Vai al contenuto
Dex

ps4 Kingdom Hearts III | SPOILER = BAN | Riassunti della saga al 2° post! | Disponibile! |

Messaggi raccomandati

bjga2x.jpg

Scheda Spaziogames

Sito ufficiale giapponese

Sito ufficiale occidentale

 

Genere: Action-RPG

Sviluppatore: Square-Enix

Publisher: Square-Enix

 

Characters

Goofy

25at7af.png

Nascondi Contenuto

goofy1.png

goofy2.png

goofy3.png

goofy4.png

Sora

1zmidz8.png

Nascondi Contenuto

sora1.png

sora2.png

sora3.png

sora4.png

 

Donald Duck

ehhp2e.png

Nascondi Contenuto

donald1.png

donald2.png

donald3.png

donald4.png

Riku

9a49s3.png

Nascondi Contenuto

riku.png

Kairi

1zlzket.png

Nascondi Contenuto

kairi.png

King Mickey

o53urc.png

Nascondi Contenuto

mickey.png

Maleficent

n1dx7p.png

Nascondi Contenuto

maleficent.png

Pete

260ets5.png

Nascondi Contenuto

pete.png

The real Organization XIII

2co38ds.png

Nascondi Contenuto

to13.png

Video

Trailer d'annuncio - E3 Trailer (11/06/2013):

 

 

D23 Expo Japan 2013 (14/10/2013)

Nascondi Contenuto

 

E3 2015 Gameplay Trailer (16/06/2015):

Nascondi Contenuto

 

Trailer dell'Orchestra (10/06/2017)

Nascondi Contenuto

 

D23 2017 Excerpt Trailer - Hercules (15/07/2017):

Nascondi Contenuto

 

D23 2017 Toy Story Trailer (15/07/2018)

Nascondi Contenuto

 

Monster & co. Trailer del D23 Tokyo 2018 (10/02/2018)

Nascondi Contenuto

 

Classic Kingdom Trailer (15/04/2018)

Nascondi Contenuto

 

E3 2018 Frozen Trailer (10/06/2018)

Nascondi Contenuto

 

Square Enix E3 Showcase Trailer 2018 (11/06/2018)

Nascondi Contenuto

 

E3 2018 Pirates of the Caribbean Trailer (11/06/2018)

Nascondi Contenuto

 

Big Hero Six Trailer del TGS (17/09/2018)

Nascondi Contenuto

 

Arwork

 

1372085256-kingdom-hearts-iii-cg-artwork

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

KINGDOM HEARTS: LA SAGA COMPLETA

IDEATO E SCRITTO DA: DAVID-SENPAI 95

REVISIONE A CURA DI: LIGHT8 & MRBROLO

 

 

N.B. Union X è un gioco mobile in continua espansione, pertanto mi sono limitato a fare un sunto dei contenuti mostrati nella raccolta 2.8 detto appunto Back Cover 

KINGDOM HEARTS BACK COVER

Nascondi Contenuto

La nostra storia ha inizio ad Auropoli durante l'era delle fiabe (

Te lo spiega Senpai: molto tempo addietro rispetto agli eventi della saga di Xehanort) dove tutti i mondi erano uniti e protetti grazie alla luce del misterioso KINGDOM HEARTS. L’accesso a Kingdom Hearts era protetto da una misteriosa arma conosciuta con il nome di X-BLADE (Leggi: CHI-BLADE). In questa idilliaca cittadina troviamo il MAESTRO DEI MAESTRI, veggente e governante della città nonché, come il suo titolo suggerisce, maestro di keyblade: armi leggendarie create da lui ad immagine del X-Blade. Egli ha 6 allievi: LUXU, IRA, INVI, ACED, GULA E AVA. Dopo aver creato i Chirity, esseri magici che avrebbero guidato i suoi allievi sulla retta via, il Maestro scrive un libro contenenti tutti gli eventi futuri conosciuto come IL LIBRO DELLE PROFEZIE. Dopodiché  dona il suo Keyblade a Luxu e lo incarica di girare il mondo in lungo e in largo e di trovare un degno successore a cui donare a sua volta il keyblade. Questo keyblade, infatti è molto prezioso, in esso è incastonato un occhio del maestro e gli permette di vedere il futuro in qualsiasi luogo Luxu lo porterà (Te lo spiega Senpai: in pratica è Luxu e il suo vagare con il keyblade che permette al Maestro di scrivere il Libro. E' una sorta di loop temporale, non so se è chiaro il concetto: Luxu riuscirà PER FORZA nel suo scopo altrimenti si creerebbe un paradosso temporale!!) Infine gli affida una SCATOLA NERA e con il suo benestare lascia partire l'allievo. La mossa successiva del maestro è consegnare una copia del libro a ognuno dei suoi pupilli affidando ad ognuno di loro un compito e mettendoli in guardia di una guerra che sconvolgerà gli equilibri del mondo così come lo conoscono. Questa guerra è inevitabile e lo scopo degli allievi sarà di preparare il mondo al futuro. Infine il maestro svanisce senza lasciar traccia. Dopo un po' di tempo i 5 allievi rimasti ad Auropoli, hanno fondato delle vere e proprie scuole dette Unioni per addestrare i giovani che saranno la speranza dopo la grande guerra predetta dal Maestro. Questo scenario però stava per cambiare. Infatti, grazie al Libro delle profezie, scoprono che tra di loro vi è un traditore e i cinque amici finiscono per litigare e a portare, grazie alle loro azioni, proprio alla temuta guerra profetizzata che sarebbe passata alla storia come: LA GUERRA DEI KEYBLADE.

 

KINGDOM HEARTS BIRTH BY SLEEP

Nascondi Contenuto

La guerra dei keyblade ha cambiato l'ordine delle cose: i mondi ora sono tutti divisi ed irraggiungibili tranne a pochi eletti: i portatori dei keyblade. Alla Terra di Partenza, mondo dove ha sede una scuola per apprendisti portatori, studiano per diventare Maestri di Keyblade due giovani ragazzi:

TERRA ED AQUA. Il MAESTRO ERAQUS, dedito alla luce, è come un padre per loro. Un giorno, mentre sono intenti ad allenarsi, giunge alla Terra di Partenza un uomo molto anziano che si presenta come XEHANORT, MAESTRO DEL KEYBLADE e vecchio amico di Eraqus. I due avevano litigato perché Xehanort era ossessionato dall'oscurità ma ora veniva in pace, conscio dei suoi errori, e aveva portato con lui un altro giovane allievo per Eraqus: VENTUS. Il ragazzo si presentava, però, in uno stato catatonico e sembrava non reagire a stimoli esterni. Lasciato lì il giovane e riappacificatosi col suo vecchio amico, Maestro Xehanort se ne andò. 

La vita procedeva normalmente e i tre ragazzi (Terra, Aqua e Ventus) avevano fatto amicizia e formato un legame indistruttibile, legame che aveva fatto guarire addirittura Ventus dal suo strano stato. Per sugellare la loro amicizia Aqua aveva creato tre portafortuna che i ragazzi conservavano gelosamente, non sapendo che qualcosa di terribile stesse per accadere proprio nel loro giorno tanto atteso: il giorno in cui Aqua e Terra avrebbero sostenuto l'ESAME DELLA MAESTRIA che li avrebbe fatti diventare Maestri di Keyblade. 

Maestro Xehanort era stato invitato da Eraqus per assistere all'esame e mentre Aqua e Terra si affrontavano per dimostrare il loro valore, Maestro Xehanort, che non aveva affatto rinunciato alle sue ambizioni oscure, risvegliò l'oscurità di Terra facendogli fallire l'esame. Eraqus dunque dichiarò Terra non ancora pronto mentre Aqua divenne una Maestra di Keyblade. A sentire queste parole il ragazzo corse via per stare da solo e Maestro Xehanort si allontanò insieme ad una STRANA FIGURA COL VOLTO COPERTO. Più tardi, quel giorno, Maestro Yen Sid, Maestro di Keyblade e amico di Eraqus, lo contattò e gli disse che una nuova minaccia per la luce era comparsa: gli  UNVERSED. Inoltre Yen Sid disse ad Eraqus che si erano perse le tracce del Maestro Xehanort. Eraqus, all'oscuro dell'interferenza di Xehanort con l'esame e preoccupato per l'amico, incarica Terra di andare a cercarlo come modo per dimostrare il suo vero valore dopo il fallimento dell'esame. In segreto però incaricò Aqua di seguire l'amico per proteggerlo da se stesso e dall'oscurità risvegliatasi nel suo cuore. Nel frattempo Ventus, che si trovava nella sua stanza, venne attirato con l'inganno dal ragazzo mascherato che era con Xehanort, a seguire Terra. Il ragazzo dunque abbandonò la terra di partenza senza il permesso di Eraqus. Ora Aqua aveva anche un altro compito: ritrovare Ventus. Durante i loro viaggi per i vari mondi i tre amici scoprirono cose molto interessanti che li avrebbero cambiati per sempre:

 

 

- Terra: il ragazzo trovò il Maestro Xehanort che gli disse che Eraqus era impazzito e stava per fare del male a Ventus. Si precipitò alla Terra di Partenza e vide il Maestro Erqus combattere con Ventus. Intervenne per salvarlo ed ottenne la meglio ma mentre Eraqus era a terra sconfitto arrivò Xehanort che lo uccise e il Maestro con le sue ultime forze, trasferì parte del suo cuore in quello di Terra. A caro prezzo, il giovane scoprì quindi che il Maestro Xehanort non era affatto scomparso ma che in realtà l'aveva solo manipolato per raggiungere i suoi oscuri obiettivi  e far crescere l'oscurità in lui. Scoprì anche l'identità del ragazzo mascherato: Vanitas. E si recò quindi in un luogo conosciuto come IL CIMITERO DEI KEYBLADE per sconfiggere Maestro Xehanort una volta per tutte

 

-Ventus: il giovane scoprì il motivo del suo stato catatonico. Tempo prima Xehanort voleva usarlo per creare un'arma conosciuta come X-Blade in grado di aprire le porte di Kingdom Hearts e impossessarsi della conoscenza ivi contenuta. Visto che Ventus non voleva collaborare per creare quest'arma il Maestro Xehanort decise di usare un altro metodo: estrarre tutta l'oscurità con il suo Keyblade (Te lo spiega Senpai: ed è qui che apprendiamo che il Keyblade di Xehanort è lo stesso che il Maestro dei Maestri aveva donato a Luxu!) dal cuore di Ventus per creare un essere di pura oscurità e farlo scontrare con uno di pura luce: fu così che nacque Vanitas, ovvero la controparte oscura di Ventus che divenne così un ragazzo dal cuore di pura luce. Però qualcosa andò storto e il cuore di Ventus si danneggiò mandandolo in coma. Il Maestro, per pietà, decise di lasciarlo riposare in pace nel luogo dove egli stesso era cresciuto:  LE ISOLE DEL DESTINO. Lì però avvenne un miracolo: un ragazzo dal cuore puro riuscì ad entrare in contatto con il cuore di Ventus e ne accolse una sua parte dentro di lui affinché potesse guarire: quel ragazzo si chiamava SORA. Sbalordito da quell'evento, il Maestro Xehanort decise di nascondere Ventus in un luogo sicuro fin quando non si fosse ripreso e fosse diventato più forte per affrontare Vanitas. Lo portò dunque da Eraqus. Ora però Ventus scoprì la verità e tornò a casa per riferirlo al Maestro Eraqus ma il maestro, affranto, non trovò altra soluzione se non quella di eliminare Ventus per impedire la creazione del X-Blade.... fu allora che arrivò Terra e lo scaraventò in un portale oscuro per salvarlo. Sconvolto da quanto appreso e da quanto stava succedendo, il ragazzo si recò al CIMITERO DEI KEYBLADE  per chiudere questa storia una volta per tutte.

