Jump to content
Sign in to follow this  
afullo

[Update] John Carmack lascia id Software - Ora ha esposto i suoi motivi

Recommended Posts

da DoomItalia:

 

Se vi state chiedendo se qualcuno stamattina si è svegliato con la luna storta o in vena di scherzi, purtroppo vi dovete subito ricredere. John Carmack ha davvero lasciato la id Software questa volta, ed in via definitiva.

 

Dopo quasi 23 anni di onorata militanza, l'ormai ex leader della casa texana ha deciso di concentrarsi esclusivamente sul progetto Oculus Rift, esterno ad id, che ricordiamo si prefigge la realizzazione di occhiali molto particolari, dotati di schermo tridimensionale esteso fino a raggiungere un angolo massimo di 110 gradi in diagonale, eliminando tutti i problemi di ritardo tra i movimenti effettivi della testa e la ricezione di essi da parte della macchina, che finora hanno un po' limitato i successi pratici in questo campo.

 

Il lavoro su id Tech 5 è completo, e la sua partenza non avrà ripercussioni sui progetti in corso sotto il punto di vista dell'implementazione grafica, ma costituisce senza dubbio un momento importante, segnando, seppur sostanzialmente alcune cose all'interno di id siano cambiate gradualmente nel corso di questi ultimi anni, e altre ne cambieranno probabilmente ancora col tempo, ma senza che questo addio costituisca un vero e proprio punto di stacco, almeno formalmente la fine di un'era.

 

http://www.spaziogames.it/notizie_videogiochi/console_multi_piattaforma/187547/john-carmack-lascia-ufficialmente-id-software.aspx

 

Share this post


Link to post
Guest codedh

Notizia veramente triste! A parer mio è colpa di Zenimax! I membri di Id non devono essere stati contenti delle scelte fatte, si dice che Zenimax abbia tagliato la parte finale di Rage per farlo uscire prima e non dando la possibilità di ottimizzarlo, hanno buttato il lavoro di qualche hanno su Doom4 perchè non soddisfacente (Zenimax e bethesda non ne hanno mai fatto uno mi chiedo come possano insegnare a id che gli fps gli ha creati) licenziando anche alcuni dipendenti e come conseguenza Todd Hollenshead si è licenziato, e ora lascia pure Carmack... praticamente id software è morta! Solo Willits è rimasto dello zoccolo duro di id! Sono veramente deluso, con i giochi di questa grande software house sono cresciuto! :tragic::tristenev::cry2:

Edited by codedh

Share this post


Link to post

Riporto un estratto di quanto ho postato come stato sul mio profilo Facebook due orette fa:

 

Fine del supporto per Linux, e accettazione di dinamiche commerciali fino a pochi anni prima esplicitamente opposte, visto che ci si poté permettere di chiudere la porta in faccia a Nintendo e a Microsoft.

 

Chiusura nei confronti del modding, sia in termini di strumenti messi a disposizione, che come fruibilità dei file, prima in chiaro e modificabili anche intuitivamente perlomeno per i task più semplici, ora criptati.

 

Profonda modifica della politica nei confronti della comunità inerente lo svelamento delle novità, prima graduale ma in complesso copioso, ora limitato ad alcuni eventi e comunque ridotto.

 

Cambia poi tanto se Carmack lascia la id Software?

 

Purtroppo un certo solco sembrava ormai già ben tracciato. Su Zenimax io ho degli interrogativi, nel senso che Bethesda nei confronti di altri giochi nuovi si è mostrata recettiva nei confronti del modding, non si capisce bene come mai non lo sia stata altrettanto in relazione a titoli per i quali i mod erano già un fenomeno affermato.

 

E da appassionato ritengo che il discorso sulle scelte di mercato possa essere una motivazione e non una giustificazione, a me non ne viene in tasca niente, e visto che le alternative non commerciali non mancano (materiale custom, interi giochi della comunità online come Xonotic...), mi limito a prendere atto e a decidere di conseguenza a che cosa giocare.

 

Tanto petizioni e proposte servono fino ad un certo punto, hanno esperti di marketing che fanno quello di lavoro 8 ore o più al giorno, perché dovrebbero ascoltare dei semplici giocatori, che tanto nella società dell'immagine del giorno d'oggi fa più una campagna pubblicitaria virale realizzata bene?

Edited by afullo

Share this post


Link to post

 

'nuff said


Citazione
ajayjohnson2:

its time to kick ass and release DNF ...but im alll out of funds

It's raining money ?

