Spammare e Trollare

Messaggio aggiunto da D&D

Messaggi raccomandati

27 minuti fa, LeRoi ha scritto:

Tanto hanno bloccato le assunzioni nelle PA sino al prossimo Novembre, volendo siamo comunque in tempo per Dicembre 2019 :rickds:

Eppure Gigino si sbracciava tanto a dire "con quota 100 molti andranno in pensione e fra le pensioni e l'aumento di domanda determinato dal reddito di cittadinanza, ci saranno tantissime assunzioni da fare anche nella PA!"  :rickds:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedremo quanto resteranno alti i consensi adesso che le persone si accorgeranno che il sussidio da €780 lo prenderanno solo i barboni e che per finaziarlo il governo ha alzato le tasse e ridotto le pensioni, per non parlare del condono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, Erik ha scritto:

Vedremo quanto resteranno alti i consensi adesso che le persone si accorgeranno che il sussidio da €780 lo prenderanno solo i barboni e che per finaziarlo il governo ha alzato le tasse e ridotto le pensioni, per non parlare del condono.

Esattamente, la fregatura sta proprio la.

 

un disoccupato, solo per il fatto di stare a casa con i propri genitori probabilmente non avrà diritto neanche al minimo, figuriamoci se poi uno di questi genitori li abbia intestato una casa magari per il suo futuro, in quel caso il reddito di cittadinanza lo deve dare lui allo stato pagando l'imu.

 

Il RDC non è una misura attiva per la ricerca del lavoro, ma un REI forse potenziato

Modificato da HunterKakashi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Erik ha scritto:

Vedremo quanto resteranno alti i consensi adesso che le persone si accorgeranno che il sussidio da €780 lo prenderanno solo i barboni e che per finaziarlo il governo ha alzato le tasse e ridotto le pensioni, per non parlare del condono.

Mi dici quali tasse sono state alzate e quali pensioni sono state ridotte?

Possibilmente numeri a confronto con la passata legislatura.


Per quanto concerne il condono, pur non essendo d'accordo, rimango dell'idea che provare a prendere 1/10 è meglio di non prendere 10/10 e pertanto i risultati si vedranno solo alla fine.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, AudioSculpt ha scritto:

Mi dici quali tasse sono state alzate e quali pensioni sono state ridotte?

Possibilmente numeri a confronto con la passata legislatura.


Per quanto concerne il condono, pur non essendo d'accordo, rimango dell'idea che provare a prendere 1/10 è meglio di non prendere 10/10 e pertanto i risultati si vedranno solo alla fine.

 

 

La pressione fiscale passera' dal 41,9% al 42,4% nel 2019 secondo l'ufficio parlamentare di bilancio. Mi sembra una fonte abbastanza autorevole.

Il condono e' semplicemente una mancetta elettorale agli evasori e alla costellazione di microimprese del nord, non c'e' stato un solo esempio in cui gli introiti di una simile manovra siano serviti a ripianare i conti pubblici o ad indurre la gente a pagare in futuro, semmai il contrario. 

Pensioni:

154734395-805cddbc-2e08-4c58-8c85-f31805

Modificato da Erik

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, per favore, la pressione fiscale in percentuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Erik ha scritto:

La pressione fiscale passera' dal 41,9% al 42,4% nel 2019 secondo l'ufficio parlamentare di bilancio.

E questo per te significa un aumento delle tasse per cittadini e Liberi Professionisti e PMI?

Dubito che i cittadini saranno dispiaciuti dal fatto che Banche, Assicurazioni, Web andranno a pagare più tasse.

Probabilmente saranno incazzati per gioco d'azzardo e tabacchi ma...insomma...tant'è. 

 

Per quanto riguarda il condono, francamente sono combattuto.

Da una parte mi girano le palle ma dall'altra ho visto fin troppe situazioni in cui gli imprenditori si sono ritrovati a non riuscire a pagare (tasse, fornitori, operai) a causa di un sistema economico non proprio funzionale.
Diciamo che il condono può anche essere visto come una richiesta di perdono da parte dello stato per non aver fatto fronte a determinate emergenze e lo dimostra il fatto che è riservato ad una determinata parte di popolazione.