 

-Aqua: La maestra di Keyblade visita i vari mondi sulle tracce di Ventus e per tenere d'occhio Terra scoprendo che il ragazzo sta cadendo sempre più vittima dell'oscurità. Incredula continua ad esplorare mondi fin quando non arriva a Radiant Garden dove incontra una giovane bambina di nome KAIRI che, toccando il keyblade di Aqua, assume inconsciamente l'abilità di invocarne uno. Dopo aver salvato la bambina dagli Unversed e riportata in salva dalla nonna, Aqua riparte in cerca dei suoi amici. Nei vari mondi incontra anche Vanitas che riesce a sconfiggere anche se non definitivamente. Giunge, poi, alle Isole Del Destino e incontra altri due bambini: Sora e il suo migliore amico RIKU. Aqua vorrebbe passare il potere di evocare il keyblade ad uno di loro, ma si accorge che Riku è già dotato di quest'abilità (Te lo spiega Senpai: era stato proprio Terra a concedergli questo potere durante i suoi viaggi per i vari mondi, in quanto si rispecchiava nel ragazzino) quindi dice a Sora di vegliare sempre su di lui per non farlo cadere vittima dell'oscurità. Fatto ciò Aqua, indecisa sul da farsi, si reca da Mestro Yen Sid per chiedere consiglio e qui scopre che Eraqus non c'è più! Shockata, ma determinata a vendicare il maestro, decide allora, su consiglio di Yen Sid, di dirigersi al CIMITERO DEI KEYBLADE  per raggiungere i suoi amici e vendicare il loro maestro.

 

Giunti al cimitero dei keyblade (Te lo spiega Senpai:  luogo dove si era svolta la guerra dei Keyblade) i tre amici fanno il punto della situazione, ma la loro riunione viene interrotta da maestro Xehanort e Vanitas (che comanda gli unversed in quanto creati insieme a lui al momento della scissione con Ventus). Inizia quindi una ferocia battaglia in cui Xehanort immobilizza Ventus, Aqua combatte contro Vanitas e Terra cerca di fermare il Maestro Xehanort, tutto mentre il Maestro stesso lancia un incantesimo per preparare l'apertura di Kingdom Hearts che si manifesta come una luna a forma di cuore. Ventus riesce a immobilizzare Aqua (la quale aveva combattuto anche contro un apprendista di Ansem il Saggio, Braig che si era alleato precedentemente con Xehanort,) che sviene. A quel punto arriva Ventus che combatte contro la sua nemesi portando alla nascita del X-Blade. Con le ultime forze Ventus combatte una battaglia interiore contro Vanitas, riuscendo a sconfiggerlo e a distruggere il X-Blade prima che possa completarsi del tutto. Nel processo però il cuore di Ventus cede e il ragazzo entra in un sogno eterno, e nessuno sa e riuscirà mai a svegliarsi. Nel frattempo Terra si batte coraggiosamente con Xehanort ma il maestro riesce ad estrarsi il cuore col suo keyblade e a trasferirlo nel corpo di Terra. Terra ormai non c'è più, al suo posto solo Xehanort.. ma la volontà del ragazzo è così forte da animare la sua armatura che affronterà Xehanort senza però avere la meglio e dunque resterà in quel luogo per trovare un modo di rimediare ai suoi errori. E Aqua? scommetto che è questo che vi state chiedendo... ebbene, la maestra viene salvata da Topolino, apprendista di Yen Sid e che i nostri amici hanno conosciuto durante le loro avventure. Non sapendo più cosa fare, ringrazia Yen Sid ed il suo apprendista e decide di riportare Ventus, privo di sensi, alla Terra Di partenza( che era stata distrutta dal Maestro Xehanort dopo aver ucciso Eraqus) e, grazie al potere del Keyblade di Eraqus, che Aqua raccoglie dalle rovine di quella che un tempo era casa sua, trasforma la Terra di Partenza nel CASTELLO DELL'OBLIO dove rinchiude Ventus nella CAMERA DEL RISVEGLIO e lo sigilla lì, in attesa di trovare un modo di risvegliarlo. Ora però, Maestra Aqua, con rinnovato coraggio, si mette in cerca di Terra per salvarlo. Lo trova a Radiant Garden e quando lei gli si avvicina lui le chiede "IO CHI SONO?"... Esatto, Terranort (Te lo spiega Senpai: ovvero Xehanort nel corpo di Terra) ha perso la memoria e vaga per Radiant Garden per ricordare la sua identità. Dopo una dura battaglia in cui Terranort attinge troppo all'oscurità, sta per essere risucchiato nel REGNO DELL'OSCURITA' (Te lo spiega Senpai: in Kingdom Hearts ci sono quattro regni: quello di luce dove ci sono i vari mondi come le isole del destino o Radiant Garden; quello di oscurità di cui sappiamo molto poco a parte il fatto che è probabilmente il più grande di tutti; quello di mezzo dove ci sono i mondi come Crepuscopoli di cui parleremo più avanti e infine il Regno di Kingdom Hearts di cui non sappiamo assolutamente nulla) ma Aqua con un ultimo sforzo salva colui che un tempo era il suo più caro amico e prende il suo posto nell'oscurità.... Terranort si ritrova quindi a Radiant Garden dove viene trovato da Ansem il Saggio ed i suoi apprendisti (tra cui Braig, che lo riconosce) e quando gli chiedono il suo nome la sua risposta ha lo stesso effetto di un pugno in pieno volto: "XEHANORT".

KINGDOM HEARTS

Nascondi Contenuto

10 anni sono trascorsi dagli eventi di BBS. Siamo alle ISOLE DEL DESTINO. Sora e Riku hanno una nuova amica: Kairi. La ragazza è arrivata anni prima e ricorda poco o nulla del suo luogo natale, ma ha trovato degli ottimi amici in Sora e Riku e trascorre le sue giornate in loro compagnia con un sogno condiviso: costruire una zattera ed esplorare il mondo. I tre amici ci stanno lavorando da un po’ di tempo ormai, ma sono quasi pronti: domani partiranno! Oggi devono solo recuperare le ultime provviste, poi saranno pronti. Sora sta esplorando il loro POSTO SEGRETO in cerca di funghi. E' una caverna come tante… tranne per un dettaglio: una PORTA SENZA SERRATURA… non sanno cosa sia, ma non importa: è sempre stata lì e non ha mai dato fastidio a nessuno, che importa? E invece quel giorno importava eccome…. Mentre è alla ricerca dei funghi, Sora scorge una FIGURA CON UNA TUNICA ED UN CAPPUCCIO MARRONI. La strana figura dice a Sora che quel mondo è stato collegato all’oscurità e che la porta si sarebbe aperta presto… Sora è spaventato ma dice che non gli permetterà di fare del male alla sua isola ed i suoi amici, ma la figura incappucciata lo ritiene un ignorante, dopodiché scompare nelle tenebre dalle quali era uscito. Sora resta turbato da quell’incontro, ma incapace di spiegarselo, decide di completare il suo compito e ricongiungersi con Riku e Kairi: ora erano pronti, domani sarebbero finalmente partiti!. Quel pomeriggio tornarono a casa come sempre dandosi appuntamento al giorno dopo ma quella notte ci fu una terribile tempesta e Sora, preoccupato per la zattera decise di andare a controllare. Arrivato sulla piccola isola dove tenevano la zattera, Sora nota che sono presenti le piccole barchette dei suoi amici: Riku e Kairi hanno avuto la stessa idea! Sora si mette subito in erca dei suoi amici ma viene assalito da delle strane creature che sembrano fatte di pura OSCURITA’ e la sua spada giocattolo non può nulla contro di loro. Schivando agilmente i loro attacchi Sora trova Riku, ma il ragazzo si comporta in modo strano, parla di una porta che è stata aperta ed è circondato da oscurità mentre in alto vi è un buco nero che pian piano sta risucchiando il loro mondo: allunga la sua mano verso Sora per permettergli di seguirlo ma Sora non vuole andare, però allunga ugualmente la mano… vuole salvarlo! Ma nel preciso istante in cui le loro mani si toccano, l’oscurità prende Riku e sora si ritrova in mano un’arma a forma di chiave mentre una voce in lontananza sussura uno strano nome mai udito prima…. KEYBLADE” . Non capendo bene la situazione e con Riku disperso, Sora si lancia alla ricerca disperata di Kairi: non c’è tempo da perdere e Sora si reca nell’unico posto dove non ha ancora guardato… il loro Posto Segreto! Durante il tragitto Sora scopre che il keyblade è in grado di eliminare quelle strane creature. Con ritrovato coraggio si fa largo tra l’orda e raggiunge la caverna: Kairi è lì ma appare debole… ad un tratto la porta senza serratura si apre e un forte vento scaraventa Sora e Kairi fuori dalla caverna. Kairi sta per cadere e Sora prova ad afferrarla ma…. Scompare… Una volta fuori Sora assiste alla distruzione della sua isola per mano di quel buco nero fatto di pura oscurità ed un essere oscuro molto più grande degli altri si scaglia contro di lui. Dopo un’intensa battaglia Sora ha la meglio ma viene risucchiato dal buco nero…

Nel frattempo al CASTELLO DISNEY  Topolino ha finito l’apprendistato presso Maestro Yen Sid ed è diventato Re. Il dovere però lo chiama e informa, tramite una lettera, il suo fedele mago di corte PAPERINO e il capo delle guardie reali PIPPO di una minaccia molto grave: i mondi stanno cadendo mano a mano nell’oscurità e stanno sparendo e il sovrano è partito per scoprirne il motivo. Nel frattempo i suoi leali amici devono raggiungere la città di mezzo e trovare “la chiave ed il suo portatore per fermare la minaccia”.  Paperino e Pippo dunque partono con la GUMMISHIP, una nave spaziale fatta con i gummi, materiale estremamente versatile che si dice siano frammenti di stelle. Arrivati alla città di mezzo con la gummiship, i due, guidati da Pluto e con il GRILLO PARLANTE ad annotare le loro gesta durante il loro viaggio, si mettono alla ricerca della chiave.