[sIGPIC][/sIGPIC]

Share this post


Link to post
Riporto un estratto di quanto ho postato come stato sul mio profilo Facebook due orette fa:

 

 

 

Purtroppo un certo solco sembrava ormai già ben tracciato. Su Zenimax io ho degli interrogativi, nel senso che Bethesda nei confronti di altri giochi nuovi si è mostrata recettiva nei confronti del modding, non si capisce bene come mai non lo sia stata altrettanto in relazione a titoli per i quali i mod erano già un fenomeno affermato.

 

E da appassionato ritengo che il discorso sulle scelte di mercato possa essere una motivazione e non una giustificazione, a me non ne viene in tasca niente, e visto che le alternative non commerciali non mancano (materiale custom, interi giochi della comunità online come Xonotic...), mi limito a prendere atto e a decidere di conseguenza a che cosa giocare.

 

Tanto petizioni e proposte servono fino ad un certo punto, hanno esperti di marketing che fanno quello di lavoro 8 ore o più al giorno, perché dovrebbero ascoltare dei semplici giocatori, che tanto nella società dell'immagine del giorno d'oggi fa più una campagna pubblicitaria virale realizzata bene?

 

che poi appunto, certe mosse di zenimax degli ultimi tempi nn si capiscono. perchè nn rendere tutto moddabile? è un guadagno che alla lunga rende! guarda skyrim! praticamente nessuno ci gioca s nn è moddato! stessa storia per fallout 3 e oblivion (quest'ultimo veramente ingiocabile senza mod). uno dei cavalli di battagli di ID era proprio la possibilità di moddare i giochi!

 

poi fare "razzismo" verso alcune società nn ha proprio senso. ad esempio, quando zenimax disse che i suoi giochi nn sarebbero arrivati su wiiu. motivo? loro dicono perchè nn rende, io dico perchè nn sanno programmare. infondo fallout, skirm e compagnia bella hanno un bug a ogni angolo . su computer hanno dovuto fare delle mod per evitare crash improvvisi del gioco. hanno anche avuto problemi assurdi su ps3, figuratevi su una consol relativamente nuova.

Share this post


Link to post

A parziale difesa c'è da dire che Nintendo punta verso un target un po' diverso, preferendo lo sviluppo dei brand classici di arcade e platform piuttosto che la grafica dernier cri; in generale però si è vista ben più di una decisione di difficile comprensione, e il fatto di essere ben meno comunicativi nei confronti della comunità di quanto faceva id quando era indipendente, tendendo a limitare il rapporto ad una scarna relazione verticale pubblicità/potenziale acquirente, ha disorientato ancora di più un mondo di persone che era stato abituato, da anni di supporto diretto o indiretto alle iniziative custom, a non vedere i giochi come semplici prodotti commerciali.

Share this post


Link to post

A tre mesi dall'addio di John Carmack ad id Software, non commentato all'epoca né dal programmatore né da Zenimax, il fondatore storico della casa videoludica texana ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto ad andarsene dalla software house che gli ha dato tanta fortuna e a cui ne ha data altrettanta.

 

La causa è da ricercarsi, come qualcuno già si immaginava, in Oculus Rift, il progetto di visore oculare che dovrebbe affiancare i dispositivi di controllo attualmente disponibili. Tale tecnologia non potrà infatti essere implementata in Wolfenstein: The New Order e in Doom 4, e questo fatto è stato, a detta di Carmack, decisivo nel suo abbandono, visto che non avrebbe potuto seguire parallelamente due progetti disgiunti tra di loro.

 

Carmack, pur ormai da esterno, terrà comunque l'usuale discorso annuale al QuakeCon, quest'anno anticipato, e previsto tra il 17 e il 20 luglio.

 

Commentate. Secondo me semplicemente Carmack ha capito che dentro id sarebbe ormai rimasto ben lontano dai fasti dei tempi passati, e ha deciso di puntare verso un progetto innovativo, "rivoluzionario" come va di moda dire (anche se io ci vedo una tecnologia sì molto utile e a tratti sorprendente, ma che affianca e non sostituisce quelle già presenti - la parola "rivoluzione" la lascerei al marketing interessato a farlo comprare) oggi.

 

Quando ha colto che Oculus Rift non sarebbe stato compatibile con i giochi della casa in fase di lavorazione, e che pertanto non avrebbe potuto seguire due progetti separati, nel fare la scelta ha optato per quello che gli potrebbe dare ancora gloria. E in effetti, se fa successo con OR, torna alla ribalta delle cronache; se fa successo con uno sparatutto, tutti a dire che potrà anche essere bello ma che non ha ribaltato il tavolo come negli anni '90.

Share this post


Link to post
Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...