Aggiungo che secondo me il condono (se fatto bene) può portare non solo ad una riscossione maggiore ma ad una emersione di determinati soggetti che, dal condono in avanti, possono essere tenuti sotto stretta sorveglianza.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi il prof Bagnai ha postato questa citazione che trovo proprio adatta leggendo certe cose qui dentro:

 

Dvs08NFX4AEA4K3.jpg:large

 

Ancora non ho avuto modo di approfondire il documento,  però vedo che si sta andando un po' troppo dietro a quello che si trova nei titoloni dei giornali, il che non penso sia saggio (sopratutto considerando la parte politica di alcuni qui dentro).

 

Starei anche attento ad andare dietro a quello che dice un'autorità indipendente (suona familiare?) come l'ufficio parlamentare di bilancio, organismo legato a doppio filo al principio del pareggio di bilancio, e creato in funzione di esso. 

 

E' anche curioso vedere come una rivalutazione (per quanto bassa) comporti una perdita delle pensioni, considerando che negli anni precedenti era dello +0,0:

 

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/11/23/16A08212/sg

 

iRqGnXM.jpg

Questo però non lo si legge nei giornali, e perciò riescono a far passare una rivalutazione come una perdita perché nella teoria (ma non nella pratica, e questo per anni) è inferiore a quanto dovrebbe.

 

 

 

 

Modificato da Dr4Ke
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che i mezzi di comunicazione siano imprese e, come tali, servono gli interessi di chi finanzia quelle imprese stesse è una verità di per sé evidente che, tuttavia, va sottolineata il più possibile in quanto molti tendono o a dimenticare o, quantomeno, a sottovalutare. 

Non che questo fenomeni sia strano, eh, è noto che i proletari preferiscano pensare a se stessi come proprietari piuttosto che prendere atto della realtà, ossia di essere dei poveracci sfruttati dal capitale. 

Tuttavia, questo non rende le misure adottate meno deludenti: il reddito di cittadinanza e quota 100 delle prese per il cùlo erano e prese per il cùlo rimangono, tanto per capirci. Poi, se vogliamo tirare in mezzo "ma allora il PD", ok, però, insomma, fino ad ora il governo ha fatto il càzzo duro contro i barconi dei poveracci, ma poi, il càzzo duro si è ammorbidito quando si è trattato di andare alla Commissione Europea. E se è vero quello che dice Bagnai, è vero anche che ora, il governo, ha bisogno di giustificare la propria arrendevolezza e il fatto di aver illuso gli elettori.

Modificato da Cart

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, Cart ha scritto:

Che i mezzi di comunicazione siano imprese e, come tali, servono gli interessi di chi finanzia quelle imprese stesse è una verità di per sé evidente che, tuttavia, va sottolineata il più possibile in quanto molti tendono o a dimenticare o, quantomeno, a sottovalutare. 

Non che questo fenomeni sia strano, eh, è noto che i proletari preferiscano pensare a se stessi come proprietari piuttosto che prendere atto della realtà, ossia di essere dei poveracci sfruttati dal capitale. 

Tuttavia, questo non rende le misure adottate meno deludenti: il reddito di cittadinanza e quota 100 delle prese per il cùlo erano e prese per il cùlo rimangono, tanto per capirci. Poi, se vogliamo tirare in mezzo "ma allora il PD", ok, però, insomma, fino ad ora il governo ha fatto il càzzo duro contro i barconi dei poveracci, ma poi, il càzzo duro si è ammorbidito quando si è trattato di andare alla Commissione Europea. E se è vero quello che dice Bagnai, è vero anche che ora, il governo, ha bisogno di giustificare la propria arrendevolezza e il fatto di aver illuso gli elettori.

Flat Tax al 15% per redditi fio a 65K... .

Le partite iva non possono certo ritenersi insoddisfatte.

Per le PMI in effetti è stato fatto meno del previsto ma comunque qualcosa. Vedremo in futuro.

Peccato che vogliano tornare indietro sul Terzo Settore che ormai viene utilizzato come mezzo di guadagno (cfr ASD e simili).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, AudioSculpt ha scritto:

Flat Tax al 15% per redditi fio a 65K... .