 

Sora si risveglia nella CITTA’ DI MEZZO e, resosi conto che quanto successo non è affatto un sogno, si mette alla ricerca dei suoi amici ma senza successo. Si imbatte però in Leon (Te lo spiega Senpai: Squall Leonheart di FFVIII) che, portato al sicuro il giovane custode del keyblade nel luogo in cui si sono rifugiati anche i suoi amici (Te lo spiega Senpai: vari personaggi della serie Final Fantasy), gli spiega la situazione: le creature che ha affrontato si chiamano HEARTLESS creature senza cuore che ne bramano uno e il keyblade è l’unica arma in grado di sconfiggerle. Il Keyblade è un’arma formidabile in grado di aprire o chiudere qualunque serratura anche quella che porta ai cuori dei mondi. I mondi infatti hanno un proprio cuore e gli Heartless compaiono nei mondi perché questo cuore li attira, vogliono infatti divorarli: Sora deve trovare questi cuori e sigillarli in modo che siano al sicuro dagli Heartless e fermare così il loro proliferare. Gli dice inoltre che uno studioso di nome ANSEM IL SAGGIO che un tempo comandava il loro mondo ormai infestato dagli heartless (LA FORTEZZA OSCURA) ha studiato l’oscurità e queste creature e ha raccolto le sue scoperte in un diario le cui pagine sono ormai sparse in giro per i mondi… il tempo delle chiacchiere ormai è finito: gli heartless attaccano e Sora scappa mentre Leon e gli altri lo coprono. Nella fuga incontra Pippo e Paperino che, riconosciuto in lui la figura indicatagli dal re, decidono di unirsi e viaggiare insieme visitando vari mondi in modo da fermare gli Heartless, trovare gli amici di Sora e le pagine del diario di Ansem.

Dopo varie peripezie in giro per i mondi con la gummiship, i nostri eroi scoprono che Riku è sano e salvo ma è stato traviato a seguire l’oscurità da MALEFICA (Te lo spiega Senpai: che capeggia anche i vari cattivi Disney che popolano i mondi che Sora e i suoi compagni visitano) che gli consegna anche Kairi che si trova in uno stato comatoso in quanto ha misteriosamente perso il proprio cuore. I nostri trovano anche varie pagine del diario e apprendono della follia che man mano si impossessa di Ansem: l’uomo inizia a compiere esperimenti crudeli ed arriva perfino a creare degli Heartless artificiali ma poi scopre che anche i mondi hanno un cuore… il suo obiettivo è contaminare con l’oscurità i vari cuori dei mondi e rapire LE SETTE PRINCIPESSE DI PURA LUCE con l’aiuto di Malefica per arrivare a Kingdom Hearts: luogo che secondo Ansem è pieno di oscurità e contenente conoscenza infinita. Con queste conoscenze a portata di mano, i nostri eroi procedono verso i prossimi mondi per completare la loro missione e salvare le principesse rapite.

I nostri amici giungono alla fortezza oscura, covo degli Heartless e di Malefica (rimasta ormai l’unica cattiva Disney) ma qui incontrano Riku che rivela di essere il vero prescelto del Keyblade e con un colpo di scena inaspettato sottrae il keyblade di Sora e i suoi amici decidono di seguire il portatore della chiave lasciando, a malincuore, Sora indetro…. Il ragazzo però non demorde e con l’aiuto della Bestia (dal film La Bella e La Bestia) raggiunge Riku per confrontarsi con lui… l’amico tanto a lungo cercato era lì davanti a lui ma ormai sopraffatto dall’ oscurità non esita a colpire mortalmente Sora…. Ma Pippo con il suo fido scudo respinge il colpo e Paperino segue il suo esempio tornando al fianco di Sora. Il Keyblade, percependo la luce del cuore di Sora, in grado di attirare a sé i suoi amici, rompe il legame con Riku tornando definitivamente nelle mani di Sora. Riku, umiliato fugge nelle profondità della fortezza e viene raggiunto da una strana figura col cappuccio marrone che rivela la sua identità: si tratta di Ansem, privato del suo corpo ed in cerca di un contenitore per diventare di nuovo completo….. Riku!

Sora e i suoi amici si lanciano all’inseguimento di Riku per cercare di riportarlo sulla retta via, e si imbattono prima in Malefica, che viene sconfitta definitivamente. Continuando la ricerca di Riku, Sora e copagni lo raggiungono… ma è ormai stato posseduto da Ansem! Nel salone dove si trova Riku-Ansem, vi è anche Kairi, addormentata. Qui Riku-Ansem rivela a Sora che la ragazza è l’ultima principessa che serve per aprire Kingdom Hearts ma non può prendere il suo cuore perché è prigioniero... nel cuore di Sora stesso! Ha perciò creato un Keyblade del cuore, formato dal cuore delle sei principesse che ha fatto catturare da Malefica, per estrarre il cuore di Kairi e aprire finalmente Kingdom Hearts. Dopo una estenuante battaglia, Riku-Ansem viene sconfitto e riesce a fuggire AI CONFINI DEL MONDO (Te lo spiega Senpai: luogo formato dai resti dei mondi distrutti dagli Heartless) lasciando però lì il Keyblade del cuore (Te lo spiega Senpai: nel mondo di Kingdom Hearts esistono tre tipi di Keyblade: quelli forgiati nella luce, quelli forgiati nell’oscurità e quelli forgiati usando i cuori delle persone. Questi sono i più potenti… infatti sono in grado di aprire o chiudere anche i cuori delle persone). Sora prova a chiudere la serratura del cuore del mondo della Fortezza oscura, ma non ci riesce perché per completare quest’ultima serratura ha bisogno del cuore di tutte le principesse di pura luce perché si è danneggiata nel processo di creazione della porta per Kingdom Hearts…. A Sora non resta che una cosa da fare: usare il Keyblade del cuore per estrarre il cuore di Kairi dal suo perdendolo nel processo. I suoi amici provano a fermarlo ma Sora, coraggiosamente, procede. Sora cade nell’oscurità e perde il cuore mentre Kairi riacquista il suo e si risveglia e il keyblade del cuore si distrugge liberando così anche i cuori delle altre sei principesse, tenute prigioniere nella fortezza, di cui era formato.

La perdita del cuore trasforma Sora in un Heartless che vede Paperino e Pippo portare al sicuro Kairi. Una volta raggiunti i suoi amici solo Kairi lo riconosce e abbracciandolo lo riporta indietro restituendogli il suo corpo tra lo stupore di Pippo e Paperino. Non c’è tempo di fermarsi e i nostri eroi scappano e si rifugiano nella città di mezzo. Messa al sicuro Kairi e ricevuto un PORTAFORTUNA fatto da lei, Sora, Paperino e Pippo ritornano alla fortezza oscura per chiudere la sua serratura. Qui trovano ad aspettarli Leon ed i suoi amici che sono venuti a salutarli: chiudendo tutte le serrature infatti, i mondi torneranno come erano la notte della tempesta che ha distrutto il mondo di Sora, divisi ed irraggiungibili neanche con la gummiship. Chiusa la serratura alla Fortezza ne rimaneva solo una: quella ai confini del mondo.

Giunti ai confini del mondo i nostri eroi trovano un’ultima pagina del diario di Ansem dove afferma che laddove un umano con una forte personalità dovesse diventare un heartless si sarebbe lasciato dietro un involucro vuoto o meglio….. UN NESSUNO…. Perplessi davanti a quell’informazione dal significato emblematico proseguirono la loro ricerca di Ansem… andava fermato a qualunque costo. Sconfitti una moltitudine di Heartless, i tre eroi arrivarono finalmente al cospetto di Ansem. Questi aveva ormai trasformato il corpo del povero Riku in quello che un tempo era stato il suo e Riku era stato bandito nel regno dell’oscurità…. 

Mentre Sora e i suoi amici combattevano contro il malvagio Ansem, Riku vagava nell’oscurità con una voce che lo guidava… La voce aveva detto che a Sora serviva il loro aiuto e il ragazzo, pentito, si era subito dato da fare percorrendo quella via oscura con solo quella calda e luminosa voce a guidarlo…

 

Ansem era davvero forte e continuava a cambiare forma e a far sprofondare lui e i suoi avversari nell’oscurità ma Sora non mollava e teneva testa al rivale, indebolendolo sempre più. Ormai stremato Ansem, che era arrivato ai confini del mondo per trovare un’entrata alternativa a Kingdom Hearts lo invoca, aspettando di guadagnare potere dall’oscurità al suo interno…. Ma Sora sapeva che Kingdom Hearts non era oscurità… ma Luce! E una luce accecante uscì dalla porta di Kingdom Hearts lì comparsa e Ansem si dissolse davanti ai nostri amici. Ma dopo quella ondata di luce, l’oscurità iniziò a fuoriuscire dalla porta: andava chiusa! Sora, Paperino e Pippo provavano con tutte le loro forze a chiudere la porta ma essa non si spostava di un millimetro perché l’oscurità spingeva forte dall’altro lato…. Fu allora che dall’altro lato arrivarono Riku e Re Topolino che grazie al potere del suo keyblade respinse buona parte delle forze dell’oscurità mentre Riku aiutò Sora a chiudere la porta e chiedendo all’amico di proteggere sempre Kairi… ma Sora era sempre stato testardo e gli promise che avrebbe trovato il modo di salvare lui e Topolino… e infine la porta si chiuse con i nostri amici da un lato e Riku e Topolino dall’altro. Sora la sigillò con il keyblade e Topolino fece altrettanto dal suo lato….. in un attimo tutto iniziò a tornare come prima.