Le partite iva non possono certo ritenersi insoddisfatte.

Per le PMI in effetti è stato fatto meno del previsto ma comunque qualcosa. Vedremo in futuro.

Peccato che vogliano tornare indietro sul Terzo Settore che ormai viene utilizzato come mezzo di guadagno (cfr ASD e simili).

Under 35 al 5% e io ne approfitterò 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)
15 ore fa, AudioSculpt ha scritto:

E questo per te significa un aumento delle tasse per cittadini e Liberi Professionisti e PMI?

Dubito che i cittadini saranno dispiaciuti dal fatto che Banche, Assicurazioni, Web andranno a pagare più tasse.

Probabilmente saranno incazzati per gioco d'azzardo e tabacchi ma...insomma...tant'è. 

 

Per quanto riguarda il condono, francamente sono combattuto.

Da una parte mi girano le palle ma dall'altra ho visto fin troppe situazioni in cui gli imprenditori si sono ritrovati a non riuscire a pagare (tasse, fornitori, operai) a causa di un sistema economico non proprio funzionale.
Diciamo che il condono può anche essere visto come una richiesta di perdono da parte dello stato per non aver fatto fronte a determinate emergenze e lo dimostra il fatto che è riservato ad una determinata parte di popolazione.

Aggiungo che secondo me il condono (se fatto bene) può portare non solo ad una riscossione maggiore ma ad una emersione di determinati soggetti che, dal condono in avanti, possono essere tenuti sotto stretta sorveglianza.

 

Banche ed assicurazioni  hanno già alzato le commissioni per far fronte all' aumento dei costi, quindi di fatto è un aumento di tasse per i cittadini che (purtroppo) con questi soggetti sono obbligati ad avere a che fare.

La tassa sul Web è bassina, voce grossa contro Amazon, Google.... e poi gli chiedono giusto qualche milione di euro. Sai che risatone si son fatti.

La tassa sui giochi d'azzardo è l'unica cosa condivisibile, anzi l'avrei alzata ad una percentuale pazzesca per disincentivare del tutto questo fenomeno che attecchisce sui più deboli impoverendoli ancora di più .

 

Attenzione perchè il condono equivale a lanciare il messaggio "chi paga è un fesso, evadete tanto ci sarà sempre un condono a pararvi", disincentiva chi ha sempre pagato le tasse a farlo.

Se ci sono imprese in difficoltà perchè lo Stato deve loro dei soldi devono ricevere tutto il dovuto ed in tempi brevi,  se l'impresa ha dei debiti contratti per cattiva gestione deve pagare l'intero importo senza sconti perchè non è giusto nei confronti di altre aziende che hanno sempre operato con i conti apposto e pagato nei termini. Non si può urlare onestà-onestà e fare un'azione pro furbetti.

 

Sin ora questo governo si è dimostrato incapace e pericolosissimo. Ha provato (o forse ha solo messo in scena) un braccio di ferro con l'Europa sventolando sul balcone il 2.4 % di deficit-aboliamo la povertà, perdendo tempo per 3 mesi, creando tensione  che ha fatto aumentare lo spread e stimolato un calo delle borse facendo bruciare soldi, per poi fare dietro front ed accettare tutto ciò che vuole l'Europa in fretta e furia negli ultimi giorni dell'anno. A questo punto era meglio Renzi che almeno faceva tutto ciò che volevano subito senza alimentare shock finanziari.

(Premessa doverosa per non essere frainteso: sono anti sistema Euro ed UE dunque Renzi e tutto ciò che rappresenta per me è il male assoluto :asd: )

 

Comunque è gennaio, inizia la fatturazione elettronica, vedrete che crollo del PIL ci sarà in questo primo mese e quanto nero aumenterà. Nessuno ci ha capito nulla di come funziona, i costi per la gestione delle fatture aumenta (non diminuiscono come falsamente pubblicizzato dagli spot ministeriali), vedrete a che percentuale arriverà il sommerso, ci vorrà di più che il condono per farlo emergere.