Mentre i mondi si ricostruivano davanti i loro occhi e le barriere che li separavano ritornavano, Sora, Paperino e Pippo raggiunsero Kairi alle isole del destino che stavano tornando e Sora le spiegò le loro intenzioni: non poteva tornare da lei, doveva prima salvare i suoi amici e così, con il cuore affranto, si salutarono promettendo che non si sarebbero mai dimenticati e che alla fine sarebbero tornati di nuovi a giocare sulle rive dove il loro sogno di libertà era divenuto (tristemente?) realtà.

KINGDOM HEARTS: CHAIN OF MEMORIES

Nascondi Contenuto

LATO SORA

Sora si svegliò di soprassalto…. Si sentiva strano ultimamente, come se una strana forza lo chiamasse da lontano… si girò e vide Paperino, Pippo e il coraggioso Grillo Parlante che con tanta dedizione aveva annotato su uno dei suoi diari le loro gesta passate, dormire sul prato al fianco della strada, erano in viaggio da diversi giorni ormai, in cerca di un modo per salvare Riku e Re Topolino. Mentre era perso tra questi pensieri, una strana figura col CAPPUCCIO NERO gli apparve davanti e fece cenno di seguirlo… la strana sensazione era tornata e Sora, istintivamente, seguì quella strana figura fluttuante, non prima però di aver svegliato i suoi amici. I nostri eroi seguirono l’uomo col cappuccio nero che li condusse alle porte di uno strano castello, una volta dentro, l’uomo spiegò che quello era IL CASTELLO DELL’OBLIO , un luogo dove chi si avventurava poteva ricordare cose rimaste sopite nel profondo…. Ma allo stesso tempo perdere i loro ricordi più cari… Consapevoli del pericolo i nostri stavano per rinunciare ma la strana figura non aveva escluso la possibilità che i loro amici potessero essere giunti in quello stesso luogo, e poi loro avevano i diari del Grillo, come potevano dimenticare? Con ritrovato coraggio Sora e i suoi amici decisero di addentrarsi nelle profondità del castello mentre la figura incappucciata spariva con un sorrisetto compiaciuto….

Man mano che salivano i vari piani del castello però i ricordi delle loro avventure cominciarono veramente a sparire e perfino il diario del Grillo si era cancellato! Stavano quasi per tornare indietro quando Sora si ricordò che sulla sua isola c’era anche un’altra sua amica oltre a lui e Riku: NAMINE’!! Sora l’aveva quasi dimenticata ma per fortuna il castello aveva fatto riemergere il ricordo e mostrò ai suoi amici perfino il portafortuna che lei le aveva dato! Doveva assolutamente continuare a salire per ricordare altro di lei. Ma era stata lei a dargli davvero quel portafortuna? Sora pensò che stava dimenticando qualcosa o qualcuno di molto importante… ma chi poteva mai essere? “D’altronde se l’ho dimenticato vuol dire che non era poi così importante” pensò Sora, e con questo pensiero confortante continuò la sua avanzata con i suoi amici subito dietro di lui preoccupati dallo strano comportamento dell’amico.

Nel frattempo, in un’ala dei piani alti del Castello, la figura incappucciata che aveva guidato Sora, discuteva con altri tre individui con la stessa uniforme…. 

Parlavano di usare Sora e il Keyblade per rovesciare l’organizzazione di cui loro stessi facevano parte: L’ORGANIZZAZIONE XIII. I cospiratori erano AXEL E LARXENE  mentre il loro capo, nonché colui che aveva attirato Sora nel castello, si chiamava MARLUXIA. VEXEN, uno scienziato e membro dell’Organizzazione XIII presente nel Castello, voleva testare la forza di Sora e aveva creato la nemesi perfetta per lui: UNA COPIA ARTIFICIALE DI RIKU. Questo essere aveva lo stesso carattere del vero Riku e non sapeva assolutamente di essere un falso…. Con il permesso di Marluxia, schierò sul campo il costrutto in attesa di risultati…

Appena entrato nella nuova sala, Sora si trovò di fronte il suo amico Riku, ma quest’ultimo non sembrava lui e attaccò Sora che però riuscì a sconfiggerlo. Prima di ritirarsi però l’amico disse che doveva proteggere Naminè ,che si trovava ai piani superiori, e mostrò il portafortuna che lei le aveva donato…. Come era possibile che avevano lo stesso portaforuna? Quando Sora chiese spiegazioni all’”amico”, questi, turbato, scappò via. Confusi, ma avendo appreso della presenza di Naminè nel Castello, i nostri amici continuarono ad avanzare… perdendo sempre più ricordi nel processo…

Al piano successivo, Sora trovò Larxene, che intrigata dal ragazzo voleva metterlo alla prova. Combatterono strenuamente ma poi ricomparve Riku in cerca di vendetta… Qui Sora (e “Riku” stesso) scoprirono la verità: l’amico era un costrutto artificiale! Larxene rivelò, inoltre, che Naminè era loro prigioniera! Il falso Riku smise di funzionare per il trauma subito e Sora, adirato, si scagliò con violenza contro Larxene che perì nello scontro. Pippo e Paperino, turbati dal comportamento anomalo di Sora, provarono a convincerlo a tornare indietro… ma lui non voleva saperne: doveva salvare Naminè!

Il piano successivo era diverso (Te lo spiega Senpai: ogni piano affrontato corrispondeva ad un mondo visitato nel precedente capitolo di Kingdom Hearts creato grazie ai ricordi di Sora, ma a questo piano lui e i suoi amici si ritrovano in un mondo mai visto prima) non erano mai stati in quel luogo… nella città di CREPUSCOPOLI . Esplorando la città incontrarono Vexen, che voleva studiare Sora per i suoi esperimenti, ci fu una battaglia dove Vexen ebbe la peggio, ma mentre stava per scappare arrivò Axel che lo uccise: Axel era in realtà ai servizi del capo dell’organizzazione XIII ed era al Castello per individuarli e sterminarli (Te lo spiega Senpai: sebbene Vexen non fosse un traditore, Axel lo eliminò per guadagnare la fiducia di Marluxia). Disse anche che aveva fatto scappare Naminè e che l’attendeva al prossimo piano del castello dopodiché andò via.

Axel non aveva mentito e Naminè era lì ad aspettare Sora. Qui rivelò che lei era una strega: nata nel momento in cui Sora era diventato un heartless… Naminè spiegò che quando una persona perde il proprio cuore e diventa un heartless, da quel QUALCUNO  nasce (oltre all’heartless) un NESSUNO, un involucro vuoto senza sentimenti e senza uno scopo ma con tutti i ricordi del qualcuno da cui sono nati. L’organizzazione è formata da 13 nessuno che hanno un obiettivo in comune: quello di possedere un cuore e tornare a provare emozioni. Lei era speciale perché era nata dal cuore di Kairi mentre questi era nel corpo di Sora ed era legata a lui in modo speciale: poteva infatti CANCELLARE O ALTERARE I RICORDI DI LUI E DELLE PERSONE A LUI CARE ed era proprio questo che era successo al Castello! L’organizzazione l’aveva rapita per portare Sora dalla loro parte e rovesciarla per seguire i piani di Marluxia…Ma non c’era da preoccuparsi, Naminè poteva sistemare tutto e ridare a Sora e i suoi amici i propri ricordi. Dovevano solo arrivare in cima al Castello e metterli a dormire in una speciale capsula per un periodo di tempo che purtroppo la ragazza non era in grado di definire, in questo modo avrebbero recuperato i loro ricordi… ma perso tutte le memorie di quanto accaduto al Castello! Sora riflettè un attimo, ma alla fine accettò sebbene fosse dispiaciuto all’idea di dimenticare quella strega gentile…

Avanzarono fino all’ultimo piano, ma lì vi era Marluxia ad attenderli! Pieno di rabbia per quanto accaduto, si scagliò contro i nostri eroi, ma dopo una dura battaglia ebbero la meglio e il capo dei cospiratori morì. Naminè si scusò per quanto successo ma Sora ribatté che gli amici non hanno bisogno di scusarsi tra loro e con il sorriso sulle labbra si promisero che in qualche modo si sarebbero rivisti e che non si sarebbero dimenticati. Dopodiché il Grillo Parlante appuntò sul suo diario la frase “Ringraziare Naminè” e iniziarono finalmente questo lungo sonno che avrebbe rimesso a posto quella loro, speciale, catena di ricordi.

LATO RIKU

Riku salì un altro piano del castello dell’oblio. Non era passato molto da quando si era risvegliato nelle segrete del castello e si era imbattuto in Vexen che aveva raccolto dati su di lui. Il ragazzo non sapeva come avesse fatto a sfuggire alle grinfie dell’oscurità e cosa Vexen volesse da lui, ma non aveva importanza… ciò che importava era uscire di lì e riunirsi ai suoi amici. Topolino si manteneva in contatto con lui e lo guidava a distanza (Te lo spiega Senpai: i due erano ormai amici e i loro cuori collegati, questo permetteva questa strana forma di telepatia, ndr) mentre Riku continuava la sua scalata verso l’uscita…

Nel frattempo, in una sala dei piani bassi del castello, altri due membri dell’Organizzazione XIII discutevano dell’intruso ai piani bassi… LAXEAUS E ZEXION  l’intruso aveva lo stesso odore del loro capo, ma non era possibile visto che Lord XEMNAS non si trovava nel castello… Strano. Laxaeus decise di indagare sulla questione e si preparò ad eliminare l’ospite sgradito…

Giunto nella sala successiva, Riku trovò un altro uomo con la stessa divisa di Vexen, che gli si presentò come Laxaeus... iniziò una battaglia senza esclusione di colpi dove il nessuno perì nello scontro…. Non prima di aver rivelato a Riku la presenza di Sora da qualche parte nel castello! Il giovane, impaziente di rivedere l’amico, riprese la sua salita più determinato che mai…

Riku era stupito…. Non solo aveva affrontato anche un tale Zexion, ma i residui di Ansem presenti ancora nel suo cuore, stavano per farlo cadere di nuovo sotto il controllo dello spietato nemico…. Fu allora che Re Topolino arrivò! Il sovrano era riuscito a raggiungere il ragazzo per offrirgli il suo aiuto contro l’oscurità e nei restanti piani del castello. Dopo aver placato l’oscurità nel cuore di Riku, il ragazzo lo informò degli ultimi sviluppi e insieme ripresero la salita.