 

Dimenticavo  che con la tassa sulla seconda casa aumentata hanno dato la mazzata definitiva al già moribondo settore dell'edilizia (fondamentale perchè traina una valanga di altri settori ad esso connesso).

Modificato da Capitan Brod Brega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al di là di tutto, quello che si è inventato la stronzàta del debito sulle spalle delle future generazioni è un fottuto genio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Politicizzato (pro migrazione) anche il concerto di Capodanno a La Fenice :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)
21 ore fa, Cart ha scritto:

Che i mezzi di comunicazione siano imprese e, come tali, servono gli interessi di chi finanzia quelle imprese stesse è una verità di per sé evidente che, tuttavia, va sottolineata il più possibile in quanto molti tendono o a dimenticare o, quantomeno, a sottovalutare. 

Non che questo fenomeni sia strano, eh, è noto che i proletari preferiscano pensare a se stessi come proprietari piuttosto che prendere atto della realtà, ossia di essere dei poveracci sfruttati dal capitale. 

Tuttavia, questo non rende le misure adottate meno deludenti: il reddito di cittadinanza e quota 100 delle prese per il cùlo erano e prese per il cùlo rimangono, tanto per capirci. Poi, se vogliamo tirare in mezzo "ma allora il PD", ok, però, insomma, fino ad ora il governo ha fatto il càzzo duro contro i barconi dei poveracci, ma poi, il càzzo duro si è ammorbidito quando si è trattato di andare alla Commissione Europea. E se è vero quello che dice Bagnai, è vero anche che ora, il governo, ha bisogno di giustificare la propria arrendevolezza e il fatto di aver illuso gli elettori.

Certo che non le rende meno deludenti ed è ovvio che anche i partiti di governo facciano propaganda, però qui il problema è diverso.

Quando si arriva a vedere persino gente intelligente e che si informa come LeRoi e Erik scrivere cose come "le assunzioni pubbliche sono bloccate" o che "le pensioni sono state ridotte" capisci che il problema di disinformazione è molto grande, e che i media stanno facendo un ottimo lavoro in questo senso. Qui quindi non si tratta di giustificare la propria arrendevolezza ma di difendersi da menzogne atte a crearne un'immagine negativa per certe ragioni. Per questo invitavo a riflettere sul come prendere certe notizie: se i media continuano a mordere di certo non è per il nostro bene e questo dovrebbe essere compreso cercando perlomeno di non spargere le falsità che ci raccontano.

8 ore fa, Capitan Brod Brega ha scritto:

Sin ora questo governo si è dimostrato incapace e pericolosissimo. Ha provato (o forse ha solo messo in scena) un braccio di ferro con l'Europa sventolando sul balcone il 2.4 % di deficit-aboliamo la povertà, perdendo tempo per 3 mesi, creando tensione  che ha fatto aumentare lo spread e stimolato un calo delle borse facendo bruciare soldi, per poi fare dietro front ed accettare tutto ciò che vuole l'Europa in fretta e furia negli ultimi giorni dell'anno. A questo punto era meglio Renzi che almeno faceva tutto ciò che volevano subito senza alimentare shock finanziari.

(Premessa doverosa per non essere frainteso: sono anti sistema Euro ed UE dunque Renzi e tutto ciò che rappresenta per me è il male assoluto :asd: )

Sarai "anti sistema" ma intanto parli come un europeista qualunque dimostrando che forse non ci hai capito molto. Parli di soldi che si bruciano in borsa (la magica borsa che crea e brucia soldi dal nulla :asd:) e giudichi la stabilità finanziaria sopra alla sovranità, Giannino non l'avrebbe saputa dire meglio.

 

Con la storia del condono dimostri anche una visione molto limitata. Primo perché parli come se chi non avesse pagato lo abbia fatto perché gli piaccia mettersi nei guai con lo Stato, e non perché la sua azienda è andata per stracci o la redditività di essa è calata enormemente negli ultimi anni. Evidentemente non capite che questa cosa riguarda chi ha dichiarato (quindi i furbetti non c'entrano nulla) ma non è stato in grado di pagare, quindi non stiamo parlando di gente disonesta ma di persone che hanno avuto legittime difficoltà nel ripagare il proprio debito. Secondo perché pretendere il tutto senza sconti a chi non è in grado di ripagare è idiotico, non esiste al mondo una cosa del genere. Persino le banche che non preferiscono mettere la gente per strada vendendo i beni messi in garanzia concordano con i debitori un saldo a stralcio perché - sorpresa delle sorprese - rivedere indietro una parte del proprio credito è assai preferibile al non vederne indietro alcuna. Ma no, meglio impiccare le persone dimostrando zero solidarietà perché c'è chi ha avuto la fortuna o la bravura di potersi permettere di ripagare nei tempi giusti. Così sì che l'erario rivedrà tutto indietro...

 

Secondo la tua visione le aziende che hanno chiuso e continuano a chiudere lo fanno semplicemente per sport, non perché hanno seri problemi anche solo a rimanere aperti e pagare i fornitori/dipendenti, figurarsi le imposte. Deve essere così che abbiamo perso buona parte del nostro tessuto produttivo, per sport.

Ogni tanto bisognerebbe cercare di guardare un poco più in la del proprio naso, e capire che se si vuole cominciare a ricostruire qualcosa in questo paese distrutto non lo si può fare impiccando chi non ce l'ha fatta.

 

Modificato da Dr4Ke
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Dr4Ke ha scritto:

Quando si arriva a vedere persino gente intelligente e che si informa come LeRoi e Erik scrivere cose come "le assunzioni pubbliche sono bloccate" o che "le pensioni sono state ridotte" capisci che il problema di disinformazione è molto grande, e che i media stanno facendo un ottimo lavoro in questo senso.

Non ho problemi ad ammettere che spesso, per il sottoscritto, è un vero e proprio ginepraio capire bene e in che modo filtrare le notizie. Io sono arrivato al punto che spesso mi sento ingabbiato :asd:

Ti ringrazio per il complimento caro, cerco di fare del mio meglio anche se spesso si fallisce a causa dei propri limiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)
5 ore fa, Dr4Ke ha scritto:

Certo che non le rende meno deludenti ed è ovvio che anche i partiti di governo facciano propaganda, però qui il problema è diverso.

Quando si arriva a vedere persino gente intelligente e che si informa come LeRoi e Erik scrivere cose come "le assunzioni pubbliche sono bloccate" o che "le pensioni sono state ridotte" capisci che il problema di disinformazione è molto grande, e che i media stanno facendo un ottimo lavoro in questo senso. Qui quindi non si tratta di giustificare la propria arrendevolezza ma di difendersi da menzogne atte a crearne un'immagine negativa per certe ragioni. Per questo invitavo a riflettere sul come prendere certe notizie: se i media continuano a mordere di certo non è per il nostro bene e questo dovrebbe essere compreso cercando perlomeno di non spargere le falsità che ci raccontano.

Sarai "anti sistema" ma intanto parli come un europeista qualunque dimostrando che forse non ci hai capito molto. Parli di soldi che si bruciano in borsa (la magica borsa che crea e brucia soldi dal nulla :asd:) e giudichi la stabilità finanziaria sopra alla sovranità, Giannino non l'avrebbe saputa dire meglio.

 

Con la storia del condono dimostri anche una visione molto limitata. Primo perché parli come se chi non avesse pagato lo abbia fatto perché gli piaccia mettersi nei guai con lo Stato, e non perché la sua azienda è andata per stracci o la redditività di essa è calata enormemente negli ultimi anni. Evidentemente non capite che questa cosa riguarda chi ha dichiarato (quindi i furbetti non c'entrano nulla) ma non è stato in grado di pagare, quindi non stiamo parlando di gente disonesta ma di persone che hanno avuto legittime difficoltà nel ripagare il proprio debito. Secondo perché pretendere il tutto senza sconti a chi non è in grado di ripagare è idiotico, non esiste al mondo una cosa del genere. Persino le banche che non preferiscono mettere la gente per strada vendendo i beni messi in garanzia concordano con i debitori un saldo a stralcio perché - sorpresa delle sorprese - rivedere indietro una parte del proprio credito è assai preferibile al non vederne indietro alcuna. Ma no, meglio impiccare le persone dimostrando zero solidarietà perché c'è chi ha avuto la fortuna o la bravura di potersi permettere di ripagare nei tempi giusti. Così sì che l'erario rivedrà tutto indietro...