Zexion era adirato… era stato sconfitto da Riku ed era scappato per il rotto della cuffia... quella dannata Naminè aveva aiutato il ragazzo, anche se Riku non se n’era accorto ma lui ne era certo.. non poteva essere altrimenti…. ma come aveva fatto a scappare dal controllo di Marluxia ? A questo rispose Axel, appena arrivato nella stanza: Marluxia era morto… Con Axel era arrivato anche la copia di Riku, ormai riparata. Zexion voleva aizzarlo contro il vero Riku, ma Axel aveva altri piani: ordinò alla copia di eliminare proprio Zexion! 

Riku aveva incontrato uno strano individuo con il volto semicoperto da delle bende rosse: DiZ. L’uomo disse di essere in cerca di vendetta e che Riku e Topolino non dovevano preoccuparsi, era un loro alleato. L’uomo misterioso spiegò cosa fosse successo a Sora e disse ai due di raggiungere Naminé, che si stava prendendo cura di lui. Lì Riku doveva prendere una scelta di qualche tipo… Incuriosito, ma anche un po’ intimorito, il ragazzo si diresse verso la posizione di Sora mentre Topolino restò con DiZ: era una cosa che doveva fare da solo…

L’ingresso al salone dove si trovavano Sora e Naminè era protetto dalla copia di Riku ed il ragazzo restò molto stupito nell’incontrarlo ma era solo una copia e quindi andava eliminata… dopo una ferocie battaglia la replica giaceva ormai senza forze al suolo e, in punto di morte, dimostrò di aver generato una propria personalità… era davvero solo un falso? O forse c’era di più in lui? Con queste domande che gli balenavano in mente, il ragazzo entrò finalmente nella stanza dove si trovava Sora…

Sora dormiva in una capsula e Naminè era lì a vegliare su di lui. DiZ diceva il vero. La strega, dopo aver spiegato nel dettaglio cosa sarebbe successo a Sora, lo mise davanti ad una scelta: dormire anche lui nel castello e sigillare per sempre Ansem nel suo cuore (Te lo spiega Senpai: Ansem era ancora nel cuore di Riku, e in qualunque momento poteva riemergere e prendere di nuovo possesso del corpo di Riku) al prezzo però dei suoi ricordi nel castello dell’oblio… oppure andare via con i suoi ricordi intatti e affrontare Ansem…. Senza esitazione, il ragazzo disse che non avrebbe rinunciato ai suoi ricordi e, dopo aver affidato l’amico alle cure di Naminè si diresse verso l’uscita del castello dove lo attendevano DiZ e il Re.

Prima di raggiungerli Riku attirò Ansem e lo affrontò in una lunga battaglia dove alla fine il rgazzo riuscì a sconfiggere lo studioso dell’Oscurità… per ora…

Giunto all’uscita, DiZ fece dono a Riku e Topolino delle stesse divise dei membri dell’organizzazione: fintanto che le avrebbero indossate non sarebbero stati individuabili dai membri dell’organizzazione stessa…. Indossate le uniformi DiZ chiese a Riku quale via avrebbe percorso: quella della notte o quella del giorno? Riku scelse la via a lui più consona: La Via Dell’Alba….

KINGDOM HEARTS 358/2 DAYS

Nascondi Contenuto

ROXAS era l’ultimo arrivato nell’ Organizzazione XIII, nonché il membro più speciale di tutti: era infatti nato da Sora quando il giovane era diventato un heartless e aveva così il potere di evocare il keyblade…. Lord Xemnas l’aveva trovato nel momento esatto della sua nascita e gli aveva dato un nome e uno scopo: usare il keyblade per collezionare cuori e creare quindi un KINGDOM HEARTS artificiale che, secondo Xemnas, avrebbe permesso ai nessuno di acquisire di nuovo un cuore e renderli di nuovo completi. Inviato giorno per giorno a compiere queste missioni di recupero insieme con i suoi compagni nessuno, le giornate scorrevano monotone, ma fu allora che fece amicizia con Axel. I due, a fine giornata, si recavano sempre in cima alla torre dell’orologio di Crepuscopoli per mangiare il famoso gelato al sale marino e ben presto divennero ottimi amici ma… se erano nessuno come potevano provare un sentimento come l’amicizia? Roxas continuava a chiederselo ma non riusciva a trovare una risposta a questo quesito. Era un giorno come tanti e al MONDO CHE NON ESISTE, sede dell’Organizzazione e mondo dei Nessuno, erano tutti riuniti nel grande salone dove erano soliti discutere il da farsi quando Lord Xemnas presentò un nuovo membro: il Numero XIV dell’Organizzazione XIII, XION. Xion era anche lei in grado di usare il keyblade e, come Roxas, era l’unico nessuno a non ricordare il suo passato…. Gli altri membri non l’accolsero bene ma Roxas era affascinato da lei e, giorno dopo giorno, missione dopo missione, i due legarono molto e, insieme con Axel, andavano sulla torre dell’orologio di Crepuscopoli a mangiare il gelato.

Un giorno Axel disse ai suoi due amici che doveva partire per una missione della massima importanza: recarsi al Castello dell’Oblio e eliminare alcuni membri dell’organizzazione che avevano tradito… inoltre aveva un altro compito, trovare una stanza segreta che avrebbe permesso a Lord Xemnas di attuare i propri piani… Roxas era triste, in quanto non sapeva quando avrebbe rivisto l’amico… come poteva essere triste se non doveva provare emozioni? Ancora una volta, Roxas non sapeva dare una risposta a questa domanda…

Xion stava svolgendo una missione come tante anche se ultimamente non stava bene, faceva degli strani sogni su un ragazzo di nome Sora anche se lei non sapeva chi fosse o come potesse essere collegato a lei… stava riflettendo su questo quando un ragazzo le sbarra la strada. Il ragazzo si presenta come Riku e le dice che lei in realtà è solo una brutta copia di Sora, il custode del keyblade. Le spiega che lui è il migliore amico di Sora e che Xion deve assolutamente ricongiungersi con Sora per risvegliarlo da un lungo sonno. Per fare questo deve raggiungere Naminè alla villa di Crepucopoli dove la strega ha portato Sora per nasconderlo dall’Organizzazione. La ragazza è sconvolta da quanto appreso ma in cuor suo sa che Riku non sta mentendo…Con coraggio decide di fare quanto proposto dal ragazzo e scappa quindi dall’organizzazione…

Roxas aveva il giorno libero e vagava annoiato per la fortezza dei Nessuno al Mondo Che Non Esiste. Lì vide Axel: era finalmente tornato! I due parlarono un po’ e Axel raccontò a Roxas che aveva completato solo in parte la sua missione; aveva infatti eliminato i traditori ma non era riuscito a trovare la stanza che Lord Xemnas cercava. Mentre stavano parlando arrivò un altro membro dell’Organizzazione: SAIX. Saix era il migliore amico di Axel quando erano Qualcuno ma era stato molto tempo fa e i due non erano più in ottimi rapporti. Ad ogni modo, Saix spiegò la natura e la situazione di Xion e chiese ad Axel di riportarla indietro “a qualsiasi costo”. Disgustato da quell’idea e, sentendosi anche in parte tradito da Axel, Roxas decide di scappare dall’Organizzazione per trovare Xion prima di loro.

(Roxas non riuscì nell’impresa, ed Axel trovò Xion prima di lui. A quel punto la riportò da Xemnas dove la riprogrammò e le assegnò il compito di assorbire Roxas per diventare finalmente la copia perfetta di Sora. Roxas vaga ora per Crepuscopoli, sperando di trovare Xion e quando la trova la ragazza lo aggredisce per adempiere alla sua missione. Dopo una lunga battaglia Xion è a terra morente e Roxas le si avvicina)

Xion giaceva a terra, Roxas non capiva cosa fosse successe all’amica e si avvicinò per chiedere spiegazioni… La ragazza, con le ultime forze spiega quanto successo all’amico e gli dice che, vista la sua natura di copia, ora tutti la dimenticheranno… ma va bene così perché in questo modo si riunirà a Sora. Svela finalmente al ragazzo che anche lui essendo il Nessuno di Sora (Te lo spiega Senpai: Roxas fino a quel momento non sapeva chi fosse il proprio qualcuno non avendo memoria della sua vita passata) deve ricongiungersi a lui. Gli fa infine promettere che avrebbe sconfitto Xemnas e liberato i cuori che avevano raccolto per fermare i piani del Capo dell’Organizzazione… infine la ragazza svanisce portandosi dietro tutti i ricordi che la riguardavano….

Roxas era tornato al Mondo che Non Esiste... doveva fermare Xemnas e liberare i cuori che aveva raccolto, l’aveva promesso ad una persona speciale anche se non ricordava esattamente quando, ma sentiva che era importante. Stava quasi per arrivare a destinazione quando arrivò un ragazzo che si presentò come Riku, un amico di Sora, giunto lì su ordine di un tale DiZ per riportare Roxas indietro e accelerare il risveglio di Sora… Roxas era stanco di sentire quel nome, sebbene tutti dicessero che lui era un Nessuno, un fantoccio senza emozioni, lui SAPEVA che aveva diritto a vivere come tutti… lui provava emozioni, non era un fantoccio! Con questo pensiero saldo nella mente ingaggiò Riku in una tremenda battaglia. Roxas mise Riku alle strette che a quel punto fu costretto ad usare il potere dell’Oscurità trasformando il suo corpo in quello di Ansem, Cercatore dell’Oscurità (Te lo spiega Senpai: sebbene avesse l’aspetto di Ansem, Riku era ora in grado di controllarlo). In questo modo catturò Roxas che, ormai privo di sensi, venne condotto al cospetto di DiZ e Naminè che lo inserirono in una Crepuscopoli fatta di dati (Te lo spiega Senpai: è un concetto un po’ complesso da riassumere, per non sbagliare pensate al film Matrix, è lo stesso concetto) con memorie e una vita fittizie per tenerlo nascosto all’Organizzazione e in modo che potesse ricongiungersi pian piano a Sora e farlo finalmente risvegliare…..