 

Secondo la tua visione le aziende che hanno chiuso e continuano a chiudere lo fanno semplicemente per sport, non perché hanno seri problemi anche solo a rimanere aperti e pagare i fornitori/dipendenti, figurarsi le imposte. Deve essere così che abbiamo perso buona parte del nostro tessuto produttivo, per sport.

Ogni tanto bisognerebbe cercare di guardare un poco più in la del proprio naso, e capire che se si vuole cominciare a ricostruire qualcosa in questo paese distrutto non lo si può fare impiccando chi non ce l'ha fatta.

 

Attualmente siamo in un sistema nel quale spread e finanza determinano l' aumento e abbassamento degli interessi che lo Stato paga sul debito pubblico, il rendimento degli investimenti di cittadini ed imprese; percui ok combattere il sistema ma bisogna considerare che farlo ha ripercussioni su cittadini e sulla spesa dello Stato (visto che tutto si basa sulla "follia" rapporto deficit-pil). Mi sta bene fare la guerra alla finanza per uscire dal sistema, varebbe la pena per i cittadini subire questi scossoni e stringere i denti, ma siamo sicuri che stiano davvero facendo la guerra al sistema in nome della sovranità? A me sembra che dopo 3 mesi hanno fatto esattamente ciò che gli è stato chiesto di fare, facendo inutilmente lievitare lo spread che per quanto sbagliato sia  influisce sulla nostra vita. Di reali volontà sovraniste ne vedo ben poche sin ora.

 

Che lo Stato non paghi i suoi debiti alle aziende non esiste, quindi tutte quelle che sono entrate in difficoltà per colpa dello Stato gli vanno stralciate le cartelle con tanto di risarcimento danni, non devono di certo pagare un condono.

Tutte quelle entrare in difficoltà a causa di altre imprese fallite chiaramente vanno aiutate, ma entrando nel merito.


Comunque faccio riflettere che l’abbassamento delle tasse per le partite IVA di fatto tende la mano al precariato: avrà ancora meno senso mettere dipendenti, più conveniente mettere tutte partite IVA, da chiamare solo quando c’è lavoro.

Mi sembra una mossa fatta giusto per far emergere qualche soldino del nero (che comunque continuerà imperante, vedi anche a causa della fatturazione elettronica) e non atta al conseguimento di migliori condizioni di lavoro.

Bisogna abbassare le tasse a tutti, imprese in primis perché sono loro a creare lavoro per le partite IVA e magari per lavoratori a tempo indeterminato.

Modificato da Capitan Brod Brega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Matteus ha scritto:

Politicizzato (pro migrazione) anche il concerto di Capodanno a La Fenice :facepalm:

Se devono fare le solite due puttanate operistiche tipo Verdi e vincerò, come se l'Italia avesse prodotto solo quella *****, preferirei direttamente un comizio con bella ciao. Ma pure faccetta nera, va bene tutto ma non quello schifo fatto solo per compiacere una vecchia grassona settantenne che si commuove perché da giovane aveva visto gli elefanti all'arena di verona 

3 ore fa, Capitan Brod Brega ha scritto:

Attualmente siamo in un sistema nel quale spread e finanza determinano l' aumento e abbassamento degli interessi che lo Stato paga sul debito pubblico

 

Giusto per puntualizzare, lo spread misura una differenza tra i rendimenti dei titoli di diversi paesi, quindi è lo spread che si alza e abbassa in base agli interessi, non viceversa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)
1 ora fa, Bert ha scritto:

Se devono fare le solite due puttanate operistiche tipo Verdi e vincerò, come se l'Italia avesse prodotto solo quella *****, preferirei direttamente un comizio con bella ciao. Ma pure faccetta nera, va bene tutto ma non quello schifo fatto solo per compiacere una vecchia grassona settantenne che si commuove perché da giovane aveva visto gli elefanti all'arena di verona 

 

Giusto per puntualizzare, lo spread misura una differenza tra i rendimenti dei titoli di diversi paesi, quindi è lo spread che si alza e abbassa in base agli interessi, non viceversa

Hai fatto bene a puntualizzare, letta così la mia frase poteva far capire che lo spread alza e abbassa gli interessi; comunque il mio ragionamento, che spero sia chiaro,  è che prima proponendo il 2,4%  si è incentivata una reazione negativa del mondo finanziario per poi 3 mesi dopo calarsi le braghe ?