KINGDOM HEARTS II

Nascondi Contenuto

Roxas si svegliò… ancora quello strano sogno su Sora… ma chi diavolo era poi? Non importava, del resto era solo un sogno. Si preparò per andare a giocare con i suoi amici: le vacanze estive erano quasi finite e dovevano godersi ogni attimo. Ma quella mattina c’era qualcosa che non andava, tutto era silenzioso… troppo silenzioso e non vi era traccia di anima viva… Vagando per le strade di Crepuscopoli Roxas giunse in una villa abbandonata dove incontrò una ragazza di nome Naminè che disse a Roxas di esplorare i sotterranei della villa per ricongiungersi con Sora… il ragazzo era confuso ma si sentiva stranamente attirato nelle viscere della vecchia villa e dunque vi si addentrò… Era quasi giunto in fondo quando gli si parò davanti uno strano tizio di nome Axel che gli chiese se lo riconoscesse… ma Roxas non aveva mai visto quel ragazzo. “Pensavo avrebbe funzionato, ma ora devo eliminarti… mi dispiace, Roxas” Axel sembrava davvero triste mentre pronunciava quella frase e si scagliava contro Roxas che, istintivamente, chiuse gli occhi mentre attendeva il colpo mortale… colpo che, stranamente, non arrivò. Quando riaprì gli occhi vide Axel immobile, come se il tempo per lui si fosse fermato… “Prosegui, Roxas” tuonò una voce che sembrava molto distante eppure, stranamente vicina. Non capendo bene cosa stesse accadendo Roxas proseguì (

Te lo spiega Senpai: quella era la voce di DiZ che aveva bloccato Axel nella simulazione. Axel era stato incaricato da Xemnas di riprendere Roxas per proseguire nel suo pino per creare Kingdom Hearts artificale)…

Aperta la porta entrò in una stanza completamente bianca, con una capsula al centro di essa e all’interno vi era una persona… ma certo, quello era Sora, il ragazzo dei suoi sogni! Mentre si avvicinava Roxas provava una strana sensazione dentro e finalmente ricordò… stava finalmente per unirsi al suo Qualcuno…. “Sei fortunato, Sora…. Sembra che le mie vacanze estive siano appena terminate…”

 

Sora era sveglio: Paperino, Pippo e il Grillo erano lì con lui! Felici di essere finalmente di nuovo insieme, i quattro fecero il punto della situazione per capire cosa fosse successo e come fossero arrivati lì… ma nulla, ricordavano tutto nei minimi dettagli fino a quando avevano sconfitto il malvagio Ansem, poi il vuoto… nemmeno il diario del grillo gli fu d’aiuto… era completamente bianco eccetto per una pagina che diceva: “Ringraziare Naminè” ma… chi era Naminé? I nostri eroi erano confusi, ma sapevano che continuando il viaggio per trovare Riku e il Re l’avrebbero scoperto. Finalmente pronti, uscirono da quella stanza bianca ma furono subito teletrasportati alla torre del Maestro Yen Sid. Il Maestro li aveva convocati per avvisarli che oltre agli Heartless, ora vi era una nuova minaccia: L’Organizzazione XIII e i Nessuno. Spiegò ai nostri eroi la natura di questi esseri e li informò che colui che avevano sconfitto nella loro precedente avventura NON era Ansem il Saggio, ma che la realtà era più complessa di quando sospettassero. Un apprendista di Ansem, XEHANORT(OVVERO TERRANORT), aveva compiuto esperimenti senza la supervisione del suo maestro e aveva assunto l’identità di Ansem per sfregio nei confronti del suo Maestro, dopodiché aveva deciso di trasformare se stesso e i suoi colleghi apprendisti in Heartless e così facendo aveva creato i Nessuno che avrebbero poi fatto parte dell’Organizzazione XIII. Quindi ANSEM, CERCATORE DELL’OSCURITA’ era l’Heartless di Xehanort mentre il suo Nessuno era XEMNAS, CAPO DELL’ORGANIZZAZIONE XIII. Sora e i suoi amici non ebbero il tempo di riprendersi dallo shock per quelle informazioni che Yen Sid li informò anche del ritorno di Malefica che ora si era alleata con il malvagio Pietro (il cattivo Disney nemesi di Topolino, ndr). Non c’era tempo da perdere dunque, l’eroe del Keyblade doveva tornare in azione per debellare questa minaccia una volta per tutte. Yen Sid dunque aprì un passaggio per RADIANT GARDEN , che i nostri amici conoscevano con il nome di Fortezza Oscura (datogli da Malefica quando l’aveva rivendicato) e invitò i nostri eroi a recarvisi per aprire, con il keyblade, delle rotte infradimensionali in modo che potessero di nuovo viaggiare con la gummiship per visitare i vari mondi e fermare le forze del male.

I quattro eroi, visitando mondo dopo mondo e sconfiggendo man mano i vari membri dell’Organizzazione XIII, arrivano alla Crepuscopoli virtuale (dove era stato confinato Roxas) dove hanno scoperto vi sia un passaggio per arrivare al mondo che non esiste, sede dei Nessuno e luogo dove si trova Xemnas. Una volta nel passaggio però, i nostri eroi vengono attaccati da dei Nessuno minori. La situazione sembrava disperata ma fu allora che arrivò Axel e, usando tutto il suo potere, si sacrifica per permettere agli eroi di procedere. Ormai stremato e morente, rivela a Sora che anche Kairi si trova nel CASTELLO CHE NON ESISTE (la fortezza dell’organizzazione), portata lì per attirare Sora in una trappola (Te lo spiega Senpai: I Nessuno potevano creare un passaggio oscuro per viaggiare nei vari mondi senza Gummiship; è così che hanno rapito Kairi) e che Xemnas lo voleva morto per aver fallito nel riportare indietro Roxas, che ora è di nuovo uno nel corpo di Sora. Così, in pace, Axel spira.

Ormai giunti nel Castello i nostri amici riescono ad eliminare anche gli ultimi membri dell’Organizzazione (restava quindi solo Xemnas da eliminare) e trovano Kairi che era stata salvata… da Ansem Cercatore dell’Oscurità?!?! Confusi da quel gesto i nostri amici rimangono stupiti ma Kairi chiede a Sora di guardare con gli occhi del cuore Ansem… è allora che Sora vede… non è Ansem Cercatore dell’Oscurità: è Riku!!! I tre amici finalmente si riabbracciano ma all’improvvio arrivano dei nessuno minori e Kairi scopre di poter anche lei evocare un Keyblade!! (Te lo spiega Senpai: grazie al fatto di aver toccato quello di Aqua anni prima ed averne involontariamente acquisito l’abilità). Durante la scalata verso la cima del castello, dove si era rifugiato Xemnas, i nostri incontrano Naminè: la ragazza è lì per riunirsi al suo qualcuno, Kairi e, dopo essersi debitamente salutati, la ragazza raggiunge il suo scopo, svanendo per sempre… Gli amici proseguono e riescono finalmente a farsi strada fino alla cima del castello che non esiste dove incontrano Re Topolino (giunto anche lui per fermare i Nessuno) e DiZ che armeggiava con uno strano macchinario mentre una luna a forma di cuore si trovava sopra le loro teste (Te lo spiega Senpai: Kingdom Hearts artificiale). DiZ finalmente rivela la sua vera identità: è Ansem il saggio in carne ed ossa, in cerca di vendetta verso il Nessuno del suo apprendista che lo aveva confinato nel regno dell’Oscurità anni prima. Quel macchinario serve per convertire in dati Kingdom Hearts artificiale e fermare così Xemnas. Una volta attivato però, il congegno impazzisce e sta per esplodere ed Ansem capisce che la sua vendetta ha portato conseguenze negative verso tutte le persone che gli sono state accanto e, con un ultimo gesto di altruismo, fa da scudo col suo corpo e viene scaraventato di nuovo nel Regno dell’Oscurità. Dopo l’esplosione, i nostri si accorgono che Riku ha miracolosamente assunto di nuovo le sue sembianze e, con ritrovato vigore, proseguono verso la loro battaglia finale.

Sul tetto del Castello Xemnas li attende. Il capo dell’Organizzazione è adirato: il congegno di Ansem ha danneggiato Kingdom Hearts artificiale e i suoi piani sono andati in fumo; fa apparire quindi una porta misteriosa dove si rifugia per tendere un agguato a Sora e ai suoi amici. Pur sapendo che si tratta di una trappola, Sora e Riku procedono per fermare Xemnas (Te lo spiega Senpai: i due devono farlo da soli, in quanto ritengono troppo pericoloso addentrarsi insieme nella trappola di Xemnas) dopo una lunga e difficile battaglia, Sora e Riku, lottando fianco a fianco hanno la meglio sul malvagio Nessuno che perisce sotto i loro colpi. Mentre Xemnas svanisce, Sora e Riku vengono scaraventati nel Regno dell’Oscurità ma, grazie alla forza dei loro amici, riescono a tornare sani e salvi alle Isole del Destino dove trovano Paperino, Pippo, Topolino, Il Grillo e Kairi ad attenderli! La loro avventura era finalmente terminata…. O almeno così credevano……

KINGDOM HEARTS: CODED

Nascondi Contenuto

Tutto era tornato alla normalità dopo la sconfitta di Xemnas e dell’Organizzazione e la vita scorreva felice al Castello Disney. Il Grillo Parlante stava controllando i suoi diari quando notò una frase misteriosa, mai vista prima: “Dobbiamo tornare indietro per curare i loro tormenti”. Allarmato, decise di avvertire il Re.

 


Topolino, Pippo, Paperino, il Grillo e Cip e Ciop, avevano digitalizzato il diario per scoprire cosa avesse provocato quella scritta. Un allarme risuonò mentre analizzavano il diario al computer e i mondi digitali (Te lo spiega Senpai: qui vengono introdotti altri mondi digitali oltre Crepuscopoli: infatti il diario del Grillo, una volta inserito nel computer ha prodotto una versione digitale dei mondi da lui visitati durante le avventure con Sora) sono stati infettati dai bug. Per ripristinare l’ordine, Topolino decide di avvalersi della versione digitale di Sora per eliminare i bug, mentre  Topolino e i suoi amici lo guidavano dal mondo reale.

Data-Sora inizia quindi il viaggio per eliminare tutti i bug presenti nei vari mondi e, dopo molte avventure, Data Sora viene intercettato da Pietro e Malefica, entrati fisicamente nel mondo di dati. I due, quindi, distruggono il keyblade digitale di Sora e rivelano di essere lì per conquistare quei mondi. Topolino quindi decide di entrare nel mondo digitale per andare in aiuto del suo amico digitale. Decide quindi di servirsi dell'aiuto di Data-Riku e, una volta arrivati da Sora, riescono a salvarlo per il rotto della cuffia da Malefica che però rapisce Data-Riku e insieme con Pietro vanno alla Fortezza Oscura digitale.

Desiderosi di salvare l’amico, Data-Sora e Topolino si recano alla Fortezza Oscura con Pippo e Paperino. Una volta lì riescono a trovare Data-Riku ma è stato purtroppo contaminato dai bug. Data-Sora, grazie al potere dell’amicizia, riesce ad evocare un vero Keyblade e grazie ad esso riesce ad eliminare i bug che hanno infettato l’amico che però, cade in uno stato di incoscienza.

Sora ,allora, evoca una porta che gli permette di entrare nel cyberspazio all’interno di Riku desideroso di eliminare i bug presenti all’interno e risvegliarlo. Dopo aver lottato strenuamente contro i bug all’interno del cybespazio, Data-Sora riesce a far svegliare l’amico e, grazie all’aiuto di Topolino, ritorna nel mondo digitale.

Malefica e Pietro, avendo capito di non poter conquistare il mondo digitale, fanno ritorno al mondo reale ma quest’esperienza non è stata del tutto inutile: infatti Malefica capì che la leggenda del  LIBRO DELLE PROFEZIE era reale… esso, si diceva, racchiudeva tutti gli eventi futuri ed era in grado di dare vita al suo interno a interi mondi con i relativi abitanti… doveva assolutamente impossessarsene….

Data-Sora aveva eliminato tutti i bug e salvato Data-Riku e Topolino ed i suoi amici erano tornati nel mondo reale e, sebbene non avessero scoperto chi fosse l’autore della misteriosa frase, erano felici di aver aiutato quei mondi… ora però era necessario resettare quel mondo per far tornare tutti alle loro vite di un tempo… questo avrebbe comportato la perdita della memoria di tutti gli abitanti digitali. Consapevoli di tutto questo, Data Sora e Data-Riku salutarono i loro amici convinti che in fondo ai loro cuori, il ricordo della loro amicizia sarebbe rimasto per sempre…

Nel mondo reale, Topolino ed i suoi amici si accorgono che un altro mondo era comparso nel mondo di dati ma non potevano più chiedere a Data-Sora di visitarlo in quanto aveva perso tutti i ricordi. Il Re, allora, decise di far ritorno nel mondo di dati e spiegare di nuovo la situazione a Data-Sora.

Data-Sora, informato della situazione da Topolino, si reca col Re nel mondo appena creato: il Castello dell’Oblio. Dopo aver esplorato a fondo il castello, Sora trova uno strano ragazzo incappucciato che sfida Sora in un duello. Data-Sora riesce a vincere la battaglia e l’individuo si rivela essere Roxas, il Nessuno della sua controparte reale che gli dona i suoi ricordi prima di sparire per sempre…

Continuando ad avanzare nel Castello Dell’Oblio digitale, Sora e Topolino incontrano Naminè. La strega spiegò a Data-Sora che quando ricostruì i ricordi della sua controparte reale, notò che in profondità vi erano anche i ricordi di qualcun altro (Ventus) : da lì sono nati i bug che hanno formato la frase sul diario del Grillo. Naminè disse anche che, sebbene Roxas, Xion, Axel e Naminè (Te lo spiega Senpai: la Naminè che tiene questo discorso è sempre una creazione digitale creata grazie al diario del Grillo) saranno sempre nel cuore del vero Sora… così come Aqua, Terra e Ventus, che avevano ora bisogno del loro aiuto per essere salvati dal loro triste destino. Topolino promette a Naminè che informerà il vero Sora e provvederà a salvarli. Mentre stanno per andar via, Data-Sora riferisce a Naminè il messaggio contenuto nel diario del Grillo: “Grazie”. Topolino e Data-Sora si separano, promettendosi di non dimenticare mai l’avventura che avevano condiviso.

Tornato nel mondo reale e informati i suoi amici di quanto detto da Naminè, Topolino scrisse una lettera indirizzata a Sora e Riku, per aggiornarli sugli ultimi sviluppi… Una nuova avventura stava per iniziare!

Dopo aver spedito la lettera a Sora e Riku, Topolino si recò ALLA TORRE MISTERIOSA di Yen Sid che aveva delle notizie importanti da riferire….

Yen Sid era seduto preoccupato e scrutava Topolino con aria grave… “Ho individuato la posizione del Cuore di Ventus, ora dobbiamo solo trovare Terra” disse. Topolino lo fissava stupito, quella era un’ottima notizia, ma perché allora il Maestro appariva così preoccupato?                                                  “C’è un problema…” continuò Yen Sid, “Se l’heartless e il Nessuno di un qualcuno vengono eliminati, il Qualcuno ritorna…”                                                                                               Topolino si accigliò “Ma, Maestro, questo vuol dire…”                                                              

“Sì…. Maestro Xehanort è tornato…. Devi convocare subito Sora e Riku… è tempo per loro di sostenere L’ESAME DELLA MAESTRIA…”

N.B Nomura probabilmente era ubriaco quando ha scritto la trama di questo capitolo quindi mi scuso se alcuni eventi sembrano no sense, ma vi giuro che è proprio il gioco che è fatto così, anche se ho provato a dare un senso al tutto usando anche fonti esterne altrimenti era da ricovero…. Buona lettura 

KINGDOM HEARTS: DREAM DROP DISTANCE

Nascondi Contenuto

Sora e Riku erano al cospetto di Yen Sid che spiegò loro la situazione. i due ragazzi dovevano sostenere l’ESAME DELLA MAESTRIA per diventare veri maestri del keyblade. Il loro esame consisteva nel chiudere le serrature dei mondi dormienti (Te lo spiega Senpai: mondi dove l’oscurità non è stata debellata del tutto e ha portato questi mondi in una sorta di limbo, sospesi tra sogno e realtà) e risvegliarli per riportarli nel mondo reale. Per fare questo dovevano viaggiare indietro nel tempo (Te lo spiega Senpai: i viaggi nel tempo in KH funzionano in modo particolare: si può infatti viaggiare o solo avanti o solo indietro in una sessione di durata limitata ma a condizione che nell’epoca in cui si decida di andare si trovi la controparte del viaggiatore e che si abbandoni il proprio corpo fisico. Scaduto il tempo della sessione, il viaggiatore fa ritorno alla propria epoca di appartenenza e perde i ricordi di tutto quello successo nel viaggio temporale). Spiegata la loro missione, Yen Sid lancia l’incantesimo e il viaggio dei nostri eroi ha inizio!

Qualcosa era andato storto e Sora e Riku erano stati catapultati in due versioni diverse degli stessi mondi che dovevano salvare. Separati, ma non per questo scoraggiati, i due amici iniziarono a risvegliare i mondi dormienti.

Nel mondo reale, gli apprendisti di Ansem il Saggio iniziano a risvegliarsi a Radiant Garden… Tra questi vi è Lea (Axel) che riacquistata la sua forma umana nota che Isa e Braig (Saix e Xigbar) sono scomparsi insieme a Xehanort…

Alla torre misteriosa, Topolino, Pippo, Paperino e Yen Sid attendevano che Sora e Riku tornassero dal proprio viaggio… ma fu allora che vennero a sapere che Minni e il castello Disney erano sotto attacco da parte di Malefica e Pietro! Mentre Yen Sid restò alla torre per accogliere Riku e Sora nel caso fossero tornati, Topolino e i suoi amici corsero in soccorso della Regina Minni!

Giunti al Castello Disney, Malefica e Pietro, che tenevano in ostaggio Minni, rivelarono le loro intenzioni: volevano una copia dei dati raccolti nel Cyberspazio per trovare informazioni sul Libro delle Profezie ed in cambio, avrebbero rilasciato la regina… Ma fu allora che Lea corse in loro aiuto e con un intervento provvidenziale liberò la Regina e scacciò gli intrusi. Lea era giunto al castello perché aveva delle importanti notizie da riferire… Guadagnata in questo modo la fiducia di Topolino, il sovrano decise di portarlo da Yen Sid in modo che anche lui potesse ascoltare ciò che il ragazzo avesse da dire…

“Xehanort non è a Radiant Garden e Isa e Braig sono scomparsi” nel sentire quelle parole, Yen Sid si accigliò… Xehanort aveva probabilmente un piano per perseguire i suoi folli progetti e probabilmente era colpa sua il fatto che non riuscisse più  rintracciare e mettersi in contatto con Sora e Riku… preoccupato da quella situazione, il Maestro inviò Topolino alla ricerca dei due ragazzi mentre Lea, inaspettatamente, chiedeva a Yen Sid di essere addestrato come Custode del Keyblade…