Critico dunque la strategia adottata: o si andava fino in fondo, forte di potercela fare, con la soglia di deficit voluta (che poi il 2,4% sarebbe stata comunque una manovra insufficente, dicono si dovrebbe andare sopra il 4% per una manovra davvero efficace) oppure era meglio usare un approccio soft (e magari aumentare a manovra approvata qualche decimale di deficit, avvicinandosi al caro 2,4%, come facevano i governi precedenti) evitando più shock possibili.

 

 

Modificato da Capitan Brod Brega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Dr4Ke ha scritto:

Certo che non le rende meno deludenti ed è ovvio che anche i partiti di governo facciano propaganda, però qui il problema è diverso.

Quando si arriva a vedere persino gente intelligente e che si informa come LeRoi e Erik scrivere cose come "le assunzioni pubbliche sono bloccate" o che "le pensioni sono state ridotte" capisci che il problema di disinformazione è molto grande, e che i media stanno facendo un ottimo lavoro in questo senso. Qui quindi non si tratta di giustificare la propria arrendevolezza ma di difendersi da menzogne atte a crearne un'immagine negativa per certe ragioni. Per questo invitavo a riflettere sul come prendere certe notizie: se i media continuano a mordere di certo non è per il nostro bene e questo dovrebbe essere compreso cercando perlomeno di non spargere le falsità che ci raccontano.

Sarai "anti sistema" ma intanto parli come un europeista qualunque dimostrando che forse non ci hai capito molto. Parli di soldi che si bruciano in borsa (la magica borsa che crea e brucia soldi dal nulla :asd:) e giudichi la stabilità finanziaria sopra alla sovranità, Giannino non l'avrebbe saputa dire meglio.

 

Con la storia del condono dimostri anche una visione molto limitata. Primo perché parli come se chi non avesse pagato lo abbia fatto perché gli piaccia mettersi nei guai con lo Stato, e non perché la sua azienda è andata per stracci o la redditività di essa è calata enormemente negli ultimi anni. Evidentemente non capite che questa cosa riguarda chi ha dichiarato (quindi i furbetti non c'entrano nulla) ma non è stato in grado di pagare, quindi non stiamo parlando di gente disonesta ma di persone che hanno avuto legittime difficoltà nel ripagare il proprio debito. Secondo perché pretendere il tutto senza sconti a chi non è in grado di ripagare è idiotico, non esiste al mondo una cosa del genere. Persino le banche che non preferiscono mettere la gente per strada vendendo i beni messi in garanzia concordano con i debitori un saldo a stralcio perché - sorpresa delle sorprese - rivedere indietro una parte del proprio credito è assai preferibile al non vederne indietro alcuna. Ma no, meglio impiccare le persone dimostrando zero solidarietà perché c'è chi ha avuto la fortuna o la bravura di potersi permettere di ripagare nei tempi giusti. Così sì che l'erario rivedrà tutto indietro...

 

Secondo la tua visione le aziende che hanno chiuso e continuano a chiudere lo fanno semplicemente per sport, non perché hanno seri problemi anche solo a rimanere aperti e pagare i fornitori/dipendenti, figurarsi le imposte. Deve essere così che abbiamo perso buona parte del nostro tessuto produttivo, per sport.

Ogni tanto bisognerebbe cercare di guardare un poco più in la del proprio naso, e capire che se si vuole cominciare a ricostruire qualcosa in questo paese distrutto non lo si può fare impiccando chi non ce l'ha fatta.

 

io non ti conosco, ma ogni volta che voglio scrivere qualcosa c'è già la tua che dice esattamente le stesse cose. Sposami,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.