Durante le loro avventure, Sora e Riku avevano incontrato un misterioso personaggio che indossava la divisa dell’Organizzazione e che parlava per enigmi cercando di confondere i due amici che però proseguirono nel loro compito e chiusero tutte le serrature. Invece di tornare alla Torre di Yen Sid, Sora si ritrovò al Mondo che non Esiste dove trova ad attenderlo Braig e il ragazzo misterioso che lo addormenta e lo porta al Castello che non esiste… Mentre il suo corpo fisico viene trasportato al Castello, la mente di Sora si trova nel mondo dei sogni dove, ormai in balia al ragazzo misterioso, incontra tutte le persone a lui legate (Ventus, Terra, Aqua, Roxas, Naminè, Xion) e si ritrova al Castello che non esiste nel mondo onirico. Qui però Xemnas, Braig e il ragazzo misterioso lo raggiungono dove gli svelano la verità: il giovane ragazzo è in realtà XEHANORT DA GIOVANE che aveva interferito nei piani di Yen Sid e aveva marchiato Sora attraverso il SIGILLO DEL DISSIDENTE (Te lo spiega Senpai: una X posta sui suoi abiti) affinché potessero portarlo in quel posto in quell’esatto momento. YOUNG XEHANORTera stato avvisato dal suo Heartless, Ansem Cercatore dell’Oscurità (Te lo spiega Senpai: nella sua forma incorporea, l’uomo col cappuccio marrone già apparso in precedenza) il quale aveva viaggiato nella sua epoca per insegnargli come viaggiare nel tempo e affidargli un’importante missione: raccogliere dodici individui in cui MAESTRO XEHANORT avrebbe trasferito parte della propria essenza. Ansem cercatore dell’oscurità sarebbe invece rimasto in attesa di un nuovo corpo e avrebbe radunato sette principesse dal cuore di pura luce. Young Xehanort, dunque, aveva viaggiato nel tempo e aveva aiutato Xemnas a formare l’Organizzazione XIII e a creare il Kingdom Hearts artificiale mentre Ansem Cercatore dell’oscurità si era impossessato del corpo di Riku e aveva convinto Malefica a catturare le principesse… ma i loro piani erano falliti perché Sora e Riku avevano interferito e i dodici “contenitori” scelti si erano dunque rivelati deboli e inadatti . Ma Xehanort aveva previsto tutto: mandando il proprio Heartless indietro nel tempo per creare una seconda Organizzazione XIII composta anche da vari Xehanort recuperati dalle varie epoche. Tra i pochi degni di far parte della nuova Organizzazione c’erano anche alcuni membri di quella precedente tra cui Xigbar, che aveva già dentro di sé una parte di Xehanort (Te lo spiega Senpai: rappresentata dal colore giallastro degli occhi). Il giovane Xehanort aveva portato con sé anche Ansem Cercatore dell’Oscurità e Xemnas, prima che i due fossero sconfitti da Sora e Riku. Young Xehanort rivela inoltre che ha  già completato la ricerca dei contenitori di Xehanort e che gliene manca solo uno: Sora stesso! Dopodiché Young Xehanort addormenta Sora facendolo cadere in un sogno nel sogno…..

Riku, invece, si era risvegliato anche lui nel Castello che non esiste reale e subito si mette alla ricerca di Sora. Esplorando in lungo e in largo il Castello, giunge nella sala dove si riuniscono i Nessuno dove trova Sora, addormentato. Nel Salone vi sono anche i nuovi membri dell’Organizzazione XIII capeggiati da Maestro Xehanort, ritornato completo dopo la morte del suo Heartless e del suo Nessuno (Te lo prova a spiegare Senpai: qui però ho dei dubbi, potrebbe anche aver viaggiato nel tempo… il gioco non è chiaro su questo punto). Il Maestro Xehanort spiega dunque che il suo obiettivo è quello di aprire Kingdom Hearts forgiando il X-Blade come, secondo lui, volevano fare i combattenti della guerra del Keyblade. Durante la Guerra, prosegue Maestro Xehanort, il X-Blade si era frammentato in 20 PEZZI: 7 DI PURA LUCE E 13 DI PURA OSCURITA’. Il suo obiettivo era, quindi, riunire questi 20 pezzi e farli scontrare in un’unica grande battaglia per riforgiare la mitica arma e avere accesso finalmente a Kingdom Hearts. Riku cerca allora di riprendersi Sora per mandare in fumo i loro piani, ma viene battuto… arriva allora Topolino in soccorso dell’amico ma i nemici sono troppo forti… quando tutto sembra perduto, ecco che arriva Lea, inviato da Yen Sid, a salvare la situazione e, dopo essersi battuto con Isa (Te lo spiega Senpai: anche lui lì presente come contenitore di Xehanort) riesce a portare in salvo i suoi amici alla torre di Yen Sid mentre i membri dell’Organizzazione svaniscono nel nulla….

Alla torre però, Sora è ancora addormentato e tocca a Riku tuffarsi nel cuore dell’amico e salvarlo dall’Oscurità che lo tiene prigioniero. Una volta nel cuore di Sora, Riku scopre che è stato protetto da Ventus, presente anche lui nel cuore di Sora e sconfigge l’Oscurità lì presente… Qui incontra anche Roxas, Xion (di cui però Riku ha perso i ricordi) e Ansem il Saggio. Ansem il Saggio rivela dunque che ha nascosto dei dati nel cuore di Sora mentre questi dormiva per recuperare i ricordi e glieli consegna (Te lo spiega Senpai: Ansem il saggio è egli stesso una proiezione fatta di dati messa lì dal vero Ansem per consegnare i dati a Riku) sostenendo che gli saranno molto utili nella battaglia contro Xehanort.

Riku torna nel mondo reale e scopre con sollievo che è riuscito a salvare Sora che ora è lì sveglio e tutti possono festeggiare e tirare un sospiro di sollievo. Yen Sid però non ha dimenticato la minaccia di Xehanort e richiama tutti all’ordine. Inoltre Sora e Riku hanno comunque portato a termine il loro compito ed è pronto a emettere il giudizio finale dell’Esame.

Sora era caduto vittima dell’Oscurità ed era stato salvato da Riku che era stato l’unico dunque a diventare Maestro di keyblade! Durante i festeggiamenti per il successo dell’esame di Riku, Lea riesce incredibilmente ad evocare un keyblade e Yen Sid decide di prenderlo davvero come apprendista: un nuovo Custode del Keyblade sarà molto utile nella battaglia imminente contro Xehanort! Ma non bastava… Il Maestro chiese dunque a Riku di andare a prendere un altro misterioso alleato…….

KINGDOM HEARTS 0.2: A FRAGMENTARY PASSAGE

Nascondi Contenuto

Riku fa ritorno alla Torre di Yen Sid con Kairi: la ragazza è in grado di usare un Keyblade e il maestro Yen Sid ha chiesto che venisse convocata per addestrarsi ad usarlo.

Appena entrato nel salone di Yen Sid con Kairi, Riku vide che oltre al Maestro vi era anche Topolino. Yen Sid era seduto al centro della stanza e si apprestò a fare il punto della situazione

“Lo scontro con Xehanort ormai è inevitabile. Dobbiamo affrettarci a trovare i SETTE GUARDIANI DELLA LUCE necessari a proteggere LE SETTE PRINCIPESSE DEL CUORE. Per questo è necessario che tre guerrieri facciano ritorno: Ventus, Terra ed Aqua” Yen Sid raccontò loro la storia di questi coraggiosi guerrieri che dieci anni prima avevano già affrontato Maestro Xehanort. Essendo stati sconfitti e finiti dispersi, andavano trovati e salvati. Topolino sapeva dove iniziare a cercare Aqua: nel Regno dell’Oscurità dove l’aveva già incontrata in passato ma non era stato in grado di salvarla (Topolino l’aveva incontrata mentre cercava un modo di chiudere la porta di Kingdom Hearts aperta da Ansem Cercatore dell’Oscurità durante gli eventi di KH1, ndr).

Riku e Topolino allora partirono alla volta del Regno dell’Oscurità per riportare indietro Aqua mentre Kairi restò alla Torre per iniziare il suo addestramento con Lea, mentre Yen Sid aveva qualcosa da dire a Sora…..

Sora, giunse alla Torre di Yen Sid dove lo attendevano anche Pippo e Paperino…

“Sora” esordì il Maestro, “quando sei caduto vittima dell’Oscurità hai perso tutte le tue abilità… sospetto che tu l’abbia notato” occhiate di imbarazzo d parte di Pippo e Paperino raggiunsero Sora che sorrideva imbarazzato… “Per questo, avrai bisogno dell’aiuto di un vero eroe… recati al Monte Olimpo dove Hercules, che hai già aiutato durante le tue avventure, ti sottoporrà ad un addestramento speciale per tornare in forma. Pippo e Paperino ti accompagneranno. Fatto questo tornate qui e discuteremo della nostra prossima mossa. Conto su di voi!”  Presi da un’euforia incontrollata i tre amici raggiunsero la gummiship e partirono verso quella che probabilmente sarebbe stata la loro più grande e importante avventura…..

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Annuncio di HD 2.5 :trolldance:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti è curioso dare dettagli già a Marzo per un evento che si svolgerà ad Ottobre :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Probabile l'annuncio del 2.5 con megaubertrailerfinale che darà un assaggio del 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
WiiU :trolldance:

 

Sarà cosi :trolldance:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Droppate Kingdom Megaton Hearts 3...vi prego :bruniii:

 

Tutte tranne WiiU :trolldance:

 

Fix :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sarà cosi :trolldance:

 

Basta che esce...ricordo di aver comprato la PSP solo per BBS :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8/9 capitoli in 10 anni, più un numero imprecisato di novels, manga & altro franchise. perchè qui nessuno grida alla commercialata? :trollface:

 

perchè almeno qui si muore :trolldance:

 

:asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in kh si muore? ma dove :rickds:

 

la morte in kh non esiste :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dove Sbronzo? :hype:

 

Ora ci dirà una delle sue perle di saggezza :sad2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8/9 capitoli in 10 anni, più un numero imprecisato di novels, manga & altro franchise. perchè qui nessuno grida alla commercialata? :trollface:

 

Carina sta frecciata, lo ammetto :ahsisi: Tralasciando che in circa la metà del tempo ne sono usciti altrettanti di capitoli di AC (vogliamo parlare pure dei DLC), ma vogliamo mettere un gioco che praticamente si gioca da solo ad uno che per battere alcuni boss dovevi sudare sette camicie?

 

Ma poi che è sta stronzàta che non si muore? :asd:

 

Qualcuno ha citato Sephiroth per esempio :P

 

E poi la soddisfazione di dare 4 mazzate ai nostri nemici immaginari dell'infanzia non ha eguali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Visitatore
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovi formattazione

  Sono ammessi al massimo solo 75 emoticon.

×   Il tuo link è stato automaticamente aggiunto.   Mostrare solo il link di collegamento?

×   Il tuo precedente contenuto è stato ripristinato.   Pulisci l'editor

×   Non è possibile incollare direttamente le immagini. Caricare o inserire immagini da URL.


  • Navigazione Recente   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Informazione Importante

Abbiamo inserito cookie sul tuo dispositivo per contribuire a migliorare questo sito web. Puoi modificare le impostazioni dei cookie, altrimenti supponiamo che tu possa continuare.